Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 51386 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Archivio delle Domande agli Operatori: tutte / consigli medici

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Ma quindi il metadone e´ come l eroina ?

Scusate innanzitutto se ho fatto troppe domande , non vorrei esagerare , ma siete l unico aiuto vero che ho mai trovato in rete . La mia situazione mi induce a fare delle decisioni che da solo non sarei in grado di prendere , data la mia ignoranza in materia . Faccio uso di eroina da quasi 2 settimane , sniffandola , 0,3 g al giorno in piu´ non so´nemmeno quanto sia pura , amici mi hanno detto che quello che compro e´perlopiu´ un misto di veleno per topi , sonniferi e una sostanza a me sconosciuta simile al metadone o al subutex. Vorrei smettere ma non so come , mi avete consigliato l uso di metadone , mentre amici miei mi dicono che il metadone e´come l eroina quindi sarei punto e a capo. Ma il metadone da dipendenza se usato per 3-4 giorni per passare la crisi d astinenza ? GRAZIE

Risposta:

E’ difficile sapere cosa ci sia in una sostanza illegale acquistata al mercato nero. Ci può essere realmente di tutto. In genere però c’è anche un po’ della sostanza che ci dicono di venderci. In questo caso l’eroina. E’ molto difficile giudicare in questa sede la tua situazione. Non possiamo, ad esempio, sapere quale sia il tuo livello di intossicazione. E’ vero che il metadone da’ una dipendenza (come tutti gli oppiacei) ma è, insieme alla buprenorfina, attualmente il migliore farmaco per la cura della dipendenza da eroina. La sua dipendenza è fondamentalmente fisica (e non psichica) e questo fa si che a partire da un dosaggio adeguato sia possibile ridurne progressivamente la quantità fino a zero. Il pericolo principale non è la dipendenza da metadone, ma quella da eroina che invece oltre alla dipendenza fisica da una forte dipendenza psichica. E questo è il vero problema di tutte le dipendenze da sostanze. Ti consigliamo di rivolgerti ad un servizio e chiedere di essere aiutato a fare proprio quello che tu hai pensato ovvero una cura con il metadone o la buprenorfina con una progressiva riduzione della quantità. Le cure “fai da te” in genere hanno poco successo.

Domanda: ESAMI DOPO RITIRO PATENTE PER GUIDA IN STATO DI EBBREZZA.

BUONGIORNO, SONO UN RAGAZZO DI 21 ANNI CHE PER IL GIORNO DEL SUO COMPLEANNO E' STATO FERMATO DALLA POLIZIA STRADALE. PATENTE RITIRATA IN DATA 11/8. IN DATA 24/8 MI ARRIVA A CASA LA LETTERA DEL PREFETTO CHE DICE DI PRENOTARE APPUNTAMENTO ALLA COMMSSIONE MEDICA PROVINCIALE "IN QUANTO SUSSISTONO DUBBI SULLA PERSISTENZADEI REQUISITI PSICOFISICI NECESSARI PER IL MANTENIMENTO DELLA PATENTE DI GUIDA". DOMANDA: IO HO FATTO USO DI CANNABINOIDI QUALI HASCHISH E MARIJUANA FINO A IERI SERA, E HO ANCHE BEVUTO 2 SUPERALCOLICI IN DATA 22/8 SERA. PER QUANTO TEMPO RIMANGONO NELL'ORGANISMO QUESTE SOSTANZE, SE IO DA OGGI IN POI SMETTO SIA DI BERE CHE DI FUMARE?? VORREI UNA CHIARIFICAZIONE IN BASE ANCHE AL TIPO DI CONTROLLO CHE MI VERRA' FATTO (URINE CAPELLO O SANGUE). SE IO CHIAMO IN QUESTI GIORNI LA COMMISSIONE MEDICA QUANTO E IL TEMPO DI ATTESA PER PRESENTARSI? CI STA CHE MI DIANO L'APPUNTAMENTO ANCHE TRA 2 O 3 MESI? IN DEFINITIVA RIESCO AD ARRIVARE PULITO AL CONTROLLO O NO???? GRAZIE MILLE. SALUTI

Risposta:

Vediamo di rispondere ai tuoi quesiti

Permanenza nell'organismo di sostanze.

Come abbiamo già scritto molte volte il tempo di "smaltimento" del thc è molto lungo e quindi esso può essere rilevato in un campione urinario anche per un mese o più. Ovviamente esiste una relazione molto stretta fra quanto si è fumato, da quanto tempo si fuma e la capacità, sempre diversa, del proprio organismo di metabolizzare (smaltire) la sostanza.

Se ad esempio nel tuo caso hai fumato le 15 "canne" in un breve periodo di tempo è probabile che anche dopo 25 giorni qualche traccia sia presente nelle urine.

Per quanto riguarda il consumo di alcolici vengono ricercate eventuali aletrazioni del fegato e delle transaminasi tramite specifici test moirati quali il CDT.

Ovviamente più è lungo il periodo in cui la persona ha smesso di assumere alcolici e più facilmente l'organismo rientra nei valori normali.

I tempi di attesa variano enormemente da commissione a commissione e da regione a regione e da provincia a provincia in base alla quantità di lavoro che si trovano a dover affrontare le singole commissione.

 

 

 

Domanda: Sono sotto subuxone 16 mg ma li finisco sempre il giovedì. poi mi copro fino al martedì con Oxycotin che finisco 29 pastiglie da 20mg,ovviamente non sto bene.Che danni posso subire?

La psichiatra non vuole aumentare la dose del Sub.

Risposta:

 Il rischio è che tu aumenti progressivamente la dose di Oxycontin, e di aumentare il dosaggio di Suboxone terminandolo sempre prima. Di fatto è una terapia con Suboxone che non sta funzionando.  

Mi verrebbe da dire che la cosa più opportuna apparentemente sarebbe quella di adeguare i l dosaggio di suboxone, e di sospendere momentaneamente l’affidamento del farmaco per monitorare meglio la situazione,  ma forse la tua psichiatra ha buoni motivi per non farlo o forse tu non sei stato abbastanza chiaro con lei riguardo le tue difficoltà
Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: Terapie sostitutive alternative a quelle riconosciute

Buongiorno gentiliss.ma Redazione, vorrei un parere medico da voi, riguardo le alternative alle terapie sostitutive riconosciute in Italia. Mi riferisco in particolare al SUBSTITOL, ovvero morfina solfato a lento rilascio, che dura 24h, permettendo 1 sola assunzione giornaliera, in uso nella cura alla tossicodipendenza in diversi Stati Europei. Al di là degli aspetti burocratici, di cui sappiamo bene come sia ostantivo in Italia, secondo voi, come funziona? E' un'alternativa valida al metadone/bpn? Permette davvero di curare la TD? Può dare risultati concreti per la guarigione, oltre che al semplice mantenimento con riduzione del danno? Vi ringrazio e vi saluto calorosamente. T.p.M.

Risposta:

 Caro Tpm, scusa per il mio ritardo nel risponderti. Potrei risponderti in due modi. Il primo (visto che per ovvi motivi non posso avere un'esperienza diretta come medico) sarebbe quello di fare una revew nella letteratura scientifica e riferirti. il secondo è esprimerti il mio parere in merito. Al momento seguo questa strada. Le terapie sostitutive nella terapia della dipendenza da oppiacei sono state e sono molto importanti. Come già sai, sono utili per la cura della dipendenza fisica e per la cura del craving (e a tanto altro....). Si sono rivelate meno efficaci rispetto ad una cura definitiva della dipendenza da oppiacei. Una guarigione completa è soggetta a fattori complessi cui nessun farmaco è riuscito fino ad ora a dare una soluzione. L'utilizzo di morfina a lento rilascio (presente da tantissimi anni in Italia per la cura del dolore) può, a parer mio, essere utile (e certamente lo è) come possibilità alternativa alle terapie presenti in Itala in relazione agli obiettivi possibili di cui ho detto sopra, ma purtroppo non penso possa essere in grado di costituire una terapia definitiva di questa dipendenza. Mi riservo di fare un viaggio nella letteratura scientifica e di riferirti.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: Vorrei sapere quanto dura la presenza di alcool, thc e cocaina nelle analisi delle urine e del sangue?grazie mille...

 

Risposta:

Il thc può essere presente nelle urine fino ad un mese
(si tratta di una molecola che si accumula nel grasso e da questo poi viene rilasciata molto lentamente).
La cocaina in genere viene ritrovata nelle urine fino a 3-5 giorni.
Nel sangue tali sostanze sono presenti per tempi più brevi.
Normalmente questo tipo di ricerca nel sangue non viene effettuata.
Infine, l'alcool nel sangue è presente solo per tempi molto brevi (ore).

Come abbiamo già detto per domande analoghe alla tua, se vuoi ulteriori approfondimenti puoi digitare la parola “urine” nel box “domande agli operatori - cerca nell’archivio” della pagina di apertura del sito, ed avrai tutte le risposte che abbiamo dato ai nostri lettori su questo argomento.

Domanda: Buonasera,dopo la seconda segnalazione per art 75 è possibile che non mi venga ritirata la patente di guida?quanto dura il periodo al Sert se si segue il percorso volontario ?fanno analisi urine giusto?grazie mille anticipatamente

Risposta:

dopo la seconda segnalazione per art 75 è possibile che non mi venga ritirata la patente di guida?

Poco probabile
quanto dura il periodo al Sert se si segue il percorso volontario ?
lo decide il ser.d. e comunque un minimo di qualche mese
fanno analisi urine giusto?
no, anche del capello

Domanda: Codeina e metadone

Buonagiornata e grazie in anticipo del lavoro svolto. Causa ernia del disco ho assunto sotto prescrizione dextrodal 1cp la sera(quando torna il dolore) contenente 65mg tramadolo. Attualmente abbiamo cambiato questo farmaco con il coefferalgan 2cp la sera 60mg codeina.ancora non ho preso nemmeno una compressa. Inoltre sono in cura al sert con 20mg di metadone al giorno che prendo verso le 7 di mattina.non uso nessuna sostanza illegale da oltre dieci anni. Non uso alcol. Volevo chiedervi se il blocco narcotico dei recettori ad opera del metadone puo impedire al tramadolo ed alla codeina di avere un adeguato effetto anlgesico. In tal caso forse aumentare la dose di metafone di 5 0 10mg da assumere la sera possono aiutare a non far ritornare i dolori.....ovviamente il problema risiede nel fatto che non voglio aumentare la dose in quanto ho deciso di toglierlo e senza questa problematica ci sarei riuscito. Grazie mille

Risposta:

 La tua osservazione è corretta. Tuttavia solo provando ad assumere il farmaco puoi

sapere con certezza se e quanto è efficace.Di aumentare la dose di metadone non
mi sembra il caso. Semmai, in collaborazione con il medico che ti ha prescritto la
codeina, può essere più opportuno regolare la dose della codeina.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: per 3 anni ho sniffato coca, 2-3 gr al mese, un anno ho smesso ed ora sporadicamente, danni celebrali?

Risposta:

 La possibilità di contrarre danni cerebrali a causa dell’uso della cocaina dipende da vari fattori.
La durata dell’uso. La quantità di cocaina assunta. La modalità di tale assunzione. La sensibilità individuale. La compresenza di malattie (cerebrali, cardio-vascolari, psichiatriche…).
Un’altra cosa è certa: non si può prevedere prima cosa possa succedere.
Anche perché la dipendenza fa perdere il controllo e, quando si è instaurata, il freno costituito dal fatto di sapere che si va incontro a dei danni è poco efficace.
I danni sono in genere di tipo psichico o psichiatrico:  da disturbi della memoria e dell’attenzione fino a delle psicosi vere e proprie.
La possibilità di evidenziare danni agli esami strumentali (come la risonanza magnetica) può esserci solo in casi molto gravi in cui, magari, si sono associati dei danni cerebrali dovuti agli scompensi vascolari provocati dalla cocaina stessa. I danni psichici di cui abbiamo detto possono essere molto gravi anche in assenza di riscontri di tipo strumentale.
Naturalmente il nostro consiglio non può essere che di smettere del tutto. Il fatto che tu sia riuscito a ridurre le quantità e la frequenza dell’uso fa pensare che una forte dipendenza non si sia ancora presentata e le possibilità di smettere ora sono, con tutta probabilità, superiori a quelle di smettere in futuro.

Domanda: sono invalido civile al 100% per apnea notturna e dormo con la cpap. .devo rinnovare la patente B..posso avere problemi?

Risposta:

Il quesito che ci poni esula dalla materia che viene trattata su questo sito, ma siccome siamo convinti che i nostri lettori devono comunque avere una risposta alle domande che ci pongono, abbiamo girato la tua richiesta alla Commissione Medico Legale della ASL di Firenze.

La responsabile della C.M.L. ci ha dato una risposta generale ed una di dettaglio che, non sapendo dove sei residente, potrebbe non esserti immediatamente utile.

Comunque quella è la procedura da seguire.

Gli invalidi civili per il conseguimento/rinnovo della patente devono esibire un certificato rilasciato dalla commissione patenti ex Codice della Strada e Regolamento attuativo.
La prenotazione della visita può essere fatta online  (commissione.patenti@asf.toscana.it ) o a Villa Fiorita nei giorni di  lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9 alle ore 13.

Domanda: Sertralina + Amisulpride

Buongiorno, ho 33 anni e sono in cura da 16 anni a questa parte da uno psichiatra, alternando diverse terapie farmacologiche per i seguenti disturbi: ansia, depressione e disturbi ossessivo compulsivi tra cui i disturbi del comportamento alimentare (parecchio invasivi). Scrivo qui perché al momento, almeno per qualche settimana, sono impossibilitata a recarmi dal mio dottore, e non oso mai scrivergli in privato salvo che per delle emergenze. Ho una storia clinica lunghissima, dal 1992 ad oggi, ma senza scendere in dettagli (se sarà utile li fornirò), al momento la mia terapia consiste nell'assunzione giornaliera di Sertralina 100mg + Amisulpride 200mg. Ho qualche domanda in merito: 1- ogni volta che provo a scalare il dosaggio (seguendo le indicazioni del terapeuta) ho dei pesantissimi down, l'ultimo mi ha portata perfino a desiderare di fare uso di droghe pesanti per poter spegnere il mio cervello turbolento e non essere più preda dei miei demoni interiori (premetto che sto attraversando un periodo complicatissimo della mia vita per motivi familiari). Appena ho realizzato che potesse trattarsi di un effetto della riduzione, sono tornata al dosaggio precedente e sono stata meglio (non ottimamente, ma meglio ... c'è da dire che non sono mai stata bene, a parte un periodo di qualche anno intorno al 2008, periodo in cui facevo largo uso di cannabinoidi). Può trattarsi di dipendenza? Riuscirò ad avere una vita senza farmaci prima o poi? Il mio dottore è possibilista su questo, ma io vorrei vivere senza e invece mi sento schiava di queste terapie. 2- possono esserci interazioni tra la terapia che sto seguendo e l'uso di orlistat? 3- Negli ultimi giorni avverto una stanchezza eccessiva, molta sonnolenza - e questo potrebbe derivare dall'esser tornata "a bomba" con la terapia farmacologica - e in più spesso ho alle braccia e alla mano destra la sensazione di addormentamento/intorpidimento ... Spero di avere una vostra risposta in merito a questi quesiti.. sono un po' preoccupata...

Risposta:

 Non conosco la tua storia clinica ma se lo specialista che ti segue è possibilista credo che tu gli possa dare fiducia. Forse non è il momento giusto per ridurla. Il tuo obiettivo è cercare di stare meglio possibile e se in questo momento significa assumere una terapia psicofarmacologica, credo che ne valga la pena.  Non è una dipendenza perchè questi farmaci non ne danno.

Non ci sono interferenze con orlistat, ma per sicurezza assumi la terapia lontano dai pasti e dalle compresse di orlistat
Laura Calviani medico sostanze.info
Condividi contenuti