Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 27422 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Type the characters you see in this picture. (verifica con audio)
Inserisci il testo che vedi nell'immagine qui sopra. Se non riesci a leggerli, invia il modulo e una nuova immagine sarà generata. È indifferente a maiuscole e minuscole.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Archivio delle Domande agli Operatori: canapa

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Possibile che il laboratorio a cui il Sert invia le analisi delle urine (o il Sert stesso) sbagli risultato? Vi prego di leggere i dettagli.

Salve, scrivo per una spiacevole questione relativa al Sert a cui sono iscritto (se lo ritenete opportuno, posso indicarvi di quale Sert si tratta). Sono in cura col metadone (40 cc al giorno) da circa 4 anni. Attualmente ho l'affido settimanale, da venerdi a venerdi. Quando mi reco per prendere il metadone effettuo anche l'esame delle urine. Premetto che non ho MAI fatto giochetti come portare l'urine di altri o cose del genere. Eppure, la settimana scorsa, dalle mie analisi, stando a quanto ha detto il dottore risulterebbe che, in quella unica circostanza, nelle mie urine non fosse presente alcuna traccia di metadone. Mi hanno quindi accusato di aver portato da casa l'urina "pulita" di qualcun'altro, per evitare che fossero rinvenute tracce di sostanze. A parte il lato ridicolo della faccenda (secondo loro avrei portato, per coprire un mio ipotetico uso di sostanze, un campione di urine così pulito che non c'è neanche il metadone.... Si può essere così stupidi? Considerando che so benissimo che viene controllata anche la presenza di metadone nel campione), in sostanza tra le righe sono stato accusato di essere bugiardo e in malafede. Il fatto però è che io non ho MAI fatto una cosa del genere, le urine erano mie, e quindi non capisco come sia stato possibile quello che è accaduto. Il dottore e le infermiere, pur conoscendomi e ben sapendo che non ho mai fatto cose del genere, non hanno avuto dubbi sulla mia "colpevolezza". Non è stata neanche presa in minima considerazione la possibilità che ci sia stato un errore o nella sede stessa del Sert o nel laboratorio d'analisi. Mi scuso per la lunga premessa, ma era necessaria per arrivare alla mia domanda: è possibile che siano commessi errori nell'atto del raccogliere ed inviare i campioni di urine, oppure che il laboratorio abbia sbagliato? Mi rendo conto che non potete darmi una risposta certa, ma in quanto i dottori del mio Sert hanno escluso categoricamente questa possibilità, vorrei invece sapere se queste cose possono succedere. Infine, perchè, anche di fronte ad un utente che si è sempre mostrato disponibile e che non ha mai creato problemi, non si tiene minimamente conto della persona che si ha fronte ma si da per scontato che questa sia in malafede? Perchè, anche per scrupolo professionale, non viene presa in considerazione la possibilità che ci sia un errore? Vi prego di rispondermi: sapendo di essere in assoluta buona fede, venir trattato da bugiardo, disonesto (e pure stupido) manda in fumo tutto il rapporto che teoricamente dovrebbe sussistere tra paziente e dottori. Inoltre credo che questo argomento possa essere d'interesse anche per altri che potrebbero trovarsi in situazioni analoghe. Concludo dicendo che voi non potete certo essere sicuri della mia buona fede, me ne rendo conto, ma se così non fosse perchè mi metterei a scrivervi? Vi prego di credere nella mia assoluta sincerità. Vi ringrazio e mi scuso per la lunghezza della mia domanda. Resto in attesa di un gentile riscontro. P.S.: Per ulteriore chiarezza, non ho la minima intenzione di riportare la vostra risposta (qualunque essa sia) al dottore del Sert, si tratta di una questione (e di dubbi) puramente personale, e tale intendo farla rimanere.

Risposta:

Parlando in via assolutamente teorica, non conoscendo le procedure adottate dal tuo Ser.T., direi che un errore umano è sempre possibile. Come a volte i chirurghi sbagliano, operando la gamba sbagliata, non si vede perché gli infermieri del Ser.T. o il personale di laboratorio non possano commettere errori.

Domanda: buongiorno. sono stato controllato dai carabinieri ai quali ho consegnato spontaneamente circa un grammo di cocaina. art 75. e' sicura al 100% la sosp della patente? cosa mi consigliate di fare?

Risposta:

Buongiorno a te! Nel corso del colloquio che effettuerai in prefettura, verrà valutata la sanzione da applicarti e che può comportare la sospensione, o il divieto a prendere, la patente, il passaporto e/o il porto d’armi per un periodo da uno a tre mesi. Non possiamo dirti con certezza quali documenti ti verranno sospesi e per quanto tempo in quanto questa decisione spetta ad ogni prefettura, in base a propri criteri discrezionali. In ogni caso, se svolgi un programma terapeutico prima di effettuare il colloquio, ne verrà tenuto conto in sede di valutazione della sanzione
 

Domanda: Test capello pre-esame patente.

Salve, ho fatto un giro sul sito leggendo articoli interessanti che hanno risposto in parte alle mie domande. Ho capito che dalle urine dai 20 gg a un mese sparisce gran parte del THC. Però non ho trovato risposta a una domanda. Ho sentito dire che dal 1° Settembre 2010 è entrata in vigore la legge per cui ad 1 individuo su 50 si farebbe il test del capello per verificare l'idoneità alla guida. Io ho 17 anni e dovrei iscrivermi per prendere la patente della macchina. (premetto che non ho già fatto quella del 125, o patente A1). Da quest'estate sono entrato nel giro delle canne e temo di essere così sfigato da farmi analizzare il capello. Sempre su google ho trovato questo articolo: "Il capello cresce perchè il bulbo è irrorato di sangue. Il sangue conserva tracce delle sostanze che si usano per pochi giorni ma lascia nel capello una traccia indelebile (in verità si può cancellare anche qlla poi dirò come). Il capello cresce in media un centimetro al mese e quindi se hai i capelli lunghi 10 cm si può rislire a 10 mesi indietro e via dicendo ... in virtù di quella traccia che il tuo sangue ha impresso al capello quando era ancora bulbo (nn so se mi spiego) e che qdi si porta dentro finchè nn lo tagli. Il test del capello ha valore legale solo per la maggior parte delle sostanze (per hashish e marijuana no perchè essendo il capello poroso potrebbe assorbire tali sostanza anche da un ambiente dove tutti fumano e tu no). Detto questo va precisato che analizzare il capello ha un costo molto elevato e nn basta 1 capello di numero ma ne servono un po'. Vanno bene anche i peli (ovviamente in maggior quantità). E' possibile "cancellare" tutto con una tintura con prodotti a basa di ammoniaca (mi pare ma nn sono sicuro) previa decolorazione. E' altresì possibile cancellare tutto con un taglio radicale. Non si può sapere cmq la quantità della sostanza ingerita all'epoca. Si rilevano solo le tracce ma nn si può dire in che misura sia stata assunta né quando sia stata assunta. Il test del capello per i cannabinoidi, ripeto, non ha valore legale e non è ammesso come prova in sede giudiziaria. Se si è utilizzata solo una volta la cocaina 18 mesi fa solo per provare e si hanno i capelli abbastanza lunghi per risalire a qll'epoca stai sicuro che la trovano anche se l'hai solo fumata o se l'hai solo assaggiata...altro che terrore è la verità; comunque l'idea di utilizzare il test del capello come esame pre patente è una cazzàta immonda che solo un idiota può partorire per via dei costi elevatissimi e per via del fatto che si può scappare anche da questo tipo di test con un bel taglio di capelli. Per quanto concerne test da fare sulla strada è ancor più ridicolo perchè se anche rislultassi positivo al test non vuol certo dire che io abbia assunto sostanze 10 min prima ... le tracce potrebbero risalire ad un'assunzione di mesi prima e quindi potrei essere perfettamente in gradi di guidare." Ora vi chiedo: sono attendibili queste informazioni o la cosa è più complicata?

Risposta:

Vediamo di esaminare singolarmente le questioni:
-          E’ vero che secondo la nuova normativa prima di rilasciare la patente per la prima volta dovrà essere accertato che la persona non fa uso di stupefacenti. La metodologia dell’accertamento sarà stabilita pensiamo dalle varie Prefetture. Potrebbe essere urine o capello. Per quanto riguarda il metodo del 1 capello ogni 50 esami ci pare un po’ strano.
-          Tieni conto che se sei un fumatore cronico (tutti i giorni) talvolta possono essere necessari più di 20 giorni per smaltire completamente il THC.
-          In genere il test del capello si fa su una lunghezza del capello massima di 6-7-8 cm. Una lunghezza maggiore rischia di rendere inattendibile l’esame. Pertanto in genere vengono valutate solo le sostanze assunte in questo lasso di tempo, non precedente.
-          Non è sicuro che la decolorazione serva a mascherare la presenza di sostanze nel capello. E in ogni caso si vede, pertanto potrebbero dichiarare il test non fattibile e rimandare o effettuare il test su pelo pubico o ascellare
-          Il THC viene misurato nel capello tramite un metabolita che viene prodotto dall’organismo pertanto non c’entra la presunta porosità del capello e l’assorbimento dall’esterno.
-          L’esame del capello con i nuovi test non costa così tanto, non è invasiva della privacy (come per esempio il rilascio delle urine a vista di un operatore) ed è un esame attendibile: perciò dal punto di vista degli operatori è un utile esame che fa risparmiare tempo e soldi.
-          Hai ragione nel dire che non è un test da fare sulla strada (e infatti non si fa mai), nel senso che non ci dice niente del momento presente ma valuta soltanto il periodo precedente.
 Siamo stati esaustivi? E ora lasciaci fare un piccolo commento: attento ad “entrare” troppo nel “giro delle canne”. Il tuo cervello è ancora molto giovane ma soprattutto ancora in fase di evoluzione (almeno fino ai 25 anni dicono) e può essere fastidiosa l’intrusione di sostanze esterne che possono interferire con il meccanismo di crescita e maturazione.

Domanda: Sono all estero e non posso tornare in italia a fare il colloquio con il prefetto ce un mood di spiegare la situazione

Ringraziandovi per il vostro servizio vi descrivo il mio problema nel 2011 sono stato trovato in possesso di hashish ed dopo avermi notificato le analisi di quello che mi hanno sequestrato nello stesso anno 2 giorni fa (dopo 3 anni) mi e' arrivata a casa la convocazione per il colloquio solo che io mi trovo in america ( con un visto turistico di 6 mesi ) e sto per sposarmi con una ragazza americana quindi ho un biglietto di ritorno ma non so se tornero' in italia usufruendo del biglietto la mia domanda e' oltre a presentare documentazione della mia impossibilita' di presentarmi che spero mi richiedono ( e cosa che faro' immediatamente) devo cmq per forza tornare in italia per un eventuale altro colloquio? lo chiedo perche' potrebbe essere altissima la possiiblita' che rimanga qui. Grazie Mille Grazie mille

Risposta:

Ciao! non possiamo che consigliarti di metterti in contatto con l’assistente sociale con il quale dovresti effettuare il colloquio; sarò poi lui a valutare e comunicarti le decisioni prese in merito al tuo procedimento.

Domanda: la marijuana cura l'ansia e depressione o la provoca?

Sento dire o a volte leggo degli articoli in cui dicono che la marijuana può curare l'ansia e depressione.. é vero ?? perchè invece a molti fumatori la provoca l' ansia e depressione non dovrebbe curarle? Se megari si fuma un'erba che cura quest'ultime si potrebbe stare meglio? A volte mi capita di fumare qualche erba naturale molto buona e curativa e il giorno dopo sto decisamente meglio. Se iniziassi a fumare un'erba buona potrebbe alleviare la mia ansia e depressione anche se causata dalle canne di qualità scarsa?

Risposta:

 Quello che hai letto è vero anche se ti può sembrare strano. D'altra parte il thc non a un effetto curativo della depressione, ma può alleviarla momentaneamente a causa del suo effetto immediato sul cervello. A lungo andare pero si può avere l'effetto contrario. Alcune persone possono essere particolarmente sensibili a questo effetto. Altre meno. Altre affatto. Se però una persona già di suo soffre di ansia e depressione, è da prevedere una sua sensibilità a questo effetto negativo.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: Sono circa 2 settimane che sono in cura con zeldox è un antipsicotico io fumo cannabis da molto tempo ogni tanto fumo qualche spinello volevo sapere quali sono i rischi che corro Grazie

Risposta:

 I rischi che corri sono il peggioramento del problema psichico per cui questo farmaco ti è stato consigliato. E questa potrebbe essere un cosa grave. Devo consigliarti di sospendere l'assunzione di cannabis.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: salve ieri mi hanno fermato in una base di spaccio e avevo con me 1.9 gr di marijuana... andato in caserma e dopo venuti i miei genitori perché sono minorenne... mi hanno fatto l'art 75. ora vorrei sapere (se possibile con certezza) se mi chiameranno

Solo per il colloquio con lo psicologo oppure mi fanno fare le analisi... Gia mi fermarono 1 anno fa con 0.6 gr di marijuana ma senza farmi il 75 Attendo una vostra risposta GRAZIE

Risposta:

Salve a te! In seguito a questa segnalazione si aprirà nei tuoi confronti il procedimento amministrativo previsto dall’art.75 DPR 309/90 (detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti) e verrai convocato, insieme ai tuoi genitori, dalla tua prefettura di residenza per effettuare un colloquio con un assistente sociale. Nel corso del colloquio, se è la tua prima segnalazione, verrà valutato se è possibile chiudere il tuo procedimento con un invito a non fare più uso di sostanze stupefacenti. Altrimenti verrà valutata la sanzione da applicarti e che può comportare la sospensione, o il divieto a prendere, la patente, il passaporto e/o il porto d’armi per un periodo da uno a tre mesi. Verrai inoltre invitato ad effettuare un programma terapeutico che, se concluso, ti consentirà di ottenere la revoca della sanzione e, quindi, la restituzione anticipata dei documenti sospesi.

A. Righini Prefettura di Firenze - sostanze.info

Domanda: Capello pulito dal thc

Buongiorno, avrei una semplice domanda da fare; devo effettuare test del capello ed esame delle urine per art. 187, nel mio caso riferito al thc anche perchè utilizzo solo questo tipo di sostanza. Ho letto molti "topic" ma non ho trovato risposta alla mia domanda. Ipotizzando che, facendo un test casalingo sulle urine, risultassi negativo al thc...da quel momento in poi, il capello ricrescerebbe pulito? in poche parole la mia idea era quella di fare questo test, se risulta negativo, radermi i capelli con la lametta in modo tale che questi ricrescano puliti; è giusto??? Grazie

Risposta:

 si ma puoi anche aspettare trenta giorni dall'ultima assunzione, dopo nella maggior parte dei casi la sostanza è stata smaltita dall'organismo

Domanda: Ieri ho fatto qualche tiro di canna ma non fumavo una canna da 2 mesi circa e tra qualche giorno dovrei fare le analisi del sangue..c è qualche possibilita che non vi trovino tracce o è sicuro?e posso fare qualcosa per riuscire a smaltirle? grazie

Ieri ho fatto qualche tiro di canna ma non fumavo una canna da 2 mesi circa e tra qualche giorno dovrei fare le analisi del sangue..c è qualche possibilita che non vi trovino tracce o è sicuro?e posso fare qualcosa per riuscire a smaltirle? grazie

Risposta:

Per la permanenza dei metaboliti del THC nelle urine, e nel sangue, puoi leggere le molte risposte che abbiamo dato sull'argomento in varie parti del sito (anche qui basta scorrere le varie risposte date nelle ultime settimane).
Possiamo aggiungere che gli esami del sangue devono essere mirati alla ricerca delle sostanze psicotrope, e che normalmente questo esame non viene utilizzato per la ricerca del THC.
Gli viene preferito il prelievo urinario in quanto meno invasivo (non viene utilizzata una siringa).
Infine non esiste niente che aiuti l'organismo a smaltire la presenza del THC, né tisane, né farmaci, né altri ritrovati.

Domanda: quanto resta il thc nelle urine se fumato occasionalmente?

Risposta:

La presenza del THC nelle urine è riscontrabile per un periodo lungo: si può arrivare ad un mese dall’ultima assunzione.
Di solito non vengono effettuate ricerche nel sangue sia per evitare la puntura per il prelievo che per il fatto che non c’è nessun vantaggio.

Condividi contenuti