Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 26779 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Type the characters you see in this picture. (verifica con audio)
Inserisci il testo che vedi nell'immagine qui sopra. Se non riesci a leggerli, invia il modulo e una nuova immagine sarà generata. È indifferente a maiuscole e minuscole.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Archivio delle Domande agli Operatori: ecstasy

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Vorrei sapere perchè quando prendo l'MDMA non mi sballo più come una volta? Ho iniziato la cura con "paroxetina" da una settimana piu o meno e credo che sia questo il problema... Ed ho fatto uso 6-7 volte di MDMA in questo mese...

Risposta:

Io vedo l’uso di MDMA come problema, non l’uso di paroxetina, che se ti è stato prescritto evidentemente ne hai bisogno. Fai la cura correttamente e non usare MDMA che può connfliggere con la cura stessa e vedrai che tra qualche settimana comincerai a percepirne i benefici

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: Risulta essere più dannosa L'ecstasy o la cocaina?

Risposta:

 da quale punto di vista? farmacologico? relazionale? psichico? economico?

Domanda: brutta esperienza durante l'assunzione di mdma è possibile sia dovuta alle assunzioni ravvicinate?

Spiegherò tutto dal principio sperando sia di maggiore utilità... la prima volta che ho assunto la sostanza ( 0,1 -0,2 circa) è stata un esperienza meravigiosa sotto ogni punto di vista, non ho riscontrato disagi di nessun tipo nemmeno nei giorni postumi. Dopo circa un mese e mezzo ho assunto di nuovo circa 0,2 e nonostante la paura che l'esperienza mi deludesse confrontandola con la prima, mi sono divertita molto anche se in modi differenti, i giorni dopo un po' di nervosismo ma niente di chè. Il sabato dopo ho ripetuto l'assunzione, circa 0,25, ma dal momento in cui l'ho bevuta ho iniziato a fare pensieri negativi, del tipo una settimana di pausa è troppo poco, mi distruggo il cervello, etc etc. so che nn avrei mai dovuto pensare cose del genere, anche se cercavo di ballare e stare tranquilla, ad un certo punto uando effettivamente è salita nn sono riuscita piu a muovermi, sono dovuta stare tutta la notte in macchina abbracciata ad un amico che cercava di rasserenarmi, mentre io sentivo la paura che mi attanagliava. Stupidamente, solo 4 giorni dopo ho voluto dare "un'altra possibilità" alla sostanza, mi sembrava impossibile che md potesse salire male e dare una botta negativa, nn è capitato a nessuno dei miei amici, ma invece si è ripresetata la situazione di paura e la delusione di non poter piu sperimentare quelle ore bellissime. tutto questo è dovuto alle assunzioni ravvicinate? Se dovessi riprendere la sostanza in futuro, come posso fare ad evitare di cadere nella paranoia? E' possibile oppure ormai il mio cevello reagirà sempre in questo modo? Vi ringrazio per il vostro tempo e per l'aiuto, sauti!

Risposta:

 Devo dirti che in quello che ti è successo non c'e niente di strano. Gli effetti dell'mdma (ma poi siamo sicuri che lo fosse, le metamfetamine sono tantissime e ne vengono messe sul mercato sempre di nuove) possono variare molto da persona a persona e nella stessa persona da momento a momento. Quello che ti è successo ne è una prova. La vicinanza tra una assunzione e l'altra non basta a giustificare gli effetti negativi. Eventuali future assunzioni della sostanza potrebbero provocare, con molta probabilità, gli effetti spiacevoli. Mi permetto poi una piccola riflessione. Ho letto con una certa meraviglia le tua parole a proposito della tua convinzione (almeno fino agli effetti spiacevoli di cui hai sofferto) dell'assoluta innocuità dell'mdma. Mi chiedo, e ti chiedo da quali informazioni derivi questa tua convinzione.

Gioacchino Scelfo, medico sostanze.info

Domanda: ciao ho 19 anni faccio uso di cannabis da 6 anni e di droghe pesanti da più o meno 3, sono tornata da 3 giorni da un rave di 5 giorni durante il qualeho abusato di speed (droga che fino ad allora non avevo quasi mai utilizzato se non in sporadiche oc

ciao ho 19 anni faccio uso di cannabis da 6 anni e di droghe pesanti da più o meno 3, sono tornata da 3 giorni da un rave di 5 giorni durante il qualeho abusato di speed (droga che fino ad allora non avevo quasi mai utilizzato se non in sporadiche occasioni dato che non mi piace, ma stavolta sono stata costretta perchè l'unica cosa disponibile che mi permettesse di ballare ballare e ballare). penso di aver inalato in 5gg più o meno 10g di speed da sola, senza chiudere occhio, mangiando due ringo per la durata di tutta la festa e bevendo pochissimo perchè c'era pochissima disponibilità d'acqua (va tenuto in considerazione anche che sono molto piccola di costituzione ma che comunuqe reggo molto). l'ultimo giorno m'è successa una cosa molto spiacevole che non m'era mai capitata e spero non raiccada più. mentre ballavo da ore (era l'ultimo giorno e ero in pista da circa 4 ore senza fermarmi) il mio corpo è come se non avesse retto più, avessi perso il controllo dei miei muscoli e tutta la speed inalata ho dovuto "ricacciarla" via anale sottoforma di speed liquida trasparente e maleodorante, senza rendermi conto di nulla (mi hanno dovuto fermare e farmi rendere conto di quello che stava succedendo, dato che l'odore si sentiva e le macchie si vedevano temporaneamente sui pantaloni, ma io non mi ero accorta di nulla). il primo giorno è stato deleterio, le "puzzette" erano continue incontrollate e puzzolentissime, ora che sono tornataa da 3 giorni ed ho ricominciato a mangiare regolarmente sento che il mio stomaco si sta stabilizzando ma comunque ogni tanto sento un brontolio e poi quell'odorino tanto familiare e tanto brutto. vorrei sapere se è successo a qualcuno, se è dovuto proprio alla speed (e se quindi devo smettere di prenderla, cosa che non mi farebbe affatto infelice come mi è già capitato eliminando l'md), se devo smettere di drogarmi per sempre o solo per qualche tempo, sapere qualcosa insomma.. grazie in anticipo per le risposte

Risposta:

 Mi sembra piuttosto evidente che l’organismo è andato in sofferenza e le “puzzette” non sono tanto un problema estetico. Mi pare si  sia trattato di  una incontinenza a, probabilmente, feci e forse urina associata ad uno stato di disidratazione. Hai rischiato molto uno scompenso idroelettrolitico. Se devi proprio partecipare a dei rave cerca di mantenere la lucidità di proteggerti il più possibile e cautelarti da danni fisici

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: è "meglio", a suo parere, l' ecstasy o la cocaina? qual'è la più dannosa?

Risposta:

 Non si può fare una classifica. Tutte e 2 sono dannose e possono essere rischiose in rapporto alla modalità di utilizzo, alla quantità, alle caratteristiche  dell’organismo.

 
Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: Salveeeee io ho preso mdma in cristalli per la prima volta .. In cristalli ed ho calato circa 8 sorsi dalla bottiglietta era giusto come quantitativo come prima volta .

Risposta:

Non si capisce quanto era la quantità che hai sciolto quindi difficile risponderti sulla giusta quantità per la prima volta. Quando si ha che fare con pasticche pur non avendo la possibilità di testare la sostanza si possono indicare delle norme precauzionali tipo prendere mezza pasticca ed aspettare per rendersi conto dell’effetto prima di assumere il resto, oppure se in presenza di cristalli frazionare una quantità di un certo numero di dosi e poi assumerne una per volta a distanza di tempo sempre per rendersi conto dell’effetto che ti provoca  ma così è difficile non credi?

Stefano Bertoletti, sostanze.info

Domanda: ciao ho 19 anni faccio uso di cannabis da 6 anni e di droghe pesanti da più o meno 3, sono tornata da 3 giorni da un rave di 5 giorni durante il qualeho abusato di speed (droga che fino ad allora non avevo quasi mai utilizzato se non in sporadiche oc

Risposta:

 ciao abbiamo già ricevuto le tue domande, ti chiediamo di avere ancora un pò di pazienza e ti risponderemo

grazie

Domanda: mdma: c'è il rischio di morire?

io ho un dubbio enorme. ho 21 anni e ho preso l'md tre volte, è stata un'esperienza bellissima che vorrei ripetere. il problema è che l'ultima volta che l'ho presa ha fatto un effetto strano, forse ne avevo presa troppa, stavo benissimo ma non riuscivo ad esprimere a parole quello che provavo. volevo parlare, abbracciare il mio ragazzo, ma ero seduta sulla sedia ed era come se fossi bloccata..lui mi parlava, mi diceva cose bellissime ma riuscivo solo a sorridere o dirgli "grazie" o "anche io". a un certo punto ha iniziato a girarmi la testa, era come se stessi per avere un attacco di panico, ma non succedeva niente non capivo se stavo per morire, per svenire, per collassare... ma dopo aver bevuto un pò d'acqua ed essermi calmata è passato tutto. forse è successo perchè avevo fumato, infatti ho notato che dopo quell'esperienza ogni volta che fumo sto male, ho degli attacchi di panico assurdi, una notte stavo così male che tremavo come una foglia e avevo paura che stesse x venirmi un infarto o un ictus. se ci penso ora mi viene quasi da ridere...ma stavo davvero male! la mia domanda è: se prendo l'md rischio di morire? lo so che devo bere acqua, non ballare per troppe ore senza fermarmi, prendere aria, ecc..ma vorrei sapere se la sostanza in sè può portare alla morte. ho paura che possa succedermi qualcosa che nemmeno io so definire cos'è... ho voglia di divertirmi, ma allo stesso tempo ho paura...non sono molto esperta sulle droghe, è x questo che forse la mia domanda potrà sembrare stupida... ma non trovo le info che cerco da nessuna parte...scusate x il poema ma non so con chi parlarne :( grazie in anticipo

Risposta:

Cara lettrice, provo a rispondere alle tue domande. L'effetto che ti ha provocato la sostanza che hai assunto è un effetto che ci può essere. Le spiegazioni sono più di una.
La prima è il fatto che tutte le volte che si acquista (e si assume) una sostanza proveniente dal mercato illegale non si può sapere cosa sia esattamente e quindi nemmeno l'effetto che può avere.
La seconda è che gli effetti di una metamfetamina (come di molte altre sostanze) possono essere diversi da persona a persona, da momento a momento, ed in base alla possibile contemporanea assunzione di altre sostanze. In particolare la sensibilità individuale è molto diversa. Questo comporta una pericolosità diversa che spesso è sottovalutata da molti utilizzatori. Come mi sembra che sia nel tuo caso.
Decessi da metamfetamine senza altri fattori di pericolo (come quelli che hai elencato tu) non ce ne dovrebbero essere. Esistono però delle patologie psichiche e psichiatriche dovute a utilizzazione ripetuta di queste sostanze. Tu ne stai facendo esperienza con gli attacchi di panico che ti provoca la cannabis.
Quindi: rischio di morte no, ma rischio di danni si.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

 

Domanda: Mdma e ciclo mestruale

Salve, ho 20 anni e ho sempre avuto un ciclo regolare. Ho cominciato a fare uso di ketamina e mdma 6 mesi fa e effettivamente è stato abbastanza un crescendo, però sempre in modo controllato. Tipo 0.4 max di md a settimana /non tutte le settimane) e un la K piccole raglie di cui spesso neanche saliva in modo particolare. L'ultimo mese il ciclo mi è saltato, ho fatto il test ed è uscito negativo. Poi ho avuto una settimana una serie di piccole macchie marroni saltuariamente ma mai un vero e proprio ciclo. Ogni tanto ho i dolori tipici del ciclo ma nulla, l'unica pensavo appunto che fosse per colpa della droga e quindi dato che la ginecologa da cui vado conosce bene mia madre volevo evitare una visita, al consultorio sono andata ma funziona malissimo e mi hanno semplicemente congedata dicendo di aspettare,che è normale anche per via del paio di kili che ho perso. Volevo avere un parere, sono molto preoccupata. E poi volevo sapere se l'uso di mdma sempre nelle quantità che ho scritto potrà in futuro danneggiare la fertilità, vorrei avere tanti figli e averli sani. Grazie in anticipo!

Risposta:

Cara lettrice, il ciclo mestruale è così raffinato che è sensibilissimo rispetto anche a piccole modificazioni sia fisiche che addirittura psicologiche e quindi è difficile dire a cosa possa essere dovuta un alterazione di questo tipo. Forse ci può stare un insieme di fattori quali la perdita di peso (sopratutto se non sei in sovrappeso)  e forse anche l'uso di sostanze.  L'MDMA, per esempio, ha delle ripercussioni a livello di alcuni neurotrasmettitori dell'ipotalamo molto vicini a quelli che regolano il flusso mestruale. Ma non vale per tutte. Ci potrebbero essere anche  altri fattori per i quali varrebbe la pena, se ovviamente la cosa persiste, fare degli accertamenti. Non credo che ci possano essere modificazioni tali da compromettere la fertilità per sempre però è ovvio che se ci tieni ad una situazione di salute e benessere è necessario tenere al proprio corpo e accudirlo. E. inutile dirlo, l'uso di sostanze non rientra in uno stile di vita salutare.

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: salve, ma perché quando sono sotto effetto di speed il pene mi si restringe in modo assurdo.? solo perché è una sostanza vasocostrittrice o ci sono altre motivazioni.? grazie in anticipo

Risposta:

 Direi di sì, la causa principale è la vasocostrizione generata dalla sostanza e da uno scarico di neurotrasmettitori del tipo adrenalinico.

Laura Calviani medico sostanze.info

Condividi contenuti