Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 29165 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Type the characters you see in this picture. (verifica con audio)
Inserisci il testo che vedi nell'immagine qui sopra. Se non riesci a leggerli, invia il modulo e una nuova immagine sarà generata. È indifferente a maiuscole e minuscole.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Archivio delle Domande agli Operatori: canapa / problemi legali

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Ciao...Possono comunque ritirarmi la patente anche se non sto guidando trovandomi positivo al test del THC?

Risposta:

Se ti riferisci all'art.187 del codice della strada "guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti", se non stai guidando, manca la condizione fondamentale per poterti ritirare la patente; inoltre, se non sei alla guida, gli organi di polizia non possono chiederti di sottoporti ad accertamenti sull'uso di sostanze stupefacenti e verificare così l'infrazione.

Domanda: Ciao, sono stato beccato con 5 miei amici fumarci 2 canne; una quantità di marijuana talmente misera che anche sul verbale è stato scritto esimia. Queste due canne somo state dichiarate di tutti noi (maggiorenni e patentati) che ci succede ora?

Risposta:

 Ciao a te! in seguito a questa segnalazione si aprirà nei vostri confronti il procedimento amministrativo previsto dall’art.75 DPR309/90 (detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti) e  verrete convocati  presso la vostra prefettura di residenza per effettuare un colloquio con un assistente sociale. Nel corso del colloquio, se è la vostra prima segnalazione, verrà valutato se è possibile chiudere il procedimento con un invito a non fare più uso di sostanze stupefacenti. Altrimenti, verrà stabilita la sanzione da applicarvi e che può comportare la sospensione, o il divieto a prendere, la patente, il passaporto e/o il porto d’armi per un periodo da uno a tre mesi. Verrete inoltre invitato ad effettuare un programma terapeutico che, se concluso, ti consentirà di ottenere la revoca della sanzione e, quindi, la restituzione anticipata dei documenti sospesi

Domanda: Articolo 187 urine cannabinoidi GC/MS

Salve ho avuto un incidente e sono stato portato in ospedale dove mi hanno fatto analisi sia del sangue che delle urine + visita medica. Dopo un mese mi arriva il risultato delle analisi delle urine con esito positivo ai cannabinoidi l'analisi era un analisi di secondo livello con tecnica GC/MS la quantita' era 112,7 di THC-COOH. Che valore legale ha l'analisi di secondo livello sulle urine ? L'esito della visita medica e' risultato positivo qual'e' il suo valore legale ? Ho speranze di vincere un ricorso in sede penale ? Grazie Mille.

Risposta:

  •  si tratta di un'esame di verifica ulteriore (dopo il primo esame) che viene sempre effettuato in questo tipo di reati (penali) per avere la conferma del primo livello di screening
  • ha il valore di confermare quanto rilevato al test ematico/urinario
  • nessuna dato che si tratta di positività alle sostanze confermato anche legalmente Puoi provare a fare ricorso sostenendo che non eri sotto l'effetto delle sostanze al momento dell'incidente, ma devi avere un avvocato esperto in questo tipo di reati, affiancato da un perito di laboratorio anche lui esperto in questo tipo di accertamenti

 

Domanda: pota sono quello della discoteca, in una precedente domanda avevate detto che il fumo passivo non creava problemi all'esito degli esami tossicologici e adesso mi dite chenon potete esserne assolutamente sicuri, quindi il fumo passivo se inalato in

in un ambiente chiuso può influire, ma è molto difficile che lo faccia, giusto?

Risposta:

Non ti abbiamo risposto prima che era impossibile e poi che potrebbe esserlo possibile.

Ti abbiamo risposto - alla tua domanda se è assolutamente impossibile - che nessuno può garantirti in questo tipo di esami che ci sia una risposta assolutamente negativa (o assolutamente positiva), dato che si tratta di statistiche.

Detto questo, ti ripetiamo che con molte probabilità (ti preghiamo di non chiederci la percentuale, perchè nesun può saperlo) non ci sarà un problema di positività legato al fumo passivo. 

Domanda: prima segnalazione

Mi hanno segnalato con un 0.8 di marijuana e volevo chiedere se era possibile essere contattato per telefono e non per lettera, è possibile?

Risposta:

 devi richiederlo all'Ufficio della Prefettura che si occupa di queste sanzioni. Si chiama NOT 

Domanda: Ricapitolando..

Innanzitutto complimenti vivissimi per il vostro egregio lavoro di informazione e supporto. Lo scopo della mia interrogazione alle vostre competenze è questo: trovare, se esiste, il parametro REALE che mi consenta di coniugare un moderato uso thc con una normale esistenza in questo sistema legislativo (mi auguro che la vostra lettura non si arresti qui con un esclusivo "NO"). Premessa: Come moltissime altre persone, ho orientato diversamente la mia vita in seguito alle modifiche degli articoli 186 e 187, per fortuna PRIMA di averne subito i nefasti effetti. Per cui zero alcool e zero thc se devo guidare, e forte limitazione al thc in generale, passando da un consumo "abituale" a un consumo ridotto e "occasionale". Mi pare di aver capito che questo però non basta ad essere totalmente immune ai pericoli legislativi, sulla cui giustezza sorvolo volontariamente. Mi riferisco a queste situazioni specifiche: 1) Vengo fermato ad un controllo, e, nonostante sia negativo all'alcool test, vengo comunque sottoposto ad un prelievo ematico presso strutture autorizzate; dal prelievo del sangue si riscontra una presenza dei metaboliti del thc, che, seppur non collegabili ad una effettiva guida sotto gli effetti di sostanze stupefacenti, possono comunque far scattare il 187 nei miei confronti. In questo caso specifico, è mio diritto chiedere immediatamente un controllo più specifico, quali gas-cromatografia o spettrografia, per poter far rilevare che, sebbene io abbia consumato thc nel mio passato anche recente, i valori di questi tests attestino quale sia la mia condizione psico-fisica REALE al momento del controllo, e poter dimostrare che non vi siano picchi di attività del thc nel mio organismo, così da evitare l'iter giudiziario? Mi sono reso conto che la seconda domanda è effettivamente identica alla seconda, poichè è relativa ad un eventuale coinvolgimento in incidenti stradali con presenza di feriti e relativi ricoveri al pronto soccorso, per cui, anche qui, chiedo se sia possibile richiedere, al momento del ricovero e quindi del prelievo ematico per la ricerca dei metaboliti, i tests di cui sopra per accertare la reale condizione psico-fisica. Mi riservo gli ulteriori quesiti relativi all'origine al mio discorso in quanto subordinati alle risposte che ricevo a questi, poichè se non avessero nessun valore legale gli ulteriori test di cui sopra, e bastasse anche una minima percentuale trovata nel sangue, sarebbe inutile parlare di quanto dovrebbe essere questa stessa percentuale, e consecutivamente, orientare la propria vita a rientrare in questo range di valori, ma sarebbe anche il punto di svolta per cui finalmente io potrò liberarmi da questo peso oppressivo della schiavitù del cannone il sabato sera sul divano e poter così scoprire la bellezza della programmazione rai (o un bel convegno sulla pittura neoavanguardista russa)

Risposta:

 Se viene fatto un prelievo urinario, questo non ha valore ai fini del riconoscimento in sede penale dell'art.187.

Se viene fatto un accertamento ematico questo invece ha validità legale, quindi crediamo sia perfettamente inutile (e soprattutto non riconosciuto da parte del personale dove viene fatto l'accertamento) quanto da te richiesto, anche perchè l'accertamento cui fai riferimento non evidenzia quando è stata assunta la sostanza, ma se questa sia presente in quel momento nell'organismo.

In fondo la neoavanguardia russa non è malaccio...

Domanda: ho fattonil colloquio alla prefetturami verra applicato l'articolo75 verro convocato dalle forze del ordine per il timbro su passaporto e carta d'identita? durante I due mesi di divieto di espatrio si puo avere un permesso per uscire dall'europa

Risposta:

 ciao! Nel corso del colloquio in prefettura dovrebbero averti detto quali documenti ti avrebbero sospeso e per quanto tempo. In caso di sospensione del passaporto e della carta d’identità, non potrai uscire dall’europa per il periodo della sanzione

Domanda: salve, sono stato fermato dai carabinieri che mi hanno trovato 0,5 di cocaina. Mi è stata recapitata la convocazione in prefettura. Non avendo ancora conseguito la patente a che cosa vado incontro?? Verrò sottoposto ad analisi??

Risposta:

 Ciao! Nel corso del colloquio in prefettura verrà valutato, se è la tua prima segnalazione, se è possibile chiudere il tuo procedimento con un invito a non fare più uso di sostanze stupefacenti. Altrimenti verrà valutata la sanzione da applicarti e che può comportare la sospensione, o il divieto a prendere, la patente, il passaporto e/o il porto d’armi per un periodo da due mesi a un anno. Verrai inoltre invitato ad effettuare un programma terapeutico che, se concluso, ti consentirà di ottenere la revoca della sanzione e, quindi, la restituzione anticipata dei documenti sospesi.

Domanda: fermo in un parcheggio mi hanno trovato con sostanze, cosa mi succederà?

Buongiorno, ero fermo in un parcheggio e mi hanno controllato e sotto il sedile avevo 0,4gr di cocaina. Mi hanno fatto il verbale in questura e su di esso non hanno indicato la quantità, ma solo che ne ero in possesso ed hanno indicato che "in passato ne ho fatto uso" poi mi hanno lasciato andare a casa con la mia auto. Hanno mandato i vari fax ai tribunali credo ed ora una vicina mi ha chiamato per dirmi che mi cercavano i carabinieri per una notifica, non le hanno detto altro, mi ha lasciato il numero ma ora quell'appuntato è in ferie. Io vorrei sapere cosa accadrà, non ho precedenti vorrei capire se come mi dicono alcuni mi daranno il minimo ciè 2 mesi di ritiro della patente o cose più grosse come 1 anno di ritiro, migliaia di euri di multe, servizi sociali, sert o quant'altro, vorrei capire quanto grave sia, prima di arrivare da loro, per evitare di sentirmi male al momento, ho una paura folle. grazie

Risposta:

Ciao! E’ molto probabile che i carabinieri debbano notificarti la convocazione al colloquio in prefettura per cui ti consigliamo di rivolgerti alla stazione competente per dove abiti, se il carabiniere di cui hai il numero non è ancora tornato dalle ferie. Infatti, in seguito a questa segnalazione si è aperto nei tuoi confronti il procedimento amministrativo previsto dall’art.75 DPR 309/90 (detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti) e dovrai effettuare un colloquio con un assistente sociale della tua prefettura di residenza. Nel corso del colloquio, se è la tua prima segnalazione, verrà valutato se è possibile chiudere il tuo procedimento con un invito a non fare più uso di sostanze stupefacenti. Altrimenti verrà valutata la sanzione da applicarti e che può comportare la sospensione, o il divieto a prendere, la patente, il passaporto e/o il porto d’armi per un periodo da due mesi a un anno. Verrai inoltre invitato ad effettuare un programma terapeutico che, se concluso, ti consentirà di ottenere la revoca della sanzione e, quindi, la restituzione anticipata dei documenti sospesi.

A. Righini Prefettura di Firenze - sostanze.info 

Domanda: Scusate mi sono espresso male..ho fatto 8 tiri di canna capelli lunghi 3cm e l'esame sarà dei 6 cm ..quindi come sarà l esito?

Risposta:

 se ti chiedono tre cm di prelievo e ti presenti dopo quattro mesi con tre cm di lunghezza, sarà negativo

Condividi contenuti