Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

finché morte non ci separi

Ciao a tutti. Ennesima storia simile a tante altre.. sigarette a 12 anni, fumo a 16, anfetamina, poi coca e infine lei la Regina ero a 20. 9 anni di pere con annessi e connessi comunita compresa mille scoppiature e altrettante ricadute.. poi, ce l'ho fatta nel 2000 lultima pera. Da quel momento niente piu roba ne coca ne fumo nulla di nulla salvo qualche sbronza ma mai solo ad esempio notte di capodanno con amici cc ecc.. pure con le sigarette son andato a scalare figuratevi.. Oora ho un lavoro, una casa, una moglie e 2 figli meravigliosi.. per anni mi e capitato di ripensare alla roba ma senza farmene un assillo.. tutto bene? No. E un periodo che mi sento stanco svuotato come avessi speso tanta energia per ricominciare che ora non ne ho piu.. e da qualche tempo eccola li in testa.. non passa giorno che non pensi alla roba.. mi son fatto un giro piu di uno nelle piazze che frequentavo, non per comprare ma solo per vedere cosa provassi.. sto scherzando col fuoco. Non voglio rifarmi ma e unossessione, non posso parlarne con mia moglie perche non puo capire e non voglio preoccuparla, idem mia madre la ucciderei, amici ver oramai non ce ne sono piu.. sono solo a lottare ogni giorno col mio mostro.. davvero ho limpressione che dovro vivere cosi sempre? Dopo 17 anni che non tocco nulla? Mi sento davvero a terra a volte mi vien voglia di piangere per lansia che mi assale e devo ingoiarmela da solo.. non voglio fare cazzate ma questi ultimi mesi stanno diventando unincubo la roba e davvero subdola dorme dentro di noi aspetta solo le nostre debolezze maledetta troia.. grazie per lo spazio un abbraccio a tutti quelli che ce lhanno fatta e anche a tutti gli altri

Commenti

da Tirar Puede Matar
Ciao Stefano,
secondo me è sbagliato non parlarne con le persone a te vicine, come tua moglie. E' un fardello troppo grande da portare da solo, e in fondo non hai ancora fatto nulla, quindi sei più che in tempo a recuperare le redini.
Sicuramente ti consiglio di vedere un bravo psicologo/psichiatra esperto della materia, o di andare al SerT.
Forse ti sembrerà assurdo, ma io credo che anche una terapia a base di metadone/suboxone, a basso dosaggio e per breve tempo, possa essere utile, se fallisse l'approccio psicologico.
Purtroppo la tossicodipendenza è una malattia a carattere recidivante, può riapparire anche dopo anni di "pulizia", e non va sottovalutata.
Ti saluto e ti auguro buona fortuna

da sugar magnolia
ODDIO NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
.
TPM .....scusa, con tutto il rispetto, ma il mio coetaneo sopra e' pulito da 17 anni
e quindi, a uno pulito da cosi' tanto tempo, mai darebbero una
TERAPIA SOSTITUTIVA .....a cosa ???????????????????????????????????? ........a 17 anni di completa pulizia ????????????????????????
manco lo prenderebbero al Sert, non c'e una dipendenza-in-atto da curare
.
@STEFANO
abbiamo la stessa eta' (io 1 anno meno di te), leggendo il tuo post, ho ripercorso i ns anni, quando nel 2000 tu sei entrato in Comuna, io ero al pieno assoluto di un delirio a livello totale
pensa che gli anni dal 1997 al 2000, praticamente NON-RICORDO-NULLA
C'ero, esistivo, lavoravo, uscivo.....ma non ricordo nulla se non qualche spezzone qui e la'
Poi nel 2001 hanno iniziato a somministrare la Buprenorfina; beh' caro Stefano, sono ancora qui....ho usato la Bpn per mantenermi a galla in modo dignitoso e mimetizzato
Ma non ho affatto smesso
Solo con questa terapia a basso dosaggio posso usare 1/2 giorni e rimettermi subito in riga e lavorare e vivere in modo normale
.
Stefano, se tu provassi la robaccia infame che gira adesso, credimi sulla parola, manco la riconosceresti per la sostanza che abbiamo assunto e vissuto negli anni '90
Questa non e' roba
questo e' un LERCIO TAGLIO DA STRADA
vedrai che ti passa...........ne sono certissimo
.
Sugar

Hai ragione,ma ti pare che nemmeno l'ha toccata ancora e gli consigliano di farsi dare il metadone??? si sta preparando la ricaduta come spesso accada,secondo me dovrebbe affidarsi ad uno psicoterapeuta esperto in materia di dipendenza.

da sugar magnolia
STEFANO
parla col tuo doc di base e inizia a un ansiolitico, e' sempre comunque una sostanza che ti placa; non so se ti assuma farmaci di qualche genere
Io assumo 1,5 mg di Xanax ogni sera a mezzanotte, dal maggio del 2011.....sto benissimo
vedrai che ti placa.............e mi raccomando, in questi momenti di fragilita', OCCHIO AGLI ALCOLICI....hai 2 figli
.
Sugar

da anny82
Stefano, anche secondo me prendi un ansiolitico e cerca di scacciare questi pensieri. Cerca di ricordare le cose brutte che lei ti ha fatto vivere e non i momenti belli. Se ricadi non sarà una tantum. Una volta smesso non si può usare di nuovo, neanche una volta, non se ne esce più, non fare il mio errore.

da Tirar Puede Matar
Cia Sug,
io non ho detto di buttarsi subito sulla terapia, ma di iniziare da un percorso con psicologo/psichiatra, e nel caso non funzionasse, di tentare l'ultima strada della terapia.
Che, fidati, è molto meglio che ricadere nell'eroina. Quella buona si trova ancora eccome.
Ciao

a mon
Si , stai attento io dopo tanti anni l'ho riasaggiata( ti garantisco che fa schifo e non la riconosceresti più) ma..... è bastato quel piccolo sentore e dopo credo ormai 3 anni sono qui tra buprenorfina e pseudo ero . Vai dal medico e fatti aiutare . Questa É una malattia da curare sempre . Non vale il prezzo di una moglie e dei figli , xche prima o poi lo sentono .

da anny82
IDEM. Mai riaprire una porta chiusa.

da Tirar Puede Matar
No no, non fatevi illusioni, l'eroina buona c'è ancora. Forse non dappertutto, ma si trova.
Tanto per dire, nella mia città: https://ilmanifesto.it/eroina-pura-un-killer-a-torino/

da mon
Si tirar , l'eroina c'è anche nella mia città . Non vado alla stazione ... l'eroina c'è sempre stata e ci sarà sempre . Padova e sempre stata la sua casa .

da anny82
La qualità è colata a picco, davvero non c'è paragone con quella di fine anni 90 primi 2000 (stando su Padova) ma se lo rifai ci cascherai lo stesso. Come ho fatto io, anche se fa schifo ed è quasi non-iniettabile te la spari lo stesso. I brutti periodi capitano ma potrebbe diventare un pessimo, terribile periodo. Fatti aiutare da un sostegno farmacologico e pensa ai tuoi cari e alla fiducia che potresti perdere.

da mon
Si non c'è paragone e X me era la metà degli anni 80. Tpm ne ho vista di eroina cambiare .

da Tirar Puede Matar
Chiaramente cambia sempre, e non metto in dubbio che la qualità media 20 anni fa fosse migliore. Dico solo che, se uno cerca, la trova ancora quella buona. Quindi la qualità non è un deterrente, se uno ha la scimmia sulla spalla.
Ciao Mon! ;-)

da mon
Si , ci abbiamo provato a passarlo X deterrente ,ma questo titolo troppo indovinato : finché morte non ci separi .

da Stefano 71
Ciao, innanzitutto grazie TPM, Mon, Anny 82, Sugar magnolia, per aver dedicato il vostro tempo a condividere la mia esperienza e aver voluto dare il vostro contributo alla "questione", lo sappiamo quanto ci faccia bene avere conforto e sopratutto trovare chi capisce di cosa parliamo.. Da qui parte la riflessione di non coinvolgere mia moglie in ciò che sto attraversando.. Lei sa del mi passato, ma mai ne abbiamo parlato approfonditamente, forse che lei consideri la questione chiusa? O ne abbia paura di sapere di più? Se ne parlassi, mi starebbe vicino? Si renderebbe conto che la scimmia non muore mai, oppure le apparirei come il bimbo viziato che vuole quella cosa che glipiace tanto ma che gli farebbe bua al pancino? Ho timore di non essere capito, o non riuscire a far capire quanto stia lottando soffrendo ora, ed è per questo che ho postato la mia esperienza dove chi può davvero capire potrà essermi d'aiuto. Inoltre pratico uno sport poco di moda, cioè l'EMPATIA, mi metto nei suoi panni e mi immagino che se capisse davvero.. Io ad avere accanto una persona cara con la roba che gli frulla per la testa.. vivrei con la paura folle..No, x ora vado avanti così senza coinvolgere persone care, piuttosto sto pensando all'ipotesi di rivolgermi al mi Doc e sentire cosa mi consiglia. Niente Sert (ma una volta era il NOT, ricordate?)a meno che non vada alla ricerca d'aiuto psicologico. Non medico, meno farmaci prendo meglio sto, pure con l'influenza e febbre a 39.5 preferisco l'oblio sul divano (chissà perché. ?)ma nemmeno la tachipirina prendo. Tutte le scoppiature in vita mia le ho fatte lisce lisce solo una volta ebbi bisogno di pere di valium ma è un'altra storia.. un'abbraccio a tutti i Tossici Non Praticanti come me e a tutti quelli che ancora lottano in bocca al lupo a tutti voi. Stefano 71

Ti capisco,sto con uno che non sa nulla di tossicodipendenza e devo vivermi i drammi tutti da sola per non fargli paura e non dargli problemi. La differenza tra me e te però è sostanziale,questo è uno che probabilmente durerà ancora poco e ho dei dubbi che mi ami davvero, lei invece è tua moglie,avete figli,avete costruito qualcosa e di sicuro ti ama,posso capire la paura di esternare i mostri che hai...parlane con uno psicologo e non prendere medicine che poi vai a rota pure con quelle.

da Tirar Puede Matar
Stai fecendo la scelta giusta. Però se ascolti me, non andare da un medico o uno psicologo qualunque, ma cercane uno che sia esperto proprio in materia di tossicodipendenza.
Io conosco uno psichiatra molto valido, che mi ha dato un grande aiuto, che ha lavorato molti anni presso vari SerT. Solo che riceve in Piemonte, e non so tu di dove sei. Nel caso scrivimi in privato, ti lascio il riferimento.
Ciao

da anny82
Stefano, hai ragione, chi non è entrato in questo mondo non può capire e nemmeno chi ci è più vicino può esserci molto d’aiuto. Io mi sono fatta per quasi un anno e mezzo di nascosto dal mio compagno perché non avevo il coraggio di parlarci e temevo la sua reazione, sono tornata al sert dopo tanti anni senza dirglielo, poi, quando è scoppiata la bolla mi sono resa conto che avevo ragione sul fatto che lui non può capirmi ma il sollievo di non dover tenere nascosta una cosa così grossa è stato tanto, e a modo suo mi sta vicino e cerca di darmi conforto. Sto molto meglio, ma tu non sei arrivato al punto di cadere e devi fare tutto il possibile per evitarlo. Da soli è troppo difficile, io ci ho provato sprofondando sempre di più, un piccolo appiglio ci deve essere, che sia uno psicologo o un piccolo aiuto farmacologico... E ricorda: “Un cioccolatino resta un minuto in bocca e anni nel culo” (cit.) Pensaci bene e IN BOCCA AL LUPO

da mon
Ciao Stefano . Anche io non ho detto niente a chi mi sta attorno , si spaventerebbero e non saprebbero che fare . Quindi mi sono rivolta al sert X la prima volta in vita mia . Xche comunque la mia storia con l'eroina l'ho sempre tenuta abbastanza controllata e poi ero (come te ) stata tanti anni senza incontrarla . Ma se la riprendi in mano É tutto più complicato X chi come noi ha figli lavoro una vita "normale ,, come ti ho detto l'ho rincontrata Quasi 3 anni fa . Prendo il suboxone ma scivolo spesso la mia intenzione sarebbe di tornare a saper vivere senza di lei , come ho fatto X tanti anni ma ancora non ho trovato un aggancio giusto e non so se lo troverò mha... ti posso dire che il medico sert mi aiuta molto quando parlo capisce le mie sfumature e mi ascolta con attenzione . Credo in questo percorso ,non lo mollo . ciao mon .

da Stefano 71
Ciao a tutti.. Innanzitutto per Mon.. No non mollare quel percorso non mollare mai da un paio di giorni hai un'altra persona che fa il tifo per te.. poi ho capito parlando di "noi e la nostra vita" normale che hai famiglia quindi come me aggrappati a quel pensiero nei momenti bui.. Certo non può bastare, ma aiuta. Piuttosto dal tuo post e quello di Anny 82 e altri sul sito mi pare di capire che "cadere" faccia male (o meglio, il rialzarsi), ma Ricadere sia molto molto peggio.. qualcuno riesce a farmi capire perché, cosa ci capita dentro quando questo accade?? Parlo di ricadute a distanza di anni, perché quelle a distanza di giorni settimane o addirittura qualche mese ne so già abbastanza..Da quel che so, è vero che oltre al nostro cervello pure il fisico "riconosce" subito la sostanza? Cioè non saremmo mai "vergini" alla roba anche dopo una vita, quindi assuefazione e dipendenza molto più rapida, è così? Riguardo lo psicologo privato (caro TPM) aldilà del fatto che sto in Lombardia c'è che.. No tengo dinero! W il lupo, in bocca al lupo a Tutti

Stefano, certo che il corpo si "ricorda", anche dopo anni un td che riusa ci mette molto poco a tornare dipendente. Poi, secondo me, le ricadute a distanza di anni sono più difficili da gestire anche perché si ha qualche anno in più... a 20 anni l'astinenza si sopportava molto meglio come tutte le cose, non abbiamo più la stessa energia, abbiamo più impegni, più responsabilità e a volte la stupida convinzione di avercela fatta una volta e che quindi andrà tutto bene. Ovviamente non è così. La mia maturità di oggi - rispetto alla ragazzina che ero un tempo - non è servita a nulla, anzi, non sono mai stata così infognata e incapace di gestire la roba come adesso che sono "grande".

Anche X me É più difficile oggi , non si ha più la forza di un tempo e non ci si può permettere di star male , così ogni piccolo malessere diventa una preoccupazione di astinenza in arrivo da tenere a bada X il mondo che ci circonda .

da Stefano 71
Piccola disserzione, che magari verrà censurata,, leggo un tot di post in cui Raga di 20 anni parlano di dosaggi.. 0.2 al giorno, 0.4 al gg per 3 gg poi basta, 0.1 nei gg pari 0.2 nei dispari per 15 gg poi pausa di 3.. ma che è? Dove prendete la roba, in farmacia?? Ricordo ai primi tempi tutti sti neri sulle panche col sacchetto e con la punta del coltello a occhio te la davano sulla stagnola.. Non è un'amarcord, è solo una constatazione di come tutto (qualità della roba compresa a quanto pare) cambi..

è semplicemente cambiato il mercato. Ora con la moda della stagnola (inesistente ai miei tempi) si è abbassata l'età dei consumatori e così si vendono dosi piccoline anche da 10 euro e di INFIMA qualità

Ma allora, chi siamo?
Sopravvissuti? Dannati? Mosche bianche? Noi tornati dall'inferno chi siamo? E siamo davvero tornati? Leggo i post dei nuovi amici, e vedo che tutti o quasi ci son caduti ancora.. o hanno raggiunto compromessi fatti di metadone o sub.. Mi alzo la mattina e penso che sia meraviglioso non avere l'ansia, il dramma, di avere la roba.. essere libero.. sì, libero di vivere l'ansia di mille problemi, di conti che non tornano mai, di colleghi insopportabili, di mogli o mariti con la luna di traverso, col farsi spaccare le palle ogni errore si compia, di assistere ogni giorno al degrado umano fatto di arroganza prepotenza della legge della giungla tanto che ci si meraviglia quando si assiste ad un gesto di bontà (ma dai esiste ancora??), la voglia (e quante volte lo dico tra me e me) di mandare tutti a quel paese e sparire. Lontano. Magari su una montagna e voi state pure qui a scannarvi ogni giorno, però quella montagna è davvero lontana, troppo, e allora eccola qui la via di fuga eccola sempre lei, bastarda Sì, maledetta, subdola, rovina vita.. questa vita?? Quella vita che tanti moralisti ci incitano a vivere? Di mollare la roba perché la vita è altro, la vita è una, la vita offre tante altre sensazioni molto meglio di quella che offre Sua Regina?? Scrivo e scrivendo capisco sempre più perché tanti ci rifiniscono dentro, sacrifici sputare sangue e sudore e tutta la nostra volontà per tornare a galla, e ritrovare quello schifo che ci aveva fatto sprofondare. Capisco cosa vuol dire stanchezza, e la voglia di lottare che sbiadisce, e ci facciamo trascinare dalla corrente sperando non ci porti alla fine in un mare di m... Grazie ancora per lo spazio, uno sfogo non lo postassi qui me lo dovrei, al solito, ingoiare da solo. Stefano 71

Si credo che un po' dannati lo siamo . Una volta vissuta l'eroina , il tuo cervello è il tuo corpo non la dimenticano più . Vedi gli ex tossici infiltrati nelle vite , noi facilmente li riconosciamo . Ma non ti ingannare in questo tuo momento di fatica , ricordandola , xche lei ti fa ricordare solo l innamoramento e non ti ricorda tutte le litigate fatte, tutti i malumori ,il condizionamento , Il prezzo che ti metteva in conto poi , lo sfinimento . Non ti ricorda tutto ciò che ti portava via pezzo X pezzo di te . Subdola come una chimera ti chiama piano piano da lontano con voce sottile ti culla . X poi trasformarsi in un drago e tenerti prigioniero dentro il pozzo . Alla fine è solo il pozzo che ti da , buio profondo freddo . Tu devi essere più forte di lei , più .

STEFANO
.
sopra MON sta parlando dell'eroina, forse in certi giri molto ristretti (tipo quello che avevo trovato nel 2011/2011), esiste ancora, ma in generale cio' che c'e in giro adesso, e' una sostanza completamente diversa da quella che ricordi tu (che hai smesso nel 2000), quando si arrivava al cosidetto livello "chiusura-occhi"
Ora ci si arriva tramite una sostanza terribile che vendono i nigeriani che e' tutto farmaco.......altamente intossicante
Diversa come odore, come aspetto, come tutto; buona per questo
metodo delle stagnole sulla quale bruciano ogni genere di porcheria non potendo capire la sostanza, per la gioia dei pusher, questa cosa ha preso piede da una decina d'anni circa
e "stagnolando" non puoi certo renderti conto della qualita' della sostanza
.......
Ma il bello (o il brutto) e' che alla fine, il corpo soffre lo stesso per espellere tutto il taglio mischiato, IL CORPO E LA TESTA SOFFRONO, si sta male lo stesso, un down diverso dall'epoca ma sempre down (io uso ancora qualche giorno al mese, inframezzato con la terapia)
ma i viaggioni dell'epoca....davvero noooooo, on tornerano piu' !!!

Un Tunisino di 50 anni, vecchio pusher degli anni '90, ora lavora ed e' a posto, mi ha detto che i suoi paesani ricevono (esempio) 1 Kg dagli Albanesi,
(quindi ha gia' ricevuto almeno 3/5 tagli)
DAVANTI AI SUOI OCCHI, SU 1 KG DI ROBA GIA' TAGLIATA, HANNO AGGIUNTO ALTRI 4 KG DI TAGLIO
1 + 4 = 5 kg.....immaginati che SOSTANZA IGNOBILE possa mai essere
.
Hai smesso 17 anni fa.......credimi.....evita a te stesso una delusione cocente
STEFANOOOOOOOOO .......lascia stare.
Sugar

Dipende sempre in che zona d' Italia ti trovi la qualità...cmq qua discorsi sulla qualità non se ne devono fare.
Ma in Italia c è ancora del tritolo bisogna essere disposti a spostarsi.
Questi discorsi sulla qualità io non li capisco , se nelle vostre città trovate il taglio questo non significa che c è del taglio in tutto il paese.
Non è assolutamente così!!!
Anche se comprendo che in certe città è tanto meglio fumarsi una canna che farsi quel taglio....

Alla fine non ê la qualità il problema X un tossico , a meno che non sia un pacco ,qualsiasi quantita di eroina va bene . Invece di farsene un decimo di 30 anni fa ci si fa un grammo di oggi .

No per me non è cosi.Esiste ancora quella buona...esiste esiste.Ma qui più di tanto non si può dire su quest' argomento.
Si accontenta solo chi non ha voglia di portare il proprio culo dove deve.

È successo Perché doveva succedere lo sapevo, era troppo invasivo nella mente nei pensieri ed ecco la caduta. Come una piena hasbaragliato tutte le mie difese ogni pensiero lucido e razionale ogni consiglio arrivatomi e quel che peggio gli affetti. Una merda di 0.1 fatto nemmeno tutto con un ansia e una ferocia che nemmeno ai tempi. Ho avuto la mia risposta.. ne valeva la pena? Sì e No, ecco la risposta. Da un lato vi sembrerà strano ma mi sento Libero.. ho lasciato libero il mostro ancora una volta.. e mi ha fatto male malissimo,l'ho ritrovato per quello è, un mostro.. Ma se anni fa mettevo a rischio me stesso ora.. È stata una giornata surreale in cui non ho più pensato a nulla se non che Dovevo Sapere e basta. Ora ardo dai sensi di colpa.. non tanto per 17 anni buttati nel cesso o anche no perché ciò che ho costruito è ancora meno male tutto qui, non sarà una caduta a rovinare tutto quel lavoro,non esiste proprio, ma mi sento a terra per via sopratutto dei miei, che in un quella giornata ho quasi messo a rischio di farsi male, senza entrare in dettagli.. Di SMS preoccupati che mi chiedevano dove fossi. E via con le palle come una volta.. In poche ore ho riprovato il bello è lo Schifo. Per questo mi sento Libero, per questo ora so che affrontero giorni di merda in cui continuerò a dire Se non fossi andato a prenderla ora non starei così. ? Balle.. ora starei ancora lì col chiodo fisso, xanax o non xanax, invece ora ho preso davvero coscienza di quanto sia malato dentro ho le lacrime agli occhi scrivendovi tutto ciò ma voglio parlare a mia moglie della terapia che sto seguendo e forse un giorno di ciò che è successo, voglio e Devo fare esperienza di questo, sono a terra profondamente scosso dentro mi conosco so che metabolizzero' e diventerà un lugubre ricordo. Penso sopratutto ai miei bimbi è ciò che più mi fa male ho smesso tanti anni fa per me stesso e per me stesso e soprattutto per loro stavolta di anni ne dovranno passare 100 di anni. Non sono l'eroe di nessuno, anzi Eccone Un Altro Che Ricade.. la Roba è unamerda, la roba è merda e quella punta che m'era rimasta ha fatto il viaggio della merda, nella fogna.Son stato lungo e ora vado ho un cervello da riequilibrare. W il Lupo

Forza Stefano, nulla è perduto. Sei andato oltre il confine ma non sei ancora così lontano per non poter tornare indietro. Hai ceduto al tuo pensiero incessante, ora devi avere paura, tanta paura e fare in modo che la paura non ti faccia rifare questo errore. Perché lo sai bene che non è un caxxo vero che è “solo un’altra volta”, l’imperativo è MAI. Forza e coraggio!

Ciao Buonasera, sono un fumatore di erba al quale hanno appena ritirato patente ed auto ieri sera. Non ho mai fatto uso di droghe pesanti, salvo aver dato un tiro di ero una volta in vita mia e sei la coca. Basta. Non posso parlare come da un'esperienza come la tua, ma se l'accetti ho alcune intuizioni. Come mai dopo tutti questi anni sei tornato ad una battaglia interiore? Siamo sicuri che la rieducazione sia corretta, visto che la "guarigione" parte sempre da una forzatura intellettuale: la droga fa male?
In generale se avessimo più amore nella vita, le nostre devianze si curerebbero e certamente sono tali perchè abbiamo bisogno di un rifugio. Il guaio è che A QUESTA SOCIETA' NON INTERESSANO LE TUE FERITE EMOTIVE, MA SOLO LA TUA FUNZIONALITA'. Non sentirti in colpa se ripensi al passato, non sentirti in colpa se non sei come gli altri ti vogliono, anche i famigliari, ma parla con loro. Io non la penso come la maggior parte qui: credo che le droghe in futuro andranno tutte liberalizzate, senza esclusioni, perchè il divieto non ha mai risolto i traumi, anzi li ha solo accentuati. Un tossicomane non è un criminale, semmai è un malato che ha bisogno di assistenze. La società però è così perversa da far ricadere su te stesso la colpa della tua malattia (dipendenza). Se fossi più di un uomo, non avresti vizi, ma se proprio non ne avessi saresti disumano! Solidale nella difficoltà, il mio augurio è che il cuore della società cambi. Cordialità.

Ciao autore del post,

dovresti avere ben chiaro che l'essere stati eroinomani è come una malattia che ogni tanto può riacutizzarsi.
Tu hai la fortuna di esserti costruito un contesto socio-lavorativo e affettivo che di certo funge da elemento di protezione ma spesso non basta.
Se non avessi mai conosciuto l'eroina è possibile che oggi ti saresti ritrovato a vivere un disagio esistenziale che mai avresti creduto di poter superare con l'eroina ma il ricordo ti ha condotto verso la scelta più facile, più ovvia e anche più sbagliata.
Non ti biasimo per questo, ognuno si sceglie la propria "autoterapia". Il mio consiglio è quello di fare una visita psichiatrica perché magari si tratta solo di un evento di depressione che puoi superare senza tornare ad infognarti.

Un caro saluto,
J.

L'eroina è così. Il suo fascino è estremo e soprattutto eterno. E tu lo sai bene.
Sono momenti, poi passano.
Però non contano gli anni, conta cosa dice la tua testa.
Voglio sbagliarmi, ma se esci in una condizione come quella descritta, prima o poi ci ricaschi, è naturale.
Me se fai prevalere la razionalità, quei momenti passano. Fidati.
Siate sereni.