Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 51061 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Per lavorare in comunità tossicodipendenti devo fare analisi tossicologiche?

Risposta:

diamo per scontato che non ce ne sia bisogno, altrimenti sarebbe meglio che tu facessi un altro lavoro....

Commenti

perdonami ma non mi hai risposto, o per lo meno non l'intendo. detto questo il dubbio, per il quale scrivo, nasce da analisi antitubercolari che ho dovuto fare (a carico mio, 80€) per fare tirocinio presso il policlinico della città. grazie per la risposta, tanto quanto per avermi dato del tossico.

non ci risulta esista una esenzione dal ticket previsto per le analisi dei tirocinanti
(ci scusiamo per il fraintendimento, ma a volte basta un rigo in più per rendere più esplicita e comprensibile la domanda)

Hai ragione, avrei potuto dare qualche spiegazione in più ed in questo senso mi scuso per aver dato adito a fraintendimenti. Sono ancora tirocinante presso il policlinico ed ho in ballo, inoltre, una possibile assunzione presso una comunità di disintossicazione. Mi domandavo se per i lavoratori (operatori, psicologi, e quant'altro) fosse necessario esibire analisi che certifichino, oltre allo stato di salute (che posso dimostrare date le analisi che mi sono state richieste al policlinico) anche delle analisi tossicologiche che dimostrino l'assenza di tossicomania. Così su due piedi credo che il datore di lavoro possa richiederle se lo ritiene necessario ma volevo capire, oltre se obbligatorie, se siano a carico del dipendente o del datore.
Ti ringrazio per la pazienza e per la disponibilità.

attualmente non ci risulta che chi opera nel servizio sanitario nazionale debba sottoporsi ad alcun accertamento tossicologico.
Discorso diverso però si deve fare per strutture private ancorchè gestite con finanziamenti pubblici (come di solito sono le CT).
Ovvero possono sussitere richieste da parte della cooperativa che richiede per l'appalto che il proprio personale abbia svolto questi particolari accertamenti.
In ogni caso sono a carico del datore di lavoro.

Grazie mille, in questo caso si parla di una struttura privata. Quindi per lo meno so, che se ci dovessero essere delle analisi, saranno a carico del datore.
Have a nice day!