Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

sono una ragazza,ho appena fatto 16 anni e uso l'eroina

la mia vita mi sta cadendo addosso...penso che tutti voi sappiate com'è che funziona, perciò non farò molte parole..ma piuttosto qualche ragazza minorenne che è nella mia situazione? ho, anzi, abbiamo bisogno di sostegno e di aiuto reciproco...mi sento sola e sto di merda ma pubblicamente non riesco a scrivere molto..contattatemi, se siamo nella merda almeno stiamo uniti, spero che qualcuno mi capisca, capisca cosa voglia dire andare a scuola con la scoppia....grazie a te che hai letto questa invana richiesta d'aiuto da parte di un'anima borderline senza speranze, a te GRAZIE per aver perso questo minuto per me. ti aspetto.

Commenti

Che intenzioni hai?
Mia sorella ha cominciato come te.
Tu, che intenzioni hai di preciso?

la mia instabilità emotiva non mi aiuta per niente..è un anno quasi ormai, ho fatto la scoppia con il subutex troppe volte ma non dura mai più di 1 massimo 2 settimane... voglio trovare persone come me, al mio livello, voglio togliere questa merda e soprattutto trovare le motivazioni giuste

Vuoi parlare solo per condividere, o anche per altro?

Dici che vuoi tirartene fuori.
É una cosa buona.
Certo che chi te l'ha data é un gran pezzo di merda.
Questa delle motivazioni giuste....proviamo a pensare. Io te ne butto una: Hai solo 16 anni e sicuramente un sogno da realizzare per il tuo futuro.
Sogno che la droga potrebbe spezzare.
Prova a dirmi la "tua" motivazione, siii che ce l'hai.

cosa spinge una bambina di 16 anni ad usare eroina.
cosa passa nella testa di questi giovani allo sbando..
dove sono le regole della famiglia..
qui, qualcosa non quadra... e non quadra davvero per niente.
non mi sarei mai sognato di far uso di deterinate cose a 16 anni, manco le conoscevo.
adesso si è liberi di far quello che si vuole e ficcarsi in guai che poi devono essere i grandi a penare per risolverli.
non capisco che problemi può aver un ragazzino/a di quella età, davvero non arrivo a capire questo.
ormai tutti fumano anche a 13 anni, non parlo solo di sigarette, perchè dicono mi rilasso e tengo i problemi lontani. i problemi?
condivido quello che hai scritto te: chi ha dato la roba a questa ragazza è solo merda, non mi viene nessuna altra parola che merda.
Spero solo che comunque, possa questa ragazzina farsi aiutare da qualcuno e non buttar via la vita a 16 ANNI!!

se hai avuto una infanzia senza problemi sono felice per te, mi complimenterei con i tuoi genitori, ma non tutti sono stati fortunati come te

non penso sia un problema di buttar via la vita a 16 piuttosto che a 50 anni.....gente che crede di vivere e in realtà è un involucro semovente.....forse anche per questo sostanze sono abusate.....al di là di questo vorrei dire alla ragazza....diventa te l eroina.....comprati una chitarra impara a suonare e scrivi della tua esperienza . diventeraà passato

Ma smettila con questa cosa dell'"adesso si è liberi e bla bla bla"...negli anni 80 mezza generazione si è bucata da quando ne aveva 13....io ne ho 30 sson della generazione dopo e avevo mille amiche che si facevan dalla terza media alla 5 superiore...alcune ne sono uscite altre sono ancora in ballo come me del resto...

solo per dirti che il tuo commento è davvero fuori luogo, drogarsi a quell'età è fottutamente bello è quello che ti frega...la complicità con i borderline come te, con quelli un pò più grandi e i loro fscinosi problemi, le incertezze dell'adolescenza vissute calmate da quelle robe che ci fan sentire tutti un pò dei poeti maledetti.

Ma è una merda cara la mia 16enne...Prova a pensare seriamente ma seriamente davvero al fatto che alla tua età sei in tempo per cercare di raddrizzare la mentalità, poi nn lo sei più, sei fottuta..ma devi cambiare un pò te stessa cambiare il modo in cui vedi il mondo.Cioè guardati allo specchio e pensa a chi sei e a cosa sei: e renditi conto che non sei una studentessa delle superiori, una ragazza intelligente con un roseo futuro dvanti, una giovane che cerca tipi interessanti con cui uscire: sei una giovane tossicodipendente. Fatti schifo e cerca di cambiare basta solo iniziare a vedere lo schifo che c'è in quella parte di te e non lasciare che prenda il soprvvento perchè è ancora una parte insignificante fra le mille possibilità che hai di descrivere te stessa. Datti un ultimatum e se vedi che non lo rispetti smettila di scalare col subotex da sola (procurartelo alla fine ti fa beccare la stessa gente della roba) vai a un sert che è anonimo e chiedi di farti fare uno scalaggio rapido e un periodo di supporto psicoogico (il nome spaventa in realtà son solo quattro chiacchere ogni tanto con un tizio giusto per poter parlare con qualcuno del tuo prolema)

in bocca al lupo.

Instabilità emotiva....hai avuto una delusione d'amore per caso?

Ciao,
capisco benissimo che alla tua età sia difficile, molto più difficile che per un adulto.
E' difficile perché si ha paura di dirlo ai genitori, che la cosa si sappia nella tua scuola, nella tua città, nella tua famiglia.
Si ha paura perché si pensa di aver sbagliato, di dover essere giudicati, condannati.
Non è cosi, stai tranquilla. Però devi metterci veramente tutta te stessa per smettere.
Pensa che l'eroina ti può solo rovinare la vita, i sogni, il fisico. Alla tua età si è incoscienti, la morte appare come un'ombra lontana e il fisico è perfetto. Ma basta veramente poco tempo, fidati, perché tutto questo castello di carte crolli, e tu ti troverai nei panni di un 80enne, con la paura di morire da un momento all'altro e il fisico che piano piano ti abbandona.
La prima cosa che devi fare è voler veramente smettere, volerlo con tutto il cuore, voler fare una vita da adolescente normale e non da tossica. Poi chiedere aiuto ai tuoi genitori, e insieme iniziare un percorso al Sert o presso altre strutture.
Non buttarti via, puoi ancora salvarti.
Un abbraccio

Parliamoci chiaro:sei molto giovane e quindi sei sia piu recuperabile che paradossalmente molto a rischio perché attraversi un età molto complicata di x se. Non voglio smontarti ma trovare e incontrare fisicamente persone nelle tue condizioni può farti solo male,molto male e ampliare il rischio. Analogamente condividere esperienze on line con persone nelle tue condizioni (età e situazione "tossicologica") non la reputo una grande idea sia perché le motivazioni x smettere non ti arriveranno né da loro né da altri,sia e soprattutto perché trattasi di ragazzi in difficoltà come te e quindi molto a rischio nei pareri,nei consigli e nelle scelte.
Il consiglio è aprirti coi tuoi se hai fiducia in loro e con loro rivolgerti a strutture valide e universalmente riconosciute come valide.... Possono essere comunità religiose specializzate o simili,possomo essere anche Sert,tenendo conto però che il Sert soprattutto è un'arma a doppio taglio perche la fauna esterna e dottori interni,spesso troppo didascalici e poco elastici,possono fare più male che bene nel tuo percorso.
Il consiglio di un ex tossico da un po totalmente drug free (subutex) è di disintossicarti e di buttarti anima e corpo in cio che ti piace:sport teatro danza etc etc
In bocca al lupo e nn mollare

Cara giovane lettrice, ho letto le tue parole e vorrei fare qualcosa per aiutarti per quanto
può essere possibile attraverso internet. Sei veramente molto giovane e questo da una
parte è preoccupante ma dall'altra aumenta le possibilità di farcela ad uscire da questa
merda.
Penso che da sola tu non possa farcela. È fondamentale che tu chieda subito aiuto a qualcuno che ti sia molto vicino.
Non conosco la tua situazione familiare, ma penso che il primo aiuto dovresti cercarlo in famiglia presso i tuoi genitori. Penso che dovresti farlo subito.
Nella mia esperienza professionale ho visto sempre genitori reagire nel modo migliore rispetto ad un figlio in questa situazione. Aspetto una tua risposta.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

ci sono rimasto quasi secco con l' eroina.. se ti va di parlare ho 18 anni so cosa passi

Ma io mi chiedo: ma dove cazzo li trova i soldi a 16 anni per sfondarsi di eroina ??? Anche qui c'è qualcosa che non quadra.

guarda che per farsi venire la scoppia basta anche uno 0.3 al giorno , in realtà anche di meno , poi se la roba è buona non ti dico nemmeno ...

Dove li abbiamo trovati tutta se non alla sua età magari a 18 o 20! Prima iniziano le varie scuse con genitori, amici e parenti vari...poi purtroppo inizi a rubare in casa,soldi e oro da cambiare, rubi ai parenti e agli amici xké l'unica cosa che ti interessa è tenere a bada l'astinenza, quella bestia che ti corrode corpo e anima. Ci facciamo schifo ma continuamo a farlo. A 16 anni cmq io lavoravo già. E poi ci sono altri modi che per fortuna io non ho mai usato ma che molte mie amiche hanno fatto...prostituirsi!

ciao. mi dispiace . hai un grave problema molto piu' grave di quello che pensi. adesso ci sono solo due strade che puoi percorrere. una porta alla morte ed e' molto ripida e veloce. l altra piuì lenta e in salita porta alla rinascita e alla vita. sei tu al bivio. da che parte vuoi andare? cosa vuoi fare? ...parla con i tuoi genitori , a viso aperto senza mentire. loro ti amano piu' di qualsiasi cosa e faranno tutto il possibile per aiutarti. fallo senza aspettare.

guarda che per farsi venire la scoppia basta anche uno 0.3 al giorno
_______

VERO, POI AGGIUNGI I CONDIZIONAMENTI AMBIENTALI E IL VELENO CHE METTONO IL QUELLA COSA CHE VOI GIOVANI CHIAMATE EROINA (per convenzione)
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
in realtà anche di meno , poi se la roba è buona non ti dico nemmeno ... dalle mie parti con 15 euro al giorno ti pigli una scoppia micidiale !
________
DALLE TUE PARTI, PER STRADA, OVUNQUE TU ABITI, C'E DELLA MERDA MICIDIALE, (come ovunque)
cio' non toglie che in eta' cosi' giovane, per quanto ci sia pochissimo principio attivo dentro la merda acquistata, si stia poi MALE lo stesso
Oltre che il danno anche la beffa; intox di taglio
Cmq nulla toglie alla gravita' del problema
da minorenni poi e' un problema grosso grosso, che pure condividendo con altri sul web, alla fine quando esci di casa sei da sola
Manco puoi andare al Sert da solo/a
Sugar

.... ma sinceramente non rifumerei manco se me ne mettessero davanti un grammo a gratis

Sono una ragazza Io ho iniziato a 15,ora ne ho 19..Mollala a che sei in tempo, l'avrai sentito dire mille volte ma vedi che se inizi a questa età non te ne esci più . è diverso da chi inizia da adulto..ti rovina tutto.. compagni che mi vedevano fumare in bagno,Ho mollato la scuola(avevo tutti 10),vedere i tuoi coetanei "normali",andare via di casa,lo scollettare,comunità,sert,vedere i tuoi genitori piangere.. e tutt'ora con tutto questo schifo non l'ho mollata,mi sento una merda ho fatto una fumata mezzoretta fa...Alla fine non ci leviamo molto e io all'età tua era nella tua stessa situazione,se vuoi farti una chiacchierata ,rispondimi (...) ciao :)

Sorry, ma questo sito non accetta scambi di indirizzi mail o social

Sorry, ma questo sito non accetta scambi di indirizzi mail o social
____________
Giusto, pero', REGISTRANDOSI, CI SI PUO' SCAMBIARE MSG IN PVT accedendo dal profilo; ovvio che entrambi gli utenti devono essere registrati
Sugar

Ciao!
Ci sei ancora?

Ciao! Dicevi a me?

che se inizi a questa età non te ne esci più . è diverso da chi inizia da adulto..ti rovina tutto..
__________
ASPE', FERMA TUTTO, QUESTO ASPETTO VISTO CHE HAI SOLO 19 ANNI NON TI E' CHIARO
voi ragazzi che iniziate cosi' giovani, molto probabilmente arriverete adulti che queste, saranno solo "grosse cazzate fatte in gioventu' ma sarete liberi, e questo sara' solo un brutto ricordo di un periodo della vs vita
_________
Invece noi adulti, abbiamo un lavoro, uno stipendio, riusciamo a gestire la situazione un po' meglio perché, appunto siamo adulti e esperti
MA QUESTO SOLO ALL'APPARENZA !!!!!!!!!!!!!!!!!
NEL MIO SERT (dove vado proprio oggi a pausa pranzo), e' strapieno di OVER 40ENNI, anche diversi OVER 50.....che, iniziato il metadone a mantenimento tot anni fa, questo metadone se lo portano nella tomba; lo hanno accettato, ne sono consapevoli......a volte saltano di "bere" e si fanno la sgarratina (considera che noi adulti al 99,99999% non usiamo stagnole....questa e' una moda abbastanza recente).........e cosi' rimani legato a queste strutture per il resto della tua vita
_____
discors diverso e' per la Buprenorfina.......quella e' piu' agevole, sia da scalare, un pochino meno dolorosa del metadone.....ma soprattutto ti blocca i recettori e non puoi fare "la sgarratina" a meno di non fare precisi calcoli (lasciamo stare questo argomento)
______
mi rendo conto che ua 16enne che deve entrare in classe in down, sia una faccenda davvero non bella
MA SONO PRONTO A SCOMMETTERE CHE DA ADULTA LEI AVRA' MOLLATO QUESTA MERDA
io invece sono qui, in terapia.......e adesso vado a prendere l'affido
bello vero ???
Sugar

Sugar ma poi sei passato a 1 mg ogni 36 h !?

Grazie per la tua fiducia, @sugar magnolia. Grazie a tutti per il vostro tempo. Ne farò tesoro. Grazie alla redazione e complimenti perché un sito cosi serio non si era ancora visto, anche perché sapete meglio di me quant'e difficile per un minorenne farsi aiutare in questo campo.
Grazie a tutti, ancora.
Sono riuscita a procurarmi subutex e subuxone qualche settimana fa. Non l'ho usata per 10 giorni e sembrava che i dolori si fossero placati.. L ho usata ancora, anche oggi,ma cerco di starci dentro e guardare dritto verso il mio obbiettivo... La testa è la parte più impegnativa, è la sfida più ardua... Sto lottando con i cervelli altrui e costantemente con il mio, spero di farcela.. Prima o poi...
-a

@JANEDOE
e' giusto che tu, 19enne scriva in modo cosi' nudo e crudo gli effetti di questa cosa chiamata EROINA......in cosi' giovane eta'
per quel poco che conta....massima solidarieta' (conta un c xx o)
alla fie ciascuno e' solo con la propria TD
___
Sugar

sono janedoe la ragazza di 19 anni
dico che è diverso dal fatto che a 15 anni,non sai chi sei,cosa vuoi dalla vita,sei piccolina e il tuo cervello,la tua identità ,il tuo essere è ancora in crescita 'ti devi ancora formare' diciamo cosi'. Quindi se rimani dipendente per più di 8 mesi ad es. rischi che la tua' identità' si forma attorno al mondo della droga,gli atteggiamenti ,le sicurezze etc che difficilmente riuscirai a sradicare. . ne parlo per esperienza diretta
Chiedo allo staff o a uno psicologo se è esatto il mio pensiero

Non sei ne borderline ne da sola, sei solo una ragazza che ha inciampato in uni dei tanti ostacoli della vita, certo uno tosto, uno che non si lascia tanto abindilare dai buoni propositi, un ostacolo duro un'ostacolo tenace un ostacolo contornato da tanta negatività gente di merda e soprattutto un ostacolo che ha la capacità di influire sul tuo stato psichico e fisico. Ecco perché l'eroina è tanto dura ecco perché si parla di hard drug, ecco perché si dice walk on the wild side.
Perché lei è esclusiva, come quelle prostitute di alto bordo che scelgono loro stesse i clienti. Ma tutto questo è teoria sono cose che già conosci. La tua realtà è diversa invece. Sei intelligente innanzitutto,hai damigkia ed amici, hai tutte le carte in rega per lasciare questo episodio uno dei tanti della tua bellissima vita che sts per nascere. Così come trovi gente di m****, troverai allo stesso modo gente fantastica che sarà dalla tua parte in ogni caso. Posso immaginare cosa si muove in quella testolina, c'è ribellione voglia di trasgredire voglia di cambiare le cose voglia di essere anche diversi dai propri pari, di essere speciale particolare unica. Ma fidati di me anche se non mi conosci per favore, nell'eroina non c'è nulla di positivo delle cose di cui abbiamo parlato, ed un flash che dura 5 secondi non è sufficiente per annullare una vita sana. Ora devi solo trovare i tuoi alleati, io parlo sempre di costituire un piccolo esercito piccolo ed agguerrito magari formato dai tuoi familiari o da qualcuno che reputi importante e di cui ti possa fidare al 100%, oltre a loro sarà necessario un salto al Sert fidati ne vale la pena, li valuteranno la tua situazione fisica e mentale e da lì si costruirà un piano di azione. Fottitene di privacy di chiacchiere di gente che ti vede, nulla adesso vale la tua vita nulla. Io non ho ricette da darti le grandi segreti le piccole confidenze, e sai perché?
' perché in questa storia ognuno ha la sua strada. Che può durare mesi settimane anni o decenni, può finire subitissimo o non finire mai. E te lo dice uno che ha 41 anni, ed.è ancora li che balla anche se ora in modo costruttivo e maturo (sperem).
Volevo essere breve ma mi sono dilungato, leggi tutto e.vedrai che a qulacosa servirà averti regalato mezz'ora.della.mia vita.
Ad maiora

JANEDOE

mi ha colpito la TUA STORIA; ma sei maggiorenne, puoi andare in terapia....ma da quanto scrivi sopra i Tuoi sanno gia' tutto.....non studi piu', presumo non lavori neppure
la tua storia (uguale a moltissime altre......pero' per qualche ragione, mi ha COLPITO LA TUA)
sono cose e storie di vita complesse da spiegare su un post, o anche piu' post,
................come stai ????
____
Sugar

MI ricordo la mia amica di bisbocce ... avevamo 16 anni si chiamava monica .usevamo l ero insieme(sniffata).poii un gg mi disse devi provare eBELLISSSSSIMO.propio con tutte quelle esse .ricordo le sue parole il suo tono di voce l entusiasmo nel ripetermi e bellisssss.....17 anni li ho conpiuti solo io.sono passati decenni da allora, porto con me l immagine di lei,avrebbe potuto essere qui con me .16 anni... li ricordo .

ho appena finito di scrivere un romanzo su un altro post (a riguardo della cocaina..il mio problema..) quindi saro breve..
HO INIZIATO COME TE A 15/16 ANNI...
NE HO QUASI 30 ADESSO... e L'ERO è STATA LA PARTENZA PER TYTTO QUELLO CHE DI BRUTTO HO AVUTO DA 15 ANNI A QUESTA PARTE..
ALLA TUA ETA QUESTE PAROLE NON AVREBBERO AVUTO NESSUN SIGNIFICATO,TIPO IO NN CI FINISCO COSI,COME TUTTI,NO?
SBAGLIATO... è IL SOLITO COPIONE CHE SI RIPETE SEMPRE..
GIA UN ANNO DI ROBA TI SEGNA A VITA,NON TI CREDERE..

CONSIGLIO: PARLA COI TUOI...URLA IL TUO DOLORE E CHIEDI AIUTO,A CHIUNQUE.. MICA TI POTRANNO UCCIDERE,NO?
(QUELLO LO STAI GIA FACENDO DA SOLA...)

Io ho 19 anni, sono borderline e mi faccio di roba. Non vado più a scuola, e credo di essere messo anche peggio di te :-(. T.V.B. sorellina.

stavo leggendo sul sito delle cose sul suboxone e ho letto qui...
Taglia subito, ogni giorno ti affossa di più. Non ne vale la pena. Ora ho 30 anni, e 15 anni fa, se ci penso mi viene male, avevo tutto...ero borderline? si! Componevo musica, organizzavo rave party, ho girato in carovana l'europa organizzando festival...e tutto senza merda...poi prova qui, prova la e mi sono trovato dipendente in un attimo. Senza accorgermene tac; dopo 3 anni me la sono levata e sono arrivato a prendere meno di una goccia di meta.
Ero convinto di avercela fatta, stavo bene ma sai cos'era rimasto della vita bordeline?nulla. Il nulla più totale...dopo appena 3 anni la robba mi aveva tolto tutto. Dico robba,ma in realtà mi sono tolto tutto da solo. E quando me ne sono reso conto, boom tutto da capo; campi,marocchini,storie,bugie...punto e a capo.
Poi ho incontrato l'attuale mia compagna. Non so perchè ma mi sono ritiratò su, e ancora scalaggio e balle varie...arrivo quasi completamente pulito e mi rifaccio una vita; casa, cane, compagna e figlia...doveva essere la svolta. Si, verso il basso però...
Ed io ho la fortuna di aver un lavoro remunerativo,dei genitori grandiosi e una compagna e una figlia splendida; sotto quel lato sono fortunato... ora ho 30 anni e nulla è cambiato, sert, pastiglie e robba (a volte più o a volte meno) e la vita mi passa sotto come se non me ne accorgessi; vivo di menzogne con le persone più care per me...perchè diciamocela tutta, x essere un tossico devi avere un ottima memoria se hai delle persone vicine...sai, io non rimpiango la mia vita borderline, rimpiango i giorni che ho tolto ad essa x stare in macchina con 4 stronzi a fumare stagnole. E ora che so che quell'età non torna più indietro mi mangio le mani...
Ora si, ho tutto ma basta davvero un nulla perchè per farlo sparire. Perdere compagna e figlia. Basta un attimo, probabilmente basta un pezzo di carta stagna sporca non buttato o dimenticato e tutto il castello crolla...
Fortunatamente mi sono dato una bella regolata; ma le cicatrici, i segni, il danno che lei mi ha lasciato...be sono tremendi...in un modo o nell altro finisco sempre nel riconprarla,anche solo 1 volta a settimana, consapevole di giocare su una lama di rosaio...questo è tutto quello che mi rimane della vita bordeline...ne vale la pena?
Pensaci

Sante parole. E aggiungerei che quella che avevi prima della robba non era una vita ''borderline'': era una vita bella e libera.

Questa droga è una maledizione.

Ecco

ciao! sono una ragazza di 17 anni e sono nella tua situazione. ti capisco, purtroppo. se ti va di parlarne io ci sono.
ci sto dentro da un annetto e mezzo e già la mia vita è crollata, ho iniziato fumando erba poi coca, poi direttamente le pere. mi ha distrutta. da un anno sono al sert, ora aspetto la lettera dal tribunale dei minori, ho evitato per un pelo la comunità, ero ottima a scuola e ora faccio schifo. vedere i genitori piangere, star male, poi prendersela e picchiarti, urlare che sei solo una tossica e che fai prima ad ucciderti. e la parte peggiore è che hanno ragione, piuttosto di iniziare a farmi le pere mi sarei potuta ammazzare che tanto lo sto facendo comunque. astinenze, cure col subitex, a scuola che han sputtanato che pippavo. un macello. ti capusco bene e ti auguro di fermarti finché non ne sei dipendente fisicamente. un abbraccio e tutti i miei migliori auguri. se vuoi, ci sono.

Ma che razza di amici avete a 16 anni che vi fanno fumare il crack e vi insegnano a spararvi le pere? Dico ma questi genitori che hai prima di chiamarti tossica e picchiarti non hanno visto con chi te la facevi? Forse sono genitori un po assenti,stralunati,presi da altro...con il mio bagaglio se mia figlia si fumasse il crack o sparare le pere con i compagnelli suoi la sgamerei prima della prima fumata di crack o pera...ma poi x farsi una pera è complicato,ci vuole tempo e una certa conoscenza delle vene e degli attrezzi,per fumare il crack idem...bottiglietta, cenere,cocaina cucinata...ma quanto ti hanno lasciato libera i tuoi genitori? Forse troppo,e non ti hanno neanche saputo guardare bene e nemmeno capire con chi te la facevi.Questa per un genitore dev essere davvero una tremenda sconfitta;una figlia sedicenne tossica eh già con problemi di legge.Ma la colpa è dei genitori!

Non lanciare giudizi senza conoscere. Ogni situazione è diversa, ogni persona è unica.
I miei genitori sono sempre stati presenti, mi hanno dato un' ottima educazione, e l'unica pecca era l'ingenuità di chi non si è mai neppure ubriacato una volta in vita sua. Eppure...

ESATTO!! I miei genitori non mi lasciavano fare nulla, a casa presto la sera e controllavano se sapevo di fumo o alcool. L'unico risultato è stato che dai 13 anni in su mi sballavo quotidianamente di ogni cosa per sfuggire alla loro oppressione e a 22 anni ero con un ago in vena. Fare i genitori è la cosa più difficile al mondo e per quanto si possa esser bravi, un figlio è un individuo a sé che decide da solo cosa fare della propria vita

Tirar Puede Matar ESATTO!!!!
Non lanciare giudizi senza conoscere, ok belle parole, ma cerca di farlo anche tu un prima battuta...
Ho letto un po' di risposte tue e a me personalmente mi hai sentenziato una situazione che non conosci dicendomi "che è più facile che mi colpisca un fulmine"... bene come dici tu "Ogni situazione è diversa, ogni persona è unica".
Pensa prima di parlare e sentenziare

Ma poi dato che ti stai rivolgendo ad una sedicenne non capisco 'l'utilità' del tuo commento. Concorde o meno sulla tua opinione non credo abbia nulla di propositivo,anzi potresti potenzialmente trasmetterli un senso di impotenza ed estraneità da Sè del tutto controproducente. Un'ottica che si impronta sul negativo,la colpa,la fustigazione,l'impossibilità di agire e reagire alla vita e sopratutto di coglierne il bello per quanto estenuante. Un pò stile Ital-cattolico;) FORZA ragazzi!!

ah scusate non avevo letto sotto che c'era stato un po di casino,non volevo infierire

non so con che coraggio ti permetti. i miei sono disperati proprio perché sanno che non mi hanno educata ad essere come sono, anzi, tutt'altro e prima di entrare nella droga ero una ragazza modello, a scuola e in famiglia. la droga non guarda a buoni o cattivi, non guarda a famiglie perfette o disastrate né a ricchi e poveri, se ci entri sei fottuto e basta, a meno che riesci ad uscirne presto e con supporto. i miei non mo hanno mai sgamata perché mi facevo in posti nascosti, mi hanno sempre annusata per il fumo e io prima mi lavavo mani e bocca ovunque fossi e son sempre stata attentissima a non puzzare. della coca non si accorgevano perché arrivando a casa mi controllavo parlando piano e se era sera andavo subito in camera dicendo che sarei andata a dormire. con le canne basta il collirio negli occhi e controllarsi tanto, ho molto autocontrollo anche quando sono fatta, partendo dalla canna fino all'eroina. nessun mio amico mi ha insegnato, ero curiosa e sono andata a prenderla per i fatti miei, sentivo sempre che i tossici usavano il cucchiaio e me lo son portato da casa e per usare una siringa a 16 anni non ci vuole una scuola, prendi una vena che si vede e hna volta che c'è il sangue spari dentro.
i miei mi han sempre educata bene, presenti e nonostante non siamo ricchi hanno sempre cercato di farmi stare al meglio, mi avevano insegnato che prima va il dovere e poi il piacere, che la scuola e l'educazione sono fondamentali, che bisogna andare a letto presto, fino in prima superiore dovevo tornare la sera alle 21 e ora in quinta alle 22, mai andata in discoteca, sono sempre stata tranquilla. ero curiosa e la mia curiosità stessa mi ha fottuto, fine. inoltre i miei non avendo mai ticcato droga non ne conoscono gli effetti precisi quindi se tu hai vissuto la realtà della droga sia su te stesso oppure su altri riusciresti sicuramente meglio a capire se tuo figlio facesse qualcosa, ma questo non implica essere cattivi genitori.

e tu saresti una madre?????cioè una che guarda suo figlio negli occhi e capisce le sue difficolta ???che sicuramente gli avrai trasmesso te ...una che sa leggere questa nuova generazione .bè a me fai inpressione .una mamma .mi associo buona fortuna.

Chi ha passato determinati percorsi dolorosi conosce le pecche e le lacune che si è trascinato dentro per arrivare a tanto, chi ha passato dolori così grandi porta il segno indelebile nell'anima e fa ogni cosa possibile per evitarlo al proprio figlio.La libertà e il dialogo,parlare di tutto,anche delle droghe,del sesso,di ogni cosa che possa far capire al proprio figlio che il genitore c'è non solo per la pappa pronta ma c'è perché c'è a 160 gradi, è complice!
Se viene a mancare la fiducia ,se gli amici di merenda sono sbagliati, se mi arrivi a casa con le pupille enormi e gli occhi sfondati e non riesci a parlare...IO HO SBAGLIATO QUALCOSA...e il rimedio è quello più drastico,oltre al dialogo,ci vuole pugno duro e comprensione.Mai abbassare la guardia,questo è un mondo infame.

Ogni ulteriore commento è inutile.... Visto che il post è di questa giovane ragazza che chiede aiuto, spero solo che i suoi genitori siano di altre vedute...

I post precedenti.....cancellati.
Giusto
Siamo persone adulte su un Sito gestito a livello......istituzionale
Hanno solo pilito le frasi non-accettabili qui
Ovvio
Sugar

Ciao Sugar, non è un problema di cose accettabili o meno a livello istituzionale, ma di rispetto reciproco.
Cosa che, qua ma anche altrove, viene spesso dimenticata.

certo, certo
giustissimo
penso solo alla 1° ragazza di 16 anni che ha aperto il Toic....e l'altra ragazza di 17 anni (BLACKANDGREEN
se scrivono qui sopèra per trovare uni sfogo, un appoggio, alla loro eta' davvero.....non so che dire......e poi leggono adulti che si sfogano cosi' (ora cancellati)......mi chiedo
MA COME POSSONO VEDERCI, QUESTI GIOVANI, MINORENNI, PER COME HANNO LETTO.....per quella rabbia che hanno percepito chiara e fortissima
su questi argomenti delicatissimi........
il tutto rapportato alla loro giovanissima eta' ???
io non so che dire.......sono cosi' giovani che ....
non fanno parte del mio mondo da moltissimi anni, pero' sono qui, sullo stesso Topic !!!!!!!!!!!!!
non so come, ho assistito a queste sfuriate sui Forum molte volte, ma a ragionarci ora, mi mette tristezza
__________
scusate l'OT
Sug....

Sicuramente sono stata molto dura e mi scuso pure con queste ragazze minorenni problematiche.Il motivo c'è ,il terrore che una figlia che sta crescendo come un fiorellino possa poi seguire i miei passi.Un terrore che ho dentro latente e gli errori che ho commesso io come genitore a cui cerco di rimediare sempre creando un rapporto complice e senza muri da infrangere per sentirsi ribelle,e mi dispiace ma resto dell'idea che il problema di ragazzi così giovani e problematici non può che partire dalla famiglia.Non c è dialogo,negli amici si cerca quella complicità che in casa non si trova ma magari si trova nell'amico sbagliato di turno.L'amico sbagliato di turno può insegnarti a fumarti il crac e a farti una pera,troppa libertà e l'indifferenza in famiglia può fare di te un giovane problematico.Io credo che troppi genitori i figli non li capiscono e non si sforzano di farlo.Parlo per la mia,il resto dei genitori di sto mondo possono fare come vogliono,massima libertà e tolleranza,rapporto aperto e di fiducia ma se sgarra sale il muccioli che è insito in me,e si cambiano un po' di carte in tavola.

Si ma 'l'amico sbagliato di turno' per un'altra madre è il tuo (non TUO ovvio) di figlio. E allora non ne usciamo più

Quello che dici è giustissimo, la giovane età in questi casi ci pone domande nuove ed interrogativi diversi. Delle volte al Sert vedi questi ragazzini impauriti, indecisi, non a loro agio, oppure al contrario sono strafottenti per nascondere le loro ansie. Mi rivedo io a 19 anni, in un Sert dove ero il più piccolo e c'erano già gli storici che mi portavano con loro...che dire, io scambio qualche parola sincera con loro, spesso sono ragazzine che ti guardano con timore, mi fanno una tenerezza.
Io gli dico di togliersi ora,ora e non domani o tra un mese, questo maledetto vizio, ritrovarsi,guardare altrove, pensare un futuro diverso, altrimenti, dico, vi ritroverete a 40 o 45 anni a bere i vostri 150-mG, perché se non pensate voi al vostro bene,non ci pensa nessuno. Gli amici poi mollano la presa, la famiglia si rassegna, i rapporti affettivi finiscono anche se sei digo da morire, nessuno vuole stare con un tossico ,nessuno mai, tranne i ragazzini preso dal bello e dannato pieni di esperienze ma che in realtà si caga sotto dalla paura del tempo che passa.
Allora coraggio, svolta questa cazzo di vita, trovati altre opportunità, cambia amici, altrimenti ti ritroverai tra qualche anno con una malinconia terribile, di ciò che poteva essere e non è stato, le.persone, gli amori, i progetti, i sorrisi, tutto svanisce sotto i colpi precisi e metti della sostanza.
Nostalgia, quella tanta e sempre presente, la.sensazione che le.cose avrebbero potuto prendere una piega diversa, una tristezza indicibile.
Tutto questi cerco di dire loro, anche se poi li vedo potersene, come.dire - che paranoia questi- ma non è paranoia, è regalare loro il mio tempo,insieme.alla.mia esperienza,-nella speranza.che qualcuno anche solamente uno, rifletta su queste cose.
Ad Maiorca

Ciao Marco75 sono contenta tu mi abbia risposto,questo è un argomento tanto delicato per me che parlarne qui,onestamente non l'ho mai fatto.Penso che se a mia figlia dovesse capitare quello che è capitato a me mi sentirei più distrutta di quanto già sono,senza darlo a vedere.Non si può capire il dolore già di vedere ed ascoltare storie di altri ragazzini già così giovani e già così lasciati allo sbando da genitori distratti,figurarsi per un proprio figlio.E sono dispiaciuta pure di scrivere queste cose nel loro spazio,infondo loro sono vittime,si dovrebbe creare un thread per i genitori di questi giovani,insegnamento alla genitorialità a 360 gradi,non solo l'insegnamento classico da pappa pronta e via.Io faccio il possibile,smuovo montagne intere,anche se sono nella mia condizione fisica e mentale e mi torna difficilissimo adesso,cerco di creare un rapporto aperto e di complicità,mostrandole anche i miei errori,come monito,proteggendo quanto più posso senza soffocare.E che Dio me la mandi buona veramente,perché tra il dna mio e del padre non sarebbe potuto uscire altro che una grandissima testa di cazzo.Poi il discorso è molto complesso da fare qua.

cara S. Io non ho potuto leggere i post che sono stati cancellati, ma stranamente su un tuo post sono d'accordo e cioè che spesso la colpa è delle famiglie o che cmq dipenda anche da lì. Però tu sei anche quella ragazza che sapendo che mi facevo in vena mi disse che non l'avrebbe mai fatto e che facevo schifo...perciò non so quanto credito abbiano le tue parole. Spero cmq per tua figlia e lo dico sul serio, che possa crescere bene e non prenda mai questa strada di merda.
Un saluto a Sugar

Ciao bella ti ho salutato già su un altro thread.Quelle cose te le dissi moltissimi anni fa e ti chiedo scusa oggi ,ok? Comunque di pere ne ho fatte contate sulle dita ,non amo tuttora il metodo siringhina.Sicuramente sono stata molto stronza ma stiamo parlando di una vita fa.So quanto hai sofferto e spero con tutto il mio cuore che stai bene.Il tempo passa e le persone cambiano e si spera sempre in meglio.Ciao!!!

Ciao S. Scrivo solo per dirti che per me è tutto passato, oda senso che anche all'epoca gli ho dato il peso che meritava, cioè nulla. Anch'io ti auguro di stare bene.

Io sono cresciuto in una famiglia senza problemi e con genitori attentissimi...eppure...
Al serto mi hanno definito "il ragazzo della famiglia del mulino bianco" fate voi...

si ,molte volte è colpa dei genitori ..... certo un genitore dovrebbe essere responsabile del figlio ,acconpagnarlo nella prima parte della vita .ma se andiamo a guardare il loro vissuto ,a loro volta i loro genitori , la loro epoca educazione istruzione è una storia senza fine .cresciamo ...purtroppo se siamo su questo sito non siam stati fortunati.

Condivido l'ultimo pensiero,se stiamo qui qualcosa è andato storto sicuro.Così come per i killer professionisti,io credo,che magari crescono tra violenze di infanzia e genitori sciagurati per poi diventare pazzi assassini,pure noi abbiamo preso la nostra fetta di male,chi in un modo e chi in un altro.E purtroppo anche nella famiglia del mulino bianco possono celarsi quelle disattenzioni e quelle sfumature,accompagnate da amicizie sbagliate e da una buona dose di sfiga,che portano a percorsi sbagliati.Perché lo sappiamo il meccanismo è complesso e non può essere solo colpa della famiglia però oggi troppi genitori sono presi dal lavoro per portare soldi a casa o distratti da tantissime "droghe non droghe" illudendosi che "no,mio figlio non lo farebbe mai!"...invece poi si ritrovano tutti al sert per vedere di rimediare ai danni di queste convinzioni.Le sfumature dei nostri ragazzi dobbiamo coglierle,ripeto parlare di tutto,non distrarsi mai sulle amicizie e sui comportamenti anomali che possono essere segnali di allarme,guardarli sempre dritto negli occhi e scavarli nell' anima senza dar troppo a vedere,dare amore incondizionato di protezione e libertà.E comunque fare il genitore è davvero un mestiere difficile,anche se scrivo queste cose non ne sono neanche tanto convinta che siano regole perfette.Però il dialogo è tanto,forse è tutto e a molti genitori manca la voglia di dialogare; su tutto; la musica,gli amici,i problemi a scuola,le droghe,il sesso, le uscite,la complicità non classica ma di grande apertura mentale,ridere e scherzare spesso,mai mollare la presa con un figlio,MAI !!! E poi tutto il resto non conta ,almeno x me, passa in secondo piano rispetto a lei.

Dato che io vivo di perenni sensi di colpa sugli errori commessi,ricordo quando ho abortito ventenne poi ero convinta che per questa grave colpa non avrei più potuto avere figli.Invece, volendo, avrei potuto mettere su una squadra di pallone,e infatti ho dato alla luce una bellissima bambina .Adesso ho i sensi di colpa grossi quanto l'everest di essere caduta proprio quando lei .. (((
. e credo che questo errore non me lo perdonerò mai.Però sono ancora qui,e magari tutte queste pare che mi faccio sono solo frutto dei miei sensi di colpa.Però non avere sensi di colpa significherebbe essere indifferente così come quei genitori distratti ma presenti ed indifferenti.Questa è la questione più problematica e bella della mia vita,che mi ha fatto versare fiumi di lacrime,molte di più dei fidanzati stronzi,però è anche il mio atto di riscatto nei suoi confronti.È tutta vita che mi è passata sottomano bella o brutta che sia,ne ho colto l'insegnamento comunque e sono arrivata alla conclusione che tutto quello che mi è capitato debba servirmi per questo legame indissolubile che io ho voluto mettere al mondo e che adesso devo proteggere.

Questo post è bellissimo e profondo

Grazie,oggi sto davvero male per lo stacco del sub,solo questa tua frase mi fa immensamente piacere.Ci sono giorni durante in questo stacco in cui riesco a raggruppare tutte le poche forze e fare tutto con molto sforzo,altri come questo in cui fortunatamente assente da impegni ,posso stravaccare tra letto-cucina-bagno e godermi i miei dolori ai polpacci che a volte ritornano,piccola ansietta al corason,debilitazione totale,indifferenza totale verso il mondo,ma non verso lei.Per lei ho la forza di accendere web e sentire tutte i suoi tormenti da piccola adolescente che cresce,per lei so che vale la pena lottare e soffrire solitudine forzata e stacco terapia doloroso,tanto nessuno ora potrebbe capirmi e mi va bene così.Un saluto.

Speriamo che questo serva che tutta questa sofferenza tutta questa incertezza tutte le immagini le visioni che abbiamo in questi momenti speriamo davvero possano servire a qualcosa a dare il calcio definitivo il calcio nel c*** definitivo, quello che ti fa dire ok è finita, ci siamo divertiti abbiamo giocato abbiamo dato, ora basta ritorniamo nei ranghi torniamo ad essere persone civili e consapevoli che non pensano sulla società anzi ne possono rappresentare una risorsa.
Adesso il momento della Sofferenza, quella vera. Quella nel corpo e nella mente.
Non è vero che nessuno può capirti chi ha vissuto o chi è passato in queste storie sa la verità conosci davvero gli stati d'animo quelle forme di ansia che nessun farmaco riesce a controllare quei dolori che sembra provengano dall'interno e che pagheresti oro perché si affievolisce.
Tira fuori i denti allora combatti così come hai combattuto ogni volta che ha cercato la roba ogni volta che hai fatto cose che non volevi fare ogni volta che hai parlato con persone con le quali non volevi parlare tutte le volte che ti sei fatta del male gratuitamente. Lo dico a te ma potrebbe essere la mia storia. Spero leggerai queste parole
Ad maiora

Ovvio che le leggo, non vorrei essere presuntuosa,ma ormai ho dato tanto e per me i tempi sono maturi,ho fatto il mio lungo percorso ,probabilmente ho chiuso il mio cerchio,lo sento e credo di non sbagliarmi(facciamo corna!) .Ora so difendermi dalle persone sbagliate e mi trovo in un contesto molto favorevole per dare questa svolta.

Marco75 ricordo che tu prendevi giornalmente una sostanziosa dose di metadone,non per farmi i fatti tuoi,ma stai programmando uno scalaggio?

Si ricordi bene in effetti. Sono stabile, e l'obiettivo sicuramente è quello di scalare, ma con calma e serenità. Guardo i risultati ottenuti e quelli da ottenere, a volte ho davvero difficoltà ad affrontare il mondo circostante e mi chiedo come facciano gli altri a vivere ed essere anche felici ( termine da usare con le molle, la felicità è uno stato transitorio ritengo). Altre volte mi accorgo di avere tante risorse rispetto agli altri, fondamentalmente dovrei vedere il famoso bicchiere mezzo pieno, ma non è semplice, e non ho paura ad ammetterlo. Sono più bravo forse a dare consigli agli altri piuttosto che agire per cambiare ciò che della mia vita va cambiato. Ma è un discorso lungo e complesso, ora mi limito a cercare e restare in una dimensione che da un lato mi protegge ma dall'altro prima o poi so che devo regolare.
Approfitto per fare a tutti gli auguri per un 2017 fantastico...!!!
Ad maiora

ciao symo ,non credevo fossi stata tu a scrivere quei post di fuoco ,non ti avevo associata a quella -s-.io sono la mamma che si associava alla buona fortuna ,e sempre quella che ha scritto sulla colpa dei genitori cara symo la vita è complicata.. cerchiamo di fare del nostro meglio.un saluto da mon.

Il riconoscimento della tossicodipendenza nell'adolescente è piuttosto complesso, dato il periodo di vita già di per sé problematico: gli sbalzi d'umore e le angosce adolescenziali non devono però essere confuse con la dipendenza da tossici. Il contatto con i genitori, il dialogo ed il consulto medico sono sicuramente misure preventive utilissime per entrare nel microcosmo degli adolescenti e comprendere, almeno in parte, il loro mondo. Nell'adolescente si deve porre particolare attenzione a svariati elementi, che possono essere spie accese di una possibile assunzione di sostanze d'abuso: perdita d'interesse verso alcune attitudini, problemi a scuola, disturbi di concentrazione, tendenza a spendere denaro, alterazioni comportamentali, trascuratezza dell'aspetto fisico ecc..
È bene sottolinearlo ancora una volta: questi segnali d'allarme non necessariamente riconducono ad un inizio di tossicodipendenza, dato che il ragazzo si trova in una fase di passaggio a cavallo tra l'età adolescenziale e l'età adulta; ad ogni modo, si raccomanda il sostegno dei genitori e dei familiari.

ho fatto copia e incolla da un altro sito.

grazie per aver riportato questa citazione, ma quando si utilizzano materiali di altri siti bisogna sempre citare la fonte da cui provengono.
Sia per far capire a chi legge l'affidabilità della fonte, sia perché è importante vedere se l'articolo è firmato o meno (e con tutto il rispetto per i professionisti che ci lavorano My Personal Trainer non è che sia proprio un sito specializzato in dipendenze...)
http://www.my-personaltrainer.it/benessere/tossicodipendenza-sintomi-cur...

Sei abbastanza giovane e usi da abbastanza poco per tirartene fuori senza troppi danni. Fallo :)

ciao ho 40 anni ho smesso da dieci . ho fatto un altra piccola ricaduta ma ti garantisco che dopo anni di lucidita lo trovata una vera schifezza....ho lavorato in scoppia e so cosa vuol dire..... un consiglio pratico e comodo ? chiedi l aiuto in alto bella mia. sei giovane prega , prega, prega non fare che il diavolo strappi un altra pecorella al nostro Gesù. perché credimi sulla parola, dopo anni nella droga ho avuto la grazia di Vedere (testone come sono)con i miei occhi segni , episodi, in cui sono certo di quello che dico. sei giovane ....ai un progetto come tutti da portare a termine....quale? non ha importanza . se sei stata creata , se hai ricevuto la vita, un anima,non FARTELA STRAPPARE DAL DIAVOLO. che tu creda o no , e proprio così........più avanti vai più farai fatica a smettere. mi raccomando se leggerai questo messaggio sappi che sei amata più di un altro in questo momento perché stai soffrendo..... quindi prega e prega e non smettere mai di crederci e vedrai che al momento opportuno verrai strappata via dalle fauici del male. pregherò per te e.........mi raccomando voglio ritrovarti in paradiso.......p.s. non frequentare luoghi e persone "contaminati" se puoi. ciao carissima

Tutta colpa di quel diavulo malefico,menomale che c'è Dio.
Amen.

Ma certo come no!!
Diciamo tutti insieme:
Evviva Gesù!!!!!!

non ti "risolverà" immediatamente i problemi come una pera.....un po come piace a noi tutto subito, ma sicuramente le opportunità non mancheranno per ritrovare la via .... ..quando ci si perde è propio lui che scende nel nostro pattume a riportaci a galla .sempre tu gli e lo consenta.....come è successo a me ma nel intrinsicata mia storia ora sto bene.spero tanto tu ci possa provare ....sicuramente la strada te la idicherà ( sert, aiuti vari ecc) . a un mio caro amico di bergamo, mio amico di "merende" a fatto un pellegrinaggio con me a medjugorie, prima della dogana ha gettato la roba, con me presente pulito da anni,decisissimo a fare tutta l astinenza .......siamo stati 6 giorni dei 15 previsti. io non ho mai visto nulla di simile in vita mia...faceva uso da 6 anni.la mattina seguente si sentiva un po debole, aspettando la vera scoppia il terzo giorno, non ha fatto che migliorare rapidamente e al terzo gorno stava meglio di me. se vai in cerca la trovi la sua testimonianza, come lui di altri centinai di ragazzi...e credimi che fare 12 ore di pulman per arrivare su 4 rocce e sterpaglia dove apparentemente non ci sia molto di diverso da un altro paese croato,non l avrebbe sicuramente spinto a dedicare la sua vita alla testimonianza come molti altri, se fosse tutta una favola.....ora per rispetto di tutti questi eventi "paranormali"ho di chi li ha vissuti , non trovo giusto mettersi a ridere....ma perchè dovrei dire una cosa per un altra?non ci guadagno nulla, anzi utilizzo del tempo a gratis visto che l amore è gratis , maaaa purtroppo nessuno può obligare nessuno ad amare, ALTRIMENTI NESSUNO SAREBBE STATO MESSO IN CROCE.ENESSUNO CERCHEREBBE DI RENDERCI LA VITA UN INFERNO......
CLA80

Caro lettore, grazie della testimonianza che pensiamo sia stata sufficientemente dettagliata e che rispettiamo (come tutte quelle postate su questo sito).
Ma - rimanendo ognuno nelle proprie convinzioni (redazionalmente siamo tutti piuttosto laici e crediamo più alla scienza che alle redenzioni) - pensiamo che la "deriva" religiosa impressa a questa discussione possa chiudersi qua.
Buon anno.

Avevo capito piu' alla Scienza che alle redazioni.

BISOGNEREBBE RISPETTARE TUTTI
____
ANCHE I NON-CREDENTI
____
Da un punto di vista Professionale....di Redazione....di gestione del sito.....ok....tutto giusto
Ognuno ha diritto di scrivere cio' che pensa......(senza esagerare)
Le derive religiose le trovo xxx ma le rispetto
A condizione che non si esageri
.
Il Divino puo' illuminare il "Drogato"
.....contento per Lui.....ok.... ma non si esageri ###
La chiudo qui' consapevole che questo post ha spezzato tutto
E sasarebbe opportuno e educato tenere queste derive fuori da uno spazio Web "chiaramente Laico" (come scritto sopra)
....
Sugar

Anche un mio amico e' andato a Mejugory ,poi ha incominciato a delirare con santi e santini "accudito" da una specie di uomo di fede che gli riempiva la testa di baggianate.
Risultato? Dopo mejugori ed uno strano periodo di "redenzione" in cui di noi non credeva nessuno,e' morto con una bella pera di speedball...
Non fatemi ridere voi e queste baggianate,che qui l'unica redenzione possibile e' un percorso interiore che necessita del tempo ,se ti vuoi attaccare a Dio fallo,ma se poi mi muori lo stesso e' tanto meglio che ti attacchi a qualcosa di più concreto: Te stesso.
Tanto la madonna a mejugori la vedono solo brosio e le veggenti,tu se devi crepare per un overdose non c e' Dio ne Mejugory che tenga,e' solo un business.

Forse se ci credevate piu' voi amici, sarebbe andata diversamente.

caro cla80 qualsiasi cosa ti faccia innamorare ..che sia Dio un uomo una donna un progetto un idea....il tuo cervello si accende e puoi fare qualsiasi cosa .il mio di cervello ha bisogno di un progetto ,di un idea...dopo so che togliermi il sub sarà na passeggiata .

Giusto!
Così hai messo d'accordo tutti: laici, credenti e non credenti.

La fede è un qualcosa di così personale che non si può liquidare solo come una farneticazione, e lo dice uno che di percorsi ed esperienze ne ha fatte molte, anche nel campo della spiritualità. Non ho risposte, del resto non ho neanche domande, ma mi limito a ricercare, e ricerca significa sperimentare, credere, affidarsi, dubitare, avere fede anche, ed il discorso esula dal campo delle dipendenze ma.riguarda la vita in generale e cosa si vuole da questa vita. Del resto sono fermamente convinto, per dirla con Il piccolo Principe, che l'essenziale è invisibile agli occhi, ed esistono tante troppe cose delle quali siamo del tutto inconsapevoli. Ma è un discorso molto molto personale ed interiore, anch'io ho visto gente "illuminata" dalla fede smettere di drogarsi, magari per poi ricominciare o anche abbandonando del tutto. Ciò che non sopporto è la rigidità del pensiero, chi non cambia mai idea e chi è portatore di verità assolute.
Di tutto il resto poi si può discutere, ma certo è che il cambiamento è qualcosa di così intimo e privato che non può avere schemi barriere preconcetti.
Vedere le cose da altre e nuove prospettive, può aprire scenari finalmente nuovi e forieri di serenità.
Tutto il resto è noia, come diceva un vecchio saggio(a modo suo) purtroppo passato a miglior vita...
Ad maiora

La verità assoluta e' che a qualsiasi cosa o persona ti appoggi a parte te stesso,che sia anche la fede,una ragazza\o,un lavoro,può spostarsi e tu puoi crollare.
Sono solo illusioni,la roba e' sempre lì che invece non ti delude mai.
Sono tutte cazzate,noi esseri umani siamo dotati di un Dio interno,chiamato anima ed e' l' unico Dio che può aiutarci nella ripresa reale.

Guarda, ciò che dici è verissimo, e credo che chiunque abbia qualche annetto sulle spalle possa testimoniarlo. Ogni volta si crede di aver trovato la magia giusta per venirne fuori, lo si crede davvero e per un periodo ci si riesce anche con una certa facilità. E questo te lo dico per esperienza personale, avendo sperimentato davvero tante strade per mettere la parola fine a certi problemi.
Il discorso però non è limitato a questo, cioè un evento esterno non può essere l'unica e definitiva spinta a lasciare le sostanze, alla lunga non regge, tuttavia, e non temo smentite, alcuni fattori positivi possono rappresentare come dire, un trampolino, un aggancio, una occasione, che sommata al nostro bisogno profondo di cambiare possano creare un canale nuovo a livello esistenziale e progettuale soprattutto. Cioè non è il mio nuovo amore a salvarmi insomma, o non è una improvvisa illuminazione di fede, o un nuovo lavoro o un viaggio, nulla ha la capacità di influire stabilmente in modo così forte, ma questi contesti queste situazioni possono sicuramente rappresentare quell'aggancio terapeutico che ti porta fuori da una impasse pesante, da un momento di difficoltà, insomma diventa una occasione anche importante da sfruttare in positivo a livello di cambiamento interiore. È come una psicoterapia, nella quale sono io che devo mettermi in gioco cercando di mutare i meccanismi ripetitivi e ridondanti, non stare li sulla sedia ad annuire ma restando sempre lì stesso di prima. Nella vita a volte ho affidato le possibilità di cambiamento a delle persone o ad un credo religioso, e per in bel pezzo questo è am he servito, ma ascrivere a qualcosa fuori di noi un mutamento interiore è un paradosso nei termini stessi, come se io restasse fermo immobile e qualcosa influisce così pesantemente da farmi cambiare come persona. Ho visto gente tornare a farsi le pere dopo dieci anni di vita sana e normale, solo perché veniva a mancare tutto ciò a cui si erano affidati o appoggiati. Le fondamenta sono in noi, da lì si deve costruire, pezzo dopo pezzo, idea dopo idea, tentativo dopo tentativo, riuscendo forse finalmente a sentirsi le persone che volevamo essere, non più un serpente che si mangia la coda, ma autori stessi di un'opera che potrebbe essere magnifica.
Lo so che è tutto in noi stessi, e solo da lì si può partire per ipotizzare un mutamento stabile e proficuo. Non sono chiacchiere, è vita vissuta.
Ad maiora