Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 37633 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Refresh Type the characters you see in this picture. Type the characters you see in the picture; if you can't read them, submit the form and a new image will be generated. Not case sensitive.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Archivio delle Domande agli Operatori: canapa

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: ciao ho 19 anni e avevo già scritto una domanda ma nessuna risposta o almeno non l ho trovata

mi chiamo k. ho 19 anni . ho fumato ashish marijuana per circa quattro anni, poi ho scoperto la roba e ho smesso, quindi esattente un anno fa ho iniziato a sniffarla e a fumarla per circa tre mesi smettendo e ricomniciando perché sentivo di stare male, ero stata male anche in inverno quindi prima di iniziare con la roba, ma avevo sempre febbre a 40 così sono andata dalla dottoressa che mi ha dato antibiotici ecc, ultimamente poi con la roba mi sentivo bene e senza stavo sempre più di merda, ero dimagrita tantissimo, facevo fatica a respirare e la notte non dormivo, sudavo sudavo come se avessi rovesciato tre bottiglie di acqua nel letto, avevo dolori alle braccia e ai piedi ma più che altro non mi piaceva la febbre sempre Alfa per due mesi o tre di seguito, così ho smesso del tutto per due settimane pensando fosseto i sintomi della roba è invece no, quindi sono andata a fare le analisi del sangue e dopo varie ricerche mi hanno scoperto un mixoma (tumore benigno al cuore) infetto, mi hanno portata d urgenza ad operare e dopo in parolepiu mediche mi hanno trovato anche un versamento pleurico, il tumore era di 5 cm quindi aveva danneggiato la valvola mitralica , poi avevo letto embolia polmonare o una roba del genere , stenosi mitralica , insufficienza cardiaca, tachicardia causata dal mixoma e un casino di altre cose, io mi chiedo, mi hanno curata e tutto è detto che sono come nuova, sono stata benissimo in ospedale, mi trattavano tutti bene ecc, a volte mi sentivo in colpa perche pensavo di aver causato io tutto questo è invece in così poco tempo e con uso così casuale di eroina non poteva essere stata quella secondo me, il punto è che appena sono uscita dall ospedale sono andata a comprare eroina, che dite devo avere paura? io non riesco a farne a meno, ho provato a stare senza tante volte, con tutto quello che c è oggi non è l astinenza fisica a frmi paura, ma quella mentale, quella fottuta voglia che ormai da un anno ci sto dentro, che sono arrivata a 2-3 g al giorno, mi aiuta mi ha aiutata anche a mandar giù quello che ho avuto, non so la mia domanda comunque era: dopo l operazione che ho avuto, e una valvola artificiale che ho, devo essere più soggetta degli altri a succedermi qualcosa? oppure semplice sono più "apposto", come medicine per il cuore prendo bisoprololo e cardioaspirina.. datemi un consiglio, si senza dire smetti ecc perché è da un anno che ci giro attorno, mi era rimasto meno di una settimana di vita eppure non ho sentito il desiderio mai di smettere, vorrei più che altro qualche risposta medica senza essere giudicata perché ne ho già passate parecchie come chiunque altro ,. grazie

Risposta:

 Cara giovane K, ho letto le tue parole. Per quanto riguarda il rapporto di causa/effetto tra l'eroina ed il problema cardiaco, le cose dovrebbero stare cosî: il mixoma non è causato dall'eroina, ma su un cuore malato l'eroina potrebbe avere fatto scoppiare la crisi. Per fortuna ti sei salvata. A questo punto devi considerare che il tuo cuore è a rischio e quindi se non vuoi metterti in pericolo devi evitare qualsiasi sostanza. Quindi sia l'eroina, che la cannabis e che il tabacco. Purtroppo dalle tue parole sembra che la tua dipendenza sia già molto intensa. E questa ti spinge a fare cose molto dannose per te. Penso che, se vuoi salvarti la vita, devi farti aiutare.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: dopo quanto tempo sparisce dll'urina e dal sangue, hascisc e il fumo si specifica le canne

dovrei andare a fare gli esami per il militare e vorrei sapere dopo quanto tempo nn risulta piu e se ce qualche modo per elliminarle dall'organismo per paicere rispondete presto tra un po ho gli esami

Risposta:

La permanenza del THC nell'organismo (o meglio la presenza dei metaboliti del THC) varia da un minimo di qualche giorno ad un massimo di trenta giorni, anche se ci sono casi (come segnalato da alcuni nostri lettori del sito) anche di 60 giorni.
Tutto è in base alla quantità fumata ed alla lunghezza del periodo di uso della sostanza.

Domanda: HO BISOGNO DI INFO URGENTI PER TEST TOSSICOLOGICO! GRAZIE

Ciao a tutti, sono stato contattato per un posto di lavoro e m è stato riferito che dovrò fare il test tossicologico, io sono un consumatore abituale di marjiuana anche se non in grandi quantità, quindi mi sono subito preoccupato ed informato allo stesso momento, nel laboratorio dove farò il test non è presente nessun operatore che controlla mentre urini ne vi è la presenza di telecamere, si tratta di un semplice bagno. Quindi ho pensato di farmi dare un campione da un amico non consumatore che ho messo in una provetta, la mia domanda è: ha distanza di circa 22 ore da quando il mio amico ha urinato al momento in cui il campione verrà esaminato è possibile che L urina subisca dei cambiamenti tali da poter essere "beccato"? È come potrei riuscire a mantenere L urina alla temperatura di circa 32,5/36 gradi? Prego di avere una risposta esauriente e ringrazio in anticipo chi riuscirà a fornirmela. Grazie!

Risposta:

 non esiste alcun ritrovato per portare a temperatura "umana" un liquido biologico 

Domanda: Test capello pre-esame patente.

Salve, ho fatto un giro sul sito leggendo articoli interessanti che hanno risposto in parte alle mie domande. Ho capito che dalle urine dai 20 gg a un mese sparisce gran parte del THC. Però non ho trovato risposta a una domanda. Ho sentito dire che dal 1° Settembre 2010 è entrata in vigore la legge per cui ad 1 individuo su 50 si farebbe il test del capello per verificare l'idoneità alla guida. Io ho 17 anni e dovrei iscrivermi per prendere la patente della macchina. (premetto che non ho già fatto quella del 125, o patente A1). Da quest'estate sono entrato nel giro delle canne e temo di essere così sfigato da farmi analizzare il capello. Sempre su google ho trovato questo articolo: "Il capello cresce perchè il bulbo è irrorato di sangue. Il sangue conserva tracce delle sostanze che si usano per pochi giorni ma lascia nel capello una traccia indelebile (in verità si può cancellare anche qlla poi dirò come). Il capello cresce in media un centimetro al mese e quindi se hai i capelli lunghi 10 cm si può rislire a 10 mesi indietro e via dicendo ... in virtù di quella traccia che il tuo sangue ha impresso al capello quando era ancora bulbo (nn so se mi spiego) e che qdi si porta dentro finchè nn lo tagli. Il test del capello ha valore legale solo per la maggior parte delle sostanze (per hashish e marijuana no perchè essendo il capello poroso potrebbe assorbire tali sostanza anche da un ambiente dove tutti fumano e tu no). Detto questo va precisato che analizzare il capello ha un costo molto elevato e nn basta 1 capello di numero ma ne servono un po'. Vanno bene anche i peli (ovviamente in maggior quantità). E' possibile "cancellare" tutto con una tintura con prodotti a basa di ammoniaca (mi pare ma nn sono sicuro) previa decolorazione. E' altresì possibile cancellare tutto con un taglio radicale. Non si può sapere cmq la quantità della sostanza ingerita all'epoca. Si rilevano solo le tracce ma nn si può dire in che misura sia stata assunta né quando sia stata assunta. Il test del capello per i cannabinoidi, ripeto, non ha valore legale e non è ammesso come prova in sede giudiziaria. Se si è utilizzata solo una volta la cocaina 18 mesi fa solo per provare e si hanno i capelli abbastanza lunghi per risalire a qll'epoca stai sicuro che la trovano anche se l'hai solo fumata o se l'hai solo assaggiata...altro che terrore è la verità; comunque l'idea di utilizzare il test del capello come esame pre patente è una cazzàta immonda che solo un idiota può partorire per via dei costi elevatissimi e per via del fatto che si può scappare anche da questo tipo di test con un bel taglio di capelli. Per quanto concerne test da fare sulla strada è ancor più ridicolo perchè se anche rislultassi positivo al test non vuol certo dire che io abbia assunto sostanze 10 min prima ... le tracce potrebbero risalire ad un'assunzione di mesi prima e quindi potrei essere perfettamente in gradi di guidare." Ora vi chiedo: sono attendibili queste informazioni o la cosa è più complicata?

Risposta:

Vediamo di esaminare singolarmente le questioni:
-          E’ vero che secondo la nuova normativa prima di rilasciare la patente per la prima volta dovrà essere accertato che la persona non fa uso di stupefacenti. La metodologia dell’accertamento sarà stabilita pensiamo dalle varie Prefetture. Potrebbe essere urine o capello. Per quanto riguarda il metodo del 1 capello ogni 50 esami ci pare un po’ strano.
-          Tieni conto che se sei un fumatore cronico (tutti i giorni) talvolta possono essere necessari più di 20 giorni per smaltire completamente il THC.
-          In genere il test del capello si fa su una lunghezza del capello massima di 6-7-8 cm. Una lunghezza maggiore rischia di rendere inattendibile l’esame. Pertanto in genere vengono valutate solo le sostanze assunte in questo lasso di tempo, non precedente.
-          Non è sicuro che la decolorazione serva a mascherare la presenza di sostanze nel capello. E in ogni caso si vede, pertanto potrebbero dichiarare il test non fattibile e rimandare o effettuare il test su pelo pubico o ascellare
-          Il THC viene misurato nel capello tramite un metabolita che viene prodotto dall’organismo pertanto non c’entra la presunta porosità del capello e l’assorbimento dall’esterno.
-          L’esame del capello con i nuovi test non costa così tanto, non è invasiva della privacy (come per esempio il rilascio delle urine a vista di un operatore) ed è un esame attendibile: perciò dal punto di vista degli operatori è un utile esame che fa risparmiare tempo e soldi.
-          Hai ragione nel dire che non è un test da fare sulla strada (e infatti non si fa mai), nel senso che non ci dice niente del momento presente ma valuta soltanto il periodo precedente.
 Siamo stati esaustivi? E ora lasciaci fare un piccolo commento: attento ad “entrare” troppo nel “giro delle canne”. Il tuo cervello è ancora molto giovane ma soprattutto ancora in fase di evoluzione (almeno fino ai 25 anni dicono) e può essere fastidiosa l’intrusione di sostanze esterne che possono interferire con il meccanismo di crescita e maturazione.

Domanda: Come sapere se sono stato segnalato per articolo 75?

Ciao, ho un dubbio, circa una settimana fa sono stato fermato da alcuni carabinieri in borghese che hanno arrestato lo spacciatore e portato in caserma me e i miei amici, tutti minorenni, mi hanno fatto alcune domande e un verbale dove raccontavo l'accaduto ma non mi hanno detto nulla riguardo l'art 75,tanto meno consegnato la copia dell'art 75 è possibie che non me l'abbiano fatto, dato che avevano detto così. Grazie mille

Risposta:

 se non hai firmato nè ti è stato rilasciato un verbale di contestazione del reato, non ti verrà applicato niente

Domanda: Sequestro ex art 75 e dopo 2 anni non mi hanno ancora contattato.

Salve, nel maggio 2014 mi è stato effettuato un verbale di sequestro ex art 75 d.p.r. 309/90. E’ stata la prima volta e mi sono stati sequestrati 0,2 grammi di cocaina per uso personale. Ho eletto domicilio al mio domicilio a Milano (luogo in cui è stato anche effettuato il sequestro) nel verbale ed ho anche comunicato il mio numero telefonico all’autorità di pubblica sicurezza che ha effettuato il sequestro. Questo perché risulto ancora residente presso l’indirizzo in cui vive mio padre molto anziano e non voglio nessuna notifica e comunicazione che possa essere vista da lui. Volevo chiedere due cose: posso stare tranquillo che mi contatteranno al domicilio eletto e non alla mia residenza? Dopo due anni di silenzio dal momento del sequestro non sono ancora state effettuate le analisi e non mi è stato notificato nulla cosa posso aspettarmi? Quando si prescrive il procedimento? Inoltre come sanzioni previste cosa posso aspettarmi? Come avviene l’irrogazione delle sanzioni a discrezione del NOT? Se dovessero darmi la sospensione della patente (che in realtà non uso ed è scaduta) potrei avere lo stesso problema di essere contattato al luogo di residenza con il relativo problema della privacy (padre anziano) Grazie molte

Risposta:

 la parola tranquillo in questo caso è difficile che si applichi...comunque ci sono elevate possibilità che la comunicazione ti venga fatta correttamente.

Non esiste prescrizione per questo tipo di reati, devi solo aspettare la comunicazione del Prefetto. 

Di seguito le sanzioni applicate

verrai convocato in Prefettura per un colloquio in base all'art.75 (detenzione per uso personale).

Nel corso del colloquio verrà valutato se è possibile chiudere i procedimenti con un invito a non fare più uso di sostanze stupefacenti. Altrimenti, verrà stabilita la sanzione da applicarti e che può comportare la sospensione, o il divieto a prendere, la patente, il passaporto e/o il porto d’armi per un periodo da uno a tre mesi. Verrai inoltre invitato ad effettuare un programma terapeutico volontario che, in caso di sanzione, ti consentirebbe di ottenerne la revoca e, quindi, la restituzione anticipata dei documenti sospesi

 

 

Domanda: Ostativa revisione patente di guida.

Ciao. il 23/04/2012 vengo fermato dai carabinieri e trovato in possesso di sostanza stupefacente esattamente 0,2 grammi di hashish. Mi viene rilasciato un verbale e ritirata la patente per un mese. Il giorno 15/06/2012 mi arriva un verbale di conferma di analisi ma viene indicata una sostanza dal peso di 0,792 netti. Mi rivolgo ad un avvocato per fare ricorso, il quale mi dice di aspettare il provvedimento prefettizio che arriva il 20/9/2012. Fatto il ricorso in via amministrativa alla prefettura ed è stato rigettato, mi sono rivolto allora in via giudiziale ad un giudice di pace che mi ha dato ragione ed ha emesso una sentenza annullando il procedimento prefettizio. Purtroppo il 7/08/2012 mi arriva un avviso della motorizzazione civile di presentarmi alla c.m.l. per una revisione della patente di guida entro un mese altrimenti mi avrebbero ritirato la patente. Sono andato a prenotarmi la visita, in attesa del giudizio del giudice di pace. Dopodiché non ho completato la visita ed è arrivata la sentenza di annullamento del procedimento. Adesso sono passati 4 anni e mi hanno rubato il portafoglio con i documenti dentro. compresa patente. Mi dicono i cc che sulla patente c' un'ostativa revisione e quindi non è duplicabile. Vado alla motorizzazione e la dipendente mi dice che non posso fare niente. Non vuole vedere la sentenza del giudice di pace e mi liquida in 5 minuti dicendomi di rivolgermi ad un avvocato ma tanto non risolvero' nulla. Cosa posso fare?

Risposta:

 purtroppo niente se non rifare la patente o ripetere gli esami in CML (questo te lo deve dire la Motorizzazione).

L'ostativo non è legato alla sentenza del giudice di pace, ma al fatto che comunque sei (o eri) un consumatore di sostanze. Quindi la Prefettura ha comunicato nel 2012 la cosa alla Motorizzazione e questa a suo tempo ti ha chiesto di fare gli esami per verificare se, in quanto consumatore di sostanze, persistevano i requisiti per mantenerti la patente. 

Non avendo concluso gli esami, la Motorizzazione ha emesso l'ostativo che è venuto fuori al momento della tua richiesta di duplicato.

Domanda: Delucidazioni su Art.75

Salve a tutti. Esattamente settimana scorsa sono stato fermato dai carabinieri in compagnia di 3 amici, mentre ero in possesso di un trinciaerba contenente 0.25 grammi di Marijuana. Non mi è stata ritirata la patente, in quanto eravamo fermi in un parcheggio nella macchina del mio amico, tuttavia dovrò sostenere un colloquio presso la prefettura. Due giorni dopo mi sono recato in prefettura, dove ho direttamente prenotato il colloquio, che si terrà tra 5 giorni. L'assistente sociale con cui ho parlato mi ha rasserenato dicendo che vista la mia situazione, è pressochè certo che riceverò solo un'ammonizione, e mi ha dato il contatto di un'altra assistente del Sert che mi ha consigliato di chiamare al fine di evitare di ricevere comunicazioni a casa. Al telefono tale assistente mi ha detto di richiamarla al fine di vederci in seguito al colloquio, poichè vorrebbe farmi fare un esame tossicologico, sebbene io sappia che alla prima volta che si viene fermati per violazione dell'art 75 non è previsto alcun esame obbligatorio se non si è alla guida. Vorrei dunque sapere se avete modo di dirmi se effettivamente dovrò sostenere un esame e, nel caso, se mi sia possibile decidere tra quanto sostenerlo. Non ho più fumato dalla sera di settimana scorsa, e non ho nemmeno intenzione di farlo, ma non vorrei che un esame troppo ravvicinato risultasse positivo e mi facesse sospendere la patente. Concludo chiedendovi se sapete dirmi se una segnalazione per violazione dell'art 75 può darmi problemi in futuro, intendo a livello lavorativo o per un eventuale ottenimento di un visto per andare all'estero e, qualora sia così, se in qualche modo mi sia possibile rimediare a questo inciampo. Grazie in anticipo per la risposta

Risposta:

 l'esame tossicologico al ser.t. fa parte di solito di un percorso scelto spontaneamente in alternativa alle sanzioni applicate. Se in Prefettura ti hanno detto che non sarà applicata alcuna sanzione (ma solo una ammonizione a non fare più uso di sostanze) ci sfugge il motivo dell'obbligo di fare analisi al ser.t....

Ti consigliamo di riparlarne con l'A.S. della Prefettura e chiedere a lei come devi comportarti con il ser.t.

Una volta chiusa la procedura, non avrai più alcun problema in futuro.

Domanda: per smettere una cronica dipendenza da thc è possibile una cura con psicofarmaci almeno per il primo periodo di astinenza?

Risposta:

Chi è dipendente da thc può avere delle difficoltà ad uscire dall’uso e dalla dipendenza. Oltre al desiderio puro e semplice si possono presentare sintomi quali insonnia ed agitazione.
La risposta alla tua domanda è affermativa.
Non è detto che degli psicofarmaci siano sempre necessari, ma in certi casi lo possono essere.
La cosa può dipendere dalla durata dell’uso, della quantità di thc usate e dalla sensibilità personale.
Naturalmente il tipo di farmaco, la sua dose e la durata della terapia devono essere valutati dal medico.
Gli psicofarmaci, come del resto tutte la sostanze psicoattive sono farmaci molto delicati ed un uso improprio (piuttosto presente nella nostra società ed in fasce di popolazione molto diverse) può creare dei danni.

Domanda: vorrei sapere se posso fumare una canna se sto prendendo antibiotici grazie

Risposta:

 Gli antibiotici sono delle sostanze molto diverse tra di loro. Di conseguenza non sarebbe proprio possibile rispondere con esattezza alla tua domanda. In generale posso risponderti che non ci sono particolari interferenze tra il thc ed i più comuni antibiotici. Lo stesso non si può dire delle eventuali sostanze usate per tagliare la sostanza. Non potendo sapere quali possono essere, non se ne possono ovviamente conoscere gli effetti e le interferenze con altri farmaci.

Condividi contenuti