Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 37710 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Refresh Type the characters you see in this picture. Type the characters you see in the picture; if you can't read them, submit the form and a new image will be generated. Not case sensitive.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Archivio delle Domande agli Operatori: eroina / informazioni sui servizi sociali e di recupero

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Vorrei consigli per quanto riguarda la mia dipendenza da eroina

Salve,sono un ragazzo di 21 anni e circa tre anni fa ho iniziato a sniffare e fumare eroina in modo saltuario. Ad esempio una pallina (0,3) a settimana o anche meno, (visto che per fortuna per acquistarla dovevo spostarmi parecchio dal posto dove vivo) dopo esser andato avanti cosi per qualche mese iniziai ad usarla sempre piu spesso fino ad arrivare ad assumere una due pallette al giorno e ad esserne dipendente, quindi decisi di lasciarla perdere del tutto, armandomi di forza di volonta riuscii a risolvere il problema senza dover ricorrere al metadone.. Fin qui tutto bene. L'estate scorsa avendo altri amici che ne fanno uso ho conosciuto due pusher che abitano e spacciano qui in zona ed ho riniziato ad usare eroina ma in modo molto piu frequente sin da subito fino ad arrivare ad assumerla ogni giorno.. Ora come ora sono circa 10-11 mesi che riassumo eroina ogni giorno, uso all'incirca mezzo grammo o poco piu ogni due giorni e sono consapevole del fatto che la mia situazione è recuperabilissima. Il problema ora come ora è il solito: che non riesco a stare senza, tante volte vado acquisto e mi ri prometto di usare il pezzo o i pezzi appena comprati per scalare gradualmente senza dover attraversare quei 4/5 giorni di "rota" fisica e ogni volta fallisco miseramente visto che appena sveglio inizio ad accusare i primi dolori naso che cola sudarella occhi lucidi ecc. e al pensiero di dover andare a lavorare in quelle condizioni mi crolla il mondo addosso.. Vorrei sapere secondo voi cosa sarebbe meglio fare per iniziare a risolvere questo problema, vorrei evitare di mettermi in cura al sert per tutta una serie di motivi (la gente che lo frequenta, la dipendenza che dà il metadone ecc.) ma piu vado avanti e piu inizio a pensare che forse non c'è altro modo dato che avendo attualmente un impiego non posso piu chiudermi in casa per giorni per superare l'astinenza.. Questa situazione mi snerva psicologicamente, non vorrei dare altre delusioni alla mia famiglia visto che sanno che ne sono uscito ma non sanno che ci sono ricaduto.. La cosa che mi fa piu pensare e che mi tormenta di piu è che è pieno di gente sfortunata che lotta per la propria vita contro sciagure e problemi gravi e io che ho la fortuna di avere una famiglia affianco e di vivire in un situazione abbastanza normale la butto nel cesso ogni giorno buttandomi in corpo quello schifo.. So che la mia non è una vera e propria domanda ma sarei contento di ricevere da qualcuno di voi pareri e consigli a riguardo.. Grazie!

Risposta:

 Non perdere ulteriore tempo, tormentandoti in domande e tentativi falliti. Vai al Sert e inizia un trattamento. Ne proverai un immediato sollievo

Domanda: sert non vuole darmi giusta quantità metadone

Buongiorno, avrei bisogno di un consiglio: negli ultimi 2 anni ho usato metadone in dosi sempre crescenti e acquistandolo in nero (non uso sostanze pesanti dal 2003) per una serie di motivi mi ci sono trovato dentro pesantemente (30ml concentrato=150mg e ho pure scalato da 200) e non ho chiesto aiuto al sert della mia cittadina in quanto prima avevo grossi problemi con gli orari dovuti ai turni di lavoro che non erano compatibili con gli orari di somministrazione e poi avevano chiuso le prese in carico...ora mi sono accorto di stare esagerando e dal 1 aprile, appena il sert ha riaperto le prese in carico mi sono sottoposto a tutta la trafila (colloquio con ass. sociale, medico e psicologo che pure già mi conoscono dalla precedente presa in carico) per iniziare la terapia...facendo confusione tra mg e ml nn mi sono accorto che la dott.ssa aveva capito 6ml=30mg nnstante fossi stato chiaro anche con ass. sociale e psicologo...stamani ho iniziato e non mi hanno voluto dare più di 50mg (la dott.ssa era in ferie e la sua sostituta mi ha detto che mai mi avrebbero dato tale quantità pur andando tutti i giorni a bere e con urine sporche solo di metadone)...lavoro, ho relazioni sociali ma questa situazione mi sta consumando e l'idea di non poter abbandonare il mercato nero a meno di fare un'astinenza pazzesca (passare da 150 a 50 in un giorno è impossibile se voglio continuare a lavorare) è inconcepibile...cosa mi consigliate di fare? Inoltre ho appena finito la terapia anti epatite C e sono negativo al primo esame un mese dopo la fine della terapia: nn posso chiedere ancora giorni di malattia e nn voglio rischiare di prendere altre malattie acquistandolo in nero...grazie

Risposta:

Forse potresti assumere 50 di fronte a loro. Dopo alcune ore tornare al sert e
chiedere di essere visitato di nuovo quando i sintomi d'astinenza saranno di nuovo
presenti

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: tornerò dall estero tea pochi giorni, sono da 2 mesi in terapia da subutex, avendo l affidamento di una bimba, richiedere al sert la cura compromettere l affidamento?

Risposta:

l'affidamento viene compromesso se la persona rifiuta di curarsi. Se ti presenti ad un ser.t. immaginiamo che lo farai per continuare la cura.

Domanda: se vado al sert gli assistenti sociali mi piomberanno in casa per portare via nostro bambino?... la Mamma e' sana e non sa nulla!!!...viviamo insieme,potrebbero portare via il bambino anche a lei?

Risposta:

 il bambino non viene portato via nè da te nè dalla madre. Se vai al ser.t. è per curarti e non si priva una persona di un figlio solo perchè si sta curando

Domanda: Disintossicarsi dall'eroina: come?

Salve a tutti e prima di tutto GRAZIE per il meraviglioso servizio che offrite. Sono una ragazza di 22 anni con un fidanzato di 23 che da 6 anni fa uso di eroina. Una volta è riuscito a disintossicarsi ed è riuscito a stare bene per 9 mesi, due anni fa è purtroppo ricaduto nell'oblio. Stiamo insieme da un anno, durante il quale credo di averle viste proprio tutte... Ora stiamo cercando insieme un metodo efficacie per cercare di "riportarlo in vita".. E qui la mia domanda.. Vorrei sapere da voi quali sono, oltre ai classici sert e comunità, i metodi di disintossicazione da eroina esistenti qui in Italia.. Abbiamo cercato a lungo ma a parte cliniche che chiedono TROPPI soldi non abbiamo trovato altro; e visto che in rete è facile che qualcosa sfugga chiedo a voi se poteste per favore elencarmeli. Grazie di cuore.

Risposta:

 non esistono altre strade che quelle tradizionali, ovvero sert e comunità. Tutto il resto serve solo a perdere soldi, tempo e salute.

E negarlo serve solo ad allungare i tempi per uscirne (e soprattutto a lui per continuare a farsi)

Domanda: Mio figlio di 28 anni fa uso di cocaina, EROINA E psicofarmaci. Ogni volte che ci ha chiesto aiuto e poi finito sempre con lo scappare di casa per ritornare da una tossica di 40 anni che vive a tor bella monaca (un quartiere degradato di roma).

L'ultima fuga lei si è permessa di dire che non non possiamo forzarlo ad andare in comunità. È pazza dice che solo lei lo può salvare. Premetto che qualche settimana fa è andato in overdose a casa di lei. Gli hanno fatto 9 narcan Come posso salvare mio figlio?

Risposta:

 Caro lettore, mi dispiace molto per la vostra situazione. Provo a dirti le cose che voi genitori potreste fare. Devo premettere che nessuno può imporre ad una persona di curarsi. Neanche i genitori nei confronti di un figlio che si sta facendo del male e rischiando di morire. Tuttavia voi siete gli unici a poterlo aiutare, non può farlo certamente una persona che usa sostanze anch'essa. Penso che la prima cosa da fare sia rivolgervi per una consulenza al sert competente per residenza. Insieme agli operatori del sert potreste pensare ad una strategia per convincere vostro figlio a curarsi. La prima cosa da fare, prima di pensare ad una comunità, è iniziare un trattamento farmacologico che aiuti vostro figlio a proteggersi quanto possibile da overdose da eroina. Forse questo potrebbe essere un primo passo che potrebbe accettare, mentre andare in comunità forse per lui al momento è un'idea troppo pesante. Per il resto dovete stargli, per quanto possibile, vicini senza biasimarlo e giudicarlo, ma fermi sul fatto che l'unico modo che avete per aiutarlo è accompagnarlo nel percorso di cura. Non è detto che questo serva ma certamente è quello che può servire di più.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: Ciao.mi chiamo Federica.ho un paio di problemi,sono intossicata da oppiacei e vorrei iscrivermi al Sert.il fatto è che ho ancora ho la residenza a.carpi dove abito e invece dovrei averla dove l ha fatta mia madre,ma è una.stronza.e se parliamo mi agg

Aggredisce(e non sa neanche delle sostanze!) quindi non mi risponde.e.non me.la.fa.fare come faccio? Io a carpi non voglio farla Spero in una risposta!ciao e grazie tante!

Risposta:

 devi andare al ser.t. ed esporgli il tuo problema. Saranno loro a decidere se possono (o non possono) prenderti in carico e seguirti

Domanda: Astinenza eroina e comportamenti

Salve, mia sorella è iscritta al ser.t a causa della dipendenza dall'eroina. Credevo fosse pulita da mesi ormai ma 2 giorni fa è entrata in stanza in piena astinenza "ordinandomi" di prepararle una dose perché stava male e non capiva nulla. Io le ho detto di no e le ho chiesto cho gliela aveva data ma a quel punto ha iniziato ad urlare e lanciarmi cose e tentato di aggredirmi. Io sono scappata (viviamo sole) e non sono ancora tornata. Ma mi chiedo è normale che diventi violenta anche contro di me che l'ho sempre aiutata (e appunto a volte le preparavo le cose sotto sua richiesta..)? Sto malissimo. Devo riferirlo al ser.t competente che lei oltre al metadone usa ancora eroina? Grazie

Risposta:

 se vuoi aiutarla devi assolutamente riferire al ser.t. quello che sta accadendo. Anche perchè è molto probabile che tua sorella in questi ultimi due giorni abbia abbandonato il programma. Altrimenti non si spiegherebbero l'aggressione nei tuoi confronti e la richiesta di prepararle una dose.

Domanda: Come si chiamano i Sert in Germania? qualcuno sa se ce ne sono ad Hannover o in qualche città della Germania del nord? come posso trovare metadone in germania..aiutoo è urgente!

Risposta:

su questo sito trovi le info che cerchi www.indro-online.de/travel.htm

Domanda: salve, riformulo la domanda e' questa vorrei capire i disturbi che può avere una persona che ha assunto eroina per anni, disintossicandosi con percorso comunitario senza terapia farmacologica.

Risposta:

 continuiamo a non comrpendere il senso della tua domanda, ma proviamo comunque a risponderti.

Se la persona ha correttamente portato a termine il percorso comunitario, non crediamo ci possa essere alcun tipo di disturbo a livello fisico (se non quelli già esistenti prima o nel periodo della tossicodipendenza, se non affontati e risolti a livello farmacologico).

A livello psicologico la cosa può essere molto più articolata, ma non conoscendo la persona di cui stai parlando, è impossibile formulare ipotesi in merito

Condividi contenuti