Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Re: Da Eroina a Metadone a ossicodone.

 

2 Gennaio, 2017 - 10:36 da Anonimo

E menomale che siamo tutti diversi.Piuttosto che rimettere piede in un sert o riprendermi sub o metadone o ossicodone o altro del genere per sopprimere la mancanza di oppiacei mi sopprimero' direttamente io.Dopo otto anni di casini e rincoglionimenti di una cosa sono stra-certa; fuori dalle palle congetture su come superare astinenze,ne ho le balle stratosfericamente PIENE...e se IO ho le balle piene di una cosa,state sicuri tutti,che questa cosa per me e' diventata già passato remoto.
Sta tossicodipendenza con il legame che crea con il sert e con tutte le sue sfumature ...
Passiamo avanti ora e' tempo. E senza se e senza ma,senza studiosi o prufessori o spierti, un bel calcione a tutta sta solfa...
Benvenuto 2017.
s


  •  

Commenti

2 Gennaio, 2017 - 13:25 da sugar magnolia
__________
ahhhhhhh........cara S, sarebbe bello poter dare un bel colpo di reni, chiudere tutto,
BASTA.....SONO STUFO....VIA TUTTI.....NIENTE DOTTORI....NIENTE TERAPIE.........E VIAAAAAAAAAAAAAAA
peccato che in questi troppi anni ho visto che cosi' facendo, si sta male e si ricade SEMPRE
non ho mai mai mai sentito di nessuno che abbia smesso tutto (terapia inclusa) con un bel colpo di reni & orgoglio
Magariiiiii
e poi non e' detto che ci si riesca, va tutto incrociato con il lavoro (per chi lavora).......
- scalaggio lentissimo,
- niente ricadute
- dopo lo stacco, avere almeno 1 mese a casa, intero senza pensieri né obblighi professionali e/o altro
e poi.... e poi.... e poi
____
SENZA DIRE CHE MOLTI SI PORTERANNO LA TERAPIA NELLA TOMBA, in fondo milioni e milioni di persone assumono un farmaco ogni giorno no ??
In vari paesi a BPN e' prescrivibile dal medico privato, ecco cosi' cambierebbe davvero tutto
(si e' visto come mi sono mosso il 31 dic / 1 gennaio, gia' quello mi ha fatto capire che il mio piccolo gancio di 2 mg x die e' meglio che lo tenga ancora strettino, ancora per un po')
mah'.......
Sugar

2 Gennaio, 2017 - 13:44 da Anonimo
E caro il mio bros Sug tu hai la testolina così bella piena di cose,ma sei sempre agganciato agli stessi stereotipi.Si,si ricade,certo,tutto può succedere,siamo sotto ad un fottuto cielo.E se ricadro' mille altre volte,per mille volte mi daro' un ceffone prima di rifarmi per giorni e giorni e rinfognarmi ed andare a piagnucolare al sert,anzi mi darò mille ceffoni,anzi assoldero' un gambizzatore per farmi tagliare le gambe e non farmi andare a svoltare.
Qui siamo tutti diversi e con personalità del tutto diverse.E io non voglio mettermi sopra nessuno,figurarsi un vecchia scuola come te.Però mi conosco troppo bene,e non sono certamente l'unica a sto mondo.Le tue convinzioni per alcuni non valgono,mi spiace dissuaderti.
Non valgono soprattutto per quelli stracolmi di anni ed anni persi e\o buttati nel cesso,e\o vissuti al massimo, a una certa ti scassi.
Passa pure la voglia di andarla a cercare,fare tutti quei bei casini che una volta erano la vita per te.Non capita a tutti,ma fortunatamente capita.
s

2 Gennaio, 2017 - 15:02 da sugar magnolia
S
tu conosci la mia vita; sai che ho assoluto bisogno di stabilita' (per come e' impostata, ognuno ha la sua, di vite)
se non fosse stato per la terapia non sarei qui, tutto sommato in una situazione piu' che decente
casini grossi o guai non ne faccio da tempo
poi si.....ti auguro il meglio.....la grinta aiuta, la grinta e' vita, e' spinta .....
e poi, ci sono le varie situazioni, che hanno tante sfumature..........in ogni caso, come dico sempre, E' TUTTA ESPERIENZA, E L'ESPERIENZA E' IMPORTANTISSIMA
___
Sugar

2 Gennaio, 2017 - 15:05 da sugar magnolia
anzi assoldero' un gambizzatore per farmi tagliare le gambe e non farmi andare a svoltare.
___________
IDEONAAAAAA
taglio di un pezzo di carne ad ogni sgarrata; credo che alla 2, massimo 3 volta si smette proprio
._.

2 Gennaio, 2017 - 15:25 da Anonimo
Se mi gambizzano entrambe le gambe effettivamente sarebbe un pò difficile...però ci posso sempre arrivare sulla sedia a rotelle sotto la base ... ( hahahah prrrrr...)
io e te siamo totalmente diversi nei caratteri,nel background,nel tutto e viviamo due realtà diverse ed il modo di affrontarle in antitesi completamente e con diversissime modalità,inutile stare ad elencarle ,noi le conosciamo,agli altri non interessano.E' in questa diversità che caratterizza non solo noi due ma tutti gli esseri umani che dinamiche come la tossicodipendenza possono essere estremamente variabili da miliardi di fattori . Ad alcuni l'esperienza segna ed insegna ,ad altri passa sotto il naso come se non fosse nulla ,così come esistono donne innamorate che nonostante vengono trattate male,picchiate,umiliate,tradite dall uomo che amano ci restano senza batter ciglio.Invece io sono quella che se pur innamoratissima quando mi scasso me lo scasso,senza se e senza ma,diventi già preistoria e vado contro i miei stessi sentienti senza problemi,oppure cmq i problemi restano i miei ma tu te ne vai
E se permetti a questo grande amore(eroina) ho dedicato sette o non so quanti anni della mia vita ,mi sono fatta shiaffeggiare,tradire,imbruttire,dominare,pestare,raggirare...mi sono fatta fare l peggio torture ....e mi sono scassata.
E quando mi scasso non c è niente che tenga.
s

2 Gennaio, 2017 - 13:42 da Anonimo.m (non verificato)
Io oggi 2 gennaio 2017.la vedo una partita persa .un stramaledetto crawing . Una depressione .E il 31 e 1 una fatica . E non so . Auguri a tutti

È sempre lo stesso problema, sempre la stessa cosa, detta e ridetta...tutti vogliamo toglierci di torno questo cappio, ma il problema è la qualità della vita che poi andremo ad affrontare.

Secondo me va vista più in questi termini, certo il Sert ti leva, i sostitutivi sono sempre oppiacei e compagnia bella, ma se mi rendo conto che un farmaco può aiutarmi a progettare un presente migliore, e parlo di presente non di futuro, forse è meglio pensarci bene prima di fare grandi proclami.

Non credere che io non ti capisca, ho fatto e detto le stesse cose che affermi tu, ci ho provato e ci provo ancora, caccio fuori le palle, mando a quel paese tutti, parto da me stesso senza appoggiarmi a nessuno, sono stufo delle solite routine e dei meccanismi infernali che ci trascinano in fondo...

Ma anche dando questo per scontato, non vedo il fatto di prendere una terapia come una resistenza al cambiamento, come un non voler staccarsi; cerco di vederla proprio al contrario, come una fase, un aiuto, una zattera di quelle usate per attraversare i fiumi, che ti traghettano da una sponda all'altra.

Non vedo una sconfitta, ma una presa di coscienza, accettazione dei propri limiti magari, affidarsi, crederci dentro davvero, non viversi addosso ne diventare necessariamente zombie o cadaveri ambulanti pieni di metadone; siamo uomini, donne, ragazzi e ragazze che ci provano, e per riuscirci la strada non è necessariamente una, ma molteplici...
E quando la volontà non basta, i buoni propositi crollano come dopo una cannonata, le giornate sono tutte "no" e le tentazioni si fanno più pressanti, ebbene è il momento anche di sapersi accettare per ciò che forse si è diventati nel tempo senza accorgercene, ed una terapia non è una scusa ne una mancanza di forza, è solo presa di coscienza e valutazione il più razionale possibile delle cose.

Poi naturalmente, e mi ripeto, ci sono una miriade di casi diversi quanti siamo noi, perciò ognuno potrebbe trovare una sua strada magari azzeccata per lui, magari davvero un colpo di reni e stop a tutto, un urlo liberatorio al cielo e voilà, uomini nuovi e nuove sfide.
Ad maiora

La diversità di ognuno di noi si nota anche da un fatto a cui pensavo prima,io ad esempio non mi sono(quasi) mai drogata nei periodi di sconforto,invece noto che molti lo fanno proprio in quei momenti di debolezza,in quei momenti ho sempre avuto i sostituitivi ,la mia mente associa automaticamente la difficoltà alla lucidità per affrontare il problema del momento.Invece il craving scatta a manetta quando tutto va bene e mi sento soddisfatta ,e lì ci vuole il premio (-cioè è la mia mente che associa tutto bene, allora premio ) .Quindi vedi come siamo diversi anche in questi meccanismi e come in questi in mille altri.,.,.,.su di me i sostituitivi poi hanno degli effetti mentali devastanti , il metadone mi ha ucciso proprio tutti mi dicevano che sembravo fattissima ma avevo solo metadone,mi faceva delirare ,il subuxone un poco meglio ma mi ha distrutto il sonno e la capacità decisionale,la robba è stata la sostanza migliore tra queste elencate,visto che delle altre droghe mi interessa più niente ormai.Forse io non sono un soggetto adatto per i sostituitivi dei protocolli italiani ,sono un aliena ,sono venuta da marte ,non mi piace essere succube di nessuno e se non fosse stato per l'eroina non sarei mai stata succube di una polvere,non così tanto,nè dei sert.Magari il colpo di coda non l ho dato ,sto scrivendo un sacco di frottole.Intanto ho buttato giù nello scarico del cesso i sub che mi erano rimasti , perchè non ne vogliosapere più.
Anonimoio

Ciao,
io ho notato un paio di cose in quello che hai scritto che mi hanno fatto pensare.
Tu dici che nei momenti di difficoltà cerchi la lucidità per affrontare il problema mentre quando sei ok cerchi il "giochino"e ti scatta il craving.
Posso farti una domanda?
Quando parli di difficoltà, ti riferisci ad un tuo stato umorale basso, diciamo anche (blandamente) depresso o ti riferisci a problemi concreti da affrontare con soluzioni pratiche?
Inoltre, quando dici di star bene è perché senti un umore particolarmente allegro?
Dico questo perché leggendoti mi sembra che tu nel tuo penultimo post avessi un umore marcatamente depresso (ma la cosa potrebbe essere semplicemente dovuta agli oppiacei che, com'è noto, hanno effetti depressogeni).
Invece il tuo modo di approcciarti alle sostanze, se innescato da meccanismi umorali, potrebbe essere indicativo di un tuo temperamento su cui puoi lavorare.
Hai mai parlato con uno psicologo o, meglio, psichiatra di questo tuo cercare "il premio" quando ti senti bene? Per sentirti ancora meglio? Magari, in passato, hai anche ecceduto un po' con alcol, cocaina o anfetamine?
Dietro questa cosa potrebbe nascondersi la soluzione a buona parte dei tuoi problemi.
Secondo me vale la pena approfondire perché ci sono disturbi (spesso poco evidenti) in cui in stati di umore diciamo "euforico", si abusa di sostanze, si cercano sostanze, si cerca l'azione e l'eccitazione. Questi disturbi si possono curare.
J.

Parlo di cose che vanno bene nella vita pratica ,una serie di fattori che si concatenano nella giusta maniera,che mi fanno sentire tranquilla e soddisfatta piu' che felice e mi scatta brutalmente il craving da ricerca,invece quando ho da affrontare cose serie mi farei solo se proprio me la mettono davanti.X me e' sempre stato cosi,tranne nei periodi in cui ero irrefrenabile.Si ho abusato di pasticche,lsd,anfetamine,etc in maniera pesante negli anni 90 quando quei prodottini arrivavano in italia dal Regno unito perche'i chimici locali ancora non erano abili produttori, si dallo psyco ci devo proprio andare gia'l ho messo nel conto.Grazie della notizia che mi hai dato,dici che posso riprendermi? Alle volte mi sento come fido,faccio le cose bene e invece di prendere l'osso prendo il grammo.Ma cosa cazzo c'ho nel cervello, la melma? In realta' ci sarebbe tanto da dire ma poi dico troppi cazzi miei qua.
Pero' sto fatto del premio me lo porto dietro da una vita.

Bene, ottima idea quella di farsi seguire da uno psichiatra.
Ho la sensazione che nel tuo caso potrebbe aiutarti non poco la vita.

In bocca al lupo.
J.

Grazie a te del consiglio.

Si ho abusato di pasticche,lsd,anfetamine,etc in maniera pesante negli anni 90
_____________
sembra la mia storia, esattamente 20 anni fa, ad inizio '97 mollavo le cosidette
calate.......i trippini e le paste (ora sostituite da cristalli di non-si-sa-bene cosa e loro non sanno quanto ne prendono, spesso tutto mischiato in una bottiglia che viene passata e dalla quale bevono.....beh', noi calavamo 1 pasta, 2 paste.....2 e mezzo, oppure mezzo trip...insomma la dose era certa)
Orbene dal 91 a fine 96 passai 5 anni pressoche' calato poerennemente; ma quel periodo non mi ha laciato strascichi; misono laureato bene, senza problemi, e ricordo quel periodo.....ricordo tutto tutto
Poi dal 1997 al 2001 (1° terapia con la BPN) ho come un gigantesco buco in testa, ossia sono 5 anni della mia vita dei quali praticamente non serbo memoria
Poi.......arrivo la 1° sperimentazione di SUBUTEX e il qui presente venne selezionato per il 1° gruppo di 15 persone
All'epoca procedevano con questo nuovo farmaco in riferimento alla vita del paziente; ossia, una persona con una istruzione, un lavoro, insomma, quelli che, sipensava all'epoca, erano messi "meno - peggio" fossero i piu' adatti alla sperimentazione Subutex
_____
avevamo un'altra stanza in un altro piano (parlo dell'infermeria) e pure le urine le facevamo in un altro bagno rispetto ai Tossici Standard
a pensarci ora e' davvero peggio che ridicolo, e ogni settimana dovevamo andare ad un colloquio di mezzora dove erano presenti Capo del Sert, 1 infermiere, lo psicologo .....per Noi niente assistente sociale....noi eravamo "messi meglio"......lavoravamo tutti con titolo di studio superiore alla 3° media.........
ussignor, sembrava che ci dovessero tenere lontani da quella terribile marmaglia che ogni mattina gia' dalle 9,00 erano sdraiati sul muretto fronte al Sert con varie bottiglie di birra gia' vuote
Davvero erano solo 16 anni fa ma sembra di parlare di un'altra epoca (almeno qui da noi)
___________
colloqui con psicoterapeuti e psicologici, sia privati che del Sert, personalmente non mi sono mai serviti; cio' che mi e' servito davvero e' stato iniziare a scrivere i mie pensieri, ogni sera, scrivendo e notando in modo ordinato e preciso i mei pensieri.....per poi rileggermi 1 mese dopo
E allora li' INIZIATO A VEDERE ME-STESSO-30 GG PRIMA, ossia leggevo cio' che avevo scritto 30 giorni prima, e ricordavo come mi sentivo, e ho iniziato a mettere un punto qui....un altro qui, e un altro ancora di la'....e dopo mesi che facevo questo esercizio ho iniziao a trovare & chiudere il mio personale cerchio
ecco, questo mi e' servito, e pure molto
_____
Sugar

Anch'io trovo che sia utile scrivere un diario con i propri pensieri liberi come nel flusso di coscienza.
Rileggendoli, poi, ti accorgi di come cambi e comprendi se ti piaci di più o di meno.
È un modo per tenere la bussola e capire dove si vuol andare.
J.

propri pensieri liberi come nel flusso di coscienza.
Rileggendoli, poi, ti accorgi di come cambi e comprendi se ti piaci di più o di meno.
___________
CORRCT DEARY JACK
VEDERE SE STESSI NON LO SI PUO' FARE SE NON LEGGENDOSI, a distanza di tempo, ma occorre un po' di predisposizione; guardando popolo-Sert che ho visto in questi 16 anni, ecco, mi rendo conto che molti non sono adatti, gia' chi scrive qui sopra e si apre ad altri,per quanto nn conosciuti, si capisce, o meglio, si legge cio' che si eranel momento in cui si stava scrivendo....e sera dopo sera...prendeva forma il mio IO che prima non conoscevo perche' non era fissato da nessuna parte
QUANTOMI E' SERVITO QUESTO ESERCIZIO, poi dallo psicologo del Sert devo andarci tuttora
ma se uno, ad esempio, ha la PATENTE di mezzo, e ha una ricaduta che fa ???
dice allo psicologo al doc del Sert :
"dottore.....l'altra sera ho avuto una ricaduta, mi sono fatto di qui'....o di la'.....etc etc etc"
ecco che viene tutto trascritto e non puoi riavere la patente (il doc e' costretto a scriverlo, anche se non risulta dalle analisi)
Quindi sei costretto per forza di cose a mentire
ed ecco che non serve piu' a nulla; solo 1 ora persa, ma imposta DAL PROTOCOLLO DEL SERVIZIO; quindi
+ recitare + recitare + recitare
NON PUOI DIRE NULLA, ...........parafrasando Luigi Pirandello
QUESTA SERA SI RECITA A SOGGETTO
__________
quindi tutto finto
pero' devi scendere dal pero e recitare la tua particina per 1 oretta, prendere i folietto dove c'e scritto che e' tutto negativo, andare in CML e per altri 6 mesi, sei in strada.........poi dopo 5 mesi daccapo,urine, prelievo etc etc
____
cosi' e', e bisogna adeguarsi
...
Sugar

Già... talvolta mi chiedo se esista davvero una vita che non sia "recitata a soggetto".
È molto più facile rimanere entro lo schema in cui ti vuole la gente, che dare espressione alla fisiologica variabilità del proprio essere. Almeno non hai bisogno di dare spiegazioni su cose banali!
Forse è anche questo che mi ha portato a cercare un po' di isolamento dal mondo.
---
Sai, io sono cambiato moltissimo.
Fino a 33 anni ero un viveur, dormivo 3 ore a notte, la mattina andavo a lavorare ed ero una scheggia, attiravo la gente come una calamita, andavo al Plastic a Milano e non facevo la coda, frequentavo gente figa. Mi sarei definito persino felice!
...Poi il "treno ha fischiato" (ti imito citando a mia volta Pirandello) e ho perso completamente il senso delle cose, tutto ha perso di appeal e significato. Tutto è anedonia. Tutto è una forsennata e insana corsa sulle montagne russe del mio umore malato, quando vorrei solo fermarmi; almeno per vomitare un attimo e poi... riprendere la corsa nella speranza che tutto questo sfavillante spettacolo chiamata vita, giunga ad una degna conclusione. Ho visto abbastanza, per i miei gusti!
----
Non capita giorno che aprendo Whatsapp o Facebook non m'imbatta davanti ad immagini suggestive con didascalie inneggianti alla bellezza della vita, al dono della vita, al vivere al meglio ogni giorno.... Penso, molto francamente, che chi si dedica a realizzare queste immagini e tutti coloro che le condividono, in fondo, cerchino solo di convincere se stessi di quelle cose essendone i primi a dubitarne. Dubitare della bellezza del mondo fa paura, perché se il mondo non è bello non vale la pena viverci.
---
Quanto a me, io resto legato al più celebre aforisma di Schopenhauer che tutti conoscete ma che raramente mi lascio sfuggire l'occasione di citare. Vorrei urlarlo:
"La vita umana è come un pendolo che oscilla incessantemente tra il dolore e la noia, passando per l'attimo fugace, e per di più illusorio, del piacere e della gioia"
---
Pessimista? Io mi definisco (con una certa presunzione) un decadentista, proprio come il succitato e benamato Pirandello di cui sopra.
Solo molto più stupido e noioso...

Buonanotte.
J.

Bellissimo post Jack, viene fuori quello che sei, e rivedo molti aspetti di me.
Ciao

Grazie caro Marco75 :-)
Anch'io leggendoti ho sempre trovato molto di me in alcuni passaggi dei tuoi post.
Notte!

VISTO CHE SIAMO ARRIVATI IN TEMA, a me molto ma molto caro, passatemi un piccolo e veloce OT
.............
LEGGERE E RI-LEGGERE LUIGI PIRANDELLO SIGNIFICA LEGGERE E FARSI GUIDARE DA UNO DEI MASSIMI INDAGATORI DELL'ANIMO UMANO CHE L'ITALIA MODERNA ABBIA MAI ......REGALATO AL MONDO, TUTTO
Pirandello lo lessi al Classico, poi lo rilessi quando ero stra fatto, verso fine anni 90.....e poi l'ho riletto ancora giusto l'estate scorsa....e ha sempre tanto, tantissimo da dire
Lui ha scavato davvero nel'animo dell'uomo, e ci ha lasciato una eredita' impressionante per ricchezza e profondita'
____________
fine OT......passatemelo, please, perche 'io adoro quest'uomo
b notte a tutti
Sug

Oddeo ma che bello leggere queste righe ,finalmente in questo sito è entrato un altro Totem ,Jack ti prego ,non ci lasciare ,resta qui con noi. Io scrivo qui sopra da tanti anni ,a volte mi capita di rileggere post di due o tre anni fa ,anche cinque,non firmati da me,inizialmente non so che è un mio post ma poi scorrendo le righe mi rendo conto che quella cosa l'ho scritta proprio io !!! Ed è incredibile e per questo scriverò sempre qui ,perchè sembra sciocco,ma da qui ho sempre attinto molto,moltissimo,se pur virtuale questo confronto è il più reale che io abbia mai trovato.Stanotte ho dormito tutta la notte di fila , non so se sia un miracolo o cosa,non ricordo più da quanto tempo non dormivo liscio così tanto dopo lo stacco del sub. Comunque non sto ancora bene,ma ci credo ,ci credo tantissimo che posso vivere senza sostituitivi e per ora questo mi basta.

Ciao e grazie del tuo messaggio che apprezzo tantissimo!
Sono contento che tu abbia passato una notte di sonno sereno, vuol dire che vivrai la giornata appieno.
Leggo nelle tue parole un entusiasmo che davvero lascia pensare che il peggio stia per passare dopo i colpi inferti con gli oppiacei (terapia compresa). La remissione da uno stato apatico o depresso (anche secondariamente all'assunzione di sostanze, come la terapia) procede a piccoli passi e talvolta, prima di urlare al mondo: "Sto bene!" hai quasi scaramanticamente bisogno di convincertene del tutto. Però quando le cose vanno nella direzione giusta, ogni giorno è migliore del precedente finché finalmente comprendi di essere tornato te stesso, con tutto il tuo essere, con tutta la tua emotività, con tutta la tua capacità di donarti ed essere amato/a in modo sano ed equilibrato.
Ti auguro con tutto il cuore che questo sia per te l'inizio di una nuova vita.
Se è così, bentornato al mondo e non farci più mancare il tuo prezioso contributo di essere umano obliterando il tuo essere.
In bocca al lupo e goditi la giornata ;-)
J.

Uffa avevo scritto un post super bello ma ho la connessione di puppu oggi perchè piove che Dio la manda e non mi è partito.Bentornata al mondo ? Goditi la giornata? Avrai avuto una giornata piena e ti sei stancata? No.
Non posso godermi proprio niente per ora ,sto ancora e comunque in astinenza da sub , il mio corpo è stato per otto(boh) e non so quanti anni ogni giorno sempre bombardato da metadone o sub,ho staccato dopo tanti anni a 8 mg di sub,senza scalaggio,bum,staccato.Non è così che si fa? Si scala...blablabla...mi sono gettata nel vuoto?Sono pazza?Si.Mi sto prendendo le consequenze? Si,come sempre.Ci vuole ancora molto tempo perchè il mio corpo e il mio cervello si assesti,si resetti,non so se stanotte ho dormito di fila per miracolo o perchè il sonno si sta piano piano regolando.
Nuova vita aspetta a dirlo per favore,sono terrona e terribilmente scaramantica e tocco ferro.
Anonimoio

Beh, se hai staccato il metadone da molto tempo e usi solo buprenorfina di sicuro lo stacco è meno traumatico però, anche tu, 8 mg di bpn non sono cioccolatini!
Potevi staccare altrettanto velocemente riducendo le dosi a passi più spediti del solito, avresti sofferto di meno!
Ad ogni modo hai fatto la tua scelta e ti auguro di superare presto l'astinenza.
Se scrivere ti fa bene e ti fa distrarre dai dolori, fallo... io ti rispondo volentieri ;-)
J.

Yess io scrivo sempre qui,sempre e da sempre e sempre lo farò.Thanks.Quanto ci impiega un corpo più o meno per ripulirsi da otto anni di sostituitivi presi regolarmente e a medie quantità? Ed il cervello per riprendere le funzioni naturali -sierotonina-dopamina-quelle cose li dopo lo stacco che tempi ha suppergiù ? Se dipende tutto dallo scalaggio sono rovinata,spero che non dipenda solo da quello.

Io vivo senza sostitutivi.... staccato il sub il 6 settembre.... 5o6 anni di sub (sempre in nero nn ricordo con precisione) oltre 8 di eroina (anche qui nn ricordo con precisione ma di sicuro gli ultimi 2 bucandomi).
Per me il Sub è sempre stato un peso come lo era l eroina e come lo son state le sigarette.
Solo fumo e trip tra i 15 anni e i 22 non mi pesavano cosi....
Ora il punto è:va bene siamo tutti diversi e ognuno ha la sua risposta a determinata situazione,ma leggere di grosse difficoltà non aiuta chi ce la vuol fare. Mentire? No di sicuro.... ma se ne viene fuori e nn con grandissime difficoltà.
Io solo la prima settimana ero in ferie e poi lavoravo al momento dello stacco del Sub.... (prima pensavo non ce l avrei mai fatta ma dal giorno alla sera l ho staccato)....
Primo mese alti e bassi di stanchezza (muscolare soprattutto)... poi sempre meglio. Questo x Sugar che se aspetta di avere almeno un mese di pausa lavorativa allora difficilmente smetterà.
Io ho schiantato tutto pure le sigarette qualche anno fa....poi che sia caduto in queste cose è un altro discorso e infatti non mi sento super perche stacco.
Però raga in assenza di patologie (mentali o fisiche) bisogna avere la determinazione per non dipendere da nulla,neanche dall amore per il partner.
PS:io dipendo dai miei cani dai miei gatti e soprattutto dallo sport (senza fare il facilone e narrare le proprietà benefiche dello sport in generale, dico che come fa passare le paturnie lo sport quando ti entra dentro non ce n'è per niente e nessuno)

Dubitare della bellezza del mondo fa paura, perché se il mondo non è bello non vale la pena viverci.
____________
DROGA O NON-DROGA.......TD O NON-TD....io sono legatissimo alla vita; mi piace vivere e mi piace questa vita che mi sono costruito (soprattutto dai 36/37 anni in poi
Mai tornerei indietro a fare cambio con i miei 25 anni, sto molto meglio adesso, e ripeto, non parlo solo di droga o strati di alterazione indotta
Piu' o meno tutti
RECITANO-A-SOGGETTO, chi per carriera, chi per amore, chi finge per i piu' svariati motivi, depressi, ansiosi, psicotici, stressati......oppure sereni.......certo, ci sono anche le persone serene, ma ben difficilmente le incroceremo su questo Forum
SI VIENE A SCRIVERE QUI IN RIFFERIMENTO A PROBLEMI (di non piccolo calibro, tra l'altro)
CMQ QUESTA VITA A ME PIACE, E PURE TANTO, ORA CHE HO TROVATO UNA VIA DI MEZZO E HO RIELABORATO PER BENE LE COMPULSIONI DEL PASSATO, posso dire di vivere abbastanza bene
_____
E ho capito che non sempre c'e LA SOLUZIONE ALLA TD
si arriva aun punto che bisogna ridurre il danno il piu' possibile ma si rimane attaccati, anche solo con un piccolo amo,a quel mondo, fino a 50 / 60 anni........e ne conosco....e.ccome che ne conosco che "ogni tanto", senza esagerare, senza usare aghi, con una piccola base di terapia sotto......anche in tarda eta' fanno uso
INSOMMA NON TUTTI RIUSCIRANNO A TORNARE NORMALI E A VIVERE SENZA NESSUN OPPIACEO IN CORPO
Arrivati a un certo punto bisogna accettarlo e, tenenedo un basso profilo nell'abuso, cercare di fare il meglio per se stessi
E-NON-SEMPRE IL MEGLIO......... E' SMETTERE TUTTO, perlomeno,
NON PER TUTTI
_____
Sugar

Hai ragione Sugar... io se ho smesso con sostanze con cui avevo iniziato vuol dire che problemi ne ho avuti ma so che se ne avrò cercherò un altra via che non sia quella di qualche sostanza (ivi compreso l alcool che x un ex Td è sostanza tra le piu infide) Anche io mi sento molto piu sereno ora rispetto all adolescenza/giovinezza(40 primavere)
Però parliamoci chiaro:è innegabile che staccare dal Sert e da annessi e connessi comporta un miglioramento della qualita della vita.... non andare in ansia se non hai il caccolo di subutex è un miglioramento della qualità della vita..... e potrei andare avanti con i pro ancora a lungo.
Certo,se staccare la terapia deve comportare una ricaduta in insicurezze e/o comportamenti dannosi allora ben venga la terapia vita natural durante.....
Ma sento di troppa gente che trova motivazioni imesistenti al protrarsi di situazioni che andrebbero abbandonate (esempio e solo esempio quanti fumatori incalliti dicono:"adesso non è il momento x smettere ...."
Di sto passo i momenti x cambiare non saranno mai al momento giusto!
Che poi quello che vale x me debba valere x gli altri ci mancherebbe!!
Però nella miriade di realtà c'è chi come me ha smesso con lentezza ma ha smesso e chi,come la ragazza dei post sopra,arriva a saturazione e smette.
Ma se diversa gente anela a smettere vuol dire che a grandi linee la strada è quella
PS:sono anonimo perché puntualmente mi incasino con le pwr...

Beato te che fai sport e che ti senti bene.Forse non eri proprio infognato di sub quanto me,io ho avuto una vera e propria tossicodipendenza accanita da sub,percio' sono scoppiata.E nonostante ho staccato da due mesi circa senza scalaggio ho dei paws paurosi...mannaggia che nervi ! Stanotte ho dormito di fila ma oggi mi sento in astinenza piena! Per fortuna ho buttato i sub altrimenti avrei preso sicuro un pezzettino.Fatemi piagniucolare e lamentare qui ...sto di merda.

Dai, tranquilla, attacca la musica e balla un po' così muovi i muscoli. Canta, strilla... e se ti senti in ansia prendi un po' di ansiolitico che ti rilassa anche i muscoli...
Tranqui, vedrai che starai meglio!
J.

Un anno fa ero a 8 mg con l aggravante( x me) di assumerne 4 mg al mattino e 4mg al pomeriggio e guai a saltare il turno..... pensare che noi siamo piu infognati degli altri è un errore piuttosto comune.
La differenza è che dal capodanno scorso ho iniziato a scalare,per quanto è possibile farlo in maniera (im)precisa rompendo 8 mg....
Han ragione Jack e Sugar quando dicono che lo stacco secco da alte quantità comporta astinenza pesante e lunga... tuttavia rileggi i tuoi post e ti ritroverai ben piu agguerrita di questo tuo ultimo.... beh ormai sei partita e lo spirito deve essere quello.!!! Sinceramente dopo 2 mesi molto lo fa la tua testa perché la parte veramente brutta fisicamente l hai passata. Il sonno è un problema non da poco perché è dormendo che il corpo si rigenera etc etc.
Io non sono un esperto ma interverrei su quel problema lì perché credo che sia quello il problema principe nella tua situazione.
Detto ciò posso esser solo contento se ce la fai,e son convinto tu ce la faccia,perche aver gia passato 2 mesi è tanta roba!!

Ti ringrazio tantissimo x il tuo incoraggiamento,mi sembra azzeccato e reale.Non so se sono realmente passati due mesi ma basta riandare in altri post*.Forse(spero) il sonno si sta lentamente regolando ma ti assicuro che ho una costante ansia al petto che e' come se diventasse dolore a volte,ed e' rota di sub,la riconosco troppo bene,non e' altro e non mi sbaglio.Ogni tanto ho preso un micropezzetto e forse questo mi ha ritardato lo smaltimento,per cui ora ho buttato tutto,non ho piu' scorte da cui attingere nemmeno quel minimo.Il peggio cmq e' passato,questo mi consola.Quello che dovevo fare l'ho fatto,la mia missione primaria era staccarmi dalla terapia che per me era diventata come una prigione.Io ho avuto molti piu' problemi con la dipendenza da sostituitivi che con l'eroina,chi ci vuol credere ci creda e chi no no.Non sono la tossicona con le vene spaccate o senza vene perche' odio le pompe,non mi interessa lo speedball,la coca,ecc,in tutti questi anni sono stata lunghissimi periodi senza tirare ne fumare ma agganciatissima alla terapia,e non va bene.Non e' giusto.
La prigione non fa x me.

D accordissimo con te.... ilsub anche x me è stato pesante forse perche iniziato con l idea di assumerlo per poco tempo poi l ho vissuto come una prigione(nonostante mi abbia migliorato la qualità della vita in maniera esponenziale)... è vero infatti che compravo la roba a 5 o multipli di 5 grammi ed ho detto tutto... probabilmente viverlo con pesantezza è sintomatico di una insoddisfazione perenne...adesso ho chiuso il cerchio ma la guardia è sempre alta (con l alcool in particolare che a cene od aperitivi è sempre li che mi chiama!!!) Detto ciò la chiudo qui ma rinnovo l invito:se ce l ho fatta io ce la possono fare tutti!! Stay strong!!

Certo che sto strong,questo SEMPRE.Questo dolorino ansiolitico comunque non è nulla rispetto a tanti doloroni ,a tante cose che sono trascorse e che si potevano evitare ,il tempo passa comunque inesorabile e rapidissimo come sempre e si porterà via questo dolorino.Speriamo che con questo dolorino si porti via anche ricordi non belli per un nuovo approccio alla vita.

coca / roba / terapia/ lavoro / uscite.....e di nuovo
ripeto, non sempre c'e soluzione, soprattutto quando si passano i 40 anni e ci sono ancora piccole ricadute
MA UNA RICADUTA NON E' MAI PICCOLA, VUOL DIRE CHE LA SOSTANZA NON WE' USCITA DALLA TESTA, vuol dire che spesso si rimane li'.....a meta'.....susl filo della lama......una ricaduta non e' mai mai mai mai mai mai mai piccola
Anche se e' solo la domenica, e il lunedi' mattina vai al lavoro, predi al terapiae troppi, troppi si sentono normali
OVVIO CHE A 50 ANNI NON USI COME A 25, ma se usi, anche saltuariamante, e' grave, vuol dire che non ti sei staccato.....e ben difficilmente lo farai
Non sono demoralizzato, sono solo consapevole che si arriva a un punto che ben difficilmente si potra' mai tornare a vivere TOTALLY-OPIATE-FREE
....
Sugar