Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Chi Mette in Gioco l' Anima di un Paese


Corriere della Sera - Stella Gian Antonio.

Vale la pena di giocarsi l' anima di un Paese per lo 0,14% del denaro che c' è sul piatto? Sarebbe ora che lo Stato Biscazziere se lo chiedesse. Perché quella è la percentuale che ricava oggi l' erario sul totale del fatturato dei «casinò online» recentemente aperti col via libera del governo per fare cassa: 2.171.000 euro su un totale di un miliardo e 557 milioni. Una miseria Le associazioni di volontariato nemiche della droga, delle mafie e dell' usura, appoggiate in modo sempre più pressante dalla Chiesa, quella dei parroci e quella dei vescovi, lo gridano sempre più allarmate. Dieci anni fa gli italiani, popolo storicamente di risparmiatori, si giocavano al Lotto, al totocalcio e nelle lotterie circa 4 miliardi di euro: nel 2011 se ne sono giocati «legalmente», con tutti i giochi aggiunti, venti volte tanto, cioè 76 miliardi. Più un' altra decina, secondo le stime più prudenti, nel circuito illegale. Vale a dire che, se è vero che il totale dei consumi delle famiglie italiane potrebbe essere nel 2011 intorno agli 830 miliardi, oltre un decimo se ne va oggi nell' azzardo governativo e in quello parallelo mafioso, ' ndranghetista e camorrista. Che troppo spesso, anzi, si toccano fino a contaminarsi.

 

Continua a leggere sul sito del Corriere

Nessun voto ancora

Commenti

Aggiungi un Commento

Mood del commento:felicedivertitotristearrabbiatofuriosoconfusoin arrivo/partenzaavvelenatofumatoreubriacoalchimistain tiroarrapatonessuno