Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 30544 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Type the characters you see in this picture. (verifica con audio)
Inserisci il testo che vedi nell'immagine qui sopra. Se non riesci a leggerli, invia il modulo e una nuova immagine sarà generata. È indifferente a maiuscole e minuscole.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Archivio delle Domande agli Operatori: ecstasy

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Volevo far una domanda, ma l'ansia da mdma, e di altre sostanze simili.. come fanno a creare ansia? cioè un ansia senza senso su tutta la qualità di vita.. come mai?

Risposta:

 Si tratta di sostanze psicoattive (cioè che agiscono sulla mente) con effetto su vari centri nervosi in cui creano delle modificazioni temporanee. In particolare attraverso delle sostanze che sono presenti nel cervello, dette mediatori chimici, come la serotonina e la dopamina.

Tali alterazioni, a causa della ripetizione dell'uso, da reversibili possono diventare irreversibili. E possono quindi provocare dei problemi come l'ansia ed altri.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: Salve vorrei sapere quanto rimane nel sangue e nelle urine lsd e md grazie..

Risposta:

MDMA (principio attivo presente nell'exstasy)
permanenza nelle urine: dai 2 ai 4 giorni, tenendo però presente che l'exstasy può contenere MDMA in diverse percentuali e associazioni, per questo motivo il test può risultare poco affidabile.

LSD permanenza nelle urine: da 1 a 4 giorni  

Nel sangue i tempi di permanenza normalmente sono gli stessi.

Domanda: dilemmi shakespeareani :)

Ciao a tutti ho 22 anni e da circa un anno e mezzo faccio uso di mdma. Cerco di limitarne il più possibile gli effetti negativi (spesso "obbligo" i miei amici a idratarsi anche controvoglia o ad andare in bagno o a riposarsi, sotto effetto della sostanza) e so che è molto dannosa per l'organismo in generale, in particolare per il cervello. Nonostante tante buone premesse mi concedo di vivermi, cercando di lasciare trascorrere un discreto periodo di tempo tra un assunzione e l' altra (anche 10-15 settimane), qualche serata "migliore". Da qualche ricerca in internet ho appreso che l'mdma altera la produzione "normale" di serotonina, un neurotrasmettitore che regola l'umore, la sensazione di eventuale stanchezza, e altro (è proprio questa la ragione per la quale siamo più empatici, non abbiamo sonno, abbiamo, in generale, una diversa reazione ad alcuni stimoli). Arrivo al punto: dato che questa droga agisce a livello molecolare, alterando i livelli di alcune sostanze che sono già presenti nel nostro corpo, non sarebbe possibile creare una nuova sostanza che amplifichi solamente gli effetti positivi diminuendo drasticamente quelli negativi?? Sostanzialmente "migliorare" la sostanza (intendo anche sensibilizzando i compartamenti dei consumatori) al fine di renderla il meno dannosa possibile?? Creare una sorta di NZT se avete mai visto il film "limitless".

Risposta:

 Son contento, che le informazioni a tua disposizione sembrano sufficenti per evitare o ridurre  I rischi principali rispetto all’MD, in effetti, si deve stare bene attenti a rispettare il ciclo di riequilibrio della serotonina e quindi avere delle pause ampie è una buona regola.  Rispetto a quello che dici sulla possibilità di selezionare una sostanza più sicura, concordo con la tua riflessione ma mi sembra che una tale ricerca non possa stare dentro un mercato illegale dominato da mafie e comunque da un interesse selvaggiamente commerciale. Nessuno in quell’ambiente si preoccupa di un tale ipotetico prodotto perchè si cerca di mettere in circolazione prodotti più forti, di maggiore durata o con caratteristiche di incremento della potenza allucinatoria, passami il termine. C’è poi da dire che una tale raffinata sintesi sull’effetto della serotonina non è facile da ottenere. In tutti I modi dovrebbe essere possibile fare una ricerca sulla modulazione degli effetti delle droghe, in modo simile a quell ache si può fare sui farmaci. Questo è stato possible anche per le droghe ma quando sono state sperimentate per usi “legittimi” come l’uso militare. Tutto ciò fa parte di un dibattito sull’uso legale delle droghe su cui mi fermo, per ragioni di spazio.

Al di là dei piani generali, va anche detto, che spesso, i cattivi effetti vengono ottenuti da un cattivo uso; ad esempio si aumentano dosi oltre bisogno, non si rispetta le proprie condizioni soggettive di quell momento e cose di questo tipo. Diciamo per concludere che ci sono delle modalità per modulare gli effetti delle sostanze che dipendono anche dalla conoscenza e dale scelte che il consumatore fa. 
Stefano Bertoletti sostanze.info

Domanda: come evitare overdose di mdma ( cristalli ) ?

Risposta:

 per evitare sovradosaggi con MDMA in cristalli occorre stare attenti alla dose assunta. Bisogna evitare di mischiare più dosi insieme e poi dividersi il liquido in cui sono state sciolte. Non c’è garanzia che si assuma la stessa quantità una volta sciolta insieme. Qualcuno potrebbe prenderne troppa e avere un eccesso di effetto con conseguenze varie. Si dovrebbe sapere di che qualità si tratta, se ha effetti anomaly rispetto a durata e tempo in cui “sale”. Ormai la regola generale è che non si può essere certi che si tratta di MDMA, o altra sostanza simile, se non si analizza, in italia non è possible, vi sono infatti sostanze o mix di più principi attivi che hanno effetti più potenti, di maggior durata, e che fanno effetto con più lentezza. Questi casi danno spesso origine a sovradosaggi, soprattutto perchè si è assunto qualcosa di inatteso e sono saltate le poche regole che un consumatore può e dovrebbe usare. 

Stefano Bertoletti sostanze.info

Domanda: È grave se dopo l'assunzione di MD mi vengono dei movimenti spastici?

Risposta:

 Le metamfetamine hanno un effetto eccitante sul sistema nervoso centrale. I movimenti spastici sono indice di un eccesso di questa eccitazione. Esso potrebbe essere dovuto ad una particolare eccitabilità del tuo sistema nervoso. La situazione (ripetendo l'uso) può peggiorare e rivelarsi pericolosa.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: L'mdma la danneggia la memoria?

Risposta:

 I disturbi della memoria fanno parte dei possibili effetti tossici delle metamfetamine.

Domanda: Salveeeee io ho preso mdma in cristalli per la prima volta .. In cristalli ed ho calato circa 8 sorsi dalla bottiglietta era giusto come quantitativo come prima volta .

Risposta:

Non si capisce quanto era la quantità che hai sciolto quindi difficile risponderti sulla giusta quantità per la prima volta. Quando si ha che fare con pasticche pur non avendo la possibilità di testare la sostanza si possono indicare delle norme precauzionali tipo prendere mezza pasticca ed aspettare per rendersi conto dell’effetto prima di assumere il resto, oppure se in presenza di cristalli frazionare una quantità di un certo numero di dosi e poi assumerne una per volta a distanza di tempo sempre per rendersi conto dell’effetto che ti provoca  ma così è difficile non credi?

Stefano Bertoletti, sostanze.info

Domanda: positivo o negativo?

sono preoccupato..vorrei sapere se avendo fatto uso di 0.2/0.3 g g di md 30 giorni fa(oltretutto involontariamente perche mi hanno fatto uno scherzo stupido perche degli amici me l''anno messa in un coktail) se faccio il test del capello a breve, diciamo tra 7 giorni, risulta positivo o negativo? Vi prego e' urgente.

Risposta:

 se c'è una ricerca specifica sulla sostanza, si possono trovarlo 

Domanda: E' possibilie "cucinarsi" l'MDMA in casa? E se si dove trovare le ricette?

Risposta:

 

Ci chiedi informazioni che non sono di nostra conoscenza.

 

Domanda: test del capello a breve

Ciao, volevo chiedere visto che ho l'esame del capello ad aprile e non faccio uso di sostanze da quasi un anno ma a metà ottobre ho solo poggiato il dito in un po' di md e poi assaggiato con la lingua(era pochissima,quasi impercettibile) vorrei sapere se ci sono possibilità che esca positivo. Ho tagliato i capelli più volte fino a dicembre e da gennaio li sto facendo ricrescere. quindi penso che arriverò all'esame con una lunghezza di 4/5 cm (ho una forte ricrescita). Infine un ultima domanda: il fumo passivo di cannabinoidi può essere pericoloso e influire sull'esito dei test? (ultimamente sono stato 2/3 volte in case in cui si fumava e anche se c'erano le finestre aperte mi sto preoccupando di qualche brutta sorpresa)

Risposta:

 non risulta.

il fumo passivo praticamente non esiste

Condividi contenuti