Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

smettere di bere.

Ciao, sono nuovo di questo sito. Scrivo perché ho un problema con la gestione dell'alcool. Tendenzialmente, tranne pochi casi, non bevo mai durante l'arco della giornata ma da qualche tempo provo una irresistibile voglia di bere a cena. Purtroppo questa volontà alcoolica non si limita a poco, oramai abuso liberamente di 1 litro/1 litro e mezzo di birra a sera oppure mezzo litro di vino. Qualche volta a queste bevute aggiungo anche uno o due bicchieri di superalcolici. Questo abuso mi provoca una fortissima sonnolenza e non di rado è seguito da lunghe dormite sul divano o addirittura mi scopro con la testa ciondolante sul tavolo. In alcune occasioni ho provato  a smettere ed ho notato che l'assunzione di sostanze zuccherate (aranciata o coca cola) prima della cena giovano parecchio ad inibire la voglia di alcolici ma non sempre sono sufficienti. Uno dei miei principali problemi è legato alle amicizie che, completamente insensibili al mio problema, mi spronano a bere al suono di: "Ma dai! solo un bicchiere" ed invece per me un solo bicchiere purtroppo diventa solo il primo di una serie. C'è qualcuno che ha esperienze come la mia e può darmi qualche consiglio? Grazie.

Commenti

Vai su google e digita

ALCOVER
.
https://farmaci.torrinomedica.it/alcover/
.
Sugar

Grazie per il consiglio, però vorrei evitare farmaci e trasformare la dipendenza da alcol in dipendenza da farmaci.

Vorrei riuscire a parlarti di persona, ma spero di trasmettermi la mia esperienza. Lo farò sinteticamente per non annoiarti. Ho 38 anni. Quando ne avevo venti ero in perfetta salute, avevo una ragazza, avevo iniziato l'università ed ero sicuro di finirla. Ho iniziato a bere. Prima nel fine settimana, poi quasi tutti i giorni. Dopo due o tre anni, in cui stavo ancora bene e riuscivo a studiare ed avere apporti normali con la gente, ho sentito che qualcosa non andava. Come stai dicendo te. Ma anche io avevo gli amici che mi dicevano "cosa vuoi che sia? Non farti problemi". Dopo altri due o tre anni bevevo tutti i giorni, perchè non potevo farne a meno. Mi tremavano le mani. Stavo alzato fino all'alba sennò non mi addormentavo. Quindi poi dormivo tutto il giorno. Prima che me ne rendessi conto, avevo lasciato l'università, la ragazza. Tutto. Vivevo nel mio mondo pensando che tanto ero giovane. Ora sono passati anni. Ho smesso di bere con estrema fatica, e ancora non ne sono del tutto fuori. Università non finita. Tanti lavori iniziati e poi lasciati. Ragazze non ne parliamo, da tempo. E riguardo quegli amici che mi dicevano "bevi cosa vuoi che sia" ora alcuni sono morti. Altri stanno di molto bene perchè per loro l'alcool non era un problema, per me invece si. Ma lo capisco adesso. Ti prego di ascoltarmi: se senti dentro di te che l'alcool ti sta cambiando, lascia subito. Fai quello che devi fare: manda in culo gli "amici" se necessario. Ma non rovinarti la vita con quella merda (e lo dice uno che l'acool lo ha amato tanto). Poi ti ritrovi che sono passati anni e devi cercare di ripartire. E quel tempo non le recuperi piu'.

Grazie mille. Le nostre esperienze per un certo senso si incrociano: anch'io ho mollato l'università ed ho difficoltà a far durare i rapporti con le donne, anzi molte volte mi sono reso conto di frequentare donne che non mi interessano per nulla ed in tutte queste occasioni non sono lucido. Pure le carriere lavorative si assomigliano molto. Seguirò il tuo consiglio e ti ringrazio moltissimo per la testimonianza che mi hai lasciato, mi sono rivisto in te. Grazie ancora e buona fortuna per il tuo percorso, mi farebbe piacere sapere come procede il tuo e se hai qualche "trucco" per tenerti lontano dagli alcolici, io ho cominciato eliminando da casa qualunque bottiglia, lattina o altro, oggi è il mio (ipotetico) secondo giorno di astinenza e per il momento mi sento determinato e forte.

Mezzo litro di vino al giorno sono l'equivalente di 3 bicchieri, un consumo non certo sano ma neppure esagerato.
Basta solo un po' di forza di volontà, e magari cambiare giro di amici, e puoi smettere senza alcun problema.

Grazie molte per l'incoraggiamento, ce la sto mettendo tutta.

Nella mia esperienza ti dico innanzitutto che gli amici che,di fronte a una tua difficoltà, minimizzano o addirittura invogliano, non sono amici. A me è capitato uguale,quando ho cominciato ad aver lo stesso tipo di preoccupazioni riguardanti abuso di alcol che mi fosse detto "ma perché, pensi che il tuo problema sia qualche bicchiere?" insomma tenere le distanze da questi tipo di persone è fondamentale,ma non basta. L'alcol è pericolosissimo perché così facile da reperire e così alla portata economica di tutti. Se senti che la situa ti sta sfuggendo di mano tu consiglio di provare gli alcolisti anonimi della tua città, Non credo tu abbia bisogno già di assumere farmaci come alcover stando ai consumi che riporti.
Un abbraccio

Grazie molte per le tue parole. Onestamente ho scovato questo sito mentre cercavo il modo di contattare gli alcolisti anonimi. Non lo nego: mi vergogno di me e temo di incontrare qualcuno che conosco nel rivolgermi ad una struttura per risolvere la mia dipendenza. Non ho esperienza, sai come potrei interfacciarmi con gli Alcolisti Anonimi? Grazie in anticipo

Su internet trovi i telefoni

Come contattare gli A.A ti è stato già indicato,io vorrei solo dirti di non vergognarti, perché starai a contatto con persone simili a te per esperienze. E poi sicuro se il bere diventa un problema ci saranno episodi che tu faranno provare più vergogna...buona vita!

sai come potrei interfacciarmi con gli Alcolisti Anonimi?
______
digiti
Nome della tua città e Alcolisti Anonimi
.
Compare un num di cellulare....chiami e ti risponde il coordinatore regionale......e ti spiega il tutto
________
Domani sera io ho la Riunione a
N.A. (Narcotici Anon).....mi trovo davvero bene e ho
INTERIORIZZATO
e capito uno dei principi chiave dei gruppi di Auto-Aiuto :

IL VALORE DI UN DIPENDENTE CHE AIUTA UN ALTRO DIPENDENTE NON HA EGUALI A LIVELLO UMANO E TERAPEUTICO
______
È verissimo, è stra-vero
Sug

CHEWIN
.
rileggendo pero' le quantita' che descrivi nel post di apertura, non mi suonano come quantita' da alcolista
Pero' per l'amor di dio....se la cosa ti crea disagio fai bene a cercare soluzioni
MAI MINIMIZZARE UN DISAGIO
.puoi provare le Riunioni, forse metteranno in moto il meccanismo che ti aiutera' a smettere
....
Ma credimi, se la dipendenza e' piu' psicologica e "di-abitudine" che non effettivamente fisica, qualche farmaco, preso per qualche mese, puo' servire
a rilassarti
a cambiare abitudini
a cambiare giri
a non finire ogni sera nel solito bar, .........il dopo cena.....etc etc
.
Alcolista o Dipendente nasce anche dallo stato d'animo che ti crea l'assunzione della sostanza, se tu ti senti tale, o comunque a disagio, prova le Riunioni, ci vuole un po' di tempo e frequentare il piu' possibile per entrare nel meccanismo
.
Basta una telefonata e partire
In bocca al lupo
Sugar

Ciao Sugar,
quello che mi terrorizza è l'enorme difficoltà che incontro a non bere alla sera. Magari le dosi non sono elevatissime ma credimi: è difficilissimo farne a meno. A volte riesco a tenere duro fino alle 20/21, ma è una sofferenza, sento che ho bisogno dell'alcool. Recentemente sono riuscito a starci lontano qualche giorno ma poi ci ricasco e torna tutto come prima. Mi sento debole. Ringrazio cmq te e tutti quelli che mi hanno fornito aiuto, credo che contatterò gli AA della mia zona (abito in campagna) e proverò ad affrontare un percorso con il loro supporto.
Ricambio gli auguri, spero che un giorno saremo tutti liberi da queste dipendenze.

Guarda te lo dico per esperienza nessuno di noi adulti e preciso adulti sarà mai libero da queste sostanze
E da questa esperienza di dipendenza .......perché anche tra vent'anni ......anche se avremmo smesso tutto saremo sempre tossicodipendenti o alcolisti
che non usano da vent'anni
ma questa è la malattia che rimane ferma dal nostro cervello
e io ho visto e ho toccato con mano che
CHI frequenta le riunioni di Narcotici Anonimi / Alcolisti Anonimi
ogni settimana anche se ricade...... una volta o due continuando .......a venire in Riunione ogni settimana
stando vicino a persone che sono pulite da anni e che sono lì per aiutare i dipendenti nuovi
Si riesce ......non dico a risolvere il problema....... ma quantomeno anche dopo diverso tempo si riesce a restringere le ricadute a un livello accettabile
E comunque intorno a Te ci sono persone che hanno vissuto lo stesso percorso e ti capiscono e ti aiutano
.
Sug