Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Alcol e tabacco peggio di canapa, mdma e lsd (da Lancet e Repubblica)

"Alcol e fumo peggio della cannabis"
I risultati shock di una ricerca inglese

di ENRICO FRANCESCHINI

Su Lancet pubblicato lo studio di autorevoli studiosi britannici.
Sono più nocivi anche dell'ecstasy e dell'Lsd

LONDRA - Le droghe legali fanno più danni di alcune delle più diffuse droghe illegali. Alcol e tabacco sono più pericolosi per la salute di cannabis, Lsd ed ecstasy, dunque vanno considerati alla stregua dei narcotici più nocivi anche se è possibile acquistarli al supermarket e dal tabaccaio. Ad affermarlo sono alcuni dei più autorevoli studiosi ed esperti britannici, in un rapporto pubblicato dalla rivista scientifica Lancet. Il sistema di classificazione della gravità delle droghe attualmente usato da governo, magistratura e forze dell'ordine nel Regno Unito, dicono nel documento, è "arbitrario", non tiene conto dei dati oggettivi e dunque va radicalmente modificato.

Gli studiosi, tra i quali membri del comitato che agisce da consulente governativo in materia di droghe, offrono una nuova classificazione, in cui alcolici e tabacco figurano rispettivamente al quinto e al nono posto fra le venti droghe più socialmente pericolose, suggerendo che le autorità ne tengano conto nel predisporre misure per affrontarne le conseguenze. L'iniziativa ha ricevuto ampio spazio sulla stampa londinese, con il Guardian che le ha dedicato ieri il principale titolo di prima pagina.

"Siamo di fronte a un immenso problema", dice Colin Blakemore, direttore del Medical Research council e coordinatore del rapporto apparso su Lancet. "La droga non è mai stata così facilmente disponibile, così a buon mercato, così potente e così ampiamente usata. Chiaramente i programmi che sono stati usati negli ultimi quarant'anni per combattere questo fenomeno non hanno funzionato. Perciò pensiamo che sia necessario guardare al problema da una prospettiva nuova e ci auguriamo che il nostro studio contribuisca a questo".

Secondo altri autori della ricerca, una diversa classificazione della gravità delle droghe, legali e illegali, deve avere come prima conseguenza un differente sistema di pene detentive e sanzioni legali per chi ne fa uso. "Il punto che vogliamo sottolineare è che tutte le droghe sono pericolose, anche quelle che si possono acquistare legalmente e che la gente non considera gravemente nocive, come per esempio l'uso regolare di alcolici", osserva il professor David Nutt, psicofamarcologo della Bristol University.
Per elaborare la nuova graduatoria, gli autori del rapporto hanno chiesto a un gruppo di esperti di classificare venti droghe in nove categorie: tre riguardanti i danni fisici che esse causano, tre sulla probabilità che creino una dipendenza e tre sui danni sociali e i costi per la sanità pubblica. Il risultato è stato che eroina e cocaina si sono piazzate rispettivamente al primo e secondo posto della lista, ma alcol e tabacco, droghe legali, compaiono tra le prime dieci. Cannabis, dalla cui pianta viene ricavata la marijuana, appare in undicesima posizione, pur tenendo conto di una nuova variante chiamata "skunk" (alla lettera, puzzola), che secondo gli studiosi interpellati dal rapporto è circa tre volte più potente di quella normale.

L'alluciginogeno Lsd compare al quattordicesimo posto e l'ecstasy al diciottesimo, nonostante entrambe siano attualmente considerate droghe di "categoria A", la stessa di eroina e cocaina, cioè della massima gravità, nel sistema di classificazione in vigore. La posizione dell'ecstasy in fondo alla graduatoria e quella dell'alcol al quarto posto, spiega il professor Nutt, dipende in parte dal fatto che l'ecstasy causa meno di dieci morti all'anno in Gran Bretagna mentre una persona al giorno viene uccisa da alcolismo acuto e migliaia soffrono gravi malattie per l'uso cronico di alcolici. Il rapporto conclude che la nuova graduatoria sarebbe più veritiera e rifletterebbe più accuratamente i danni sociali di ogni tipo di droga, sfatando svariati miti di dannosità e al contrario mostrando quanto alcol e tabacco siano droghe distruttive.

Punteggio: 4.8 (6 voti)

Commenti

ma che state dicendo?? mi volete dire che lsd ed extasi fanno meno male della cannabis?? ma non fatemi ridere la cannabis non ha mai ucciso nessuno e che facesse meno male di alcool e tabacco è risaputo ma è impossibile k faccia + male delle pillole che ogni giorno uccidono persone ma non fatemi ridere.METTETEVI IN TESTA CHE L'ERBA è LA SOSTANZA "DANNOSA" MENO NOCIVA!!!!

sei un idiota, smettila di sentire le speculazioni fatte su quei video reggae del cazzo, cerca di pensare con la tua testa; il tuo è lo stesso meccanismo di bigottaggine che ha un comune soggetto contro tutte le droghe perchè è stato bombardato da campagne mediatiche decennali, ed è convinto di luoghi comuni quali chi prova l'erba finisce per drogarsi pesantemente, chi si fuma uno spino diventa psicopatico e cazzate. L'erba viene fumata, e sopratutto viene fumata insieme al tabacco, e tutto ciò ti fotte i bronchi. Inoltre può causare vari tipi di nevrosi in soggetti predisposti, questi sono dati di fatto. Se ti prendi una pasta di sicuro non ti dà problemi in cronico perchè è impossibile anche per i più accaniti prendersene più di una al giorno (di canne ne arrivi a fumare 20 al giorno anche). Al max c'è un limitato rischio di intossicazione acuta.

Aggiungi un Commento

Mood del commento:felicedivertitotristearrabbiatofuriosoconfusoin arrivo/partenzaavvelenatofumatoreubriacoalchimistain tiroarrapatonessuno