Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 40881 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Refresh Type the characters you see in this picture. Type the characters you see in the picture; if you can't read them, submit the form and a new image will be generated. Not case sensitive.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Archivio delle Domande agli Operatori: cocaina

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Domani faro gli esami di urina del thc, puo risultare la cocaina?

Risposta:

 no

Domanda: Da poco quando sniffo cocaina mi da un'altro effetto, negativo. Tachicardia, paronoie, ansia, fame di aria. PERCHÉ???

Salve sono un ragazzo di 20 anni. Sono un ragazzo che lavora sempre e abbastanza calmo e responsabile. Faccio uso di coca da poco, circa 2 mesi (forse un po di più ma non di meno), prima della coca fumavo solo spinelli quotidianamente da circa 4 anni. Nell'ultimo mese però ho inziato a sniffare quasi tutti i giorni, mi è capitato una settimana senza fermarmi un giorno. Non dico che se non lo faccio soffro o altro, non ho una forte astinenza, solo a volte. Non capisco perché però in quest'ultimo periodo quando sniffo anche poco mi risale tutto lo sballo del giorno prima, ma lo sballo "finale"; mi spiego meglio: Quando inizio a sniffare, all'inizio sto benissimo: parlo tanto, mi muovo ecc.. Ma dura poco perché poi vogllio subito continuare e non aspettare, però poi dopo quando continuo mi sale una forte tachicardia e ansia. Però non sempre spesso solo quando so che non sto tranquillo o a mio agio o dovrei tornare a casa presto. Non sniffo quantità eccessive, penso di non aver mai siffatto piú di un 0.7g in un giorno, e sepure sarei arrivato a quel numero è capitato 1 o 2 volte. Quindi non mi spiego il motivo che mi provoca questi sintomi anche solo dopo una seconda striscia piccola. All'inizio sono leggeri però più sniffo e più aumentono e quando aumentono tanto mi sento come se non riesco a parlare, tachicardia a mille, tante paranoie e ansia, a volte mi pietrifico pure mentre invece altre mi muovo in continuazione però tutti gli altri sintomi si presentono in tutti e due i casi. Però mi capita spesso quando sniffo con determinate persone e determinati posti che o mi mettono a disagio o mi preoccupano, perché spesso quando so che non devo tornare a casa e le persone con cui sono mi fanno sentire a mio agio non mi capita affatto, o meglio la tachicardia mi sale tanto SEMPRE ma riesco a parlare, anche se ho la bocca secca e sto alla grande. Mi sembra così strana la cosa, quando mi succede penso a mille cose, penso che stia per andare in overdose o che possa morire o che non riuscendo a nascondere lo sballo mi possano scoprire. In quest'ultime due settimane la situazione è più devastante, anche "l'astinenza" sta comparendo più spesso e il fatto che non riesca ad affrontare determinate situazione senza coca. Quando sniffo fumo anche spinelli e sigarette, ovviamente so che quest'ultimi aumentano lo sballo. Comunque ho una forte volontà quindi so che potrei smettere se voglio ma al momento non voglio, anche perché mi so regolare e ultimamente quando mi vengono questi sintomi non continuo più e mi fermo, anche se non sempre ci riesco. Voglio capire solo se è un mio fatto psicologico di quando non sono a mio agio o altro oppure qualche altra cosa di pericoloso che sta succedendo al mio corpo. Quando sono fatto penso possa andare in overdose ma quando mi passa sono consapevole che non mi possa venire anche perché sniffo da pochissimo e non grandi quantità. Poi già dalla prima volta sudo sempre tanto sotto le ascelle. Peso si e no 50 kg e sono alto 1,67 e spesso mangio poco e fuori orario ma anche prima che sniffavo, preciso quest'ultimi dettagli perché a volte penso che sia anche un fatto di metabolismo e che forse il mio corpo non la supporta . Poi già di me sono un pochino ansioso e soffto di pressione bassa, ma solo in situazioni specifiche come un litigio, o la paura di qualcosa o di qualcuno e sono nato col soffietto al cuore e penso di essere, geneticamente, più a rischio d'infarto, avendo anche un padre che ha avuto un infarto e problemi al cuore Ansia, pressione bassa e tachicardia li ho sempre tenuti fin da piccolo e i sintomi della coca sono simili a questi di quando sto lucido. Premetto che non sono un cocainomane, o per lo meno non ancora perché quasi sempre posso gestirmi e non farmi fottere da questa bella droga che tanto bella non è! Vorrei capire tutto questo, spero sia stato abbastanza chiaro e specifico per ricevere una risposta soddisfacente che possa chiarirmi le idee. So che la migliore cosa sia smettere proprio e l' ho pensato già e non è un problema, però voglio un attimo capire perché mi succede sta cosa che quando sniffo leggermente un po di più sto "male". Ah e quando sniffo poi mi esce del sangue, non sempre e non eccessivamente. Probabilmente sarà per la rottura delle croste che si creano nel naso, io già da me ho un naso molto sensibile e fragile. Comunque non voglio fare analisi e controlli perché, forse penso male, per ora non vedo sia così grave la cosa da far sapere ai medici che sniffo. Spero che mi possa confrontare anche con altre persone che ne fanno uso oltre che un operatore del sito. Grazie mille. Saluti

Risposta:

 Caro lettore, sono tanti anni ormai che mi occupo di "sostanze" (circa 25) e circa 10 che scrivo su questo sito. In questi anni ho avuto centinaia di pazienti, ho scritto articoli, tenuto vari corsi di formazione, sono andato a parlare agli studenti di non so quante scuole, ma devo dire che a volte devo ancora meravigliarmi.

Leggerti (scusa la franchezza!) mi ha colpito e mi costretto a chiedermi come sia possibile che un ragazzo di venti anni assuma cocaina e possa meravigliarsi dei suoi effetti. 
Nelle mie risposte cerco sempre di restare tranquillo, paziente e oggettivo. Oggi no. Caro lettore, non hai niente di cui stupirti. Quello che fa a te la cocaina sono i suoi effetti tossici sul tuo cervello. Se smetti finiranno. 
Se continui si ripeteranno, peggioreranno e diventeranno irreversibili.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info
 

Domanda: Salve dottori 4 anni fa sono sopravvissuto a una brutta overdose da cocaina iniettata, con perdita di conoscenza, convulsioni ecc. Ora mi chiedo quanto ho rischiato e Volevo sapere quante probalita c sn di sopravvivere a un over di coca. Grazie

Risposta:

 Si tratta di situazioni ad alto rischio di morte. La probabilità di sopravvivere o meno non è quantificabile in quanto dipende dalla dose di cocaina assunta e dal conseguente diverso grado di intossicazione. Perdita di conoscenza e convulsioni (cosa altro ci sia stato non lo so perchè non lo scrivi) sono segnali di un livello di intossicazione piuttosto importante ed il rischio di morire l'hai corso.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: Quanto è sensibile il test del capello?

Assumendo meno di 0,5 grammi di coca distribuiti nell arco di 3 fine settimana, dopo un anno di astinenza, il test del capello sarà positivo o negativo? Quale percentuale c è di risultare negativo?? Grazie per il vostro tempo

Risposta:


La percentuale di risultare negativo è bassa.

Domanda: Ho smesso il 2 Gennaio 2017 (frequenza sporadica). Ho gli esami circa a Marzo 2017 (capello e urine).

Buonasera. Dopo avermi contestato l'art. 187/8 del CdS. In data 25 Giugno 2016 ho smesso di fare uso di cannabis. Ho fatto gli esami del CAPELLO e URINE in data 9 Settembre 2016 (quindi circa 2 mesi e mezzo) La commissione medica il giorno 4 Ottobre mi ha dato i risultati. Esito NEGATIVO (sia urine e soprattutto anche CAPELLO). Da quel momento è capitato di fare un uso sporadico (circa qualche tiro a settimana) fino al 2 Gennaio dove ho totalmente smesso. Domanda: stando a quanto appena riportato, se l'esame lo faccio tra la fine di Febbraio e la prima metà di Marzo quante possibilità ho di essere positivo al test del capello su un campione di 3 cm? (Ho stimato un lasso di tempo di circa 2 mesi abbondanti dall'ultima assunzione e l'esame imminente). Vi ringrazio per la disponibilità fatemi sapere. Cordiali saluti.

Risposta:

buone possibilità di essere positivo  

Domanda: art 187

Salve il 25 novembre alle 9:30 di mattina un auto proveniente in curva dal lato opposto mi viene addosso,purtroppo spostiamo le auto e dopo circa 15 min arrivano i vigili a constatare e chiedere sulla dinamica dell'incidente visto che i mezzi ormai erano parcheggiati...Un vigile notando che mi faceva male il collo mi chiede gentilmente se preferisco andare in ospedale per le cure e io acconsento..saluto i vigili e vengo trasportato dall'ambulanza al ps,anche l'altro va al ps in un altra ambulanza e Attendo con questo in sala di attesa che mi chiamino e solo alle 14 (dopo 4 ore) i medici mi fanno gli esami sangue e urine consigliandomi di non rifiutarmi xche sarebbe stato peggio..io dichiaro,su consiglio del medico che il giorno prima avevo fatto uso di cocaina e tutto finisce li.Il 29 dicembre ricevo una cartolina di invito in comando vigili del paese dove vivo e quando mi presento mi ritirano la patente facendomi capire trattasi di art 187.Mi assegnano un avvocato di ufficio e mi dicono che ci sara un processo penale.Oggi 16 gennaio mi chiamano i vigili (x telefono) e mi richiedono di ripassare per altri atti..Mi fanno firmare un verbale di subdelega per identificazione,elezione domicilio e nomina legale e contestuale ritiro patente per art 187 1bis dove dice che il giorno x coinvolto in un incidente dove io alla guida del veicolo targato TARGA DELL'AUTO DELL'ALTRA PERSONA COINVOLTA!...che venivo trasportato in ps e che all'atto degli esami mi veniva comunicato che potevo richiedere un avvocato ma lo rifiutavo (balla galattica..nessuno mi ha informato dei miei diritti..solo fatto firmare un foglio dove diceva che gli esiti esami potevano essere richiesti dai vigili..(magari era scritto li? non so) e' li ,su quel foglio dove ho dichiarato che il giorno prima avevo fatto uso di coca...Ora mi chiedo a cosa vado incontro...e' lecito fare gli esami 4 ore dopo? io quella mattina ero lucidissimo..era il giorno prima che avevo fatto uso di stupefacenti,a casa mia.Grazie per un eventuale risposta

Risposta:

 ti consigliamo di affidarti ad un avvocato di tua nomina e di cui ti fidi, dato che si tratta di un reato penale e che le sanzioni previste (ritiro, multa, detenzione-tramutata in pena pecuniaria) sono molto pesanti. Per dimostrare che non eri sotto effetto di sostanze, devi affidarti oltre che all'avvocato anche ad un buon perito in grado di dimostrarlo al giudice.

Domanda: DONAZIONE SANGUE E RISCHI PER IL RICEVENTE

Buonasera, un po' di tempo fa ero donatore sangue e all'interno di quel periodo ho avuto un breve intervallo di tempo nel quale ho sniffato cocaina. Il mio utilizzo era molto blando, riducendosi a circa due volte al mese. Mi è capitato di essere stato chiamato a fare una donazione di sangue, alla quale, sbagliando, mi sono presentato e non ho dichiarato l'utilizzo di sostanze stupefacenti per stupida paura di essere scoperto ed anche perché, considerato il mio sporadico utilizzo non pensavo fosse una cosa così grave; non ricordo bene ma penso che in quell'occasione sia passata circa una settimana dall'ultimo utilizzo di coca. Detto questo, ho letto sul Vs sito che le tracce sono visibili dai 2 ai 5 giorni, ma a me non interessa la visibilità, quanto l'effettiva presenza di sostanza nel mio sangue. Nello specifico, chi avrà ricevuto il mio sangue, potrà aver subito danni ? Soprattutto, se chi lo ha ricevuto ha problemi di cuore, cosa gli potrebbe essere successo ? E in individui con altre patologie ? --- So che questa domanda possa risultare strana, ma io mi sento profondamente a disagio al pensiero di aver fatto male a qualcuno, considerato anche che ormai da tempo ho smesso sia di usare tale sostanza che di fare il donatore. --- Ho provato a leggere sui protocolli donatori (sia Avis che altri) nei quali ci sono discordanze in merito, dato che alcuni dicono che chi usa sostanze è bandito dalla donazione a vita, mentre altri parlano di sospensione temporanea; dicono inoltre che è estremamente pericoloso non dichiararne l'utilizzo ... vorrei pertanto capire quanto pericoloso può' essere stato il mio gesto e se sia possibile che abbia recato danni a qualcuno che abbia ricevuto il mio sangue con tracce di questa sostanza all'interno. - Vi ringrazio anticipatamente per l'aiuto che saprete darmi nello spiegarmi chiaramente i miei dubbi.

Risposta:

 se come scrivi sei realmente un consumatore saltuario e se la donazione è avvenuta realmente dopo una settimana, il ricevente non dovrebbe aver subito alcun danno d'organo o d'altro tipo.

Domanda: esami lavoro

Buongiorno vorrei sapere se posso stare tranquillo o no 16 giorni fa ho fatto uso di cocaina circa uno 0.4, premetto che non ne faccio uso abitualmente, domani avrò gli esami del lavoro. Preso dal panico per la cazzata ho comprato un test per la droga in farmacia, ho fatto questo test domenica mattino, utilizzano la prima pipi del giorno e sono risultato negativo,secondo voi posso stare tranquillo?

Risposta:

 la sostanza è rintracciabile da due a cinque giorni negli esami urinari

Domanda: Salve, martedì mattina avrò la visita dal medico del lavoro con annessi esami e drug test, il 31/12 e d il 07/01 ho fatto uso di cocaina per via nasale associata ad alcool, bevo solo nei week-end . Ci sono possibilità che il test risulti poanche dopo

8 giorni ? Grazie per l'attenzione e la disponibilità e buon lavoro

Risposta:

 di solito no, ma se vuoi essere certo basta comprare un drug test in farmacia

Domanda: Buongiorno Dottore, martedì 17/01/2017 ho il drug test con annessa visita medica annuale dal Medico del lavoro, premetto che ho assunto cocaina associata ad alcool il 31/12/2016 ed il 07/01/2017, quindi rispettivamente 16 ed 8 giorni prima, rischio ?

Sono a rischio ? La ringrazio per l'attenzione e porgo cordiali saluti, complimenti per il lavoro che svolgete, grazie ancora e buon anno e buon lavoro. P.s. so che la risposta è tra i 2 ed i 5 giorni ma ho notato che lei ha sempre una risposta ad ogni singolo caso. Grazie.

Risposta:

 la sostanze è rintracciabile nelle urine dai due ai cinque giorni. Per il singolo caso è utile un drug test (20 euro) da comprare in farmacia.

Condividi contenuti