Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Fumare dopo essersi puliti con Dimatex

Salve a tutti, sto finendo la cura di Dimatex e Baclofene (1 Dimatex al mattino + 2 alla sera e 1 Baclofene per 1 settimana, poi solo 1 Dimatex al mattino + 1 alla sera e 1 Baclofene per 5 giorni, ed infine 1 Dimatex la sera + 1 Baclofene per 3 giorni).
Niente astinenza in quanto ho scalato il meta in modo molto graduale, fino a prenderne 0.25ml. E con questa cura sto bene apparte la fiacchezza, la puzza di acido che esce da tutte le parti e gli sbalzi d'umore. La voglia di fare è tanta. Ho smesso di fumare canne per far felice l'operatrice, ma se penso che presto potrò fumare di nuovo, mi prendo bene. Mi capita di usare le benzodiazepine per il morale. Dormo poco e questo mi rompe. Penso che è meglio una canna che far così e che sicuro mi aiuterebbe a star lontano dalla roba (come è successo durante la cura di meta).
E così sbagliato? Grazie a tutti.

Commenti

@ANNA
.
a mio modesto parere, nulla e' sbagliato......hai smesso il metadone concentrato, la sostanza piu' intossicante e piu' dura da smaltire, in assoluto, (a parte l'Ossicodone, che in Italia e' di difficile reperibilita')
Sei stata grande, dico davvero
°°°°°°°°°°°°°
" Mi capita di usare le benzodiazepine per il morale. Dormo poco e questo mi rompe. "
°°°°°°°°°°°°°
ecco, qui non mi trovo tanto, le Bzp si usano per dormire, ma dopo uno stacco recente (mi pare di aver capito da pochi giorni) dal Meth Concentrato, non c'e benzo che tenga...........per riprendere un ritmo veglia sonno, accettabile occorrono settimane (varia da persona a persona)
DOMANDA
quando riprenderai a fumare THC, non avrai le urine di controllo, post-stacco-terapia ??
ossia....da me, dopo lo stacco dalla terapia c'e un periodo, variabile da caso a caso, ma parte da un minimo di 3/4 mesi di urine (dopo lo stacco completo), poi valutano a seconda dei casi....... e alla fine le agognate DIMISSIONI FINALI
.
Il THC non te lo cercano nelle urine ??
La roba, come pensiero, ti risulta ancora gradevole ???
.
Cmq complimenti ANNA..........chi stacca il metadone ha il mIo massimo rispetto, perché e' davvero dura
.
E se ricadi e usi la Roba anche solo 1 volta, butti tutta questa fatica nel cesso
Ma queste sono solo parole.......(hai anche un'operatrice che ti segue)
.
quindi......potrai riprendere a fumare......perché non ti cercano THC nelle urine ??
giusto ??
.
Sugar

Grazie di cuore per le tue parole! Non sai quanto mi abbiano tirato su. Per quanto riguarda le benzo posso dire che, prese con il Dimatex, aumentano l'effetto sedativo. E questo l'ho visto scritto nel bugiardino e su di me va. Magari poi è solo psicologico.
Per il discorso urine, le avrò a fine trattamento, dopo di che ho detto di voler girare pagina del tutto e di non voler mai più nemmeno entrare li. :D :D :D
E mi hanno detto che faccio bene.
Ammetto che ho detto ciò per appunto evitare le urine (non solo, sul serio non voglio perché mi ricorda la roba) e credo che nessuno possa obbligarmi a farle poi...Anche se la cosa è leggermente più complessa in quanto ho un rapporto molto stretto con questa operatrice e temo me le possa chiedere così, quando ci vediamo fuori dall' Asl.
La roba mi risulta gradevole eccome, ma con tutta la merda che ho fatto mangiare e che ho mangiato, per il momento, capisco che devo essere più forte. Ecco perché il thc mi da sicurezza....è proprio per evitare eventuali problemi...
Mi ha aiutata moltissimo credimi...
Avrei un' ultima domanda...basta davvero una volta per ricaderci come prima? La cosa diventa subito fisica o di testa?
Ti ringrazio moltissimo, sul serio.

ANNA
figurati, ho scritto cio' che penso
Tornando a noi
°°°°°°°°°°°°°
"Per il discorso urine, le avrò a fine trattamento, dopo di che ho detto di voler girare pagina del tutto e di non voler mai più nemmeno entrare "
.
io so che le urine si fanno costantemente DURANTE LA TERAPIA E LE FASI DI STACCO, soprattutto il controllo successivo allo stacco dalla terapia
Ogni Servizio ha il proprio Modus Operandi.....quindi anche se non mi e' chiaro lascia stare; fa lo stesso, sai tu come funziona (qui da me saresti stata sotto controllo bi-settimanale, proprio durante e dopo il distacco dal meth, appunto per controllare che Tu non ricada)
ma fa lo stesso, da te funziona cosi'; se hai un buon rapporto con questa Operatrice, e da come scrivi mi pare di percepire che Tu ti trovi molto bene con Lei.......questo e' cio' che conta
Poi le canne del dopo.....vedrai Tu
Basta che stai lontano dalla "schifezza che gira per strada"
.
" basta davvero una volta per ricaderci come prima? La cosa diventa subito fisica o di testa?"
Da questa Tua domanda mi pare di capire che tu sia giovane (come eta' intendo)
DOPO UNA DETOX, SEGUITA PASSO PER PASSO, SCALAGGIO FATTO PER BENE, FINO A 0,25 (ossia 1,25 mg, davvero uno scalaggio fatto bene bene)
Sei stata seguita benissimo e............la domanda non e' se
- basta 1 volta per .........
.
dopo questa fatica il tuo corpo e soprattutto a livello emotivo, subiresti un schock
Ti sentiresti una vera cretina
fatto tutta questa fatica, l'Operatrice ti ha seguita finora e ti seguira' fino alla fine
1. SE FACESSI USO, STARESTI MALE A LIVELLO MENTALE
2. SAREBBE UNA MAZZATA ALLA TUA AUTOSTIMA
3. SAREBBE STUPIDISSIMO

.......poi per le cannette dopo.....vabbe' vedrai tu
.
Quando si e' appena staccata la terapia......i primi mesi (almeno 6 mesi) sono fondamentali per stabilizzare
- Umore
- Emozioni
- Autostima
- Recupero delle Funzioni normali del corpo, (sonno, etc etc)
..............
Anna viviti questa fase, che e' importante, se hai un bel rapporto con l'Operatrice non metterglielo nel xxxxx con una stupidaggine come una "stupida ricaduta"
.
Complimenti di nuovo
Sugar

Allora qui non so come funziona, però quando ho detto di voler fare un controllo di fine Dimatex e poi basta, basta tutto proprio, mi hanno detto ok e che faccio bene a far così. La scelta di voler proprio chiudere con sert ecc, la reputano positiva e giusta per poter iniziare una nuova vita. Nessuno mi ha parlato di controlli successivi. Ecco perché dico che, avendo un rapporto molto stretto, temo che un giorno arrivi e mi chieda le urine, beccandomi il thc. Cosa non gravissima ai suoi occhi, ma comunque non gradita dato il legame che ci unisce.
Per il resto ho avuto a che fare con l'eroina dai 17/18 saltuariamente e senza problemi, poi basta fino ai 21. E da lì fino ai 24 è stata la merda totale, la fumavo. Ho iniziato a rimediare usando raramente (tipo 1 volta ogni 3/4 mesi), poi decisi di comprarmi del nero e da lì la roba non mi disse più nulla, pur desiderandola sempre. Sarei molto falsa a dirti che non me ne frega un cazzo. Ma ci arrivo che non va bene dunque evito. Da quando mi ha chiesto di smettere, per affetto l'ho fatto, ma ho meno benefici e più difficoltà nell'andare avanti. Ecco perché vorrei fumare dell'erba o meglio, il mio amato Afghano...a proposito è tagliato secondo te?
Ho 26 anni comunque...
Ad ogni modo garantisco che con le canne sarò fuori perché per me sono FONDAMENTALI.
Ti ringrazio ancora. Un abbraccio e che tante cose belle possano accaderti.

Ciao,
io il thc lo userei eccome, come terapia per staccare dagli oppiacei. Innanzitutto rende più blandi i sintomi astinenziali, inoltre induce il sonno e da' euforia, oltre ad essere un miorilassante. Tutte cose di cui si ha estremo bisogno quando si stacca da un oppiaceo. In pratica ti da gli effetti di Dimatex e Baclofene combinati insieme, ma con molti meno effetti collaterali.
Naturalmente io non sono un medico, e non esiste nessuna terapia di stacco con thc approvata scientificamente.
Posso solo dirti ciò che ho personalmente sperimentato sulla mia pelle.
Un saluto

Ti ringrazio moltissimo per la tua opinione. Sembra che mi hai letto nel cervello. Hai descritto perfettamente i miei problemi e, di conseguenza, le sensazioni di cui ho bisogno. Dalle canne mi sono staccata facilmente, dalle benzo temo non sia così semplice, in più è robaccia secondo la mia ignoranza...
Sei gentile davvero.

Ti capisco facilmente, perché ci sono passato anch'io.
E il thc mi diede un enorme aiuto. Certo io ero dipendente fisicamente da ossicodone, la cui astinenza dura solo pochi giorni, mentre per quella da metadone posson volerci settimane.
Ma il principio non cambia. Devi solo trovare il giusto dosaggio.
Ps: si, le benzodiazepine sono la cosa peggiore di tutte. Facci molta attenzione, usale il meno possibile e soprattutto mai e poi mai superare le dosi terapeutiche.

Condivido in toto il pensiero di TPM e e di Sugar.
Hai fatto un percorso meraviglioso e avrai faticato non poco. Tornare anche solo alla roba per una volta vanificherebbe lo sforzo perché creeresti un precedente.
Come dice giustamente TPM attenta alle benzodiazepine, prima di tutto non servono per controllare l'umore, anzi, hanno un potere depressogeno e secondo possono produrre una dipendenza fisica davvero complicata.
.
Riguardo all'uso del THC, beh, lo ritengo il male minore e, anzi, in questo caso, potrebbe addirittura giovarti a livello umorale, nel controllo del sonno e nel ridurre quel richiamo subdolo della roba.
.
I miei complimenti per il tuo percorso e ti auguro di cuore una buona vita, la VERA vita!
.
Un caro saluto,
J.

A tal proposito, ti rimando ad una mia vecchia discussione, dove elogiavo la cannabis nella disintossicazione da oppiacei: http://www.sostanze.info/discussione-libera/marijuana-nella-cura-dell-as...

Mii ero perso questa discussione, trovo estremamente interessante il suggerimento e credo che varrebbe davvero la pena approfondirlo a livello clinico visto che, come dici correttamente, in letteratura non c'è nessun riferimento ad un ipotetico impiego dei cannabinoidi per la gestione della sindrome d'astinenza da oppiacei e per il critico periodo post-disintossicazione.
Condivido con te anche l'approccio antiproibizionista che risulta fallimentare da tutti i punti di vista.
Grazie per lo spunto di riflessione che mi hai dato, come al solito è sempre un piacere confrontarsi con te.
J.

Ciao Jack!
Sono contento ti abbia interessato il mio spunto, soprattutto perché, grazie alle tue conoscenze, si potrebbe approfondire anche scientificamente.
In pratica io faccio la cavia, e tu ne trai le conclusioni scientifiche. ;-D
Un saluto

Ahahahah :-)
Purtroppo io sono solo un chimico e posso ipotizzare i meccanismi biologici di funzionamento di un farmaco per il trattamento di un sintomo, dimostrarli spesso è molto difficile ed estremamente costoso soprattutto se parliamo di sistema nervoso.
Riguardo agli studi clinici posso disegnarli, interpretarli statisticamente e trarre conclusioni "asettiche" ma, non essendo un medico, non posso metterli in atto.
Chi ci legge, invece, potrebbe approfondire l'argomento e magari fare dei registri e degli studi ma quando si parla di stupefacenti, specie in Italia, i comitati etici che devono approvare lo studio hanno sempre qualcosa da ridire.
Ad ogni modo io non avevo mai pensato all'utilizzo della cannabis a questo proposito quindi, ove il suo utilizzo dovesse rivelarsi scientificamente valido, la proprietà intellettuale dell'intuizione è tutta tua :-)

Io l'unica cosa che posso dire, è che mi ha aiutata così tanto da arrivare a dimenticarmi di prendere il meta per 1/2 giorni e questo varie volte, sia a dosi alte che bassissime. Chiaramente non facevo altro e mi impegnavo molto durante la giornata. Ora non so se è soggettivo, ma era la mia salvezza, mentre ora, mi sento male, vuota ed a rischio... so che non devo cedere ma pensare di andare avanti senza mi chiude e mi fa proprio piangere. Pensare di poter fumare invece, mi da speranza per potermi regolare. Logico che, come per tutto, ci va un equilibrio, dei progetti e degli obbiettivi...fossilizzarsi sul fumo non servirebbe.

Grazie dal più profondo dell'anima per le belle parole ed il sostegno. Apparte la mia operatrice mi sono sempre sentirà dire che avrei dovuto continuare con il meta, che era presto e che non dovevo far le cose così velocemente (famiglia, "amici") Ma dato che, come già detto, non volevo più vedere il sert e quindi far riaffiorare tutto, ho deciso di far così e ne sono felice. Sentire che secondo voi ho fatto bene, mi tira su più di tutto (altro che bzp, le quali sono diventate il mio "salvagente").
Il mio problema appunto è il timore che ho nel deludere la mia operatrice se mai dovesse chiedermi delle urine...il mio "ingegno" sta studiando le scuse e le fregature più assurde per evitare o giustificare. Se solo lo accettasse sarebbe tutto più facile....... spesso sono da lei è se mi dovesse dire "posso controllarti?" Sarei nel panico.
Vorrei sapere come ci si procura ciò di cui parli...non normalmente giusto? Ho letto il link e mi chiedo come si possa avere il Bedrocan.
Ti ringrazio ancora perché mi sei di GRANDE aiuto.
Che tutto ciò che desideri possa accaderti.

Il Bedrocan altro non è che marijuana tritata.
Te lo può prescrivere qualunque medico di base su ricettario bianco non ripetibile. Più difficile è averlo in ospedale (ma li è gratuito).

Ok grazie, ma una volta prescritto dove me lo procuro?

In Farmacia!
Anche se non tutte lo trattano. Devi andare in quelle specializzate in preparazioni galeniche, di solito in ogni città ce n'è almeno una.

Caspita non sembra proprio facile. E deduco che la quantità è misera e che un giorno si è l'altro pure bisogna andare dal medico no? Fumare del nero?

No no, la terapia te la da per 1 mese.
L'alternativa è rivolgersi agli spacciatori, ma si perde in certezza di qualità e di principio attivo.

Ok dunque se secondo te vado dal mio dottore, gli porto le mie benzo per dimostrargli che le prendo (me le prescrisse una dottoressa che è morta però), gli spiego la situa e gli faccio vedere la ricetta del Dimatex e del Baclofene, gli dico bene come sto, lui me la fa? O credi possa negarmela? E poi mi toccherà trovare un posto che tratta quest'erba per forza nella mia regione o posso uscire? Scusa e grazie seriamente eh...

Ah, un appunto che mi era sfuggito:
la sensazione di fiacchezza può essere dovuta all'abbassamento della pressione prodotta dal dimatex (specie perché siamo anche in estate), integrare con sali minerali potrebbe giovarti. Questa sensazione dovrebbe sparire con la sospensione della cura in breve tempo.
Il fatto che senti motivazione è una cosa estremamente positivissima perché vuol dire che il tuo recupero delle normali funzioni cerebrali è in stato avanzato e non c'è quel deperimento dopaminergico che è tipico del post disintossicazione.
Gli sbalzi d'umore sono fisiologici ma, so bene, molto fastidiosi. Anche questi scompariranno nel giro di un paio di mesi.
Un consiglio che posso darti per la gestione del controllo dell'umore è proprio quella di far leva su quel senso di motivazione che provi: dedicati ad attività pratiche che ti piacciono e, se te la senti, fa esercizio fisico. Le due cose hanno rispettivamente impatti positivi sulla sfera dell'umore e sul sonno.
Non trascurare l'aspetto del sonno che è fondamentale per un recupero rapido e sereno ma cerca, come dicevo prima, di usare le benzodiazepine solo in casi estremi e cum grano salis.
Se il sonno diventa un problema rivolgiti a chi ti ha curato per trovare un rimedio alternativo alle benzodiazepine.
Ancora ciao :-)
J.

Grazie anche a te per le parole gentili e confortanti che hai avuto verso di me. Purtroppo, apparte appunto quest'operatrice e voi, non ho nessun altro che mi sostenga. Tutti a dirmi che avrei dovuto continuare...tutti a dirmi che basta star tranquilla e che passerà. Ci metterei loro nella mia situazione, poi vediamo se con la forza del pensiero solamente, riescono a domare tutte le sensazioni mentali e fisiche a cui si va in contro....ma vabbè...
Al mattino, già prima del Dimatex, alle 5.30 esco e cammino per circa 60/65 minuti e poi il lunedì, il mercoledì e il venerdì, vado in palestra. Ma adesso non ce la faccio proprio, o meglio è molto raro...
L'operatrice in questione, in quanto tale, mi dice che le canne fanno male (tutte) e che hanno fatto vari studi sulla loro dannosità, e che non servono perché bisogna svoltare ecc...ma penso che lei non sa cosa significhi. Per carità, le devo la vita per quel che ha fatto per me, ma così, temo di tornare nei problemi...ma non posso assolutamente parlargliene. L'unica sarebbe beccare una scusa idiota ed eventualmente giustificare così, in caso mi chieda, altrimenti sperare che non le venga mai in mente di controllare...Questo è il punto sostanzialmente...
Che tutto il bene che mi fai, possa tornarti sottoforma di ciò che desideri. Grazie mille.

Devi essere una persona molto dolce oltre che volitiva! Le tue parole mi commuovono.
Hai una sensibilità davvero spiccata e lo dimostra il fatto che stai vivendo un conflitto interiore solo perché soffriresti nel deludere una persona che, evidentemente, si è mostrata molto valida e che è stata capace di instaurare con te un rapporto di fiducia tale che il solo pensiero di tradirlo ti manda in crisi.
Ti capisco bene perché anch'io sono molto simile a te per certi versi e se stimo una persona faccio di tutto per non deluderla, anche se talvolta mi capita di mettere in atto comportamenti che mi fanno soffrire e la cosa non va bene.
Io penso che l'approccio della tua operatrice sia quello che le impone la sua professione e non potrebbe mai invitarti a fare un uso ricreativo di cannabis (dico ricreativo perché il tuo stato che, pure comprendo molto bene, non incontra le indicazioni del farmaco).
Che la cannabis faccia male è un dato di fatto, tutti i farmaci hanno effetti collaterali più o meno importanti e la prescrizione di un medicinale richiede sempre, per ragioni deontologiche, un'attenta analisi rischio/beneficio, di conseguenza non potrebbe mai dirti "fallo!" anche perché la cannabis, ad oggi, è ancora una sostanza vietata per uso ricreativo (mi auguro ancora per poco).
Una cosa che farei al tuo posto è spiegarle i disagi che avverti e le limitazioni che questa condizione provocano nella tua vita, cosa che dovrebbe smuovere un medico a proporti soluzioni psicofarmacologiche alternative ad uno stupefacente illegale, per esempio un antidepressivo potrebbe essere una risposta valida per un'efficace gestione dei tuoi fastidi.
Io per primo ho perplessità a consigliarti cosa fare perché la scelta è molto personale e perché, effettivamente, non c'è una chiara documentazione del beneficio che potresti trarre dall'uso della cannabis. Certo, abbiamo le testimonianze che abbiamo appena letto ma gli studi si fanno proprio perché i casi aneddotici non fanno testo dal momento che ognuno risponde in modo diverso ai farmaci.
Detto ciò, tu conosci te stessa e sai come rispondi all'uso della cannabis che comunque comporta il rischio di diventare una sostanza d'abuso e presenta effetti collaterali documentati a carico della sfera cognitiva (per esempio).
La domanda che, secondo me, dovresti porti è qual è il rischio che questo tuo disagio possa precipitare in una ricaduta o possa incidere sugli aspetti funzionali importanti della tua vita (lavoro, studio, socialità e affetti). Se il rischio è alto allora è necessario affrontarlo sia a livello psicoterapeutico e, se del caso, anche farmacologico.
Ottenuta una risposta a questa domanda, puoi serenamente parlarle e vedere che genere di soluzione ti consiglia.
Se hai fiducia in lei e non vuoi vivere un conflitto, prova a seguire i suoi consigli e vedi come ti trovi tanto, comunque, il piano B ce l'hai già ma tieni sempre a mente che la vita è la tua e la responsabilità di preservarla deve superare ogni forma di tutela della fiducia altrui.
Vado un attimo fuori tema ma mi sembra di aver letto nel tuo testo iniziale o in qualche intervento successivo che hai smesso di usare eroina per il bene degli altri, questo vuol dire che il vero sprone che ti muove a compiere atti che richiedono fatica e coraggio sono gli altri, un consiglio che mi sento di darti è quello di invitarti a lavorare su te stessa affinché questa motivazione ferrea che possiedi possa mettersi in atto per amor proprio più che per amore altrui. Questo traguardo ti aiuterà in molti momenti difficili della tua vita.
Nessuno al mondo deve poterti amare più di te stessa perché dietro questo apparentemente piccolo dettaglio, potrebbe nascondersi la chiave del disagio che ti ha portato a mettere a repentaglio la tua vita cadendo nella dipendenza da eroina, ad esempio. La disistima di se stessi è qualcosa che si può e si deve affrontare e superare in un percorso di acquisizione di consapevolezza e di automiglioramento.
.
Tornando al tema del thread, sono certo che, in un modo o nell'altro ce la farai; è solo una questione di temo, di fermezza e di volontà, doti che hai dimostrato di avere; devi solo continuare così per qualche mesetto.
Ti auguro ogni bene!
J.

Cavolo grazie per le belle parole, mi hai commossa anche tu.
Ho sempre fumato, già da ragazzina e quel che posso dire è che fu la roba a portarmi fuori strada e mai il fumo. In più, se dovessi obbligatoriamente smettere, non avrei problemi. Sarei un po' nervosetta 2 giorni e poi via. Ma questo accade se ho uno stato psico-fisico normale. Non come ora dove sono in uno stato di merda. Se mi avessi vista qualche giorno fa e se mi potessi vedere ora, non mi riconosceresti. Sono tutta trucco, parrucco e tacchi, ma adesso non ne ho le forze. Faccio il minimo indispensabile per esser pulita e in ordine e non è da me. Non mi ispira più. Non voglio questo è quando vedo che ci vanno mesi a stabilizzarsi, penso a come la stessa cosa mi accadde quando non fumavo, poi iniziai e da lì ritornai me stessa. Una volta smesso avevo ancora il meta e piu o meno andava bene. Allora dico, ora che non ho più oppiacei e sento la necessità del thc per ritrovare appunto il mio io, perché dovrei ridurmi a medicine e non fare una cosa che amo e che mi aiuta? Lei mi manderà a stendere, stanne certo e mi dirà, come tutti, devi trovare qualcosa che ti sfoga. E sta cosa si chiama canna però...credimi non sono tipa da fumarsi un ovulo al giorno. Ho mille cose belle da fare, ma ora non mi bastano, date le circostanze.
Ho deciso di smettere l'eroina per i miei e per me anche, ma ammetto che fatico ad amarmi come dici. Per questo, ripeto, ho bisogno di trovare il mio equilibrio ed ho visto che con il thc riesco. Ci sono sempre riuscita. Mi ha aiutato a fare passi da gigante, il rapido ma graduale scalaggio l'ho fatto fumando, mentre gli ultimi passi sono davvero duri. Forse perché ultimi, non so, però l'idea di un bel cannone mi appaga. Figurati farlo...
In più sto fumando così tante sigarette che ho i polmoni a pezzi, con le mie due o tre canne in cartina piccola invece, non le toccano anzi, ne odiavo la puzza...
Ti abbraccio, davvero...

...Hai le idee chiarissime. Non posso che dirti, fa come ti senti di fare. Quando vorrai smettere di farti le canne lo farai, sei una persona tosta!
Hai davanti una vita per costruire ogni successo e dopo quello che hai passato con tanta forza di volontà, una spintarella ci sta tutta!
Ammazzarsi di sigarette fa di certo più male che fumarsi un paio di canne al giorno!
Non farti problemi, la tipa fa il suo lavoro e ti vorrebbe pulita del tutto ma averti aiutato a uscire fuori dalla merda è già un successone, se il rischio è quello di ripiombarci fatti pure tutte le canne che vuoi! ;-)

Che belle parole che mi dici davvero. Eppure non sai quanto vorrei questa comprensione da parte sua. Se solo avessi la certezza che non mi chiede più le urine, sarei felice e serena con le mie piccole cannette e la mia vita in mano. Basterebbe così "poco". Invece no. Ad ogni modo credo che dopo le ultime urine proverò a procurarmi del Bedrocan o al massimo del nero e le dirò qualche stronzata che studierò. So che non ci si comporta così ma a volte le persone preferiscono che tu gli menta noto........

Grazie a te per aver voluto condividere con noi la tua esperienza e i tuoi pensieri con tanta sincerità.
Riguardo a lei, se ne farà una ragione; averti aiutato a uscire dalla fogna dovrebbe già essere per lei una fonte di orgoglio.

Intanto cercando via legale mi è stato negato... guarda lascia perdere... sono presa male. Spero di sormontare e di farcela...mi arrangerò da me ad ogni modo...poco ma certo. Grazie dal cuore seriamente. Che Dio (se ci credi) ti benedica. Un abbraccio fortissimo...

La vera vita ?!!!!!!!!!!!!! Ogni vita è vera , se credi in quella vita . Quante vite vere viviamo nel corso della vita ? Si sceglie quando si ha bisogno e ci si crede . L'unica verità forse è accorgersene .

Ciao Mon,
hai perfettamente ragione, forse mi sono espresso poco chiaramente. Quello che intendevo dire è che, nonostante ogni esperienza seppur terribile dia comunque lezioni di vita importanti, il periodo di tempo vissuto in una dipendenza particolarmente impegnativa come quella da eroina è una "vita" artificiale e per di più distruttiva per se stessi e per le persone che ti sono vicine.
.
Per "vera" vita, intendevo un periodo in cui puoi compiere libere scelte, dare un imprimatur che assecondi passioni e talenti e tornare ad avere un ruolo attivo e, auspicabilmente, appagante nella vita sociale, lavorativa e affettiva.
.
L'eroina, in chi cade nella dipendenza, finisce per diventare il surrogato di tutte queste cose, arriva a diventare il fine e al contempo il mezzo della vita stessa privandoti della libertà di compiere molte scelte e cogliere altre opportunità.
.
Per l'amor di Dio, ognuno è libero di autodeterminarsi e di scegliere come "spendere" la propria esistenza e, se non fa male agli altri, non incontra il mio biasimo.
Figurati, io sono per il totale antiproibizionismo di ogni droga perché talvolta esistono delle persone con drammi esistenziali tali che scelgono consapevolmente di obnubilare del tutto la vita reale in una nube che, pur tetra, appare più serena.
Comunque mi rivolgevo all'autrice del post, che ha deciso di mettere fine ad un capitolo pesante della sua storia e a cui non posso che augurare una vita più felice di quella che ha vissuto e che ha deciso di cambiare. Tutto qui.
Un caro saluto,
J.

Si . ; ) Erano dei puntini sulle i .

Sono d'accordo con Jack. Ha descritto molto bene lo stile di vita che si ha in quel momento. E sempre vita vera perché la si vive e la si sceglie pure. Però diventa sopravvivenza e non più vita vera appunto...
Grazie del tuo intervento.

Ciao Anna , sono d'accordo , nessuna sostanza deve arrivare a condizionare la vita è a far fare delle rinunce . La tua operatrice ha ragione e torto , ci sono molte persone che con le canne sono stati male e non poco , altri che fumare semplicemente li rilassa e gli da una mano . Io personalmente non posso assolutamente fare nemmeno un tiro be diciamo 2 che vado in tilt completo , la cosa mi dispiace xche invece di andar in cerca d altro mi piacerebbe farmi una bella canna . Posso usare tutte le droghe ma non quella . Le bdp in questo momento ti servono l'importante che non te ne innamori . Io le uso da anni ma non tutti i gg . al bisogno e a volte il bisogno e X una sett . Ma poi sai che ti devi fermare e non superare certe soglie . In ultima ti voglio dire che il miglior medico X te , sei te stessa . Quindi dovesse esserci pericolo di ricadute o di depressione insostenibile prendi la tua medicina . io parlerei con questa operatrice e gli chiederei di fare uno sforzo X capirti su questa cosa che É fuori dalla sua visione . Magari senza dirle niente le fai leggere tutto ciò che hai scritto qui . Sei stata chiara e a tutti e arrivato con chiarezza . Un in bocca al lupo .

Quanto sei dolce...ti ringrazio davvero. E quello che dico a tutti. Nessuno più di me può sapere come sto e come mi sento. Solo io, ma qualunque cosa faccia o dica, mi sento dire che sono fissata e che voglio a tutti i costi fumare le canne e buttare via tutto. Mi sono di nuovo dovuta imbottire di Ansiolin per far fronte a questa delusione e Vi scrivo con un mare di lacrime agli occhi...
Ti abbraccio fortissimo Mom...

Anna,
lascia stare l'ansiolin, lo so che ti alleggerisce i pensieri e placa il petto che è in fiamme ma è solo anestesia che ti lascia strascichi di umore sballato e che rischia si sostituirsi alla tua vecchia dipendenza.
Credimi, le benzodiazepine sono molto subdole, bisogna andarci pianissimo... piangi pure, fa bene piangere perché riequilibra spontaneamente l'umore ma per chi ha storie di dipendenze, soprattutto da sostanze deprimenti il sistema nervoso, il rischio di cadere in addiction da bdz è molto elevato.
La benzodiazepina al bisogno significa tutto e niente, soprattutto se sono gocce, si inizia da 10, poi diventano 20 o 30 e un giorno ti accorgi che hai smesso di contare le gocce perché diventano intere boccette...
Esistono altri farmaci per godersi in sicurezza un po' di serenità, ma se non vuoi psicofarmaci piuttosto che le benzodiazepine vatti a comprare un tocchetto di fumo e fatti una canna fregandotene della tipa.
L'astinenza da benzodiazepine è drammatica davvero, non giocarci!
il diazepam va bene prenderlo nei giorni di disntossicazione fisica perché oltre ad essere un potente ansiolitico è anche un potente spasmolitico e attenua l'astinenza ma dopo non ti serve più... Se l'umore balla troppo il farmaco giusto è un blando antidepressivo...
4 settimane di uso quotidiano di bdz a dosi terapeutiche già basta a darti seri problemi quando lo sospendi, se inizi a giocare con le gocce ti metti di nuovo in un mare di guai.
Un abbraccio!

E perché nessun medico mi capisce? Nessun operatore e nessuna persona. Le uniche sono quelle che come me hanno o hanno avuto questi problemi. Mi sento dire cose come: basta la forza di volontà, ci va pazienza, devi essere più forte. Ma se io sento che così avrò bisogno di un sostegno e che il male minore è il fumo, perché devo per forza fare una cosa che non voglio? Perché devo andare di medicine di cui avrò bisogno come per il meta ecc? Le canne, non le avrò? Pace appena riesco me le procuro. Ma voglio vedere che reazione avrei se mancassi di psicofarmaci. Perché le persone non capiscono? Poi magari sono fissata come mi dicono, ma io sento che il mio cervello mi chiede tranquillità, quella che ricorda come migliore e più sana è il fumo. Comunque tu sei Balsamo per il cuore...

Io ho giocato per anni con gli xanax (oltre che con altro...) ...perche' mi venivano dati gratuitamente dal servizio sanitario(...) cosi' ho iniziato con le benzo in pasticche.Una caramellina,due caramelline...poi una valanga di caramelle (xanax pasticche 0.50) prese in modo compulsivo a qualsiasi ora del giorno e della notte...per anni...almeno tre...risultato? Combattere con pluridipendeze perché una già bella pesantona non mi bastava !!! Mi sono addossata un altro peso enorme che però ai dottori non pesava per niente perché me le davano molto volentieri !!! Mentre la mia precedente dottoressa non voleva prescrivermele affatto !!! Il risultato è stato CATASTROFICO...e dopo mesi e mesi sono ancora qui a combattere contro le dipendenze !!! Non ci posso credere nemmeno io...tutti i sacrifici e la sofferrenza che sto provando , i momenti bui per gli attacchi di panico per le notti insonni...ma la desolazione ed il vuoto che certe addiction ti lasciano proprio perché influiscono sul sistema nervoso...ecco il mio sistema nervoso da tutto questo ne è uscito a pezzi...devastato...bisogna essere forti...provare a superare tutti i momenti bui che tocca vivere per essersi infognati...poi il tempo guarisce è nostro amico.I miei attacchi di panico stanno lentamente regredendo anche se ci sono ancora...se potessi tornare indietro mai riprenderei le benzo mai mai più.
Ad oggi non ingerisco più nulla quasi più nemmeno un oky,niente caffe', fumo qualche canna ma solo se me la regalano o passano o se posso comprarla al volo senza ricerca.
Il mio cervello è stato troppo tradito,troppo usato da tutte queste molecole...quasi mi sento offesa con me stessa per tutto il male che mi sono causata.
Anna il tuo è un momento particolare...molto delicato...ti posso capire benissimo...avresti bisogno di persone delicate che possano capire il tuo disagio e la tua storia...ma soprattutto hai bisogno della tua forza di volontà, dell' autostima, di capire finalmente che tu , fondamentalmente, non hai bisogno di nulla per stare bene, nessuna pillola o droga da la felicità ... o la serenità...nulla che sia esterno al tuo cervello.
Per quanto riguarda la cannabis legale io non ne so molto ma ad intuito immagino che qui siamo ancora molto indietro e che i doct ovviamente spingono le benzo per favorire le case farmaceutiche (...) e renderci degli automi viventi e fanno pochissime prescrizioni di questo nuovo farmaco contenente thc ...perché se poi spingono la cannabis legale...il buisness illegale poi diventa improduttivo...o no? Ricordiamoci anche sempre che dietro tutti questi meccanismi c' è un macchinoso ingranaggio...che non ha affatto a cuore il benessere della persona...ma solo il benessere del proprio tornaconto...dunque ti conviene rimanere nell'illegalità e comprarti la cannabis nel modo tradizionale oppure non prendere proprio nulla aspettando di ristabilire una calma in te stessa senza alcun aiuto esterno.

Cavolo mi dispiace per la tua storia. Ma sei una roccia vedo. Ti sento molto consapevole, e sono d'accordo con te su tutta la linea. Sono certa che ce la farai e lo dico perché appunto si vede che sai come deve funzionare la cosa. Mi sono sempre chiesta perché ci sono persone che, nella vita, hanno bisogno di robe malsane e persone che riescono a trarre vantaggio dalla normalità (termine da definire però)...
Io ti prego di mantenere questa consapevolezza perché credo sia quello il tuo punto forte. Probabile che ci saranno momenti in cui il tuo cervello ti dirà di far cose sbagliate, ma metti in conto ciò e che ne dovrai far fronte. Io mi sono scritta su un pezzo di carta ste cose. Tipo avrai voglia, non farlo perché poi ecc.... e a me serve molto. Ora non siamo tutti uguali. A me la religione aiuta, ringrazio perché alla fine sto bene, perché ho tutto, perché vivo in un paese senza guerre e problemi. Perché ho diritto alle cure...ammetto che non sono musulmana ma ho trovato molta verità nel Corano. Non applico però le loro regole...lo leggo e lo imparo, me lo traduco e chiedo aiuto così, in arabo...sarò scema e magari anche vicina alla blasfemia per entrambe le religioni, ma io sto bene così. Ho creato la MIA religione. E penso che se i musulmani sapessero che faccio ciò, forse mi condannerebbero. Ho letto la Torah ma non mi ha calmata come il Corano. Scusa per queste info, voglio solo dirti, con ciò, che qualcosa di sano si può trovare anche...ma lo sai meglio di me.

Tu pensi di vivere in un paese senza guerre e in effetti sono in tanti a pensarlo e se fossimo in guerra?
Vabbe' parliamo di droga, la nostra amica.
No io per il momento non ho nessuna intenzione di regredire onestamente ho fatto qualche tentativo ma riuscito molto male.
La mia testa ed il mio corpo sono arrivati al capolinea non riescono più a trattenere sostanze ho il rigetto.
Il Vaticano dovrebbe solo esplodere con un gran botto (...) e i luoghi sacri mussulmani idem .E avrei da ridire qualcosa pure sul "un paese senza problemi"
Ma forse vivi in Svizzera non in Italia?
In Francia non avresti potuto affermare di vivere in un Paese senza guerre visti gli ultimi attentati ...non lo so ogni tanto un telegiornale guardalo ti può aiutare ad avere una visione più consapevole del mondo...
Riguardati.Ciao.

No sono in Italia e riguardo al Vaticano ti do ragione. Il Corano lo hai letto per trarne le TUE conclusioni? Perché io lo interpreto a modo mio. Per quanto concerne invece il discorso guerra sono d'accordo con te, ma alludevo al fatto che non ci piovono bombe in testa, almeno quello ed almeno per ora. Ecco perché ringrazio. Perché c'è chi non può nemmeno mangiare alla propria fame e questo già qui, senza finire nel Terzo Mondo. Allora mi dico che in fin dei conti posso ancora camminare. Che sia di base uno schifo, sono la prima a dirlo. Ok il diritto alle cure come dicevo, ma proprio da questo post si capisce che le cose non vanno, ma almeno non siamo in Afghanistan dove non esistono tutte ste belle medicine ed hanno l'oppio in giardino. Li ti tiri fuori così, facendoti una bella astinenza a crudo. Dunque quel che mi dico è che, pur vivendo in un posto del cazzo, con una gestione politico-sociale-economica e geopolitica di merda (darei prima lavoro ai giovani invece di sprecare soldi in proiettili per far guerre in coalizione), tutto sommato vado avanti ancora bene o quanto meno meglio di altri.
Ma di base mi trovi d'accordo...

Le bombe in testa potevano pioverti prima del 1945 adesso i tempi sono leggermente cambiati...vabbe' ma di cosa parliamo...di fuffa & Co.Sono discorsi o.t. cmq hai ragione su una cosa...qui possiamo campare sereni...attentati non ne faranno mai...perche' siamo un paese di tossici. Xd xd xd.
Heheheh...

Te mi fai morire! Sonia for President!
Comunque ti ringrazio davvero moltissimo, mi sei di grande aiuto. Io ti auguro il meglio e di continuare così che vai bene per come la pensi. Non molli eh?

Dalle benzo non e' x niente semplice staccarsi ,attacchi di panico a gogo' e nottate insonni per mesi.Una tortura psicologica e fisica.Meglio le canne mille volte.

Grazie, sembrate tutti pensarla come me... Ma allora chiedo, perché cavolo sono tutti a dire che fanno male? Chi parla non sa cosa passiamo deduco...ho tanta paura. Non vedo l'ora di poter fare ste benedette urine e di finirla. Pregando Dio di non dover mai più render conto a nessuno riguardo il thc...poi magari un giorno non ne avrò più necessità e smetterò. Ma adesso, ora che mi sto levando tutto, ho un bisogno sfrenato di vivere. Non voglio esser chiusa, depressa, senza stimoli e nervosa e triste con tutti.
Ti abbraccio Sonia.

La tua operatrice ha il limite giovanardiano di osservare l' ashish o la maria come qualcosa di illegale o\e droga e\o insano .E' il limite di ogni persona superficiale che si ferma davanti alle cose illegali pero' non si crea il problema se ci si infogna di alcool perche' tanto e' legale,oppure di benzo perche' tanto sono legali.
Poi vattela a fare una bella astinenza di alcool o benzodiazepine...e poi quella da cannabis.
E dimmi in quale delle occasioni hai sofferto di più...nella legalita' o nell'illegalita'.

Sante parole!
L'astinenza da benzo e da alcol sono oltre che terribili, molto pericolose perché c'è il rischio di eventi convulsivi.
Da un certo punto di vista sono più pericolose dell'astinenza dagli oppiacei.
J.

Eh gia' pero' sono legali !!!

Cavolo Sonia anche te hai letto il mio pensiero. E proprio questo il mio quesito. Ammetto che lei ce l'ha anche con l'alcool, però gli psicofarmaci no. Mi dice che tanto si prendono solo per un periodo e che hanno studi dietro e sono meno dannosi. Ecco perché un dialogo riguardo al fumo sarebbe del tutto inutile. Sei fantastica nei pensieri che esprimi. Mi fai sentire, anche tu, compresa. La mia paura è di passare dalla padella alla brace così e dopo tutto sto sbatti non voglio. Davvero...

Con l' ashish che problema vuoi avere ? Nessuno.
Adesso x te e' il periodo più delicato ,quello della risalita,del ricostruirsi giorno dopo giorno un" identita' che non faccia parte dei soliti schemi metadone-roba.
Non sentirti mai sicura di essere fuori dagli oppiacei ti restano in testa tutta la vita,sempre occhio.
Io non compro le canne perche' la ricerca del fumo mi fa scattare la voglia di comprare altro.
Ovvio che hai la dopamina a terra adesso , avrai momenti in cui ti senti svuotata e triste ,le canne ti possono sostenere.Tutto passa,il tempo vola e con lui si puo' cambiare.

Sai Sonia sono tornata ora dal medico per chiedere il Bedrocan e me lo ha negato. Mi ha dato della pazza dicendomi che è meglio le benzo, che non danno dipendenza e posso prenderne anche 50 gocce al giorno per tutta la vita. Senza problemi. Mi costringono a far diversamente... sono davvero presa male. Mi sento abbandonata alla mia merda...

Sai cosa ? Devi mettere in conto che se anche è un medico , Un operatrice , famigliari , amici . La fatica É tutta tua e solo tu ne puoi uscire . Devi far conto delle tue potenzialità delle tue forze . io , sono ricaduta negli ultini 3 anni con l'eroina conoscevo già la cosa . Non ho detto niente a nessuno famiglia patners amici . Un anno e mezzo fa sono andata al sert e mi sto curando senza coinvolgere nessuno xche nessuno può capire la mia fatica fino in fondo è poi X chi non É passato X sta strada gli É propio incomprensibile , vanno in crisi e di conseguenza ti trasmettono le loro paure le loro ansie . É così non ci puoi fare nulla . Tu ti sei infilata in questo caos e tu te ne tiri fuori . Non avevo dubbi che il tuo doc ti negava il bedrocan . Il mio non mi vede da anni ma telefono alla segretaria X le diazepan anche Un antidepressivo che mi ha consigliato il sert ( cosa che ero sempre stata contraria in vita e invece mi fa bene ) e dopo un ora passo a prendere la ricetta . Probabilmente anche X lui sono acqua fresca . Non è così . Ma mi servono X le mie piccole ricadute che lui non sa nulla di nulla .ed É meglio così sennò anche lui diverrebbe prevenuto e io mi gestisco le cose che mi servono . Non ti demoralizzare ti conosci abbastanza X agire nel miglior dei modi nei tuoi confronti . Adesso É il momento più difficile prenditi una pausa se sei certa di te non avere paura prenditi sto pezzo di nero e respira .

Senti Anna i dottori hanno questa brutta abitudine a spingere con queste maledette benzo...lo fanno sempre... io mi sono rovinata grazie a loro ...fai tu il conto che ho staccato da un mese gli xanax e ancora non dormo gli attacchi di panico un po diminuiti...
Lascia perdere le benzo oppure usale a bisogno.
No non le devi prendere tutta la vita ti rendono un automa e ti fanno entrare in un bruttissimo vortice di dipendenza...lascia perdere !!!
Fumati la ganja o fumo o niente !!!
Non li ascoltare !!!

Te non sai Sonia come mi ha urlato. Ha alzato la voce facendo sentire tutto a tutta la sala d'attesa e dicendomi che io i bugiardini non devo leggerli. Che si chiamano così perché appunto dicono bugie. Che lui non può fare niente e che al massimo può darmi antidepressivi e altre benzo e sonniferi. Che non ho le conoscenze e che dato il costo del Bedrocan, non sarebbe gestibile. Che cazzo ne sa se non sono milionaria? Per la mia salute mi vendo anche le palle che non ho. Inoltre mi ha tirato fuori cose come che dove sono io non si può prescrivere e che lo si da solo se le terapie con oppiacei non funzionano, dunque per malattie serie, insomma devi essere con mezzo piede nella bara per usufruirne. Uscendo gli faccio "Vaffanculo pezzo di merda". Poi mi sono pentita e gli ho messaggiato chiedendo scusa e non ha nemmeno risposto. Ma quello proprio non mi interessa, non voglio più saperne nulla di lui è appena sto meglio vado a togliermi e mi metto da un altro.
Ti abbraccio così forte da soffocarti... <3

Esatto non lì ascoltare , ma cerca di prendere il meglio da loro e il resto da te

Abbiamo fatto uso di tutto sfidando la morte senza la minima paura . La paura ci viene solo da noi stessi ( la paura il grande male dell'umanità ) ho riso del mio cervello X quanta paura mi ha fatto ma io sono più forte di lui e la guerra la vinco io . Succede sempre così É stato sempre così . Pensa quale la cosa peggiore che ti può capitare con una paura , vedrai che tu andrai sempre più avanti . L'essere umano è destinato ad andare sempre più avanti e nella sua natura É così anche X te stringi i pugni con te e vai avanti .

Hai ragione Mom. Il problema lo può comprendere solo chi ci passa. Ho bisogno di calmarmi, ho bisogno di ritrovarmi e di uscire da questo letargo causato da me, per carità, ma prolungato dall'insensibilità di tutti (escluso voi chiaro). La tua filosofia riguardo la paura mi affascina e mi fa riflettere molto. Mi stai dando spunti per tener duro ancora questa settimana... Tu come stai comunque?

Io sto bene .. grazie .

Ciao Mon,
hai scritto una cosa bellissima. Bisogna imparare a vincere le proprie paure con il coraggio di un guerrigliere, soprattutto quando vincere la paura significa raggiungere un risultato ambito.
Questa è la consapevolezza di chi impara a volersi bene dopo essersi fatto male per tanto tempo.
Mi hai suggestionato molto!
Grazie!
J.

Caro jack d cuori , Sono contenta che le mie parole ti siano in qualche modo entrate e creato un qualche input ( come dice sempre un mio caro amico di questo sito ) è bello quando succede che ci scambiamo degli input. Un saluto mon

Ti sono molto grata per tutto. Credimi, ho trovato comprensione solo qui. E spero con tutto il cuore che tu abbia un'esistenza come la desideri. Sei molto perspicace.

Perspicace ?!! È solo avere qualche anno in più , aver sbagliato più volte e se non vuoi soccombere , le devi imparare .

Non avevo visto questa tua risposta. Posso dirti, per esperienza, che molte persone crescendo, diventano ancora più ottuse. Meno aperte e non migliorano anzi. Vedo che non è il tuo caso. Mi sembri cazzuta tu! Brava! ;)

Cara Anna,
purtroppo a volte è difficile trovare il medico giusto. Non voglio criticare le competenze di una persona che ha studiato tantissimi anni ed ha una sua linea professionale, ma io proverei da un altro medico.
Io il bedrocan inizialmente lo chiesi ad una visita algologica in ospedale, la dottoressa mi disse testualmente che la marijuana è peggio della morfina, e preferì prescrivermi l'ossicodone. Dovetti andare da un medico privatamente per potermelo far prescrivere. Eventualmente se non ti è troppo distante Torino posso passarti il contatto.
Ad ogni modo non fossilizzarti troppo sul bedrocan, la marijuana è marijuana,e si trova facilmente. Piuttosto cerca un parere medico sul suo utilizzo per lo stacco da oppiacei.
Un caro saluto

Cavolo ma sei in zona Torino? Si ti prego. Io sono vicinissima...ma non sono in Piemonte. Ti ringrazio e non sai quanto. Non immagini...

Pensa te questa dottoressa ha studiato tutti sti anni per affermare che la mariuana è peggio della morfina e per prescrivere ossicodone al posto del thc!!!
Vai di ossicodone !!! Chi era che diceva nella discussione che qua non prescrivono ossicodone???
Ma dai...l'ossicodone e' meglio del thc...non porta assolutamente astinenza ...non e' assolutamente paragonabile alla morfina o diacetilmorfina per caratteristiche e consequenze !!! Complimenti dottore' ...vorrei stringerle la mano !!!
Immaginate se ora Anna dovesse incontrare una dottoressa del genere "aspetta Anna prendi vagonate di ossicodone perche' il thc ti uccide ha ha ha "
e la povera Anna si troverebbe punto e a capo avvolta di nuovo dal cataclisma oppiaceo per un ' piccolo ' errore di valutazione .....
Ma chiama Abdul e fatti dare un tocco di fumo fai prima...cosi' potete discutere anche sul Corano.

Cavolo Sonia ti giuro che te mi fai venire le rughe precoci per quanto mi fai ridere!!! Comunque la cosa che nessuno capisce né dei miei e né dei medici è:
Partendo dal presupposto che mi dicono che se prendo antidepressivi e sonniferi, poi me li scalo e voilà, il mio cervello mi risponde cosi: conosci il thc, te ne sai liberare facile eventualmente e sai che ti ha aiutato e ti aiuterà. Dunque se fai come dicono i medici, entrerai di nuovo in un meccanismo fatto di "Ho bisogno di questo, se non c'è stai male e non ce la fai, e poi dovrai scalare". Non vi ricorda nulla? A me me sembra di reinstaurare lo stesso meccanismo da cui sto uscendo.
Ma quando l'ho spiegato (apparte ad avermi sbattuto l'Ansiolin sul tavolo) mi fa "Te vuoi solo rimetterti nei casini". Gli avrei ficcato tutte le sue belle boccette che aveva li sul tavolo dove penso, e poi glielo avrei ribaltato addosso, regalandogli un bello scracio impregnato di Ansiolin, in faccia. Sono loro che desiderano sedarmi e rendermi di nuovo una merda. Comunque Abdul mi aspetta dopo le urine...
Ahahahahahah :) :) :)
Mi fai impazzire ti giuro!

Hihihih Habdul ti aspetta hahah !!!

Già eh...sarò presa male ma manca meno di una settimana alla fine del trattamento, le regalo sto piscio tanto desiderato e poi corro da lui...Grazie del supporto. Davvero.

Già Sonia,
talvolta si sentono delle cose assurde come quella che facevi notare tu, comunque l'osicodone viene prescritto e pure molto: tra targin e depalgos non saprei qual è il più venduto e la cosa assurda è che viene scelto più facilmente della morfina benché sia quasi 2 volte più potente e dia una dipendenza fisica più grave...
Mah... storie d'Italia...
J.

Il Corano . ?!!! Anna tutte le filosofie di origine religiosa sono belle giuste ma attenzione non fartene mai diventare una tua. Prenderne una invece che Un altra é sempre un limite ,che le persone hanno bisogno x mettersi in un contenitore ,appunto X stare contenuti . ( un limite ) Non ti basterebbe una vita a studiarle tutte . Pensa a stare in armonia con la tua di natura . ----- e poi qui !!! parlare di religione ....,; )

Si no infatti mi sono basata su quello per trovare il mio equilibrio spirituale. Prima ero della serie "Porgo l'altra guancia perché non sono una merda come te". Li ho imparato che, se sei vittima di ingiustizia ti devi difendere. Un altro esempio: prima non ero mai grata di nulla e mai contenta, non sapevo apprezzare e magari mi lamentavo per cavolate, li ho capito che, come dicevo prima, bisogna guardare le persone dietro di noi e non quelle che son davanti. Cose così. Leggendolo ho interpretato così. Ma sono un po' consumista, mi vesto e mi trucco come se non ci fosse un domani, prosciutto e melone mi fa impazzire e non poggio la fronte a terra. Tutto li il mio approccio. E chiudiamo qui, se dite. Ma chiudersi li non va bene, lo so e non ne sento la necessità.

La religione?
Un mio amico diventò religiosissimamente cristiano per uscire dalle droghe ,era seguito da una specie di sacerdote,ando' a Mejugory...poi bastò un attimo di defaillance per morire una notte di o.d.
Queste cose chi può dimenticarle? Non certo io !
Forse un Dio esiste si...ma è dentro di te.
È dentro di TE li dove ci sono anche tutti i tuoi demoni.
Il Tao in eterno conflitto.

Cavolo...io credo che se ci si affida totalmente a qualcosa allora non serve più a nulla. Passare da un estremo all'altro non ha senso. Ed è ancora peggio se ci si mette nelle mani di qualcun altro. Ecco perché non dico nulla ad Abdul e mi accontento di prendere solo spunti. All'inizio ho sostituito la mia dipendenza con l'ossessione delle pulizie, la dottoressa voleva darmi il Tolep e mi sono detta che no, ancora medicine no. Così ho spostato l'attenzione sugli acquisti online su Sephora. E li, leggendo appunto ho compreso che bisogna saper apprezzare, come dicevo, le piccole cose (la pace, il cibo sempre a disposizione, il fatto di non aver malattie potenzialmente mortali ecc...). Sono d'accordo con te comunque. A me l'Islam mi ha solo aperto gli occhi un pochino di più delle altre religioni, ma ripeto che non pratico e non sono musulmana.

Oppure : ho visto persone perse che X salvarsi dalla fatica di questo mondo , chiamare un emerito idiota ma bravo manipolatore ( maestro )

Ah no li no. A me ste cose fanno paura perché mettia tua vita nelle mani di un'altra persona e come dicevamo tutti sopra, solo tu puoi comprendere veramente cosa ti fa bene. Nemmeno sti gran luminare di medici, a volte, sanno cosa è meglio per te. Figurati i ciarlatani, i preti, gli imam e tutta sta categoria...e non escludo nemmeno amici e familiari. Possono darti un'opinione, ma fine. Se ti dai a loro allora passi, a mio avviso, da una dipendenza all'altra.

Erano solo esempi . Non riferiti a te

Tranquilla non ho pensato quello. Dicevo come la pensavo a riguardo. Sei gentile comunque. :)

Bellissimo quest' ultimo discorso che stiamo intraprendendo , molto intenso,vero e sentito.
Anche quelli o quelle che si appoggiano a una relazione di salvataggio o ad una famiglia anche molto aperta e generosa per me possono vacillare se non hanno presente la propria individualità e forza interiore.La mia unica dipendenza non è più nulla se non quella di volermi aggrappare con tutte le mie forze ad un miglioramento mio graduale fisico e mentale ,se provi a star bene tu poi tutto il resto vien da sé, tutto il resto conta relativamente.
Bene è facile scriverlo molto duro da arrivarci.
Lo scrivo mentre sono in preda ai miei attacchi di panico soliti mattutini da residui di benzodiazepine ma mentre scrivo la mia forza interiore mi suggerisce "passerà anche questa".

Ma quanto sei forte? ma te sei un Bulldozer...
Se non è troppo personale, perché ti prendono al mattino? E come ti senti? Cioè che sensazioni provi? Naturalmente puoi non rispondere, lo comprenderei molto bene.
Per il discorso della forza ti dico si. Hai ragione. Si deve contare solo su noi stessi e mai basarsi su altro (alludo ad ogni sorta di aiuto esterno). Il problema, credo, è che per noi (o almeno per me) è complesso riuscire a trovare queste energie. Proprio perché ne abbiamo bruciate una quantità enorme per far altro. Una persona mi disse "Tanto non riuscirai mai più a ritrovare te stessa come una volta, quell'Anna è morta il giorno in cui hai iniziato a fumare la tua prima busta, avrai sempre quel fantasma che ti perseguiterà e passerai la tua esistenza a combattere, scordati la normalità". Confermi?

No non confermo.Non sarai più la stessa sicuramente ,sarai molto più consapevole del male che ti puoi fare perseverando a sbagliare rotta, avrai attraversato l'inferno ed il paradiso (anche se ognuno lo fa a modo suo) ma per noi l'inferno ed il paradiso hanno significati troppo intensi , indimenticabili si ma non certo da perseguitarci tutta la vita...hai grosse possibilita' di uscirne da tutto più forte di prima e con un bagalio di intense esperienze.Certo il problema e' soprattutto il poterci ricadere anche a distanza di anni...enormissimo problema.Tutto sommato questi attachi di panico riesco a gestirli e stanno regredendo ,gli orari sballati di sonno idem,la mattina e' peggio perche' dormo poco e male poi durante la giornata migliora, la vita che prende forma sovrasta tutto gia' ormai da un annetto x me ... io ti sottolineo il mio stato per rispondere alla domanda del tuo thread soprattutto...fumati le canne e accanna le benzodiazepine...scritto mille volte, e' la cosa migliore che puoi fare o addirittura niente canne se scatenano in te voglie strane.

Ti ringrazio. Quella frase, quando ci penso mi abbatte. Però bisogna cercare di trovare sempre il lato buono in tutto, quando possibile, come affermi tu sostanzialmente.
Mi dispiace per i tuoi problemi e mi congratulo ancora per l'immensa forza che ci metti e per gli ottimi pensieri che elabori pur avendo mille casini da gestire.
Ti chiedo ancora, se puoi...può essere che uno sta pulito decenni e poi casca?

Si ci puoi ricadere dopo un mese,un anno o dieci anni.Più difficile ma possibile se ci ricadi da sola e molto più facile se ci ricadi grazie a vecchie frequentazioni.Devi abolire tutto il vecchio e cercare nuove conoscenze , perche' basta un attimo che un vecchio amico con cui hai fatto storie ti guardi solo negli occhi o ti dica una parola particolare che tutte le tue sicurezze vacillano e la strizza allo stomaco ti prende(craving)...almeno per me e' cosi', Io ho dovuto chiudere drasticamente con il passato anche in questo senso perche' anche se sembro forte so benissimo che mi basta un secondo per scivolare.
Non sono pronta non lo saro' mai non lo saremo mai a ritornare nel passato senza strippare.

Hai ragione, perfettamente. Infatti sono sola, non come un cane, loro hanno i padroni che (si presume) li amano...
E non so da dove iniziare. Ho provato a riallacciare amicizie pulite (gente che non conosce i miei casini) ma mi dicono "Si dai andiamo a fare aperitivo una sera!" Tu li hai mai sentiti? Io no...nemmeno mi rispondono........

Adesso e' normale che ti senti cosi' ,abbi fiducia che tutto cambiera' dai tempo al tempo.
Io ho ricominciato mille volte e gli inizi non sono mai il meglio, il meglio viene sempre dopo.
Sei una ragazza dolce,giovane ed immagino carina,solare ed educata ,il tempo ti restituera' tutto,dagli tempo.Tutti noi usciamo soli da queste situazioni poi.....
Tutto cambia e prende forma.
Credici.

Te mi stai regalando un sacco di mantra oltre che tanta dolcezza. Ti ringrazio per i complimenti che mi fai...onestamente era da un bel po' che non mi sentivo dire certe cose. Mi lusinghi. Comunque terrò a mente tutte le tue parole (alcune le ho scritte su un foglio che utilizzo quando mi sento tentata o giù, per ricordarmi di cosa è fatta la vita). Spero sul serio di riuscire a uscirne bene e senza deludermi perché una come me, per quel che ha fatto, fa presto a dimenticare la sofferenza passata per pulirsi. Il richiamo lo sento ma mi tentano di più i dolci e profumati cannoni di nero...e spero di rimanere così e di riuscire a far fronte ad eventuali sofferenze che la vita mi riserva senza rimettermi nella merda con le mie stesse mani. Te come sta andando la giornata? Ti abbraccio forte.

Esatto una come te fa presto a reinserirsi nel mondo...devi esserne sicura !!! Io ho passato gli ultimi mesi chiusa nel mio mondo ,uscita da poco dalla tua stessa situazione, ancora sono in una via di mezzo...pero' un paio di buone amiche nuove sono venute a recuperarmi nella mia solitudine ...lo hanno fatto loro autonomamente ...io non credevo più in niente ....nell'amicizia quella vera e non di droga,nella famiglia,nei rapporti con gli uomini...schivando tutti ,odiavo il posto dove mi ero trasferita...ho vissuto in tanti posti ...le cose belle succedono devi dare tempo e modo di farle accadere...adesso e' un po presto hai bisogno di un po di riposo...
Le delusioni saranno all'ordine del giorno purtroppo,non possiamo piacere a tutti , a me non frega niente di quelli a cui non piaccio o che mi snobbano io do conto a quelle persone con cui sto continuando il mio percorso , anche poche ma buone, poi per strada ne raccolgo altre ... io sono da sempre stata circondata di tantissime persone solo la roba mi ha tolto questo piacere facendomi isolare...il tuo e' un momento...tutto passera'...a 26 anni per te e' tutto in discesa...datti tempo cara Anna.

Tesoro non intendevo che faccio presto a reinserirmi nella vita ma nella merda. Perché a volte, come dicevamo, basta uno sguardo e si dimentica tutta la sofferenza passata per spezzare quelle catene che ci tengono legati alla roba. Ma ad ogni modo ti ringrazio, hai sempre le parole giuste. Vorrei dimostrarti la mia gratitudine ma non saprei da dove cominciare. Vorrei abbracciarti e dirti che sei una guerriera, e vorrei essere lì per aiutarti come stai facendo tu. Ma non posso... :(
Sai ho quasi ribrezzo per una vita di coppia, mi spaventa. Figli? No non sarei in grado per quel che ho fatto, e questo mi fa sentire colpevole perché ho buttato via tutto...sono piena di rimorsi e di sensi di colpa...li temo...
Temo che con tutto quel che ho stagnolato, pagherò sotto questo aspetto. Proprio perché....la ruota gira...ecco perché sono sola nel mio delirio...
Tu invece riesci a spezzare anche questa di catena...

può essere che uno sta pulito decenni e poi casca?
________
certo che si......anche a distanza di 10 o 15 anni
Ciascuno di noi è diverso e anche dooo anni può scattare qualche Inout esterno che ti porta a usare di nuovo eroina
Ccl'e anche un Topic qui aperto qualche tempo fa.......in breve questo mio coetaneo.....pulito dal 2000 (17 anni) ha ricevuto stimoli emotivi, personali e chissa cos'altro.....che lo hanno portato a riprovare la roba........(in ev)
.
Credo sia rimasto molto deluso.....ma spesso si lascia indietro una riflessione sulla pessima qualità della roba da strada......e si ricercano le vecchie sensazioni
Che cmq a 45 e passa anni non saranno mai......e dico mai....come a 25
.
Può succedere qualunque cosa

Ehi Sugar! Tutto a modo? :)
Comunque guarda la mia paura è che mi succeda qualcosa di triste e di appunto caderci ancora. Non ho mai saputo gestire le delusioni, nemmeno prima...
Questa è la cosa che mi terrorizza di più. Ora ti dico che No, non voglio più quella merda, ma come posso prevedere una reazione futura??? Sapendo che già di mio sono molto sensibile alla tristezza?

Anna
D8ci sopra che tra circa 1 sett finisci il trattamento
Ma dici di aver trivato comprensione solo qui
sul Web........uhmmmmmm........guarda ......davvero questo non è proprio il massimo....anzi !!!!

Ma dopo la fine del trattamento devi urine per un certo
periodo o una solo controllo e basta ??
Questo non mi è chiaro
Poi finito questo trattamento dopo non vedrai piu' nessuno ??
Ossia staccherai in via completa col mondo delle Cure + Operatori etc etc ?
.
Sug

Dunque, la persona che mi segue vuole le "ultime" urine. Sicché gliele concedo. Poi le faccio che anche solo vedere le placchette con scritto COC MTD ecc, mi fa riaffiorare tanti brutti ricordi (mezza verità) e lei mi fa che è giusto questo ragionamento. Continueremo a vederci al di fuori, in amicizia e spero che non mi chiederà mai di farle, anche solo così per vedere. Ma no per la roba, per il thc, lei è contro e io NO...
Quindi in teoria si avrò finito e chiuso con tutto da un punto di vista di terapie e controlli...ma magari può chiedermelo a casa sua, tanto per....ipotizzo io eh...
Comunque si. Non è il massimo avere comprensione solo qui. Ciò è mi fa piacere e non avete idea dell'aiuto che mi avete dato tutto voi. Ma proprio non riesco a spiegarvi quanto mi avete tirato su il morale e quanto sto meglio...
Però in carne ed ossa niente...

Il Web e..... Virtuale
Il mondo....quando vai x un Aperitivo o altro che fa una ragazza 26enne....è reale
Per come la vedo io potrai farti compagnie maschili x iniziare a ri-uscire x locali....poi verrà il resto
Ma devi uscire.......in giro....
andare/ fare/dire ( come dice una cara amica)
.
poi....verrà un giro che si allargherà piano piano, è fondamentale non sentirsi soli
Sug

Lo so...però mica posso andare da sola in un locale! Sembro una sfigata!!!! Ahahahah :) :) :)
Mi piacerebbe farmi un bel viaggio in qualche bel posto magari! Che dici?

www.viagginelmondo.it
.
Io viaggio con loro da 16 anni
Ti iscrivi sul Web....c'e un coordinatore.....ti presenti all areoporto....e si parte
16 bellissimi viaggi

Si ma sarei sola...guarderò, comunque. Sei sempre di ottimo consiglio. E tipo si va tutti insieme, ma ci si può isolare?

Si può viaggiare da soli , con viaggi avventura o quelli che ti suggerisce sug , gente che ha voglia di fare un viaggio , generalmente partono da soli , si possono fare dei bei incontri . In ogni caso l'obbiettivo è il viaggio .

Giusto. Spero solo di riuscire ad organizzarmi... grazie come sempre....

Ciao Anna!
una cosa però devo dirtela: secondo me ti stai facendo troppo condizionare da questa operatrice. Lei sarà stata magnifica, e capisco pienamente che uno senta una sorta di responsabilità, di non ricadere e non deluderla,però ricorda sempre che la vita è tua, e quando si muore, si muore soli, per citare il grande Faber.
Questo per dirti che, anche se lei è stata fondamentale per la tua uscita dall'eroina, e tu provi un senso di affetto per lei, questo non vuol dire che dovete pensarla allo stesso modo su tutto.
Insomma, se lei è contraria al thc e tu no, io glielo direi chiaro e tondo e bon. Parliamo sempre di due canne in fondo.
Un saluto.

Ehi carissimo come stai? Infatti hai ragione sono "leggermente" psicologicamente dipendente. Nel senso che a volte mi viene voglia di darle l'indirizzo, quello giusto...a volte invece mi dico che lei ha sicuramente più cultura a riguardo. Sostiene che ti bruciano i neuroni. Per carità, sarà pure ma anche se mi mangio il Mc Donald a tutti i pasti tutti i giorni rischio di incorrere in qualche danno. Come per tutto ci va equilibrio, ma il suo giudizio mi sembra insindacabile. La mia scelta l'ho fatta in ogni caso. Non credo che tornerò indietro. Voglio salvarmi io, e non rischiare casini per una tale stupidaggine. Dice che fare così non è fare una vita normale (definizione?) e che non mi aiuta a staccare. Tutte ste persone ne avranno viste durante la loro carriera, non lo metto in dubbio, ma NOI soltanto possiamo comprendere fino in fondo e sapere l'effetto che ci fa qualcosa. So che è davvero chiusa a riguardo...rischio di perderla forse, e adesso non voglio. Non so...cosa ne dici?

Capito, certo non è una situazione facile.
Credo che la giusta soluzione sia nel prendere le distanze, senza però perderla. in parole povere farle capire che ti fa piacere vedervi e parlare, ma non hai nessuna intenzione di darle le tue urine.

Eh sì hai poi ragione... il problema è che appunto le vuole. Allora gliele do e le dirò che non voglio davvero più saperne e se mai dovesse chiedermi, le dirò che non voglio più farle. Supponiamo insiste, le dirò che ok ma che troverà thc perché mi è capitato di fumare ed è probabile accadrà ancora...se poi decide di chiudere, ok. Me la farò andar bene così. D'altronde nessuna può costringere l'altra...
Che peso però, sembra che deve sempre esserci qualcosa di traverso...ora che sto uscendo...

ANNA

se vuoi puoi farti un bel viaggio, che ti farebbe bene
e magari lavorare e stare impegnata (dopo il viaggio....ovvio)
e poi.....il THC e' una sostanza ILEGALE e nessun operatore ti dara' mai un suo ok a riguardo.......semplicemente non puo', per ragioni legali, E HA LE SUE RAGIONIChi fa un LAVORO, ha degli obblighi, a prescindere da cosa pensa dentro se stesso.....
.
nessuno mai, del circuito delle cure legali ti potra' confortare circa l'uso di fumo/erba etc etc
Per noi e' una cazzata, una cosa insulsa, ma questa, al momento, e' la legge, e tale rimarra', per tanti, ma tanti anni, E TALE RIMARRA' IL LORO PARERE
semplicemente non possono avvallare uso di una sostanza illegale in un paziente che hanno seguito

fatti sto viaggio, in un modo o nell'altro.....ti aiuterebbe a staccare
.
Sug

Invece la persona che mi seguiva prima mi diceva che era il danno minore, che se mi aiutava andava bene perché l'importante era evitare la roba a tutti i costi. Tanti amici vanno in un altro centro qua vicino e mi dicono che ai loro medici nemmeno interessa sapere se fumano thc dunque niente urine a riguardo. Ecco perché ti dico...comunque si un bel viaggio me lo farò devo solo scegliere la meta...
Io spero che prima o poi si legalizzerà.
Per come la si ragiona qui sembra che una parte del mondo sia bruciata allora...visto che esistono posti dove è legale fumare. Eppure quei posti girano meglio di noi sotto molti aspetti......

Ciao a tutti! Vi scrivo perché ho finito il Dimatex + Baclofene e indovinate?
Astinenza media...non capisco.
Ho visto Abdul e non sapete quanto mi è d'aiuto. Riesce a regalarmi qualche oretta di sonno...le benzo chiamano...
Leggo che dura qualche giorno/una settimana/dei mesi/degli anni...quindi?
Prendo di tutto per calmare i sintomi.
Mi dico che non sarà così a lungo alla fine, dai...
O forse si...

Hai fatto tutti gli scalaggi correttamente?

Assolutamente si. Da quando ho scritto, ad oggi va già meglio. Ma mi imbottisco di farmaci sicché non so se sia dovuto a quello o ad una vera e propria miglioria...cobsidera che ho scalato velocemente ultimamente. Sarà tipo da dicembre che sono scesa rapida senza problemi apparte insonnia...

Dalla merda non esci profumata chanel o perlomeno non subito.
Ovvio che lo stacco dal metadone ti porta ancora astinenza , durera' ancora.
Datti tempo.

Ciao Sonia, come stai?
Quanto me ne dovrei dare? Vorrei iniziare di nuovo le mie attività, ma il corpo non segue. Cioè lo fa dopo uno sforzo assurdo e guai se mi fermo un secondo perché poi alzarsi e continuare diventa impensabile.
Voglio solo che mi passi sta fiacchezza...
Grazie a tutti per esserci stati in questo momento difficile.
Di base l'umore va. A volte l'Ansiolin mi chiama dicendomi che può farmi dormire (mah...), ma fumo e dopo 1 ora massimo dormo per qualche ora o comunque mi sento più serena.
E, per una volta, posso dire di aver fatto bene ad ascoltare me stessa.
Grazie dal cuore a tutti!

Lo so infatti non so come fanno quelli che riescono ad abbattere la fine di uno scalaggio con lo sport...queste astinenze ti debilitano fisicamente in un modo assurdo, io ho incominciato facendo piccoli passi invece di prendere l'auto x andare da qualche parte vicino casa ma lo sport proprio non riesco neanche adesso anche se vorrei tantissimo.
Quanto dura...ehh...non lo so e' una cosa soggettiva ma i sintomi vanno alleviandosi ogni giorno che passa e' un giorno in piu' verso la normalita' , vedila cosi'. Come una febbre che man mano si allevia grazie al tempo che passa e alla pazienza e costanza che ci impieghi.Si la fiacchezza e' una cosa insopportabile ti fa sentire inferiore agli altri , brutta sensazione.Ma anche lei passa.

Grazie Sonia, sai sempre cosa dirmi. Imbottirsi di Sali minerali fa?
Ogni giorno cerco di fare qualcosa di più, ma è molto faticoso. C'è chi parla di giorni fino ai 12 mesi, dimmi di no ti prego.

No dai 12 mesi e' esagerato...in un anno riesci a rimetterti in piedi quasi come nuova.Si anche io usavo il supradin in combo con l'oky inizialmente perche' mi sentivo veramente senza forze ...e grandi mal di testa...mah io non ho fatto uno scalaggio quindi i miei sintomi sono stati prolungati...ma forse un mesetto o due...ma tutto va affievolendosi man mano...e' un processo lento...come la crescita.Piano piano ti senti sempre meglio ...un miglioramento graduale.Ai miracoli di chi si sente subito bene io non ci credo proprio...scalaggio fatto bene o meno. Dopo una cura con sub o metadone devi darti per forza il tuo tempo non ci sono santi.

Veleno...il sub e il meta non e' altro che veleno.Per me peggio della roba...sii fiera di te stessa che ti sei tolta questo veleno dal corpo...e prosegui con la costanza con cui sei arrivata fino ad ora.Sarai premiata.

Grazie infinite. Non immagini quanto abbiano contato i tuoi interventi. E spesso ci penso. Alcune cose le ho scritte...
Ho l'umore dalla mia, cosa che non avrei pensato.
Spero passi presto. Se mi sforzo a far movimento, velocizzo?

Ma hahahah non lo so... posso dirti solo che a me sono passati otto mesi dallo stacco e non c ho ancora voglia di fare un cazzo a meno che non sia necessario.
Fai dei tentativi...e ascolta il tuo corpo...vedi come ti senti.Se senti bisogno di stravaccare e non devi lavorare stravaccati...e' soggettivo.Trova comunque il modo di rilassarti il piu possibile nel modo che ti riesce meglio.
Addirittura le scrivi le cose che ti scrivo? Hahaj ma huauuu xd xd xd

Ah si. Alcune delle cose che mi avete detto le ho scritte perché le trovavo d'aiuto. Tra cui molte tue. Comunque voglio provarci a far movimento...mi sembra di impazzire...
Grazie d'esserci.

Si magari a te aiuta fare un po di sport , tieni conto che ogni storia e' a se'.Tu hai fatto uno scalaggio corretto e spero per te che non ti sei o non ti stai affondando con le benzo,...

No ma sono sempre con Abdul. Il problema è che c'è poco supporto intorno a me. A livello familiare ecc. Non capiscono come sia possibile far tanta fatica anche solo a rifarsi il letto...io ci provo, appena possibile però perché purtroppo molte cose che vorrei fare, non sempre posso farle. Ed è pesante...

Noi proviamo le stesse identiche sensazioni quindi anche da qui posso darti una pacca sulla spalla...certe volte vorrei che chi mi sta intorno si mettesse nei miei panni...e nel mio corpo per fargli capire cosa provo,ho provato prima con lo stacco del sub e adesso con le benzo.
Tutto passera' Anna vedrai tieni duro...loro non possono capire quasi nulla di tutta questa storia purtroppo.Finche' non ci sei dentro non puoi capire percio'!
L'affaticamento piano piano andra' via...
Tanta pazienza e tutto torna.
Grazie anche a te...anche tu mi sei di aiuto !!!

Oh Sonia quanto sei dolce. Io da ieri sto molto meglio. Cambiamento totale e ritrovo parziale delle mie energie. Chiaro che lo scazzo è sempre lì, ma ce Abdul e credetemi, ho fatto bene a chiamarlo. Non smetterò mai di dire che è stata una manna dal cielo.
Il resto lo devo anche a voi per tutto il sostegno.
Spero stiate tutti bene e che sia tutto ok per voi.
TI abbraccio Sonia.
Grazie all'anima.