Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 27976 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Type the characters you see in this picture. (verifica con audio)
Inserisci il testo che vedi nell'immagine qui sopra. Se non riesci a leggerli, invia il modulo e una nuova immagine sarà generata. È indifferente a maiuscole e minuscole.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Novità altro, Video

Droghe: la legalizzazione illustrata agli adulti

i Radicali provano a sensibilizzare l'opinione pubblica sui vantaggi economici e sociali della legalizzazione delle droghe con un video

Fabri Fibra e la legalizzazione

L’ultimo video del rapper marchigiano “Ring Ring”.

 

Dal blog di Fuoriluogo - Ecco il video del rapper marchigiano “Ring Ring” tratto dall’ultimo album “Guerra & Pace” e diretto da Gaetano Morbioli, con numerosi riferimenti al mondo psichedelico. Alla fine del video scorrono alcune significative statistiche relative ai paesi nei quali sono in vigore forme di legalizzazione delle droghe leggere, con particolare riferimento alla marijuana.

Anorexi Bulimi Kontakt

Advertising award winning commercial against anorexia bulimia.Creative team:Martin Stadhammar, now at www.stadhammar.comOskar Bård (now at www.hobbyfilm.se)

Stop al Bullismo

Video di Area Giovani

Imagina(c)tion TV - Media EducationProgetto Circoscrizioninsieme - Educazione alla legalità

Ferrara, Dicembre 2009

Il progetto Area Giovani - centro di partecipazione giovanile del Comune di Ferrara - promuove la cittadinanza attiva delle giovani generazioni, il loro potenziamento sociale e culturale, offrendo un servizio di promozione di azioni positive che contribuiscano a migliorare i contesti e gli stili di vita degli adolescenti.

Info sul Progetto:

http://areagiovani.comune.fe.it/index.phtml

 

Le Belve

 

trovacinema-repubblica: Non si può più neanche coltivare marijuana in santa pace. Non se la tua piantagione è un bel po' redditizia, e le tue piantine sono di un'ottima varietà. Come quelle prodotte da due amici di Laguna Beach, Sud California, e dalla "loro" compagna. Su quella piantagione ci mette gli occhi un cartello della droga messicano. Che con i due vorrebbe entrare in società. Senza perdere troppo tempo. Perché le chiacchiere non piacciono alla spietata Elena, boss del cartello... Oliver Stone regala al pubblico un nuovo film-denuncia con il quale squarcia il velo sul traffico di stupefacenti in Messico e Bassa California e sui mastodontici interessi che ruotano intorno al commercio della droga. Protagonisti Taylor Kitsch, Aaron Johnson e Blake Lively, ma il cast diventa grande grazie anche ai comprimari che si chiamano John Travolta, Benicio Del Toro e Salma Hayek, tanto bella quanto cattiva nei panni di una "signora della droga". In questa clip esclusiva, i protagonisti raccontano il film, che in Italia uscirà il 26 ottobre

 

 

Le Poison

Documentario Messico – Colombia: narcos e mafie contro la popolazione

Lamericalatina - Segnalo questo video-documentario molto interessante e aggiornato in spagnolo sul caso comparato Messico – Colombia. I temi sono il narcotraffico, il fenomeno dei paramilitari e dei “falsi positivi” (i morti che le autorità statali, la polizia e l’esercito presentano ufficialmente come pericolosi integranti di un cartello del narcotraffico – o anche guerriglieri nel caso colombiano – mentre in realtà si tratta di cittadini comuni), i desaparecidos e la violenza della guerra contro i narcos con le relative reazioni della società civile.

Continua a leggere su Lamericalatina

Animals on drugs

 

Gli animali mangiano e bevono differenti piante e sostanze psicoattive: le renne mangiano amanita muscaria, il giaguaro mastica le foglie di banisteriopsis caapi, le scimmie bevono bevande alcoliche, i lemuri mangiano un millepiedi psicoattivo, i gatti mangiano l'erba gatta.

Droghe legali: il caso Tessier -Ashpool

Cosa è legale e cosa no? Oggi nel mondo delle sostanze stupefacenti questa domanda non è affatto banale. Spesso non sanno rispondere neppure gli esperti. Nè i magistrati. Perchè il mercato è più veloce della legge e delle ricerche.Alessandro Calderoni intervista Fabio Cardoni, imprenditore 40enne chairman di Tessier-Ashpool, azienda italiana specializzata in produzione, importazione e distribuzione di semi di cannabis, smart drugs, designer drugs, sostanze sintetiche. Un viaggio attraverso le nuove frontiere delle droghe legali, i trucchi e le prospettive di questo mercato.Ma anche la storia di un uomo che sa di non produrre pasticcini nè giocattoli. Cardoni si racconta in maniera sufficientemente trasparente. Intervistarlo e ascoltarlo significa mantenersi in bilico tra etica e notizia accettando un modo di vedere il mondo molto particolare. La sua azienda guadagna grazie a droghe che sfruttano la legislazione disomogenea della comunità internazionale per proporsi in maniera perfettamente lecita su mercati differenti tra loro. Cardoni è sicuramente un personaggio spregiudicato ma non è un criminale. La sua azienda però è costantemente tenuta sotto torchio da procure e forze dell'ordine e la sua attività imprenditoriale va di pari passo con una sorta di eterna battaglia legale.Battaglia che continua anche attraverso la scelta di concedere un'intervista senza peli sulla lingua. Una scelta paradossale e coraggiosa, in netto contrasto con le multinazionali del cavillo, la politica della deregulation, l'astuto controstato della criminalità organizzata.addendumDopo il video, il 24 settembre 2010, un provvedimento del Tribunale del Riesame di Napoli ha disposto il dissequestro in blocco della merce sequestrata dai NAS a Tessier-Ashpool all'inizio di agosto. Il pm, senza impugnare il provvedimento, ha ordinato un nuovo sequestro sulla stessa merce il 27 settembre. I NAS non hanno nemmeno riportato la merce nella sede dell'azienda.Il 21 dicembre 2010 una maxoperazione dei Nas in 15 regioni ha portato al sequestro di tonnellate di erbe e semi. Sette ordinanze di custodia cautelare, a Milano: una è a carico dii Fabio, protagonista del mio video. Mentre scrivo è a San V...ittore. E si trova lì per aver lavorato in un settore spregiudicato a cavallo tra lecito e illecito, ma cercando di stare dalla parte della liceità, con un'etica a suo modo rigorosa. Intanto le notizie che fioccano sono contraddittorie come le ragioni che lo imprigionano: semi di cannabis sequestrati come cannabis (pur non contenendo THC), sostanze non normate considerate corpo del reato nonostante appunto non siano normate. E così via. Un'operazione che sfocerà probabilmente in una grande scocciatura senza conseguenze gravi, per lui. Ma almeno imparerà a convogliare talento e senso del business in settori che gli diano soddisfazioni differenti dall'essere sempre sul filo del rasoio.

''Aiuto, sono vittima dei bulli'': l'appello di Alye commuove gli Usa

Alye Pollack ha 13 anni e frequenta la Westport Junior High, una scuola del Massachusetts. Ogni giorno, da ormai due anni, Alye è presa di mira da compagni di scuola che le rivolgono parole dure e offensive. Pe ribellarsi al bullismo la ragazzina americana ha usato YouTube e ha commosso l'America

Alye ha messo infatti in piedi una sorta di confessionale, ha affidato le sue parole a una serie di cartoncini scritti - ispirata forse da Bob Dylan e dal suo leggendario video per Subterranean Homesick Blues - e in silenzio ha espresso tutto il suo malumore davanti alla sua telecamera. "Vi sembro felice? Non lo sono - si legge nei cartoncini - Non ho molti amici. Tre o quattro al massimo. Il perché? Non è passato un giorno senza che mi dicessero una di queste parole". E a questo punto Alye cita le offese che le vengono rivolte continuamente, tra cui "brutta", "grassa", "prostituta" e "mostro". E poi il messaggio shock: "Non la faccio finita, ma ci sono vicina". per poi arrivare alla disperata richiesta di "AIUTO". Su YouTube il video sta raccogliendo migliaia di visualizzazioni. I navigatori le dicono di non mollare, scrivono nei commenti le loro storie di bullismo, le offrono sostegno e amicizia. E pare che dopo aver visto il suo filmato molti ragazzi della scuola di Ayle abbiano cambiato atteggiamento nei suoi confronti.

Condividi contenuti