Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 27188 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Type the characters you see in this picture. (verifica con audio)
Inserisci il testo che vedi nell'immagine qui sopra. Se non riesci a leggerli, invia il modulo e una nuova immagine sarà generata. È indifferente a maiuscole e minuscole.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.
Mostra: tutti i tipi | articoli | esperienze | siti segnalati | immagini | videoOrdina per: data | punteggio

L’alcool etilico o etanolo è il risultato della fermentazione di zuccheri semplici, o di altri procedimenti chimici (distillazione). Ogni bevanda alcolica ha una sua gradazione (cioè percentuale d’alcool) diversa che per legge deve essere indicata sul contenitore.

Alcolici e superalcolici sono consumati frequentemente da giovani e adulti; sono legali e per questo nell’immaginario collettivo non vengono considerati come “droghe”. In realtà, l’alcool è una sostanza che agisce sul Sistema Nervoso Centrale.

Le bevande alcoliche sono usate per disinibirsi, superare gli imbarazzi, sentirsi più carichi, avere più coraggio con l’altro sesso, divertirsi con gli amici.

L’effetto dipende dalla quantità di alcolici assunti, dalla loro gradazione e dalla capacità di...

La viticoltura appare nelle montagne tra il mar Nero e il mar Caspio (attuale Armenia) intorno al 6000 avanti Cristo. La produzione di birra emerge invece tra i sumeri intorno al 3000 avanti Cristo. Il primo report scritto sugli alcolici è una tavoletta cuneiforme risalente al 2200 avanti cristo. Intorno al 1500 avanti Cristo si hanno le prime produzioni di vino nella zona dell'Egeo. Seicento anni più tardi, intorno al 900 avanti Cristo, gli assiri producono già vino su larga scala. Il vino si diffonde in mesopotamia ed Europa mediterranea.

Dioniso di...

L’alcol è la sostanza psicotropa maggiormente diffusa nel nostro paese. In particolare l’uso di vino durante i pasti è retaggio di una antica tradizione culturale, legata anche alla cultura cattolica nella quale il vino assume un’importanza evidente.

Ad utilizzare l’alcol almeno una volta l’anno è oltre il 70%* della popolazione, ovvero oltre 36 milioni di persone. La differenza di genere è particolarmente forte, poiché a consumare alcol sono l’82% dei maschi e il 59% delle donne. Ad essere correlato con l...

Novità alcol, Sito Segnalato

Università del New Mexico: psilocibina contro alcolismo e altre dipendenze

Studio sull'uso di esperienze mistiche indotte per superare una volta per tutte le dipendenze.

Vino rosso e longevità

Studio trova collegamento tra componenti del vino rosso e lunga vita.

La questione (tabù) dei benefici di alcol e droghe

Un accademico pone la questione: si parla sempre in termini di dipendenze e tossicità, ma che dire dei molti effetti positivi che l'uso di sostanze apporta alle vite delle persone?

David Nutt: attuale classificazione droghe legali/illegali è antiscientifica

il consulente del governo inglese spiega come il proibizionismo su droghe in realtà relativamente innocue e ricche di potenziale terapeutico arrechi gravi danni alla ricerca

Info sulle droghe

MI sembra carino

Letteratura e sostanze psicotrope

Sulla rivista letteraria Finzioni, una serie di articoli sul rapporto tra sostanze psicotrope e letteratura.

Medicina Moksha

documentazione su stati altri di coscienza

Matite d'autore per il vino

Non solo degustazioni e assaggi. Alla 45^ edizione di "Vinitaly", in corso a Verona fino all'11 aprile, anche i più celebri illustratori, vignettisti e umoristi grafici rendono omaggio al vino ed alla sua cultura. La mostra, anteprima della Biennale itinerante "Vino, humor e ... fantasia" (curata da Julio Lubetkin) e allestita nel padiglione del Lazio, presenta 45 opere dei più importanti artisti italiani della vignetta, che stavolta si esprimono sul tema del vino. Ci sono, tra le altre, opere di Altan, Bucchi, Contemori, Trojano, Franco Bruna,  De Angelis, Talarico, Staino, Giuliano, Allegri, Passepartout.  Nei cinque giorni della rassegna, sei di questi autori ( Contemori, De Angelis, Nardi, Ceccon, Passepartout e Pecchia) realizzeranno in diretta una serie di vignette dedicate a tutti gli aspetti del mondo dell'enologia, "ispirati" dall'incontro con gli espositori e i visitatori.

SER.T - Progetto in collaborazione con ASL di Prato, comune di Poggio a Caiano e Consulta per le politiche giovanili

Progetto in collaborazione con ASL di Prato, comune di Poggio a Caiano e Consulta per le politiche giovanili

http://www.usl4.toscana.it/

NON LA BEVO

Il comitato NON LA BEVO fondato nel 2007 è l'evoluzione naturale del progetto iniziato nel 2005 "non la bevo... A carnevale mi diverto con la fantasia". Il comitato, fondato da Azienda USL 12 di Viareggio,Unicoop Tirreno, Associazione Europea Familiari e Vittime della strada e Croce Verde di Viareggio e con l'adesione da altre agenzie sia pubbliche che del terzo settore (ACAT Versilia, CEIS di Lucca, Gruppo Scout Agesci Viareggio, il germoglio onlus, autoscuola lenci, ASP, etc…) trae origine dalla constatazione della rilevanza del fenomeno dell'abuso alcolico soprattutto fra giovani e Giovanissimi in contesti di aggregazione e festività e del binomio sempre più stretto e perverso nella testa dei giovani tra divertimento e “sballo” provocato dalle sostanze psicoattive legali (alcol) e non (cannabinoidi,cocaina…).

Condividi contenuti