Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 29155 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Type the characters you see in this picture. (verifica con audio)
Inserisci il testo che vedi nell'immagine qui sopra. Se non riesci a leggerli, invia il modulo e una nuova immagine sarà generata. È indifferente a maiuscole e minuscole.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Archivio delle Domande agli Operatori: alcol / consigli medici

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Vorrei sapere quanto dura la presenza di alcool nel sangue e quanto tempo prima occorre astenersi dal berlo prima di sottoporsi al prelievo.?

Vorrei sapere quanto dura la presenza di alcool nel sangue e quanto tempo prima occorre astenersi dal berlo prima di sottoporsi al prelievo. Solitamente non sono una grande bevitrice, eppure quella sera mentre stavo facendo un pronto soccorso poiché una collega stava collassando ho chiamato i carabinieri per un aiuto ( pensavo di fare la cosa giusto, evidentemente ho sbagliato) sottoposta al test di poco mi hanno ritirato la patente. Regolarmente evito di assumere alcool 6 mesi prima del prelievo eppure al primo esame......il giorno prima avevo festeggiato il compleanno brindando con amici e parenti ma al prelievo hanno trovato traccia di alcool. Quindi................siete sicuri che bastano poche ore perché l'alcool non sia presente nel sangue ?

Risposta:

 Il numero di ore dipende ovviamente da quanto hai bevuto, dal tipo di bevanda, se uomo o donna, il peso… le variabili sono tante. E quando si dice poche ore (che possono variare da 2 a 12-14, o in casi estremi anche di più) si intende che non occorrono giorni. Questo per far capire meglio ai nostri lettori la differenza  tra “normalizzare” l’ alcolemia e “normalizzare” gli esami del sangue che valutano l’abuso alcolico.  Quindi, se la mattina quando ti hanno fatto il prelievo, l’alcolemia era ancora presente significa che avevi bevuto abbastanza.

Domanda: A cosa si riferiscono i valori di cdt

Salve, ho letto tutta questa discussione, unitamente ad articoli specificatamente scientifici, ed analisi statistiche su campioni molto rilevanti di persone. Ci sono però delle cose che non vengono chiarite,e provo a esporvi i miei dubbi. Mi pare di aver capito che a secendo del tipo di analisi (Hplc o altro) il valore consentito di cdt sia di 1.3 o di 2. Ed ok. In testi scientifici viene riferito che la cdt ha una emivita di 12-14 giorni, quindi con andamento logaritmico non lineare. ne consegue che dopo 2 settimane di totale astinenza il valore della CDT sarà circa = CDTiniziale/2, viceversa dopo 3 settimane sarà circa = CDTiniziale*3/8, dopo 4 settimane sarà circa = CDTiniziale/4 Prendendo a caso l'astinenza di 2 settimane la CDTiniziale dovrà essere < 2.6 o 4 a seconda del metodo di analisi; dopo quattro < 5.2 o 8 e cosi via. Ciò applicando con buona approssimazione calcoli ricavabili facilmente dall'andamento della CDT Cio detto non viene mai specificato, in relazione all'uso alcolico, cosa significhi l'avere una CDT=1.3, CDT=2,6, CDT= 5.2 (usando HPLC) Avere CDT=2.6 vuol dire essere un bevitore normale, o vuol dire essere un alcolizzato? Averla 5.2 vuol dire avere danno epatico consistente? Questo non è chiaro. Condurre una vita normale, essere sani, e bere una birra o uno o due bicchieri di vino la sera sempre porta ad avere una cdt di quanto? (spannometricamente si intende). I 40 - 60 g di alcol giornalieri per una settimana a che valori porta di CDT? 2 oppure 4 oppure 6 oppure 8 Inoltre ammettiamo di essere un bevitore incallito con CDT alta, che decide di smettere e sostanzialmente di cambiare abitudini, dopo aver bevuto in tre settimane due bicchieri di vino e una birra, la CDT schizza di nuovo in alto? Leggo su altro sito chiamiamolo divulgativo e non scientifico, che la CDT è sensibile anche alle minime quantità di alcol. Cioè significa che due bicchieri di vino possono vanificare un'astinenza di una settimana ad esempio? No perchè da certe risposte, sembrerebbe che se fermassero fuori dai supermercati e facessero le analisi a tutti quelli che caricano in auto una bottiglia di vino insieme alla spesa, per dimezzare le patenti e l'uso della macchina in questo paese. Vi ringrazio per la risposta che mi darete, mi interessa soprattutto capire quali valori di cdt possa avere il famoso e famigerato individuo che assume 40-60 g di alcol per una settimana. o per un mese.

Risposta:

 Caro lettore,  la medicina, o meglio la clinica, ha poco a

che vedere con la matematica. Ci sono dei fenomeni che si
ripetono e pertanto si tenta di formulare delle regole che
però devono tener conto della variabile variabilissima
essere vivente. Giustamente però tu chiedi delle risposte
piuttosto precise e allora proverò a risponderti sulla
base delle conoscenze, dell'esperienza clinica e del buon
senso: un tripode che non deve mai mancare nel nostro
lavoro. Nessuno può sapere a priori quanto sarà la CDT
in base all'uso alcolico perchè non c'è una regola
precisa. Anche per la stessa persona a parità di introito
alcolico in un momento può essere un valore in altri può
essere un valore diverso. E' significativo il valore
superiore a quello indicato dal laboratorio come valore
soglia. Aldisotto il valore assoluto non ha significato
clinico.  Aldisopra  significa che la persona ha bevuto
nelle settimane precedenti, praticamente tutti i giorni un
quantitativo che superava quei 40 g che hai indicato anche
tu. Tieni conto , inoltre che la CDT è un esame molto
specifico (nel senso che indica con poco margine di dubbio
un abuso alcolico) ma non troppo sensibile (non è alterato
in tutti i casi di abuso alcolico). Per questo motivo in
genere si accompagna ad altri esami (transaminasi, Gamma GT,
emocromo) che sono meno specifici ma più sensibili e viene
fatta una valutazione complessiva. 
La CDT non è assolutamente correlabile con il danno
epatico né con un danno organico.
Non so dirti, quindi, a priori , il valore della CDT del
famigerato che abusa di alcol per 1 settimana o 1 mese. Dopo
1 mese le probabilità di avere una CDT superiore al
livello indicato come normale saranno sicuramente alte, dopo
1 settimana le probabilità saranno minori.
 La cosa sicura è che tiene molto poco alla propria
salute.
Laura Calviani, medico sostanze.info

Domanda: la kinder fiesta mica potrebbe alterare il CDT o eventuali esami del sangue?

Risposta:

Assolutamente no, a meno che tu non ne mangi a chili

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: buonasera io bevo da 8 anni minimo 0,5 super max 1 litro dipende al lavoro non bevo quanto tempo prima degli esami devo smettere ? mi han ritirato la patente per 2,2 di alcool grazie p.s. bevo minimo 5

Risposta:

Molto meglio se cominci subito...

Domanda: son 35 giorni che non tocco un goccio, risulterò pulito?

Risposta:

 Si, se però prima dei 35 giorni le tue modalità di bere non sono state tali da averti alterato i valori che vengono esaminati con questo tipo di accertamenti.

Domanda: esami per la patente_cocaina, e come abbassare Gamma GT?

Buongiorno. ho più domande: al mio ragazzo è stata ritirata la patente per abuso di alcool, e tra una decina di giori deve fare gli esami. La mia domanda è: la cocaina altera i valori che di solito vengono controllati per verificare il consumo di alcool (Gamma GT, transaminasi....etc -non ricordo gli altri parametri-)?? e in secondo luogo, gli esami sono mirati solo al verificare la presenza di alcool o possono anche essere cercate sostanze quali la cocaina? (lui farà solo gli esami del sangue, no dell'urina)... ah, per curiosità: cosa può far abbassare i valori della gamma GT, transaminaci etc...in vista degli esami? ad esempio bere tanta acqua? bere latte?? qualche farmaco apposta?? questo servirebbe anche a me, perchè ho fatto gli esami del sangue ed avevo Gamma GT: 59 mU/ml (valori standar 9-36) !!!!!!!!... grazie per l'attenzione attendo risposta

Risposta:

L’uso continuativo di cocaina potrebbe in qualche modo influenzare alcuni valori, mentre per l’uso occasionale è più raro.
Se sono esami del sangue non verrà ricercata cocaina. Non c’è niente che possa far rientrare il valore della Gamma GT se non modificare quella che è la probabile causa di alterazione: se la causa è l’alcol è presto detto: cessare di assumere alcolici.

Domanda: Secondo lei dei farmaci depressivi potrebbero aumentare il valore del tasso alcolemico? Grazie. Vincenzo

Risposta:

 No, questi famaci non influenzano il tasso di alcolemia

Laura Calviani, medico sostanze.info

Domanda: bevendo alccol solo la sera e non tutti i giorni con na settimana di tempo dalle analisi che tipo di risultati vado incontro'

Risposta:

 Se le analisi sono relative alla ricerca di tracce di alcol nell'organismo, dopo una settimana non si trova niente. Se invece sono analisi per vedere eventuali alterazioni provocate dall'uso o abuso di alcolici, dipende da quanto si è bevuto prima, e se i valori sono alterati, possono essere necessarie anche diverse settimane per far tornare i valori nella norma.

Domanda: opinione su esami sangue x abuso alcolico

buonasera, avrei bisogno un opinione sui risultati degli esami sangue x verifica abuso alcolico. esito esami: ast(got) 25,00 u/l alt(gpt) 13,00 u/l gamma-gt 23,00 u/l transferrina decarboidrata hplc 0,80% vorrei sapere se gli esami sono nella norma, se da questi si può risalire all'ultimo giorno di uso di alcool e in ultimo perchè la transferrina è misurata in % e non in u/l e qual'è la differenza.....grazie mille.

Risposta:

Gli esami sono nella norma. La transferrina desialata si misura in % perché è una quantità in rapporto con la forma normale

Laura Calviani, medico sostanze.info

Domanda: Sento delle voci in testa da un paio di mesi. Sono separata e mio marito ha scoperto la mia relazione costringendomi alla separazione.Ha fatto mobbing sia a me che al mio amante causandone la rottura. Avevo avuto anche gravi delusioni

nel campo lavorativo. Da 2 anni uso del tavor x dormire...ho sempre sofferto d'insonnia. A febbraio ho tentato il suicidio con un cocktail di benzodiazepine ed alcool, ma sono stata trovata due ore dopo. Il disturbo che accuso risale credo a quell'episodio. Soffro di ansia, ma il diazepam e bromazepam tolgono l'ansia ma non le voci.Vorrei sapere se devo rivolgermi ad uno specialista o posso farcela da sola e come.

Risposta:

Ti consiglio senz’altro di rivolgerti ad uno psichiatra. I sintomi che descrivi necessitano di una terapia specifica, che potrà toglierti le voci e farti ritrovare un po’ del tuo equilibrio. Inoltre dopo un tentativo di suicidio è bene avere una terapia di sostegno. Considerate tutte le cose che ti sono capitate negli ultimi mesi forse sei in un periodo in cui ti riesce difficile fidarti degli altri e vorresti poter affrontare tutto da sola. A questo punto però è bene che ti conceda di avere un po’ d’aiuto; provaci e poi, se vuoi, facci sapere come va.
Condividi contenuti