Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Sempre le solite domande...

Ultimamente noto come su questo forum si discuta poco e quel poco che si discute le discussioni interessanti e vissute con partecipazione e coinvolgimento sono pochissime.
La maggior parte dei post sono del tipo: "mi sono fatto un tiro di X il giorno Y. Risulterò positivo ad un esame del sangue/capello che farò il giorno Z?"
Suggerirei alla Redazione, se possibile, di metter su un topic toppato e pinned con una bella tabella INDICATIVA con le emivite delle sostanze a seconda della modalità di assunzione e tipologia di esame, così si eviterebbe il. proliferare di topic tutti uguali agli altri con una o meno risposte.Che ne pensate?
altri suggerimenti su come migliorare e rendere più utile questo forum?
aggiungo che non mi voglio sostituire alla redazione, ai suoi membri o altri professionisti. e che questa non è una critica ma solo un suggerimento. scusatemi ma stanotte non riesco a dormire.. ;D

Commenti

caro lettore, hai perfettamente ragione e accogliamo molto volentieri i tuoi suggerimenti tecnici.
Il problema che poni è stato ampiamente discusso e dibattuto varie volte in passato. E come abbiamo sempre risposto, anche a te rispondiamo che non basta una semplice F.A.Q. da consultare al bisogno....
Un lettore che ha problemi di verifiche, controlli legali, analisi ecc. non vuol essere trattato/liquidato con una semplice F.A.Q., nè si accontenta di acquistare un drug test in farmacia.
Inoltre l'80% delle richieste che arrivano su sostanze.info di questo parlano, e questi numeri permettono al sito di essere al top del ranking delle ricerche su GOOGLE e su analoghi motori di ricerca.
Il che, va da se, ci da una visibilità che nessun alto sito potrà mai avere sull'argomento. Quindi fondamentale per essere conosciuti e per parlare/condividere/leggere di argomenti e discussioni - ben più articolati e approfonditi - sull'argomento sostanze.
Discussioni che peraltro, come ben sottolinei, son ben poche e soprattutto monocordi...
Diciamo che il dibattito in generale sull'argomento "droghe" ormai langue da tempo (e non solo su "sostanze.info") e le discussioni procedono per "ondate tematiche",
Se un nuovo lettore si fosse avventurato sul sito qualche anno fa avrebbe trovato solo discussioni sui danni da THC e relativi scontri fra opposte fazioni pro&contro la cannabis.
Poi ci son stati lunghi periodi di scambi su eroina, gestione&uso e danni collaterali.
Ora siamo invece in piena luna di miele con Narcotici/Alcolici Anonimi, tanto che se il nostro ipotetico nuovo lettore sbarcasse per la prima volta su sosty sarebbe convinto di leggere un blog aggiornato in tempo reale di N.A. o A.A.
Il tutto seguendo poi l'andamento tipico da social chiamato "echo chambers": se non parli di quello e se non hai un'esperienza comprovata sull'argomento, non hai diritto di discuterne....
Tutto questo però ci permette di essere sempre qua vivi e operativi.
Grazie dei suggerimenti ::DD

Se non potevo scrivere riguardo i Na potevate anche avvisarmi, così come fate sempre, invece sono stata anche incitata a farlo.
Dopo 20 anni di tossicodipendenza partita da una canna e finita all eroina ho trovato la chiave per guarire dalla mia malattia e ne sto parlando qua, perché trovo giusto che qualcun altro possa provare questo percorso.
In tempo reale, perché no? È un problema?
Meglio parlare della luna di miele con un programma di recupero come questo che della luna di miele con l'eroina.
Almeno adesso ci si applica a guarire:prima a morire.
Mi rendo conto che non è per tutti, ad alcuni il Ser. D basta ed avanza, magicamente con il Sert qualcuno guarisce.
Guarisce per poi ributtarsi in altri mille comportamenti compulsivi perché non ha scavato alla base o per ritornare alle vecchie abitudini, Sert compreso.
Poi questo fenomeno di "echo Chambers" non mi sembra sia mai stato usato nelle dinamiche che riguardano i miei discorsi e dibattiti su Na anche perché è proprio contro uno dei principi principali dello stesso: quello dell apertura mentale. Tutti possono parlare nella tolleranza più assoluta. All inizio ho premuto un po' perché il percorso con i Na appena incominciato ancora non mi aveva dato una giusta struttura ma il mio fine era solo quello di salvare il mondo (hehe heh), ancora il principio di tolleranza è qualcosa su cui sto lavorando.
Per quanto riguarda le mode poi, stendiamo un velo pietoso per carità. Le seguivo quando ero poco più che ragazzina è già da molto che ho abbandonato questi flussi...e di certo non vengo a influenzare su di un sito argomenti così delicati solo perché vanno di moda...
Mi piacerebbe pensare che tutti come me si stanno avvicinando alla verità ed allontanando dall eroina... ma purtroppo le strade delle nostre città sono inondate di roba...
Proibizionismo o antiproibizionismo?
Prima di dire una cazzata al riguardo ci dovrei riflettere...
A occhio e croce la seconda.
Visto che un po' di cose le ho viste e le conosco.

Già , vero vero . Se non parli di N.A. Anonimi sembra non ci sia altro da discutere . Qualsiasi domanda, considerazione ,o altro eve X forza andare lì . Ci sono altri gruppi esistenti che fanno tanto quanto N.A.Anonimi.

INTRODUCO IO UN ALTRO ARGOMENTO
CHI VOGLIA PUO' LEGGERE QUESTO CHE TRATTA DI UN CONVEGNO ORGANIZZATO DAI RADICALI ITALIANI
______________

Media e droga. L’influenza dei media sui fenomeni e sulla percezione dei
fenomeni.
.
https://www.radicali.it/sites/default/files/Forum%20media%20e%20droghe%2...

copio/incollo una parte che puo' FARE CHIAREZZA su alcuni aspetti
______________
" ......Siccome è stato citato internet, dico che, effettivamente, oggi noi non vi abbiamo una presenza particolare e c’è anche un motivo: la maggior parte dei siti che si sono occupati un po’ di droghe in questo
periodo di fatto sono stati chiusi dagli interventi dell’esecutivo,....."
_____________
ERGO
I siti ove si scriveva di droghe, liberi e senza moderazione professionale (tipo questo),
SONO STATI CHIUSI SU INTERVENTO DELL'ESECUTIVO,
quindi, per forza di cose, questo sito, Sostanze.it, moderato da addetti ai lavori, e' rimasto l'unico
L'UNICO IN ASSOLUTO IN TUTTO IL PANORAMA ITALIANO
E DISCORSO CHIUSO
.
io ho iniziato nel 2006 A SCRIVERE SUL WEB DI QUESTI ARGOMENTI e devo dire che di siti, ve ne erano, forse troppi e in molti casi si "andava decisamente oltre";
quindi, per non sbagliarsi,
SONO - STATI - TUTTI - OSCURATI DAI GOVERNI CHE SI SONO SUCCEDUTI
.
UNICA ECCEZIONE.......e' rimasto uno spazio, ora non attivo da oltre 1 anno, ma che fa capo ad una Associazione di Consumatori, quindi anche in questo caso, e' difficilmente oscurabile (e comunque dimenticato da molto tempo)
Tutto il resto e' sparito
.
Vi invito a leggere tutto, almeno 2 volte, dice cose che sappiamo gia' ma le mette in ordine logico e cronologico
e anche a visionare i 2 filmati linkati
per chi volesse ci sono anche i Podcast (sul sito di radio Radicale), circa questo NOTIZIARIO ANTIPROIBIZIONISTA
_______________
ma non facciamoci illusioni, lasituazione rimarra' quella che e' per tanti, tantissimi anni ancora
.
Spero qualcuno vorra' leggere tutto, e' interessante (e non parla di N.A.)
Sugar

Posto che secondo me non si abusa di sostanze perché sono “lecite” o “illecite” (bensì indifferentemente dal loro status giuridico), mi piacerebbe che qualcuno di orientamento antiproibizionista mi spiegasse come dovrebbero essere regolamentate le sostanze. Ribadisco che io non mi riconosco né come “proibizionista”, né come “antiproibizionista”, ma come la vedono i proibizionisti lo so, perché storicamente lo si è sperimentato e non mi piace. Ma almeno l'ho capito e in una certa misura se ne sono mitigati gli eccessi punitivi. Ma cosa propongono in concreto gli antiproibizionisti, non l'ho mai capito.

Ogni antiproibizionista (fra cui in coda mi metto anch'io) ha la sua personale ricetta.
Credo che un confronto serio non possa che partire dall'analisi delle esperienze antiproibizioniste straniere.

".....Ma cosa propongono in concreto gli antiproibizionisti, non l'ho mai capito....."
__________________
1) gli Anti proib non possono proporre nulla perché in questo paese cattolico, siamo al medioevo circa la politica sul contrasto e aiuto ai TD
2) la droga, pesante / leggera che sia, esiste perché gli Stati vogliono che esista (e questo dal 1956, quando la CIA di Allen Dulles subentro' in Indocina, alla Francia, potenza Coloniale sconfitta nel 1956
____________
"Secondo una relazione dell’Ufficio Narcotici degli Stati Uniti presentata nel 1962, questa società fu usata come copertura per il contrabbando di ingenti quantitativi di morfina base dalla Thailandia settentrionale ai laboratori di eroina in Europa. Attraverso una rete di quattro gruppi di gangsters corsi con base a Vientiane, Phnom Penh, e Saigon, Levet e Zoile usarono la compagnia aerea per spostare la morfina base dalla regione del Triangolo d'Oro ai porti situati in Thailandia e in
Indocina........"
___________
https://infoshocktorino.noblogs.org/gallery/5536/I%20Marsigliesi.pdf
__________
ci sono atti parlamentari depositati presso gli Archivi dell'Assemblea Nazionale Francese
____________
____________
gli Antiproib. propongono solo cio' che e' stato fatto con grande profitto in diversi Stati ..........USA + Canada (v. articolo qui, sul sito), Olanda, in Europa (dal 1976) e un parco a Copenaghen
.........................
Uno dei 2 partiti attualmente al Governo, chiaramente
ULTRA - PROIBIZIONISTA, ......IMPEDIRA' OGNI APERTURA
....
(vedi il C.V. del Ministro per la Famiglia con "delega alle politiche sulle droghe"
LORENZO FONTANA...........39 ANNI veronese, sposato , come Lui stesso sottolinea, sposato da un :
SACERDOTE PRE-CONCILIARE
(per chi fosse in grado di capire - Lla portata di questa impostazione ideologica - detto questo - detto tutto
.........
SACERDOTE PRE-CONCILIARE, e l'ex Ministro Giovanardi, al confronto potrebbe sembrare un Raver)
_________
la banale proposta degli Anti Proib sarebbe quella di seguire gli esempi di molti Stati
Legalizzare + Liberalizzare la Cannabis e, per gusti tipicamente europei, l'Hashish (negli USA assente, solo erba)
.
Cannabis + Prostituzione (che non c'entra con questo argomento)
sono 2 aspetti che fanno parte della nostra societa', in modo completo e totale, da oltre 40 anni
Ma la convenienza politica, lasciera migliaia di negozietti Etnici vendere Vodka, Birra, Vino, Chuppiti a bassissimo prezzo........
e tanto altro, fino all 1,00 di notte,
per poi vedere perseguitati dei poveri Mulettisti, per 1 urina positiva al THC
_____________
In Italia se e quando arriveremo, forse alla fine del XXI° sec........nessuno di noi vivra' abbastanza per vedere queste misure di buon senso approvate, e controllate, a livello fiscale, dallo Stato
.
Credo di essermi spiegato
cerchiamo di cogliere i giusti suggerimenti ed evitare :
+++++ Discussioni ben poche e soprattutto monocordi +++++++
(verissimo)
.
si corre il rischio di accartocciarsi in un fiume di discorsi
.
Sug

Parole sante Sug.
Concordo IN TOTO col tuo pensiero sull'antiproibizionismo.

Vi ringrazio per le risposte, Frammy e Sugar, ma non è che mi aiutino molto a farmi una minima idea.
Veniamo al concreto, se volete: cosa significa antiproibizionismo?
Nessun limite a produzione, detenzione, commercio, cessione, consumo di qualsivoglia sostanza?
E ancora: piuttosto che avere come oggetto esclusivamente critiche al proibizionismo e fondarsi su teorie del complotto, è possibile immaginare un antiproibizionismo propositivo? Che dice esattamente cosa vuole fare?

mettere la Cannabis sotto controllo Statale
in vendita in negozi controllati a livello N.A.S.
i cui prodotti venduti debbano seguire percentuali regolamentate da Legge del Parlamento
inquadrate da Regolamenti attuativi precisi precisamente inquadrati in un quadro giuridico inattaccabile da Ricorsi alla Consulta
e percentuale di tassazione (vedi tabacco), aggiornata e inquadrata di anno in anno
___________
MILIARDI E MILIARDI DI EURO, E SCACCO (parziale alla criminalita', organizzata (che comunque i suoi guadagni veri li fa sul taglio continuo di cocaina ed eroina.......ma la Cannabis e' talmente diffusa che sarebbe un grandissimo obbiettivo
Molto remunerativo
Poi da inquadrare a livello giuridico la questione dell'effetto THC alla guida, molto piu' difficile che non con l'alcool
.
se ci fosse la volontà politica s potrebbe fare tutto
______
MA AVETE LETTO TUTTO IL POST DEL CONVEGNO, sopra postato ???
Sugar

Sì, Sugar, l'ho letto, seppur rapidamente. Ma non ne capisco appieno il senso complessivo. Dove si vuole andare a parare?
Da quanto scrivi tu sembrerebbe che l'antiproibizionismo nel suo complesso consista in una proposta di regolamentazione per la cannabis non dissimile da quella relativa ad alcol e tabacco. E su questo potrei anche non essere discorde.
E tutto il resto?
Ribadisco la mia domanda precedente: antiproibizionismo significa nessun limite a produzione, detenzione, commercio, cessione, consumo di qualsivoglia sostanza?
Perché se limiti dovessero rimanere, significherebbe il permanere di proibizioni (e di conseguenti margini per il mercato nero).
Credo che questo equivoco, come altri, sia uno dei motivi per cui la discussione pubblica sulla”droga” non riscuote interesse. C'è confusione. Poca chiarezza. Addirittura nella terminologia.

PLACIDO
finiamo a discquisire del sesso degli angeli
per me il concetto e' chiarissimo
m,a si puo' "scalpellare" a suon di parole per altri 1200 post
_____
senza parlare per forza di N.A.A., ED EVITANDO,
GIUSTAMENTE (sto parlando sul serio, giusta osservazione)
le
"Echo Chambers"
perché il quanto il discorso puo' ampliarsi troppo e con troppe parole, e tutti hanno diritto di discutere e dire la propria
.
Solo suggerisco 2 letture + la visione dei filmati
Poi ognuno sviluppa una propria idea
.
La mia era solo un'iniziativa, tratta da un testo/convegno che ritengo interssante, per quanto inutile, visto il momento politico attuale
Sugar

Non mi sembra di avere pregiudicato a qualcuno il diritto di dire la propria. Ho semplicemente detto la mia, né credo di essere monotematico. Spero che tu non te la sia presa, Sugar.

grazie dei contributi e della discussione che sta prendendo - finalmente - strade diverse.
Una sola precisazione per Sug.
Vero che molti siti son stato chiusi "d'autorità", ma molti altri han tirato giù il bandone perchè non si son saputi "adattare all'ambiente" ovvero intercettare e seguire i cambiamenti e le migrazioni di un pubblico che dal web dei primi '00 è passato ai social - e spesso ci è rimasto - e da qua al darkweb.
Mentre molti altri hanno preferito passare direttamente al lato commerciale del web, parlando sempre di usi e consumi, ma soprattutto vendendo semi e dispensando consigli su coltivazioni e simili (cfr. Zamnesia tanto per citarne uno dei tanti).
Ma sarebbe un discorso lungo e articolato...

Redaz
Sono stati chiusi d'Autorità perché non c'era alcun tipo di moderazione
- c'erano insulti descrizioni eccessivamente esplicite - -
- stupidaggini di vario tipo
- marciume che attira altro marciume
- il che potrebbe assimilarsi a quello che avete detto sopra
.
ma il punto era che, mancando una moderazione "giornaliera ed efficace" si finiva ........anzi si è finiti per forza di cose in un
"buco di volgarità, che avrebbe male influenzato persone troppo giovani che leggevano senza intervenire
.
l'unica eccezione è quel meraviglioso spazio nella Associazione di Consumatori di cui dicevo sopra, quello in assoluto con 22.000 e passa post
" concentrati in un unico spazio" a mio parere dal 2007 al2014 si è svuluppata in modo organico e concentrato in 1 solo Topic.......contro-informazione corretta e puntuale, precisa e.......di gradevole lettura
.
lo spazio informativo -unico sulle droghe più completo e assoluto che abbia sia mai visto nel Paese Italia
.
mio modesto e personale parere
Sug

ma soprattutto vendendo semi e dispensando consigli su coltivazioni e simili
________
Redaz
ma che semi e comtivazioni
noi ci facevamo di eroina
Su 22 mila e passa post l' 80% parlava di eroina, e varie terapie e farmaci da usarsi in modo corretto
Abbiamo fatto anche 3 Ritrovi.......senza fare schifezze, siamo andati in Svizzera (un altro pianeta a soli 15 Km dal confine) a Chiasso
.
Sug

IMHO Le droghe non possono essere liberalizzate, letteralmente (almeno in questo momento storico), sennò qualsiasi minorenne potrebbe acquistarne senza limiti come si acquista un pennarello, e non si può fare.
Anche nel sistema sociale più lungimirante ed evoluto, delle restrizioni sono inevitabili.
Quindi antiproibizionismo si (ove lo si voglia praticare), ma nel senso della regolamentazione.
Su come regolamentare, si aprono infiniti bivi.
Ma la domanda di fondo è comune, cioè se la persona (maggiorenne) è (cioè essenzialmente, in linea ideale deve essere) libera di drogarsi o no. Per me no

Legalizzazione è libera vendita si riferiva solo e soltanto a THC come sta accadendo negli Stati Uniti in Canada e in altri paesi del mondo e molte altre se ne aggiungeranno ancora
se pensi che con €10 puoi comprare una bottiglia di vodka scadente
puoi poi uscire e con altri €7 compri una boccettina di Minians
bevi metà dell'uno e metà dell'altro e nessuna droga del mondo ti può ridurre una
bestia come
mix di Superalcolici e Psicofarmaci
No io mi riferivo sono soltanto alla ridicola proibizione sul THC
Su tutto il resto sono d'accordo che debba essere proibito e vietato
Sug

Un lettore che ha problemi di verifiche, controlli legali, analisi ecc. non vuol essere trattato/liquidato con una semplice F.A.Q., nè si accontenta di acquistare un drug test in farmacia.
______________
ho provato ad introdurre un altro argomento, ma leggendo e scorrendo
DOMANDE AGLI OPERATORI, riguardanio tutte......eventuali positivita' a questo o quello, dopo aver assunto questo o quello
.
questi ragazzi si affidano al web, e a questo sito come fosse l'oracolo, ma non hanno capito che troppe delle informazioni che chiedono, non possono essere date con sicurezza
SOSTY (come lo chiamate), sara' al top nella 1° pagina di Google, ma questi ragazzi davvero non vengono indirizzati verso la conoscenza del proprio corpo e relative reazioni e smaltimento sostanze
Non credo faccia bene
Ma .........per i giovani (e anche meno giovani), il Web e' diventato l'Oracolo al qule chiedere tutto, su qualunque argomento
Lo trovo triste .........molto triste
(ovvio che e' solo una mia opionione e vale meno che zero, come tutto cio' che scrivo)

La settimana scorsa un mio amico mi ha regalato una
Decina chili di olive verdi (quelle belle grandi da fare in sa
Lamoia) son già 5 giorni che sono sotto sale
Adesso mi devo mi devo dare una mossa è veloce
Di travasarle un altro contenitore rimettere l acqua
Il sale tantissime foglie di alloro che dia mi son procurato
È il finocchio selvatico che devo andare a cercare nei
Terreni incolti.. Si quelli abbandonati si domattina
Prestissimo vado..Si prima di andare a lavoro.

Non ti puoi basare su ciò che è scritto in un forum nello smaltimento sostanze dal corpo, una vecchia guardia lo sa
bene perché negli anni ha acquisito autonomamente conoscenza del proprio corpo:
ogni corpo ha tempi e valori a sé stanti.
Come non puoi(l ho fatto una volta e non lo farò mai più) andare a leggere i sintomi di qualche problema fisico sul web altrimenti potresti pensare anche di essere in fin di vita a buffo.
Sono d'accordo con Sug che tutto ciò non sia proprio sano, chi legge certe info dovrebbe prendere tutto con le pinze per poi arrivare a valutazione personale.
Oppure evitare di leggere proprio e informarsi nella real life.

Io sono d'accordo X la liberalizzazione della cannabis, non fosse altro X i numeri incredibili di persone coinvolte in processi , percorsi X recupero patenti e relative spese non indifferenti . Oltre che a costi X la società . Ma sopratutto migliaia di persone " giovani , rovinati sul piano lavorativo e sociale . Credo che se uno ☝voglia far uso di thc debba essere libero di farlo in contesti adeguati e chiaramente non contemporaneamente all uso di veicoli . Siamo in un paese bigotto ,ti possono ritirare la patente X sospetto uso e da qui molti giovani non riescono ad rialzarsi e recuperare la patente che in primis serve X il lavoro e conseguente dignità . X me questo è Incredibile .

2 cts. UNICAMENTE riguardo al titolo della discussione.-
Uno fra i motivi per cui personalmente preferisco leggere piuttosto che postare su questo forum, oltre a NON essere un fulmine di guerra nello scrivere e non sottovaluterei nemmeno l' abitudine tossica fatta ormai quasi regola derivata da anni trascorsi nel cercare di passare il piu' possibile inosservati dove esperienza dovrebbe insegnare che quasi sempre al solo palesarsi c'e' sempre da rimetterci) e' perche' leggendo mi e' capitato di tanto in tanto (repeat, di tanto in tanto..) di imbattermi in situazioni di "misunderstanding / fraintendimento che non credo aiutino sempre chi legge a proporsi con una new entry.-
A volte e' come se chi risponde basasse la risposta sul proprio fraintendimento del messaggio del mittente, come se fosse a lui diretto personalmente con chissa' quali sottintese intenzioni.
Questo e non doveri neanche dirlo ma lo dico lo stesso, se e quando son tentato di postare resta un mio personale freno ad intervenire ma come dicevo e' e resta un problema mio.
Al contrario e questo fa' da contraltare, perché le cose belle ci sono e sono la maggior parte, ci sono commenti che, e qui non vorrei esagerare altrimenti potrebbe suonare come...quel che vi pare, ma posso assicurare che anche se non mi hanno cambiato la vita ma mi hanno dato MOLTO da riflettere aiutandomi almeno a provare nel rimetterla in sesto.

Buon proseguimento a tutti che anche se non si scrive, leggere si legge e soprattutto si cerca di trarne profitto senza esporsi e senza tanto chiasso.

Placido,
al di là delle giustissime considerazioni di Sugar riguardo la liberalizzazione della Cannabis, che condivido in toto, ma limitate alla sola cannabis, ti espongo il mio pensiero sulla gestione antiproibizionista delle droghe pesanti.
Io credo che, fermo restando l'illegalità penale dello spaccio di droga, si debba distribuire droga pura in appositi centri, in cui la droga debba essere usata sul posto, e in quantitativi controllati. Questo perlomeno per quel che riguarda l'eroina, per le altre droghe quali la cocaina applicherei di base lo stesso principio, ma lo vedo irrealizzabile per la perdita di controllo che causa nell'individuo dipendente. Dunque, si eroina di stato, distribuita ai tossicodipendenti, affiancata però da supporto psicologico e medico, e possibilità in qualunque momento di essere affiancati in un percorso di disintossicazione.
Credo insomma che la scelta di drogarsi debba essere lasciata a giudizio personale, senza ostacolare e anzi favorendo chi decide di farlo, fornendogli droga di livello farmaceutico e supporto medico e psicologico, in modo da limitare i danni fisici e la diffusione di malattie, oltre ad annullare l'aspetto criminale e di pericolosità sociale dell'individuo.

Se la scelta di usare eroina ed eventualmente anche cocaina deve "essere lasciata a giudizio personale", come tu sostieni, perchè andrebbe coinvolto lo stato come fornitore?

Xche l'uomo si è sempre drogato e da quando è stata inventata l'eroina è stato un crescere continuo . non puoi togliere questo fatto fintanto ché lo stesso non faccia un salto quantico , appunto "quanto " non avrà più questa prerogativa sulla vita . http://www.sostanze.info/sites/default/files/smiley/sostanze_wallbash.gif

Guardate che mai nessuno si è drogato a carico dello Stato, quindi a spese della collettività. Semmai privatamente.
Io proporrei di attenerci alla realtà delle cose.
Buona serata

Bè la realtà in altri paesi non si distanzia da ciò che si è detto , in svizzera forniscono i td di eroina controllata . In questo modo possono avere una vita normale sotto controllo Senza spaccio, furti, meno processi e relative spese alla società . meno ammalati meno malattie , meno spese ospedaliere alla società .

Ma quella è una terapia per chi viene classificato come irrecuperabile, non è drogarsi. E poi non so quali esiti abbia avuto la sperimentazione negli altri paesi. In ogni caso, visto che parliamo di ipotesi, non vedo perchè non possa essere fatta privatamente, da medici disponibili per pazienti paganti, piuttosto che a carico della collettività

E poi, abbiate pazienza, io mi sono drogato e mi sono recuperato senza pesare economicamente sulla collettività. Allo stato non ho chiesto nulla e dallo stato non ho avuto nulla. Sono stato aiutato privatamente – e senza eccessivo peso economico - da altri cittadini, professionisti e non, che ho inteso ripagare, a meno che non mi venisse usata generosa solidarietà.
Quindi perché dovrei spendere i miei soldi per distribuire eroina di Stato a chi usa?
Tutta la mia disponibilità e solidarietà per chi chiede aiuto, ma non ho alcuna certezza, né dimostrazione scientifica, che a qualcuno siano precluse le mie stesse possibilità.
Già finanzio i SerD, che non di rado mi sembrano indulgere in questioni senza sbocco e in teorie del tutto strampalate. Finanzio la Sanità Pubblica che serve a malati oncologici, cardiopatici, traumatizzati gravi, dializzati, puerpere, anziani, infanti e a tante altre categorie di malati.
Quindi abbiate pazienza, ma io no, altri soldi per distribuire eroina non intendo uscirne.
Per il resto, in generale, se un tossico scoppiato di primo acchito non può pagare, lo si curi lo stesso. Gli si conceda un credito formale da sottoscrivere. A un tasso minimo, diciamo anche semplicemente compensativo dell'inflazione. D'altronde, se la “terapia” serve a integrarsi e a condurre una vita regolare, lavoro compreso, mi sembra giusto e conseguente che a obiettivo conseguito si ripaghi quanto è stato concesso dalla collettività nel suo complesso. Almeno il ticket.
Saluti a tutti
Placido

Io preferisco investire soldi pubblici per limitare i danni da droga piuttosto che, ad esempio, investirli in spese militari o....in reddito di cittadinanza -ma qui mi fermo sennò si va in politica fuori tema-.
Il tossico va aiutato a contenere il danno (e incentivato anche a smettere; in merito, un buon incentivo potrebbe essere quello di non far gravare tutto sulle sue tasche).
Tra l'altro, se aiuto il tossico oggi a disintossicarsi, è più difficile che lui combini casini domani (e ci conviene a tutti. Anche economicamente, in prospettiva. Meno furti, meno ricoveri, meno famiglie inguaiate e soprattutto meno morti).

A mio avviso.

Mah, tutti questi morti per “droga” io non li vedo, né adesso, né prima. Qualche centinaio adesso, forse un migliaio pochi decenni addietro. Nulla, al confronto di 100.000 morti l'anno per tabacco e alcol. Per contrasto ai quali sono destinate, in proporzione, molte meno risorse.
Molti morti o moribondi come spirito invece sì, quelli mi sembra di vederli.
Speriamo che si riprendano.
Saluti
Placido

... sante parole SUG, davvero sante parole
io un idea ce l'avrei e del resto è comune a molti che leggono e che hanno espresso la propria opinione e lo dico da TD di vecchia data anche se ora alle prese con 1 sola pasticca di bpn e fuori campo eroina da quasi 20 anni

non a caso SUG ha associato prostituzione e cannabis proprio perchè ormai hanno travalicato il reato o la cattiva abitudine e sono diventati costume e poi i danni causati da tch ci sono ma sfido chiunque a dirmi che sono peggio di quelli causati dall'alcol ... alla guida o meno

la liberalizzazione di cannabis e prostituzione sarebbe un affare enorme per lo stato che inoltre toglierebbe quella maschera di ipocrisia che se prima faceva ridere ora fa letteralmente schifo
questo però a mio modesto parere dovrebbe essere accompagnato da almeno un altro paio di provvedimenti coraggiosi ed efficaci ... inasprimento al livello massimo delle pene per lo spaccio e senza attenuanti per nessuno e presa in carico e in cura degli attuali tossicodipendenti in strutture come ser.t o dipartimenti in ospedali dove somministrare scientemente sotto controllo medico ed al solo scopo di disintossicarsi farmaci alternativi e, nei casi più gravi magari anche eroina ma, ripeto sotto strettissimo controllo medico
si otterrebbero perlomeno 2 effetti importanti ... diminuzione drastica degli spacciatori (con una pena diciamo di 20 anni minimo per chi spaccia droghe pesanti saranno davvero pochi o se non altro molti meno coloro che vorranno rischiare di farlo ... non certamente i TD che preferirebbero sicuramente andare in ospedale ad assumere piuttosto che stare sulla strada a rischiare 20 anni per procurarsi le dosi giornaliere) e presa in cura dei TD che verrebbero appunto curati perchè no anche con eroina controllata ed a scalaggio più o meno scientifico ed aiutati a venir fuori da questo incubo
se mi passate la similitudine è un po come combattere l'evasione: fino a quando gli evasori non rischieranno pene davvero pesanti, senza attenuanti, sconti e condoni di sorta ci sara sempre la convenienza nell'evadere o il calcolo che tanto per male che vada si puo sempre brigare per uscirne indenni

lo so è di difficile attuazione ma non impossibile; tutto sta nel considerare la droga pesante una piaga o meno ... se è una piaga va curata anche con misure drastiche come l'amputazione per evitare di rimetterci il tutto ... per tornare alla similitudine l'evasione in Italia è una piaga? e allora curiamola come si deve in fondo in America (che prendiamo ad esempio molte volte talune anche a sproposito) gia negli anni 20 il mitico Al Capone l'hanno potuto arrestare e sconfiggere proprio condannandolo a 20 anni per ... evasione fiscale; qui da noi invece gli evasori più sono grossi più vengono premiati con patteggiamente che li fanno risparmiare decine di milioni di euro mentre i poveracci vengono perseguitati vedendosi aumentare la multa non pagata al doppio, triplo e chissà quanto più della sanzione

vi lascio con una domanda retorica ma aperta alle vostre risposte

secondo voi con una pena di 20 anni senza attenuanti, sconti e beghe di nessun tipo quanti avrebbero il coraggio di dedicarsi allo spaccio? forse solo i grossi trafficanti, quelli che fanno enormi e ingenti guadagni ... magari qualcuno mi potrebbe rispondere tutti i tossici che per procurarsi una dose non hanno di meglio da fare ... ma questi stessi potrebbero andare in ospedale come scritto sopra e se proprio decidono di rischiare cazzi loro io stato ti ho teso la mano se tu TD non mi vuoi seguire ne subisci le conseguenze
ah un altra cosa in base a questo ragionamento che va preso per intero tutti coloro che fumano cannabis non avrebbero che da andare dal tabaccaio e non vedo chi potrebbe rivolgersi ai pusher ne vedo come potrebbero passare a droghe pesanti... in ospedale vengono "curati" i TD preesistenti e non creati di nuovi cosi come le aspiranti lucciole e i frequentatori di queste non avrebbero che da scegliere il posto dove esercitare e consumare come qualsiasi altra attivita
chi rischierebbe l'evasione sapendo che potresti beccarti 20 anni di galera? (quanti dentisti, avvocati, ginecologi, notai, pediatri ingegneri orefici e chi più ne ha più ne metta si arrischierebbero ad erogare prestazioni in nero con una tale pena in caso venissero beccati?)
secondo me davvero pochi
in verità sono stanco di questo stato ipocrita che fa tutto ed il contrario di tutto nascondendosi dietro il paravento della costituzione dell'ordinamento giuridico e di tutti i cavilli possibili ed immaginabili per poi avallare più o meno palesemente tutti i comportamenti e le azioni della peggior specie e questo in tutti i campi (abusivismo, evasione, spaccio, burocrazia, giustizia, mafia ..... ecc ecc)

In un'epoca di crisi del diritto, temo tanto che inasprire le pene sia illusorio.
Per esempio: da quando hanno inasprito le pene per le lesioni stradali e l'omicidio stradale (siamo uno dei paesi con le pene più severe in merito), gli incidenti sono aumentati.
IMHO il rimedio deve essere extrapenale (esempio, sanzione amministrativa immediata della chiusura a vita dello studio dentistico per l'evasione, e così via).
D'altra parte, sappiamo tutti che il tossico che spaccia non si ferma certo per paura di una pena. E neppure il mafioso che importa la droga. Per loro non vale nessuna minaccia, nemmeno dell'ergastolo.
È per quello che io mi metto tran gli antiproibizionisti, proprio perché col proibizionismo abbiamo visto che non funge

Purtroppo non funziona in alcun modo, né col proibizionismo e neanche con l'antiproibizionismo. Rimarrà una triste piaga a cui qualcuno scamperà.

Aggiungo la mia stramba idea del mondo che è un grande Tao.
A noi la scelta o la fortuna di essere dalla parte bianca della palla.

Vorrei tanto rispondervi, dopo aver letto tutti i post, ma farlo da smartphone è un delirio. Intanto però non posso esimermi dallo scrivere che finalmente s'intravede la potenzialità di una discussione nell'essere interessante e coinvolgente. Non posso neanche rispondere dal pc del lavoro perché i pacchetti sono tutti loggati e non si sa mai qualcuno si chieda "che siti visito" dalla mia postazione. Vedrò di dire la mia quanto prima.

Di solito chi si fa' (bene e da troppo tempo) pensa a smettere piuttosto che a farsi "mantenere a vita" o ad avere la sostanza gratis vivendo una non vita sempre col rischio che la prossima possa essere l' ultima volta, ticket o non ticket.

Semplicemente viene preso da un infinito sfinimento e dallo sconforto.

Tolti forse coloro i quali non abbiano piu' niente da perdere ma li i problemi potrebbero andare ben oltre una sostanza e non sono comunque la maggior parte dei TD.

O almeno, quei pochi rimasti TD storici quando li incontro di persona e non su un forum e' di questo che parlano, che li angoscia, hanno ben altro a cui pensare se essere pro o contro qualcosa, gia' essere vivi gli rimane un mistero.

Probizionismo, solitamente equiparato ad una certa sinistra o antiproibizionismo, associato ad una certa destra politica sembrano appunto piu' slogan politici di appartenenza per fare carriera che avere un contatto con la realta', personalmente mi piacerebbe che si potesse invece ragionare di comune accordo per una riduzione del danno.

Diversi dei miei migliori amici, per motivi diciamo di studio, di famiglia, erano e penso siano tuttora politicamente schierati a destra, in passato ci siamo fatti assieme millanta volte, magari potevano star male da morire ma guai a parlargli di Sert o antiproibizionismo, la fissa del faccio da solo non gliela schiodavi.
Parlando di riduzione del danno invece nonostante gli facesse quasi ribrezzo solo sentirne parlare ma quella potevano ancora tollerarla visto che se non altro l' avevano provata sulla propria pelle.

E bravi. quel paio di amici migliori
Di Willy ad essere stati alla larga.e non
Dico altro.
Da quei centri(che.da un paio d anni
Riescono ad atrarere esseri.che hanno
Fatto uso di qualche tipo di droga una.
O due volte.nella vita.e sono tantissimi..
Willy Diversamente sarebbero stati qui
Incazati. Magati con il sub. A man
Tenimento.. a parlare di antiproibizionismo
O la mia stanza e migliore della tua
È tu non 6 invitato.e così via.. Va be fammi andare
Se riesco a trovare sto finocchio.BUONAGIORNATATUTTI.

Il tuo sarcasmo in certi contesti non fa onore alla tua intelligenza...
Io lo sto imparando duramente che in certi momenti sarebbe meglio tacere che altro.

Sto vedendo in questo momento un reportage sulla mafia nigeriana a CastelVolturno su l'A7 :i ghetti, la prostituzione, le quintalate di droga, il racket, la miseria umana, etc... zona non proprio di provenienza ma che conosco bene.
Se in Italia da un lato esiste il cattolicesimo, il proibizionismo, le regole da rispettare perché siamo un popolo di perbenisti benpensanti... da un altro lato esistono zone d'Italia(non zone della Nigeria) in cui i 30 kilometri di spazio il sistema non esiste, esiste la sola anarchia guidata da qualche potenza molto grossa, molto spietata, molto ben custodita e nascosta.
Questo è quello di cui io parlavo in un post precedente in questo thread, in cui sostenevo che ahimè "conosco un po' di cose" per background... ma mi sono frenata, l'argomento criminalità organizzata mi tocca molto e ad oggi ne parlo poco; tendo a dimenticare.
Di cosa stiamo parlando?
Del tutto e del niente... (((
Io preferirei l antiproibizionismo solo perche spazzerebbe via tutta questa feccia dal nostro paese,come preferirei che il lavoro della "battona" la "maitresse" fosse come ad Amsterdam e|o nei paesi evoluti un lavoro di tutto rispetto, con rilascio di ricevuta fiscale e sottoposto a controllo... è così via... tutto regolarizzato... dall altro lato sono sicura che non accadrà mai, perché se questa cosa è realtà... se abbiamo spazi totalmente colonizzati dalle mafie estere senza alcun controllo... qualcuno di reale lo desidera.
Le cose non cambieranno mai, casomai peggiorerànno.
"Io speriamo che me la cavo"... cit Paolo Villaggio... in cui in un bellissimo film di una 20 anni fa...lui andava a portare un messaggio di speranza dove la speranza non esisteva con la cultura e l'affetto incondizionato.
Ognuno deve difendersi da sé.
Capire da che parte stare del Tao.
In questo flusso da trauma cosmico..... (((
P. S. Quando parlo di trauma cosmico... probabilmente mi riferisco proprio a tutte queste cose che purtroppo ho conosciuto, ho visto, ho sentito in prima persona, in cui ci ho anche sguazzato ma in cui ho avvertito anche nella pancia e sul derma un disagio enorme.. ...... (((((

Non sono certo qui per discutere di politica, non e' ne luogo ne momento, posso solo dire, e chiudo l'argomento, che riguardo alla TD spesso ho trovato piu' aiuto vero in persone di destra che in certa sinistra, forse troppo presi a parlarne in astratto, a teorizzare che ad agire in concreto.

Frequento ancora il Sert, forse senza grande entusiasmo, quello magari no, come ennesima dipendenza esclusivamente perché adesso c'e' una psicologa con la quale mi piace pensare di aver instaurato un certo rapporto di fiducia, che scusate se e' poco.

Al Sert di solito ci arrivi perché sei alla canna del gas, finiti soldi, roba e stai da bestia, praticamente o cosi a buttarsi sotto al primo treno o perlomeno per me e' stato cosi, non certo per simpatia, ne per raziocinio o perché non avevo di meglio da fare.

Non tutti hanno le p@lle o anche solo la possibilita' di staccare la spina a secco magari mollando famiglia, figli, lavoro.

Col senno di poi bravi tutti, adesso probabilmente farei altre scelte, ma e' quando ti capita, che ci sei dentro in tutto e per tutto che voglio vedere.

Quando poi si comincia a stare meglio forse si tende a dimenticare come era in quei momenti, come si sragionava, anche per non farsi del male.

D' altro canto e' solo un mese e pochi giorni che non tocco niente, quindi probabilmente sono ancora troppo coinvolto in certi meccanismi mentali frutto di anni di abusi periodici e mantenimenti di comodo.

Probabilmente e' questo che mi spinge a postare qui anche se per adesso mi ero ripromesso di leggere e basta, forse in questo particolare momento la voglia di sfogarsi scrivendo in qualche modo probabilmente ne attenua altre di ben peggiori.

E non so neanche se sia la cosa migliore in questa situazione dato che i consigli che mi sono stati dati sono del solito tipo > stai alla larga il piu' possibile da chi solo parla di sostanze.

Ma qui leggendo mi pare di capire che si parli di TD in maniera diversa, in positivo, mi sento un poco come tra amici che ti danno speranza, tra persone che hanno vissuto le loro vite con alcuni dei miei stessi errori se non peggiori, che non giudicano o incitano ma che casomai ti possono dare ulteriori spunti sui quali fare riferimento.

Anche chi non dovesse stare ancora benissimo, a maggior ragione, e' come se ti sentissi di lottare in compagnia di una parte di te.

_Ma qui leggendo mi pare di capire che si parli di TD in maniera diversa, in positivo, mi sento un poco come tra amici che ti danno speranza, tra persone che hanno vissuto le loro vite con alcuni dei miei stessi errori se non peggiori, che non giudicano o incitano ma che casomai ti possono dare ulteriori spunti sui quali fare riferimento.

Anche chi non dovesse stare ancora benissimo, a maggior ragione, e' come se ti sentissi di lottare in compagnia di una parte di te._

Willy questo che hai descritto è perfettamente il meccanismo che mi sta portando alla conoscenza e alla verità ,nessun altro meccanismo mi avrebbe fatto arrivare a tanto.
Si possono portare messaggi di speranza anche nella sofferenza della tossicodipendenza,anzi le cause della tossicodipendenza vanno assolutamente snocciolate.
Quelli che hai descritto tu ,pari pari,uno per uno sono i principi delle stanze ...che io continuo in perterrito a consigliare nonostante qualcuno ci scherzi su ,qualcun altro pensa che lo faccio per moda o per chissà quale ragione: egocentrismo.
Ma la strada c è ...ed è li a un passo da noi.

io penso che nel giro di pochi, molto pochi, decenni i mostri che si sta cercando di nascondere dietro posizioni pro/contro il proibizionismo ancora legate è vero a ideologie e posizioni politiche...questi mostri usciranno presto fuori. il problema della TD è celato dietro qualche notizia al tg, le solite notizie passeggere che non danno nemmeno la parvenza della portata della merda che si sta diffondendo in modo esponenziale nella nostra società. credo che a breve la posizione antiproibizionista, quella più "classica" legata al thc, non potrà che affermarsi non tanto perchè ovviamente logica ma perchè il mostro della TD seria e pesante sta diventando qualcosa che non si può più nascondere.
trattare il problema come fanno in USA è follia, come ovvio guardando i loro numeri. la legalizzazione delle canne sarà solo una necessità di fronte al fatto che TUTTI FUMANO, quindi ormai inutile stare anche a parlare delle solite cose che sono come detto ovvie e logiche come il fatto che se l'alcol è legale allora anche le canne ecc...no DEVONO essere legalizzate perchè primo tra un po ce più gente in prigione e sopratutto negli USA hanno problemi veri, ripeto problemi seri cazzo.
ma il problema fondamentale secondo me è questo: purtroppo qua ce un problema che è gigantesco e qualunque bel discorso pro e contro possiamo fare, qualunque bella politica anche la migliore riduzione del danno che si possa pensare, resta il fatto che siamo di fronte a un casino fottutto che rimane in ogni caso per buona parte inarrestabile. possiamo nasconderlo finchè vogliamo, ma gli USA sono uno dei paesi piu benestanti del mondo, eppure ossicodone e benzo sono solo un esempio di come si riempiono di droghe legali per poi passare a roba meth catinoni spice.
le piaghe si diffondono come virus, grazie alla globalizzazione, internet, a droghe sempre più potenti grazie alla chimica (desamorfina e meth che si possono fare in casa, fentanyl e chi piu ne ha piu ne metta).
insomma non voglio dire che sta per finire il mondo, ma è ormai troppo evidente che siamo di fronte a un problema che è un problema serio e di TUTTI! proibire a priori, condannare e azioni simili sono chiaramente qualcosa che può solo peggiorare la cosa considerando soprattutto il fatto che le migliori operazioni basate sulla logica di limitazione del danno non potrebbero cmq fare altro che arginare molto parzialmente il problema.la repressione non funziona semplicemente perchè il problema non è contenibile cmq in una società che di suo è in buona percentuale altamente infelice e/o senza possibilità di avere una vita soddisfacente; il tutto in un mondo che si riempie di droghe altamente addictive e facilmente reperibili. cioè in pratica qua nascondiamo dietro ideologie politiche, mafie, case farmaceutiche e ogni altro interesse economico e politico due problemi che sono in ogni caso di loro difficilissimi da risolvere: da una parte una società che non riesce ad essere felice, dall'altra il fatto che felici/intelligenti/ricchi o no essere esposti a certe sostanze crea dipendenze a queste sostanze non potranno che trovare maggiore diffusione in futuro, alla fine i problemi si sommano e si collegano e alimentano a vicenda, il casino si ingigantisce come i numeri dicono chiaramente.

Dove vivo al momento, praticamente ai confini con la ex Jugoslavia, le stanze di cui parli non ci sono, mi sono informato a tal riguardo dopo averlo letto qui se non altro per curiosita' personale.
Non che ciclicamente me ne sia fatte mancare di altro tipo, sicuramente diverse ed in anni diversi, tra gruppi di Comunita', Sert, Alcolisti, gruppi strambi e via discorrendo.
Il problema vero e' che quando ebbi modo di frequentarle o ero troppo incazzato perché fatto o troppo incazzato perché in astinenza , quindi piu' di peso che di una qualche utilita' sia per me che per altri.
Inutili anche perché ero praticamente costretto ad andarci facendo parte di una terapia piu' complessiva piuttosto che una scelta mia personale.
E' anche per questo che almeno per il momento, nonostante questa volta lo avessi chiesto io e sia pulito, mi e' stato sconsigliato questo tipo di approccio.
Anzi, piu' che sconsigliato diciamo pure vietato.

Troppo presto, e' che quando ti senti meglio spesso vorresti bruciare le tappe quasi per rinfrancarti dal tempo perduto, ti prende quella smania di voler fare per non pensare.
I ricordi che ho di questo tipo di come vogliamo chiamarle, di terapie di gruppo, mia personale esperienza, e' che ci trovavi gente anche di 60, 70 e passa anni, astinenti da tanto che forse non se lo ricordavano nemmeno loro (un paio li abbiamo pure sepolti, si puo' tranquillamente dire che almeno metaforicamente siano morti li dentro).
Personalmente, anche se ho sempre pensato che non importa come ci si arrivi, se per costoro funzionava bene facevano a stare li in quelle stanze, ma non vorrei invece diventasse come una specie di ennesima dipendenza e che prima o poi, l' eta' che l 'avrei anche, debbano seppellire anche me.
Ma come dicevo non avendo frequentato "bene" potrei anche sbagliare.

Willy non credo che era il tuo momento quello in cui hai partecipato ai gruppi.
La dipendenza della saggezza e della conoscenza in un mondo che, come sostiene Hero, sta ormai agli sgoccioli è l unica strada della salvezza INDIVIDUALE.

Stringendo stringendo viviamo in un epoca storica molto infelice, in cui sembra di avere tutto e troppo, in cui invece ci sottraggono giorno per giorno i valori, quei valori che tengono alte le vibrazioni.
Ci si può salvare solo tenendo alte le vibrazioni, una bella spanna più su della mediocrità e dell' insoddisfazione dilagante.

La cannabis legalizzata secondo me è ...... Fumo negli occhi.
Nessuno può far nulla...
Ma ciascuno può difendere e coltivare il proprio mondo.

Letteralmente fumo negli occhi. Ma soprattutto nei polmoni...! Legale o meno che sia.

ahahah siiiiiiiiiiiiiii...........
poveri polmoniiii...
hehehe xd

Sugar

Che motivo sarebbe?

Salve ragazzi come procede il tutto? Io tutto bene
Grazie a me ho trovato. Ieri ho trovato il finocchio
Selvatico( un casino per trovarlo ) e cmq son riuscito
A finire quella famosa ricceta di mia nonna. Si le olive
In salamoia( vedrete che prima o poi riusciamo a mangiarle tutti insieme ) si ma all' aperto e . Non chiusi
In qualche stanza.... Bene nell' wi kend cosa fate? Io tra un attimo vado 2 giorni qua vicino un ottantina di chilometri
Una località sul mar.. un bel posto.. a trovare vecchi quei
Quattro amici.veri amici.no niente sostanze strane... tutta
Cosa è vita sana..
State bene e non prendetevi troppo sul serio

allora buonfinesettimana. Io lavoro anche il sabato , ma mi piace .

C'è una domanda che mi vado ponendo a
se una persona a ottobre usa cocaina
e ha analisi tox URINARIE a gennaio..........
...
sarà positiva o negativa ?????
CERTAMENTE POSITIVA.........LE URINE SCOVANO 3 MESI DI ABUSI ............LO SANNO TUTTI
.....
questa è veramente una domanda che per me ha un senso e mi conferma diverse cose e penso da oltre 1 anno
Vedo forte e chiara la mano di professionisti pagati.......per "spezzare e contenere"......(senza poter oscurare)......e ridurre le condivisioni spontane di utenti TD
...
Ora deritetemi pure quanto volete.......x me no problem
Sug

Può essere anche qualcuno che, stanco delle solite domande,(e in questo caso pure un po stupidotta)scriva la risposta con ironia.

Io continuo a fare i gruppi.
Stamattina un gruppo fantastico molto intimo,
mi sono emozionata a pranzo con una persona fantastica, unica.
Io non ho problemi riguardo le urine,
quel che deve uscire esce nei tre mesi precedenti.
Non mi mette paura questo,
Non mi mette paura altro.
Perché sono nella direzione giusta.
Mi lascio guidare... mi affido...
Buone 24 ore.

Grazie non.mi fa piacere che lavorare il sabato ti
Piace.pensa. ce gente che non usa nessuna sostanza
È gli fa schiaffo lavorare il lunedì.BENE
Bene qui al mare l aria e fredda..e l acqua non ti dico
Ma mi son tuffato ugualmente. Si giusto il tempo di prendere un Po di pattelle.qualche cozza un podi granchi
È tutti quei molluschi che stanno sugli scogli.poi vedete la spaghettata che ne esce fuori..

Tutto buono. E bello. Ma stamattina non sto bene
Anzi se devo dire la verità m sento male. molto
Male da salire sul tetto è usarlo a squarciagola
Quel che non capisco è
Se sia stato il bagno al mare.( l'acqua era fredda ) o quella
Cascata di vino rosso.. che con il porcetto arrosto
Scendeva come l acqua in una cascata. Non dico poi con gli spaghetti.m a di sicuro non sono stati gli oppiacei.
Solo perché non gli ho usati.no perché i sintomi son gli
Stessi. Ci ho messo un paio d ore a capirlo è per fortuna
Lo capito se no sarei andato a svoltare.. Si a comprare la
Roba.svoltare un tempo si diceva così.
Ciao a più in là
.

Dai .. non è più il caso di svoltare , davvero no .

Bere una cascata di vino rosso
Non è tanto diverso che andare a svoltare
Per un dipendente.

Ma no. Non se ne parla nemmeno
Adesso scendo il fuoco..
È.. staseranonesco.....

E' incredibile una cosa ...
che riguarda il mio cammino spirituale ed il mio cambiamento.
Una cosa che già avevo notato ,ma che purtroppo diventa sempre più reale.
Non ci volevo credere.
Tutte le persone che mi stanno attorno ,anche le migliori che usano ancora ...quelle che magari mi avevano giudicato anche per i comportamenti ...e che loro stesse per comportamenti non possono definirsi eccellenti...
adesso nutrono una specie di rabbia nei miei confronti , è quello di cui io ho già parlato ...uno dei sette vizi capitali ...l'invidia.E' un sentimento che a me fa molto più paura della cattiveria ,perchè da questo scaturisce il peggio di ciascuno di noi.

E' una cosa davvero molto triste da percepire e mi fa pensare che devo tutelare questo percorso ,forse devo mascherarlo un pò,rimanendo sempre entusiasta.

Il mondo non è pronto a scoprire e riscoprirsi persone migliori ,o perlomeno non tutti lo sono.
Se i migliori amici che ho dovuto abbandonare ma che non smetto di amare ...mi guardano adesso come una minaccia.
O forse non erano questi grandi amici.
O forse non piace riflettersi in qualcosa in cui non sei disposto ad essere ,o diventare.

Se fossero veri amici sarebbero felicissimi che tu hai cambiato vita quindi fai le tue considerazioni , io non ti conosco e non sono tuo amico ma se sei riuscita in questo cambiamento non posso che esserne felice , calcola che io ho dovuto cambiare numero di cell. e ho cancellato ogni possibile contatto con chi usava e che consideravo "amico" , chi usa non può stare con chi usava purtroppo e mi sono lasciato solo persone positive e che fanno un altra vita , sono cinico ? lo sai che ti dico non me ne frega un cavolo a me non ha aiutato mai nessuno anzi solo guai mi hanno procurato. un augurio comunque.ciao

Free > Non e' poi cosi strano se ci pensi bene, parlarsi da sobri con i sobri non e' certo come parlarsi tra fatti o tra fatti e uno sobrio, cioe' di che cosa potresti parlare che sia veramente sincero e che soprattutto non riguardi esperienze comuni di malattie, amici fatti, ex fatti o di roba, fosse anche una canna.
Mah, io non ci sono mai riuscito, prima o poi si casca inevitabilmente li, anzi aspetti solo, speri che finisca li.
Personalmente, tranne che agli inizi dove tutti amici quasi fratelli, anche da fatto evitavo come il colera gli altri fatti, pusher di turno a parte, of course, ma proprio perché con quello parlare almeno un attimo mi toccava.
Metti in imbarazzo uno che si fa' se ti vede e soprattutto gli dici che non ti fai piu' o che stai provando a smettere, cioe' si spezza quello che veramente ti lega, che te lo fa' sentire una specie complice, per chi si fa' e' quasi un tradimento.
Quando tocco' a me incontrare chi non si faceva piu', ed eravamo stati amiconi e magari in quel momento avevo anche roba, non vedevo l' ora di mollarlo per andarmi a fare, altro che parlarci assieme, prima si toglieva dai maroni meglio era, l'amicizia si tramutava in fastidio.
Un altro che non si fa' piu' ed io invece, merda, sono ancora qua, sempre piu' solo con la mia Madame ero, se permetti un poco li fanno girare.

Adesso come adesso ho difficolta' a relazionarmi anche con chi ha smesso di fumare le Marlboro, pensa un po' gli altri.-
Come dire, non sei da sola.

Non amareggiatrti per questo Free. E' normale che sia così. Tu non dargli addosso e loro non daranno addosso a te. Magari prima o poi capiranno. O forse no.
Buone 24h

Grazie delle risposte.
Il fatto è che tutti bene o male usano, chi canne, chi coca,chi beve, chi ha comunque atteggiamenti complusivi...tutti illudendosi di vivere nel giusto,poi però sbroccano.
Ed il fatto è che per ignorare tutti dovrei andare a vivere da sola in un posto sperduto.
Invece vivo in questa società; ne sono parte attiva.
Buone H24
Ovvio xd.

Sto mandando in crisi tutti attorno a me..(senza fare perfettamente niente) ... . (tranne i miei genitori, i miei parenti e i miei fratelli di Na e le persone che davvero mi vogliono bene.
Forse molte poche reali.

Free, purtroppo quando si vivono certe situazioni ci si trova immersi in ambienti che ruotano attorno alla "compulsività" e sembra che tutto il mondo sia così, ma per fortuna non lo è.
Io adesso, come tanti altri, vivo da decenni in un mondo "normale", di persone "normali" (tutto fra virgolette naturalmente) e certi ambienti sono distanti, come se non esistessero, anche se questo forum rappresenta una finestra aperta su di essi. Ti assicuro che rispetto al mondo nel suo insieme i "compulsivi" sono una sparuta minoranza, solo che quando il punto di vista è parziale sembra che rappresentino la regola. Forse perchè la tendenza è quella di raggrupparsi per affinità. Salvo poi a prendere le distanze quando le affinità iniziano a cessare.
Vedrai che più andrai avanti e più certi rapporti si allenteranno, fino a sparire, mentre altri si creeranno e si rinsalderanno, anche attraverso NA.
A volte questo processo è traumatico, nel senso di strappi improvvisi e laceranti, altre volte è più "soft" e progressivo. Ma ciò che importa è andare nella direzione giusta. Laddove anche il concetto di amicizia si ridefinisce profondamente, come tante altre cose.
Buona serata a te e a tutti

In questo momento il problema maggiore urla così forte che posso sentirlo attraverso il muro.
Un altro problema è che il mio contesto non mi consente di vivere tra persone del tutto sane.
Non me l ha mai permesso.
Ma questo non deve risultare un problema.
Devo riuscire a conciliare la vecchia vita dalla nuova.
Avrò sempre qualcuno che si fuma una canna davanti o altro, drogarmi non mi interessa più.
Devo creare da me un mondo in cui incastro tutto.
Non mi posso isolare.
Ne lo voglio.

Uffa!.

:D
Staseranonesco stasera non uscire che piove.
Te fai er bagno xd
Hihihih

Fri? Ma come ca...o hai fatto a sapere che
Qui da me sta piovendo? Non mi starai controllando?

Si in realtà sono un illuminata ...anzi sono un alieno ...
Si sono una rettiliana.

Non lo so o ti trovi nel Lazio oppure piove dovunque.

Mmmmh. non mi fido più. Tutte queste stanze.
Ci sarà mica anche la stanza dei bottoni. Dove tieni tutto sotto controllo? Poi questa risatina Hihihihi mi sa tanto
Di lucertolina quelle verdi sai??

si hahah t ho detto che sono una rettiliana sotto mentite spoglie.

Qualcuno sta chiedendo a proposito delle solite domande se fermandosi di usare cocaina
- il 16 novembre l'uso di cocaina sarà rintracciabile
...
- in data 9 gennaio

... Lo sappiamo tutti che da metà novembre al 9 gennaio la cocaina nelle urine
"è ancora perfettamente presente"
Gli esami urinari tracciano 60 giorni addietro
.
È tutto ciò viene affidato a dei perfetti sconosciuti dei quali non si sa che competenza abbiano, o che conoscenza abbiano.......
e si aspetta il responso di questi sconosciuti
giusto perché al giorno d'oggi qualunque cosa bisogna scriverla condividerla, chiederla, e leggere sul Web
...
Sono sempre più convinto che i Social e il Web IN GENERALE.......abbiano
"distrutto" PER UNA PARTE DI PERSONE (non tutte, ovvio, ma una parte si')
la capacità relazionale
la capacità di scrivere
la capacità di rapportarsi
abbiamo creato un mondo di persone che hanno mutato il modo di relazionarsi, sempre chinati sul cellulare
...
solo
"Canali di Scolo Emotivo"
.
Sugar

Ma perché te scalli tanto Sugar?
Abbiamo già appurato che le masse sono blablabla
Che le urine vedono 60 giorni di blablabla

Visto che ti senti tanto al di sopra delle masse_capra {Sgarbi rulez}... poi...
Non capisco che ci fai sempre qua
Visto che è tutto così becero da ste parti...
(Complottista o non complottista non credo che interessi più di tanto alle masse_capre... )
A dare sempre il tuo fantastico contributo
Soprattutto l umanità che emani
Riscalda il cuore!
(ovviamente scherzo...)...
Ma che te sei un essere superiore
Di questo ne sono certa.

no no no.....hahaha....nessuna superiorita', altrimenti non sarei qui alla mia eta' ancora dietroa questi problemi
pero' non mi sto drogando davvero da tanto tempo (per me, per i miei canoni, s'intende)........mi sto allenando in palestra 4 volte x settimana, corpo tonico, ossigenato, umore migliorato, produzione di endorfine, oggi 2° seduta di agopuntura alle ora 13.00, stasera allenamento e domani sera RIUNIONE
Mi sta aiutando tanto (sport, agopuntura, Riiunioni), un insieme di cose, e sto scalando le Bzp in modo abbastanza veloce e indolore
Da 1,5 mg di Xanax (ossia 60 goccie) sono passato a 30 goccie in soli 30 giorni e non ne ho risentito
Vuol dire che corpo e testa stanno bene
.
Sono contento........poi vedremo, ma per me e' un buon periodo davvero (rapportato solo a quest'estate)
Buona giornata a tutti
Sug

Ho bisogno di condividere con voi questo.
Tanto ormai ho condiviso tutto.
Non mi so spiegare cosa, perché, come sia successo.
Un mese fa...

Un mese fa ho sentito qualcosa una voce dentro che mi chiedeva di pregare.Io che non mi ricordo nemmeno l'Ave Maria e sono proprio anti religione.
Allora ho contattato un mio amico.
"per favore... devo pregare... dammi una preghiera laica o Buddhista "
Lui mi ha risposto "ripeti la preghiera della serenità come un mantra"
Poi io ho risentito quell impulso e mi diceva...
"non pregare per te... Ma per chi soffre..."
...
Poi non ho sentito più quella specie di voce che voce non era.
Ma ho capito per forza di cose da quel momento
Che qualcosa di molto Sacro esiste.
Impossibile il contrario.
Buone H24 a tutti. Ragazzi.

FREE
.
ho sentito varie persone nelle Stanze (non per essere noiosi e parlare sempre di quello, ma questa cosa vorrei dirla).....dopo periodi di stress, dolore, rabbia etc etc......provare quello che scrivi tu sopra
Spesso l'uomo, quando e' in una situazione di forte stress, e trova il giusto stimolo (come hai fatto tu, appunto a N.A) accade spesso che sentano questo Potere Superiore, o comunque lo si voglia chiamare
Dei richiami, delle sensazioni, e come per te, ATEA, sentano questo bisogno
L'HO SENTITO DIRE DA DIVERSE PERSONE
ED E' COSA BUONA, SEMPRE MEGLIO CHE DROGARSI
Anche io sono ateo, ma sono ancora in terapia (solo 2 mg. ......ma ci sono ancora), non sento questo bisogno.........ma se tu lo senti , CONOSCENDOTI ABBASTANZA BENE DI PERSONA, credo sia cosa buona, anche per cio' che stai facendo a livello familiare
BRAVA FREE
cosi' ti voglio
.
Sugar

Grazie e menomale va... Abbiam fatto pace..!!!
Solo il potere Superiore ci poteva riuscire hihihih..
Bella Sug...
Stiamo meglio...
e di questo sono felicissima!!!

Mi avevano detto che si chiama Stress post trauma.
Per le cose che vedevo è sentivo
Ero convinto che ero completamente pazzo
Oo sono contento che avete fatto pace
Adesso me ne vado a pescare.
Salute ragazzi

“...ho capito per forza di cose, da quel momento, che qualcosa di molto Sacro esiste. Impossibile il contrario...”
Non è solo la tua opinione, Free, e neanche esclusiva di NA che il Sacro esista realmente (come fatto “psico-sociale” diciamo) e che sia impossibile il contrario, indipendentemente dalla metafisica e dal soprannaturale. Che esista realmente, pur rimanendo nascosto, è anche la conclusione di importantissimi studiosi: antropologi, psicologi e sociologi della religione. Sembra che anche un gigantesco genio come Sigmund Freud, su questo versante, abbia preso qualche cantonata. D'altronde nessuno è perfetto. Ma questo è un discorso molto lungo, come quello dello strano ed incerto destino della tossicodipendenza all'interno del movimento psicanalitico.
Il Sacro ha a che fare con l'assoluto, la cui etimologia, da "ab solvere" (sciogliere da, slegare) è proprio antitetica rispetto a "dipendere".
Cosa sia poi il Sacro, non è facile da dire.
Buona giornata a tutti

Ma poi io non ho mai sentito alcun bisogno di questa sacralità.,come la mette Sug sembra un bisogno a cui mi sono aggrappata.
Ma che stiamo scherzando?
Proprio l ultima cosa che avrei immaginato al mondo... Sarebbe stata quella di aggrapparmi alla Fede!!!

Un mio ex ragazzo è morto di overdose mentre professa va di essersi convertito, postava Madonne e Madonnine e in un giorno di sobrietà assoluta si è dato una bella stangata... Ha fatto crepare pure noi...
No nono.
Io non mi aggrappo a niente perché sono disperata...
È stato lui a venire da me, non versavice.
Io a questo punto devo credergli Obbligatoriamente

Perché umilmente è arrivato lui da me ed io umilmente mi sto affidando alle sue mani.
Senza tanti fronzoli. Molto Umilmente.

Cavolo ti è morto il ragazzo di overdose brutta storia . A me è morto un caro amico davanti alla faccia e anche se sono trascorsi moltissimi anni non passa giorno che non ci penso , cosa mai superata sinceramente anche se oramai vado verso i 44 .

Vi prego non mi immaginate adesso come una brava suorina che va nelle Chiese adesso.
Continuo a non entrare in chiesa... è continuo ad essere me stessa.
Non prego neanche.
Solo la preghiera della Serenità che è Laica.
I riti cattolici continuano a non piacermi
Tantomeno tutto ciò che c è dietro.
Poi sono concetti che devo ancora sciogliere per bene.

Sì, infatti, anche a me non sembra centrata la dimensione del “bisogno”, in relazione al quale “aggrapparsi”. Così sembrerebbe quasi frutto di un calcolo.
Invece a me sembra qualcosa di molto meno razionale. Come se, in determinate circostanze, si aprisse una dimensione nuova, precedentemente preclusa, all'interno della quale sono possibili cose che prima non lo erano.

Umilmente mi lascio guidare
Come umilmente sono stata attratta
Da qualcosa più grande di me
Che per me vuole solo il bene.
È l unica definizione che adesso riesco a dare a questa cosa.

Si. Certo. A pranzo spigola.
Mi sa che me la cucino (al sale )
Si. Buona al sale.
Buon appetito. Ci vediamo dopo × il caffè.

Secondo me tu mangi troppo sale, Stasera. Col pesce, con le olive...
Ti si alza la pressione.

No non si mangia il sale. E non si sente quasi iil salato Anche se il pesce viene completamente coperto.. col sale 2 k.. per fortuna costa poco.

La caccia è la pesca... pratiche che nobilitano.
Come un guerriero Maori.
Bravo.
Ma staseranonuscire che piove xd

mm.mi piace guerriero maori
Mi sa che cambio nome.
Piove si ma devo uscire per forza
Ho promesso a sugar che ci saremo visti
Stasera alle ore 18.

Come faccio a dirle che mentre lei è protetta dentro
io combatto a denti stretti fuori ,contro me stessa,contro il mondo,contro i disastri metereologici,contro le istituzioni,contro la vicina che rosica,le persone che ho perso ...
oggi ho invertito gli orari del sert e del percorso genitoriale...
ho sbagliato tutto.
Non le ho potuto dire che mi sono confusa con gli orari ...
le ho detto
:si è andato tutto bene ,anche le urine...:
tutto negativo.
Le ho detto una bugia ,in realtà non lo so come sono andate le urine,perchè al sert non ci sono arrivata mi sono confusa con l orario.
Perchè non mi scrivo mai niente.
Stasera sto perdendo un pò il senso del mio Dio e sto ritornando un pò come prima...

Solo adesso ho capito
Perché lui mi ha rialzato da terra
È mi ha portato nelle stanze più volte..
.. perché mi sta sempre vicino
ma mai abbastanza...
perché era lì a mettersi le mani in faccia(Hahahah) e tutti sgranavano gli occhi mentre io dicevo che la mia anima si stava elevando...
perché sta aspettando ...((((((
Mi viene da ridere... perché lui comunque è anche un gran fijo de na mignotta... Hahahag
Incredibile avere occhi per guardare ma non vedere...
Quante cose mi sfuggono..... (((((((

Adesso sto finalmente ricostruendo tutta la mia scala di valori, sto dando un senso giusto ed una collocazione giusta a tutti quelli che mi circondano.
Prima ero totalmente fuori strada...
Incredibile!!!

Ma com E? È figo?

comprendiamo la difficoltà a rimanere all'interno della discussione, ma. come abbiamo già più volte scritto, in questo forum si parla di legalizzazione (pro&contro), non di visione mistiche o terrene.
Quindi se vi spostate in un' altro forum bene, altrimenti l'apriamo noi e ci spostiamo dentro le vostre discussioni.
Grazie

Sorry!

Vero.E difficilissimo. Da vivi parlare di morte
Ma poi non bastano che ne stanno discutendo 11.543 persone. Di qui
9.653.che non hanno mai fatto uso di nessuna
Sostanza. Dobbiamo parlare tutti dello stesso argomento?
Felice giornata. A tutti e.

Infatti avevo il terrore di vedere la Madonna
Quel giorno...
Per fortuna ho alzato la testa e la Madonna non c era...

Sai che colpo che prendevo!
Hahahahah
No grazie le visioni mistiche addirittura nnooo.
Sempre scrupolosi e attenti.

a proposito di LEGALIZZAZIONE / DE-PENALIZZAZIONE .....etc etc
.
https://droghe.aduc.it/articolo/legalizzata+depenalizzata+vietata+cannab...
.
https://droghe.aduc.it/articolo/bloomberg+stock+cannabis+aumentano+dopo+...
.
https://droghe.aduc.it/articolo/cannabis+legale+visita+negozio+canada_28...
.
eppure e' troppo semplice da capire, e lo capiscono bene nei vari Governi Europei, semplicemente nessuno vuole pagare il PREZZO POLITICO, per invertire la rotta in un'Europa, sempre piu' disprezzata dai suoi stessi cittadini (per ragioni vere, e altre montate, altre erroneamente percepite)
Sugar

Sug,
l'unica vera ragione è che si toglierebbe un business MILIARDARIO dalle mani delle mafie.
Identico discorso per la prostituzione, le strade delle nostre città son piene di prostitute e tutto va bene, ma metterle in un locale e fargli pagare le tasse è immorale..
Nel 1789 in Francia scesero in piazza coi forconi e decapitarono il Re, per molto meno.Noi oggi cosi "evoluti" non siamo più in grado di fare altrettanto.

https://droghe.aduc.it/articolo/droghe+guerra+persa+costo+della+sicurezz...
"...Se si pensa che attorno agli anni 2000 il mercato era stimato attorno ai 50 miliardi di dollari, di cui 25 erano il solo valore del mercato della cannabis, si può delineare meglio la portata del fallimento della guerra alla droga. Un attento tentativo di manipolazione dei numeri, per distogliere l’attenzione pubblica dalla dimensione inimmaginabile del problema. Per la politica, la più “bella bugia” da raccontare; la guerra alla droga “serve” per combattere la droga.

Tornando ai soldi che il governo spende per contrastare il traffico di droga, oltre ad evidenziare delle stime ufficiali non attendibili, si evidenzia un fallimento clamoroso nella capacità di contenere i danni sociali di una sostanza dal basso impatto sull’individuo come la cannabis a favore della diffusione di sostanze più dannose per i cittadini e più remunerative per il crimine come eroina e cocaina.

Infatti la sostanza che impiega maggiormente le forze dell’ordine è la cannabis e i suoi derivati; circa l’80% dei sequestri riguardano infatti questa sostanza...."

La mia idea è molto semplice e lineare, credo.
Il commercio di alcol e tabacco è gestito da organismi privati, non pubblici (società che si arricchiscono lecitamente danneggiando la salute pubblica).
Io penso che qualsiasi ipotesi di legalizzazione di altre sostanze dovrebbe collocarsi sulla stessa falsariga, parallelamente prevedendo una tassazione (come per l'alcol e il tabacco) crescente e che questa venga destinata a copertura delle spese collettive che la sanità pubblica comporta in seguito all'uso voluttuario delle sostanze.
Qualcuno potrebbe richiedere che alcol e tabacco siano forniti dallo Stato? Non credo e non vedo perché dovrebbe essere altrimenti per altre sostanze.
Per me un principio etico ed economico irrinunciabile è che ciascuno faccia di se stesso ciò che crede, ma senza danneggiare altri, né gravare passivamente sulla collettività in relazione a proprie scelte individuali.
Saluti a tutti
Placido

Ciao,
giusto il tuo discorso.
Però credo che quando si parli di DROGHE, intese non in senso generico ma nello specifico caso di droghe pesanti, ovvero sostanze illegali in grado di dare forte dipendenza fisica e/o psicologica, e oggetto frequente di abuso, si debba andare oltre il principio etico ed economico.
O meglio, come avevo già scritto, io sarei favorevole a dare eroina di Stato, ma non intesa come soddisfazione gratuita di un piacere personale, bensì come sostanza di mantenimento a persone già dipendenti, ma non in grado o senza la volontà di smettere. In tal modo si riduce, per non dire che si annulla, il danno fisico, si azzera la pericolosità sociale, e questo è un vantaggio per la collettività, in quanto un malato di HIV, per dirne una, costa circa 1300 euro al mese di farmaci antiretrovirali, senza contare le spese giudiziarie e di polizia, sempre a carico della collettività, e che si azzerebbero con l'eroina di Stato.
In pratica si affronta un problema esistente e che non si può combattere, andando a creare un risparmio in termini economici per la collettività, e un miglioramento della salute per il tossicodipendente.

I “malati di HIV”, ovvero le persone contagiate, purtroppo sempre più spesso non costano nulla per periodi sempre più lunghi, semplicemente perché non esistono, nel senso che la malattia (AIDS) non si manifesta precocemente, a causa del tempo di incubazione spesso lunghissimo e al progressivo incremento degli inconsapevoli (ignari di essere sieropositivi, quindi ancora NON MALATI, ma contagiosi). Inoltre ormai il contagio HIV avviene quasi esclusivamente per via sessuale, quindi con la TD quasi non c'entra più nulla (se domandi a un 18enne cosa sia l'AIDS ti risponderà che è una malattia sessualmente trasmessa, mentre ai miei tempi era una punizione divina per froci e drogati). Mi sembra che meno del 5% dei casi di contagio avvenga tuttora per contatto di sangue.
Io rimango dell'opinione sopra espressa, relativamente all'inopportunità della distribuzione di eroina a spese della collettività e sono convinto che si potrebbe (e si dovrebbe) ovviare ai danni fisici delle sostanze e alla “pericolosità sociale” delle persone dipendenti in altro modo (le eventuali terapie private con eroina farmaceutica rimarrebbero comunque un'altra cosa, relativamente alla quale – in linea di principio - non avrei nulla da eccepire per i motivi già esposti, anche se non credo proprio che si arriverà mai a questo, per tantissimi motivi, fra cui la mancanza di interesse della classe medica per questa ipotesi). Fermo restando che la pericolosità sociale “del tossicodipendente” secondo me non esiste in astratto, perché ogni persona è diversa dall'altra e sono tutt'altro che pochi/e coloro che, nonostante gravi problemi personali correlati all'uso di sostanze, evitano di arrecare a terzi danni personali o patrimoniali.
Per me la categoria del “tossicodipendente” non esiste. Esistono PERSONE che hanno problemi che possono manifestarsi nella dipendenza da sostanze. Non a caso i SerT hanno anche cambiato nome.
Oltretutto ritengo sia estremamente improbabile che, salvo sporadiche esperienze a livello internazionale, la prassi della distribuzione di “eroina di Stato” possa prendere piede. E ciò per tanti motivi – non soltanto di carattere medico o giudiziario – relativamente ai quali non penso affatto che le persone in disaccordo siano solo retrograde e bigotte.

ragzzi, alla fine la politica la si fa a Roma, a Roma ci sono forze di alto livello che influenzano in modo discreto e discosto dagli occhi della pubblica opinione, le scelte a livello politico
.
L'impostazione attuale, e' assolutamente in fondo all'AGENDA di questo Governo, e lo stesso sara' nella prossima legislatura (che finira' nel 2027)
Se qualcosa dovessi muoversi, sara' nel decennio tra il 2030 e il 2040
e sono sicuro quanto sto scrivendo
.
Per ora sono solo opinioni tra noi, scambiate nell'unico spazio Web ancora attivo
Solo post sul web, ma non aspettatevi nessun cambiamento reale
LE FRIZIONI A LIVELLO DI GOVERNO, SONO BEN ALTRE.....
SPRED ALTISSIMO,
REDDITO DI CITTADINANAZA,
CONDONI FISCALI COMPLETI MASCHERATI (materia troppo tecnica per i non addetti)
IMMIGRATI
MANIPOLAZIONE VIA SOCIAL
.....e tanto altro; le droghe rimarranno cosi' come sono, e se ne parla sempre meno, sempre sempre meno, e quando lo si fa a livello di Mainstream.......solo aria fritta
.
Sugar

Ci sono priorità maggiori, e posso anche essere d'accordo su questo.
Ma pensa ad una cosa, in Germania la prostituzione rende 2 MILIARDI di euro l'anno di tasse pagate allo Stato, nella Piccola Olanda, allo Stato entrano 400 MILIONI di euro l'anno di tasse sulla cannabis (che tra l'altro è esente IVA), dici che in un momento come questo, queste entrate non farebbero comodo allo Stato?
Ma i nostri grandi luminari a Roma preferiscono alzare l'IVA, le accise sui carburanti o sul tabacco. Chissà poi perché..

Bee. 2030 potrebbe anche andare ( poi si vedrà )
Almeno quelle 7 persone a qui voglio bene e sicuramente
Tanti altri è
Hanno tutto il tempo di disintossicarsi è forse
Dimenticare. Son sicuro che 4/5anni fa avessero iniziato a
Distribuire eroina di stato controllata come in tanti desiderano (qualche anno fa io ero il primo )
Adesso saremo tutti morti. O forse qualcuno gia vecchio con la stampella. la matina in qualche centro di distribuzione aspettando la sua dose quotidiana e magari
Incalzato nero contro chi non gli aveva dato la possibilita di disintosicarsi e aveva permesso tutto questo

E magari il pomeriggio a comprarsi qualcos'altro in piazza perchè quella "controllata" non bastava.
Cosa significa eroina controllata? Controllata come quantità? Che se ne dà un tanto e basta? (e il resto si compra comunque al mercato nero?).
O controllata come qualità? Che tanto è pura e te ne fai quanta ne vuoi fino a dipendenze stratosferiche e assuefazioni totali?
Boh...

Ahahahh siquro che andrebbe
Così. Altro che spigola al sale
È andare a cercare il finocchio
Selvatico per le olive in salamoia Ahahah.

Ecco perchè ho detto che vorrei che la prostituzione fosse regolarizata,non per niente,come le droghe,tutte in farmacia con prescrizione o in coffe shop autorizzati.
Ma poi non siamo in Olanda ...e tantomeno in Olanda l'eroina viene erogata dallo stato,tranne che per le stanze del buco che proprio li sono attive : posti che trovo davvero utili ed interessanti...in questo modo stiamo parlando del tutto e del niente.
viviamo in un paese in default ,tutto va clamorosamente giù...up up up up up up up .....c è chi vuole così.
Non resta che emigrare o combattere sul campo...
coltivando il proprio giardino.
Anzi down non up

TPM secondo me quello che dici in logica di riduzione del danno è logico e giusto, ma l'ero di stato comporta una grossa responsabilità: il messaggio è che se diventi tossico poi lo stato sostiene la tua dipendenza. diventa un incentivo a diventare tossico...
io sinceramente anche se non ci fossero tutte le barriere di pregiudizio, politiche ecc se avessi la bacchetta magica per poter decidere quale soluzione adottare non saprei se scegliere la tua soluzione nè quale sia la migliore, non ne esiste una perfetta soprattutto per ogni paese: di sicuro creare condizioni molto più facili perchè i TD creino meno problemi per se stessi e per gli altri sono quello su cui si può lavorare in ogni caso e mi pare che anche qui siamo ben lontani dalla perfezione...
per il resto daccordo prostituzione e thc ritengo semplicemente assurdo che non siano legalizzati, davvero troppo troppo assurdo in primis perchè ormai troppa gente lo vuole, ma non è la gente che conta abbastanza a volerlo evidentemente...

ma l'ero di stato comporta una grossa responsabilità: il messaggio è che se diventi tossico poi lo stato sostiene la tua dipendenza. diventa un incentivo a diventare tossico...

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Perdonami, ma questo discorso lo posso comprendere da chi non ha mai provato l'inferno della tossicodipendenza, non da chi sa cosa voglia dire.
Noi dovremmo ben comprendere che la disponibilità della droga senza fatica, non è essa stessa motivo di tossicodipendenza.
Dipendere da una sostanza ti priva di tantissime cose, e relega la tua vita in funzione di essa. Io credo che nessuno sia "incentivato a diventare tossicodipendente" solo perchè la sostanza è gratis, anche perché all'inizio i soldi non sono mai un problema, lo diventano semmai dopo.
E credo inoltre che un tossico conclamato abbia un desiderio di smettere, che va oltre la semplice difficoltà a reperire la sostanza.
Ci sarebbe semmai da discutere sul fatto che l'eroina di Stato non è una cura, ma il mantenimento di una dipendenza, ma rimane una questione puramente etica.

ci sono vari motivi per cui uno può voler smettere.
l'inferno è il principale e se rendi l'ero disponibile, non c'è più l'inferno. l'inferno nasce dal fatto di essere guardati come appestati, di usare coca ed ero con un corpo privato di cibo e sonno, di perdere lavoro famiglia amici tutti i soldi, di vedere soffrire i propri cari, di fare cose umilianti che mai si avrebbe fatto in altre occasioni.
le tue motivazioni sono ottime, ma valgono per pochi secondo me...in fondo perchè non farsi se si può senza avere troppi problemi? se è tutto facile...lo dico in modo provocatorio, voglio solo discutere di cose che secondo me non hanno un'unica soluzione e che in ogni caso non risolvono mai il problema al 100%, non voglio dire che farsi sia buono e giusto.
partendo dalla situa attuale di sicuro la tua soluzione, oltre che essere il mio sogno, risolve di sicuro tantissime cose e rende la nostra vita non un inferno.
però dico che dal momento un cui lo stato inizia a darla, ogni nuovo TD potrebbe diventarlo perchè vede la cosa davvero facile e senza problemi...per questo è una bella responsabilità...già non si prendono quella di legalizzare il thc putt. eva!

No, non la vedo proprio cosi.
Il dipendere da una sostanza, comporta enormi svantaggi, non puoi muoverti, devi rimanere legato ad un posto ed un luogo, ecc ecc.
Io per esempio, non ho alcun problema a procurarmi Ossicodone e Morfina, e per la maggior parte non lo pago neppure, però ho un forte desiderio di smettere lo stesso.
Comunque abbiamo un esempio pratico di distribuzione di eroina di Stato, la Svizzera e l'Inghilterra, e non mi pare che il numero di tossicodipendenti sia aumentato, anzi.

Ragazzi voi che fatte? Io esco. Vado in un locale qua
Vicino. Ce un gruppo gez
Molto bravi.
A più in là...

Nella facebootica manipolazione via social...
stamattina mi sono imbattuta in un proverbio africano di tutto rispetto ...
Per noi tossicodipendenti che vogliamo SEMPRE tutto e subito
mettere radici profonde e con la grazia del tempo dovuto ...
porta nell unica direzione della consapevolezza.
Anche sui social si può fare una scrematura di ciò che serve
come nella vita .

"Ciò che cresce lentamente.....
Mette radici profonde....."

Buone H24 a tutti !!!

Ah ..ps.
Per me l eroina anche ,come tutte le altre droghe ,dovrebbe essere regolarizzata.
Regolarizzata non significa che lo Stato si dovrebbe assumere la responsabilità della tossicodipendenza di tutti ...che poi comunque già lo fa ...erogando litri di metadone,pasticche e pasticchette sintetiche...
Regolarizzata significa che ognuno dovrebbe comprare regolarmente la propria dose in qualsiasi posto dove vogliate anche al supermercato ,dove si compra anche il Dixan.
Le stanze del buco dovrebberro essere ristrette,come già lo sono in altri posti,ai casi disperati,quelli irrecuperabili ,tenuti sotto controllo.
Questo spazzerebbe via non solo il taglio e tutto lo schifo aggiunto ma spazzerebbe via a tanti anche il desiderio di fare qualcosa ^contro le regole^ ,spazzerebbe via la cosa che sta al di sopra di tutto ...quello che muove tutto questo meccanismo perverso... la vogliamo chiamare mafia ? Allora chiamiamola così...
Chiamatelo come vi pare il male ,l'insoddisfazione che regna ....l ignoranza in cui vogliono per forza farci sguazzare.
Ci nutrono di contentini che non ci bastano.
E poi inondano le strade di alternative.
La droga come tutti gli altri buisness clandestini sono parte di un buisness troppo ampio.
Un buisness che comprende anche la concettualità in sè.
Il trauma.

Ca.... fri ? È io ti avevo incluso tra quelle 7
Persone che io voglio bene. Che delusione
Così di primo mattino.
Cmq fino al 2030 ce tanto tempo.
È se ci arrivi bella pulita come dici di essere
Vedrai che cambierai anche idea
Felice giornata a tutti.. per davero

Secondo me tu sostieni una cosa molto interessante, nella sua contraddittorietà, Free. Sostieni che, da un lato, in materia di sostanze, la Regola dovrebbe consistere nella completa mancanza di Regole specifiche (quindi libero commercio di qualsiasi sostanza anche al supermercato). Ma nello stesso tempo sostieni che questo scoraggerebbe dal fare cose “contro le Regole”.
A me sembra che tu consideri due livelli diversi: da un lato quello delle Regole Convenzionali da eliminare. E poi un altro livello, forse di Regole Sostanziali, che si riaffermerebbero proprio cessando la voglia di trasgredire le prime.
O forse ho capito male?
Buone 24H anche a te

Io penso in base alla mia esperienza.
Quello che non mi è bastato l'ho trovato nel fare cose contro le regole , ero soddisfatta di andare sotto le basi ,fare la fica e passare per prima nella fila ,essere contro il sistema o quello o questo ,ect.
In realtà ero semplicemente contro me stessa.
Togliendo il gusto di fare qualcosa qualcosa che va contro, giusto per andare contro, secondo me si toglierebbe la base di uno dei primi meccanismi che scatta nella testa di un tossico ,precedente a quello dell'insoddisfazione personale.
E poi scusa Placido...
chi lo ha detto che comprare Eroina al supermercato sarebbe la mancanza di regole specifiche?
Queste regole specifiche chi le ha scritte ? Chi ha messo questi limiti? C'è un documento che stabilisce che vendere Eroina sia peggio che vendere il DIxan?
O forse non è semplicemente un preconcetto che ci hanno inculcato...
Ci sono persone in America che si sballano sniffando il Dixan e allora ?
Il libero arbitrio forse lascerebbe spazio alle masse di poter scegliere liberamente.
Forse sto scrivendo cazzate non lo so
sono solo pensieri che vengono fluidi...

Beh, secondo me tutto può essere messo in discussione. Non vi trovo nulla di male, anzi. Comunque trovo che sarebbe molto strano acquistare liberamente eroina al supermercato e invece dovere andare in farmacia con specifica ricetta per acquistare gli antibiotici, ad esempio.
Intendo dire che vendere eroina al supermercato significherebbe radere al suolo tutto il sistema di controlli sanitari, clinici, farmacologici, scientifici, professionali, di cui la società si è dotata per tutelare la salute pubblica. Forse in modo eccessivamente burocratico.
E comunque per me le Regole Sostanziali sono più importanti di quelle Convenzionali, se mi è consentita questa definizione.

Secondo voi... se l alcol fosse illegale... ci sarebbero più o meno alcolizzati in giro?
Io non sto parlando di espellere problema ma di ridurlo.

secondo me la tua proposta di regolarizzare l'ero è tutt'altro che una follia, almeno ci si dovrebbe riflettere sopra. però sinceramente l'alcol è una droga diversa: l'alcolismo è anche peggio della TD da roba, però la differenza è che il 95% delle persone usa e non abusa di alcool. la stessa cosa non sarebbe possibile con coca ed ero.
poi alcool può essere anche tante cose belle e naturali: vino, terra, agricoltura, sapori e odori ecc. simil cosa potrei dire x il thc. soprattutto l'alcool promuove la socialità: tutti, anche gli astemi, escono a bere qualcosa la sera!
solo riflessioni, ripeto che la risp giusta non è facile secondo me.
di sicuro agire in logica di riduzione del danno è il primo passo, poi l'esperienza insegna come per ogni cosa. prima di ero di stato, regolamentazione ecc ci sono tante cose che possono cmq rendere la vita del TD non un inferno...partire da queste sarebbe già un miracolo!
ciau!

Ma si legalizziamo sto veleno che mi ha rovinato la vita dai . Si magari la porto anche a mio nipote come no !? Bisogna combattere la dipendenza non aiutarla , i Sert dopo un po' grandi come i centri commerciali diventano hahaha

Infatti finora combattendola abbiamo raggiunto risultati favolosi eh?

Consiglio a tutti la lettura di questo interessante articolo: https://www.vice.com/it/article/59eqqk/portogallo-droghe-legalizzazione-...

ecco appunto mi spieghi una cosa per favore? io trovo questo un esempio molto positivo, basato sulla riduzione del danno ma senza dare ero di stato e dando invece semplicemente metadone cure e assistenza. insomma già qui cè la prima forma di apertura di cui parlavo sopra rispondendo a Free.
ma la mia domanda è: alla fine di per sè che differenza cè con l'Italia? a parte che manca quello che ho scritto sopra, che non è poco ok, ma di per sè non è depenalizzato uguale a noi? direi di si vero?

Ciao,
il punto non è tanto la differenza con l'Italia, che in questo caso è minima (anche in Italia non è reato penale l'uso personale, anche se in portogallo le quantità considerate come uso personale sono più alte), bensì la differenza che c'è stata tra Portogallo proibizionista e Portogallo antiproibizionista.
Prima per il semplice possesso venivi arrestato, ed il Portogallo aveva il numero più alto di eroinomani d'Europa, dopo la depenalizzazione è adesso uno dei paesi col più basso numero di eroinomani d'Europa. Lampante esempio di come più si proibisce una sostanza, più soldi (pubblici) si spendono in questa lotta, e peggiore è il risultato finale.
Se si parla di Eroina di Stato si deve prendere come modello d'esempio la Svizzera, che la somministra fin dagli anni '90.
C'è però da dire che è difficile fare un confronto realistico, perché in Svizzera sono diminuiti gli eroinomani dagli anni '90, ma questo è successo in tutta Europa, dato che dopo il boom degli anni 80-90 il consumo si è affievolito ovunque, e inoltre essendo l'unico Stato Europeo a distribuire eroina di Stato (in altri ci sono in corso esperimenti ma nulla di ufficiale), molti TD si sono spostati in Svizzera da altri paesi, falsando i dati, oltre al fatto che sono diminuite le Overdose e le malattie associate alla TD, dunque gli eroinomani non muoiono prematuramente, come in altri paesi.

ah ecco grazie mille ora capisco quanto davvero siano cambiate le cose, in meglio per tutti, in Portogallo.
Anche il discorso sulla Svizzera non fa una piega, è un paese a sè quindi può darsi che in un altro paese funzioni una cosa leggermente diversa. di sicuro quello che non funziona è la demonizzazione della dipendenza, poi quale sia la migliore logica di riduzione del danno magari non è così scontato da capire ma se si agisce ricercandola di certo si migliora.
credo che per quanto difficile da ammettere arriverà il momento che gli USA, il paese delle contraddizioni, non potrà più nascondere il mostro che si porta sulle spalle e allora forse guarderà oltreoceano: il Portogallo insegna...
ciao!

https://www.sanpatrignano.org/il-ministro-fontana-la-droga-fa-schifo-non...
.
" Una persona che governa dovrebbe tentare di governare come un padre di famiglia, cercando di evitare che i figli facciano uso di droghe. Se una cosa fa male non capisco come mai dovremmo renderla accessibile"
.
.
________________
DA LEGGERE SOPRA CON ATTENZIONE
dovrebbe partire da lui ogni iniziativa politica
il resto sono discussioni su un Forum, opinioni, secondo me corrette
Ma
REALISMO
PRAGMATISMO
mi fanno leggere quanto sopra
.
Forse tra il 2030 - 2040 cambieremo (PARZIALMENTE) rotta .......sicuro non prima
.
Sugar

ah si si Sugar vero qua siamo nel mondo dei sogni...ne parlo solo per capire cosa ne pensano gli altri, quale sarebbe la situazione "utopica" perchè ripeto parliamo di una cosa che va verso la riduzione, non eliminazione, del danno NEL MIGLIORE DEI CASI.
poi sì purtroppo la realtà dice che prima di arrivare, se mai si arriverà a quella situazione, cè tantissimo lavoro da fare e moltissimo tempo ha da passare.
io intanto guardo al lato positivo: se fossi nato in USA sarei già in prigione...mi è andata bene così tante volte che mi sembra un insulto lamentarmi, quindi in fondo penso a sopravvivere dove sono con i mezzi che ho. oltre si può sognare finchè si vuole ma sempre qui siamo :)

Io ribadisco quello che ho sempre espresso su questo forum e cioè che, a prescindere dagli episodi, dalle teorie parziali e dalle particolari esperienze in questo o quel paese, il mondo non cambierà mai per fare spazio a tossici ed ex.
Oltretutto, stante la peculiarità della materia, non esistono - e molto verosimilmente non esisteranno mai - dati utili e conoscenze definitive per avvalorare universalmente questa o quella ipotesi.
I principi cui mi riferisco penso di averli espressi chiaramente, mi sono stati utili e penso possano essere utili ad altri. Per il resto, penso sia più opportuno che ciascuno pensi a salvaguardare il proprio culetto, possibilmente tirandosi fuori da queste storie, nei modi e nei contesti adeguati, piuttosto che inseguire chimere.
Buona serata a tutti
Placido

Una vita in trappola

Non è detto

Anche io credo che tra l'Italia e l'america ci sia un collegamento diretto,nonostante l'Italia sia come una piccola regione di fronte alla grande mamma America.
Quando Trump fu eletto io feci un gran tifo per lui, ma adesso ho rivalutato anche quest' idea.
Il proibizionismo... mi spiace per chi lo utilizza come metodo efficace... ma é il metodo che ha esattamente l'effetto esatto opposto a quello della riduzione del danno.
È per stabilire che il proibizionismo è anti riduzione del danno non c è bisogno di chiamare in appello illustri scienziati...
basta raggruppare 4-5 tossici seduti a cerchio, farsi spiegare le basi spicciole della tossicodipendenza... è se ne arriva a capo in un ora esatta di colloquio.
Ma come ho scritto ieri... il business della droga fa leva anche su un discorso concettuale.,non solo pratico.
A nessuno è mai venuto in mente che il proibizionismo é un ottima maschera di persona per bene, pulita, sistemata, intergerrima, cattolicissima... dietro la quale é molto ma molto comodo mascherare chili e chili di puppu'...
Se noi poveri insulsi tossici riusciamo ad arrivarci così serenamente e facilmente... perché chi ne sta a capo fa orecchie da mercante?
Di tossicodipendenza non si parla più, certo fa comodo.
Fa comodo tutto, è tutto molto comodo così.
Ghettizzare e accantonare e fare orecchie da mercante.
Inculcare e seminare il male di vivere nel silenzio...
La concettualita' è alla base di tutto molto probabilmente.
Chi ci arriva... I fortunati tossici che lo capiscono mettono il proprio culo al riparo...
Al riparo non dalla droga... ma dal concetto in sé di 'mal de vivre'.

Oltretutto tenderei a escludere che le “opinioni tossiche”, relativamente alla regolamentazione delle sostanze, possano avere un effettivo impatto sulle politiche socio-sanitarie e relativi assetti giuridici in materia. Rimarranno sempre perlopiù “parola di tossici” e in quanto tali poco attendibili per definizione, né significative.

Potranno essere raccolte, utilizzate e magari amplificate (non voglio dire strumentalizzate), in un senso o in un altro, da chi ha interesse a che la gestione pubblica o privata delle sostanze sia orientata in un modo piuttosto che in un altro.

Motivo per cui io ritengo molto saggia la posizione di NA, che non prende posizione, né esprime opinioni riguardo le questioni di cui si tratta.

Buona giornata

Spero non me ne vorra' ne chi ha aperto la discussione ne nessun altro se dovessi andare out-topic agganciandomi a questa discussione.
Passatemi il pragmatismo, se potete, ma non ho intenzione di parlare di anti o di pro perché come ho letto e condivido in toto chi ha questo tipo di problemi e' bene che prima di tutto in un modo o nell' altro pensi a salvare le proprie chiappette bruciacchiate, poi eventualmente una volta fatto si potra' parlare anche del resto, ma tanto pour parler.
Nel periodo storico attuale forse meglio un male certo ma almeno ben conosciuto piuttosto che uno di cui non si sa ancora nulla dove potrebbe rivelarsi peggiore la cura del male stesso.
Non scordiamoci che neanche tanto lontano da noi, basta rivolgere lo sguardo ad un cert Est Europa, che non e' un altro mondo, la cura per i TP piu' indigenti e' e resta metterli al gabbio e se nel frattempo tirano le cuoia e' solo un peso di meno per la brava gente.
Solo 2 parole 2 sui SerT perché ogni tanto leggo che per alcuni sono quasi una specie di consorteria che tiene la gente per le p@lle somministrandogli a vita pasticche e quant' altro.
Non so da altre parti, li allora mi chiamo fuori, ma da me almeno non hanno mai cercato le persone per la strada o costretto nessuno a prendere qualcosa contro la sua volonta' o sciogliendoli qualcosa di nascosto nella minestra come faceva con l' antabuse quel genio incompreso di mia zia con suo marito quando beveva, roba da mandarlo al creatore anticipatamente.
Al Sert e' vero che spesso qualcuno ci si va perché al momento resta l' unico spiraglio a certe situazioni, e meno male aggiungerei, ma non si va' su invito, resta pur sempre una scelta personale.

no ma ragazzi è ovvio che penso al mio culetto, mai pensato che scrivendo qualcosa qui in modo anonimo in un gruppo di TD potessi far partire la rivoluzione. ripeto mi interessava solo capire quali opinioni ci sono riguardo soluzioni di riduzione del danno. tra l'altro soluzioni che vengono applicate in alcuni paesi e che non sono un sogno. inoltre le cose cambiano, così come è successo in molti paesi, magari lentamente e non sempre subito in meglio ma cambiano.
d altra parte qui si dice di voler aprire nuove discussioni su argomenti interessanti: su un forum sulla droga questo mi sembra interessante, però se avete altro che lo è di più... di sicuro le opinioni tossiche valgono poco per chiunque non lo sia: io sono un tossico e ho la supponenza di non ritenermi per questo un povero coglione, ritengo di poter esprimere le mie idee, e mi pare di farlo sempre con rispetto e con umiltà visto che chiedo opinioni che vanno a integrare le mie.
state ben tranquilli che non vado in giro con un cartello in fronte con scritto: viva l'eroina...anzi mi nascondo bene bene. e soprattutto ho cose più importanti a cui pensare e da fare.

Anche io ho cose più importanti da fare o da pensare,eppure il mio interesse si sposta sempre qui.
Perchè qui posso mettere in pratica quello che dopo 43 anni finalmente sto imparando nella speranza che qualcuno di molto intuitivo lo legga.
Fino a poco tempo fa con la caldaia rotta e la macchina sfondata da un fenomeno meterologico sarei impazzita,avrei incominciato a sbattermi e strepitare,bestemmiare e prendermela con chiunque ,oggi sono molto calma,sono protetta da una certa serenità.
Ho gli occhi molto lucidi ,la pelle talmente rilassata che ieri al lavoro mi hanno chiesto ( e tutti mi chiedono) cosa ho fatto al viso,se ho fatto un trattamento.Anche il mio dolore al colon è sparito ,prima ero talmente incazzata che ero costipata.

Gli volevo rispondere che ho usato la crema miracolosa dei Narcotici Anonimi che è gratuita e non la puoi comprare da nessuna parte...ma non posso dirlo al mondo.

Ma qui si.
Ma qui posso portare la mia testimonianza e continuerò a farlo.

Un tossico in via di guarigione metterebbe questo Mondo in riga...
Certo che non fa piacere saperlo.
Siamo ghettizzati...
Dobbiamo nasconderci e metterci vergogna.

Ho una infinita' di dipendenze, dipendo per es. dal denaro tramite un lavoro pluriquarantennale, dalla banca tra mutuo sulla casa e prestiti saltuari, dalla auto, a rate anche quella, da un medico per terapie personalizzate, in qualche modo persino dalla famiglia in quanto devi sempre esserci ma soprattutto con i figli devi sempre esserci come presenza attiva di riferimento.

Per tenere insieme tutte queste e diverse altre che sono a tutti gli effetti dipendenze concatenate, non saprei come altro definirle, (Necessita obbligatorie? Vita di tutti i giorni? 'mal de vivre' come ho letto sopra?) avevo trovato il collante perfetto per renderle perlomeno sopportabili, le sostanze, che tutto sommato sembravano un buon compromesso e che poi con il metadone a mantenimento hanno trovato conferma, hanno raggiunto lo zenit del compromesso.
Negli anni di mantenimento, saro' stato anche fortunato, ma neanche un raffreddore, lavoro, famiglia, piu' o meno tutto alla grande e chi ti ammazza?
C'era un prezzo da pagare, come vendere l 'anima al diavolo, di questo ero ben cosciente, ma quando e' che non c'e' un prezzo da pagare? Ed io ero disponibile a pagarlo tutto e di piu', non chiedevo altro.
Non sono pentito, semplicemente e' andata cosi, per me la TP era proprio un modo di vivere o come dicono quelli bravi quando si tratta di cambiarlo, uno stile di vita.

Non credo di essere un masochista come per tutti ci sono stati anche bei momenti e a quelli ti appigli.

Parlo al passato ma forse dovrei parlare al presente in quanto dopo oltre 40 anni di dipendenze intervallate, per fortuna o per necessita', con periodi piu' o meno lunghi sono solo al 44 giorno di astinenza totale, quindi niente, il difficile viene dopo e questo lo so per certo, non si cancellano decenni solo con i buoni propositi.
A tal riguardo sto facendo delle cose sulle quali non mi dilungo.
Invece ho promesso a mia figlia, minorenne, che la prossima estate la accompagnero' all' estero per perfezionare la lingua Inglese, io e lei da soli per la prima volta ed in prospettiva con la mente gia' mi vedevo nascondere qualcosa, come gli sfig@ti per capirci, in qualche orifizio o nelle suole delle scarpe per il viaggio ed una volta a destinazione trovare scuse per uscire da solo in caccia ed allora mi sono reso conto che forse era il caso di darci un taglio.

Come vedere qualcun altro che pero' sei tu in un film di orrore quotidiano, ti vien da chiederti: possibile che non ci sia altro.

P.S. Non era mia intenzione pensare al culetto degli altri, se sono stato frainteso mi scuso, e' che egoisticamente al momento fin che non staro' meglio sono troppo preso dal mio e questo forse falsa la percezione che posso avere su certi argomenti che PERSONALMENTE ora come ora sento distanti, in futuro chissa, magari, tutto qui, ma il fatto che non mi ci identifichi e' e resta legato ad una mia situazione contingente, anzi, un poco vi invidio pure per la lucidita' che riuscite a metterci.
Magari siete un passo oltre, ci sta'.
Quando sei preso dal concreto, che stai mettendo in discussione tante cose, per chi ci e' dentro le teorie futuristiche sembrano lontane, Voi dovreste forse comprenderlo meglio di chiunque altro.

Come sta reagendo il tuo fisico ? Anche io ho smesso con tutto da alcuni mesi ma ancora ho una fiacca bestiale e problemi intestinali che spero passino presto .

Willy cosa pensi che io non sia presa dal concreto?
Che lo sei solo te?
Io ho una figlia in istituto ,presto sarò davanti ad un Magistrato che mi giudicheà capace o meno di essere una madre.
Come lo chiami questo se non essere preso dal concreto?
Da sola completamente sola ogni giorno mi faccio quasi cento chilometri per andare ai gruppi
in più lavoro ,mi occupo di ....
In una vita che si rispetti che si possa definire tale
non c è spazio per le sostanze,il vino,le pasticchette,le stronzate che già hanno avuto abbastanza da me,si sono già prese metà della mia Vita.
Vivere la vita significa rispettarla e rispettare e amare innanzitutto se stessi.
Amare se stessi significa capire dov è il problema di fondo.
Per capire dov è il problema di fondo devi scavare e devi soffrire,
se no non ne esci.
Altro compromesso è L UMILTA e L APERTURA MENTALE.
Si forse sto un passo avanti a te.
Ma quel passo puoi farlo pure tu
Lo possono fare tutti.

Per capire dov è il problema di fondo devi scavare e devi soffrire,
se no non ne esci.
L unico compromesso è L UMILTA e L APERTURA MENTALE.
Si forse sto un passo avanti a te.
Ma quel passo puoi farlo pure tu
Lo possono fare tutti.

-------------------------------------------------------------------------------------------------

Grazie free, dico davvero, se sono qui e' per provare ad imparare da chi ci e' passato e la schiettezza, il mettersi a nudo come fai tu al momento non e' certo il mio forte, ma con l'esperienza potrei persino provarci.
Vorrei farlo ma ancora non ci riesco, troppi fantasmi bussano alla testa.

I fantasmi li puoi sconfiggere ,due mesi fa stavo come te e non usavo più quasi niente per giunta.
Qualche botta di coca saltuaria.
Ce la puoi fare ... psicanalisi o gruppi di supporto.
Se non lo vuoi fare per te almeno prova a farlo per tua figlia.

Assolutamente, anche perché la cosa ultimamente e' diventata cosi pengia, dover imboscare il meta in casa, inventare scuse per giustificare le puntate al Sert, nascondere i flaconcini durante le vacanze, ma soprattutto dover mentire ed ingannare chi ti prende come esempio e ti vuole bene, una vitaccia.
Fin che ero solo o fin che era piccola (per motivi che non sto' a spiegare fino a poco tempo fa' abitava con sua madre in una altra citta') ancora ancora poteva andare ma adesso sono io il primo a provare una certa vergogna.
Ma che te lo dico a fare, da quel che scrivi sai benissimo di cosa parlo.
Forse troppo abituato a pensare a me stesso per primo, non va' bene.

No non puoi fare questa vita.
Cerca il numero di riferimento dei Na della tua città.

Va' che dipende dalle giornate.
Smettere alla mia eta', come ho fatto in passato ciclicamente anche per un paio di anni nel momento piu' lungo, piuttosto che a 30 a 40 o anche a 50, sara' anche scontato, se non succede a te, ma non e' certo come smettere agli attuali 60.

In passato, tranne ai 40 dove ero praticamente rinchiuso e me l' hanno fatta togliere a forza di sberloni o quasi, (ma li stavo andando fuori di testa, ero, meta ed alcool) non e' stato poi cosi un trauma.

Star male sai che devi star male, non potrebbe essere diversamente e una volta accettato questo te ne fai una ragione e la sofferenza sembra una cosa quasi normale, il ticket per il pedaggio.

Se non hai un obiettivo piuttosto, allora si che diventa tutto piu' difficile perché nei momenti piu' cupi potresti anche chiederti ma chi me lo fa' fare.

Per venire ai sintoni, i soliti, ancora non dormo, o meglio hai sonno quando non dovresti, magari al lavoro, (che cos' hai, non stai bene?) in bocca sembra di avere una protesi ballerina, sesso manco in punto di morte e due ganasce per auto alle gambe.

Ho perso 6 Kg. in 20 giorni ma adesso ne ho recuperati almeno 4, faccio tante docce per lavare via il sudore da equino e ho sempre fame , niente allo stomaco, almeno quello mi e' stato risparmiato.

Non prendo niente perché avendo provato in passato con me gli scalari non funzionano ne tantomeno le pastigliette per dormire o gli integratori.

A 60 anni tosta la cosa veramente io 43 e fatico a riprendermi spero che tra massimo altre due settimane ne vengo fuori perché inizio ad essere stanco , ma almeno spero sia l' ultima volta e la faticaccia mi ricordi quanto sia brutta quando starò bene tenendomi lontano da tutto.

willy mi sembri davvero una brava persona e scrivi con molto rispetto e modestia. mi spiace per la tua situazione, come molti qui cosa vuol dire costruire montagne di stronzate...spero che le tue reggano e soprattutto che riesca nel tuo intento: se sei deciso e hai buone motivazioni ce la fai, anche se come dici tu stesso farlo a 60 anni devono essere buone davvero e poi secondo me se non bastano vuol dire che proprio non sàdafà.
ovvio che pensi al concreto, mica ti devi scusare, stai male e devi pure nasconderti. per forza sono tanto bello io a fare discorsi utopici qui adesso, non sto male, così sono bravi tutti non è che gli altri sono avanti a te. ti illudi di essere indietro tu, ma quando starai meglio ti ricorderai che sei una bella persona.
tanti auguri per tutto!