Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Buonasera...vi ringrazio anticipatamente

Buonasera...vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione, il mio sfogo non sarà breve...già lo so. Sono una ragazza di 19 anni ed ho una vita assolutamente normale. Non ho mai avuto un contatto diretto con le droghe, ad eccezione di qualche canna con gli amici la sera per divertirci un po. Mi sono sempre documentata al riguardo, ho sempre avuto una grande curiosità e ne ho spesso parlato con mio padre...che da giovane ha fatto uso di alcune droghe. Tutto questo prima di conoscere un ragazzo con cui ho una relazione ormai da sei mesi...con continui tira e molla. Dopo un mese di frequentazione, mi confessa di essere un tossicodipendente...fuma eroina quotidianamente e spesso si fa di cocaina, crack, prende acidi quando va alle feste e ha provato praticamente qualsiasi tipo di sostanza. Mi reputo una persona priva di pregiudizi, per cui questa notizia non mi ha allontanata. È un ragazzo brillante, molto intelligente, profondo, simpatico, alla mano...insomma, nulla da ridire. Continua la nostra conoscenza e purtroppo le cose con il tempo peggiorano, comincia a mentirmi, a negare l'evidenza, a non presentarsi agli appuntamenti. Nonostante ciò, con molta pazienza, continuo a stare con lui. Non gli ho mai chiesto di smettere, non l'ho mai messo alle strette, non gli ho mai fatto pressione. Semplicemente ero li, al suo fianco, lo ascoltavo quando aveva voglia di sfogarsi, cercavo di tirarlo su quando era convinto di essere uno schifo. Volevo solo stargli accanto, fargli capire che quella non era la strada giusta...senza mai offenderlo o farlo sentire una merda per quello che faceva. È un ragazzo problematico, ha molte difficoltà a causa della sua infanzia e purtroppo la madre non lo aiuta ad uscire da questo incubo. Diverse molte mi ha chiesto di aiutarlo, l'ho visto piangere perché la sua famiglia lo disprezza. Mi ha sempre detto che sono l'unica cosa positiva della sua vita. Ho cercato di fargli capire che la strada giusta sarebbe rivolgersi a degli specialisti, ma in concreto poi non fa nulla. Credo che debba toccare il fondo per capire davvero...è brutto dirlo, ma spesso è ciò che accade...almeno penso. Nonostante il bene che mi vuole, non riesce a smettere di dire bugie, non riesce a farmi essere presente come vorrei. Richiede la mia presenza, ma poi mi esclude. Non ha alcuna "vergogna" a fumare in mia presenza...la prima volta che l'ha fatto gli ho chiesto perché non poteva andare in un'altra stanza...mi ha risposto: "preferisci che lo faccio di nascosto?" Chiaramente no...ma quell'odore mi è rimasto nel cervello. Ho odiato vederlo così. Dopo circa due ore ci siamo messi a letto, ha aspettato che io mi addormentassi per fumare di nuovo. Appena ho sentito il rumore della stagnola, inevitabilmente, mi sono svegliata. In quel momento ho capito di aver sottovalutato la situazione...in così poco tempo aveva fumato circa due grammi. È magrissimo, ha spesso forti mal di testa che lo fanno impazzire, sono preoccupata per la sua salute e per la sua stabilità mentale...che purtroppo non vedo salda. Mi piange il cuore perché gli voglio un gran bene e vorrei che non si buttasse via. Da quello che dice ha fatto tre anni di sert, ma in comunità non è mai andato. Ha inoltre problemi con la giustizia...insomma, ha un sacco di preoccupazioni e angosce e per non stare male l'unico rimedio è l'eroina. Dice spesso di averla sposata, che sono inseparabili e che non riuscirà mai ad uscirne completamente. Sono cinque anni che prende eroina assiduamente e da quello che dice ne prende circa quattro grammi al giorno...ma secondo me ne prende di più. Attualmente non stiamo insieme, mi ha riempito di bugie anche sulle sue relazioni a quanto pare e io, esausta dei suoi tradimenti, ho deciso di chiudere questa relazione...mi stava portando giù con lui, non capivo più nulla, la mia vita ruotava intorno a lui. Non dormivo più la notte perché ero preoccupata, non mangiavo per via della gastrite per i pensieri. Nonostante abbia preso questa decisione, non riesco a staccarmi da lui. Sono continuamente da lui con il pensiero nonostante lui ora stia con un'altra persona (anche se continua a negare). Penso continuamente alla sua dipendenza, all'eroina e sta diventando una fissazione per me. Non faccio altro che documentarmi, vedere filmati, leggere testimonianze. Inoltre da quando lo frequento ho perso contatto con le cose sane della vita, non voglio stare con la mia famiglia, non voglio sentire le amiche che mi consigliano di lasciarlo perdere. Insomma...la mia vita ruota letteralmente intorno a lui e ai suoi problemi. Non posso andare avanti così...voglio stargli accanto ma non posso privarmi della mia vita per assecondarlo. Come se non bastasse, sembra che il suo obiettivo sia proprio quello di farmi allontanare dalla mia famiglia per tenermi più vicino a se. Mi ha chiesto di andare a convivere, di avere un bambino ma io non mi sento pronta e sono sicura che lui dica queste cose solo perchè è solo. Non mi ama veramente, altrimenti non mi tradirebbe, non mi mancherebbe di rispetto come fa. Non so assolutamente come comportarmi, nessuno riesce a capirmi...sono tutti pronti a giudicarlo e a dargli della merda, non sanno quanto è sensibile e fragile. Spero qualcuno qui possa capirmi e indirizzarmi...grazie.

Commenti

@ BEA
.
io crero tu avessi bisogno di....sfogare, scrivere quanto sopra in modo ordinato e completo; hai scritto tutto,
- Domande e Risposte.....
- Analisi e ControAnalisi......
- Frustrazioni e il TUO personale modo di affrontarle
- Circa 4 gr al giorno di Roba .......NEL CASO CHE FOSSE VERAMENTE COSÌ. .....SONO TANTISSIMI......
- Io da adulto che lavora con stipendio altino maiiiiiii potrei permettermi un ritmo del genere......stiamo parlando di almeno 80 eur x die ossia 2.400 eur al mese solo li.....in roba.....uhmmmmm.........
- sinceramente io nn ci credo
- Facciamo dei figli, Andiamo a convivere, NON STIAMO INSIEME ma....."se ti volesse bene non-Ti-tradirebbe"; beh' si tradisce chi sta insieme a Te.......ma insieme nn ci state
_______
"......voglio stargli accanto ma non posso privarmi della mia vita per assecondarlo....."
O L'UNA O L'ALTRA COSA
.......
con tutto il rispetto.....se il post è vero (ossia nn un Fake, giusto per parlare chiaro).....io leggo una giovane
19enne in grande confusione, a livello emotivo, umano, personale e sentimentale......e cosi via
........
detto questo preciso che 4 grammi x die mi sembra fuori da ogni normalita anche x i TD piu-TD.....
Ultima cosa
UNA COPPIA DOVE UNO DEI 2 È UN TD " consumato" mentre l' altro partner è SANO è una coppia che nn potrà maiiiiiiii funzionare
MAI E POI MAI.....
SEMPRE STATO E SEMPRE SARÀ COSÌ
.
Buona notte Bea
.
Sugari

I soldi non sono un problema. Ho riportato quanto detto da lui, chiaramente non sono un'esperta in materia e non potrei comunque esserne certa, non vivendo con lui 24 ore su 24. Il "non mi tradirebbe" era riferito ai suoi comportamenti quando stavamo insieme...e lo stesso vale per la convivenza e il bambino, frasi dette quando stavamo insieme. Forse non sono stata molto chiara. Mi vedi confusa ed è proprio questo che volevo esprimere...credo si possa intuire facilmente nell'ultima parte...

si si.....hai scritto...comecsi dice in gergo.A RUOTA LIBERA
Tu hai vissuto e vivi questa cosa che, credimi ...... ho 45 anni , putroppo, davvero molra esperienza
.
Concentrati su questi concetti base :
.
1)
UNA COPPIA DOVE UNO FA USO DI DROGHE PESANTI E L ALTRO NO.......È DESTINATA A MASSACRARE L'ESISTENZA DI QUELLO DEI 2 CHE È SANO
.
2)
TU NON PUOI FARE NULLA X LUI, nn puoi aiutarlo proprio perche sei troppo giovane e non conosci le reaziini e i meccanismi di un cervello sotto effetto di sostanze pesanti......le cosidette bugie sono solo la naturale reazione di ciascuno di ...."noi" .....in preda alla " compulsivita"
Il TD racconta "bugie" come spontanea forma di difesa di un cervello che nn funziona con i meccanismi normali
.
3)
in questo momento rimane solo una terapia farmacologica Sostitutiva all'Eroina , ma questa spinta può venire solo dalla pesona; ogni parola detta, promesse etc etc......sono e saranno solo parole dette da un cervello che in questo momento n funziina bene perché, appunto, sotto continuo stimolo di sostanze
........
BEA
TU NN PUOI FARE NULLA X LUI SE NN È LUI A PRENDERE COSCIENZA DEL PROBLEMA e a chiedere aiuto
.
Sug

Tossico e bugie stanno sempre insieme . Il menefreghismo di un tossico non ha limiti . Esiste solo la sua amata eroina . Parlare di bimbi ( e non vorrei commentare ) ma É un offesa a questi che sono sacri. Sei una ragazza intelligente X capire ste semplici cose anche se non sei dentro la sua testa . Lui si sente solo in certi momenti .... il suo cervello cerca un equilibrio dagli sbalzi d umore che gli causa l eroina . E tu sei lì e lui X un attimo si agrappa. Non ti dico cosa devi fare il mondo ha sempre avuto le crocerossine ( inutili ) io faccio i conti con i miei sbalzi d umore X l eroina . La strada ? , accettarsii X quello che si è . Un td a rischio di tutto quel che ne segue o volerne uscire e far parte di questa società . Ma la scelta è solo sua .

È esattamente quello che fa...in alcuni momenti si aggrappa a me, se non rispondo al telefono perché sono impegnata entra nel panico, diverse volte mi sono ritrovata decine di chiamate e di messaggi. Altre volte, invece, non gli importa assolutamente nulla e non risponde anche per uno, due giorni. È complicatissimo. So che la scelta è sua, per questo non ho mai insistito...sarebbe inutile. Nom voglio fare la crocerossina, ma finché ero la sua fidanzata sentivo in qualche modo la responsabilità e il piacere di stargli accanto...Credo sia normale. Ti ringrazio per la risposta.

Si è normale e giusto ma purtroppo non si può dire altro . Un abbraccio . Mon

Ciao,ti chiedo scusa in anticipo se posso sembrarti presuntuoso.....comunque ho finito di leggere la tua storia e devo dire che è esattamente uguale a quella di chiunqe ha a che fare con un tossico,perchè alla fine è di quello che stiamo parlando.Non c'è molto da dire, o lo molli e vai per la tua strada o lui SMETTE..e si fa aiutare.Parlo per esperienza personale, dopo 25 anni di roba,coca etc.. ho deciso di smettere perchè la mia attuale compagna non merita di stare a fianco ad un bugiardo,manipolatore,falso,ladro,paraculo e tutto il resto delle qualità che deve avere un tossichetto da strada che si rispetti...Ti diro' di piu' neanche la mia famiglia lo meritava. Non è stato facile pero un primo passo e affidarsi al sert e seguire la terapia in affido e non farsi sopra....Io ci ho messo fin troppo a capirlo, sono stato in comunita' e non era servito a nulla, ho provato da solo e si magari ce la fai anche per un' po ma poi ci ripicchi...non so bene come spiegarlo, ti faccio un esempio: prima di conoscere la mia compagna ripetevo sempre "devo smettere" ci provavo e puntualmente fallivo l obiettivo. Da quando invece c'è lei in me è scattato qualcosa che mi ha fatto dire VOGLIO, non DEVO ....Ripeto non è stato semplice pero' oggi siamo felici ho il mio lavoro, giro coi soldi e non ci penso minimamente a farmi. prendo la mia terapia (Subuxone) senza pasticciare con nulla e riesco anche a mettere in pratica quanto mi hanno insegnato negli anni gli operatori del Sert o la Comunità. Tornando a te se ci vuoi stare assieme in modo costruttivo lui ha solo un' alternativa...troncare con tutto ...se ti ama ci arriverà a capirlo....altrimenti non perdere piu' tempo e vai avanti...
Buona vita

Ciao. Non sei stato presuntuoso, anzi. Ti ringrazio per quanto scritto. Credo, purtroppo, che non abbia intenzione di fare questo passo...ci sono tante parole e tante promesse...ma di concreto, nulla. Spero le cose possano migliorare, in primis per lui. Buona vita anche a te!!

Da quanto hai scritto, sinceramente non è una situazione risolvibile in pochi giorni.....Puo' anche darsi che smetta, ma è un processo moooooooolto lungo,considerando che siete giovani possono volerci tranquillamente 20/30 anni prima che ci arrivi a capirlo....(perchè se non lo capisce lui non c'è niente da fare)
Il punto è: sei disposta ad aspettare tutto questo tempo, con tutto quello che ne consegue(disintossicazioni fai da te ,spacciatori in casa,litigi,botte, pochissimi momenti di intimità perchè lui o sta male e percio' soffre di eiaculazione precoce oppure non sente nulla, sbirri, galera e nel caso aveste figli gli assistenti sociali che te li portano via)?Io non credo, so che è brutto da dire pero' togliti dalla testa la convinzione di salvarlo,perchè quando lo capirai sara troppo tardi, ti brucerai i tuoi anni migliori e per cosa poi?

Ma io non ho la convinzione di salvarlo...ho capito benissimo che è impossibile, se non lo capisce lui. Spero che le cose migliorino per la sua salute e la sua tranquillità...io chiaramente non posso tirarlo fuori da questa situazione. Quello che potevo fare era stargli accanto. Punto. Ho pensato spesso a tutto ciò che hai scritto e forse no...non ne sarei in grado.

Ciao Bea,
quello che ti hanno scritto gli altri è frutto di esperienza vissuta e di mille altre esperienze che abbiamo letto negli anni in questo forum.
La volontà di smettere parte da te, nessuno può avere un potere tanto forte da indurti a smettere perché ci sono di mezzo fattori che non controlli e che producono bugie, tradimenti, schifo e una vita che, per chi non c'è dentro come te, non ha ragione di essere vissuta.
Ciò che voglio dirti è che, nonostante la sensibilità, la dolcezza e l'intelligenza di questo ragazzo, tu non puoi fare davvero nulla per tirarlo fuori dal guaio in cui si trova, anzi, hai fatto fin troppo. Puoi sentirti la coscienza più che pulita.
Se un domani (ma non ci farei affidamento), lui venisse da te con nuovi presupposti, potrai decidere cosa fare ma ORA è il momento di pensare alla tua vita e, credimi, non è un passatempo perché dai 19 anni ai 40 anni, il tempo passa che neppure te ne accorgi e se non hai coltivato nulla, nulla raccoglierai.
Fidati.
In bocca al lupo per tutto e scusa per la mia franchezza.
J

Ti ringrazio per le parole. In queste situazioni la sensazione è di non aver fatto mai abbastanza..."se avessi detto", "se avessi fatto", "se mi fossi comportata così"...la realtà è che nulla basterebbe per cambiare le cose. Grazie e in bocca al lupo anche a te!

Grazie cara,
Viva il lupo... per tutti quelli che combattono contro qualcosa per trovare una vita serena! ;-)
J.

"Non so assolutamente come comportarmi, nessuno riesce a capirmi...sono tutti pronti a giudicarlo"

E neanche qui nessuno riuscirà a capirti veramente e giudicheranno anche te:
-"perché vuoi fare la crocerossina";
-"perché tu lo hai scelto come fidanzato";
-"perché tu non puoi capirlo davvero se non hai mai fatto uso";
-"perché la tua storia mi sembra così assurda: ti sei innamorata di un tossico?? Di sicuro è un fake".
Nessuno riuscirà mai a capirti fino infondo e saranno pronti a giudicarti Bea.
Cavolo, a chi non è mai capitato di innamorarsi della persona sbagliata o di provare un amore non corrisposto. Cavolo, siete tutti dei fenomeni se non vi è mai capitato.

Bea, capisco che tu sei innamorata di questo ragazzo, ma parti da questi presupposti e trai le tue conclusioni:
-lui non ti ama;
-l'eroina avrà sempre la precedenza su tutto, verrà sempre anche prima di te;
-se continuerai a stare con lui, mangerai sempre tantissima m***a. Ti ritroverai sempre sola a prendere decisioni importanti e non, a condurre la vita normale di tutti i giorni; sarai SOLA, INCOMPRESA, INSODDISFATTA; dovrai essere sempre la parte forte della "coppia" e non potrai permetterti neanche un attimo di debolezza;
-a un certo punto ti stancherai e sarai talmente infelice che inizierai a cercare un pò di amore ovunque.
Andrà così Bea, credimi, lasciati portare, che con una mano sto scrivendo e nell'alltra ci ho messo il cuore.

Siccome sei molto giovane, spegni il pc, taglia la tua sim, metti la tua roba anche nei sacchi dell'immondizia e scappa più lontano che puoi. Starai male un mese, un anno, ma poi ti riprenderai e avrai tante possibilità di costruirti una vita molto migliore di quella che ti aspetta, magari accanto ad un uomo con i controco*****i.
Spero di averti spaventato abbastanza.
Ah un'ultima cosa e poi chiudo, non pensare neanche lontanamente a figli con lui se non vuoi che rimorsi di coscienza ti divorino fino alla fine dei tuoi giorni.

Grazie mille, davvero...sei stata molto carina. È troppo facile giudicare e puntare il dito...e sempre più complicato mettersi nei panni dell'altro. Tu l'hai fatto. Ho tratto le mie conclusioni da un po, ora bisogna mettere in pratica ciò che ho capito...piano piano. Grazie ancora e un abbraccio.

ragazzi volelo dare qualche consiglio d vita vissuta a questa giovane ragazza ma avete già detto le cose più importanti voi!complimenti siete davvero in gamba e date davvero consigli sensati!io posso solo aggiungere cara Bea di fare quello che ti consigliano questi ragazzi,che sono tutti esperti di queste problematiche:vivi la tua vita adesso!so chè è difficile!ma è l'unica cosa sensata da fare!hai il mondo ai tuoi piedi!troverai una persona migliore di lui,che ti amerà ti rispetterà e ti metterà AL PRIMO POSTO!datti un pò di tempo...ricontatta i tuoi amici,esci,divertiti e vedrai che giorno dopo giorno comincerai a stare meglio,,il tempo guarisce tutto..o quasi..