Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 27263 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Type the characters you see in this picture. (verifica con audio)
Inserisci il testo che vedi nell'immagine qui sopra. Se non riesci a leggerli, invia il modulo e una nuova immagine sarà generata. È indifferente a maiuscole e minuscole.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Novità tutte le sostanze, Esperienza

Uso di MArijuana da 15 anni, anestesia per tonsillectomia e astinenza durante periodo di convalescenza

 

Mi permetto di aggiungere l'esperienza personale che stò vivendo attualmente

Ho 30 anni, fumo abitualmente almeno 2 o 3 sigarette di tabacco e cannabis al giorno da 15 anni (non ho mai fumato sigarette), posso confermarti che ho svolto gli esami del sangue per l'anestesista (operazione di tonsillectomia come te) e non mi è stata ricercata la presenza di THC.Non ho avuto problemi neanche durante l'operazione e per l'anestesia, ma per questo chiaramente non posso garantire che valga per tutti, cmq io l'anestesia non l'ho proprio subita nei suoi effetti collaterali vari, dopo 2 ore mi stavo guardando una partita di questo europeo in ospedale senza nessun problema legato all'anestesia.

PS: osservazione: Adesso dopo 6 giorni l'impossibilità di mangiare, dormire per + di 2 ore consecutive e il dolore non indifferente non mi ci fanno neanche pensare al fumare, mentre temevo che mi si aggiungesse anche la dipendenza da cannabis. Probabilmente il dolore supera la dipendenza, in ogni caso considerato per quanto tempo ho fumato devo dire che la dipendenza da cannabis se esiste..è di certo molto blanda e non paragonabile a dipendenze di droghe pesanti.

questa italia ingiusta

salve a tutti mi è capitato di leggere acune cose in questo sito soprattutto una mi ha colpito.parla di questo ragazzo che fermandolo senza alcun motivo apparte il semplice controllo senza sgommate senza incidenti li hanno trovato 2 grammi di marijuana e sta passando un sacco di casini. questi casini mi sono capitati anche a me non mi hanno dato l'arresto ne dato una multa di 18.000 euro ma hanno ritirato la patente 6 mesi e qualche mille euro da scontare se voglio in lavori sociali.la cosa "buffa" e che stavo andando a lavorare a padova in trasferta una settimana all'altezza di desenzano sirmione direzione venezia un camion li e scoppiata una gomma e ha tagliato l'autostrada mi ha preso in pieno io andavo a 130 km orari ho rischiato la morte giunto in ospedale tagliandomi i vestite mi hanno trovato 3 grammi che mi sarei portato in albergo (io non fumo quando lavoro ne quando guido)mi hanno fatto gli esami delle urine ed ero positivo avendo fumato la sera prima, io sono ancora nei casini per cosa perche un camion mi è venuto addosso?perché se io mi fumo una canna oggi tra un mese sono ancora un pericolo per la strada quando l'effetto dura almassimo 2/3 ore?perché in olanda quando uno uscito dall coffie si mette alla guida non è un pericolo è io in italia vengo visto come un tossico?  

Detenzione di hashish

Salve, ero in un parco quando mi si è avvicinato un tipo chiedendomi se volessi del fumo, ho preso 10euro e una volta uscito dal parco sono stato fermato da due poliziotti in borghese che avevano visto tutta la scena. Ho consegnato subito tutto e sono andato in ufficio con loro dove mi hanno fatto firmare delle carte dove io dichiaravo quanto appena detto. Mi hanno detto che mi arriverà a casa un lettera del prefetto con la data di un eventuale colloquio, se arriverà, poi mi hanno anche rincuorato dicendo che essendo la prima segnalazione non dovrei andare in contro a provvedimenti. Cosa mi succederà effettivamente? mi toglieranno la patente? quando saro' sicuro di poter stare tranquillo visto che hanno detto che potrebbe arrivare fra sei mesi o anche mai? e poi ho messo un domicilio diverso dalla residenza, lo rispetteranno?

grazie a voi operatori

Volevo rigranziare tutti quanti voi uno per uno....dopo 10 anni di tossicodipenza di marjuana possando per coca ed ecstasi oggi e finita la mia triste avventura con queste sostanze che hanno portato solo male alla mia vita(ho visto snche il carcere).Grazie a questo sito mi sono ondirizzato volontariamente al sert e oggi ho finito del tutti...spero di nn ricadere mai piu cosi in basso....ringrazio gli operatori e i medici per i consigli e invito tutti i giovani a buttar via ste schifo di droghe perche ci rovinano la vita...smetterla e dura ma quando sai di aver smesso e tutta un'altra vita rinasci....cordiali saluti da un vistro affezzionatissimo lettore e sostenitire siete i numeri uno anfate avanti cosi....

Provigil (Modafinil)

Buongiorno. Innanzitutto, un plauso agli Operatori di questo portale: professionali, tempestivi e...generosi. Gradirei riferire la mia esperienza con il Modafinil (nome comm.le in Italia: Provigil). Si tratta di una molecola impiegata per la cura della narcolessia. Ogni altro uso, compresa l'OSA (Obstructive Sleep Apnea), in Italia è da considerarsi off-label. Il modafinil è un potente psicostimolante. Negli Stati Uniti è largamente impiegato e venduto online senza ricetta. L'USAF (Aeronautica Militare Statunitense) ne ha promosso l'impiego come "upper" e anti-fatica per piloti che compiono missioni di durata superiore alle otto ore consecutive. In questo caso, la posologia indicata per i piloti è di 200 milligrammi (una compressa in commercio in Italia ne contiene 100). Per missioni che superano le 12 ore consecutive, la posologia consentita e consigliata è di 400 milligrammi. Il Modafinil conferisce una condizione di complessivo benessere e un abbattimento del senso di fatica. A dosi di 200 mg risulta già possedere un effetto euforizzante. L'aspetto interessante di questo farmaco consiste nel fatto che, a differenza della cocaina e delle anfetamine, non esiste effetto rebound ("down"), o quasi. Se assunto a stomaco vuoto, e se agevolato da una attività fisica anche molto moderata, il Modafinil agisce già dopo un quarto d'ora-venti minuti. Io l'ho sperimentato a dosaggi anche molto elevati (megadoses: 2.000 mg in 12 ore). A questi dosaggi, il Modafinil risulta pericoloso per l'eccessivo effetto euforizzante che può indurre comportamenti socialmente pericolosi, ed è altamente cardiotossico, in forza del potenziale innesco della "torsione di punta" (vedi web usando "torsione di punta" come parole-chiave su google). Io non ho avuto problemi di sorta perché ho una corporatura mastodontica, ma sconsiglio vivissimamente di assumere simili quantità in un intervallo di tempo tanto ridotto. All'epoca in cui ho sperimentato gli effetti del Modafinil, facevo uso di metadone. Ebbene, il Modafinil accelera drammaticamente il metabolismo del metadone (non della buprenorfina), pertanto è indispensabile un aggiustamento in senso accrescitivo della posologia metadonica, pena il ritrovarsi in astinenza da metadone dopo poche ore dall'assunzione concomitante di Modafinil. Guidare sotto l'effetto di dosi moderate di Modafinil è un'esperienza da provare. La guida risulta fluida e precisa, senza il minimo sentore di fatica anche dopo 10-14 ore di auto. Per ogni approfondimento in lingua inglese, vi propongo di seguire il seguente link: www.ncbi.nlm.pubmed?term=modafinil%20 . (database del National Institute of Health americano). Qui troverete un oceano di informazioni scientifiche sulla molecola in oggetto. 

Cannabis in Germania

Ciao, abbiamo spostato la tua domanda da questa zona riservata alle notizie in DOMANDE AGLI OPERATORI dove a breve potrai leggere la nostra risposta

grazie

La Redazione

dipendenza da chat

Buongiorno,ho letto il suo blog, io vorrei raccontarle la mia storia piu' brevemente possibilee  la prego se puo' di dirmi cosa mi è successo.Dopo la nascita del mio secondo figlio seppure ne fossi felice provavo sempreil desiderio di evadere,stavo anche delle ore al supermercato, pur di staccare.A un certo punto ho scoperto la chat, il mio matrimonio era un matrimonio triste,ilmio ex marito nn mi amava, mai una tenerezza,mi usava fisicamente,era squallido.In chat mi sono illusa di trovare un vero amore, ho lasciato mio marito, vivevo attaccataallo schermo, persino al lavoro scappavo x andare a chattare da un internet point, colrischio di essere scoperta.Era la mia droga.Ho conosciuto decine e decine di uomini, ho avuto avventure sempre con la speranza chesi trasformassero in amore.Ero un altra persona e questo stato di enorme disordine è durato circa un anno e mezzo.A poco a poco mi sono stabilizzata, chiaramente il mio matrimonio è naufragato eirrecuperabile.Oggi a distanza di 7 anni vivo divorata dal rimorso e dai sensi di colpa, nn mi riconosco inquella donna, io che avevo avuto solo mio marito come uomo, avevo e ho una mia moralita'ma ero diventata un qualcosa di cui mi vergogno profondamente.Oggi ho piu' o meno il mio equilibrio perche' ho capito che nn ero io, ma il senso di colpae il rimorso accompagnano ogni mio respiro, piango nel silenzio della notte tutte lesere, guardo i miei bambini e penso a cio' che ho loro fatto, la famiglia distrutta e nnso neanche perche'.Ho deciso di vivere solo x loro, ho rinunciato ad amicizie, a qualsiasi cosa, sono loroil mio unico scopo di vita, innanzitutto perche' solo da loro mi sento amata e li amoprofondamente, ma anche perche' credo di dover riscattare il male fatto e credo che questosia l'unico sistema.Per favore mi dica che cosa mi è successo, dia un nome alla mia tragedia.Grazie

larva disperata

art 187

il 21 febbraio essendo un giorno di festa (carnevale) mi stavo ritirando a casa per andarmi a coricare all incirca le 2 di notte.Essendo nel mio palazzo uno con sorveglianza passavano i carabinieri  e metre cercavo il parcheggio per la makkina e senza che ho fatto manovre brusche o addirittura incidenti mi fermano e trovandomi in possesso di 2 grammi di marjuana mi sottopongono in ospedale all esame delle urine e naturalmente nel corso della giornata con dei miei amici avendo fumato alcune canne mi trovano positivo alla cannabis .Dopo 4 mesi mi arriva la carta della prefettura in cui dice che essendo alla guida sotto l effetto di sostanze stupefacenti cioè art 187 di 1 grado la patente mi viene sospesa per un anno.Vado da un avvocato in cui si occupa anche di reati penali come questi mi dice che nn ci sn l esiti per fare un ricorso e che al massimo si puo contestare la carta che arrivera in un secondo momento dal giudice in cui l avvocato mi diche che mi arriveranno almeno 18 mila euro di multa e l arresto dai 6 mesi ad 1 anno.

Io dico una cosa , ho solo 23 anni nn lavoro ,come si puo rovinare una vita ancora cosi giovane e nn solo a me, ma anche a tutta la mia famiglia perchè adesso tutte le spese dell avvocato e le spese mediche che sn moltissimi euri li dovra pagare mio padre che è un lavoratore nel campo edile in cui stipendio e poco più di 1000 euro al mese.

Nn sn piu cosa fare perche se mi dovrebbero arrestare mia mamma morirebbe e mio padre appresso a lei ,celte volte penso che  forse  è meglio falla finita e levare tutti questi dolori a mio padre e a mia mamma che gia stanno soffrendo abbastanza.

ho 23 anni e ormai mi hanno rovinato che so piu a fare in questo mondo nn so davvero cosa fare e chi mi potra aiutare.

la mia storia

salve a tutti,

Sono un ragazzo di 23 anni, vivo il un piccolo paese della provincia di firenze, e quando sono nato, ero gia un tipetto sveglio e sempre curioso di poter fare nuove esperienze, di conoscere gente nuova e esplorare mondi a me ben sai sconosciuti, poi quando io avevo appena 10 anni è venuto a mancare mio padre, e questo a cambiato letteralmente la mia vita, ed è come se mi fossi bloccato a un punto della mia vita che non riusco a staccarmi da questo punto che nemmeno io non so, come poter fare ad andare avanti. passo gli anni delle medie con la disperazione della morte di mio padre, e in più parecchi ragazzi del mio paese fanno di tutto per farmi allontanare da loro. 

Ed è a questo punto che conosco il mondo della cannabis che fino a quel momento per me era un mondo completamente sconosciuto, che a essere sincero se non ci ero entrato era stato meglio, ma dopo un po ho iniziato a pensare che quella era l'unica soluzione, anche se solo ora o capito che non era cosi, poi mi trovarono un po di canapa il tasca, e fu cosi che comincia il mio primo sert, che praticamente non mi è servito a nulla, poi a fine sert a inizio gennaio, non so il motivo ma penso che sia la ricorrenza della morte di mio padre, e questo lo sento ancora, non ce la facevo ad andare a vanti e pensavo che questa era l'unica soluzione, fino al punto che non mi ritrovavrono con un altro grammo in tasca, ma nel crescere ho capito che non è la soluzione esatta e ora grazie anche all'aiuto del sert ho capito che anche se ho passato dei momenti brutti nella mia vita questa non è la soluzione giusta, ho capito grazie agli aiuti del sert che ci sono altri metodi per farsi coraggio e per potere dire no io non sono cosi io non sono quello che tutti credevano e che possono fare, anche senza.

ciao a tutti dani

Problemi

Salve, abbiamo spostato la tua domanda in DOMANDE AGLI OPERATORI, questa zona è riservata alle notizie.

Grazie

La Redazione

Smesso con l'eroina da 4 giorni.... un'inferno.....

Ciao, abbiamo spostato la tua domanda in DOMANDE AGLI OPERATORI dove potrai leggere anche la risposta dei nostri operatori.

gli urli degli alcolisti

Ciao ho una zia in famiglia che beve molto, quasi tutti i giorni arriva ad ingerire più o meno tre litri di vino e birra in alcuni periodi anche di più. Sono 15 anni ormai che beve in maniera smisurata, smette solo per alcuni periodi per poi ritornare a bere in maniera esagerata. Di farla ricoverare neanche a dirglielo, non vuole in maniera assoluta, dice che può smette quando vuole e nel frattempo intossica la vita a se stessa e agli altri. Noi siamo disperati, vive affianco a casa mia e ultimamente la sento urlare come un'ossessa, erano anni che non sentivo più questi urli mostrusi che emetteva anni fa e che ora è ritornata ad emettere. Volevo sapere se possiamo darle qualcosa per farla calmare, qualcosa che sia compatibile con l'alcol. Lei non ha un suo nucleo familiare, io e la mia famiglia siamo i suoi unici parenti più stretti, le siamo sempre accanto ma negli ultimi anni è diventato difficile perchè si sono messi anche dei problemi nella mia famiglia. A parte ciò volevo sapere se può assumere qualcosa per smettere di urlare, volevo anche chiedervi perchè l'alcol la fa urlare così, e sapete anche dirmi che sono i fumi dell'alcol? Faby

Condividi contenuti