Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 30894 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Type the characters you see in this picture. (verifica con audio)
Inserisci il testo che vedi nell'immagine qui sopra. Se non riesci a leggerli, invia il modulo e una nuova immagine sarà generata. È indifferente a maiuscole e minuscole.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Novità tutte le sostanze, Esperienza

pericolo dipendenza definitiva

ho 22 anni, da 5 sono entarata nel mondo della tossicodipendenza. prima da esterna ho visto la mia migliore amica sprofondare nell'eroina con il suo -allora- nuovo fidanzato. l'ho criticata, ho pianto, le ho urlato di smetterla, e non capivo come avesse il coraggio di dirmi che in fondo potevo anche accettare che lei fumasse eroina. inizialmente non accettai, ma dopo, forse perchè usai oppio per circa un mese (che ritenevo innocuo), presi confidenza con la sostanza, e iniziai a fumare eroina con loro. ho iniziato una tossicodipendenza strana, che chiamo così solo oggi, col senno di poi, perchè per 3 anni non ho mai raggiunto una dipendenza fisica vera e propria. facevo uso di eroina 2-3 volte a settimana, ma se volevo stavo anche una settimana senza usarne e non avevo malesseri particolari, a parte l'ovvio desiderio. non mi sono mai sentita, per questo motivo, una tossicodipendente, per cui volevo smettere (come tutti i tossici, i quali sono divorati dal senso di colpa, nessuno escluso), ma mi concedevo altro tempo ogni volta. reputavo (e reputo tutt'ora) il fare uso di eroina una vigliaccata, un voltare le spalle agli stimoli della vita, un lasciarsi andare senza reagire. il mio grosso problema era che non accettavo da parte di me stessa quella debolezza: io, titano che aveva sempre lottato contro le avversità fino al sangue, che tenevo in pugno sempre tutte le situazioni, sparivo nei vicoli per poi ricomparire a casa mia sul tavolino davanti la tv, con film e stagnole.al buio.mi faceva schifo, ma non riuscivo a smettere. probabilmente anche per via delle compagnie,quelle di sempre, che però erano diventate cattive..

due anni fa incontro il mio attuale fidanzato, la mia salvezza, la mia metà perduta e ritrovata, anche lui con un passato turbolento con le droghe, ma mai eroina, molta cocaina. da quando stiamo insieme lui non ha mai più toccato nulla. io feci una bella pausa, stiedi un mese senza toccare eroina, poi decisi che c'era bastato, e ripresi (falsissima compiacenza di se stessi dei tossici). a intermittenza all'inizio, e poi fu come un'esecuzione, come se avessi deciso di arrivare fino in fondo per riconoscermi tossicodipendente e chiedere aiuto. ho usato eroina per un mese almeno ogni giorno o quasi, e alla fine eccola: l'agognata DIPENDENZA FISICA. forse apposta mi feci scoprire dal mio ragazzo, con cui decidemmo di rivolgerci a un sert. lì ho trovato personale medico abbastanza competente, con una leggera tendenza a imbottire i pazienti di metadone. oggi ne comprendi le ragioni, ma allora, un anno fa, mi sentivo smarrita, avevo una botta incredibile tutto il giorno, con 7ml di metadone al 5% la sera dormivo in piedi. una sera fummo invitati a un matrimonio insieme a un'altra coppia di amici, e non potete immaginare la vergogna: mi addormentavo al tavolo mentre la gente mi parlava. una cosa terribile. ovviamente ero molto arrabbiata con il mio medico, ma passavo un periodo delicato in molti aspetti della mia vita, quindi ero arrabbiata e basta.ad ogni modo ho sempre continuato a prendere eroina ogni tanto, ma non mi faceva granchè.

 

avevo una certa insofferenza per il metadone e ad un certo punto decisi autonomamente di abbassare il dosaggio, perchè al sert nulla mi faceva sperare che avrei potuto farlo assistita. pensai che messi davanti al fatto compiuto dovevano necessariemente assecondarmi, così mi levai un paio di milligrammi (reali) ogni due settimane. smisi pure di fare uso di eroina, lo studio mi prendeva anima e corpo, ho dato il massimo in quel periodo. 

circa un mese fa ho deciso di dirlo alla mia dottoressa, per iniziare a scalarlo ufficialmente. siamo rimaste d'accordo che avremmo seguito lo stesso ritmo fino a un dosaggio molto basso e che alla fine ci sarebbe voluto un po' più di tempo. ero decisissima e lei era fiduciosissima. appena preso l'accordo mi si è abbassata la tensione, mi sono compiaciuta con me stessa, e mi sono concessa di mandare all'aria tutto, tornando all'eroina. non volendo tornare indietro alzando il metadone ho deciso di lasciarlo a 20ml (reali), ma ho iniziato a prendere eroina spessissimo. fino al punto che ho formulato il pensiero per cui sto scrivendo qui adesso. un giorno per strada ho riflettuto sulla mia vita e sulla vita di una persona "normale". ho pensato e me ne sono spaventata, che la mia vita era molto più varia e dinamica, molto più stimolante di una vita normale, perchè io almeno avevo sempre qualcosa da andare a cercare. era la prima volta che pensavo una cosa del genere, l'ho sempre pensata più o meno al contrario, e mi sono chiesta(come anche altre volte) se non sia da imputare alla terapia con il metadone, questa ulteriore immersione e abitudine alla tossicodipendenza. io mi ero sempre salvata,e potenzialmente ero salvabile perchè mi sono sempre mantenuta un piede qua e uno là, avendo sempre ben presente il confronto schiacciante della vita libera contro la vita in schiavitù. non vorrei che il fatto di aver preso parte a una "dipendenza legalizzata" mi abbia tolto quel margine di ribellione che avevo fino a poco tempo fa, come se pensassi "tanto la frittata è fatta, peggio di così non può andare:sono dipendente". mi chiedo se nel mio caso non avrei fatto meglio a sbrigarmela da me. cosa che adesso sono intenzionata a fare, avendo per fortuna parallelamente trovato ancora più certezze e solidità nella mia bellissima storia d'amore. il mio obiettivo, dubbi e menate a parte, è sprofondare in queste certezze e costruire un futuro sereno e pieno di soddisfazioni. la mia paura e di riuscire sempre in qualche modo a infilarci l'eroina.male subdolo sempre in agguato.

 

LTO3 (L-Teanina&Omega3)

Ciao ragazzi mi chiamo Denis ******* e ho ben 12 anni e volevo descrivervi uno psicofarmaco simile al metilifendato ( piu comune come Ritalin o Prozak ) che ho provato a prendere per i seguenti motivi che vi spieghero man mano scrivo ( Ah negli asterischi c'e nascosto il mio cognome ) .

La mia storia un pò complicata e questa :

Sono nato nel 2000 e all'asilo si lamentavano un pochino di me per i miei atteggiamenti ''diversi'' dagli altri semplicemente perche ero un pò piu sveglio dagli altri .

Poi dopo finito l'asilo nel 2006 ( iniziato nel 2003 ) sono andato alla scuola statale elementare e facevo un pò di casino in classe per esempio strisciavo sotto i banchi ... insomma facevo casotto ! Vabbe era l'eta io ero sempre euforico a quell ' eta .

Allora le mie carissime (e B*******e) maestre mi hanno chiamato le seguente lista di persone :

- Insegnante di sostegno

- Psicologa dell ''eta evolutiva''

- Assistente sociale

- + educatrice in 3rza elementare ( vi spiego il perche in terza seguendo il testo)

------------------------

Ma io dico , tutte queste persone perche sono sveglio e facevo un pò di casino in classe ?

Ok proseguo con la mia storia .

Io di tutta quella gente a 6 anni ero praticamente terrorizzato , e mi hanno sottoposto in un distretto sanitario ( ke non voglio specificare ) a fare test psicologici a me e test a mi mamma . Per un anno andavo da una psicologa che qui chiameremo Miss.Scirussi.

Andavo da miss scirussi dalle 16.00 alle 17.00 a fare test ( di merda ) .

Dopo che mi hanno studiato per bene , mandato da una psicomotricista a fare cosa?

Altri test! alla fine hanno ipotizzato che io fossi ''iperattivo'' ma poi il discorso si era chiuso li . Dopo da r***a sono andato ad a*****s come scuola e li sono iniziati un pò di problemi . Ad a.....s ci sono andato dalla 2 alla 3rza elementare . Li c'era un mio compagno che chiameremo renito che mi rompeva l'anima . Mi dicevano che era schizofrenico e di lasciarlo stare ma lui mi rendeva isterico e andavo a casa che praticamente piangevo . Allora le maestre davano la colpa a me solo perche ero piu sveglio e a i miei genitori l'assistente sociale gli dicevano che io disturbavo e che non era lui . Allora di nuovo test su test . Cosi in terza elementare mi hanno mandato un educatrice che chiameremo miss.tuti . Me l'hanno mandata dicendo che io avevo problemi di capacita cognitive ( kazzi falsi dato ke quel pirla era ke mi disturbava ) cosi sta qua veniva sia a scuola sia a casa a far compiti ed esercizi ( insomma ... mi scervellavano ! ) . Dopo un pò che miss renito mi rompeva i coglioni mia mamma diceva  alle maestre di mettermi lontano da lui . Per un mese e stato cosi invece dopo no! Stavamo facendo delle operazioni di matematica e la maestra dice a renzi di mettersi dietro di me col banco cosi io mi incazzo e gli dico che se non me lo tolgono dietro io mi rifiuto assolutamente di lavorare. Lui dato che era isterico a iniziato a dirmi che era un coglione e si era attaccato un etichetta con scritto ''coglione'' in faccia . Allora la maestra mi chiede pensando che io prenda paura se vado fuori e io gli rispondo di si cosi mi manda fuori e dopo insisteva perche io tornassi dentro . Vabbe dai poi di positivo in quella scuola era che almeno c'era una cuoca che si chiamava olga ( scrivo il nome perche a lei non darebbe fastidio ) .

Poi la quarta elementare l'ho passata in un altra scuola a tri.....o . Nella quarta elementare c'era sempre l'educatrice che mi rompeva . In pratica anche se avevo ragione volevano azzittirmi dicendo ai miei che ero ''straffottente'' . Allora visto che non ci sono riusciti la psicologa a iniziato a rompere ai miei genitori e hanno mandato mia mamma a fare un corso per come ci si comporta con i figli sperando di ottenere qualcosa . Invece non hanno ottenuto un cazzo perche io lasciavo perdere mia mamma per il comportamento diverso che aveva e l'unico che mi tengo ancora stretto e mio papa che si comporta come si e sempre comportato con me . Cosi in casa sono venute fuori regole assurde e mia mamma si comportava come una bambina. Loro cosi pensavano che io cosi dopo da un IQ alto diventasse un IQ piu basso in modo da ''Adeguarmi'' agli altri . Invece non hanno ottenuto niente . Cosi in quinta elementare con la mia forza logica di ragionare sono riuscito a escogitare una specie di idea per mandarla via . Cosi insistendo me l'hanno mandata via . Cosi in quinta elementare diciamo che in classe ho iniziato a divertirmi facendo ''casino'' con dei miei amici che erano intelligeti quasi come me . Cosi le maestre mi allontanavano da loro pensando che io non facessi niente e ai miei genitori raccontavano un sacco di balle su come mi comportavo solo per la mia intelligenza . Cosi andato in prima media (cioe quest'anno ) ho cambiato compagni cosi la preside pensava che mi ''comportassi meglio'' invece non e successo niente. In classe parlo lostesso e i miei vecchi amici li vedo lostesso . Praticamente la preside ha convinto mia mamma a cambiarmi di classe dicendomi che mi sarei piu concentrato cosi mi seguivano e non facevo il sabato . Ma che . Non mi seguono . Anzi . Per non seguirmi adesso sono costretto ad avere :

3 educatrici e delle insegnanti che rompono il cazzo .

Ecco come mi stanno dietro quelle ''bravissime insegnanti'' .

Ma cosi perche io non abbia ragione mi volevano prescrivere un farmaco chiamato Ritalin dicendo che non aveva effetti collaterali e di provarlo per 3 mesi . Appena hano chiesto questa cosa mia madre era praticamente convinta dicendo che se non l'avrei presa mi sarei trasferito da mio papa ( si sono separati nel 2000 ) . Cosi andando su internet e facendo molte ricerche approfondite sono riuscito a trovare siti dove vendono droga in forma di metilifendato . E poi ci ho trovato tutti gli effetti collaterali possibili .

Cosi mio papà ha convinto mia madre a non farmi prendere quella porcheria e siamo ancora qui nel 2012 che litighiamo con la psicologa . Praticamente loro non sono riusciti ad abbassarmi di mente e ci vorrebbero provare con uno psicofarmaco . Ma di uno psicofarmaco ne ho provato uno contenente : Dopamina , Teanina , e omega 3 e altri calmanti . Questi psicofarmaci mi toglievano le percezioni e non mi permettevano di far niente. Ero come un cane addormentato . Vedevo la gente come in un videogioco e avevo istinti suicidi . Poi se uno mi rimproverava gli davo ragione . E poi  ero come sperduto . Non avevo la minima idea di che fare. L'unica idea che avevo era di dormire.

Cosi dopo che ho raccontato un pò di effetti a mio papà ho smesso e ho iniziato a prendere robe omeopatiche . La prima e stata l'Homogene46 che faceva un pò l'effetto dell ' lto3 cosi ho smesso di prendere anche quello e glielo davo al cane ( poverino :(  )

Cosi poi ho iniziato con lo zincoval . Io lo chiamavo lo storditore .

Poi un altra roba in palline .

Adesso a scuola si stanno arrampicando ad ogni cosa. Per esempio hanno detto che io non so mangiare cosi mangio con la preside a costo di star lontano con le insegnanti .  Poi con le 3 educatrici ci sto 14 ore alla settimana cosi ci sto 2 ore in classe. Insomma mi hanno privato di tutto a scuola . Se sentono casino sono sempre io . Cosi ogni volta che mi buttano fuori vado in bidelleria e mangio qualcosa col bidello . Purtroppo per adesso la mia storia e finita . Voi che ne pensate. Terrò in continuo aggiornamento il sito . Anzi devo aggiungere una cosa :

I miei carissimi nonni hanno chiamamìto un primario per incastrare il neurologo e dirgli che il ritalin non mi serve.

                      

non ce la faccio più!!!!

siamo alle solite....ennesima ricaduta, ennesimo stato d'animo schifoso...ennesimi problemi con la famiglia....mi sento uno schifo...o rubato alla mia famiglia...ho frequentato i peggiori luoghi di napoli...luoghi che nessuno potrebbe dire ke m'0appartengono....

ma cominciamo dal principio....ho iniziato a drogarmi nel 2008, ero a roma come "studentessa fuori sede", anche se non ho mai studiato...mentre ero lì.....vivevo kon persone vicine all'eroina, la fumavano, se la sparavano, ma in ogni caso sembrava sapessero gestirla...non so come, dato ke ero sempre stata estremamente contraria all'utilizzo di questa sostanza di merda, ma un giorno ho detto "voglio provare anche io"....e da lì la fine....ho iniziato a farlo sempre + spesso, illudendomi di poterla gestire, fino a quando non sono ritornata a napoli, e sembrava finita, qui nn avevo kontatti con nessuno d questo giro....e l'essere tornata a casa mi dava la speranza necessaria x credere ke era finita lì...ma non era così...tempo dopo mi venne a trovare un amika da roma, ke si fece accompagnare a scampia...di lì una nuova fine....imparai a konoscere i luoghi della droga e a frequentarli...fino al 2010...quando esasperata da questa situazione vuotai il sacco con mia mamma e iniziai a frequentare il sert....per un anno tutto tranquillo....andavo bene, mi sentivo felice....ma poi qualkosa di è rotto....in 6 mesi ho perso nonno paterno, materno, e poi mio padre...che ho trovato morto a casa sua....per un emorragia (aveva problemi gravi al fegato)....è stata la fine....ho ripreaso a drogarmi, a nascondermi in questa merda...e a rubare....a giugno dell'anno skorso, dopo ke avevo letteralmente abbandonato il sert, decisi di smettere di nuovo, e ovviamente fu impossibile nasconderlio alla mia famiglia, ke ebbe l'ennesima batosta.,...tornata al sert...primo periodo ok....ho poi iniziato ad avere piccole rikadute, ad alternre il suboxone all'ero....mentendo e falsifikando le urine al sert....fino a quando non fui scoperta anke lì...maggiori kontrolli uguale a maggiore tranquillità, ma questo non è servito a fermarmi....ho riabbandonarto il sert oramai da più d un mese....anke se oggi...dopo tanta merda, ho deciso di riprendere il suboxone....e ovviamente sto psikologikamente di merda.....vorrei morire...vorrei tornare indietro e non fare mai + tutto questo...vojo essere libera, felice, come quando la droga non c'è....eppure...alla fine sempre a lei si torna....cosa posso fare? ho bisogno di sostegno....ora vorrei far passare qualke giorno....per stabilizzarmi un po'...e tornare al sert....ma non vorrei essere in cura con sub...vorrei scalare rapidamente e sentirmi libera dalle sostante...vojo restare in terapia psikologika anke a vita....ma vojo smetterla kon tutto...ero e sub....vi prego...ho bisogno di konforto...ke nons o dove cercare, dato ke sono sola in questa storia di merda....

non è una barzeletta

3 anni fà mi hanno fermato ubriaco mentre ero alla guida di un motorino non avevo la patente ma per guidare un cinquanttino non ci voleva. dopo  prendo la patente e per 1 anno va tutto bene dopo mi arriva una notifica dove cè scritto sospenzione patente 1e6mesi adesso mancano ancora 4 mesi ma il peggio e ormai passato.  

ciao a tutti

Fumare Marijuana mi fa stare male

Fumo marijuana da circa 2 anni , all inizio quando fumavo , mi divertivo non pensavo ad altro che a divertirmi in compagnia dei miei amici , Ora invece apppena faccio qualche tiro di una canna la mia autostima mi cala in un modo assurdo... Da quanto ho letto alcuni dicono che ho una percezione della realta piu sviluppata.... è infatti ho fatto un test proprio su me stesso , dopo aver fumato ho provato a scrivere quello che stavo percependo , Secondo me la marijuana aiuta solo alcune persone a capire meglio come stanno le cose veramente per esempio quando sto lucido se qualcuno dice una cazzata o qualcosa rido faccio finta di dargli retta anche se me ne accorgo che sta mentendo o dice una cazzata  ,invece dopo aver fumato capisco che quella cosa non è vera oppure la persona sta mentendo....Piu faccio uso di cannabis piu me ne accorgo di come stanno realmente le cose nel contesto in cui mi trovo..... Forse sono io matto oppure quando fumo mi vengono le paranoie mentali e divento stupido ... Non lo so ... Oppure anche a qualcun altro succede quello che succede a me ? , perciò non divento matto quando fumo....         Perchè all' inizio ho scritto che la mia autostima cala radiclamente quando faccio uso di cannabis ? : perche mi vengono in mente cose passate che faccio da lucido e penso che siano delle cazzate assurde o che non hanno senso e che non adrebbero fatte oppure cose che alcune persone tipo amici o parenti mi dicono e capisco il vero significato di ciò che mi avevano detto ... Invece trovo che in altre persone quandu fumano la loro autostima si alza gradualmente e non hanno questi problemi ... forse questi ancora non sono arrivati al punto in cui mi trovo io ... oppure come ho detto prima sarò matto ... non lo so.   

10 gr di hashish!! Interrogativo?

Ciao, abbiamo spostato la tua domanda da questa area del sito dedicata alle notizie,  nella zona DOMANDE AGLI OPERATORI, dove nei prossimi giorni potrai leggere una risposta dei nostri operatori.

Grazie

La Redazione

Dopo 10 anni di eroina di cui 3 in vena e 8 di metadone ora basta!!!!!! Soluzione trovata !!!!

Mi chiamo Vincenzo ho 27 anni, iniziai prestissimo con il Cobret (Tipo Brown)ma 100 volte + forte venduto a napoli. Inevitabilmente sono arrivato a farmi in vena e per 3 anni ci ho dato dentro di brutto, anche 2 - 3 gr al giorno di Tailandese.A tutto ciò va aggiunto 8 anni di metadone con dosaggi del tipo 120 140 per poi scendere massimo a 80 dopo non riuscivo. Dopo 2 overdose in 4 giorni di cui una, mi è stata quasi fatale 6 (Narcan) x riprendermi gli ultimi 2 endovena me li hanno fatti. Questi episodi mi hanno fatto scattare un meccanismo di odio verso tutto ciò che mi sono creato ed ho creato alla mia famiglia.Cmq alla fine ho parlato con il medico del mio sert x trovare una soluzione e lui mi ha proposto il lavaggio dei reni e del fegato con le flebo da fare a casa con un infermiere. Sono stato attaccato alle flebo tramite un catete venoso centrale (Quasi sul cuore ) dato che le mie vene sono inesistenti purtroppo. Se devo esser sincero hanno funzionato benissimo e soprattutto non sono piu schiavo del metadone, sto prendendo l'antaxone x non indurre in tentazione ma di testa faccio ancora fatica anche se fisicamente sono rinato, ho finito da 15 gg  ed ancora dormo 3 ore a notte ma va bene tutto,nn mi spaventa un po di insonia dopo quello che ho passato. Chiedete nei sert di solito c'è uno dei medici che lo fa con un costo di 450 € per i farmaci piu un infermiere per una settimana.Per me sono state una cosa santa x me. ora non devo fare cazzate ovviamente sono iper suscettibile il desiderio è forte ma il pensiero di svegliarmi senza quel maledetto sciroppo mi da la forza di non pensare al resto. Credetemi

 

ansia assurda, fascicolazioni muscolari, tremori ovunque, lunaticità, ipocondria

ho 19 anni e ho fatto uso di cannabis per 3 anni...in un anno della mia vita molto di più visto che l'ho passato chiuso in casa a fumare 3-4 personal al giorno...già da piccolo ero molto ipocondriaco e ansioso..tutto questo sicuramente non ha fatto altro che aumentare il mio disagio...ho e sto vivendo un incubo..ho temuto di prendere duemila malattie come diabete tumori ec.....ultimamente la sla!! ora non fumo più da qualke giorno ma anche quando non mi capitava di fumare per qualche settimana questi sintomi descritti nel titolo non scomparivano...sono sicuro che tutto questo sia causato dal fumo che alimenta questi malesseri...in più mi porto conflitti interni da un bel pò di tempo che quando fumavo mi tornavano alla mente facendomi sfogare in pianti e crisi depressive, non riesco a studiare mi stanco facilmente..tremo sempre anche nei momenti in cui mi sento calmo e soffro di tachicardia ma non regolarmennte..in più ho queste fascicolazioni ovvero una sorta di palpitazione muscolare che va e viene in tutte le parti del corpo (gambe, polpacci, faccia, schiena, pancia, piedi..qualunque)..parlando con una psicologa e descrivendo il mio problema mi è stato detto che la mia è solo uno stato d'ansia, dovuto anche e soprattutt alle canne che si somatizza a causa della mia ipocondria facendo sfociare tutti questi sintomi..quando mi capita però di avere la testa libera, quei pochi momenti non sento sintomi e sto bene..quando ci penso invece, e pen so e mi convinco di stare male mi distruggo da solo..non faccio altro che girare sul net per cercare i sintomi e la malattia per ricollegarli..la cosa mi crea vergogna e timidezza...sottolineo che non ho mai avuto attacchi di panico...ma solo quei sintomi che ho descritto..e altri tipici dell'ansia secondo la dottoressa..in più ho una vita splendida dei genitori che mi amano nonostante il male che ho fatto a loro e una ragazza che darebbe la vita per me ..in più io dentro sento una voglia di rifarmi pazzesca anche se queste mie paure e ipocondrie di stare male mi bloccano e mi feriscono..sono sempre in un continuo stato di tensione muscolare, stati d'ansia, fascicolazioni e contrazioni..ripeto ke non ho problemi di natura sociale anzi mi inserisco bene in ogni contesto pur portando con me le mie paure e le mie ansie che non vogliono mollarmi..non ho una situazione familiare fantastica in quanto molta della mia ansia è ereditata solo ke temo di aver peggiorato il tutto...però ripeto non ho alcun tipo di problema tranne questi fisici causati secondo il medico dall'ansia ECCESSIVA!! Non voglio prendere medicine e schifezze varie vista la mia giovane età e la mia mancanza di problemi REALI..solo PARANOIE E CASTELLI in aria..che mi causano comunque malessere anche se in fondo so che non è niente di così grave forse..ad ogni modo cerco solo rassicurazioni reali no gente che mi faccia pesare il tutto...grazie mille in anticipo

restituzione patente art.186 nell attesa di rifare quella nuova

Salve, volevo scrivere questo articolo per chi risiede a Ostia Lido (prov di Roma).

Se vi è stata sopsesa la patente per guida in stato di ebbrezza gia lo saprete ma dovrete sottoporvi agli esami della commissione medica locale ( in questo caso a Roma piu precisamente a via lungotevere della vittoria 3, almeno io sn andato li), la quale vi indichera tre sedi pubbliche dove dovrete prenotare i prelievi del sangue e delle urine (1 del sangue e 3 delle urine a cadenza settimanale) entro 7 giorni dal momento in cui la CML vi rilascerà il foglio con tutti i dettagli. Ma attenzione! per coloro che sono in prima fascia (perche per l art.186 esistono 3 fasce del medesimo reato, la prima che va dal grado alcolico di 0.5 a 0.8, la seconda va da 0.8 a 1.5 e infine la terza che va da 1.5 in poi) hanno la possibilità di andare al comando di polizia (dove dovrebbe essere stata spedita la vostra patente) il giorno in cui vi scade la sospensione della patente (tale data è riportata nella lettera della prefettura che vi dovrebbe essere stata spedita a casa per posta) e andare ritirarla. Cio non significa che state apposto, perche comunque dovrete passare con successo gli esami a cui vi siete sottoposti e naturalmente anche alla visita psichiatrica che potrete sostenere presso qualsiasi struttura purchè sia pubblica e accertata (io personalmente l'ho svolta al G.B Grassi usl D a Ostia). Quindi se siete in prima fascia avrete la possibilita di tornare a guidare nell attesa che avrete le risposte degli esami le quali vengono inviate direttamente alla CML dove vi siete recati per poi andare in motorizzazione a richiedere la nuova patente Speciale.

Spero di essere stato utile a qualcuno con questo articolo. Tutto cio che ho scritto è successo a me personalmente e non e stato ripreso da storie sentite.

Ultimo consiglio se siete in prima fascia, fate ricorso al giudice di pace io ho sbagliato e non l'ho fatto ma mi e stato detto che se l avessi fatto avrei avuto buone possibilita che il giudice lo avrebbe accolto dato che sono incensurato e non ho sui carichi pendenti alcun reato ed era la prima volta che infrangevo l'art.186.

SOSPENSIONE PATENTE PER ALCOL

 

Caro lettore, abbiamo spostato la tua richiesta da questa zona del sito che è dedicata alle notizie, all'area DOMANDE AGLI OPERATORI dove nei prossimi giorni potrai leggere anche la nostra risposta.

Grazie,

La Redazione

Problemi con la marijuana

Salve ho 17 anni e fumo le canne da circa 1 anno e mezzo , da piu di 4-5 mesi ho diminuito la quantità visto che ho  iniziato ad avere dei gravi probblemi....Ora vi spiego comè andata.. Allora all'inizio mi divertivo in compagnia dei miei amici scherzavo ridevo me la sballvo , anzi alcune volte parlavo molto di piu dopo aver fumato che quando stavo lucido anche perche sono un ragazzo timido, insomma era bello e mi divertivo fumare in compagnia. Da circa 5 mesi ho notato che fumando l'effeto è cambiato radicalmente ora quando fumo divento triste mi vengono dei pensieri molto tristi in testa e non riesco a stare calmo ... tremo  ,il sangue mi diventa gelido , non riesco a ridere/scherzare per davvero (alcune volte faccio finta) con gli altri , non riesco a socializzare .... Insomma sn in un brutto guaio... Alcune volte dopo aver fumato il giorno dopo sto sconvolto oppure molto triste... alcuni amici mi prendono in giro oppure mi dicono che ho una faccia strana.. (anche loro fumano ) Ho provato a smettere per circa 2 settimane(Non fumando sto  molto meglio però siccome ho amici che sono tutti dei fattoni d'erba dovrei distaccarmi da loro e smettere di fumare  ) dopo circa 2 settimane  ho riiniziato a fumare però dopo appena 5 - 6 tiri mi è salita sempre nello stesso modo...pensieri negativi ... non riuscivo a essere vero nelle battute degli altri mi sembrava tutto noioso e negativo. Vi prego aiutatemi ,  Grazie (se potete darmi un indirizzo per parlare meglio della cosa mi farebbe piacere , non sono riuscito a descrivere tutto cio che volevo , ci sono anche altre cose).

ricordo di mia madre

mi domando se questo peso che mi trascino dietro ormai da 18 anni diventerà mai facile da portare...mia madre non esiste piu ed al suo posto c'è una schifosa bugiarda che respira a fatica e con la bocca sempre impastata.18 anni di bugie di uomini di merda in giro per casa, di cose che spariscono...18 anni di promesse al vento di xanax per dormire e whisky nel frigo. 18 anni di banconote arrotolate dimenticate dappertutto, di figure di merda in giro per il paese, di delusioni litigi riappacificazioni, promesse e speranze...e di nuovo bugie. ho 33 anni e da quando ero una ragazzina questa è mia madre. Ora anchio sono madre, di una bambina alla quale donerei la mia vita....e mi chiedo perchè mia madre non ami me in questo modo...mi chiedo perchè mia figlia non possa avere sua nonna invece di quella donna orribile che continua a deluderci, mentirci, approffitarsi del nostro amore. voglio essere una buona madre, ma non  so da dove iniziare...ho una gran rabbia nell'anima e non riesco a venirne fuori. amo mio marito ma non so dirglielo ed amo mia figlia ma ho paura di lei. vorrei odiare mia madre, vorrei cancellarla ed invece continuo ad aspettare che chiami, che bussi alla porta....toc toc...chi è? sono mamma.....dio quanto mi sei mancata....questo immagino...

 

 

 

 

 

Condividi contenuti