Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 26786 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Type the characters you see in this picture. (verifica con audio)
Inserisci il testo che vedi nell'immagine qui sopra. Se non riesci a leggerli, invia il modulo e una nuova immagine sarà generata. È indifferente a maiuscole e minuscole.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Archivio delle Domande agli Operatori

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Effetti collaterali cipralex

Salve,dà circa un mese stò prendendo il ciprlex, per curare l' ansia e gli attacchi di panico prescrittomi dallo psichiatra. Contemporaneamente ho sospeso l' assunzione di marijuana che usavo appunto per curare questi sintomi. Però sono comparsi innumerevoli effetti collatareli trà i quali: diminuzione dell' appettito, bocca secca, problemi di erezione, digrinare i denti e sopprattutto insonnia ed icubi quasi allucinazioni. Secondo voi è normale avere tutti questi effetti collaterali dovuti al farmaco? Oppure alcuni di questi effetti sono dovuti alla sospensione improvvisa di thc? Vi prego datemi qualche iformazione, non riesco a sopportare qusti effetti. Cumungue proverò nuovamente a sentiro lo specialiststa. Vi ringrazzio del servizio che fornite.

Risposta:

E’ possibile che le cause dei disturbi siano tutte e due. Certamente il thc è una pessima medicina per l’ansia in quanto può, in certi casi, farla passare ma finito l’effetto può esserci un suo aumento. Un farmaco SSRI (come il cipralex) può essere utile. In genere gli effetti “positivi” di questo farmaco compaiono dopo due o tre settimane, mentre gli effetti collaterali iniziano subito. Questi effetti però con il tempo tendono a scomparire. La possibilità di insorgenza di questi disturbi è molto variabile da persona a persona. Per fortuna il Cipralex non è l’unico farmaco di questa famiglie e ne esistono altri che possono essere meglio tollerati da te. Fai bene a parlarne con lo psichiatra per poter decidere insieme a lui se continuare con il Cipralex o magari provare se un altro farmaco della stessa famiglia ti evita gli effetti collaterali di cui soffri.

Domanda: vorrei sapere se il sovraddosaggio di sonniferi come l'halcion procura danni neuro-celebrali?

Risposta:

Halcion è il nome commerciale della molecola triazolam. Questo farmaco fa parte degli psicofarmaci ed in particolare del gruppo delle benzodiazepine, che hanno fondamentalmente tre tipi di azioni: ansiolitica, miorilassante, ipnotica.
Le benzodiazepine sono farmaci che possono dare diversi problemi.
Possono provocare una dipendenza sia fisica che psichica, anche di grado elevato.
Possono provocare degli effetti “paradosso”: disinibizione, agitazione, fino alla violenza.
Possono dare disturbi della memoria e dei riflessi. Ma anche disturbi del sonno di vario genere.
Dopo un sovradosaggio prolungato ci possiamo aspettare sicuramente una dipendenza fisica e psichica.
Possono inoltre permanere disturbi del carattere, della memoria e dell’attenzione.
Non sono a nostra conoscenza studi che dimostrino chiari danni cerebrali rilevabili strumentalmente.

Domanda: COSA SONO LE MAO-INIBITORI?

Risposta:

Si tratta di farmaci detti “antidepressivi di prima generazione”
Erano usati alcune decine di anni fa, ma poi sono andati in disuso in quanto avevano degli effetti collaterali piuttosto pericolosi.
“MAO” è la sigla di monoaminossidasi che è un sistema enzimatico presente soprattutto nel tessuto cerebrale e nel fegato, deputato al catabolismo (distruzione) delle catecolamine (adrenalina, nor-adrenalina, dopamina, serotonina), delle amine simpatico-mimetiche indirette (tiramina, amfetamine) e di altre sostanze contenute in alcuni cibi (bevande alcoliche, formaggi e molti altri) e di alcuni farmaci.
Gli I-MAO agiscono come inibitori del sistema delle monoaminossidasi (da cui la sigla), comportando un aumento della concentrazione delle catecolamine nel sistema nervoso centrale. Questo meccanismo è responsabile dell’effetto antidepressivo di questi farmaci.
Gli I-MAO presentano numerosi effetti collaterali come ipotensione ortostatica, diarrea, edemi periferici, crisi ipertensive, e numerose interazioni con altri farmaci e alimenti. Il paziente in trattamento con I-MAO non deve assumere, pertanto, cibi contenenti tiramina (formaggio, vino, ogni cibo proteico impropriamente conservato o fermentato, cioccolato, fichi secchi, ecc.) o composti simpaticomimetici (anfetamine, efedrina, yoimbina, ecc.) poichè si possono verificare crisi ipertensive anche molto pericolose.
Con gli I-MAO si può verificare anche la sindrome serotoninergica (caratterizzata da dolore addominale, diarrea, vasodilatazione cutanea, sudorazione, ipertermia, tremore).

Domanda: per 3 anni ho sniffato coca, 2-3 gr al mese, un anno ho smesso ed ora sporadicamente, danni celebrali?

Risposta:

 La possibilità di contrarre danni cerebrali a causa dell’uso della cocaina dipende da vari fattori.
La durata dell’uso. La quantità di cocaina assunta. La modalità di tale assunzione. La sensibilità individuale. La compresenza di malattie (cerebrali, cardio-vascolari, psichiatriche…).
Un’altra cosa è certa: non si può prevedere prima cosa possa succedere.
Anche perché la dipendenza fa perdere il controllo e, quando si è instaurata, il freno costituito dal fatto di sapere che si va incontro a dei danni è poco efficace.
I danni sono in genere di tipo psichico o psichiatrico:  da disturbi della memoria e dell’attenzione fino a delle psicosi vere e proprie.
La possibilità di evidenziare danni agli esami strumentali (come la risonanza magnetica) può esserci solo in casi molto gravi in cui, magari, si sono associati dei danni cerebrali dovuti agli scompensi vascolari provocati dalla cocaina stessa. I danni psichici di cui abbiamo detto possono essere molto gravi anche in assenza di riscontri di tipo strumentale.
Naturalmente il nostro consiglio non può essere che di smettere del tutto. Il fatto che tu sia riuscito a ridurre le quantità e la frequenza dell’uso fa pensare che una forte dipendenza non si sia ancora presentata e le possibilità di smettere ora sono, con tutta probabilità, superiori a quelle di smettere in futuro.

Domanda: Salve sono stato convocato per un colloquio dalla prefettura vorrei sapere se mi faranno analisi e quali

Risposta:

il colloquio presso la prefettura non prevede analisi dato che non è un presidio sanitario

Domanda: Attivita' socialmente utili

Buonasera, mi hanno ritirato la patente per 1 anno tasso alcolico 1,58, macchina intestata a me quindi sequestro del mezzo.Il mio avvocato e' riuscito non so come a farmela portare a casa .Mi ha consigliato di fare le attivita' socialmente utili per ridurre periodo di sospensione e multa e ho accettato(340 ore) .Sono passati 6 mesi e ancora non e' stata fatta nessuna sentenza . Quanto devo aspettare? Ma tutte quelle ore mi servono per riavere la macchina? Mi ha parlato di dissequestro ma non mi ha spiegato bene.E' possibile ridurre queste ore?

Risposta:

è il giudice che decide la tempistica e i termini con cui dovrai svolgere gli LSU.

La macchina non ci risulta che rientri in questo ambito, dato che gli LSU servono per pagare multe e ridurre eventualmente il periodo di sospensione

Domanda: salve, vorrei farvi solo una semplice domanda

Devo fare il mio secondo test del capello x droga...e da poco piu di 3 mesi che non fumo e andro' a fare il test tra due settimane quindi saranno poi gia 4 mesi...andando con 3cm non dovrei risultare positivo ma la mia domanda è negli ultimi giorni sono stato 2 sere a contatto con gente che fumava parecchio, quando potevo uscivo x respirare aria fresca e pulita..in qualche modo potrà incidere nel test?? Vi ringrazio in anticipo per la risposta...ciao e grazie..

Risposta:

no, anche perchè il capello prima della analisi viene accuratamente lavato per evitare possibili contaminazioni esterne

Domanda: Salve , a fine mese scade il periodo di sospensione ma le analisi del sangue le ho tra altri 6 mesi .Posso chiedere di anticipare questi esami? purtroppo la richiesta l ho inviata troppo tardi , oppure altre soluzioni esistenti?

Risposta:

 devi chederlo e concordarlo con la CML,

se a loro va bene, puoi procedere con l'anticipo delle analisi

Domanda: Sono stato fermato in stato di ebbrezza ormai un anno fa e mi è stata sospesa la patente per un anno. Vorrei sapere se nelle analisi del sangue cercheranno anche le benzodiazepine (Tavor) di cui faccio uso da più di vent'anni regolarmente prescritte

Sono stato fermato in stato di ebbrezza ormai un anno fa e mi è stata sospesa la patente per un anno. Vorrei sapere se nelle analisi del sangue e urine cercheranno anche le benzodiazepine (Tavor) di cui faccio uso da più di vent'anni, regolarmente prescritte dal medico, e se nel caso le trovassero mi verrà ridata comunque la patente? Non posso vivere senza l'auto!

Risposta:

Il Tavor di solito viene prescritto per 8-12 settimane; non so se la CML possa considerare congrua una terapia ventennale... Comunque l'orientamento delle commissioni è molto vario e, per quanto riguarda le analisi, frequentemente le benzodiazepine vengono cercate nell'urina.

 

Domanda: ciao!

volevo sapere, in alcuni post dite che una sola assunzione difficilmente viene rilevata dal test del capello sulle sostanze. Alcuni utenti scrivono 1 dose.. Ma quella "dose" che se assunta un'unica volta teoricamente non verrebbe rilevata a cosa si riferisce esattamente? Un gr? Una raglia ? non capisco se c'è una specie di quantitativo "limite" al di sotto del quale non si alza in cut offre della tal sostanza.

Risposta:

è possibile che le sostanze incorporate nella matrice cheratinica possano migrare (per pochi millimetri) anche in senso verticale, allargando la zona “sporca” del capello, calcolata tenendo conto dell'associazione fra lunghezza e periodo di tempo esplorato.

Condividi contenuti