Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Il mio compagno dipendente da cocaina

Ciao a tutti,

mi rendo conto di essere l'ennesima persona a scrivere di questo enorme problema. Premetto, innanzi tutto, che io non faccio alcun uso di sostanze.

Io e il mio compagno stiamo insieme da 6 anni e lui non ha mai nascosto di fare uso saltuario di cocaina. Il problema è che questo uso saltuario si  è ormai attestato da diversi anni sulle 3 volte a settimana. 3 volte fatte di ore di paranoie, sguardi a porte e finestre, silenzi, sudore freddo, voce alterata e "incantamenti" che durano anche tutta la notte. Visioni di fantomatiche ombre che vogliono entrare e così via. Insomma, di una totale assenza, qualsiasi cosa gli si dica o faccia per scuoterlo da quella specie di torpore chimico. Ovviamente, il tutto condito da una cronica mancanza di denaro da parte sua (anche lui lavora, ma ormai da almeno 3 anni ricade tutto sulle mie spalle). Non mi capacito del fatto che un uomo giovane (44 anni), veramente bello, pieno di interessi etc. possa cadere in questo nulla e così tanto spesso. Io ci ho provato con le buone, con le cattive (che spesso non mi sono perdonate, trovandomi a chiedere anche scusa il giorno dopo per la mia sclerata), cercando di capire cosa si trova alla base di questa spirale. Onestamente mi sconvolge il fatto che quando ci troviamo, per dire, in vacanza, va tutto bene. Lui non ce l'ha a portata di mano, non ne fa uso, non la cerca, almeno apparentemente non gli manca. Appena si torna alla quotidianità non passano 24 ore che già lo trovo a guardare porte e finestre. Sono stanca, logorata, il senso di colpa verso me stessa e verso di lui se penso di lasciarlo (...in un mare di guai, senza soldi e senza un tetto), il dispiacere di passare in continuazione in secondo piano rispetto a LEI, la frustrazione di fare da mamma ad un ragazzo mai cresciuto mi stanno spegnendo. Ultimamente anche i rapporti intimi scarseggiano, un po' perché io lo metto "in punizione", un po' perché è come se questa robaccia lo rendesse assolutamente poco recettivo al desiderio. Per non parlare delle bugie dette a tutti, da anni, a giustificazione delle sue assenze e così via.

Non so di preciso cosa cerco da questo forum, forse il coraggio di mollare questa situazione che ormai mi sta sfiancando, che mi ha tolto l'allegria e che mi impedisce di vivere la vita che vorrei. Forse una consolazione per il senso di colpa e responsabilità che sento verso una persona fragile. Non lo so. Almeno mi sono sfogata.

Vi ringrazio tanto per l'ascolto e per i consigli che vorrete darmi.

 

Commenti

- Ultimamente anche i rapporti intimi scarseggiano, un po' perché io lo metto "in punizione",
- un po' perché è come se questa robaccia lo rendesse assolutamente poco recettivo al desiderio. Per non parlare delle bugie dette a tutti, da anni, a giustificazione delle sue assenze e così via.
______________
ciao PENELOPE
GUARDA, come scrivi sopra, sei la 100esima ragazza/donna che scrive un post simile; non troverai aiuto né risposte, ma forse uno sfogo.......e' meglio di nulla !!!
La compagna che mette "in punizione" il compagno, e' un classico, comese poi servisse a qualcosa.........purtroppo no, non serve a nulla, ma capisco una donna, stanca, delusa, esausta di reggere tutta la tensione, per colpe che non ha, non puo' avere nessuna voglia di avere un rapporto spontaneo e piacevole con un partner che giorno dopo giorno le sta stravolgendo la vita
.
poco recettivo al desiderio ???.....con il passare del tempo, il desiderio scompare, inoltre il modo che descrivi sopra nell'uso
(guardare le tende, guardare fuori dalla finestra, veder ombre etc etc)......sintomi tipici chi usa-cocaina chiuso tra 4 mura di casa
.
E' TERRIBILE, MESE DOPO MESE PORTA A DELLE AUTENTICHE PSICOSI, DISTRUGGE IL CERVELLO, ALTERA LE EMOZIONI E PERCEZIONI, PORTA A VADERE CIO' CHE NON C'E........ripeto, ho visto in Clinica diverse persone che usavano COCA SEMPRE IN CASA (io la coca l'ho sempre usata all'aperto, sfogandola camminando, e' tutta un'altra cosa sia a livello fisico sia a mentale)
.
PENELOPE
che dirti......la situazione puo' solo peggiorare, miglioramenti non ce ne saranno, semmai il contrario
scusa la crudezza ma conosco troppo bene come funziona per scriverti sciocchezze, o illuderti
LE COSE PEGGIORERANNO E TU STARAI SEMPRE PEGGIO, UN LOGORAMENTO INTERIORE CONTINUO, PERCHE' CHI E' SANO E VIVE CON UN TD, PUO' SOLO STARE MALE.......e senza colpe
consigli non ne do', lasciano il tempo che trovano, col tempo, vedrai qualcosa succedera', per forza, non si puo' andare avanti all'ifinito
.
in bocca al lupo
Sugar

Si Sugar, hai ragione, ne fa uso esclusivamente in casa, il che gli provoca questa sindrome da "cane da guardia" allucinante.
Grazie, la tua risposta è come una amichevole pacca sulla spalla, mi ha comunque fatto bene...questo è il momento della disillusione, speravo di poterlo aiutare, ma alla fine faccio forse solo il suo male continuando a "camparlo".
Vediamo.
Grazie ancora!

E: la mia situazione, solo che è la mia ragazza a farne uso anche più di 3 volte alla settimana, in più lei la fuma. Ora io non tocco nulla ma sono stato indignato di eroina. Anche a me tocca fare da padre a una donna di 37 anni

Caro Steve, è proprio così. Abbiamo due figli adulti in casa. E anche lui la fuma a volte, unendo anche alcol (ormai a casa non tengo più nulla da bere).
Come pensi di gestire la situazione? Io sono nella fase della consapevolezza. fino ad ora hanno prevalso i suoi lati belli. Ma oggi. Oggi mi trovo a fare i conti con una vita che non pensavo di condurre. Schiavi di quella roba.
Preferisce buttare pomeriggi e serate così piuttosto che uscire, un teatro, una chiacchiera noi due. Più i conseguenti problemi economici, per cui ci troviamo a lavorare in due ma senza a volte poterci permettere nulla di nulla.
Non ne voglio fare un discorso per forza egoistico, ma abbiamo una certa età, non abbiamo figli da mantenere, la vita è una...insomma...il senso di perdita di tempo sta avendo il sopravvento in questo momento, purtroppo.

Sono proprio persone piene di interessi brillanti che finiscono tossici. Gli hai parlato di un eventuale disintossicazione? Cambiare città, stato,?

Hai ragione. Brillante e pieno di interessi. Apprezzato ed amato.
Abbiamo parlato di disintossicazione, ma lui no, lui è convinto di non essere dipendente, quindi da quell'orecchio proprio non ci sente. E porta proprio ad esempio il fatto che riesce a stare molti giorni senza quando siamo fuori.
Cambiare città etc. si,nonostante sia un casino con i nostri lavori. Ma tanto (vacanze in luoghi sperduti a parte), riesce sempre a trovare il modo di procurarsela. Purtroppo. Prima o poi questo succede.
Nella stessa nostra città sai quanti pusher ha cambiato perché finiti in galera o altro? Ha sempre, sempre trovato il modo.
Le ho provate tutte, ci proverò altre volte, ma purtroppo sto perdendo la speranza...

A me i sintomi ricordano più quelli da crack o freebase sinceramente..

E' proprio coca. Se poi sia tagliata con altra roba non so dirti...

Cara Penélope Michelle intendeva crack ,freebase quello che fanno i nostri fidanzati,far reagire la coca con ammoniaca e poifunarla. Io ho usato droghe e posso capire la negazione del definirsi tossici,ma a un certo punto o lo fai o impazzisci e/o crepi.

Che fare non lo so,ora sono deluso,ho combattuto sempre cercando di vivere serenamente una vita che.mi ha sempre remato contro, madre depressa,padre schiavo di mia madre.Io da sempre depresso. Ira sono stanco. Non so che fare sinceramente.

Ciao, io mi trovo nella stessa tua situazione. Ma sono il ‘tossico’, non la vittima.
Se posso darti un consiglio, non stargli addosso, cerca di fargli capire che si sta perdendo una parte di vita che non tornerà indietro. Io a fine maggio vado in terapia, voglio e devo smettere. Odio sta merda di polvere, ma da solo non riesco a farne a meno.
Per quanto riguarda il sesso, è normale che non abbia lo stimolo: la coca ti porta a viaggiare e fantasticare situazioni sessuali di ogni tipo, spesso si associa una dipeysal porno. Te lo dicò perché conosco molte persone che stanno in questa situazione, arrivando a fare cose con il/la partner di ogni tipo.
In bocca al lupo.

Veramente la mia patner era più porca quando ls usava saltuariamente

Penélope che fine hai fatto? Mi vorrei confrontare ancora

Eccomi Steve, ero fuori per lavoro...sono sempre qui, purtroppo.
Ad un punto di stallo ma almeno una decisione la ho presa: mi farò aiutare da qualcuno, e chiederò poi anche a lui di andare insieme da un terapeuta (visto che di centri di disintossicazione/ascolto non ne vuol sentire parlare...perché lui..."smetto quando voglio"). Se non vorrà venire, sarà il punto di svolta per prendere una decisione. Io non posso più tollerare questa vita. Se riuscirò a migliorarla con lui accanto, bene, altrimenti dovrò prendere una decisione.
Fammi sapere come stai.
Penelope

Proprio ieri sera la mia compagna ha ammesso che non vuole smettere.Se la lascio dove vado? Senza lavoro e senza soldi?