Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 32963 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Type the characters you see in this picture. (verifica con audio)
Inserisci il testo che vedi nell'immagine qui sopra. Se non riesci a leggerli, invia il modulo e una nuova immagine sarà generata. È indifferente a maiuscole e minuscole.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Novità tutte le sostanze, Sito Segnalato

cannabis libera anche per il Governatore di Disneyland

 panico e incredulità a Gohtam City

Il capo della DEA dà le dimissioni

Gli uomini della Drug Enforcement Agency avevano partecipato a festini con prostitute pagate dai cartelli della coca colombiani.

50 anni di canne

Lancet: "le droghe psichedeliche sono sicure come andare in bicicletta, vietarle è contro i diritti umani"

pare che sostanze come LSD, psilocibina o DMT oltre a non dare dipendenza abbiano addirittura un potenziale nella cura delle dipendenze da alcol, eroina, tabacco

Classifica dannosità droghe di Lancet: lo studio completo

l'intero paper, tratto da The Lancet, del celebre studio sulla pericolosità delle varie sostanze.

Iboga contro la dipendenza da eroina

Un regista inglese racconta la sua esperienza.

"I medici dovrebbero parlare più apertamente di droghe, e non solo in termini di rischio"

Lo psichiatra ed esperto di dipendenze Winstock spiega al Guardian che il "tabù del piacere", che porta a nascondere, negare o ignorare il fatto che la maggior parte della gente che assume sostanze (il 90%) lo fa per piacere e senza esserne vittima, e riuscendo a godere degli effetti positivi più di quanto patisce quelli eventualmente negativi, provoca danni. Parlare di droghe solo in termini di rischi può essere efficace per la prevenzione assoluta, ma è una dialettica a cui sono completamente sordi quelli che già le usano senza grossi problemi: ciò può portarli a sottovalutare i problemi di lungo termine o le precauzioni da prendere perché l'uso rimanga aproblematico."

Condividi contenuti