Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

L'ecstasy ha gravi effetti sul feto

Possibili la compromissione dell'abilità e del coordinamento motorio. Si ipotizzano anche riduzione delle capacità mnemoniche e di apprendimento

Corriere.it - MILANO – Si parla spesso di MDMA, il nome scientifico dell’ecstasy (il cui principio attivo è la metilendiossimetaanfetamina), a proposito di sballo giovanile. È deceduto recentemente un minorenne per essersi “calato” una pastiglia di troppo , ma la coloratissima pasticca non miete vittime solo tra i ragazzi nelle discoteche o ai rave e ci sono anche donne in dolce attesa (magari giovanissime) che ne fanno uso. Un team inglese ha voluto per la prima volta dimostrarne i plausibili, ma fina ad ora mai provati, effetti negativi sullo sviluppo del feto.

 

 

Continua a leggere sul Corriere della Sera

Nessun voto ancora

Commenti

Aggiungi un Commento

Mood del commento:felicedivertitotristearrabbiatofuriosoconfusoin arrivo/partenzaavvelenatofumatoreubriacoalchimistain tiroarrapatonessuno