Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

LA NATURA E GLI EFFETTI DEL DESTROMETORFANO

 Il destrometorfano (a volte chiamato "DXM" )è un ingrediente utilizzato per sopprimere la tosse in una varietà di farmaci venduti in farmacia senza ricetta. Come la PCP e la ketamina, il destrometorfano agisce da antagonista ai recettori del NMDA. La fonte più comune del destrometorfano come droga di abuso è lo sciroppo “extra-forte” antitosse che tipicamente contiene 3 milligrammi della droga per millilitro di sciroppo. Alle dosi raccomandate per il trattamento delle tossi (da 1/6 a 1/3 oncia, con da 15 mg a 30 mg di destrometorfano), questi composti sono sicuri ed efficaci. A dosaggi molto più elevati (da 4 once in più), il destrometorfano produce degli effetti dissociativi simili a quelli della PCP e della ketamina. Gli effetti variano con la dose, e gli utenti del destrometorfano descrivono una serie di "livelli" distinti correlati alla dosa. Questi livelli di esperienza variano da un lieve effetto stimolante con delle leggere distorsioni delle percezioni visuali a dosaggi di circa 2 once ad un senso di dissociazione completa dal corpo alle dosi di 10 once o di più. Tipicamente gli effetti durano 6 ore. Le preparazioni mediche vendute in farmacia contenenti il destrometorfano spesso contengono anche l’antistamina e degli ingredienti decongestionanti. Le alte dosi queste ultime sostanze aumentano di molto i rischi associati all'abuso della droga destrometorfano.

www.lombardia.dronet.org/search/res_sos.php

 

Punteggio: 5 (1 voto)

Commenti

Un analisi piuttosto superficiale. Il destrometorfano in se è responsabile più che altro di effetti psicotomimetici legati alla stimolazione dei recettori sigma, e, si specula, effetti SSRI-simili.
é il destrorfano (metabolita) ad avere una potente attività nmda-antagonista.
Le differenze nei trip di DXM, infatti, dipendono molto dalle modalità di assunzione e dal metabolismo individuale, che varia l' equilibrio tra destometorfano e destrorfano.

Io lo assumo con aricodil gocce tosse
Sono un ragazzo di 21 anni
1ml quanti mg ci sono in aracodil gocce?
E quanti mg ci vogliono per ridakkiare e avere allucinazioni?
Grazie anticipatamente

Per fare ridakkiare basta fare queste domande ad uno che sta lavorando…

Come fa il dxm a modificare la gravita xkè quando mi inginokkio ci riesco piu subito

Ancora con ste porcherie. .......ancora senza ricetta......facciamo come ai tempi delle ZITOXIL? vorrei capire cosa fa chi legifera in merito. ....Sarà il figlio o il nipote del padrone dell'azienda produttrice?mi viene il dubbio. ...80 Italia siamo........

Danni a lungo termine? Tipo 750 mg ogni 2 gg per 1 anno?

Quello che segue è quanto riportato in proposito nella scheda tecnica del farmaco:
"Gli eventi avversi sono da considerarsi non comuni da >= 1/1000 a < 1/ 100. Patologie del sistema nervoso: sonnolenza, vertigini. Patologie gastrointestinali: disturbi gastrointestinali, nausea, vomito, disturbi addominali. La frequenza delle reazioni avverse post marketing non e' nota. Patologie del sistema nervoso: sindrome serotoninergica riportata in caso di uso concomitante del destrometorfano con antidepressivi. Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo: reazioni allergiche (per esempio rash, orticaria, angioedema)".

Ho qualche domanda:
1- Aricodiltosse è venduto senza ricetta?
2- Qual'è la dosa da non superare per evitare allucinazioni?

A questo indirizzo http://www.torrinomedica.it/farmaci/schedetecniche/Aricodil_Tosse.asp#ax...
puoi trovare notizie su questo farmaco.

Chissà come ci si sente

È possibile risentire degli effetti del destrometorfano come fossero una sorta di "flashback" tipici dell'LSD, mesi e anni dopo l'insorgenza del disturbo a livello mentale dopo aver seguito una cura farmacologica e senza aver riassunto la sostanza?

Se provi a spiegarmi meglio la tua situazione posso provare a risponderti
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

mi chiedo se sia meglio prendere il DXM in gocce o sciroppo. mi sembra che il più economico in quantità di principio attivo sia lo sciroppo, però nei forum consigliano le gocce (senza spiegare il motivo)

Per ottenere l'effetto terapeutico antitussivo basta attenersi alla posologia indicata. A tal proposito la scelta tra la formulazione in gocce o sciroppo è assolutamente indifferente.
La formulazione in gocce può essere più pratica perché il flacone è di piccole dimensioni e può essere portato con sé quando si esce dal momento che il farmaco va assunto 3 o 4 volte al giorno.

Giacché si parla di effetti del farmaco e dei suoi metaboliti attivi, spero di far cosa gradita aggiungendo a tutte le considerazioni del thread il fatto che si sta cominciando a pensare al destrometorfano come antidepressivo per il trattamento delle depressioni resistenti.
Il profilo farmacologico della sostanza è piuttosto ampio ma l'idea di impiegare questo farmaco nella depressione deriva essenzialmente dall'antagonismo del recettore NMDA che, similmente a quanto si è osservato con la ketamina, produrrebbe effetti antidepressivi con un rapidissimo onset (parliamo di poche ore contro i 15-20 giorni degli SSRI/SNRI).
Quello che vi propongo è un case rep dello scorso agosto 2016.
.
L'ipotetica applicazione dovrebbe essere solo per la depressione unipolare per il rischio di viraggio (ipo)maniacale nella depressione bipolare.
.
Paper:
Treatment Resistant Depression with Loss of Antidepressant Response: Rapid—Acting Antidepressant Action of Dextromethorphan, A Possible Treatment Bridging Molecule.
Autore:
Edward C. Lauterbach
L'articolo completo lo trovate al seguente link: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5044468/
.
Buona lettura,
J.