Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

vi chiedo delucidazioni in merito ad una faccenda delicata e vi scongiuro di essere il più onesti ed obbiettivi possibile

 16 Febbraio, 2018 - 20:01 da michelle

Ragazzi scusate ma mi è appena successa una cosa che mi ha sconvolto e io che tempo addietro elogiavo i Sert ora ne sono davvero schifata. Praticamente vado a bere i miei 25,succede un casino (perché da un due settimane i rapporti sono tesi,oggi siamo scoppiati tutti,premetto che bevo 25 e che mi faccio una volta a settimana)dove loro urlano di tutto a me,facendolo a 2 cm dalla mia faccia (proprio istigando il cazzotto),e io ovviamente non mi tiro indietro e rispondo insultando anche io. Mio padre fuori ha sentito il frastuono è entrato e loro li hanno detto che ho urine positive da tot tempo....Ho quasi 30 anni e la mia privacy infranta mi ha distrutta.Ho filmato una parte,quindi ho anche le prove. Quando dico che andrò a denunciare mi ridono in faccia e mi dicono 'sai quanti ci hanno provato'!..Ora non so come muovermi,fiducia a zero perché mi hanno insultato in tutte le maniere,e l altro giorno mi avevano pure lasciata scoperta in appoggio. Voglio denunciare perché non esiste una cosa del genere. Come cazz mi muovo?

Commenti

16 Febbraio, 2018 - 20:02 da michelle
Scusate se non si capisce ma sto ancora tremando..

Vai e denuncia, tanto ormai non hai nulla da perdere ! In famiglia avrai il bordello lo stesso e i rapporti con questi del sert rimarranno sempre incrinati , quindi almeno li denunci e se hai un bravo avvocato ti spetta anche un risarcimento in soldi, non so se mi spiego !!!
In bocca al lupo .

Ciao,
capisco come ti senti e hai gran parte della ragione. D'altra parte capisco anche il punto di vista degli operatori del Sert che spesso si sentono usati come se fossero dei "pusher" non pagati dal momento che il loro lavoro è finalizzato a curare il tossicodipendente usando dei protocolli che spesso non funzionano e ogni volta che qualcuno si presenta con le urine sporche, per loro è un fallimento. Questo naturalmente è un po' frustrante anche se hanno il sacrosanto dovere di rispettare la tua privacy essendo tu una donna e non una ragazzina minorenne.
Ovviamente puoi sporgere denuncia per violazione della privacy ma, una volta fatto, che obiettivo raggiungi? Solo quello di incrinare ulteriormente i rapporti già tesi con gli operatori di quel Sert, che, oltretutto, non puoi neppure cambiare a meno che tu non cambi residenza.
Il buon senso suggerirebbe di ingoiare il boccone amaro (capita a tutti di doverlo fare più volte nel corso della vita e per migliaia di ragioni diverse) e di sforzarti di recuperare un rapporto civile con queste persone. Pian, piano tutto tornerà come prima e vi dimenticherete tutti di questo spiacevole incidente.
Ormai la cosa è accaduta e non puoi tornare indietro, l'unica cosa che puoi fare è cercare di salvare il salvabile per il tuo personale tornaconto tanto, una denuncia per violazione della privacy, date le circostanze (purtroppo la realtà è che tu sei una tossicodipendente mentre loro degli operatori medici e non), indurrà il giudice a cui andrà in mano il fascicolo, a chiuderlo quasi sicuramente con un'archiviazione senza pensarci su più di un paio di secondi. Quindi non solo avrai fatto un buco nell'acqua ma istigherai quegli operatori (ammesso che non siano, come lasci intendere, persone a modo) a metterti i bastoni tra le ruote: niente affido e ulteriori complicazioni che sarebbe meglio risparmiarsi. Purtroppo questo è il gioco delle parti e tu sei al di là del bancone o scrivania che sia...
Se poi la denuncia portasse ad un rinvio a giudizio, la possibile ritorsione sarebbe anche peggio!
Ascoltami, fa' un bel respiro, lascia correre, sfogati con qualcuno e torna da loro con la faccina beata e sorridente: come si dice, fa' buon viso a cattivo gioco dove però, ricorda bene, il cattivo gioco è il tuo dal momento che non rispetti le regole usando eroina una volta alla settimana (ovviamente non c'è nulla di moralistico in questo commento, sto solo cercando di essere obiettivo. Per il resto concordo pienamente con te riguardo all'abuso di potere che è una cosa che mi fa incazzare da matti).
Questo il mio consiglio.
In bocca al lupo,
J.

Segui i consigli di Jack di Cuori che ti ha spiegato in modo veramente perfetto i pro e contro di questa spiacevole situazione.
Anche a me è successo tanti anni fa, in modo pressapoco casuale come il tuo..mi ricordo ancora la rabbia, la frustrazione, il senso di impotenza e, anche in quel caso, gli operatori del SerT avevano lasciato intendere che avrei potuto fare ben poco dal pdv legale.

Certo, i rapporti non sono mai pìù tornati piacevoli come prima ma,forse, meglio così.
Tieni duro.
C.

A marepiatto la maestra non t 'ha insegnato a scrivere in fondo alla pag !? !!

Grazie,grazie mille del tuo input. Difatti come avevo scritto non ricordo se qua o su un altro post ho ormai ben che 'chiarito',o almeno ingoiato il rospo..sto scalando contro il loro parere,perché sento che in questo momento non è la strada giusta per me. Staremo a vedere,intanto ringrazio voi e la piattaforma per il supporto. Un abbraccio a tutti..x marepiatto

Ciao,
purtroppo la denuncia a tutto ciò che è Statale, porta a numerosi ostacoli, primo tra tutti quello indicato da Jack.
Devi dunque chiederti se davvero vuoi andare avanti, o se invece non è meglio mandare giù il boccone, e cercare di parlare e ragionare con gli operatori del SerT. A volte è meglio metter da parte l'orgoglio e fare ciò che è meglio per se stessi.
Ad ogni modo se vuoi denunciarli, devi andare dal difensore Civico, e mettere in mezzo un buon avvocato.
Ti saluto

Ciao michelle ti racconto un mio episodio . Vado al sert e prendo il sub e mi capita di usare eroina . Con gli operatori e doc sert tutto bene , ma una volta che sono andata 2 gg dopo a prendere la terapia ..e si capiva il xche . si sono rivolti a me con tono alterato dicendo che non me la davano , che avrei dovuto chiamare il mio doc sert prima di andare visto che avevo saltato un paio di gg ecc ecc . "Io non sopporto chi alza la voce " e con" molta calma" xche in realtà già mi era montato il nervoso , gli ho detto: ok se me la volevano dare bene ,altrimenti me ne sarei andata e avrei fatto la giusta prassi . D'altronde ero io in torto se avessi alzato il tono come loro sicuramente ci sarebbe stato un braccio di ferro ,( che X me è sempre fuori luogo ) e avrebbe portato a dissapori . Io sono andata al sert io ho chiesto aiuto ad uscire da questa malattia che è la Td . Loro sono sempre in tensione xche hanno a che fare con noi td che basta osservare un po' quando sei in sala d attesa ,ne succede sempre una . Quante volte ? un infinitâ , td che non riescono a seguire il programma .td che si vendono la terapia , io un lavoro con questi non credo che lo farei , xche i fallimenti son veramente troppi . . Tu , ora sei troppo emotiva devi distaccarti da questa situazione che si É creata e guardare il tuo interesse , che essere un td non É cosa da poco . Il resto trova il tempo che trova . Ps . Alla fine quel gg mi diedero lo stesso la terapia .

Ciao Mon!
su un punto vorrei dire la mia: non è mai un fallimento per loro, finché continui ad andare al SerT.
Sanno benissimo, o perlomeno dovrebbero, visto che non in tutti i SerT, purtroppo, ci sono medici del calibro del "nostro" dott. Scelfo, che la Tossicodipendenza è una malattia mentale a carattere recidivante, e dunque, oltre al saper gestire il paziente, anche dal punto di vista umano, devono considerare che il loro operato può rivelarsi:

- Un successo, se il paziente smette con la terapia e non ricade nell'uso.

- Un parziale successo, se il paziente rimane a vita attaccato alla terapia, usando ogni tanto.

- Un insuccesso, se il paziente molla la terapia e torna all'eroina.

Dunque se non hai pazienza, o pensi che i TD vogliano solo prenderti in giro, probabilmente hai sbagliato mansione.

Ciao ragazzi e grazie dei vari input. Voi razionalmente avete tutte le ragioni,ma a me rimane un irritazione angosciante e permanente addosso proprio perché come dice sugar per un eventuale giudice (o chi che sia)io sarei a prescindere una tossica e quindi automaticamente in torto. Ciò che più mi spossa è che io della mia equipe mi fidavo ciecamente,dato che un sette anni fa ho fatto un lungo e positivo percorso con loro,salvo poi scoprire che invece la pensano esattamente come tutti gli altri riguardo a noi td. Non capisco più l'accanimento che la società ha verso di noi quando vedono tutti i giorni gente morire per ben altre dipendenze. Non so neanche più quanto 'sbagliata' io sia,nel senso se mi facessero una pera di ero pulita e clinicamente a posto al giorno,non sarebbe meglio che darmi metadone,diazepam,lormetazepam e esilgan al dì? Non ridurrebbero i danni in tal modo? E allora sto meglio ora con tutto ciò in corpo,o stavo meglio prima con mezzo g.al di di eroina? Forse vado off topic o come si dice,ma un pensiero tira l altro.Ciò

Che è certo (scusate a un certo punto non vedo più quello che scrivo nel commento e mi tocca crearne un altro) è che non fidandomi più della mia equipe non posso certo più affidarmi a loro. Mi sento umiliata e proprio frustrata da questa serie infinite di stereotipi,ignoranza e preconcetti. Forse io sono semplicemente così,ma non una tossica,una persona che guarda caso assume una sostanza. Se sono più produttiva,felice,propositiva e soddisfatta con una minima dose in corpo,è così sbagliato darmela/prendermela? Perché certi medicinali o sostanze si e altre categoricamente no? Io mi sento di dare il massimo di me con lei. E sono stufa che i filosofeggiamenti di qualcun altro ledino la mia libertà di vivere come io credo sia meglio. E poi se io non voglio alzare e loro non vogliono abbassare,come la mettiamo? Se tanto cmq vedono che non sta funzionando per i loro canoni,perché non mi benediscono questo 'azz di scalaggio e via? Grazie cmq delle varie risp,spero stiate tutti al meglio delle vostre potenzialità. Baci e abbracci

Io avevo chiesto al mio doc sert di darmi la mia terapia in eroina come in svizzera . Lui mi ha guardato e credo capita ma non Fattibile. . E allora ognuno di noi ,doc e td fanno quello che possono . Buona vita . Mon

Esattamente alla Svizzera mi riferivo nei miei pensieri..anche a te

Michelle,
forse la cosa che dovresti chiederti è: vuoi veramente smettere o no?
Se la risposta è si, hai due strade: o fai da sola o chiedi aiuto a degli esperti del settore.
Puoi benissimo tentare da sola, ma ti assicuro che le probabilità di riuscita sono molto molto basse, e credo tu ne abbia già fatto esperienza.
Siamo dunque giunti all'ultima opzione, quella di affidarti a degli esperti, che possano prendere in cura la tua dipendenza, e curarti.
Se imbocchi questa strada, devi affidarti a loro, senza se e senza ma. Non giustifico affatto il loro comportamento, come ho scritto sopra, ma neppure il tuo.
Se ti dicono di alzare la terapia, tu la devi alzare, perché è la cosa giusta da fare. Se vuoi fare di testa tua non andare da loro, fallo e basta, e poi ne trai le conseguenze.
Insomma, decidi bene cosa vuoi fare, ma una volta deciso, non mischiare le cose. Solo cosi ti potranno veramente aiutare e tu veramente smettere.
Questa dell'eroina medica in Svizzera poi,è un dogma per moltissimi tossici, ma in realtà non la danno certo al ragazzino/a che si presenta li, bensi al tossico navigato, che ha tentato e fallito diversi percorsi tradizionali con metadone.
E ti assicuro che se li guardi in faccia, quelli che prendono l'eroina medica in Svizzera, non stanno affatto bene, anche se hanno ancora tutte le vene.

Perché certi medicinali o sostanze si e altre categoricamente no?
__________
stessa domanda che feci io quando avevo circa la tua eta'
la risposta fu :
L'EROINA E' UNA SOSTANZA ILLEGALE,
LA SOMMINISTRAZIONE DI EROINA FARMACEUTICA AVREBBE BISOGNO DI UN INTERVENTO LEGISLATIVO CHE NON VERRA' MAI
....
QUINDI LE TERAPIE SONO
- METADONE
- BUPRENORFINA
.
Ed io a questo punto uscii dalla stanza con il cuore in pace
Queste 2 sono, e queste 2 avremo
.
Sug

In realtà in Svizzera hai bisogno di due interventi metadonici andati male (e io ci rientro)e di un bel po' di scartoffie..poi ragazzina,grazie lo prendo come un complimento ma a 30 anni mi ritengo una donna,nel bene e nel male. Il punto è che non voglio più essere seguita dal Sert,cercherò io altre strade. Non voglio alzare perché anche se nessuno mi crede io sono mooolto intollerante al metadone,quando ero ad 80 mi ha creato dei danni fisici (certi irreparabili) che mai più in vita mia,mi farei un asti a crudo mille volte più volentieri. E chi mi conosce davvero (tipo i miei) danno che questa non è una balla o una giustificazione. Quindi io non alzò,loro non abbassano e quindi come la mettiamo? 25 a vita? Poi sono arrivata li che mi facevo da tre anni ormai praticamente,direi che in tre mesi qualche passo avanti l ho anche fatto. Noto che più vai la sfatto meglio ti trattano,che a chi danno litri di meta in affido e ne rivende tre quarti non ha problemi,che portano pazienza con chi li tratta a pesci in faccia e io che almeno sono sincera

Hai 30 anni, sei ancora giovane, il tuo corpo è giovane e la tua mente anche. In Svizzera non ti darebbero l'eroina medica, la danno solo ai casi disperati, quelli che in Italia sanno che tutta la vita prenderanno metadone e continueranno a farsi. Non è il tuo caso, e fidati che è una fortuna, ti ripeto nuovamente che non ti riduce in un bello stato.
In effetti è parecchio strano tu sia intollerante al metadone e non all'eroina, ma in ogni caso avresti potuto provare a proporre un passaggio al Subuxone.

Vengo presa di mira..poi io avrò altri miliardi di responsabilità,ma le riconosco e me le prendo. Apprezzerei lo stesso anche da parte loro appunto per (ri) cominciare un cammino assieme. Dove però la protagonista sono io,e dove infine e in fin dei conti decido io quando smettere. Sia con la roba che con loro. Se no che mi diano un Tso e allora ne riparliamo..

NOOOOOOOOOOOO
Michelle non nominare neppure un TSO, per l'amor di dio che mi viene male solo al pensiero
C'e tanta rabbia nelle tue parole, tanta davvero, hai tuo padre che ti accompagna, hai questa terapia a 25 mg che proprio non ti va giu'
Sono momenti non belli, ricordo benissimo, pezzi di vita pieni di tensione, rabbia e .....la rabbi aumenta il disagio; NON SI STA BENE, IN NESSUN SENSO, NE' FISICO NE' UMORALE
queste situazioni, questi "periodi", non si risolvono nello spazio di 2 o 3 settimane
.
ci vuole piu' tempo......ci si sveglia incazzati con tutto e tutti
essere incazzati porta altro nervosismo
UN BRUTTO POZZO..........(vabbe' lasciamo stare)
IO NEL 1999/2000 HO AVUTO MIO PADRE DIETRO PER 6 MESI, MA DIETRO NEL SENSO CHE VENIVA AL SERT CON ME.....fintanto che lo convocarono e gli fecero capire che questa AUTENTICA GABBIA, mi faceva solo male; faceva male a me e a lui
Non era il mio momento per smettere.....anzi, 19 anni fa ed era il mio momento di piena "mattana"
Poi nel 2001 trovai l'attuale lavoro e arrivo la Buprenorfina
E tutto si mise a posto .............
(a posto per modo di dire, nel senso che trovai un buon equilibrio di tempi, vita, il lavoro e una terapia, la Bupre, appunto, che mi faceva stare davvero, ma davvero bene)
.
MICHELLE
immagino che avrai provato a parlare con il tu Doc piu'e piu' volte
ma so per esperienza che piu' un paziente viene visto come
AGITATO / NERVOSO ....etc etc
e piu' tendono .....non proprio a prenderti di mira.....ma a inquadrarti come, appunto
UN PAZIENTE PROBLEMATICO
.
ogni TD ha la propria, personalita'/ psicologica/ ritmi di vita/ contesti familiare/ pressioni varie..........e tanto altro
Ciascuno di noi e' diverso; sul Web puoi trovare un confronto con altri, altri TD ma non come te
CIASCUNO DI NOI E' DIVERSO, IN COMUNE, ABBIAMO SOLO LA TD
_____________
"anche se nessuno mi crede io sono moooooolto intollerante al metadone,quando ero ad 80 mi ha creato dei danni"
.
NO PERCHE ????????
io ti credo senza problemi, non sei la prima né l'ultima, tornando al discorso sopra, non siamo tutti uguali, a Te il Meth alto da' fastidio
Immagino che al St vorrebbero alzartelo, perché oltre che coprire il craving e' anche uno stabilizzatore dell'umore
Conosco tantissima gente che, sui 50 anni, assumono 100 mg al giorno.....da sempre
E se lo porteranno nella tomba; loro lo sanno e lo hanno accettato
.
Porta pazienza, anche se so che sono solo parole e il malessere unito alla rabbia e al nervoso, sono un mix terribi e le parole sono assimilabili alle chiacchiere,
quando si sta male, e non gira nulla, LE CHIACCHIERE STANNO A ZERO
in questo momento.......consigli non mi permetterei mai di darne (a nessuno), fai come puoi, al meglio di quello che puoi fare qui, adesso, ora
.
Sugar

Grazie a tutti,il solo fatto di avere uno scambio equo mi regala un po' di pace momentanea. comunque per rispondere a j. il mio eventuale obbiettivo di una denuncia non sarebbe tanto il risarcimento MIO o personale,quanto proprio il fatto di farla punto. Della serie,perché si manifesta anche se si sa che quella unica e specifica manifestazione non porterà a niente? Per continuare a credere e a far credere a chi è ancora più disarmato di noi che volendo le cose si possono cambiare. Soprattutto se siamo in tanti. Se ci abbandona pure la speranza,cosa ci resta a contradistinguerci come uomini? Non voglio (e non sono mai stata,mio malgrado devo ammettere) essere una di quelle che 'bon le cose sono così,non c'è nulla da fare,integrati in questo schifo di società o muori da sola'..morirò sola,ma morirò lottando. Che può sembrare un controsenso alla mia dipendenza,io personalmente non la vivo così. Ma io da paziente PER LEGGE ho il diritto di scalare anche se non appoggiata dall'équipe?qualcuno sa? E grazie ancora combattenti;)

No, per legge tu sei libera di andartene, ma non di stare li e fare quello che vuoi. E' il medico che decide se aumentare o diminuire.
Che poi se davvero vuoi scalare il met senza il loro consenso e andartene, è facilissimo, e non c'è nemmeno bisogno che ti dica io come fare.

E scusa allora cosa cambia tra un trattamento volontario e un TSO se poi quando me ne voglio andare (ovviamente non posso staccare da 25) non posso?scusa, non voglio tartassare,quanto capire!

Il TSO è un trattamento obbligatorio, ovvero non puoi decidere nulla, e non te ne puoi andare.
Il SerT offre un servizio volontario dove sei tu che decidi quando andartene, ma la terapia la concordi con un medico, che non può non darti la terapia, ma decide lui quanta dartene.
Col dialogo comunque si risolve tutto la maggior parte delle volte.

Si,tranne quando è impossibile perché io non credo più a una parola che mi dicono dato che per intortarmi inizialmente ad aprire il trattamento mi è stato giurato sulla testa dei loro figli che la privacy (ad esempio,ma ne avrei altri) è sacrosanta...quindi se io dovessi trasferirmi ad esempio mi lascerebbero in asti da meta invece di scalarlo? Mi era stato detto che avrei sempre avuto io il 'controllo',o per lo meno che sarei stata io alla guida del timone. Mi sa che è affondato..Grazie per il tuo tempo

La privacy solo sono tenuti a rispettarla per legge, quindi è più che sacrosanta.
Se dovessi trasferirti non si toglie il metadone, ma si cambia SerT.
Ad ogni modo adesso siete in un momento di incomprensione, e di forte impuntamento, da ambo le parti.
Se crei un dialogo, sicuramente ti faranno scalare.
Anche se, ti ripeto, visto che tra l'altro continui a farti, non ci vedo questo gran problema.

Hai chiesto di essere onesti e obbiettivi . Io penso , che :se tutta questa energia che stai mettendo in questa faccenda : rabbia sert operatori e metadone che non sopporti , la metti in un piano di scalaggio tuo personale se propio ritieni sia questo il tuo problema X stare meglio o in un altro piano, di accettare il meta ma senza fare uso di roba , (xche credimi che è un pasticcio X il fisico e cervello ) e ne vieni fuori . Ecco che sicuramente ti sposti da dove sei . E inizi un nuovo percorso .

Sicuramente hai ragione,energie sprecate o mal indirizzate per lo meno..In Thailand non credo proprio possano trasferirmi il piano;)non tra due mesi sicuro,ma è quello l obbiettivo per uno stacco netto,ma al contempo stimolante!

Ragazza mia, se pensi di smettere andando nel triangolo d'oro, sei mal messa..

MICHELLE
conosco personalmente ben 3 persone che hanno "mollato" l'Italia e il metadone (2 metadone e 1 Buprenorfina) e sono andati in un centro Thailandese per, rispettivamente 4, 4 e 6 mesi, depurati dalla farmacologia, ANTI-PSICOTICI E SOSTITUTIVI CHE QUI NELLA MIA CITTA' VENIVANO SOMMINISTRATI dal nostro servizio
Oltre che Meth e Bupre, 2 di loro avevano grossi problemi con la cocaina
Dei 3, 1 l'ho perso del tutto non la sento dal 2013, e' una lei, adesso ha 44 anni), gli altri 2, uomini, uno 42 e l'altro 48 anni, li ho risentiti via msg pvt via FB, e mi hanno confermato che in questi centri, in mezzo alla natura thailandese sono risorti e rinati
Hanno scalato il metadone nei primi 60 giorni, assititicon massima professionalita', in un contesto ambinetale ottimale e molto piu' rilassante
Sono stati assistiti benissimo, i pazienti erano quasi tutti occidentali, australiani, americani, britannici, canadesi e anche arabi......(parlo degli anni 2011 / 2014)
.
La medicina Thailandese nel contesto del Far East e' molto avanzata e, mi hanno scritto, ci sono diversi medici, sia americani che australiani
Il paziente nei primi 60/90 gg viene gradualmente disintossicato dai farmaci presi in occidente e poi, colloquio dopo colloquio si fa un piano per i successivi 3 mesi
.
In questi 2 centri il programma e' di mesi 6, e, in un contesto ambientale del tutto diverso dalle ns citta' occidentali, i 2 uomini che ancora sento, erano sono stati puliti da ogni molecola farcologica che assumevano qui e sono arrivati, sempre mese dopo mese e ad un dieta quasi integralmente vegetariana, CORPO E TESTA PULITI
.
questi centri, sono a pagamento (si paga in dollari americani)
Qui in pubblico no, ma se ti interessa ti giro il link dei 2 centri dove sono stati
Ora, per tutti e 3 sono passati i 6 mesi di permanenza,
- la donna (che non sento piu') adesso vive in Cambogia,
- uno dei 2 uomini vive nel sud della Thailandia e lavora in un'agenzia turistica internazionale,
- il 2° uomo e' tornato in Italia, adesso vive in Piemonte
Mi hanno parlato benissimo, in tutti i sensi di questa esperienza.........e davvero, 6 mesi in un centro in mezzo alla natura, con medici qualificati, infermieri, operatori e tanto, ma tanto relax mentale......il prezzo pagato (non lo scrivo qui, ovvio !!!!!!) in Europa sarebbe stato moltissimo piu' alto
.
ATTENZIONE (mi e' stato ben specificato dai 2 tizi)
un tentativo di detox, IN SOLITARIA, in Thailandia si puo' anche risolvere in un..........vero-e-proprio-boomerang
(e non aggiungo altro, ci siamo capiti benissimo)
.
Sugar

Si, appunto. Andare in Thai in un centro del genere, ma SOLO li, sicuramente può funzionare, ma andare per fare la vacanza "detossificante" in solitaria, si sa già come finisce...
E' come se per smettere di fumare le canne andassi ad Amsterdam.. :-D

No no difatti andrei non 'alla cazzo',ma con un percorso ben definito..Che sto cercando di organizzare con le poche risorse ed energie disponibili:) tipo; dalle due alle quattro settimane in una 'comunità' terapeutica stile zen (avendo però già scalato tutti i farmaci),poi periodo di o volontariato in un orfanotrofio con cui ho già preso contatti o corso di formazione di 6 settimane sempre nell'ambito educativo (lavoro nel mondo dell'infanzia da sempre),e solo in seguito giro turistico studiato ad hoc..apparte che le leggi la sono così severe che non penso avrei le palle di bisnizzare,ed in più essendo femmina e relativamente giovane a maggior ragione mi cagherei in braghe..boh per ora sono tutte ipotesi,di concreto poco o niente..ma almeno la mente viaggia..

Cmq nessuno al Sert mi ha più contattato,oggi non avevo appoggio e quindi mi reco proprio al Sert x assumere e fare urine e mi dicono
A. Che il mio piano terapeutico scade mercoledì e che quindi volente o nolente devo andare a parlare col mio gruppo col quale è successo il casino
B. Che chiedendo potrebbero anche cambiarmi di gruppo (ma non so quanto mi convenga)
C. Che lo psicologo che mi ha mandato a fare in culo ci manda pure loro (gli infermieri intendo) e quindi di non prendermela..
Sono rimasta piacevolmente sbigottita ad averli 'dalla mia parte'..Quindi forza e coraggio,devo preparare bene i nervi per andare a chiarire senza ulteriori casini..

..dimenticavo..per chi mi ha scritto privatamente,appena ho tempo per scriverti bene ti rispondo assolutamente,non voglio farlo così al volo dato che sei stato così carino da prenderti del tempo per me. Intanto ti ringrazio moltissimo e voglio dirti che AIUTA. Almeno..a me aiuta. Quindi grazie.

Sai cosa penso...che la protagonista indiscussa di questa storia sei esclusivamente tu...anche se gli operatori del sert ti mettono in primo piano o ultimo.Che non devi programmare niente perché in questa situazione nulla è programmabile, che non devi dare troppo peso a ciò che succede nel sert ,anzi, per come la penso io quanto meno ci stai dentro meglio è, prendere la terapia e fuggire con i paraocchi come i cavalli,gruppi fottetevi, operatori fottetevi,tossici fottetevi. Allontanarsi il più possibile dall' ingranaggio malefico del contesto sert-strada-etc , prendere terapia fuggire nella realtà.Piu' impatti con la realtà più ti allontani da quella illusione, però bisogna vedere se sei pronta ad accogliere la realtà.Tanto non è che la realtà sia meglio della roba,poi manco ti sballa...la realtà è quello che è cruda e dura devi essere pronta ad accoglierla con un po' di rassegnazione.
Forse però ti potrebbe allungare la vita è migliorare un po' la qualità...se tu riuscissi ad accoglierla.

Si,hai ragione. Mi lego al dito e prendo a cuore cose infine superflui al mio percorso. Ma sono fatta così,e mi sono messa nella merda più di una volta per questa impulsiva sensibilità che mi trascino appresso. E bon che con l età sono migliorata,ripeto fosse successo due anni fa sarei in galera..per niente infine..Ma quando mi calpestano i miei diritti sapendo che tanto non posso reagire mi infurio,anche se di mio invece sono docile e dolce. Non sono una 'tossica di strada',ho già passato quel periodo. E proprio il fatto che vivo per il 70% nella realtà mi fotte,perché non sono ne carne ne pesce e questo mio non cadere proprio nel baratro mi da quella giustificazione per 'concedermi' la mia pera o due settimanale. Eppure il baratro so bene cos'è,e anche se obbiettivamente non ci sono in un certo modo mi ci sento. Ma forse questo fa parte di altre patologie psicologiche che mi attribuiscono. Sto andando a ruota libera quindi non so quanto sia capibile ciò che la mia testolina di caxxo intende..

Se ho capito cosa intendi sono circa direi nella stessa situazione.... E' quando ti senti abbastanza tranquillo di aver le cose sotto controllo, di non aver toccato il fondo, ma in realtà poi la strada è quella? E soprattutto... Questo non ti dà nessuna spinta emotiva a fare un cambiamento?

Già,o meglio me la QUASI da la spinta emotiva (come la definisci tu),ma non forte abbastanza da ammaccarmici,quindi..Poi va be ste due settimane sono stata una tragedia,ci sto dando ogni giorno,morfina liquida,di tutto..Alice che si fa i Caxxi suoi,finché un bel giorno non si perde totalmente nel bosco. Eppure mi sono già persa altre volte,ma questa è diversa la sento sottopelle proprio. Solo che chiedo aiuto da quasi un anno,e niet. Quindi poi non venite a piangere sulla porta di casa mia xké 'mich sta male,che si fa'..Non voi ovviamente,la mia cerchia stretta. Son tre anni di ricaduta ormai niente male,niente male. Qua per cavarmi la roba mi sono infognata di altre tre benzo+metadone..E nessuno che dopo tot dalla prescrizione sia venuto a vedere se trovavano il corpo per lo meno,dato che ai tempi era solo che un pensiero suicidario drio l altro..L unica è ANDARE VIA. Poi si vedrà,intanto si va...

Si pensa sempre che un domani non c è.
È invece il domani è li sotto i tuoi occhi.

Ma l'account di Michelle è stato eliminato?
Cosa volontaria o ennesimo troll?