Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 50542 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Archivio delle Domande agli Operatori

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Salve, ringrazio anticipatamente. Sono dipendente da coefferalgan, ne prendo una scatola al giorno da molti mesi ormai, 8,9, prendendo 8 cp alla mattina tutt'e insieme e poi 8 alla sera. Già da un po mi balenava in testa di smettere, e oggi il medico

Stamattina il medico ha detto che per un Po di tempo non me ne può più prescrivere a causa di un richiamo ASL per iperprescrizione. Sapevo sarebbe accaduto. Mi sono già disintossicata in passato da ossicodone e la crisi d'astinenza fu terribile. E ho tanta paura. Speravo di poter scalare lentamente il coefferalgan ma con la cessazione delle prescrizioni non posso più farlo. A casa, a causa di forme di insonnia e depressione dispongo di seroquel rilascio immediato 100 mg, seroquel RP 100 mg, diazepam e lorazepam. So che questi farmaci possono aiutarmi a combattere la crisi, proprio il seroquel mi diedero in clinica di disintossicazione, lo davano a tutti. La crisi da codeina è come quella da ossicodone? È così forte? I farmaci di cui dispongo mi possono aiutare? Infinite grazie. Se potete rispondere presto la crisi è alle porte, grazie.

Risposta:

 La codeina è un oppiaceo. Io credo che la cosa migliore sia di rivolgersi al medico che ti ha prescritto il farmaco chiedendo un monitoraggio riguardo la disintossicazione che devi affrontare anche utilizzando I farmaci che hai nominato, ma sempre sotto supervisione medica 

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: Differenza tra valium e Xanax

Ciao,vorrei sapere sostanzialmente qual'è la differenza tra Valium e Xanax,e quale tra i due e più forte,visto che dovrò intraprendere una terapia e il mio dottore sta valutando cosa somministrarmi

Risposta:

Appartengono alla stessa famiglia, e la differenza sostanziale è nella durata d'azione che è più lunga per il valium e più breve per lo xanax. Quindi dipende da quello che si vuole ottenere. In genere lo xanax lo si utilizza quando si vuole ottenere un effetto ansiolitico nel breve termine, mentre con il valium si ottiene un effetto simile ma più lungo.

Domanda: per quanto tempo si puo conservare la propria urina e dove? se viene congelata all'esame tossicologico si vedrà?

Risposta:

 Gli esami tossicologici, proprio per evitare manipolazioni e tentativi di truffa come quello che scrivi, devono essere fatti alla presenza di un operatore sanitario. 

Domanda: Analisi

Che voi sappiate, quando si fanno delle analisi del sangue, quelle comuni, regolari, se dovessero trovare della nicotina nel sangue, gli infermieri informano questa cosa al genitore oppure no? Sono preoccupato piú per il fatto che possano informare i miei genitori che per altro.

Risposta:

 ciao, ti abbiamo già risposto almeno quattro volte alla tua solita domanda e sempre scrivendoti che non viene rilevato il consumo di tabacco. Questa è l'ultima, le prossime - insieme al tuo indirizzo mail - saranno cestinate.

Domanda: come smettere con il metadone

Risposta:

Il metadone è un oppiaceo di sintesi (cioè fabbricato in laboratorio) utilizzato nella cura della tossicodipendenza da eroina ed in grado di combattere i sintomi della sindrome di astinenza da eroina.
Con la riduzione progressiva della dose fino a 0 si può curare la dipendenza fisica con poca sofferenza. In genere per un certo tempo (alcune settimane) dopo la fine della disintossicazione permane un certo malessere con insonnia, nervosismo, cattivo umore.
Poi questi disturbi dovrebbero scomparire e tutto dovrebbe tornare normale.
Tutto questo però in una buona parte dei casi è solo teorico, in quanto la dipendenza fisica è solo una parte della dipendenza.
Finita la dipendenza fisica resta comunque quella psichica: il vero problema.
Il trattamento con il metadone non serve solo a curare la dipendenza fisica, ma aiuta a tenere sotto controllo anche quella psichica. Per questo non è facile “staccarsi” dal metadone perché quando si riduce la dose quotidiana il desiderio dell’eroina aumenta e diventa sempre più difficile - per chi è dipendente - resistere alla tentazione di tornare ad usare eroina.
Immaginiamo che la tua domanda sia riferita in particolare a questa difficoltà.
Ci sono dei dipendenti da eroina che, a causa di quanto abbiamo detto sopra, per lungo tempo non riescono a smettere di prendere il metadone.
Si tratta in genere di persone che hanno usato eroina per lungo tempo.
Le persone invece che usano eroina da poco tempo incontrano, in genere, minori difficoltà.
E allora come smettere?
La risposta che possiamo darti è che le cose sono diverse da persona a persona.
Alcuni possono smettere semplicemente con la riduzione progressiva della dose (naturalmente sotto il controllo del medico).
Altri invece hanno bisogno di maggiori aiuti da parte di professionisti e da parte di persone che gli stanno vicino. Ad esempio è possibile essere ricoverati presso strutture di vario genere dove completare la disintossicazione in una situazione di “protezione”.
Come abbiamo detto altre volte in questo contesto, possiamo solo dare indicazioni generiche.
I Servizi per le Tossicodipendenze (Sert) sono le strutture (pubbliche) a cui si può chiedere l’aiuto specifico.

Domanda: Astinenza eroina e metadone combinata?

Allora io sono tossicodipendete da 20 anni e ne ho 34.ho usato 2.5 mg di metadone per 8 anni e nel 2015 lho tolto.ai tempi comunque usavo eroina 2 3 volte al mese e solo una pera per intenderci.dopo che ho tolto il metadone mi sono accorta cge che praticamente la voglia era rimasta e che facendomi una ogni due settimanw ugualmente poi stavo male qualche giorno..allora ho iniziato che quando mi facevo bevevo un goccio i 2 giorni successivi.questo mi ha rspidamente riportato dentro tutto.adesso per esempio questo mese mi sono fatta 2 volta..ultima 7 giorni fa...ho bevuto uno zero virgola 2 di quello vecchio e stavo bene e lho preso a giorni alterni perche azpettavo di vedere se reggevo...eppure anche se aspetto un giorno sto sempre male.stanotte sudavo e nn riiscivo a dormire.ed erano 3 gg che nn prendevo niente....ma di cosa cavolo sto male? Cioe a farmi ogni 10 gg si puo scoppiare una settimana?? Ed e possibile che valga lo stesso per il metadone cioe che dopo averlo usato per anni anche un assunzione saltuaria di 2 3 giorni provocho astinenza? Io nn riesco a uscorne percje sto sempre male sono madre in un paesino e ho ilteeore di perdere ol lavoro e i figlo e tuttoil resto....sono sinceramente disperata.

Risposta:

 Con gli anni i recettori si sensibilizzano ed è possibile che le reazioni siano più intense e veloci nel manifestarsi.  La cosa più opportuna sarebbe che tu ti facessi seguire, con un dosaggio adeguato e costante di metadone o buprenorfina. La paura ( anche infondata) che avverti è legata al fatto che stai male, anche fisicamente, e ti sembra in questo momento difficilissima qualsiasi movimento o decisione. Non fare e non stare da sola. Lasciati aiutare da qualcuno di cui ti fidi: un familiare o un amico

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: Mi hanno ritirato la patente per guida in stato di ebrezza. Ho da poco cominciato il percorso al Sert, nel quale mi hanno fatto un controllo delle urine, l'etilometro e le analisi del sangue per il test antidroga credo.

Essendo stato fermato esclusivamente per abuso di alcol e avendo già fatto i controlli antiroga, i quali risultati sono saranno sicuramente negativi (non ho fatto uso di sostanze per 1 mese e non sono un usuifritore abituale), posso fare uso di cannabis durante le settimane in cui ci saranno i successivi controlli al sert? Grazie!

Risposta:

 nessuno ti potrà garantire che non vengano nuovamente richiesti esami tossicologici

Domanda: buona sera. sono 4 giorni che non bevo niente. prima pero ho fatto un mese circa a bere due birre medie al giorno. domani dovro sottopormi all'esame cdt. dopo quattro giorni di completa astinenza. sapete dirmi se rientro nella norma o fuori limite?

Risposta:

 di soito ci vuole molto più di 4 giorni

Domanda: Se assisto una persona con una crisi grave di astinenza da alcol devo assecondare o cosa devo fare

Risposta:

 devi rivolgerti ad un pronto soccorso o chiamare un' ambulanza

Domanda: Come posso sapere se sono segnalato come consumatore di sostanze stupefacenti?

Risposta:

 chiama l'Ufficio N.O.T. della tua Prefettura di residenza

Condividi contenuti