Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

sono ancora un tossicodipendente?

 11:36 da cipuoiscommettere


... ebbene questa è la domanda che ultimamente ma sopratutto nelle ultime settimane mi sto facendo spesso; ho da qualche mese compiuto 50 anni e ho usato eroina e cannabis da quando ne avevo 14/15; evoluzione della dipendenza piu o meno come tutte le altre; all'inizio erano tutte rose e fiori poi sono arrivate le spine e i dolori che non sto qui a dettagliarvi perchè, ripeto, a grandi linee uguali a mille altre storie

sono in un sert  (ora serd) dal 1995 ... ebbene si dal 1995 e, credetemi, mi vergogno un po anche a scriverlo sia pure protetto dall'anonimato e anche qui la storia si è evoluta come tante altre ... metadone, ricadute, metadone ricadute poi subutex! devo dare adito a SUG quando dice che la bpn ti permette di allontanarti dall'eroina e di farti una vita normale ed è proprio quello che è successo a me anche se non condivido i suoi consigi circa i dosaggi da assumere; 8 mg di bpn sono davvero una enormità ma mi rendo conto che non sono in grado di dare consigli perchè non sono un medico e sopratutto che la risposta al medicnale potrebbe essere diversa da individuo a individuo in ogni caso con la cura bpn mi sono allontanato definitivamente dalla roba (cocaina et altre non le ho mai usate come dipendente avendo a cuore e nel cervello solo LEI) e mi sono costruito una vita "normale"

e allora? qual'è o dov'è il problema vi chederete? il problema ora sta proprio qui nell'eliminare la bpn; ci ho provato tante volte ma sempre con esito negativo e anzi ripiombando in vecchi incubi (l'astinenza è maledettamente uguale a quella da eroina e se possibile ancora più forte e intensa) ... uno pensa che dopo più di dieci anni senza eroina possa uscirsene senza tanti problemi e cosi dicevano anche i dottori del Sert anzi per loro scalare da 2 mg a 0 era come bere un bicchiere d'acqua a patto che non si fosse fatto uso di roba per tutto il periodo della cura ... accidenti io non ho fatto uso di roba e le analisi settimanali sono li a dimostrarglielo! ma ora anche la percezione dei medici è cambiata, ora anche loro sono convinti che scalare da 2 a 0 è un passaggio tutt'altro che scontato quindi propongono udite udite metadone cosi si può scalare meglio!! "ahi serva Italia, di dolore ostello, nave senza nocchiere in gran tempesta, non donna di provincie ma bordello" ecco, è cosi che vedo la struttura sert e, nello specifico, la mia vita a seguire

ora ho deciso di smettere anche con  la cannabis e derivati (e devo confessarvi che smettere questa sostanza al confronto con ero e bpn è davvero come bere un bicchier d'acqua) perchè sono convinto che in questa circostanza e almeno per me(eliminazione della bpn) sia molto controproducente e sopratutto perchè ho 2 figlioli e il più grande è un adolescente che comincia a fare domande imbarazzanti cui non so se rispondere mentendo o non rispondere affatto

perchè questa domanda me la sono posta nelle ultime 2 settimane? banalmente perchè ho perso un paio di pasticche da 2 mg di sub e cosi, dopo anni ed anni mi sono ritrovato in balia di sensazioni e pensieri che pensavo ormai sepolti da anni ed anni e mi sono letteralmente ritrovato in balia delle onde; poi con uno stratagemma sono riuscito a farmi anticipare l'affido e l'incresciosa situazione è rientrata ma, diavolo, possibile che la vita debba essere appesa ad una, anzi mezza pasticca di bpn 2mg? e mi chiedo in continuazione se dovessi essere costretto a scegliere fra andare al sert per l'affido (di venerdì) e portare urgente un caro in ospedale o rimanere con mia figlia febbricitante cosa farei? senza l'una non sarei in grado di fare l'altra e quindi? la risposta fatale è una sola ... sono ancora un tossicodipendente ne più ne meno di come lo ero nel 95 quando sono entrato per la prima volta nel programma di disintossicazione e non ostante più di dieci anni di allontanamento dall'eroina ... sono un tossicodipendente perchè fra le mie priorità quotidiane c'è una sostanza che s'è dimostrata più forte e coinvolgente di tutto il resto, famiglia lavoro e vita sociale compresa e infine sono un tossicodipendente perchè a 50 anni suonati non so come sono da lucido ovvero non ho mai vissuto da persona "normale" ma perennemente avvolto dalla bambagia con la mente ovattata ed il corpo saturo

mi scuso per la lungaggine del post ed auguro a tutti, me compreso, una vita migliore senza sostanze di alcun genere (in fin dei conti e almeno per me sono convinto che allo stato attuale essere completamente lucidi deve essere UNO SBALLO!)

Commenti

sono ancora un tossicodipendente?
nik ........CIPUOISCOMMETTERE
ti sei gia' risposto
__________
stessa cosa vale per me
.
"8 mg di bpn sono davvero una enormità "
.
d'accordissimo, ma si parlava di una ragazza che e' ricaduta dopo circa 10 anni e sono 3 mesi che sta coperta solo a roba sniffata
ecco per lei 8 mg vanno bene come partenza, per creare un accumulo notevole
.
Io e te, che non abbiamo 31 anni ma bensi' 46 e 50, in questo momento non stiamo pensando alla roba, e 2/4 mg vanno benissimo
Ma ricorda che i giovani, non sono come noi; hanno il cervello iper reattivo e per loro, occorre creare un
"tappo forte e potente".......ossia un dosaggio piu' alto
Ricordi come sentivi tutto quando avevi 23/25/28 anni ?????
beh', ora non e' piu' cosi'.........noi adulti sentiamo meno e abbiamo sviluppato dei ns contrappesi, con anni e anni di esperienza e ricadute su ricadute, e quindi prove su prove
Insomma siamo arrivati a conoscere il ns corpo e le ns reazioni
Ma a 25 anni non sapevamo nulla ..........(e manco c'era la Bupre all'epoca)
_____________
Ha scritto una cosa che per noi assuntori di terapia di lungo periodo, e' chiara come il sole
LE TERAPIE, ALLA LUNGA CAMBIANO I MECCANISMI CEREBRALI MOLTISSIMO DI PIU' CHE NON LE DROGHE-DI-STRADA
.
Ho sempre detto,e lo ripeto, che e' solo questione di tempo, tra 10/15 anni nei Sert ci saranno degli utenti
ANZIANI......OSSIA OVER - 70
.
CI...SCOMMETTERE
tantissimi di noi la terapia se la porteranno nella tomba.....tra 20 anni avremo dei 75enni che assumono metadone da 35/40 anni e lo assumeranno fino alla fine della loro vita
terapie a lungo periodo, sono iniziate circa a fine anni '90......quindi occorre aspettare il decennio 2030 - 2040......e vedrai quanti ancora ci saranno
SEI D'ACCORDO ???
se 4 mg ti fanno stare bene e stabile................prendili e cresci i tuoi figli
Io sn single.....quindi faccio cio' che voglio; non rendo conto a nessuno
______________
" il problema ora sta proprio qui nell'eliminare la bpn; ci ho provato tante volte ma sempre con esito negativo"
.
eliminare la BPN e' facilissimo, una paseggiata indolore, ma solo se sei nella Clinica giusta, ristretto da tutto e senza comunicazione con l'esterno
21 giorni......e via.....perfetto
da solo non ce la puoi fare
(pecccato poi che sia ricaduto subito)
.
In proposito della clinica ti scrivo in privato
.
Sugar

Mi trovo concordo... togliere la BPN i dottori la facevano facile. E così non è, soprattutto se presa x lungo periodo (tralasciando poi le mie schifezze)...

... no, non è facile per niente anche se non è impossibile! conosco alcune persone che ce l'hanno fatta solo che per ognuno che ce l'ha fatta ce ne sono 100 che sono ancora li e io purtroppo sono uno di quelli

pero che tristezza ... e la constatazione, come dice SUG, che ormai i sert sono, e lo saranno sempre di più, pieni di vecchi e che le piazze dell'eroina sono piene di giovani e giovanissimi ( e dire che per un po' e in concomitanza con l'apparizione di mdma, extasy e droghe sintetiche sembrava quasi sparita dalle piazze e riservata solo agli sfigati) anzi, ai miei tempi almeno la divisione fra chi usava l'eroina e chi usava la cocaina era netta, difficilmente gli eroinomani usavano cocaina cosi come questi ultimi l'eroina e poi le droghe essenzialmente erano solo queste ero coca e fumo ed anche lsd che sicuramente era conosciuto ma che era una specie di mito introvabile ... ora invece si ingozzano di tutto ero, coca droghe sintetiche ketamina fentanil crack cobret e che cazzo! e scusate il francesismo

non avete idea di come mi faccia male leggere tanti interventi dietro cui si celano, se non in tutti sicuramente in molti, storie di disperazione e tristezza appunto legate essenzialmente all'uso di droghe da parte di giovanissimi e mi chiedo spesso anzi spessissimo che società sarà la nostra fra qualche lustro quando ai sert ci saranno vecchi adulti giovani e giovanissimi?

come si fa a buttare via una vita in questo modo!? perché questo è quello che succede ... si butta via la vita e tutto ciò che di bello e buono questa ci può offrire in cambio di poche ore di effimera felicita e di anni ed anni di paura e disperazione e questo indipendentemente dalle potenzialità e dalle capacita della persona ( nell'86 ho conosciuto tramite alcuni amici di Montepulciano il mitico Andrea Pazienza nostro mito vivente e per la produzione artistica e per la vita che conduceva all'epoca ritenuta da noi fighissima ... solo un paio d'anni dopo questo genio italiano s'è spento con una dose di eroina eppure era uno che di cose da dire ne aveva tantissime e a cui non mancava niente, s'è spento appunto per disperazione e quando l'abbiamo saputo s'è festeggiato con un folle rito da noi chiamato la festa del mestolo ... inutile dire cosa ci fosse in quel mestolo)

è vero SUG che 8 mg sono un buon tappo ma dovresti anche aggiungere che non è altro che una sostituzione di una sostanza con un altra e che anche questa prima o poi presenterà il conto e che quando avverrà sarà piuttosto salato da pagare proprio come la sto pagando io e tutti i consumatori di bpn da lungo tempo "navI senza nocchierI in gran tempesta" ... te scrivi :

" se 4 mg ti fanno stare bene e stabile................prendili e cresci i tuoi figli
Io sn single.....quindi faccio cio' che voglio; non rendo conto a nessuno "

e a questo proposito ti voglio raccontare quello che mi disse il precedente responsabile del sert che frequento quando alcuni anni fa e dopo i primi tentativi, falliti, di eliminare la bpn gli dissi che non ce la facevo più a prendere bpn ... ebbene costui lungi dal propormi di ritornare al metadone, mi tranquillizzò tantissimo dicendomi che in fondo ci sono innumerevoli persone che per campare sono costrette a prendere la pillola per la pressione o per la tiroide o l'insulina alcuni anche endovena ecc. ecc. e che dovevo considerarla una medicina al pari di queste e che se proprio non ce l'avessi fatta ad eliminarla e se avessi dovuto usarla tutta la vita questo era, nient'altro che una piccola pillola come tante altre e a dire il vero per qualche anno gli ho pure dato ragione ... fino a quando per una banale distrazione non mi sono trovato fuori citta con moglie e figli piccoli senza la maledetta pasticchina .... in una frazione di secondo, alla constatazione di non avere la mia dose giornaliera, tutto è passato in secondo piano ferie famiglia moglie figli annessi e connessi (sono sposato con una donna distante anni luce dal mondo delle droghe e da tutto ciò che a queste è connesso) e mi sono salvato solo grazie all'esperienza ormai acquisita in anni di tossicità, nello specifico mi sono allontanato, spento il telefono informato dove era il sert più vicino e ho "corrotto" quelli che uscivano pagando anche 20, 30 euro per una sub 2 mg (e ovviamente ne ho trovate a carrettate) e inventando mille bugie per giustificare il lasso di tempo fra la scomparsa e il ritorno, telefono spento compreso quindi come può essere uguale alla pasticca per la tiroide o per la pressione?

potrebbe essere assimilabile solo nel caso in cui la bpn la potesse prescrivere il medico curante sia pure con tutte le cautele e i controlli del caso e la si potesse acquistare in farmacia (in fondo anche come spesa è davvero ridicola visto che una scatola da 7 di sub 2 mg costa poco più di 7 euro al pubblico) o ritirare in ospedale come alcuni farmaci per malattie tumorali ma cosi al momento non è la pasticchina sta sempre li a ricordarmi/ti/ci che non sono altro che un tossicodipendente con tutte le conseguenze e le ripercussioni che questo comporta ... te lo immagini se nel corso di un banale incidente ti fanno gli esami alla ricerca di sostanze stupefacenti? il fatto che la bpn sia una cura non viene nemmeno preso in considerazione cosi come in CML mentre vieni assimilato a qualsiasi altro tossicodipendente appunto

paradossalmente te SUG che sei da solo hai molte più chance di uscirne anche ricorrendo ad un ricovero in clinica come giustamente scrivi proprio perché non devi dare conto a nessuno se non a te stesso e ti auguro di farlo presto e bene quel passo perché ripeto, io non l'ho mai provato ma la vita da lucido deve essere davvero uno sballo

mi riscuso per la lungaggine del post e soprattutto per la tristezza che da questo emana ma è cosi che mi sento

.....NO ASPETTA UN ATTIMO
se prendi solo 2/3 mg di Bupre SENZA MAI RICADUTE, la vita da lucido
e' esattamente uguale
.
magari ti puoi sentire al settimo cielo per il fatto di avere mollato il Sert
E tutto cio' perché la Bupre e' prescrivibile solo nei Sert mentre invece in Francia o Svizzera, la puoi richiedere al medico di base con alcune piccole procedure (ma niente di terribilmente complicato)
.
IN ITALIA E' STATA UNA SCELTA TUTTA POLITICA, OSSIA CANALIZZARE I TD SOLO NEI CENTRI SPECIALIZZATI (Sert, appunto)
Ma ho visto con i miei occhi una amica andare a Lugano, entrare da un medico qualunque e uscire con la ricetta di Bupre (basta pagarla)
Poi in farmacia ha comprato 3 scatole di Bup da 8 mg (era il 2013, se non ricordo male)
.
Tu ci stai male perché ti senti ghettizzato dentro ai Sert giusto ??
esserne dimesso TI SENTIRESTI LUCIDO E .......credi davvero che la vita sarebbe tanto diversa ??
Se sono anni che non usi droghe.........ma terapia a livello medio basso, passato il primo periodo, SAREBBE TUTTO COME PRIMA
.
TU SOFFRI PER VIA DI SENTIRTI OBBLIGATO AL SERT
(e' importante che io capisca se devi nasocndere tutto a tua moglie o se lei lo sa....f.a una gran differenza)
.
Fammi capire, tu assumi la terapia e tua moglie non lo sa ??
e non puoi farti ricoverare in una clinica perché non sai come giustificarglielo ????????????????
____________
Sugar

"Fammi capire, tu assumi la terapia e tua moglie non lo sa ??
e non puoi farti ricoverare in una clinica, perché non sai come giustificarglielo ????????????????"

... Dio mi fulmini all'istante per questo e non sai quanto ci soffro per non averla coinvolta prima ma tant'è e cosi ora me la tengo; troppo complicato metterla al corrente ora dopo anni ed anni di matrimonio, mutui, figli et varie non se puede far!

questo è stato possibile dal fatto che lavoro in un altra citta rispetto a dove abito e mi è venuto facile diciamo separare quello che consideravo un mio piccolo (ma quanto mi sbagliavo) problema dalla vita familiare anche perché come hai scritto anche te innumerevoli volte con la bpn la vita s'è stabilizzata e non vedevo proprio il motivo di coinvolgere lei in questa cosa ... ripeto mi pento amaramente e mi mangio le mani in continuazione ma ora non posso proprio spiattellarle tutto ...

"Tu ci stai male perché ti senti ghettizzato dentro ai Sert giusto ??
esserne dimesso TI SENTIRESTI LUCIDO E .......credi davvero che la vita sarebbe tanto diversa ??"

non metto in dubbio che la motivazione possa in fondo essere proprio questa o solo questa e comunque si questa ne è una componente fondamentale ma, ribalto la domanda come fai a dire che la vita sarebbe la stessa se non hai mai provato? poi la vita detta cosi in generale significa tutto e non significa niente ma in ogni caso dall'età di 14 anni (cristo ero solo un ragazzino e senza nessun problema ne a casa ne con la scuola ne con gli amici, è stata, me lo ricordo come fosse ieri, solo la cattiva compagnia e il mio amico e vicino di casa che, sapendo che mi facevo le canne mi spronava in continuazione a provare fino a quando un giorno io e altri due miei coetanei non s'è accettato ... presa la bustina abbiamo sniffato in 3, era la nostra prima volta ed è stato amore a primo naso all'inizio seguito poco dopo a colpi di "spada"; gli altri due ora sono entrambi deceduti uno per causa diretta l'altro per un incidente dovuto ad un colpo di sonno mentre era alla guida strafatto naturalmente; io mi sono diciamo salvato prima partendo per l'università e abbandonando luoghi e amici deleteri poi facendomi trascinare al sert dove tuttora vado una volta a settimana) non ho passato un solo giorno senza sostanze che mi annebbiassero la mente ed i pensieri

... si credo che la "vita" sarebbe molto diversa ... piccole cose per carità ma vuoi mettere il piacere di partire per un week-end o il rimanere a casa con i propri cari senza avere l'assillo di dover andare a prendere il sub? senza avere la paranoia che qualcuno me lo trovi o che lo perda, senza trovare mille sotterfugi per nasconderlo ma contemporaneamente averlo a portata di mano? senza cadere preda della disperazione in caso di perdita e tutto per una piccola maledetta pasticca .. ma fosse anche solo per provare l'ebbrezza (cosi sono ridotto) di stare lucido senza sentire arrivare in ordine sbadigli, lacrimazione mal di reni spossatezza crampi ai polpacci naso che cola e occhi da calo calo (credimi se ti dico che anche solo vedere le mie pupille non ridotte ad una capocchia di spillo perennemente sarebbe una gran cosa, almeno per me)

comunque mi rendo conto anche che sto qui ma frignare e a vomitare tutta la mia insoddisfazione e frustrazione per una piccola pasticca e mi rendo conto che se ne prendessi di più o se peggio ancora utilizzassi l'eroina sarebbe molto peggio ma, l'ho già scritto prima, è che proprio non ne posso più della cosa in se e di tutto quello che nel mio caso ci gira intorno

Spero che te non lasci pasticche in giro così, magari aperte. cosa succederebbe se le prendesse un bambino credendole caramelle?
Cmq,dopo 8 giorni di COMPLETA pulizia qui al lavoro ho dovuto prendere 0.25mg... merdaccia...

... guarda, l'unica cosa che non potrebbe mai succedere è proprio questa; spendo tanto tempo e mi ingegno in mille modi diversi per tenere il sub fuori casa almeno fino al venerdì (piuttosto facile visto che lo tengo nel posto di lavoro) e ti dirò che anche solo per riporlo e riprenderlo, nel week-end mi ci vogliono minuti di traffico con cacciaviti e leve (sono arrivato a nasconderlo anche nelle cassette elettriche quelle dove ci sono gli interruttori e le prese di corrente... comunque è una cosa a cui ci ho pensato molto e a cui ci penso costantemente ... giusto per completezza dell'informazione in tutti questi anni mi è capitato solo una volta di lasciare la cartina argentata superiore, senza quella inferiore che riporta il nome del medicinale e la data di scadenza (prima avevano un altra confezione plasticosa ora il sopra è metallica) appallottolata nel taschino dei jeans e già questo mi ha spinto a prendere altre mille precauzioni ulteriori

.

La vita da lucidi te la stai vivendo,sei solo dipendente di un medicinale, come un diabetico. Ti sei mai chiesto perché ai evitato di vivere da lucido veramente? Io ho vissuto da lucido e la vita mi ha riservato degli.orrori indicibili, di conseguenza sono entrato in depressione e il sub.mi ha tenuto. Bada i sintomi dove gli Ssri riuscivano soli a agitarmi ancora di più.Ora faccio una vita discreta faccio il bagnino d'estate e in inverno viaggio in posti caldi,e propria qui che una volta rimasi senza sub per una settimana (Persi l'aereo) e ero preso talmente bene (Ero innamorato su un isola paradisiaca) che non sentii minimamente la carenza,la sentii quando arrivai in Italia,tutto di un colpo. Quindi vogliamo dire che l'astinenza è solo psicologica.Incuriosito lessi che reduci del Vietnam tossici di eroina non n svilupparono astinenza una volta tornati dalle famiglie...

Per scalare ti fanno passare al metadone semplicemente perché essendo liquido lo puoi scalare fino a zero, mentre la BPN la fanno solo in pastiglie da minimo 2 mg, per la cura della tossicodipendenza.
Dal '95 che sei al SerT, e davvero ti si devono spiegare queste cose?

... la questione non è spiegare queste cose ... in fondo se solo ne prendessero atto ci sono formulazioni di sub minori anche fino a 0,4 mg se non ricordo male e poi potrebbero passare al temgesic che è buprenorfina allo stesso modo ma con dosaggi ancora più bassi ... ma lo stato considera la tossicodipendenza come una malattia o no? a questo aggiungi che ormai molti anni fa mi hanno consigliato se non obbligato (come a quasi tutti del resto non con la forza ovviamente ma con la persuasione continua e all'epoca non sapevo cosa fosse il subutex ne m'ero informato a sufficienza anzi per niente) a passare al sub proprio per togliere gli ultimi 2 cc di metadone ... 2 cc o ml e non concentrato .... io no, non lo sapevo a cosa andavo incontro e all'epoca sarò stato sicuramente troppo superficiale ad accettare e a non proseguire lo scalaggio col met ma loro?
anche dando per certa la buona fede degli operatori tu sei cosi sicuro che il ripassaggio al metadone dopo anni ed anni di bpn e il suo scalaggio a 0 sarebbe possibile e indolore? e bada che non parlo dei dolori alla schiena o alle gambe ma della testa e di quello che c'è dentro e delle possibili reazioni incontrollate; non sono uno alle prime armi e porto un accumulo di anni ed anni perciò ti ripeto la domanda ... te che sei cosi sprezzante e lapidario nei tuoi scritti e nelle tue risposte sei proprio sicuro che, in questo caso sia la scelta giusta? io no

Guarda... anche con me "sperimentarono"... Metadone, Antaxone, Subutex... e pure io come te mi son rotto le balle. Sto combattendo ogni giorno per evitare di prenderlo...ed oggi al lavoro ho preso un 0.5 anche meno. Per fortuna ho la mia scorta, essendomi fatto di continuo per 5 mesi di ero per cercare di pulirmi dal sub mettendo tutto da parte. Domani chiamerò il dott. del SerT per comunicare la mia scelta...
Un giorno dovetti partire x lavoro a Londra con urgenza... dovetti contattare il mio medico, farmi fare il foglio per portarlo appresso ed alla dogana speravo che non mi fermassero x evitare figure di merda coi colleghi...

se la spezzi la prendi come ti pare anche 0.00001 quale è il problema con il sub ?

spezzare la pillola non garantisce che il principio attivo sia equamente proporzionale.
il problema è che prendere il sub mi ha rotto le palle. voglio una vita drug free

So bene che ci sono formulazioni diverse di Buprenorfina, ma non ti possono essere prescritte per la cura della tossicodipendenza, ma solo per la terapia del dolore.
E' assurdo, sono cavilli burocratici, ma intanto funziona cosi, da sempre. Ed è cosa risaputa. La pastiglia non si può spezzare in parti troppo piccole, perché il principio attivo non è distribuito uniformemente in tutta la pastiglia.
Dopo anni di terapia si possono avere problemi anche col metadone, gli ultimi cc, e anche se non si è più fatto uso di eroina. In questi casi i SerT ti mandano in cliniche convenzionate con l'ASL, come è successo a Sug.
Ma sono tutte cose che chi frequenta i SerT conosce.

Ti assicuro che io ho scalato fino a prendere briciole quando ho smesso e non ho avuto problemi. Comunque toglilo il prima possibile sennò a 50 anni ti ritrovi con un fisico di un 65enne .auguri comunque

Veramente io sono del 1969 prendo 16 mg di Subutex e faccio 75 metri di apnea piana e non ho un fisico da 65enne,anzi,reggo 5 round di thay boxe da 5 minuti, l'uno nuoti per 7 km ogni giorno e raggiungo sempre in apnea 20 m. Di profondità in assetto variabile. Sono anni che mi alleno anche quando mi facevo e spacco il culo ai 20enni in palestra.

Veramente io sono del 1969 prendo 16 mg di Subutex e faccio 75 metri di apnea piana e non ho un fisico da 65enne,anzi,reggo 5 round di thay boxe da 5 minuti, l'uno nuoti per 7 km ogni giorno e raggiungo sempre in apnea 20 m. Di profondità in assetto variabile. Sono anni che mi alleno anche quando mi facevo e spacco il culo ai 20enni in palestra.

E ti fai chiamare steve ROTTAME? allora io che sono? riesco a fare max 20 sollevamenti di forchetta standard... :D

Effettivamente che il. sub a lungo andare ti spacchi fisicamente mi pare na cazzata

Steve Rottame era il cantante dei Discharge il mio gruppo punk preferito. ,ti posso dire che il Sub. Mi ha levato una depre tremenda, dove gli Ssri mii davano solo astenia e ansia

... certo, certo e vorrei vedere, non senti fatica non patisci il freddo, il caldo gli sbalzi d'umore, sei in grado di fare l'amore senza venire per chissà quanto tempo, puoi bere come un assassino ecc. ecc. .... tutto molto bello ma che succederebbe se, per una ragione o per un altra, tu non potessi assumere i tuoi 16 mg quotidiani? ... che succederebbe in caso di forza maggiore di qualunque tipo questa fosse?

non oso immaginarlo!

mi fai venire in mente quando, ormai e per fortuna molti anni addietro ero convinto di usare la roba per sempre (e per un periodo convinto lo sono stato davvero) e nella mia testa bacata cercavo il modo anche entrando nel mondo dei corrieri prima e dello spaccio dopo, di accumulare chili di eroina per poi suddividerla per giorni settimane anni senza pensare assolutamente a smettere ... in fondo mi faceva sentire un leone in grado di affrontare tutto e tutti ... purtroppo era la sua mancanza a riportarmi tristemente alla realtà ovvero che senza non ero in grado nemmeno di andare al bagno ne di mangiare ne di dormire ne di stare ritto; e la stessa cosa l'ho pensata quando i primi tempi di uso del sub e dopo alcune settimane dall'ultima pera questo sostituiva egregiamente la roba ed era pure gratis e dava pure meno assuefazione nel senso che non spingeva (e non spinge) alla ricerca spasmodica del "flash" e dell' "effetto" ed era/è molto più comodo delle boccette di metadone usato prima del sub e facilmente camuffabile con farmaci di qualche tipo ... poi pero per una ragione o per un altra un giorno ti trovi senza e la realtà ti viene incontro appunto come un freccia rossa dritto dritto in fronte

... ah, un altra cosa ... pure nelle mie paranoie per "soli" 2 mg quotidiani che non riesco ad eliminare sono ancora convinto nella mia testa evidentemente ancora bacata che, fra una 20ina d'anni (ora ne ho 50 suonati) e ai primi acciacchi, siano questi dovuti alla vecchiaia o agli stravizi di gioventù, tornerò ad usare eroina ... in fondo per un vecchio (e secondo me) non c'è niente che, come questa, sia in grado di rinvigorirlo e ringiovanirlo di 20 anni, prestazioni comprese

sono contento per te Steve (ex rottame direi, ora toro maestoso) ma ti auguro che quella forza maggiore di cui sopra non arrivi mai ...

Non so senzaBpn mi sono trovato all'estero perché ho perso l'aereo, in India,per una,settimana, ero felice innamorato su un isola meravigliosa.la carenza lo sentita in aereo ,poi mi è arrivata secca in Italia. Boh dipende forse dalle endorfine?

Facciamolo dire a chi lo prende da anni magari ci danno un parere io l' ho preso per poco , anzi chi lo prende da minimo 10 anni ci faccia sapere. :-)

... te lo posso dire anch'io purtroppo non per esperienza diretta ma sicuramente indiretta; come ho già scritto nel primo post ci sono persone che sono arrivate a scalare il sub fino a 0, smettere e continuare con una vita diciamo "normale" o comunque senza più surrogati o sostituti senza particolari problemi; solo che per ogni 100 ne viene fuori impunemente solo 1 (ora non è che la proporzione sia così esatta ma è solo per dare un idea) peccato non sia io o che io non sia uno di questi!

E com tutti sti allenamenti , che ci fai con 16 mg di bpn ?

La depressione, la combatto
Allenandomi e con la Bupre,sono rimasto shoccato dalla depressione ho paura che se smetto con gli allenamenti e la bupre ritorna quell'orrore. Prima della depre usavo pochissime droghe ,riuscivo a controllarli.poi è. Arrivata e mi hanno riempito di neurolettici, ero solo e zombificato un amico mi portava la roba e la fumavamo,poi il sub e sono tornato a vivere.Ho iniziato a al lenarmi e ho incanalato tutto li. Ho paura di tornare a essere uno zombi,quindi mantengo tutto come quando sono guarito,poi lavoro come bagnino e d'inverno viaggio o faccio il.personal trainer

Comunque io non trovo che il sub debiliti e sono anni che lo prendo , anzi ho l impressione che bisogna modulare gli sforzi .

17 anni di Bupre
Problemi zero
.
I problemi stanno nella suggestione e nella autostima che sia di se stessi
Se l'autostima è bassa...... si dà la colpa alla terapia mentre invece se si vive una vita normale, allora ti rendi conto che 4/ 6 mg di Bup al giorno ......anche per un'intera vita, sono assolutamente ininfluenti sull'aspetto estetico, mentale, caratteriale, e quant'altro
.
Sugar

Approvo il sugar pensiero e confermo.
10anni senza problemi, se non le rotture di prenderlo, portarlo addosso ed in viaggio all'estero

sugar finalmente una considerazione che condivido in pieno in questa delirante conversazione...dove si cavilla su mg e su come gestirne l uso , il trasporto , il nascondiglio....dimenticando sempre che l arma migliore che abbiamo è la nostra forza di volonta , il volere DAVVERO le cose...tutte le piu svariate (lasciatemelo dire) paranoie che ho letto...sono per lo piu ...appunto paranoie .....la mente ...MENTE ....se davvero volete levarvi i famosi 2mg ...cerca negli occchi di tua figlia , nell abbraccio di tua moglie , nelle lasagne al sugo di tua madre . l amore , la vicinanza , l affetto...solo loro potranno garantirti la volonta per provare a farcela....ci vuole la volonta....altrimenti sono tutte tante belle simpatiche o tristi storielle...forza ragazzi....

Ma cosa state dicendo? Cipuoiscommettere provi le stesse mie sensazioni riguardo il sentirsi intrappolato al sert,quello che mi faceva uscire di testa completamente era il fatto di dover avere la pasticca sempre al seguito altrimenti arrivava il delirio.
A parte questo...grazie Steve Rottame che con 16 mg die di Sub ti senti supermen...eh...grazie al cavolo...il sub ti da scariche oppiacee e fisiche tali da farti sentire vigoroso e in forma,quella diventa la normalita', ma non e' affatto la normalita'.
Togliete I sub e verificate se tutta l' energia fisica e mentale che con il sub avete subito dopo vi rimane,togliete il sub e vedete se non incominciano a riaffiorare fuori acciacchi che il sub teneva appannati.
Dopo sei mesi dallo stacco del sub ho incominciato a fare I conti col devasto nel mio povero stomaco, e' riaffiorato tutto dopo sei mesi dallo stacco di 8 mg die , stomaco ,colon irritato che prima nemmeno pensavo di avere,prima avevo solo qualche doloretto di tanto in tanto , dopo sei mesi dallo stacco sono rimasta piegata e ho dovuto fare mille esami analisi radiografie e madonnine per capire cos'era...m' e' rimasta solo la colonscopia da fare ma non ho il coraggio di farla perche' mi devono infilare una fottuta fotocamera nel retto...anzi pensavo proprio di andare a prendermi una grammata di rob di qualita' all R1 Torbel se proprio la devo fare... visto che per anestetizzarmi vorrebbero darmi le benzo come con la gastroscopia e mi fanno il solletico...le benzo invece di anestetizzarmi le posso usare per farci I gargarismi personalmente...la morfina per questo tipo di esami anche invasivi non e' contemplata...(infilatemi tubi dove vi pare...ma li posso anche impazzire!!! )...uso l eroina che mi ha usato per scopo auto-medicante ...se ero ancora sotto sub non avrei fatto nulla perche' tutto questo non riaffiorava.A distanza di due anni dallo stacco ancora non riesco a tenere le cose in mano in maniera salda, spesso mi cadono dalle mani come se le avessi friabili e sono passati due fottuti anni dallo stacco.Mi stanco subito delle persone attorno a me e di fare le cose a meno che non ho un interesse davvero grande, sono totalmente rincoglionita,sfasata,ricordo poche cose quelle essenziali,quando due anni fa ho staccato il sub ho perso l' energia anche nel fare le piu' semplici cose che sto riacquistando gradatamente,come un lavoro che faccio verso me stessa come un fisioterapista fa con uno incidentato.Forse perche' ho avuto una storia con l ero molto intensa,un abuso massiccio di ero e sostituitivi per sei anni poi d'un colpo ho staccato tutto ma le ripercussioni dopo lo stacco ancora oggi le subisco,a volte penso tutta la vita me le trascinero'.
Non potete dire assolutamente che sotto il piano fisico e mentale con o senza sub e' la stessa cosa, soprattutto se prendete grosse quantita' di bupre o la prendete da molti anni... la bpn appanna...la vita sobria e' un' altra cosa,compreso l' impatto reale con il mondo.
Siete davvero fuori strada ,l' unico che approvo in questa discussione e' cipuoiscommettere.
Caro mio,il passo ti conviene farlo,gia' che ti distruggi per questo pensiero e' mezzo fatto.
La vita senza sostituitivi hai ragione ha un altro sapore,ha il sapore della verita' e della realta' e della liberta' anche se e' molto piu' difficile.
Spero per te che presto potrai assaggiarla...la vita vera.
Che non e' quella con il sub ma neanche lontanamente!
Argomento sesso? Ne vogiamo parlare?
Senza sub riscopri il tuo corpo e le reali sensazioni del viversi la sessualita' in maniera totalizzante e naturale,il sub anche su questo pone un grandissimo limite.
Bisogna come in tutte le cose arrivare ai compromessi, se preferisci il sostituitivo allora non preferisci vivere in manieta totalizzante.
Ma a tanti va benissimo cosi'.

Volevo solo dirti che volevan fare la colonscopia anche a me ma ho rifiutato di farmi infilare qualsiasi cosa nel sedere... è comunque possibile farla in anestesia totale l'analisi se non hai problemi medici.

(forse non mi ero spiegato ma anche io sostengo che il sub appanna. vero, ti salva... all'inizio... ma poi bisogna avere la forza e la voglia di togliere ancje quell'ultimo velo perché, non nascondiamocelo, è comunque un oppiaceo extracorporeo. È da poco che non lo sto prendendo e mi è capitato di piangere davanti un film, cosa che non facevo da quando avevo 4anni)

Ho fatto tutti gli esami di sto mondo non ho problemi medici oltretutto non e' uscito nulla dagli esami a parte che ho il colon irritato.Ormai non pippo piu niente,non bevo piu birra ne acqua minerale o cose gasate,ho tolto pure gli xanax,tutto,mangio bene.Sono una suorina ma il colon ogni tanto da fastidio...a me hanno detto che non e' possibile farla sotto anestesia totale,dovrei smuovere delle conoscenze per farlo.
Ma gia' mi da sui nervi la cosa in se,preferirei una qualsiasi altra operazione.Rimando,rimando.
Alla fine mi andro a prendere un pezzo me lo fumo e me la faccio.Finita la storia.

... grazie! davvero grazie .. non avrei saputo trovare parole più efficaci per esprimere il mio stato d'animo e quello che mi passa per la testa ma, in un modo o nell'altro questa catena va spezzata, indipendentemente dal fatto che faccia bene, male o sia indifferente (do per buono il fatto che la risposta e la reazione al farmaco sia soggettiva e non unanime) sopportabile o auspicabile per tutta la vita o meno!

hai nominato il sesso! decisamente meglio non parlarne perché un altro aspetto alienante è il pensare che, letteralmente, non ho mai avuto il piacere di farlo da completamente lucido; quando mi facevo e purtroppo ho cominciato che avevo poco più di 14 anni accidenti, senza roba ovviamente non ero in grado di stare con una donna mentre con la roba, cazzo ero un leone che al confronto Rocco Siffredi era un pischello; con metadone e sub la stessa cosa (ho 2 figli e non ho mai avuto "problemi" a relazionarmi con l'altra metà del mondo) ma senza!? non se ne parlava proprio! a parte la voglia, la libido sotto i tacchi , l'eccessiva precocità unita a disturbi dell'erezione ( uno degli effetti dell'astinenza forse non comune a tutti ma sicuramente ad una gran parte delle persone nello stesso stato sono le erezioni e le polluzioni notturne spontanee) non c'era e non c'è proprio la testa

infine, devo essere sincero, mi spaventano posizioni come quella di Steve Rottame o Mon nella misura in cui possono influenzare e confondere le idee a tanti giovani e giovanissimi che non avendo una storia pluriennale ne con la sostanza ne col sostituto possono cullarsi immaginando che, alle brutte, c'è sempre il sub per andare avanti e in fondo in fondo anche per sballare un po' a gratis appunto e mi spaventano forse ancora di più coloro che, davvero convinti, ritornano ad usare la roba per curarsi dal sub convinti che sia la soluzione ottimale o comunque quella più gestibile; non che non ci creda ma, accidenti cosa penseranno i tanti che vengono su questa piattaforma per confrontarsi e avere un aiuto da quelli più "esperti"? cosa avrei fatto se fossi stato uno alle prime armi alle prese con l'interruzione da sub? probabilmente avrei seguito ,il "consiglio" in fondo fra i tanti è quello più allettante e praticabile

non me ne vogliano le persone nominate ne quelle che si sentono tirati in ballo da queste mie ultime affermazioni; non sono in grado ne sono nella posizione di confutare quello che scrivete data la forte componente soggettiva ma una cosa mi sento di poterla dire ( e l'ho già ribadita più volte ) senza tema di smentite ... la vita senza sostanze e/o sostituti per quelli come noi deve essere davvero uno grosso, inimitabile ma spero non irraggiungibile SBALLO

E io te lo confermo caro...la vita senza sub e' uno sballo.E' proprio cosi...riscoprirai quello che gia' hai in mente......forse risalira' qualche acciacco che il sub teneva sopito ma lo combatterai.
Secondo.me hai tutto limpido davanti a te devi solo studiare un piano per metterlo in pratica.Sei pronto.
Degli altri fregatene ognuno vive e pensa cio' che vuole riguardo il proprio benessere.
Te salvati.
Ciao!

Si hai ragione il sub ti appanna e tibfa sentire Superman ,infatti è doping, ma a me basta che sto bene per il resto frega un cazzo.stavo morendo di depre e di alcol e droghe.sto meglio ora

Io purtroppo mi sono ammalato di depre grave,prima di fare uso di sostanze,avevo 13 anni,sta Bpn ,come ho già scritto 1000 volte è stato l'unico farmaco che mi ha permesso di vivere abbinato allo sport,che ci posso fare? Smettere con la Bpn e suicidarmi?

Steve Rottame... ma che suicidarti.Se te ritieni che il sub riesce a salvaguatdarti da altre dipendenze sei sulla strada giusta.Ognuno deve cercare di salvarsi nel suo raggio d' azione, ognuno ha il suo percorso,ognuno tenta per se il meglio...si tenta di fare il meglio per se anche quando inutilmente si tenta di scalare l' eroina...anche quello e' untentativo.Non esiste il giusto e sbagliato secondo me...fondamentalmente dobbiamo solo cercare di amarci e smetterla di essere autolesionisti.
Combattere come sul ring e magari scoprire che la vita poi non fa cosi schifo.Magari !!!

D'altronde, se non esistesse questa profonda divergenza fra chi considera “innocue” le sostanze e chi le considera incompatibili con una condizione “autentica”, socialmente auspicabile e del tutto salubre, non esisterebbe il problema della tossicodipendenza.
Chiunque sia dipendente da sostanze, lecite o illecite, esordisce e prosegue considerandole innocue sotto ogni aspetto (o facilmente dismissibili). Salvo poi – spesso - ricredersi per mutare orientamento e convinzioni, provando a smettere e talvolta riuscendo nell'intento.
Oppure adottando punti di vista e convinzioni “oscillanti”, magari in relazione agli stati d'animo del momento, o a seconda della mutevole concentrazione di sostanze esogene nell'organismo.
E allora la “divergenza” può sussistere all'interno della stessa persona, anziché fra individui diversi.

Nella mia persona non c e' alcuna divergenza riguardo questo specifico argomento.
Ho sperimentato tutto su di me ed e' forse questa una delle poche cose di cui sono sicura al 99 x 100.
I sostituitivi servono ma sono una panacea non una soluzione.E secondo me il sistema ci vuole inculcare che noi possiamo vivere tranquillamente tutta la vita assopiti per tenerci in fila al sert. E noi non vediamo l' ora di cullarci in questo dolce oblio del sostituitivo vita natural durante,perche' siamo tossici,che ce frega...
La pecora nera tra mille bianche c' e' sempre...come me...come tanti altri...come cipuoiscommettere che sente l esigenza di spezzare questa catena...
Non siamo tutti stupidi...alcuni combattono.
Per una vita migliore,checche' ne dica chi urla a gran voce che sta benissimo anche cosi.

Anche io non ho alcuna "divergenza interna" rispetto a quanto sopra e condivido quanto scritto da Freestyle.
Al buonismo compassionevole dei servizi puibblici somministratori a oltranza non ci credo e mi puzza di inganno.
Poi, forse, è anche facile ingannarsi da se stessi.

Chi ci vuole ingannare fa leva proprio sul fatto che ...e' molto facile ingannare se stessi in questi giri...
Per fortuna a qualcuno piace vivere davvero.

Finalmente qualcuno dice le cose come stanno , i sostitutivi sono utili ma non sono mica vitamine , poi c'è chi è costretto a prenderli tutta la vita ma non ditemi che non danno effetti collaterali perche ho amici che li prendono da 20 anni e li vedo come se la passano , io stesso dopo alti e bassi con le sostanze ( sono stato anche 10 anni senza usare niente) non è che mi vedo benissimo , e spero solo che alla lunga non mi prenda chissa che. un augurio a tutti comunque.

Mha .. non capisco tutta sta cacciara . Ti sei drogato Hai deciso di prendere un sostitutivo X non drogarti più , xche senza non sei stato capace . Credo che qui nessuno pensi che il sostitutivo sia acqua fresca ! Appunto si chiama SOSTITUTIVO . Quando l'ho iniziato , sapevo esattamente che era ( ho letto tutto quello che si poteva leggere prima di iniziare . ) questo ti serve finché non farai PIU uso di droghe. Dopodiché lo si scala ognuno con i suoi tempi ognuno con i suoi metodi . ----- io non ho mai detto di prenderlo tranquillamente a vita è nemmeno ho detto il contrario . X quelchê mi riguarda mi è servito X non fare ( PIÙ ) usi , trovare un equilibrio dopodiché toglierlo . Mi manca poco .

E sono convinta che scalandolo minuziosamente non ci siano grossi problemi ( mia percezione , mia teoria , mia intenzione ).Io non sono da una vita td . Ci sono stata da adolescente e ci sono stata in questi ultimi 4 -5anni . Nel mezzo ho vissuto 3 vite . -----e non c'è niente e nessuno da giudicare , siamo qui ognuno con la sua fatica ognuno a cercar di far del suo meglio ognuno a far quel che può fare . C'è X caso un giusto è un sbagliato ?

D'accordissimo. Nessuno vuole (e può) giudicare e nessuno possiede la Verità. Almeno la nostra TD una cosa buona ce l'ha lasciata:l'apertura mentale e l'umiltà di non sentirci superiori (ma neanche inferiori) a nessuno.

Non e' lo scalaggio il problema.E' quello che resta dopo.
Le ricadute,le emozioni altalenanti che devono riequilibrarsi,il fisico che senza sub perde vigore...e poi c' e'la vita.La vita per chi la vuole assaporare e per chi se la vuole far sfuggire, ognuno decide per se.
Niente e' giusto o sbagliato finche' non tocchi con mano la vera differenza.Ma devono passare anni senza sub non certo un mese nemmeno sei.

Prendendo per un certo tempo la bupre il cervello (che tende sempre a risparmiare energia) non produrrà alcune sostanze perché compensate. alla cessazione, si avrà una produzione minore di queste sostanze (endorfine?) e quindi fisicamente ed emotivamente lo scompenso si sente. sino a quando. il cervello non si riequilibria ci sentiremo "loffi". é una questione di chimica... inevitabile ed ineluttabile come la morte.

Concordo con steve rottame . Il problema non è il sub , il problema è: perché ci si è iniziati alla droga e divenuti dipendenti di questa . Credo ( non tutti ) ma una buona parte lo sa xche non voleva vivere la realtà . Personalmente raramente mi sono drogata X sballo -divertimento . E quando l'ho fatto di certo non era con l'eroina. Ecco che il periodo con il sub serve X rimettere in ordine i cocci . se poi uno preferisce il sub a vita ha tutto il mio rispetto . Perché nessuno può sapere la fatica di un singolo individuo. E scusatemi tanto ..ma qualsiasi considerazione sotto sub, "sono piuttosto chiare . "

Sul fatto che in molti casi, se non tutti, ci si inizia alla droga "per non vivere la realtà" sono d'accordo. A questo proposito dico che la mia opinione è che se si aspetta di “capire il perché ” non si è voluto vivere la realtà, per smettere di assumere sostanze, non si va molto lontano. Piuttosto il perché va ricercato a mente sgombra da sostanze, anche attraverso il dolore che questo comporta. Se no, secondo me, non funziona. Questa è la mia opinione e la mia esperienza. Sono d'accordo che non esista Giusto o Sbagliato (con le maiuscole), né Verità “erga omnes”. Ma quanto esposto prima è “assolutamente” giusto e vero per me, in base alla mia esperienza. Poi ciascuno può regolarsi come crede.
Ribadisco: penso che sia fondata l'affermazione che in molti casi, se non in tutti, gioca un ruolo importante il fatto che si usano sostanze perché non si vuole vivere la realtà. Ma allora la domanda diventa: perché si è arrivati a non voler vivere la realtà? E perché alcuni la vivono e altri si ritirano?

Pesi e misure diverse . Leggere la realtà è non poterla sostenere .x natura essere fuori da qualsiasi schema . In armonia con la propria natura . --- non si è qui su questo forum X far psicanalisi spiccia . Ma X i consigli sugli acquisti... pardon sui consigli ( eliminazione sostitutivi) .

Quello che io dico...e mi chiedo...e' perche' quando si e' depressi e devastati dentro bisogna aggrapparsi ad una sostanza...perche' io l ho fatto e non me lo perdono.
Quando mia figlia aveva sei anni ho incominciato a fumarmi il cobrett e l ho consegnata nelle mani dei miei che non sono stati in grado nemmeno di crescere me.
Perche' non ho fatto la madre? Perche' la depressione non mi ha fatto cacciare le palle come tante madri fanno?
Perche'...non so darmi spiegazioni.
Vengono solo giu le lacrime per quello che poi e' stato...ma questa volta...anche se un perche' di questa debolezza non lo conosco...so solo che la depressione e la tristezza dev essere combattuta,come avrei dovuto fare quando avevo la possibilita' di cambiare le cose invece di abbandonare mia figlia.

Freestyle con il senno del poi siamo tutti maestri. lascia andare il passato , ora stai facendo del tuo meglio e puoi recuperare . Tua figlia crescerà con te affianco e capirà che anche tu sei una persona che ha avuto le sue debolezze, che avrà sbagliato , ma ora e da un po' di tempo sei lì X lei è ci sarai . Un abbraccio , Mon . Non mollare mai . Hai un compito grande, ridare fiducia a tua figlia non sarà inpossibile xché la ami e vuoi l'amore .

Per me se non avessi avuto sta malattia di.merda infame che è. La depre non sarei diventato dipendente dalle droghe.ma volevo morire e non avevo il coraggio di uccidermi quindi ho preso l'altra via quella della morte lenta.mia.madre si è suicidata pure mia zia e mio zio è dipendente dalle oxycotin. Dopo un tumore

Conosco bene queste cose . E conosco bene l'eredità che ti lasciano .

Mia figlia e' stata presa.
L' assistente sociale e' venuta a casa a farle il tossicologico a sorpresa.Ha solo 15 anni appena compiuti dall esame delle urine e' uscita cannabis,cocaina e non so come anfetamina.E' stata tolta la podesta' genitoriale a me anni fa,adesso l hanno tolta anche ad I miei genitori.Ritenuti incapaci di contenerla.
Adesso la ragazzina e' sotto.la tutela dell assistente sociale ed e' ad un passo dal finire in una casa famiglia.
Adesso ditemi se io posso pernettermi di essere depressa o se e' arrivato.il momento di cacciare le controballe.
Se mi deprimo anche in questa situazione finisco per massacrare una situazione gia' estrema.
E poi la vita mi piace di piu' da lucida,sono padrona e sonovigile anche se soffro.A volte non puoi neanche permetterti di essere depresso se ami cio' che con amore hai messo al mondo.
Se volete la verita' fosse per me mi ributterei nell eroina senza pensarci due volte,altro che sub.

Anzi questa volta conoscendo dall alto verso il basso,da destra a sinistra, da tutte le angolazioni...cos' e' nel piu' profondo la tossicodipendenza...dato che sono depressa...me la vivrei senza sbattermi nemmeno per lavorare e guadagnare onestamente i soldi per farmi...dato che sono depressa mi lancerei come un kamikaze a testa e noce di collo nelle pere quelle che lasciano quei bei valvolini vistosi ...vivrei per strada di anneddoti e sotterfugi...perche' sono depressa...e dato che sono depressa mi darei infinale una bella botta secca per farla finita...
Dato che sono depressa.
O no ?

Avere amore attorno a se lo dico sempre e sempre lo diro' e' fondamentale; adesso ho una rete di persone attorno che non mi lasciano crollare,che mi sostengono mentalmente,anche materialmente,in tutto e per tutto,familiari e non.Mi vogliono bene quasi tutti quelli che frequento,bene sincero,quello che mi e'sempre mancato forse.Questo mi permette di rimanere a galla, di combattere la depressione.Avere sempre un buon amico che crede in te e ti riprende quando cadi o che se cadi si mette nel fosso insieme a te.Molti di noi sono soli nel viversi le proprie battaglie e questo non gli permette realmente di progredire.
Non hanno amore,non hanno interazione,non condividono nulla,i problemi,le gioie,i dolori,non si sentono compresi,voluti,apprezzati, l' autostima cosi crolla sotto ai piedi...invece ognuno di noi e'speciale a modo suo...ed alcuni hanno estremamente bisogno di sentire quest energia che la droga risucchia...mentre un amico valido resituisce.

Io non ho iniziato a farne uso perché volevo fuggire dalla realtà ; non ho iniziato perché ero depresso; non ho iniziato per assopire qualche trauma psicologico. Ho iniziato perché credevo che la mia comitiva fossero tutti miei amici e per non sentirmi isolato. Poi, per caso, abbiamo formato un "clan" ed iniziato lo spaccio. A 16anni avere quei soldi e quel "potere" ti inebria. Vivevo più con gli amici che con i parenti. Ho iniziato perché mi sono sempre sentito solo e questo mi faceva paura. Poi il blitz delle forze dell'ordine, con tanto di tv locale, la Caserma ed il rilascio per mancanza di prove (fu un caso. la fortuna volle che non trovarono nulla perché tutto già finito). Da li 2anni senza vedere nessuno... Vabbè, facendola breve, adesso sono solo uguale ma la cosa non mi spaventa più. Nessun vero amico che mi consigli, mi trattenga o che ascolti le mie problematiche... Ma almeno sono lucido e non mi spaventa più nulla.

Poveroidiota sei sveglio anche te? Heheh...finalmente da un bel po dormivo benissimo ma da un po di giorni per questo problema di mia figlia ricomincio a svegliarmi alle 3 in punto.

Mah..., Freestyle, non so se ti sia gradito che qualcuno si esprima su cose che sicuramente per te hanno una grande risonanza emotiva. Corro il rischio di sembrarti inopportuno, ma ti dico quello che penso. E cioè che sicuramente è importante quello che sta succedendo adesso in relazione a tua figlia. Ma, come giustamente dici, devi “cacciare le controballe”, cercando di essere molto razionale, perché c'è qualcosa di ancora più importante, e cioè il fatto che fra 3 anni nessuno più, neanche l'assistente sociale o chi al suo posto, potrà avere alcuna prerogativa di tutela su di lei.
Io non conosco l'assistente sociale, non so se tua figlia sarà effettivamente avviata a una struttura o se ci si orienterà altrimenti, né conosco lei. Quello che so è che cercherei di evitare conflitti e proverei a capire, insieme alle altre persone coinvolte, assistente sociale in primis, come muovermi affinché lei possa arrivare alla maggiore età nelle migliori condizioni e con i migliori presupposti.
Ciao
Placido

Grazie Placido,
Certoche ti puoi esprimere.Hai colto in pieno, fra tre anni sara' maggiorenne ed io saro' li ,come sono gia' adesso,ad un passo da lei.Non ho fatto ferie x starle vicina, le sue vacanze se l e' rovinate con anneddoti che non sto qui a raccontare.E' precisamente come me , tossichella,ribelle,sbandata la mia paura piu' grande e' plausibile capire quale possa essere.
L' assistente sociale la conosco, sembra una brava signoraa come tutte le assistenti sociali che si rispettino ha le sue vampate di calore da menopausa, in piu' mia figlia gli schiaffi se li tira dalle mani,lei crede di prendere ingiro tutti, ma poi c e' qualcuno come me e come l ass sociale che e' difficile perculare.Io con sta signora ho un buon rapporto.ma anche molto a distanza,meno ci parlo meglio mi sento.E' lei che adesso ha il totale potere decisionale ed il giudice, parlandole hocapito che all 80 x 100 andra in casa famiglia.Adesso e' in regime di restrizione,non puo' uscire di casa altrimenti anche se minore va nel penale.

... freestyle, sarà che sono particolarmente giù in questo periodo sarà per i mille pensieri vorticosi che mi accompagnano in ogni momento ma, accidenti mi viene un groppo alla gola, un magone che non ti dico, sul serio a leggere storie come la tua con la tua figliola ... pensa che tutti questi problemi che mi sto facendo e "solo" per 2 mg di bpn sono dovuti anche al fatto che ho dei figli e che mi piacerebbe guardarli in faccia senza vergognarmi; a volte il grande che è ancora un adolescente comincia a farmi delle domande sulla droga e io sono costretto a mentirgli, mento quando mi chiede se ho mai provato o quando mi chiede cosa e come ed ho paura, paura che venga come me e ripercorra la mia stesa strada cosi come ho paura che se dovesse accorgersi o dovesse venire a conoscenza del mio passato remoto, prossimo e del mio attuale possa in qualche modo sentirsi "giustificato" a provare e al contempo possa perdere la fiducia che ogni figlio ripone nei genitori e io l'autorevolezza che dovrei avere ai suoi occhi
lo stesso magone (e mi vergogno anche un po') mi viene anche per aver risposto come ho risposto a Steve Rottame dopo aver letto un pezzetto della sua storia da brivido ... davvero mi dispiace tanto ... accidenti ragazzi un grosso in bocca al lupo per tutto

per quanto riguarda poi le motivazioni che hanno portato o portano gli individui a diventare tossicodipendenti che dire, credo non ci sia una causa comune o una motivazione plausibile per tutti

io per esempio ho conosciuto la cannabis poco prima dell'eroina ma ha casa mia non avevo alcun problema; nessun problema a scuola nessun problema con le possibilità economiche con i genitori con gli amici ... è stata solo curiosità superficialità e mancanza di informazione e forse voglia di assomigliare ai tanti più grandi che, all'epoca, sembravano fighissimi e inarrivabili in ogni caso una specie di guru da imitare per noialtri ragazzini; una delle cose che mi ricordo immediatamente dopo le prime sniffate è, oltre alla sensazione davvero grande e unica che l'ero sa dare le prime volte, quella sensazione di elevazione rispetto a tutti i miei coetanei fuori dal giro e l'assottigliarsi della distanza dai più grandi ... poi nel volgere di pochi anni (siamo a metà degli anni 80) sono cominciate le prime morti per overdose, gli scippi e le rapine, i primi casi di aids, le prime retate e arresti i e improvvisamente quelli che sembravano cosi fighi e inarrivabili si palesavano per quello che realmente erano ... dei tossici sfatti ormai in balia degli eventi e prossimi a fare una brutta fine

e la brutta fine l'avrei fatta pure io se non avessi avuto un padre che avendo la sensazione che anch'io facessi parte di quel mondo mi ha cominciato a seguire e tallonare da vicino senza lasciarmi in pace un momento; certo io ero alle prime armi (i primi 2 o 3 anni ho sniffato e basta e con un tiro o 2 stavo bene tutto il giorno), studente faccia pulita e con compagnie scolastiche ma con la malizia che solo un tossicodipendente può avere e mettere in pratica mi veniva facile ingannarlo ma solo fino ad un certo punto (mi controllava le braccia, mi seguiva il pomeriggio, si appostava nelle piazze calde per scorgermi mentre io intorno a me avevo una rete di persone dell'altro giro, quello tossico, che mi avvisavano e mi coprivano) poi mi portava a fare "le analisi" a sorpresa senza dire al dottore o all'analista il motivo ma con l'emocromo cosa vuoi scoprire circa l'uso di droghe? un bel niente! ma è stato proprio questo continuo tassellamento ad evitarmi il peggio nei primi anni; purtroppo questo l'ho capito molto dopo perché una volta partito per l'università con casa autonoma e assegno mensile per gli studi ho dato libero sfogo alla mia tossicodipendenza finalmente libero di fare quel cazzo che volevo senza l'ombra ingombrante del genitore ( anche fisicamente era un gigante grande grosso e per gli altri cattivo tanto che tutti compresi i pusher ne avevano paura ) ed è iniziata la corsa verso il baratro da cui ancora oggi a distanza di tanti anni sto faticosamente cercando di uscire ... a soli 2 mg bpn dalla meta appunto

buona giornata e ancora un grosso in bocca al lupo a tutti e due in particolare e a tutti gli altri in generale, me compreso

Se uno è depresso veramente non può cacciare fuori le balle, perché. La depre e l'antitesi del cacciare fuori le balle. Poi va da persona a persona e anche gravità della.malattia.

Innanzitutto mi spiace per la tua situazione Freestyle e per tua figlia.Sarò breve che devo prepararmi per andare al lavoro. Come ben sai a quell'età la testa non funziona priprio. Almeno nella maggioranza. Stanno persone che, secondo me, nascono predisposte alla TD. La fortuna, se così possiamo chiamarla, è che te sei stata/sei dell'ambiente e non puoi farti prendere in giro. In questo senso almeno puoi capire cosa sta usando e come si sente tua figlia.Una domanda:le hai mai parlato a cuore aperto facendole capire che sai come andrà a finire perché la storia è sempre quella?

Si lei sa tutto, ha visto da piccola tante cose,conosce tutto ,troppo per avere appena 15 anni.Sono tempi difficili molto piu' di quelli della ns generazione,in piu' e' troppo sveglia,in piu' ha tanta rabbia.Pero' io la capisco, sono vigile per lei, non la lascero' mai piu' sola,adesso non sono piu' sola neanche io ,percui.Ho le armi per affrontarla.

Beh, in questo caso, spero tu diventi per lei una grande mamma e NON una grande amica (complice). Se tua figlia è così arrabbiata, falle conoscere altre maniere per scaricarsi! tipo boxe, arti marziali, poligono... insomma, attività che magari potete fare insieme! Poi, io non sono mai stato genitore quindi il mio suggerito é alla "my 2 cents"

C'è da sperare che tua figlia non adotti comportamenti eccessivamente oppositivi rispetto ai provvedimenti che saranno presi, Freestyle. Magari di fronte ai paletti che le saranno posti recederà un po' dalla tendenza adolescenziale alla ribellione. O comunque dovrà gestirla, farsi una ragione dei limiti che sarà tenuta a rispettare e rifletterci su.
Certo, ci sarà da combattere, adesso, per i prossimi anni e anche dopo i 18.
Penso sia una cosa ottima che tu abbia un buon rapporto con l'A.S.. Secondo me più gli adulti coinvolti sapranno fare “fronte comune”, tanto maggiori saranno le probabilità che tua figlia si orienti positivamente, magari a poco a poco.
Poi noi sappiamo benissimo che, soprattutto a una certa età (ma anche dopo), essere recalcitranti e testoni è una prerogativa non rara.
Ti auguro di affrontare la cosa con serenità e forza, cosa di cui mi sembri del tutto capace e di cui tua figlia potrà giovare.
In bocca al lupo.
Placido