Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Scalaggio Subuxone, mia curiosità

Mi chiedevo una cosa... essendo stato in mantenimento con Sub per 4-5 anni (2mg/die) ho poi fatto una gran cazzata ed ho avuto una ricaduta (per tutto quel periodo non ho fatto uso di NULLA). Brutta ricaduta. Tanto da non prendere Sub per 3 mesi ma solo ero (ho avuto la brillante idea di togliermi il sub con la roba: una genialata proprio da non ripetere!). Adessi sono tornato al sub. Ma mi sto chiedendo una cosa. Prima prendevo la pastiglia quasi per automatismo... la mattina come mi alzavo. E se invece ora, essendo stato mesi senza sub, prendessi una quantità fissa ( o a scalare, mo vediamo) solo quando comincio a sentire gli effetti di craving o doloretti vari? Non sarebbe meglio psicologiamente vederla più come una cura temporanea e non la "pastiglia" della giornata che senza stai uno schifo? Dopo anni ho fatto la puttanata e me ne pento un casino. Non ho craving verso la sostanza perché mi ero rifatto una vita e stavo rischiando di perderla di nuovo. Ma sto provando schifo anche verso il sub...

Quello che mi chiedo in pratica è : "Se prendo una quantità fissa (1mg) solo quando ho sintomi di dipendenza e cerco di aumentare questa distanza, non è meglio per lo scalaggio a zero?"

Commenti

In generale io penso che qualsiasi azione che sia ragionevolmente utile nella prospettiva di superare una condizione di dipendenza debba fondarsi su scelte autonome e motivazioni personali. Ma che, nello stesso tempo, siano condivise e possibilmente inserite in un contesto di protezione, almeno all'inizio.
Nello specifico, però, non sono un buon riferimento per rispondere alla tua domanda, perché il mio percorso di emancipazione dalle sostanze è stato svincolato da terapie farmacologiche. Comunque sono curioso di sapere se i medici del tuo Sert di riferimento accoglierebbero la prospettiva che hai formulato, che comunque a me non sembra affatto una bestemmia.
Poi, sai, in questi frangenti io penso che siano i risultati a dirimere i dubbi. Se ce la farai potrò considerarla una strada positiva, altrimenti direi che sarebbe meglio aggiustare il tiro. In ogni caso, penso che qualsiasi strategia di sospensione dell'uso di sostanze un minimo di fastidi lo comporti. Che poi la nostra mente possa grandemente drammatizzarli o molto ridimensionarli è altrettanto vero.

Grazie x il tuo parere.
sto annotando orari e quantità.
sto ad 1mg e stanotte era previsto il "risveglio scalciante" (seee... e lame rotanti) alle 00.30,8h dopo l'ultima assunzione. Invece c'è stato alle 3.30,11h dopo.
Proviamo... credo che basti non aver fretta. E non fare casini con altre sostanze. e stringere un pochino i denti attendendo che passi l'intervallo di tempo giusto.
Ne. parlerò con il mio medico sert, appena ne avrò l'occasione.
Magari il solo fatto di avere dei dati aiuta psicologicamente ed a "migliorarsi" vedendo i risultati posivi. boh, non sono psicologo.

Io ti suggerirei, oltre che porre attenzione a “cosa non fare” (e cioè assumere altre sostanze o quelle prescritte al di fuori dei tempi previsti e delle quantità stabilite), di concentrarti - anche e preferibilmente - su “cosa fare”. E cioè dedicarti ad altre attività – anche banali ma che comunque ti tengano impegnato – che possano assorbire il tuo tempo per farlo scorrere, anzichè tenerlo immobile. In generale penso che orientarsi in positivo, magari anche forzandosi un po', soprattutto all'inizio, sia più utile del semplice negare situazioni negative. Direi che provare a “svuotare il vuoto” può rivelarsi esercizio sterile e inconcludente, che anzi può ampliarlo. Come se il vuoto si nutrisse di se stesso, tendendo a implodere per questa via. Meglio provare a riempirlo, secondo me, di altre cose. Anche piccole cose. Meglio ancora se hai anche altre persone con cui condividere questa prospettiva.

Beh, ho già un lavoro che m'impegna gran parte del mio tempo... resto libero veramente poco tempo.
Ricordo che per la filosofia orientale il vuoto ha un significato diverso dal nostro, è la capacità di contenere ed è "fecondo". non mi ha mai spaventato la solitudine o la noia. sto bene con me stesso.
comunque scriverò come va. comunque vada.

Cari lettori, le terapie farmacologiche ed i modi in cui devono
(possono) essere condotte sono frutto di studi scientifici fatti per
mettere in evidenza efficacia (o inefficacia). Un metodo come
quello dal primo lettore ipotizzato e tentato non mi risulta abbia
delle prove scientifiche di efficacia. Quindi è un salto nel vuoto.
Il mio parere è che la dipendenza psichica agli oppiacei sia
(purtroppo!) una cosa duratura e da curare cercando di evitare
il più possibile situazioni che possano scatenarla (trigger).
Diversamente dal tuo progetto.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Trigger ::: cercare di evitare piu' possibile situazioni che possano scatenare la dipendenza psichica.
Mai cosa piu' vera fu detta.
Tutto.il resto solo blablabla.

credo che sia l'unica soluzione. lenta e costante . Anche io come te sono stanca di andare al club 1 volta a sett X la terapia , Vorrei sganciarmi e andare X la mia strada . Non è possibile rimanere attaccati a questa situazione . " questo è sfiancante " dubbi ne ho diversi ... ma mi è chiaro che sono stanca , ogni martedì preoccuparmi di andare ,essere in orario ,vedere sempre questi operatori " ultimamente sempre di nuovi " che ti osservano come fossi un alieno . Poi se non c'è la faccio ad arrivare ... storie , chiamare il doc che mi segue , ripristinare l'ordine di dispensa farmaci . Basta veramente devo chiudere questa porta ,altrimenti non riesco ad aprirne altre e se voglio vivere ritrovare un briciolo di entusiasmo X questa vita , sono altre le porte che devo aprire . Altrimenti tanto vale che mi affogo nel l'eroina. Amen.

Pensa che io ci vado una volta ogni 28giorni,molto spesso va la mia compagna e pur così la cosa mi ha rotto le pelotas

28 gg!!!!!!! Vabbè in ogni caso X me la bpn ci dà da una parte l energia ad affrontare la giornata ma dall altra ce ne toglie . Voglio ritrovare la mia .

beh, dopo anni di mantenimento, urine pulite, chiuso con la prefettura (non ho più l'obbligo di andarci) mi danno una certa fiducia. ma è comunque una rottura soprattutto quando hai un lavoro e trovi un casino di gente: in tal caso mando la compagna!

X me il tuo discorso di prenderla al bisogno è sbagliato . Troppe ore X riequilibrarti . Io ho scalato fino adesso prendendo sempre alla stessa ora più o meno ,quando mi sveglio , sono a 2 mg " i peggiori " questi saranno i più difficili da togliere ma tolgo 1/4 anche un po' meno , X volta e aspetto di adattarmi . Tutto il tempo che ci vuole .

Rispetto il tuo pensiero, ci mancherebbe!

Allora... voglio specificare cosa ho fatto dopo aver fatto 3 mesi senza sub (ma solo ero) dopo anni di mantenimento a 2mg/die...

Il giorno dopo aver preso ero ho preso Xmg di sub e sono stato uno schifo...
oggi, dopo 8 giorni circa, sto ad X/14 ogni 14ore ca e devo dire che non ho nessun sintomo.
Vorrei calcolare quanto sub ho in corpo, ma la sua emivita di 36ore mi sballa i conti. Un foglio excel si può avere? :D

Magari per me ed il mio organismo funzionerà sta cosa, per te funzionerà un altro metodo:la cosa importante è solo il risultato finale.

(nb: magari i 3 mesi di roba sono stati fondamentali per pulire il corpo dal sub ed abituarlo ad altro, non lo so. invito però di non farlo:si sta pro fprio male dopo. mai avuto una skoppia simile)

Aggiungo pure che già lo "slegarsi" psicologicamente dalla sostanza per me è una gran cosa.

OT - Aspettavo l'intervento di Sugar Magnolia per chiedergli una cosa... scrivo qui, magari risponde.

x Sugar Magnolia : dici che per anni hai fatto uso sia di bupre che, stoppandola a bassi livelli, di ero (per sentirla) per poi ricominciare. Come mai quando sospendo io l'ero e riprendo il sub sto veramente una merdaccia? Cioè, manco la quantità tetto mi tiene su!

Bè dico la mia comunque , fatto ero e sub negli ultimi anni e concordo con sug . Finito l'uso il matt dopo o ai primi sintomi un po' di bpn a seconda del bisogno ( tanti gg di ero più pasticche di sub ) e si va al lavoro . Mai avuto problemi .

Possibile che dopo 10gg di ero non mi son bastati 16mg per star meglio? Ho continuato a stare da schifo:tremori, sudori, scalci e manco la forza d'alzarmi dal letto. mah.

Scusate... perché invece di alternare sub ed ero, non provate a non prendere niente pensando che quel dolore prima o poi sparisce? In molte comunità si guarisce senza farmaci. Il fatto che si prende il subuxone vuol dire tamponare e non guarire; è come il metadone (un pagliativo ma non curativo).
Secondo me la soluzione a questo problema è semplicemente non prendere nulla sapendo che prima o poi il disagio si attenua... questione di resistenza...
Mi sento di dire: provate a resistere... andate a pescare o a far passeggiate e distraetevi. Alla fine sapete anche voi che tamponare POSTICIPA solamente la vera guarigione...

Scusate... perché invece di alternare sub ed ero, non provate a non prendere niente pensando che quel dolore prima o poi sparisce? In molte comunità si guarisce senza farmaci. Il fatto che si prende il subuxone vuol dire tamponare e non guarire; è come il metadone (un pagliativo ma non curativo).
Secondo me la soluzione a questo problema è semplicemente non prendere nulla sapendo che prima o poi il disagio si attenua... questione di resistenza...
Mi sento di dire: provate a resistere... andate a pescare o a far passeggiate e distraetevi. Alla fine sapete anche voi che tamponare POSTICIPA solamente la vera guarigione...

La tua soluzione è la più logica vista da chi non ha mai fatto abuso di eroina e vissuto l'astinenza.E' una cosa che non puoi nemmeno immaginare, psicologica e fisica.Se fosse facile come dici tu non esisterebbe il problema della tossicodipendenza nel mondo.Hai mai visto Trainspotting?Ecco aggiungici ancora il 90%di sofferenza e nemmeno forse ti renderai conto del malessere che ti provoca l'astinenza.

E devi andare al lavoro ... mantenere le relazioni famigliari ... sociali ... non è che ci si può permettere o X lo meno io no .

x Sugar Magnolia : dici che per anni hai fatto uso sia di bupre che, stoppandola a bassi livelli, di ero (per sentirla) per poi ricominciare. Come mai quando sospendo io l'ero e riprendo il sub sto veramente una merdaccia? Cioè, manco la quantità tetto mi tiene su!
___________
IL MIO USO DI ERO SI FERMAVA A 3 GIORNI MASSIMO, poi tornavo in terapia partendo da 8 mg, per poi scendere subito, in pochi giorni fino a 4 mg
(E NIENTE AGHI DAL 2009 IN POI)
.
Solo recentemente ho usato, ogni giorno, febbraio/ marzo e la 1° sett di aprile
Ebbene, dopo un periodo cosi' lungo quando sono ripassato alla Bupre sono stato male anche io, ma solo 36 h circa, diciamo che al 3° giorno di Terapia mi ero gia' stabilizzato
.
Io per anni ho usato, ma giusto 2/3 giorni, poi subito di nuovo in terapia; devo lavorare sveglio e lucido ogni mattina.........ora non uso ero dal 6 aprile.......prendo 4 mg di Bupre......e proprio non ne ho voglia
______________
Le riunioni a N.A. mi stanno piacendo sempre piu'......quello e' un vero confronto, tra persone COME ME....la differenza e' solo che
"Loro sono puliti da TUTTO (terapia inclusa) da anni, ma continuano a venire per confrontarsi e sorreggersi a vicenda......LO TROVO DAVVERO BELLO"
.
Questi gruppi (ho fatto solo 5 riunioni, il nulla rispetto a chi frequenta da anni e anni), hanno iniziato a smuovere qualcosa in me
Davvero vado moooooolto volentieri......e non ho assolutamente voglia di usare ero, neppure per 2 giorni
Poi vedremo
Sugar

Un bacio a sug. By mon

Raga come state tutti? Io na bomba, ogni giorno un giorno nuovo con tutte le sue rogne e le sue bellezze.
Sono due anni spaccati che ho mollato rob. anzi a luglio compio I 2 anni precisi di stacco completo ero.L' estate scorsa avevo staccato il sub da poco ero ancora in tilt con il cervello,sfasata,una foglia al vento.Quest'estate(anche se il clima non aiuta ,zero sole x ora,niente mare o lago) mi sento molto piu' presa dalla mia coscienza,molto piu viva in mezzo ai vivi ma neanche ancora troppo,ho affrontato un inverno non semplicissimo e ho superato tante rogne...ne dovro' superare ancora ma ci sono dentro.La vita mi piace, la celebro sempre,spesso con la vita attuale penso come ho fatto a ridurmi cosi.Certo non posso negare che mi sono sempre divertita,anche quando ci davo dentro duro,mi e' piaciuto sguazzare nel fango,ho anche dei bellissimi ricordi della fattanza e probabilmente se qualcuno mi desse una stagnoletta adesso con una bella grammata sopra me la fumerei e me la pipperei fino a sentirmi male ...adesso in questo momento ho un po di craving,gestibile,nessuno mi passera' nulla e dormiro' ...
Probabilmente entrare in un contesto pulito e nuovo e' una di quelle strade giuste da percorrere per entrare in una dimensione di normalita', con la giusta dose di volonta' , voglia di riprendersi la vita e voglia di vivere.
Piano piano incomincia a ripiacerti tutto ;e' un percorso lungo,difficoltoso a volte doloroso ma percorribile.
Ancora non sono al punto clou ma sono ad una parte del percorso gestibile dove le mie emozioni incominciano a trovare collocazioni,spazi che io piano piano gli lascio,un passo alla volta metto alla prova me stessa ed ogni giorno scopro un po di piu' anche se non sempre mi piace.
Sono io non modificata,sono io non amplificata.Sono io.

Mi fa veramente piacere leggerti così, Freestyle.

Grazie Placido e' solo.la verita' senza rose o violini.Cio' che ho dentro caos o meno in questo spazio e' sempre venuto fuori da anni.Mi sembra giusto aggiornarlo,perche' sono ancora qui guerriera a combattere,a spiegare che si puo'...anche con una piccola dose di culo sicuramente.

Mai nick fu più azzeccato (parlo. del mio)
Ho dovuto interrompere il sub e passato all'ero perché... perché sono idiota. Ho involontariamente buttato una scatola di sub nella pattumiera e quindi mi son trovato senza pillole. martedì andrò al sert a prendere l'affido. adesso ho 3 pilloline. oggi finisco l'ero e domani starò uno schifo visto che mi. son fatto quasi 1 settimana di roba.
che palle..

Io ho buttato il sub solo una volta nella vita ed è stata quella definitiva perché ero convinta.L ho lasciato in un mobile di una casa di una regione in cui non sarei più stata e sono passata a farmi tre mesi di rota secca nel letto in un altra regione.Abbandonato vita vecchia entrata nella nuova, mai avevo buttato nemmeno un micropezzetto di sub manco per sbaglio.I miei 8 mg accompagnati da roba erano obbligatori ogni giorno.Buttarlo resta un gesto simbolico se non cambi tutto.Ma questo è un film già visto mille volte povero idiota fake o meno.