Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Dick Marty: "Legalizzare tutte le droghe"

Berna - "La lotta contro il traffico internazionale di droga e della malavita organizzata è un totale fallimento". E' questo il parere di Dick Marty, il giorno dopo la votazione del consiglio comunale di Zurigo, favorevole alla legalizzazione della canapa.

Il senatore ticinese spiega al Blick che "i pesci grossi non finiscono mai nella rete della polizia e i miliardi che provengono dalla droga vanno a finire nell'economia regolare, come per esempio nei club calcistici, negli hotel di lusso e nelle pizzerie". La droga, inevitabilmente, corrompe anche gli animi e spiana il terreno a una mentalità mafiosa che non conosce confini. Dick Marty, a tal proposito rende attenti: "Mai come oggi abbiamo conosciuto così tanta corruzione".

Marty ritiene necessario un cambiamento di approccio nella politica sugli stupefacenti. L'opinione di Marty, spiega il Blick che ha intervistato il consigliere agli Stati, si basa sulla constatazione del fatto che nella storia dell'umanità non è mai esistita una società libera dalla droga. Dobbiamo quindi imparare a tenerne conto. Partendo dal fatto che in Svizzera esistono norme che regolamentano il consumo di tabacco e di alcool, dovremmo anche crearne simili riguardanti la canapa, la cocaina e l'eroina. Negli anni 30 è stato il proibizionismo a creare le condizioni adatte per la diffusione del crimine organizzato".

Lo scopo di Marty è quello di combattere i grandi boss della droga: "Dovrebbe essere lo stato a controllare il mercato degli stupefacenti e a ricavarne i benefici e non i cartelli della droga. I soldi guadagnati - spiega Marty - dovrebbero essere investiti dalla Confederazione per politiche di prevenzione".

E' attraverso l'educazione e l'informazione che secondo il senatore liberale radicale si possono ottenere risultati concreti. Un'educazione che comincia già da bambini, i quali devono essere consapevoli di quanto sia nocivo il consumo di stupefacenti per la salute. Marty è dell'idea che con un modello come quello proposto possa far aumentare il numero dei tossicodipendenti.

L'analisi di Marty non è condivisa dal suo collega di partito in parlamento Felix Gutzwiller che ricorda di quanto sia pericolosa l'assunzione di eroina e cocaina, causa di un'elevata dipendenza. "Il messaggio lanciato sarebbe quello che la droga la si possa acquistare liberamente in farmacia o in drogheria". Il presidente del PPD nazionale Christoph Darbellay considera la legalizzazione di eroina e cocaina "una follia".

Al Blick Stephane Rossini, responsabile della politica della salute del Partito Socialista è dell'idea che la proposta di Marty rappresenta un nuovo approccio nella politica della droga. Un progetto simile dovrebbe essere applicato e appoggiato a livello internazionale. "D'altra parte Dick Marty avrebbe anche le necessarie relazioni internazionali".

http://www.tio.ch/

 

http://www.hempyreum.org/varie/1103-dick-marty-qlegalizzare-tutte-le-dro...

Punteggio: 5 (2 voti)