Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 45996 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Refresh Type the characters you see in this picture. Type the characters you see in the picture; if you can't read them, submit the form and a new image will be generated. Not case sensitive.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Archivio delle Domande agli Operatori: altro / problemi legali

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Sequestro amministrativo sostanze stupefacenti durante la guida. E adesso?

Ciao a tutti. Ieri sera a un posto di blocco dalla polizia mi hanno trovato circa 5 grammi di cannabis nascosti nelle mutande perché sentivano l'odore e dicevano che ce li avevo addosso e che avrei dovuto consegnarli se ce li avevo, altrimenti mi avrebbero portato in caserma per una perquisizione. Glieli ho quindi consegnati io di mia spontanea volontà. Mi hanno fatto anche il test dell'alcool ma non avevo bevuto nulla come anche da risultato del test. Mi hanno detto che sarebbe stata la stessa cosa guidare sotto effetto di alcool o cannabis per la legge e mi volevano fare "il 187" (come detto da loro) con sequestro della patente. Dato che la patente la uso per lavorare tutti i giorni e per tanto tempo, al sequestro della patente sarebbe automaticamente conseguito il licenziamento dal lavoro e per me sarebbe stato un disastro. Dopo varie suppliche e spiegando bene la situazione hanno detto che mi avrebbero fatto "il 75" perché ho consegnato di mia spontanea volontà il tutto e non ero anche sotto effetto di alcool. Mi hanno quindi fatto questo verbale di sequestro e mi hanno ridato la patente dicendo che però si sarebbe fatta sentire la prefettura e potrebbero sequestrarmela loro la patente. E' vera questa cosa? E in quel caso cosa succederebbe alla mia patente? Dovrò fare esami o cose del genere?? Sento bruttissime storie su questi argomenti!! Non ho mai fatto uso di altre droghe nella mia vita, e la cannabis che avevo me l'avevano regalata proprio quella sera per farmi provare una pianta che aveva fatto proprio questo mio amico, ma non ne faccio sempre uso e lo so di aver fatto una grande cavolata a portarla in macchina con me.

Risposta:

 verrai convocata in Prefettura per un colloquio in base all'art.75 (detenzione per uso personale).

Nel corso del colloquio verrà valutato se è possibile chiudere i procedimenti con un invito a non fare più uso di sostanze stupefacenti. Altrimenti, verrà stabilita la sanzione da applicarti e che può comportare la sospensione, o il divieto a prendere, la patente, il passaporto e/o il porto d’armi per un periodo da uno a tre mesI. Verrai inoltre invitato ad effettuare un programma terapeutico volontario che, in caso di sanzione, ti consentirebbe di ottenerne la revoca e, quindi, la restituzione anticipata dei documenti sospesi

Domanda: Visita medica biennale guardia giurata

Salve, sono una guardia giurata e ogni due anni devo fare una visita medica per l'abilitazione, Medicina del Lavoro. Chiaramente sono previste anche delle analisi, mi hanno dato una carta da consegnare con specificato il tipo di analisi e una lista di centri di prelievo privati in cui posso andare. Nelle specifiche degli esami ci sono tutti i singoli valori da ricercare nel sangue (ho verificato, sono solo esami medici) e alla fine c'è scritto solo "esame urine completo". Mi domando, se non è specificato che si tratta di un esame tossicologico, possono farlo comunque? C'è una definizione univoca di "esame urine completo" che definisce che si tratta solo di un esame per motivi medici o può comprendere anche lo screening tossicologico? Considerando che nel sangue non cercano assolutamente nulla è comunque plausibile che nelle urine invece cerchino altro anche se non è specificato? Se dovessero farlo, potrebbero cercare THC con un cut-off inferiore ai 50 ng/ml, o un'analisi così sensibile la fanno solo per esigenze specifiche? Onestamente il tutto è espresso in maniera così generica che se fossero analisi prescritte per qualunque altro motivo non mi porrei nessun dubbio, ma in questo caso... Grazie in anticipo!

Risposta:

 deve essere esplicitato che si tratta di un esame tossicologico, non "esame delle urine completo"

Domanda: Assunzione rivotril e tracciabilità

Buongiorno, fino a circa 45 giorni fa ho assunto minime quantità di Rivotril (3/4 gocce alla sera prima di dormire per un mesetto). Vorrei sapere se è possibile che vengano rilevate da un'analisi del capello a da altre analisi. Grazie

Risposta:

 non è una sostanza ricercata negli esami tossicologici. Ma se viene fatta una ricerca specifica, può essere trovata come ogni altra tipologia di sostanza.

Domanda: domanda legale spedizione sostanza divenuta illegale in italia

Salve, domanda legale: un soggetto ha ordinato 200 grammi di kratom per posta da un paese europeo (olanda) convinto della sua legalita`, com'e` sempre stato. Ora, accade che egli per puro caso scopra un giorno che il kratom sia diventato illegale in Italia, ad ordine gia` spedito (addirittura tabella 1!!). Tra l'altro, il sito del venditore non diceva nulla riguardo la spedizione verso italia. Il soggetto e` molto preoccupato. Che conseguenze c'e` da aspettarsi? Qual'e` la prassi legale/postale? Ci sono tanti discorsi in ballo: essendo all'interno dell'Europa non ci dovrebbero essere barriere doganali vigendo la libera circolazione delle merci, inoltre tecnicamente la compravendita e` avvenuta in un paese dove l'acquisto della sostanza e` legale, dall'altro lato invece la pianta/sostanza in Italia risulta illegale ufficialmente, e non e` dato sapere quale sia la quantita` considerata per uso personale... Inoltre leggo che esiste anche il principio dell'errore di fatto e diritto nel codice penale, che esclude il dolo, potenzialmente eliminando la pena (ma questo solo in caso di doversi difende in un processo dopo un'accusa penale). Nel caso d'individuazione del (contenuto del) pacco, viene semplicemente sequestrato o viene inviata una contestazione penale, o cos'altro? Data la quantita`, si puo` essere accusati di spaccio? Grazie mille

Risposta:

 difficile dare una risposta certa al soggetto, dato che tutto dipende dalla Polizia Postale che può intercettare il pacco o non intercettarlo, semplicemente sequestrarlo o andare a conoscere il destinario del pacco...

Domanda: Salve,sono un ragazzo di 40 anni ,non faccio uso di droghe e bevo alcolici sporadicamente(es ora sono ca 2 mesi che non ne bevo)Ho già una vita incasinata ,separazione ,lavoro saltuario( etcda quando avevo ca 16 anni ho iniziato a soffrire di ansia e

attacchidi panico..quest'ultimi oramai cronicizzati quindi blandi e sporadici.Sotto controllo medico prendo wellbutrion 150 una al giorno e una pasticca di rivotril da 2 prima di dormire.Per mia sfortuna circa 2 anni fa risultai positivo all'etilometro ed ebbi una pena di 4 mesi senza patente.Passato tale periodo fatte le analisi ovviamente apposto me la ridanno con un rinnovo prima di 6 mesi poi di un anno.fino a quando non vengo fermato da una pattuglia di vigili urbani completamente sobrio (una lattina da 33 cl di birra deurante la cena con amici)due ore prima.L'agente molto nervoso e maleducato inizia a bestemmiare soltanto perchè ci misi non piu di 4 minuti per trovare il libretto in quanto stavo con l'auto di mia madre .poi miporta l'etilometro senza dirmi niente se non soffia letteralmente in bocca facendomelo sbattere sul viso.A quel punto mi sono rifiutato di soffiare visto che mi trovavo da solo,e l'agente in compagnia di altri 3 che erano sul loro mezzo.Chiedo di portarmi all'ospedale per fare delle analisi e mi viene rifiutato..finale(:verbale con il massimo della pena dove c'è scritto che stavo in condizioni pessime (alito vinoso,claudicante etc) quindi ritiro patente e invio al cml.Il cml ritiene che essendo la seconda volta di mandarmi al sert..Qui nell'immediateza vengo intantocambiato di medico col quale avevo iniziato a raccontare non appena ha sentito che avevo contestato con avvocato.Questaltro mi chiede se voglio sottopormi nell'immediatezza ad un esame delle urine.Ovviamente do la mia disponibilità.Domani cavrò quelle del sangue emocromo cdt e gamma gt che gia so che stanno perfette.DOMANDA:(alla quale non mi ha saputo rispondere il mio medico)all'esame delle urine risulta che prendo un rivotril da 2 la sera e un wellbutrin da 150 al giorno?Se si che conseguenze avrò visto che mi stanno trattando come un delinquente?Come mi dovrò comportare se risultano?Ho gia tanti guai,lavoro separazione etc la patente mi serve ho paura che possano farmi qualcosa visto come stanno andando le cose..Vi prego di rispondermi subito..Sono veramente atterra.Vi ringrazio e mi complimento del vostro portale che lascia parlare ,domandare,raccontare liberamente chi ha problemi e non sa dove sbattere la testa.Spero a presto

Risposta:

Il bupropione (wellbutrin) non viene rilevato nell’esame tossicologico delle urine; il clonazepan (rivotril) invece darà una positività per benzodiazepine. Se hai una prescrizione medica valida, non credo che ti faranno troppe storie al Ser.T. La cosa migliore è comunque dichiarare la terapia che assumi al medico del Ser.T., che saprà valutare l’appropriatezza della prescrizione.

Domanda: Esame idoneità psicofisica

Questa mattina mi è arrivata a casa una carta che dice che L'Ufficio Motorizzazione Civile del mio paese avvierà la procedura di revisione della patente di guida ex art.128 del C.d.S. mediante nuovo esame di idonietà psicofisica. Dicono...accertato che per il caso specifico è attivabile la procedura di revisione della patente di guida per l'accertamento dei requisiti psicofisici previsti dagli art.119 e seguenti de C.d.S, ed art.319 e seguenti del relativo regolamento di esecuzione. Si comunica che l'ufficio motorizzazione civile di vicenza avvierà la procedura di revisione della patente di guida ex art. 128 C.d.S. mediante nuovo esame di idoneità psicofisica. Tenuto preventivamente conto delle disposizioni previste dalla Legge 07/08/1990 n 241-art.10, decorso il termine di 20 giorni dalla data di notifica della presente comunicazione, sarà disposto il provvedimento in oggetto. Il mio avvocato ha detto che probabilmente mi revocheranno la patente e che dovrò farla da zero....ma avevo 28 punti,incensurato, non recidivo e non ho provocato incidenti, qualcuno sà dirmi qualcosa ?? sto impazzendo....cosa dovrei fare entro i 20 giorni ???.

Risposta:

Non siamo in grado di risponderti in quanto da quello che ci scrivi i motivi per cui ti hanno sospeso la patente non sono relativi ad abuso di alcolici o guida sotto effetto di stupefacenti, argomenti di cui si occupa questo sito.
Quel che possiamo però dirti è che dovrai probabilmente presentarti in Commissione Medica Locale e sottoporti a tutti gli accertamenti da loro richiesti per poter riottenere la patente di guida.

Domanda: a cosa vado incontro se risulto positivo al test del thc sul posto di lavoro?

salve!vorrei saper a cosa vado incontro dal punto di vista legale anche al di fuori dall'ambito lavorativo, se risultaasi positivo all'esame per le tossicodipendenze per la legge contro gli infortuni sul lavoro,grazie Riccardo

Risposta:

Se il lavoratore che rientra nel decreto relativo agli accertamenti sanitari (Provvedimento del 30 Ottobre 2007) viene trovato positivo all’esame di sostanze psicoattive, è sospeso dalla sua attività lavorativa ed invitato dal datore di lavoro a presentarsi al Servizio Tossicodipendenze per iniziare un percorso di cura.

Per tutta la durata del periodo in cui resta in cura al Servizio, il posto di lavoro deve essere mantenuto in quanto la persona è sospeso per motivi di saluti.

Queste almeno sono le indicazioni ministeriali.

Domanda: Domanda sull'esame delle urine al sert. Urgente

Ho sentito che si parla spesso qui nel forum di test di primo livello per quanto riguarda i test urine.Vorrei sapere se l' analisi delle urine presso il sert (NON quelli stick) è di primo livello? Oppure vengono sempre effettuati esami più approfonditi sempre sullo stesso campione d'urine? grazie.

Risposta:

Cerchiamo di fare chiarezza.
I test di primo e secondo livello possono riferirsi a contesti molto diversi fra di loro.
Fondamentalmente due.
1. Analisi delle urine relative ad infrazione del Codice della Strada, art. 187, Guida sotto effetto di stupefacenti. N questo caso gli esami di primo livello sono i prelievi urinari. Se il test da risultati positivi a sostanze che il soggetto non ha mai utilizzato, può richiedere un accertamento di secondo livello (gascromatografia di massa) sullo stesso campione risultato positivo.

2. Controllo sull'uso di sostanze stupefacenti da parte di lavoratori con mansioni a rischio. In questo caso si parla di primo livello riferendosi agli accertamenti fatti dal Medico Competente sui lavoratori. In caso di positività a questo primo livello di screening, si viene inviati ad un servizio specialistico per effettuare test di secondo livello di approfondimento sulle sostanze. 

Domanda: Prescrizione art.187

Volevo sapere dopo quanti anni cade in prescrizione l'art.187 del cds.

Risposta:

Ti giriamo la preziosa consulenza che un nostro lettore ci ha inoltrato sull'argomento.
Codice Penale
Art. 157 Prescrizione. Tempo necessario a prescrivere
La prescrizione estingue il reato:
1) in venti anni, se si tratta di delitto per cui la legge stabilisce la pena della reclusione non inferiore a ventiquattro anni;
2) in quindici anni, se si tratta di delitto per cui la legge stabilisce la pena della reclusione non inferiore a dieci anni;
3) in dieci anni, se si tratta di delitto per cui la legge stabilisce la pena della reclusione non inferiore a cinque anni;
4) in cinque anni, se si tratta di delitto per cui la legge stabilisce la pena della reclusione inferiore a cinque anni, o la pena della multa;
5) in tre anni, se si tratta di contravvenzione per cui la legge
stabilisce la pena dell’arresto;
6) in due anni, se si tratta di contravvenzione per cui la legge
stabilisce la pena dell’ammenda.
Per determinare il tempo necessario a prescrivere si ha riguardo al massimo della pena stabilita dalla legge per il reato, consumato o tentato, tenuto conto dell’aumento massimo di pena stabilito per le circostanze aggravanti e della diminuzione minima stabilita per le circostanze attenuanti.
Nel caso di concorso di circostanze aggravanti e di circostanze attenuanti si applicano anche a tale effetto le disposizioni dell’articolo 69.
Quando per il reato la legge stabilisce congiuntamente o alternativamente la pena detentiva e quella pecuniaria, per determinare il tempo necessario a prescrivere si ha riguardo soltanto alla pena detentiva.

Domanda: salve vorrei sapere se nelle analisi che si fanno per rinnovare la patente presso la commissione medica e' rintacciabile l'olanzapina (tiernobenzodiazepina) visto che le benzodiazepine normali vengono ricercate

Risposta:

 L'olanzapina non è una benzodiazepina (è un analogo della BZD, ovvero una tienoBZD) e non viene cercata nell'urina nei comuni test tossicologici (e con questa dovremmo essere già alla quarta o quinta risposta alla stessa domanda...)

Condividi contenuti