Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 38973 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Refresh Type the characters you see in this picture. Type the characters you see in the picture; if you can't read them, submit the form and a new image will be generated. Not case sensitive.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Archivio delle Domande agli Operatori: canapa

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Salve sono un magazziniere e guido carrlli elevatori, l'anno scorso ho svolto la visita medica pet tossicodipendenze esattamente il 29/10/2015, possono farmi una visita a breve o piu o meno nella stessa data?

Risposta:

 non possiamo saperlo, lo decidono l'azienda per la quale lavori e il medico competente nominato per fare questi accertamenti

Domanda: mi hanno contestato per la prima volta l'art. 75, mi devo recare al sert prima della convocazione oppure devo solo aspettare che mi chiamino dalla prefettura?

Risposta:

 devi aspettare di ricevere una lettera con la quale verrai convocato in Prefettura per un colloquio in base all'art.75 (detenzione per uso personale).

Nel corso del colloquio verrà valutato se è possibile chiudere i procedimenti con un invito a non fare più uso di sostanze stupefacenti. Altrimenti, verrà stabilita la sanzione da applicarti e che può comportare la sospensione, o il divieto a prendere, la patente, il passaporto e/o il porto d’armi per un periodo da uno a tre mesI. Verrai inoltre invitato ad effettuare un programma terapeutico volontario che, in caso di sanzione, ti consentirebbe di ottenerne la revoca e, quindi, la restituzione anticipata dei documenti sospesi

Domanda: Dopo un anno di eroina in vena e un altro di meta ora sono a 40 mg. L'erba era rimasta una costante e volevo smettere.. Ma ora che mi sto togliendo il metadone mi aiuta moltissimo. Quindi:

(ripeto le parole di assistenti sociali, educatori e medici): Non ci sembra utile per la terapia che un tox/ex-tox frequenti ambienti di spaccio di droga anche se di marijuana. ----- Quindi, ecco la mia domanda: in quanto tox/ex-tox e affetto da HCV, (Solo infettato: il mio fegato è in perfette condizioni. Cosi dice il medico) esiste una via per richiedere la marijuana medica, statale, legale e sicura? Senza dover alimentare tutti quei giri mafiosi del cazzo? Senza la paura di essere beccati dalla polizia e magari fare la fine del povero Cucchi... Senza la paura di rovinarci quel poco di buono che c'è rimasto del nostro organismo... O di fumare erba con il meta nebulizzato sopra (OTTIMO!!!PROPRIO Ciò DI CUI HO BISOGNO -.-), o la polvere di metallo, o il lucido da scarpe, o chissà che altro... Non esiste un modo? Abbiamo esenzioni, esami per pisciare, esami capello, esami psichiatrici, un sacco di altri cazzo di medicinali, TUTTI ovviamente chimici, ma una cazzo di autorizzazione a non alimentare la criminalità, NO! Perché è di quello che si tratta! Un puro e semplice scalino contro il marcio. Chi capisce e non fa nulla, fa davvero schifo. Dan.

Risposta:

 per poter accedere ai protocolli di trattamento previsti per la somministrazione di cannabis terapeutica (che peraltro non viene fumata o inalata, ma normalmente somministrata in pasticche) si deve essere residenti in una regione che lo prevede (e li ha attivati) e avere patologie specifiche riconosciute e certificate (ad esempi non lo sono la tossicodipendenza o la sieropositività)

Domanda: Posso donare o no se fumo cannabinoidi??

Salve a tutti,sono fumatore abituale di cannabinoidi(hashish e marijuana),siccome avevo intenzione di donare il sangue volevo sapere se potevo o se mi rifiutavano all'emotest;inolte volevo sapere se sono passibile di denuncie in caso dovessi compilare in modo onesto il questionario iniziale...grazie....

Risposta:

Il medico del centro trasfusione è tenuto al segreto professionale e non deve denunziarti a nessuno. Deve solo decidere se considerare il tuo sangue adatto alla donazione o no.
Abbiamo comunque avuto informazioni "di prima mano" presso il centro trasfusionale della ASL locale. Nel questionario che la persona deve compilare prima della donazione c'è anche la domanda su uso di sostanze. Il loro uso (sia endovena che no) esclude la donazione. Se però si tratta di uso pregresso (di vecchia data) e non per via endovenosa la donazione è ammessa.

Domanda: Buonasera, io ho ammesso davanti ai carabinieri di aver fumato mariuana e sono stato sottoposto all'esame di revisione della patente, è prevista un'idoneità psicofisica, ma questo esame in che cosa consiste?grazie

Risposta:

visita anamnestica generale, colloquio con uno psichiatra/psicologo, analisi (metodica: urine o capello o entrambi) finalizzate alla ricerca di sostanze stupefacenti.

Domanda: Salve, se faccio un tiro (un solo tiro) di marijuana al giorno, quasi ogni giorno, secondo me non nè un abuso ma solo per il gusto che lascia in bocca, esce nel esame del capello?

Risposta:

si

Domanda: Cosa succede in kenia se ti trovano con l'erba

Domanda: per smettere una cronica dipendenza da thc è possibile una cura con psicofarmaci almeno per il primo periodo di astinenza?

Risposta:

Chi è dipendente da thc può avere delle difficoltà ad uscire dall’uso e dalla dipendenza. Oltre al desiderio puro e semplice si possono presentare sintomi quali insonnia ed agitazione.
La risposta alla tua domanda è affermativa.
Non è detto che degli psicofarmaci siano sempre necessari, ma in certi casi lo possono essere.
La cosa può dipendere dalla durata dell’uso, della quantità di thc usate e dalla sensibilità personale.
Naturalmente il tipo di farmaco, la sua dose e la durata della terapia devono essere valutati dal medico.
Gli psicofarmaci, come del resto tutte la sostanze psicoattive sono farmaci molto delicati ed un uso improprio (piuttosto presente nella nostra società ed in fasce di popolazione molto diverse) può creare dei danni.

Domanda: per l'art 75 dpr 309 si può evitare che la lettera del prefetto venga recapitata a casa?

Salve, sono un ragazzo di 20 anni. Sono stato fermato pochi giorni fa per la prima volta dalla guardia di finanza, che mi ha dato un verbale di contestazione per possesso di 1.2 grammidi hashish. Sono consapevole che mi arriverà una lettera con l'analisi della sostanza e la convocazione del prefetto. La mia domanda è: si può evitare che questa lettera mi arrivi a casa? Siccome vorrei tenere i miei genitori all'oscuro di questa storia. Grazie

Risposta:

Per non ricevere lettere a casa, devi metterti in contatto con l’assistente sociale del Nucleo Operativo Tossicodipendenze della tua prefettura di residenza e concordare una diversa modalità di comunicazione.

Domanda: Art 75 formale invito previa verifica

Sono stato al colloquio con la psicologa previsto per l'art 75. Era la prima volta, e quindi mi ha fatto firmare il formale invito, però ha aggiunto "previa verifica", dandomi 4 mesi di tempo per dimostrarle che sono pulito, altrimenti procederà alla sanzione amministrativa. La domanda è: io sapevo che nel momento in cui firmo il formale invito, la pratica dovrebbe già archiviarsi, giusto? può davvero fare una cosa del genere? preciso che non mi ha rilasciato nessun tipo di foglio nè nulla, potrebbe avermi "preso in giro" per non farmi fumare più?

Risposta:

Ciao! Quella che ci racconti, non é una prassi prevista dalla legge ma potrebbe essere una modalità operativa attuata dalla tua prefettura di residenza. Ti consigliamo, pertanto, di chiedere maggiori spiegazioni all'assistente sociale con cui hai effettuato il colloquio. Generalmente, il programma al sert dura comunque almeno qualche mese, ma poiché anche i sert hanno modalità operative molto diverse, ti consigliamo di chiedere informazioni direttamente agli operatori del tuo sert.

A. Righini Prefettura di Firenze - sostanze.info

Condividi contenuti