Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 29127 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Type the characters you see in this picture. (verifica con audio)
Inserisci il testo che vedi nell'immagine qui sopra. Se non riesci a leggerli, invia il modulo e una nuova immagine sarà generata. È indifferente a maiuscole e minuscole.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Archivio delle Domande agli Operatori: ecstasy

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Salve, sono una ragazza di 21 anni e, a causa di un problema alla gola, sono in cura con il cortisone (deltacortene) e un'altro antibiotico (augmentin) che prendo 2 volte al dì. Venerdi avrei intenzione di prendere mdma, potrebbe essere pericoloso??

Risposta:

Tra il cortisone e l'mdma ci può essere un effetto di sommazione degli effetti eccitatori sul sistema cardiovascolare. Quindi  l'assunzione di mdma può essere particolarmente pericolosa da questo punto di vista.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: Ansia post assunzione mdma+speed e astinenza

Ciao a tutt*, sono un ragazzo di 23 anni, ex sportivo, che come molti è venuto a contatto con varie sostanze dopo che ho interrotto l'attività fisica(causa legamenti). Ho iniziato due anni fa circa ad assumere quotidianamente cannabinoidi(sin dal mattino). Spesso mischiavo l'effetto all'alcool, spesso cocktail, per cercare una sensazione di confusione. Questo gioco è durato fino al 30 aprile di quest'anno(2014). Ad una festa i compagni con cui ero mi fecero provare mdma, bevendo un 0.25g. la sensazione fu delle più belle. decisi di riprenderla il giorno del mio compleanno, circa 10 giorni dopo. Anche li la sensazione fu piacevolissima, nonostante un sentore di delirio nella prima ora, da attribuire alla assunzione di 0,35 g disciolti in acqua e bevuti. Dopo circa 15 giorni provo la speed verso le 4 di un pomeriggio. tutto bene, tancto che alla sera stessa decido di mangiare 180 mg di lsd(forse anfetaminica?, ho questo dubbio) e uno 0,1 di mdma. il viaggio dura molto(circa 18 ore). finito l'effetto è tutto normale. continuo saltuariamente a prendere lsd , continuo a fumare erba e bere tutti i giorni. Al 17 giugno decido di smezzare uno zuccherino di acido con un mio amico in un parco(dove avevo già avuto esperienze). va tutto bene, ci divertiamo un sacco, andiamo al bar e decido di bermi un cocktail. finito questo, mi sento stranamente leggero. essendo a stomaco vuoto, decido di mangiare. vado e mangio un kebab. Inizia il calvario...mi partono sudori, ansie e palpitazioni. mi dico che è solo indigestione(cocktail freddo e acqua fredda con giornata calda). per sicurezza vado a casa, doccia calda e musica new age contro le paranoie. il giorno dopo mi sveglio riposato ma non sereno come le scorse volte. La sera del 18 giugno vado a vedere un concerto. poco prima di arrivare, uscendo dal casello, provo una sensazione strana e di colpo mi trema la gamba sinistra(quella operata dopo l'infortunio). appena scendo, mi fumo uno spinello e passa tutto. Venerdì 20, vado al bar e bevo e fumo. trovo un amico e mi offre la speed. Accetto e sniffo. Dopo 10 minuti inizia la tachicardia e l'ansia a mille. non riuscivo a rilassarmi. anche qui vado a casa e dormo. mi sveglio e sono solo un po' teso per la serata. La sera, 21 giugno: arrivo alla festa carico come non mai. decido che non berrò alcool perchè so già di prendere mdma. ceno velocemente con patatine e panino. dopo circa 1,5 ore assumo uno 0.15 di mdma disciolta in acqua. va tutto bene fino a che non mi sento strano. Mi dico che è solo paranoia da salita e vado a fare un giro con un amico. anche lui viene perchè aveva caldo(giornata da 30 gradi). ci bagniamo la faccia e giriamo per salutare gente e alcuni compagni. dopo circa un'ora mi sento mancare di colpo la terra. le gambe non reggevano più, la testa sembrava scoppiare, mi sentivo scivolare via dal mio corpo. immediatamente incomincio a sudare pesantemente e freddo.Con estrema volontà vado in chill out e chiedo assistenza(associazione tipsina). chiamano un dottore ma sto bene, solo battito acellerato e midrasi. sto li in preda all'ansia per due tre ore. poi fumo uno spinello e mi ristabilisco. soltanto che non ho fatto festa. Vado a dormire e fumo ancora, solo cche sento il diaframma abbassarsi, come se tenesse alto il cuore...vado a dormire e mi sveglio iper agitato. non bevo caffè e mangio poca pizza. Dopo due giorni smetto di fumare sigarette, da due pacchetti a zero in un gesto. dopo un mese smetto con gli spinelli, perchè mi sentivo la tachicardia. alcool non lo tocco dal 21 giugno. dal 21 giugno, ogni giorno mi sveglio in ansia, ho paura di fare un infarto, accuso depressione e apatia. dopo due mesi,al 14 agosto provo un'improvviso panico e pianto a caso. vado in ospedale causa dolori al ppetto e panico. temevo aritmia e invece è solo panico. Decido do consultare uno psicologo che è anche psicoterapia. Lascia la ragazza(ero al limite ed è stato un sollievo) Durante le sedute viene fuori il rapporto con le droghe ovviamente. le usavo pper riempire uno spazio vuoto dentro di me. Adesso sono passati quasi 6 mesi...ho ancora ansia anche se minore, nessun attacco di panico da due mesi. Le cose che vorrei sinceramente capire sono: che cosa è stata la sensazione provata in festa? posso aver compromesso il cuore anche se l'esame è stato negativo? sinceramente quanto tempo dovrò aspettare per potermi bere una birretta al bar in pace? sinceramente sono stufo di questa situazione, vorrei poter tornare come prima del bad trip... Per ora vado di yoga e meditazione :) anche se è difficile andare avanti, un sorriso non guasta no? :)  

Risposta:

 

 Caro lettore il tuo post si legge di un fiato con una leggera ansia dopodichè..incredibile ma c'è il lieto fine...Mi sembra che te la sei scampata bella: il rischio con tutte queste sostanze particolarmente potenti era l'evoluzione verso un quadro psicopatologico cronico. Invece anche l'ansia sembra sulla buona strada per rientrare. Io non penserei alla possibilità di bere ma attenderei che tutto sia a posto. Ti ci vorrà ancora pazienza ma sei stato piuttosto fortunato. Nessun danno organico stai tranquillo. Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: io prendo il depakim perchè ho avuto una crisi epilettica motivazione perchè ero in astinenza da cocaina vorrei prendere

io prendo il depakim perchè ho avuto una crisi epilettica, motivazione perchè ero in astinenza da cocaina, vorrei prendere degli exstasi o dell'MD dite che staro' male ancora ?? è pericoloso ?? grazie

Risposta:

Direi che è molto pericoloso: il tuo cervello è particolarmente vulnerabile ed ipereccitabile .Stanne alla larga

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: Mi è capitato di poter provare l'MDMA in cristalli e avrei bisogno di consigli che potrebbero salvarmi la vita qualsiasi cosa decida di fare io o i miei amici. Qual è la dose consigliata? Quale metodo di assunzione è consigliato e più sicuro? Cosa

Qual è la dose consigliata per la prima assunzione? Quale metodo di assunzione è consigliato e più sicuro? Cosa si fa per evitare di mangiarsi la lingua o le guance come mi è capitato di vedere? Cosa fare in caso di bad trip? Come si fa ad alleggerire il down della sostanza per non sentirsi male o un po' depressi appena scende? Nei giorni successivi all'assunzione quali sono i metodi per riacquistare serotonina oltre a non assumerne più chiaramente? Scusate le tante domande ma preferisco essere preparato e prevenire certe situazioni che potrei vivere o a cui potrei assistere. Anche perchè tra i ragazzi l'ignoranza è tanta.

Risposta:

Nessuna dose  e nessuna modalità sono consigliabili: tutte sono a rischio

Domanda: bisogno di pareri,consigli,confronti...

Salve staff, ripropongo lo stesso commento che lasciai in una discussione,sperando ancora in una vostra risposta. "Premetto di aver sempre avuto un debole per il mondo della droga,debolezza che mi ha procurato in questi ultimi 7/8 anni non pochi problemi. Oltre le semplici canne(che adesso non posso più fumare,pena sensazioni di forte stordimento,assenza totale ,accompagnata da continui pensieri angoscianti e negativi,insicurezza e ansia molto accentuate) ho avuto ,per un periodo,un debole verso l MDMA in cristalli,ne ho abusato per due o tre mesi e da quel momento la mia memoria non è più stata la stessa : non riesco a concentrarmi bene come prima,non riesco a focalizzare a mente immagini,luoghi visti in passato o appena osservati ; rievocare vecchi ricordi è un vero e proprio dramma,è sempre tutto molto annebbiato e confuso,privo di dettagli. Persino la memoria verbale ormai fa cilecca : prima avevo un lessico molto più forbito,una parlantina svelta e spigliata. In più mi capita spessissimo di avere dubbi banali su come scrivere determinate parole che ho sempre utilizzato o sul loro stesso significato,e nonostante le vada puntualmente a cercare ,dopo pochi giorni,nuovamente oblio... Ma non è stata soltanto l MD a fare tutto ciò...come se non bastasse,da due anni ho alimentato parecchio uno dei peggiori vizi : la cocaina(e chissà quali sostanze orribili usate per tagliarla). E' stato un crescendo continuo : negli ultimi sei /sette mesi si andava a prenderla anche due/tre volte a settimana arrivando a consumarne mezzo grammo alla volta( a persona) insieme a quantità spropositate d'alcol. Questo succedeva fino ad un mese e mezzo circa fa,magari due...poi la voglia di smettere(c'è sempre stata ma,ahimè,non è facile) che mi ha portato quantomeno a diminuire le serate da "sballo"(una o due massimo ogni due settimane). In questi giorni mi rendo conto che la mia soglia d'attenzione è ridotta all'osso: lo percepisco persino guardando la tv ,facendo un esempio : è come se la mia vista/attenzione fosse l obiettivo di uno smartphone che cerca di mettere di continuo a fuoco un'immagine senza riuscirci,quasi percepisco quel classico effetto alternante nitido/sfocato. Sono veramente preoccupato... Ah...spesso mi hanno detto che interrompendo l uso di sostanze stupefacenti tutto tornerebbe come prima : dopo quel periodo con l MD,stetti circa 8 mesi senza toccare nulla,neppure una goccia d'alcol,eppure nulla cambiava . Mi è appena venuto in mente un altro esempio(voglio descrivere nel miglior modo possibile ogni sensazione,o almeno ci provo): ogni volta che gioco a fifa (calcio,playstation insomma) non riesco a ricordare come si è sviluppata l'azione che mi ha portato al gol,o il gol stesso và! quasi vien da ridere... Comunque...ultimo problema : da circa un mesetto mi son reso conto di aver maledettamente usurato il mio naso ; quando faccio dei respiri profondi,una delle due narici tende a chiudersi,quasi completamente,in più sento arrivare proprio alla gola aria molto più fredda da quello stesso lato. Cercando di vederne l'interno mi sono accorto di non avere i classici buchi che ormai si trovano ovunque su internet,bensi una vera e propria erosione/assottigliamento della mucosa/cartilagine.... Tralascio ovviamente tutti gli altri problemi quali università,lavoro,vita sociale per non dilungarmi,ma sappiate che è comunque tutto maledettamente incasinato....se solo non avessi conosciuto certa gente e fatto certe scelte...a guardare le foto di quando ero piccolo quasi mi vien da piangere....ma vabe... Spero davvero in una vostra risposta,specialmente in merito ai deficit cognitivi e ai problemi nasali... grazie in anticipo

Risposta:

 ciao, il dettaglio della tua domanda e la testimonianza di quello che stai passando ci fanno pensare (e consigliarti) che una possibile strada utile per uscire da una situazione pesante e paralizzante, è quella di rivolgerti ad uno psicologo o meglio uno psichiatra. Ovvero le uniche figure professionali che possono accompagnarti in un percorso utile a riequilibrare la tua vita e fugare i tuoi dubbi anche relativi a possibili danni organici legati al consumo di sostanze

Domanda: Salve, vorrei sapere se utilizzando cocaina o MDMA/ecstasy potrei avere seri rischi avendo un piccolo soffio al cuore?

Ho fatto la visita sportiva con elettrocardiogramma anche sotto sforzo, il medico ha detto che è tutto perfetto e tutto a posto, infatti mi ha rilasciato l'idoneità per sport agonistico. Però ha rilevato, come da parecchi anni a questa parte, un piccolissimo soffio al cuore. Anche se ha detto che non è nulla di grave e dovrebbe scomparire con la fine dello sviluppo.

Risposta:

 Le sostanze di cui parli sono sicuramente pericolose dal punto di vista cardiovascolare, a prescindere dal fatto che siano presenti o meno delle patologie cardiache. A quanto mi dici sembra che il tuo soffio sia stato considerato dal cardiologo un soffio senza alcun significato patologico.

Semmai il problema è l'attività fisica agonistica. Essa rende certamente molto pericolosa l'assunzione di quelle sostanze. Oltre tutto è considerata doping.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: Ciao, premetto che non voglio portare niente con me, ma un mio amico va in vacanza in aereo e vuole portarsi dell MD e un cartone, io gliel'ho sconsigliato ma mi ha detto che li tiene in bocca fino in aereo e il cane se c'è non sente l'odore

Risposta:

fagli pure i tuoi migliori auguri...nel senso che i cani non lo sentiranno, ma se tanto tanto gli fan dire qualcosa e si ingoia il tutto fa ben altro tipo di volo....

Domanda: salve a capodanno un mio amico procurerà md d sciogliere nell'acqua..ma cosa c'è dentro??

Risposta:

dato che si tratta di sostanze illegali, dentro ci può essere di tutto...

Domanda: Salve, volevo sapere come mi accorgo se mio figlio ha assunto md? Quali sono i sintomi e le manifestazioni che può mostrare a differenza della cannabis? Grazie

Risposta:

Salve l’md è una sostanza  piuttosto diversa dalla cannabis, in primo luogo un eccitante per cui le persone sotto effetto sono attive  e hanno voglia di muoversi,  poi sono molto disponibili e hanno voglia di stare in contatto e vicino alle altre persone , sono allegre per lo più e con un umore positivo. Queste però sono indicazioni molto generali che possono variare  di molto, ad esempio una persona può essere molto in tensione e quindi poco allegra. La variabile soggettiva infatti quando si assume una droga è fondamentale e quindi poco serve osservare l’altro alla ricerca di segnali strani o che confermino qualche ipotetica diagnosi. È più interessante e utile entrare in contatto con la persona anche se si suppone sia in uno stato alterato e capire qual cosa … di lui in quel momento

Domanda: vorrei sapere la differenza tra MDMA e crystal meth. grazie

Risposta:

Le metanfetamine sono un gruppo nutrito di sostanze chimiche di sintesi la cui composizione molecolare può essere molto simile ma determinare effetti diversi: entrambe le sostanze a cui ti riferisci sono metanfetamine.
Quando si parla di "ice" , "shaboo" o " crystal meth" ci si riferisce a cristalli di d-metamfetamina cloridrato, con "speed" a metanfetamina sale o base in forma non cristallizzata e con una percentuale variabile di taglio.
L’MDMA è invece il principio attivo dell’ecstasy, una tra le metanfetamine più conosciute.

A loro volta, le metanfetamine - dal punto di vista molecolare - sono sostanze simili alle anfetamine, condividono con quest’ultime il meccanismo d'azione basato sul rilascio di neurotrasmettitori (dopamina, serotonina…) da parte delle cellule nervose.

La dopamina è il principale neurotrasmettitore del cervello emozionale. Oltre ad avere un grande ruolo nel coordinamento del comportamento motorio, è determinante per i comportamenti adattativi e le conseguenti implicazioni affettive. I processi emozionali del piacere e della ricompensa sono regolati dalla dopamina al pari delle gratificazioni conseguenti al mangiare, al bere, al riprodursi, al successo nella lotta e nella competizione. L'euforia connessa allo scampato pericolo è orchestrata dalla dopamina.
La serotonina è un mediatore nervoso che ha una presenza limitata nel cervello ma non per questo di secondaria importanza. Ha un grande ruolo infatti nella regolazione del sonno e del sogno, dell’umore, e nell'equilibrio di tanti parametri corporei.
Le metamfetamine sono dei simpaticomimetici ovvero stimolano il sistema nervoso simpatico
Il sistema nervoso Simpatico e Parasimpatico sono parte di quello che viene comunemente chiamato Sistema Nervoso Autonomo (Autonomo = non può essere controllato dal cervello). Si può dire che questi due sistemi lavorano in parallelo bilanciandosi l'un l'altro e direttamente o indirettamente influenzano quasi tutte le funzionalità del corpo (Es: frequenza cardiaca, i reni, i vasi sanguigni, lo stomaco e gli intestini)
Il sistema nervoso simpatico ha una funzione attiva di "eccitamento", il parasimpatico ha principalmente una funzione "rilassante".
Il sistema nervoso autonomo è di grande importanza in due situazioni: quelle d’emergenza che causano stress e ci richiedono di "attaccare" o "scappare", e situazioni di non-emergenza che ci permettono di "riposare". Quando il corpo reagisce a segnali di pericolo per esempio, il sistema simpatico fa sì che i polmoni e i bronchi si dilatino per darci più ossigeno.

Puoi leggere le schede presenti sul sito nella sezione “Leggi” (scheda anfetamine e scheda ecstasy) per avere maggiori informazioni sugli effetti di queste sostanze. Potrebbe interessarti anche la risposta alla domanda “che differenza c'è tra le anfetamine e le metanfetamine?” pubblicata nella sezione “domande agli operatori”.

Condividi contenuti