Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Non so con chi parlarne e mi serve un consiglio da parte di chi ha già avuto esperienze in merito.

Ciao tutti, sono una ragazza di 21 anni.. quasi 22, fumo hashish e marijuana dall'età di 16 anni ma sempre in modo occasionale, ci sono stati ad esempio mesi dove non ho proprio fumato, il problema reale non sono queste due sostanze che oggi quasi non consumo più ma sono quelle che hanno sostituito le precedenti.. parlo di coca e alcoolsono una ragazza sveglia, lavoro, studio e vorrei smetterla.. non ce la faccio più a sentirmi come uno zombie il giorno dopo, non ce la faccio più a non saper più cosa significhi ridere senza dover ricorrere a delle sostanze.. vorrei sentirmi una persona normale.. ci ho provato molte volte a smettere da sola ma non ne sono capace.... a chi posso chiedere aiuto? al sert? qui da me è anche abbastanza lontanofaccio uso di quella roba 2/3 volte a settimana da almeno due anni.sono stanca...

Commenti

Lucy,
sono lieto di leggere che pensi di chiedere aiuto a qualcuno. Anche per me, 33 anni fa, questa scelta fu l'inizio della risalita. Ti potrei dire di chiedere aiuto ai tuoi familiari, ma non so niente della tua famiglia e neanche se ce l'hai una famiglia. E poi so bene quali sono le resistenze, i pudori e i timori che possono ostacolare una scelta del genere. Magari potresti interpellare qualcuno che ti aiuti a mediare con i tuoi familiari. Io, nella mia esperienza, ho avuto la fortuna, ma amche l'oculatezza, di rivolgermi a persone che si sono rivelate all'altezza. Soprattutto dal punto di vista umano, prima che professionale, senza volere sminuire quest'ultimo importante ambito. Se posso esserti utile fammi sapere, anche se in questa sede non penso di potere fare molto, consigli a parte.
Cari saluti
Placido

Ho solo mamma e dirle una cosa del genere.. no, non penso che possa reggere una delusione così grande
ho vergogna pure di parlarne con la mia amica.. l'unico che lo sa è il mio ragazzo..colui che mi ha fatto conoscere quel mostro che è la cocaina.

Lascia il tuo ragazzo e quei giri di amici...
Vai al sert della tua zona e vedi come ti trovi...
Ma la cosa fondamentale rimane evitare amicizie di un certo tipo...
Sei così giovane, riprenditi la tua vita prima che si incasini del tutto

anche lasciare lui è molto difficile per me... cercherò di aiutarlo ma se non si farà aiutare non devo fare altro che pensare a salvarmi io

Lo so, ci sono passata...
Io ho iniziato con la roba insieme al mio ex, e posso dirti che una relazione tra 2 persone che usano non funziona bene...
Se non riesce a smettere forse sarebbe meglio allontanarsi per un po di tempo

Lucy, i genitori hanno sempre più risorse di quanto pensiamo. E forse i comprensibili timori di deludere di cui parli celano anche tante altre cose. Te lo dico pensando a me stesso in retrospettiva, ma anche perchè ho due figli anche io (e un po' più grandi di te, adesso). Ad ogni modo se per adesso non te la senti di affrontare tua madre, non avere fretta. Prima è importante che tu trovi altre sponde sicure.
Sono d'accordo sul fatto che comunque la relazione col tuo ragazzo sarebbe meglio sospenderla e assolutamente metterla in secondo piano. Penso che se una relazione arreca danni (anzichè cose positive) significa che i sentimenti su cui si fonda non hanno grande valore.
Io non ho grande esperienza e conoscenza dei Sert. Penso che, Sert o altrove, tu debba comunque trovarti dei punti di riferimento. Persone solide e serene. Non so, potrebbe essere un professionista, o anche una persona di fiducia, un parente, un prete. Qualcuno di buon senso e possibilmente esperto di queste cose.
Dei Sert leggo e sento dire di tutto e di più. Sicuramente ci sono persone valide, attente e sensibili e altre magari meno disponibili e più sbrigative. Affidati anche al tuo intuito. Io ti consiglierei di diffidare da chi delega soprattutto ai farmaci. La questione è molto più ampia e non solo chimica, per la mia esperienza. E tu, per quel poco che posso sapere di te, sei in una situazione ancora non molto pregiudicata. Il che, a mio modo di vedere, può costituire un'arma a doppio taglio. Puoi ancora avere buone risorse e lucidità, ma puoi anche non essere ancora abbastanza scottata. A te la scelta.
Un saluto affettuoso
Placido

Grazie mille..
si anche io sono abbastanza contraria ai farmaci e credo che nel mio caso si possano ancora trovare soluzioni alternative..
settimana prossima passerò al sert della mia città e vedo loro cosa mi dicono, altrimenti cercherò altrove, magari uno psicologo, o troverò il coraggio di parlarne almeno con un'amica fidata.

Ti voglio dire una cosa strana... ma pensavo lo stesso anche io, Invece quando chiesi aiuto a mio padre capii che era la cosa migliore e mio padre ne fu contento perché mostrai maturità e che effettivamente ne avevo gli zebedei pieni. Ma non tutti i genitori sono uguali. Magari tua madre ti sorprenderà. Avendo solo te, può solo AMARTI.

Dipende dai genitori...
I miei ci sono rimasti malissimo, soprattutto mio padre... Adesso che ci sono ricaduta ho il terrore folle che mi sgamino, perché stavolta sono cazzi... Mi hanno sempre minacciata di chiudermi in comunità oppure sbattermi fuori casa alla prossima ricaduta...
So che gli darei l'ennesima mazzata se lo venissero a sapere, ma questo non mi frena per niente.. Vivo con i sensi di colpa, ma non so come uscirne...
Soprattutto per mio padre avere una figlia tossica e un grosso peso, oltre che danno all'immagine...
Non riuscirei mai a parlargliene liberamente... Non voglio dargli altro dolore, però ormai il danno e fatto...

LUCY
potrai parlare con un amica fidata, ma il meccanismo qui e' diverso
Mi spiego
Tu parli con l'amica, ma si tratta di uno sfogo
.
Poi rivedrai il tuo moroso, ed e' con lui e altri del giro che ti fai di coca
e a questo punto, quando alle 21,00 di sera vi troverete Tu, il tuo moroso e .....che so....altri, o magari anche solo voi 2, scattera' nella testa il meccanismo di chi usa droga in coppia
E A QUESTO PUNTO, IL DISCORSO FATTO CON LA TUA AMICA SARA' DEL TUTTO ININFLUENTE
.
Al sert poi, non c'e una VERA E PROPRIA TERAPIA CONTRO LA COCAINA, (come invece esiste per l'eroina), per la Coca danno diversi farmaci, ma nessuno di questi farmaci impedisce l'uso della stessa (contrariamente alle terapie sostitutive all'eroina)
Rimane la psicoterapia oppure, andare avanti in qualche MODO, GIORNO DOPO GIORNO, come faccio io da 23 anni.......mi sono laureato, lavoro, ho un buon lavoro e buon reddito, 46 anni......ma mi faccio ancora
Come vedi si puo' andare avanti se si trova un equilibrio
.
Ma capisco che a 21 anni, dopo 2 anni di coca, il tuo cervello sia davvero stanco
ULTIMA COSA
LE COPPIE CHE USANO DROGHE INSIEME, SONO DESTINATE, PRIMA O DOPO
TUTTE, E DICO TUTTE, ESCLUSA NESSUNA
............A SALTARE PER ARIA CON CASINI PAZZESCHI
.
Sugar

la cosa che più mi manca è divertirmi come una persona normale, se non sto con il mio ragazzo e magari esco con altre persone si sorrido, mi diverto un po.. ma alla fine il mio pensiero va sempre li.. mi sento davvero appagata e felice solo con lei, quando non c'è bevo.. ma alla fine concludo ben poco.. l'insoddisfazione resta.. ma almeno quando non sto con lui riesco a resistere a non dare di matto e non vado a prenderla.. anche perchè da sola è difficile, a differenza sua che magari può prenderla anche da solo..
non nascondo che la mia voglia di smettere nasce sopratutto per l'università e per la mia famiglia..anche per il mio lavoro, il giorno dopo aver bevuto tanto, averla presa, aver passato la notte senza dormire mi sento davvero male.. vorrei svegliarmi la domenica mattina e stare bene o qualsiasi altro giorno..
sono arrivata un po al limite... neanche la paura mi ha fatto smettere, una sera sono stata davvero malissimo ma poi ho ricominciato la settimana dopo
non so se sono arrivata ad un punto già troppo critico o se posso ancora superare tutto senza troppa difficoltà.. ormai è un anno che dico che voglio smettere e poi non mi do una mossa..

Lucy, tieni presente una cosa: è probabile che chi non vuole o non riesce ad affrontare i propri problemi di dipendenza nel senso del cambiamento non farà nulla per agevolarti. Anzi, magari chi permane nello stesso problema potrà essere indotto a scoraggiarti e a trattenerti. Forse è una reazione inconsapevole. Anche per tacitare le proprie contraddizioni. E purtroppo in certe situazioni si è molto fragili e influenzabili. Questa è una delle tante difficoltà che si possono incontrare in situazioni come la tua. Difficoltà che poi si traducono nella passività e nell'immobilismo. Io ti auguro di fare come hai detto nel tuo messaggio delle 09.42, piuttosto che demordere. So che ci vuole coraggio e che non è facile fare certi passi. Più facile sniffare o bere, ma è solo un'illusione, perché poi i problemi rimangono e si amplificano. A volte ci si barcamena per periodi più o meno lunghi. Ma non credo che si possa essere davvero soddisfatti. E alla lunga i conti non tornano.
Secondo me ce la puoi fare, ma non aspettarti una passeggiata. Puoi tornare a divertirti come una persona normale, come tu desideri. Ma ci vorrà tempo e la strada è in salita. E dall'altra parte la discesa potrebbe diventare un precipizio.
Un caro saluto
Placido

ci metterò tutta me stessa, sperando per il meglio
grazie mille

se da sola non ce la fai, devi andare a chiedere un appoggio
.
CHE IO SAPPIA, IN 25 ANNI CHE FREQUENTO QUESTO MONDO, DI GENETE CHE HA SMESSO DA SOLA, SENZA NESSUN AIUTO, NE HO SENTITO 1 SOLO,
se poi si rimangono nellel stesse strade,incorci le solite persone, fai le solite cose, e' chiaro che a un certo punto scatta nella testa il meccanismo, soprattuto dopo aver bevuto.......che ti fa scattare la molla e poi .....poi vai dal tipo e a quel punto, beh' a quel punto si usa
E il giorno dopo si stara' anche malino, ma questo e' un dettaglio, quando scatta la compulsione non ti ferma nulla
.
LUCY, E' PER QUESTO CHE CI VUOLE UN AIUTO ESTERNO, UN APPOGGIO, chiamalo come vuoi, ma e' necessario
Sugar

esattamente, quando scatta la molla nessun pensiero mi può far dire non lo faccio, E' IMPOSSIBILE resistere in quel momento
devo assolutamente rivolgermi a qualcuno esperto.. e poi chiudere con quella gente e quel mondo se non voglio rovinarmi la vita.. già ho perso molti amici

TRA IL DIRE E IL FARE
&
LA DROGA IN MEZZO
..........
IL MARE E' IMMENSO, TEMPESTOSO E PIENO DI BURRASCHE
.
Sugar

ne ho già superate tante nella vita nonostante i miei soli 21 anni
questo mi spaventa un po di più ma posso farcela.

Cambia giro dj amici, cerca nuovi hobby e cose da fare.. A me aveva aiutato molto smettere con i rave le serate ecc, e fare altre cose.. Anche per lo studio e lavoro, se riesci a smettere vedrai che riuscirai a studiare di più...
Coraggio Lucy!