Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 28118 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Type the characters you see in this picture. (verifica con audio)
Inserisci il testo che vedi nell'immagine qui sopra. Se non riesci a leggerli, invia il modulo e una nuova immagine sarà generata. È indifferente a maiuscole e minuscole.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Sono positivo al test per la droga aziendale!

Prima di tutto complimenti per il servizio che date. Sono un impiegato tecnico e siccome ho fatto anche io il corso per carrellisti sono stato costretto a fare il test per il rilievo dell'uso di sostance stupefacenti. Dopo una settimana il datore di lavoro mi chiama e mi dice: Paolo, non puoi più guidare il muletto...però la macchina si.(e già qui si capisce che siamo in Italia...va beh..) perchè sono risultato positivo al test e che entro dieci o dodici giorni verrò contattato dal medico competente che mi farà fare un'altra visita presso il sert più vicino. (abito in prov. di Venezia). Le mia perplessità è questa: cosa deve verificare il secondo test? Se i valori di THC (nel mio caso) si sono abbassati oppure se sono ancora presenti? Perchè è chiaro che dal giorno della visita ho smesso di fumacchiare, ma se intendono verificare se ne ho ancora traccia nel sangue allora non ho speranza perchè sappiamo che può rimanere anche trenta giorni. Grazie in anticipo..

Risposta:

Riportiamo il link al sito che parla approfonditamente di questo problema, e di seguito l'estratto da qella intervista che appunto parla di primo e secondo livello.

Tieni presente che si riferisce allaRegione Toscana, dove viene richiesto il prelievo urinario. In molte altre regioni (non sappiamo anche se in Veneto è così) viene invece utilizzato il prelievo del capello.

Normal 0 14

http://www.sostanze.info/sites/default/files/documenti/Accertamenti_su_lavoratori_addetti_a_mansioni_rischiose_per_se_e_per_altri.pdf

Sono individuati DUE livelli

1° livello

il datore di lavoro di un’azienda appartenente ad una delle categorie di cui all’allegato 1 del Provvedimento del 30 Ottobre 2007 (vedi elenco pubblicato nelle pagine precedenti) passa al MEDICO COMPETENTE la lista dei soggetti della propria impresa che opera in condizioni lavorative tali da mettere a rischio se e/o terzi.

TUTTI i dipendenti individuati che svolgono quelle mansioni devono almeno una volta l’anno sottoporsi a questo iter diagnostico, più le eccezioni riguardanti coloro che devono sottoporsi ai controlli più volte all’interno dei dodici mesi.

Il MEDICO COMPETENTE ricevuta la lista di quei lavoratori, li convoca.

PRIMO LIVELLO:

* VISITA MEDICA * TEST DI SCREENING (esame tossicologico).

Se il M.C. già nella visita medica individua che siamo di fronte ad un lavoratore che ha segni evidenti di uso di sostanze, può mandarlo al SER.T. senza ricorrere ai test di screening.

Se la visita anamnestica non individua alcun segno palese, il M.C. invita il lavoratore a sottoporsi ai test di screening.

Che possono svolgersi

1. presso lo stesso M.C. qualora abbia le attrezzature per farlo

2. presso il SER.T. che utilizza il laboratorio di analisi cui il SER.T. normalmente si rivolge

3. presso un laboratori odi analisi specializzato In questa fase i TEST SCREENING sono ANALISI delle URINE e non altro tipo di prelievo (saliva, capello ecc.ecc.). I testi devono essere fatti alla presenza di personale sanitario della struttura che effettua le analisi.

Se il lavoratore risulta POSITIVO alle sostanze psicotrope che sono elencate nel dettaglio delle procedure, ovvero se il lavoratore risulta positivo al primo screening deve essere inviato per fare ulteriori analisi di conferma presso un laboratorio di analisi ACCREDITATO.

Il lavoratore può richiedere a proprie spese di fare delle CONTROANALISI.

Una volta evidenziata la positività alle sostanza, il M.C. a questo punto invia il lavoratore al SER.T per iniziare un percorso terapeutico.

2° LIVELLO

Accertamento uso di sostanze.

I SER.T. possono scegliere: a livello nazionale l’indicazione è il test del capello, in Regione Toscana il SER.T. può optare fra queste due ipotesi

1. 1 esame delle urine + 1 esame del capello

2. solo esami delle urine (3 campioni)

 

 

 

Commenti

...ok, questo più o meno era chiaro ed avevo già letto questo post, però non ho ancora capito se con il 2° livello si deve verificare se il soggetto in questione ha dei valori alti presenti nel sangue di sostanze stupefacenti tanto quanto il primo screening, quindi ha continuato a fare uso di droghe nel periodo che divide il primo test dal secondo, oppure se vogliono notare una abbassamento dei valori rispetto al test del 1° livello.
Perchè sappiamo tutti che se dovessi fare il test del 2° livello a distanza di quindici giorni mi troverebbero ancora positivo!

L'utente che risulti positivo al primo controllo viene invitato a recarsi al sert per fare gli accertamenti di II livello che consistono ( come abbiamo sempre sottolineato questo è quanto viene fatto nella ASL 10 di Firenze, ogni Regione, tramite le proprie ASL applica modalità diverse di accertamento sui lavoratori) in tre controlli urine in giorni successivi disposti dalla tossicologia forense a cui sarà inviato dal medico sert. Se questi risulteranno positivi sarà comunicato al medico il suo stato di consumatore e/o dipendente e sarà allontanato dalle sue mansioni per un periodo che prevede un trattamento al sert fino a 12 mesi dall'ultima urina positiva; se gli esami di II livello daranno esito negativo sarà comunque allontanato dalle sue mansioni per 6 mesi in cui il medico competente prevederà accertamenti frequenti per verificare la astensione dall'uso di sostanze.

il Test di 2 Livello

si fà sempre, se la primo controllo, è risultato positivo...
e non per vedere, se i valori si sono abbassati, il SERT può decidere, di farlo su Urine e sul Capello.

salve mi anno trovato metadone nelle urine e devo fare il test di 2 livello volevo sapere se mi fanno l esame del capello o solo urine urgentissimo aspetto la risposta grazie

possono fare o l'uno o l'altro, dipende dalla decisione del medico competente che richiede l'accertamento di secondo livello

Interessante riflessione.
Ci documentiamo e ti diamo una risposta

Il test droga che viene effettuato in fabbrica,e' solo per i dipendenti a tempo indeterminato o vale anche per i lavoratori interinali ?Regione Liguria
Ciao

Non crediamo che il decreto legge faccia distinzione fra lavoratori di un tipo o di un'altro, la cosa essenziale è che nel contratto siano previste mansioni a rischio effettuare dal lavoratore.
Se ci sono vanno richiesti gli esami, se non ci sono non devono essere richiesti.

Per la richiesta ad eventuali esami l azienda a cui presti servizio, deve fare riferimento all' agenzia interinale per cui lavori, essendo tu dipendente dell' agenzia e non della ditta cui presti servizio...

Buonasera a tutti e complimenti per il sito!
volevo fare una domanda...
Ma il testo di screaming è obbligatorio per tutti i dipendendi dell'azienda oppure soltanto per chi mette a rischio la propria vita e quella degli altri?
possono obbligarmi a eseguirlo anche se non svolgo mansioni pericolose?
grazie

Premessa che ti consigliamo di leggere attentamente, di seguito la risposta alla tua domanda.
La legge in questione prevede che debbano essere svolti dei controlli, almeno una volta l'anno, da parte del medico competente, a tutti i lavoratori che svolgono mansioni a rischio ed elenca una serie di lavori considerati tali. L'elenco è inserito nella legge stessa che per comodità ti riassumo:
1) Impiego di gas tossici,
2) fabbricazione ed uso di fuochi di artificio;
3) direzione tecnica e conduzione di impianti nucleari
Tutte le attività di trasporto e cioè:
1) conducenti di veicoli stradali per le quali è richiesta patente C,D,E, taxi, noleggio, trasporto merci pericolose;
1) conducenti di treni;
3) personale ferroviario o navigante su navi; personale marittimo; controllo voli ed assistenti volo;
4) collaudatori di mezzi per la navigazione;
5) addetti ai pannelli di controllo nel settore trasporti;
6) addetti alla guida di macchine di movimentazione terra e merci
Gli impiegati in settori della polizia, aeronautica, ferrovie sono controllati da enti interni; tutti gli altri vengono controllati dal medico competente.
Il primo controllo avviene ad opera del medico competente a random o su richiesta o segnalazione del datore di lavoro o altri impiegati (cosiddetti accertamenti di primo livello): le analisi prevedono la ricerca di una serie di metaboliti contenuti in una apposita tabella e che in sostanza coprono un pò tutte le sostanze rintracciabili nelle urine (esame quasi di prassi svolto). se il lavoratore viene trovato positivo viene giudicato "non idoneo" a continuare (o ad iniziare, se il controllo è attuato al momento dell'assunzione) a svolgere quella mansione ed inviato dal medico competente ad effettuare esami di II livello presso il sert, o strutture equiparabili, di competenza del territorio dove si trova la ditta o dove è residente il lavoratore. Gli esami di secondo livello svolti dal sert sono gli stessi di I livello con in più la ricerca della buprenorfina. Tutto questo il medico competente deve comunicarlo al lavoratore entro trenta giorni dal momento della positività di I livello accertata (informandolo almeno un giorno prima dell'appuntamento al sert) ed il sert dà un primo appuntamento al lavoratore che, se non si presenta, viene invitato una seconda volta e se non si presenta nemmeno la seconda volta ciò viene comunicato al medico cometente che richiama il lavoratore e lo allontana dalle sue mansioni fino a che non venga accertata la sua tossicodipendenza.

Come anticipato nella premessa, sarai chiamato a fare il test solo se nella ditta dove lavori svolgi una mansione ritenuta a rischio che rientra tra quelle elencate sopra, altrimenti non dovrai farlo (non ti sarà richiesto) a meno che non ci sia una precisa segnalazione da parte del datore di lavoro o che il medico competente, nello svolgimento della visita medica di controllo non ravvisi la necessità di fare un controllo tossicologico.

Grazie mille della risposta, nel beneficio del dubbio io ho cmq smesso di fumare... non si sa mai ;)
anche se da 3 mesi a questa parte non lavoro più in produzione ma sto negli uffici e visto che il mio contratto per adesso è rimasto invariato è meglio restare "lucidi"! ;)

tutta salute luca.....

meglio andare negli stati uniti o meglio in alkune regioni dove è legalizzata e poi fa piu male respirare sostanze di oli industiali ke le sostanze ke si fumano...

meglio capire perke si usan sostanze no?

Meglio non farsi del male da soli con della merda, al mondo ci sono già sostanze che ci creano problemi senza fumare o usare altre cose...vivete la vita in modo serenooo..

Inanzitutto ringrazio per la professionalità e la cura del sito, ke mi ha gia dato molte info ke non conoscievo.
Passando a me... Dovrò sottopormi a vista medica a breve, io ho un contratto da Apprendista Programmatore, ciò non comporta un lavoro a rischio, il fatto è che uso spesso l'auto aziendale per spostarmi, questo comporta la possibilità di un test delle urine al momento della visita ?

Se il lavoratore è chiamato a fare la visita per la medicina del lavoro annuale non farà anche la visita tossicologica: in questo ultimo caso sarebbe avvisato dal datore di lavoro pochi giorni prima su indicazione del medico competente.
Tradotto significa che i controlli tossicologici non sono a sorpresa, anche se è vero che devono essere comunicati solo pochissimi giorni prima al datore di lavoro.
Nel tuo caso, non avendo la mansione relativa ad un lavoro rischioso non dovresti essere sottoposto ai controlli previsti per queste mansioni.

In effetti la visita ke mi è stata comunicata tramite la bacheca aziendale nomina una "VIsita per la salute e la sicurezza sul lavoro" inoltre non è specifica per me, ma è per tutti coloro alla quale è scaduta la ricorrenza dei 2 anni, qundi dovrei stare tranquillo ?

P.S.
Ringrazio per la precedente risposta e per il servizio datomi.Inoltre mi complimento per gli articoli, molto interessanti

scusate, io ho postato all'inizio "Positivo al test per la droga in azienda" ATTENZIONE NON è vero che devono avvisarti qualche giorno prima.
Io sono stato sgamato perchè sono capitati in azienda all'improvviso!!!!!!!!!!! Che poi possano farti gli esami tossicologici lo stesso giorno degli esami classici per la salute è un'altro discorso...ma non c'è scritto da nessuna parte che devono avvisarti.
Quindi fate molta attenzionme. Addirittura qualcuno leggo più sopra, è stato avvisato con una comunicazione in bacheca (cosa molto sensata direi) nel mio caso no, anche quelli del ser.t si sono meravigliati quando glielo detto. Poi anche gli impiegati devono fare attenzione, perchè io che sono impiegato tecnico sono stato sgamato e comunque tutti i miei colleghi hanno fatto l'esame, commerciali, ingegneri e via dicendo...perchè se il datore di lavoro inserisce tutti i nominativi nella famosa lista che darà al M.C. tutti dovranno fare l'esame. Comunque tanto per aggiornarvi se vi interessa, sono passati esattamente 35 giorni da quando il datore dmi ha detto che avrei dovuto fare l'esame di secondo livello e il ser.t non mi ha ancora chiamato per la prima pisciatina e chissà quando lo faranno...In ogni caso mi sono comperato un test di screening in farmacia e dopo 28 giorni ero pulitissimo..
l'unica cosa che mi chiedo è che senso ha farmi l'esame del capello se ammetto che fumavo un grammo al giorno fino al giorno prima di essere sgamato? Forse perchè vogliono spillare più soldi possibili al datore di lavoro....mah vi terrò aggiornati

scusa la mia ignoranza...ma questo screening test posso comprarlo in farmacia senza alcuna ricetta da parte del medico?quanto costa?in tutta italia si trova il prodotto?

VOLEVO DIRE UNA COSA SUI TEST X DROGA:1)TUTTI I CONTROLLI DEVONO ESSERE EFFETTUATI DURANTE L'ORARIO DI LAVORO DEL DIPENDENTE 2)SE DURANTE IL L'ORARIO DI LAVORO IL/UN DIPENDENTE DA' L'IMPRESSIONE DI NON ESSERE "SANO" L'AZIENDA PUO' FAR FARE SEDUTA STANTE I CONTROLLI DEL CASO SENZA NESSUN PREAVVISO.
COMPLIMENTI PER QUESTO SERVIZIO

Grazie per le informazioni che ci hai dato, che peraltro confermano quanto avevamo recentemente pubblicato sullo stesso argomento. Ovvero che i controlli devono essere fatti senza preavviso (anche se poi in realtà in vari casi, come quello segnalato da un altro lettore, vengono dati alcuni giorni di preavviso, tramite affissioni in bacheca o altro).

Di niente, anzi cercherò di tenervi aggiornati.
Diciamo che nella maggior parte dei casi la gente viene avvisata dell'entrata in vigore di queste nuove procedure, ( a differenza della mia azienda/M.C. che non ci ha detto niente) magari con una circolare, una telefonata al R.S.L. che poi avviserà i colleghi, oppure un incontro tra M.C. e lavoratori cosa più corretta di tutte. Vedo molto più costruttiva una chiaccherata informando i lavoratori dei rischi che corrono bevendo e drogandosi piuttosto che una retata modello digos.
Questo comunque è un'altro discorso.
Tuttavia mi ritengo fortunato perchè il mio datore di lavoro è giovane e non gliene frega niente se fumo, perchè il mio lavoro lo faccio bene ed in ogni caso se la sera mi fumo na canna alla mattina non è che sono ancora sotto l'effetto....ma questo non lo si può spiegare.
A presto..

"Vedo molto più costruttiva una chiaccherata informando i lavoratori dei rischi che corrono bevendo e drogandosi piuttosto che una retata modello digos."

eh!

Volevo fare una domanda, da noi hanno fatto le urine ad alcuni 2 settimane fa (a me no per fortuna ma da allora non fumo più). Per la categoria al punto 6 "addetti alla guida di macchine per la movimentazione terra e merci" rientriamo anche noi magazzinieri che portiamo muletti e transpallet elettrici pur non avendo nessuno di noi il cosiddetto "patentino" o tutto ciò è stato fatto in maniera arbitraria e quindi illegale?

Non sappiamo se è stato perpetrato un abuso o se è stata applicata correttamente la legge (forse sarebbe il caso di chiedere e coinvolgere il vostro rappresentante sindacale..).
Sappiamo però che per la categoria a cui vi riferite – “addetti alla guida di macchine per la movimentazione terra e merci” - sono previsti i controlli di primo e secondo livello, e che per coloro che rifiutano di sottoporsi a questi controlli è previsto lo spostamento a mansioni diverse e che non prevedono l'uso di macchine o strumenti pericolosi a se ed a terzi.

Sono stato assunto 3 anni fa come commesso (categoria protetta a 21 ore settimanali) ma da 2 sono in magazzino pur non avendo la patente per il muletto e avendo come mansione in busta ancora quella di commesso ho dovuto fare il test (positivo al thc ) in quanto il DL mi ha inserito in lista per prenderla. Dato che l'anno prima non ho fatto il test mi chiedevo: il DL avrebbe dovuto avvisarmi che aveva intenzione di farmi prendere la patente??? Cosa posso fare contro il DL anche se ormai l'iter è partito??? Grazie per l'eventuale risposta.

salve a tutti non capisco una cosa se io mi rifiutassi di fare questi esami quali sarebbero le conseguenze? sarei licenziato o spostato ad un altra mansione? qualcuno di voi si è rifiutato o conoscete qualcuno che ha detto no? questa cosa cosa mi sembra importante se nell azienda ci sono altre mansioni "non pericolose" da svolgere

Il decreto legge, in caso di rifiuto, non prevede il licenziamento, ma lo spostamento ad altra mansione. In caso di positività invece ai test di primo e secondo livello è prevista la sospensione dal lavoro per il periodo necessario ad intraprendere un periodo di cura presso un servizio per le tossicodipendenze finalizzato, una volta affrontato e risolto il problema con le sostanze, al reintegro successivo nel posto di lavoro.
Facciamo nostro l'invito fatto dal lettore rivolto a chi ha avuto esperienza o è a conoscenza di come questo decreto viene applicato.

in lombardia esiste una procedura ben nelle definita che si può rintracciare nelle faq regione lombardia 2009

so per certo, che è vero che il datore di lavoro deve esonerarti dalla mansione a rischio se uno si rifiuta o se è positivo al test di 1° livello, ma attenzione perchè lo può fare solo se ci sono altri ruoli da ricoprire all'interno dell'azienda.
Da mesi mi sto informando su varie ed eventuali, e mi risulta che ad esempio se uno lavora in una ditta di autotrasporti o una ditta di logistica quindi mulettisti a manetta...non è vero che il datore di lavoro può darti un'altro incarico, perchè non ce ne sono. In pratica se uno fa l'autista e viene trovato positivo al test non è che viene messo a spazzare il piazzale!! Conosco in prima persona persone che sono state sospese dal lavoro senza stipendio fino al rientro effettivo confermato dal M.C. che se consideriamo il tempo che passa prima di cominciare le analisi al sert (nel mio caso due mesi) il periodo di analisi (un'altro mese) e poi il periodo di monitoraggio successivo al periodo degli esami al sert, possono passare anche otto mesi...
Nel mio caso (sono un impiegato tecnico con uso sporadico del muletto) mi si impedisce di usare il muletto, ma in altri casi la situazione è più drammatica.
Se uno si rifiuta (almeno da quanto c'è scritto nel provvedimento n° 178 del 18 settembre 2008) ti sospendono dalle attività a rischio e qui ritorniamo a quello che ho scritto sopra, e ti fanno fare i test entro dieci giorni dalla prima data.

Salve a tutti! Lavoro in un'azienda che effettua i controlli, la mia mansione non comprende l'uso del muletto e di nessun altro tipo di mezzo ma ho il patentino, per questo motivo, credo, sono inserito nella lista del medico. Ho già effettuato ben tre controlli (urine e prelievo del sangue, in tre anni) risultati sempre negativi, ora però, dato che non mi capita proprio mai di condurre mezzi, essendo particolarmente sensibile alla vista dell'ago e ritenendo l'analisi sulle urine un'invasione della privacy, ho chiesto di essere esonerato da detti controlli senza risultato. Come posso fare? Che ne pensate? Avete dei consigli da darmi? Grazie infinite e cordiali saluti!

Si tratta di accertamenti legali, quindi non esiste violazione della privacy.

Salve ragazzi sono un impiegato ( ai telefoni di un ufficio pubblico ) 2 anni fa mi è successo che sn stato fermato con una sostanza psicoattiva in quantità inrisoriak, mi hanno fatto il verbale e la procedura è andata sull'amministrativo.
Ben che mi sia stato detto d'allavvocato che praticamente è tutto archiviato, oggi ho ricevuto una telefonata dal nucleo operativo della prefettura che voleva fare una segnalazione; da tener presente che sono passati 2 anni; sec ondo voi è possibile essere segnalati come assunto riin una amministrazione pubblica? o è una mia paranoia dato che sono passati 2 anni?

La tua richiesta non è molto chiara, ma cerchiamo di darti qualche informazione più precisa.
Che tipo di segnalazione ti è stata fatta?
Anche perchè la convocazione dovresti ricevere una comunicazione scritta per presentarti al N.O.T. della Prefettura e sostenere un colloquio con cui ti viene comunicato cosa fare, dove e quando.
Per quanto riguarda la segnalazione trattandosi di una sanzione amministrativa non dovrebbe avere nessuna ripercussione sul tuo posto di lavoro.

Io non riesco a capire perch+ non ci si rende conto che il problema non è tanto la sostanza, ma il cervello bacato in cui entra e il quantitativo.
Esiste gente onesta brava tranquilla che non ruba va a lavorare e si fa un culo come chi non assume, si viene perseguitati!

Lavoro su un'azienda di circa 300 dipendenti smistati in circa 20 filiali,io stò sulla sede principale con circa 40 persone di cui io sono uno dei 7 carrellisti........la domanda è questa:con quale criterio si svolgono questi esami??? iniziano dai carrellisti?? da chi utilizza le macchine aziendali? oppure é un esame collettivo che in un giorno li fanno tutti???..........se iniziano da noi quelli delle filiali sono salvi o viceversa.... se qualcuno sà qualcosa sotto questo aspetto lo prego di illuminarmi..........

La tua è una domanda molto circoscritta e relativa ad una situazione aziendale precisa.
La legge non entra in un dettaglio così specifico, ovvero come devono comportarsi le singole aziende. Normalmente l'applicazione territoriale della legge tramite i controlli viene stabilita caso per caso.
Oltre ad attendere che qualche lettore possa informarti si una casistica analoga, pensiamo che potreste rivolgervi ai vostri rappresentanti sindacali.

buongiorno, il prossimo mese dovro' sottopormi al test tossicoogico aziendale, ero un consumatore occasionale di cocaina, dico ero perchè ormai da nov mesi non tocco piu' quela robaccia....pnsa che potrebbe ancora risultare positivo il test?

Se l'esame cui verrai sottoposto è quello delle urine, non ci sono problemi.
Anche in caso di analisi tramite il prelievo del capello dovresti risultare negativo.

Salve son di nuovo qui..
Volevo prima di tutto rispondere a "cocaina nelle urine" qui sopra:
la cocaina viene metabolizzata dopo TRE (3) giorni dall'ultima assunzione, come il krak, l'eroina e tante altre merde di droghe che uccidono...mentre per il THC ci vogliono anche 25 giorni garantito.
Quindi, se hai smesso da nove mesi stai tranquillo...comunque se ti dovessero fare il test del capello, cosa che ti fanno solo se ti trovano positivo e quindi finisci al ser.t, trovano anche se hai fatto una tirata di coca a distanza di anni, ripeto anni...
Comunque per quanto riguarda il mio caso, sono stato riammesso per sei mesi alla mansione a rischio, cioè guidare il muletto, cosa che non faccio mai, con un controllo tra sei mesi concordato con il MC che non sapeva proprio come comportarsi e ha dovuto fare mille telefonate per farsi spiegare la procedura che in realtà prevedeva nel mio caso un controllo al mese perchè sono stato un "bravo paziente" e cioè non mi hanno trovato nessuna traccia di THC durante le quattro pisciatine. Se mi avessero trovato anche un minimo di quantitativo mi avrebbero fatto un controllo ogni settimana per sei mesi.
Quindi se tra sei mesi dopo il controllo risulto negativo, vengo reintegrato totalmente alla mansione a rischio.
Fortunatamente a me non hanno fatto l'esame del capello perchè nel sert dove sono andato non sono ancora attrezzati. Però la prassi dice che è obbligatorio farlo e quindi potete immaginare che i tempi si allungano parecchio. Consiglio a chi si trova nella mia stessa situazione di dire sempre la verità sull'uso di droghe perchè poi con il test del capello vedono TUTTO!

Grazie per la testimonianza e le informazioni sull'argomento.

ciao sono un magazziniere/mulettista fino a desso mi e andata bene perche non mi avevano fatto fare il corso per il muletto...ma non piu, quello he volevo chiedere e se ce una tempistica sugli esami( ogni tot mesi) e quanti controlli all'anno. o se e il datore di lavoro a decidere i tempi..grazie in anticipo per la risposta

Il numero dei controlli, la frequenza e la modalità di segnalazione ai dipendenti è riservata ai proprietari della singola azienda.
Esiste un minimo ovviamente (una volta l'anno almeno) ma in base alla pericolosità delle lavorazioni e delle mansioni dei singoli dipendenti, questi possono essere sottoposti anche a più test di controllo nel corso dell'anno.

sono un autista patente c.mi hanno appena fatto il test delle urine e ho fumato due giorni prima dell'esame..hashisc.sono un fumatore non occasionale..cioe' tutti i giorni dopo il lavoro.saro' sospeso dal lavoro visto che saro' beccato e non ci sono altre mansioni?complimenti per il sito.c'e' qualche farmaco in italia che contiene tale principio in modo tale da non scoprirsi cosi' irrimediabilmente?

Non sappiamo come si comportano quelle aziende che, come ci segnali, non hanno altre mansioni su cui spostare i lavoratori. Ovviamente scatterà la sospensione con la richiesta di accertamenti di secondo livello, come la procedura della legge prevede.
Non esistono farmaci con effetti assimilabili (e mimetizzabili) con quelli del THC.

Salve,desideravo avere un'informazione...,questa consiste nel fatto se l 'Azienda puo' effettuare test antidroga per la mansione di operatore d'esercizio,prima dell'assunzione e senza alcun preavviso o messa al corrente l'eventuale futuro dipendente ,sul fatto che dovra' sottoporsi al delicato test.Vi ringrazio anticipatamente...e complimenti per il sito...

Non sappiamo con certezza se la tua mansione prevede che tu faccia gli accertamenti tossicologici. Sicuramente l'Azienda nella persona del medico aziendale è tenuta ad informarti su tutto ciò a cui ti devi sottoporre, in alcuni casi il preavviso è minimo (24 ore)

ma che cazzo dite lu muletto se porta da quanno che sai guidallo-

sono carrellista ieri cosi x sfizio mi sono trovato in compagnia e ho fatto 2 tiri e dico solo due tiri!! oggi fatto l'esame sul posto di lavoro senza avviso ( esami delle urine nei tre vasetti) che cosa troverebbero visto che era da 1 anno che non facevo 2 tiri?!!!

La permanenza del THC nell'organismo è tale che 24 ore di tempo non sono sufficienti a metabolizzarlo, anche se fumato a bassissime dosi.
Quindi potresti risultare positivo.

Ciao, vedo ke il tuo post e' 1 po' vekkio... Pero' spero mi risponderai comunque, alla fine ti hanno trovato positivo?

salve,
io lavoro in una segheria, sono stato assunto con un contratto di apprendistato, e sulla busta paga c'è scritto che sono apprendista-operaio, però ogni tanto adopero il muletto nel piazzale; pochi giorni fa ho fatto il corso per carrellisti (consisteva in 8 ore di corso con un piccolo test finale)... volevo sapere se il datore di lavoro può farmi fare il test antidroga o no, avendo fatto il corso ma essendo apprendista-operaio...

grazie anticipatamente

Al di là della qualifica, se utilizzi anche sporadicamente un mezzo per cui sono previsti gli accertamenti di legge relativi ai lavoratori con mansioni rischiose, pensiamo che il tuo datore di lavoro possa richiederti di fare i test, dato che appunto utilizzi mezzi quali il muletto.

ciao,nella mia lunga carriera di autista con pt E ,e di fumatore,mi son sempre interessato ai controlli, ma c'e' un modo di avere certificati che approvano l'uso di cannabis a scopo terapeutico per qualche patologia,tipo stress,ansia,o altro.vi pongo questa domanda xche' avavo sentito qualche caso particolare.altrimenti devo cambiare lavoro....

La discussione sull'uso e la somministrazione del THC come farmaco per determinate patologie, ogni tanto si riaffaccia a livello regionale e talvolta nazionale.
E quasi sempre riferito a malati terminali (che ci auguriamo proprio non sia il tuo caso). Ma sono solo discussioni/dibattiti.
Non esiste ad oggi alcuna possibilità di certificare un utilizzo terapeutico del THC, anche in ambito lavorativo.

È invece l'utilizzo di sostanze psicotrope come metadone x la cura da astinenza da oppiacei nemmeno ??? Uno non può farsi fare un certificato dal medico da cui è in cura x non perdere il lavoro e la faccia ....

Certo, le la cosa è vera, e soltanto in questo caso, un trattamento con metadone può essere certificato.
Il problema è però che il certificato poi non serve.
Infatti le commissioni che valutano l'idoneità a svolgere lavori come il tuo non ne tengono conto e negano l'idoneità.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

ciao, sono sottoposti a test anche quelli che utilizzano carrelli ma non sono "addetti" esplicitamente a farlo???

La legge parla esplicitamente di “lavoratori addetti a mansioni pericolose per se e verso terzi”.
E' anche vero che le aziende spesso chiedono ai propri dipendenti di sottoporsi a questi test anche se non hanno le mansioni, ma usano occasionalmente carrelli o muletti.

mi hanno fatto gli esami di urine e sapendo di aver fumato ho fatto subito dopo lo SCREEN DROGA TEST il risultato e stato da come dice il test necativo con al di sotto del livello cut-off decondo te può essere anche negativo il loro test?!!

I test che normalmente si acquistano in farmacia si basano sullo stesso principio di quelli fatti in laboratorio.
Quindi dovrebbero essere confermati i risultati del test precedente.

grazie della risposta forse mi salvo!!
ma se ci fosse un esito positivo il secondo livello direbbe molto di + vero?!!!
sono nella provincia di imperia che controlli hanno in questi sert?!!

ciao ti scrivo x sapere se gli esami delle urine fatte 3 settimane fa hanno una validità di tempo x che io possa anche contestarle?!! visto che sono passati parecchi gg dall'esame?!!! è non mi è ancora stato comunoicato l'esito!!! se è si di quanti gg deve essere comunicato?!!!

La tua richiesta non è chiara, cosa intendi per validità di tempo? I risultati sono quelli relativi alle sostanze ritrovate al momento del prelievo. Ed un'eventuale contestazione parte dalla data riportata nel risultato dell'esame non da quando ti viene recapitato.
Per quanto riguarda i tempi di comunicazione dei risultati, basta avere pazienza, prima o poi ti verrà comunicato.

Se per secondo livello intendi l'utilizzo di analisi più approfondite, certamente sì.
Non abbiamo la più pallida idea di quali siano le metodiche di analisi utilizzate nella provincia di Imperia.

grazie mille vi farò sapere mie notizie sull'esito!! speriamo bene ho un pò di patema!!

Ciao a tutti volete sapere una cosa!! Onde evitare
che vi sgamano sai che dovete fare????
MALATTIA x 30 giorni e nn fumate +e bevete tanto

Salve,volevo sapere se le benzodiazepine per quanto riguarda gli esami aziendali (mansione a rischio) e per la patente possono creare problemi per il mio posto di lavoro.Volevo sapere inoltre se in emilia-romagna effettuano l'esame sul capello.grazie

Se viene fatta la richiesta di una ricerca di sostanze in tal senso si. E' il medico competente a decidere caso per caso e situazione per situazione.
Non siamo a conoscenza delle metodiche di accertamento utilizzate presso i servizi dell'Emilia Romagna, ma ormai quasi tutti i servizi stanno utilizzando la metodica del capello, perchè unico test in grado di dare informazioni corrette sui consumi pregressi.

Salve . complimenti per il sito innanzitutto . la mia domanda è questa . La settimana scorsa sono andata a fare la visita medica concordata con la massima tranquillità, non essendo io carrellista , non ho mai conseguito il patentino , non ero preoccupata ,ma il mio datore di lavoro mi ha ugualmente segnalato come carrellista . Le mie mansioni sono altre in magazzino , si qualche volta uso la "papera" , un trespallet motorizzato , ma nulla più . Fumo abitualmente quasi tutte le sere , prima di andare a dormire quindi le mie urine erano certamente positive . ora mi hanno chiamato per ripetere il test , oggi è lunedì , devo andare venerdì . Poteva il mio datore di lavoro segnalarmi come carrellista anche se non ho l'abilitazione ? Che posso fare per tutelarmi ? Avrò conseguenza per la mia patente ? Grazie a tutti

I controlli possono essere richiesti e fatti in base alle mansioni attribuite e svolte dal singolo lavoratore.
Nel tuo caso puoi chiedere le motivazioni del controllo, ma se tu stessa riferisci che in azienda ti capita di usare mezzi di movimentazione, puoi ricadere nel numero dei lavoratori con mansioni rischiose che vengono sottoposti a questo tipo di esami.

Salve e grazie a tutti
sono autista pat c-e
E' possibile rivalersi legalmente contro questa legge discriminante?

perche' non tiene conto che tutti i possessori di patente allora sono dei possibili killer sulla strada,indipendentemente da cosa guidano e da quale tipo di patente possiedono

inoltre dove lavoro io non sono proprio rispettate le norme di sicurezza
se io mi faccio male in una situazione di omessa norma di sicurezza e il mio infortunio supera i 20 giorni di prognosi,non e' giusto che subisca pure le analisi

Il M.C. della mia azienda per l'assunsione mi fara solo l'elettrocardiogramma, poi mi ha detto che io personalmente mi dovro fare l'analisi del sangue. Io uso subutex quotidaniamente, si vede nell'analisi del sangue? so che ce ne sono vari tipi (tossicologica, etc...), in questo caso che tipo di analisi dovrò richiedere al medico di famiglia per l'impegnativa? Cioè per vedere la positivita alle droghe ci vuole un'analisi specifica? grazie

Ci sembra un po’ strano che non sia il medico competente della tua ditta a decidere quali sono gli esami del sangue da fare, ma che sia il tuo medico curante a decidere. In ogni caso il tuo medico saprà quali sono gli esami che in genere vengono fatti per valutare lo stato generale di salute. Questi esami non hanno niente a che fare con gli esami tossicologici per la ricerca delle sostanze come la buprenorfina.

Anche se fosse il medico competente dell azienda che mi dovra assumere a decidere quali sono gli esami del sangue da fare per valutare lo stato generale di salute, si tratterebbe sempre cmq di esami che nn hanno niente a che fare con gli esami tossicologici per la ricerca delle sostanze come la buprenorfina o l'hascish? grazie mille mi avete sollevato

Ripetiamo: se si tratta di analisi generali del sangue, non viene ricercata alcuna sostanza psicotropa. Per far questo devono essere richiesti esami specifici, che vengono, nel caso dei lavoratori, richiesti dal medico competente incaricato dall'azienda.

salve devo essere assunto presso nota casa automobilistica ,il giono 5/04/10 mi faranno gli esami del sangue e urine,dovendo lavorare in una concessionaria e quindi usare le auto rientro nella cattegoria a rischio?? mi possono fare gli esami tossicologici per l'assunzione??grazie anticipatamente

Non sappiamo se le mansioni a cui sarai assegnato rientrano in quelle considerate a rischio per se o verso terzi, ma sappiamo che queste analisi non possono essere richieste a chi viene assunto in un nuovo posto di lavoro, ma solo dopo che è avvenuta l'assunzione e dopo che sono state assegnate le mansioni di lavoro relative.

salve, innanzitutto complimeti per il sito..
volevo chiedervi il vostro parere sulla tempistica di smaltimento thc nelle urine del mio caso specifico..
Ho fumato circa 2 grammi di hashish al giorno per due anni più o meno costantemente, poi 15 giorni fa ho smesso e non ho toccato più una canna fino a ieri, che ho fatto circa 7/10 tiri di uno spinello, secondo voi per quanto tempo mi resterà nelle urine??

Non possiamo risponderti con una risposta certa, dato che non esistono risposte certe in questo settore.
Le variabili da cui dipende questo risultato sono tali e tante (velocità di metabolizzazione dell'organismo, quantità e qualità della sostanza assunta, intervallo di tempo fra l'ultima assunzione ed il test) che possiamo solo dirti che si va da un minimo di dieci giorni ad un massimo di trenta.

Ciao,anche io sono stato un fumatore incallito...da quando avevo 16anni e adesso ne ho 35.Non e' mai passato giorno che io non abbia fumato e circa un mese fa Ho iniziato a fare l'autista.Ho smesso completamente di fumare "canne" e dopo 32 giorni esatti mi hanno fatto il test delle urine e del sangue..RISULTATO POSITIVO!! Non potevo crederci! A distanza di 10giorni sono stato convocato dal medico che mi ha comunicato la positivita' e ho voluto essere sincero con lui e gli ho spiegato che avevo smesso ma ero un "cronico di canne".Ho rifatto il test davanti a lui e sono risultato NEGATIVO....cosi me la sono cavata.
Un consiglio a tutti quindi....Se volete star tranquilli NON fumate,ma se proprio non ce la fate sappiate che a me e' rimasto nelle urine 32 giorni...al 42 esimo ero pulito...QUINDI OKKIO!!

Un Ex fumatore incallito (15gr alla settimana) CAPITO??!!!
Riccardo ,Rimini.

grande Riccardo io sto come te!!!

Grazie riccardo,stesse tue condizioni

Io anni fa son risultato negativo solo dopo 40 gg

...

Io sono magro e faccio sport,dopo 46 giorni di tisane sono risultato POSITIVO!!!!!!!sono riuscito a scambiare l urina con quella del mio collega e è andata bene,fumo tanto ma roba da matti....http://www.sostanze.info/sites/default/files/smiley/sostanze_sigarette_0.gif

Ci spiace per te, ma la tua esperienza non fa che confermare quanto ripetiamo da mesi: non esiste alcun rimedio in grado di accelerare lo smaltimento del THC.

Ellis e colleghi
Sono state esaminate le modalità di escrezione urinaria di 86 consumatori cronici di cannabis dopo la loro ultima dose, con due diversi metodi di analisi (...). Abbiamo dimostrato che, in condizioni di astinenza molto strettamente controllata, i consumatori cronici possono essere positivi per i cannabinoidi nell'urina (...) per un periodo che arriva a 46 giorni dal primo test, e possono richiedere fino a 77 giorni per risultare al di sotto dei limiti rilevabili per 10 giorni consecutivi (in altre parole, in almeno un caso il primo test negativo si ebbe al 46° giorno dall'ultima assunzione di cannabis, ma poi i test ritornarono occasionalmente positivi: per avere 10 giorni consecutivi di test negativi si dovette aspettare il 77° giorno). La media per tutti i soggetti per diventare negativi fu di 27 giorni. (...). Fattori demografici, struttura corporea, e storia dell'uso della droga risultano essere solo modesti fattori predittivi delle modalità di escrezione.
Ellis GM Jr Mann MA Judson BA Schramm NT Tashchian A. Excretion patterns of cannabinoid metabolites after last use in a group of chronic users. Clin Pharmacol Ther 1985;38(5):572-578.

Rolf Aderjahn
L'escrezione di THC e dei suoi metaboliti in consumatori cronici può essere rilevata per 4-6 settimane. Nella letteratura, è riferito che un uso intensivo di cannabis per 10 anni ha determinato positività nelle urine per 77 giorni. Con uso in un'unica occasione o saltuariamente, l'escrezione è abbastanza rapida (qualche ora), e generalmente dura per 3-5 giorni.
Aderjahn R. Toxikologischer Cannabisnachweis [Toxicological cannabis detection]. In: In: Berghaus G, Krüger HP, eds. Cannabis im Straßenverkehr [Cannabis in road traffic]. Stuttgart: Gustav Fischer, 1998.

La permanenza dei metaboliti nelle urine di quotidiani consumatori forti e di lunga data può quindi arrivare a 46 giorni, almeno stando agli studi pubblicati finora.

Grazie
R. Baronti, medico sostanze.info

Salve, sono stato assunto come portiere in un albergo, oggi il M.C. mi ha fatto l'elettrocardiogramma e mi fara fare l'analisi del sangue da un suo collega tra qualche giorno. Questa analisi del sangue, mi ha detto il M.C., serve a vedere lo stato generale di salute, tipo transaminasi, emocromo, ecc...... Io faccio uso quotidiano di subutex, a volte eroina e raramente hascisc, ebbene, in questo tipo di analisi del sangue, si vedono queste sostanze? O c'è l' analisi specifica tossicologica? grazie mille

No, devono essere analisi specifiche per la verifica dell'assunzione di sostanze psicotrope, quali appunto il subutex.

Buon gg.
oggi a lavoro mi hanno detto che a breve farò il test per il thc ed altro , premesso che io uso occasionalmente il muletto ( e fumo quotidianamente ) , credo che domani proverò a parlare con il mio datore facendogli capire che conviene a tutti e due che io nn rientri nel gruppo dei mulettisti , quindi continuando di fatto a svolgere la mia mansione non considerata pericolosa e soggetta a controlli .
Se per puro caso però dovessi essere quasi costretto a fare questo test , visto e considerato che io sono un lavoratore interinale , potrei alla scadenza del contratto a fine giugno ( che credo a questo punto non mi venga rinnovato ) chiedere la sospensione dei test o terapie successive al secondo livello ; o anche senza un lavoro i test a quel punto andrebbero avanti lo stesso ??

Nel momento in cui cessi il rapporto di lavoro o la tua mansione non preveda più attività comprese nell'allegato I dell'Intesa della C.U. Stato Regioni (tra cui la guida del carrello elevatore) non è previsto alcun ulteriore test. Tieni anche conto che gli ulteriori test qualcuno deve pagarli e questo "qualcuno" è il datore di lavoro dell'azienda utilizzatrice (non dell'interinale) e quindi se il rapporto di lavoro si interrompe si interrompono anche i test.

Sono stato assunto in una azienda, il MC mi deve fare l analisi del sangue per lo stato generale di salute e delle urine. Io uso la subutex tutti i giorni, si vede nelle urine? grazie mille

Se sono analisi generali no, se sono specifiche per l'assunzione di sostanze psicotrope, si.

Salve
ma la buprenorfina non dovrebbe essere ricercata solo nell'esame di secondo livello
come mai alcuni la ricercano anche nel primo, è un azione legale?
Grazzie

Il Medico Competente può per legge prescrivere anche analisi al di fuori del pannello standard.

Salve, sono stato assunto a lavorare come addetto alla reception, ho chiamato il M.C. che mi dovrà fare l analisi delle urine e del sangue, mi ha detto che sono analisi sullo stato generale di salute (si controllano transaminase, ferro, emocromo, ecc....), ha detto è un'analisi delle urine completa. Ebbene, io faccio uso quotidiano di subutex, si vedrà in queste ananlisi? Grazie mille

No. Il lavoro alla reception non fa parte di quei lavori in cui si devono fare controlli tossicologici. Gli esami di cui parli sono sullo stato di salute e non tossicologici. Non possono mettere in evidenza l’uso di buprenorfina.

Salve, volevo sapere se nei lavori d'ufficio, tipo addetto contabile, impiegato null'unità organizzativa amministrazione e controllo di gestione, nell'unita organizzativa risorse umane, marketing o impieghi in banca, sono previsti esami tossicologici. Grazie mille e complimenti per il servizio che date

Nessuna delle attività che elenchi ricopre delle mansioni che sono tra quelle previste per i controlli sul consumo di sostanze.
Un ampio approfondimento con la tabella delle lavorazioni e delle mansioni cosiddette a rischio, lo trovi su questo sito in ALTRI CONTENUTI ==) SOSTANZE SCARICABILI ==) PDF "Accertamenti su lavoratori addetti a mansioni rischiose per se e per altri"

salve,mi sono infortunato nel lavoro ferendomi la mano sinistra 7 giorni fa' e ne avro per una 40 di giorni. mi possono fare gli esami del sangue?Grazie e complimenti.

Non comprendiamo il collegamento fra un infortunio avvenuto sul lavoro ed i controlli sulle sostanze, che sono tutt'altra cosa.
Forse se ci spieghi più dettagliatamente la tua situazione possiamo risponderti in maniera più precisa.

ho sentito che dopo 20 giorni di infortunio ti fanno il drug test, volevo sapere se io con 30 giorni di stecca al dito rischio di farlo

Lo screening tossicologico è obbligatorio ogni qualvolta una lesione è determinata da incidente ma nel caso degli infortuni non siamo a conoscenza di leggi mirate a questa situazione.
Potrebbe trattarsi di disposizioni di singoli PS o medici del lavoro.

Buon giorno sono un tassista novello,e da un mese circa che non faccio più uso di droghe,ora co. Le nuove leggi dobbiamo fare il test,vorrei sapere in cosa consiste suddetto test,quali sono gli esami che ci faranno fare.grazie in anticipo della risposta e complimenti per il sito.grazie saluti

Il test di primo livello consiste nell'essere inviati ad un laboratorio di analisi dove viene effettuato il prelievo per la verifica delle sostanze. A seconda delle varie regioni in questo primo livello il prelievo può essere relativo alle urine o al capello. Ad esempio qui da noi in Toscana sono richieste le urine, in altre regioni il capello.
Se si viene trovati positivi a questo primo test si viene spostati ad altre mansioni (ovviamente se si è lavoratori dipendenti) e viene richiesto di effettuare un secondo livello di analisi più approfondito (in questo caso solo capello).
Puoi scaricare e leggere tutto questo in dettaglio se vai su SCELTI DALLA REDAZIONE ==) ACCERTAMENTI SU LAVORATORI ADDETTI A MANSIONI RISCHIOSE PER SE E PER ALTRI

Vi ringrazio per la tempestiva risposta,io sono di Milano,chiedo un ultima cosa,sul foglio che e arrivato ieri(che non riparta una data specifica ma dice solo che verra effettuato questo test)ce scritto che per questo tipo di controllo possiamo nominare il nostro medico di base per fare queste analisi.quello che non mi e chiaro e che se possiamo andare dal medico di famiglia,lui non Sara attrezzato per le analisi dem capello.voi per caso sapete qua a Milano che analisi fanno?grazie mille ancora.

Anche noi riteniamo che il tuo medico non sia attrezzato per i controlli (qualsiasi siano, urinari o del capello) tossicologici verso i lavoratori. Probabilmente ti invierà ad un centro o un laboratorio convenzionato e riconosciuto dalla ASL per questo tipo di accertamenti.
A quanto ci risulta a Milano vengono fatti accertamenti tramite il prelievo del capello.

Salve! Sono un operaio di un azienda pi pellet, e a breve mi faranno un contratto. La mia mansione comprende anche di guidare un mezzo che si guida con la Patente B, in più uso il muletto. In questi casi, essendo un fumatore abituale di hashish da più di 5-6 anni, è possibile che mi facciano i test antidroga e risulti positivo anche se smetto per una trentina di giorni?...complimenti x il sito.

I controlli vengono richiesti ed effettuati verso lavoratori che hanno mansioni come le tue.
Fai benissimo ad interrompere l'uso.
I tempi potrebbero essere sufficienti, ma ti consigliamo di riuscire a smettere del tutto, dato che questi controlli non vengono effettuati una tantum, ma sono previsti e ripetuti ad intervalli spesso senza preavviso e più volte anche nello stesso anno.

Accidenti, non è questione di "riuscire a smettere del tutto", è questione che per parecchi questo lavorativo è l'UNICO motivo per smettere del tutto con una sostanza gradevole e piuttosto innoqua, visto che per molti altri grossi problemi non sussistono (peromeno con un uso accorto/moderato/non continuativo), e questo UNICO motivo suona tanto di ABUSO DI POTERE. Si facciano i test sulla saliva e siamo tutti d'accordo.

va visita del lavoro io sono mulettista penso che mi abbiano trovato coca quando faroil secondo esame mi cercheranno solo quella perche uso anche il subotek ma lanno scorso non me lanno trovato grazie

Gli esami di secondo livello sono relativi all'accertamento di assunzione di tutte le comuni sostanze psicotrope. Quindi può essere esteso anche ad altre sostanze oltre a quella che hanno trovato nel primo test.

ciao,sono un insegnante.volevo chiedervi se è possibile che anche a noi facciano i controlli a sorpresa. La scuola dove lavoro è privata ma convenzionata con il comune. Soprattutto volevo sapere:il datore è tenuto o no ad informarci ed eventualmente farci firmare una presa visione che nell arco dell anno verremo sottoposto a test antidroga,nel momento dell'assunzione? Questo lo chiedo a titolo informativo in quantodue giorni fa sono venuti con un camioncino per fare a sorpresa il test alla cuoca della scuola. Lo possono fare?

Non ci risulta che gli insegnanti vengano sottoposti ai controlli per coloro che hanno mansioni pericolose o a rischio verso terzi. L'unica attività lavorativa che può avvicinarsi a quella scolastica è quella svolta dagli autisti dei pulmini che accompagnano i ragazzi. Quelli sono lavoratori che devono fare i controlli.
Non ci risulta neanche di consensi informati da firmare o analoghe procedure che vengano richieste.

Il consenso informato sarebbe già una cosa sensata.

Se si lavora nel settore pubblico, ad esempio a seguito di concorso pubblico, sono previsti test tossicologici? Grazie e complimenti

I test sono riferiti a lavorazioni pericolose, quindi se il concorso è rivolto all'assunzione di lavoratori in quei settori previsti dalla legge “Lavoratori addetti a mansioni rischiose per terzi” Provvedimento 99/CU 30.10.2007 (Gazzetta Ufficiale n.266 del 15.11.2007), si.
Anche se a noi risulta che non possono essere previsti test di ingresso per un'assunzione, ma solo dopo che si è entrati nel posto di lavoro e si sono assunte mansioni a rischio.

Buongiorno sono un datore di lavoro, vorrei scrivere una lettera ai miei dipendenti che utilizzano le auto aziendali, nella quale rendo i dipendenti responsabili dell'utilizzo che fanno dell'auto durante gli orari lavorativi e non nel caso questi facciano utilizzo di alcool e droghe. Questo per evitare guai in caso di coinvolgimenti di cose o persone nel caso di incedente.
Mi potete aiutare nella stesura di tale bozza mettendo anche qualche riferimento di legge ???
Grazie mille e saluti.
V

Pensiamo che la cosa più semplice sia quella di scaricare e leggere la lunga intervista che abbiamo pubblicato su sostanze.info, e che trovi nella homepage del sito nel box SCELTI DALLA REDAZIONE ==) ACCERTAMENTI SU LAVORATORI ADDETTI A MANSIONI RISCHIOSE PER SE E PER ALTRI.
In questa intervista al responsabile della Regione Toscana dr. Arcangelo Alfano, trovi i dettagli della legge e come questa viene applicata, i due livelli di accertamento ecc.
Facci sapere se hai bisogno di ulteriori info.

buonasera ....
volevo fare una semplice domanda:
ma l'azienda che ha come appunto dipendenti carellisti e magazzinieri ,è OBBLIGATA ha fare questi tipi di controlli?
grazie

La legge lo prevede esplicitamente e tutte le aziende che hanno questo tipo di lavoratori con quelle specifiche mansioni dovrebbero attenersi e farle effettuare.

grazie mille....
mi domando ...
il sindacato di questa eventuale azienda
deve essere informato della lista dei nomi?
e oltretutto perche' in un reparto dove tutti portano il muletto come anche il capo reparto perche' tutti sono nella presunta lista, tranne lui.?
cioè la domanda è questa :tutti nell'azienda devono fare l'alcotest oppure ci sono eccezioni?
grazie ancora per la disponibilita'
saby

Possiamo risponderti che normalmente la lista di coloro che devono presentarsi per sottoporsi a questi accertamenti viene affissa pubblicamente nella bacheca delle comunicazioni (almeno così risulta in molte delle aziende di cui siamo a conoscenza). Si tratta quindi di una cosa della quale tutti prendono visione e quindi anche i sindacati. Ovviamente la modalità può essere diversa in base anche alle dimensioni ed al numero di dipendenti dell'azienda.
Per quanto riguarda il secondo quesito, ti invitiamo a rivolgerti al sindacato che dovrebbe farsi carico anche del fatto che tutti i lavoratori che effettuano lavorazioni con mansioni a rischio per se e verso terzi devono sottoporsi a questi accertamenti.
Nessuno escluso.

salve nelle mie urine del primo test sono stato trovato positivo alla cannabinoide ora mi mandano al sert x l analisi del capello.siccome ke sono gia un mese ke non tocco nulla volevo kiedere se nel capello esce anke una piccolissima dose di coco fatta il 31 dicembre cosa succede poi

Se non ci scrivi per quale motivo hai fatto un primo test e un successivo con invio al Ser.T., non siamo in grado di risponderti sulle conseguenze cui vai incontro.

ho fatto il test x carrellisti ed è positivo alla cannabinoide ,il medico del lavoro mi ha mandato al sert di treviglio (bg) x l esame del capello e dell urina
sono gia 40 giorni ke nobn faccio nulla ma mi preoccupo di una piccola dose di coca fatta il 31/12
il mio capello è 3 cm possono trovare qualcosa e se si a cosa vado incontro

non so se puo' funzionare ma un mio amico ha dovuto fare l'esame del capello e ha usato lo stirante per capelli non so cosa sia e come funziona ma l'esame e' risultato nullo

Se il prelievo è di 3 cm. evidentemente no. Se però ti viene richiesto un prelievo maggiore di altri peli corporei, dipende da quanto è lungo il campione richiesto.
In caso di positività, non è previsto il licenziamento, ma la richiesta di effettuare ulteriori accertamenti (cosiddetti di secondo livello) sempre per verificare l'uso di sostanze. Nel frattempo si viene destinati ad altra mansione non pericolosa per sé e per gli altri.

salve tra una settimana vado a fare l esame del capello ma se mi raso a zero i cappelli sono salvo? ovviamente mi depilerai anche x tutto il corpo hanno ancora modo x vedere? come faccio il mio caso e drammatico ho moglie e 2 figli e tutti sulle mie spalle se mi levo tutti i peli del corpo che ne pensate? viisto che devo andare al sert!

Se ti presenti completamente depilato, l'unica cosa che ottieni è quella di far pensare subito, a chi ti deve fare il prelievo, che hai evidentemente qualcosa da nascondere.
E le conseguenze sono:
o vieni invitato a ripresentarti quando i peli corporei sono tornati ad essere della lunghezza necessaria per il test
o iniziano una serie di controlli delle urine random (ovvero senza preavviso) per un periodo piuttosto lungo, per vedere se ci sono consumi di sostanze.

salve io martedi ho l'esame... sono depilato epelato. non per scelta... so che gli esami costano 850 euro circa.. cosa mi succedera? urina e sangue saranno sicuramente puliti!!!!!!!!!!!!!!!!!!

L’ assenza di peli corporei può indurre la Commissione a richiedere altri tipi di accertamenti, ad esempio urine a sorpresa per un lungo periodo di tempo.

Salve a tutti,innanzitutto complimenti x il sito.Cmq volevo chiedere,ieri ho fatto l'esame delle urine x il lavoro,venerdi sera ho fatto uso di mezzo grammo di coca,io ho bevuto molta acqua e sudato parecchio. Cè possibilità che mi becchino a distanza di quasi 4 giorni?risp al piu presto.....grazie!!!!

La permanenza dei metaboliti della cocaina varia da un minimo di tre giorni ad un massimo di cinque.

Ma cè una possibilità che mi becchino??può risultare sotto il cut-off?

non è vero che nel test di secondo livello non c è cut off c è ed e inferiore al test precedente di primo livello ad esempio : cut off primo livello cocaina 300 , cut off secondo livello cocaina 100.questi e scritto nel decreto legge.
saluti cristian

Quanto dice il lettore è corretto. Lui si riferisce alla Legge 99 sugli accertamenti dei lavoratori che svolgono funzioni a rischio. Le altre leggi non fanno riferimento a cut off e
quindi in genere i lavoratori fanno riferimento a questa legge.
Questo per quanto riguarda le urine. E'nel sangue che nono c'è il cut off. Ci scusiamo per la precedente imprecisione.

ciao io sono stato trovato positivo al 1 livello screening veloce , il test di conferma sul campine B conmetodica gs\mc dava un risultato negativo sotto il cut-off.il medico mi ha comunque mandato a visita di 2 livello anche con un cut off negativo da legge con la frase del agionevole dubbio.I risultati di 2 livello sono stati tutti negativi.il medico continua tutti i mesi a farmi questi test di 1 livello.la mia mansione non è neache inserita nella lista di lavoratori a rischio.
benvenuti in italia.
complimenti

salve a tutti e complimenti inanzitutto...
sn un autista (patente c) e lavoro presso una ditta di movimento terra..
3 anni fa mi fermarono con del fumo.
dopo i colloqui con ll not decisero di nn mandarmi al sert e fui ammonito verbalmente...
ricevetti una lettera poki giorni dopo dalla motorizzazione ke mi imponeva di presentarmi presso delle loro stutture x accertare i miei requisiti psico-fisici..... dopo prenotazioni e durante la prima visita ovvero x la vista mi consegnarono 2 fogli:
1) test psicodiagnostici.
2) presentarmi al sert della mia citta x tutti gli esami x le droghe e x l'alcol...http://www.sostanze.info/sites/default/files/smiley/sostanze_wallbash.gif
sono andato oggi al sert e ho lasciato il mio campione di urina.. volevo sapere..:
dopo 49 giorni di astinenza dal fumo con i test ke fanno loro: sangue e urine potrei risultare positivo?? anke se su quelli comprati in farmacia risulto negativo?
vi dico anke ke sono stato un fumatore molto accanito negli ultimi anni..
valutate e fatemi sapere cortesemente al piu presto ke sta cosa mi rode dall'interno.. ciaoooooooo

Pensiamo che sia molto difficile, dopo circa 50 giorni, risultare positivi alle analisi delle urine per il rilevamento del THC.

salve sono risultato positivo alle analisi alle urine,volevo precisare una cosa la stessa mattina alle 07:30 mi sono fatto le analisi x conto mio,alle 09:00 quelle che mi obbliga la ditta,le mie analisi private sono risultate negative,da sottolineare che nn faccio uso di droghe ne altro genere di droghe,nn uso nessun tipo di farmaco ne roba del genereche scherzo mi stanno giocando,cosa devo fare

Non sappiamo per quale motivo stai risultando positivo se dichiari di non assumere alcuna sostanza.
Ti consigliamo quindi di richiedere subito, sullo stesso campione precedentemente utilizzato (e conservato dal laboratorio di analisi per legge) un esame di secondo livello (gascromatografia con rilevazione di massa o spettrometria di massa ), che senz'altro toglieranno ogni dubbio.

Salve, nella mia azienda qualche mese fa hanno incominciato a fare corsi di un'ora per informare il personale sulla normativa e i conseguenti controlli. Alla domanda che più partecipanti hanno sollevato, me compreso, "perché sono qui?" il medico aziendale ha risposto che chi utilizza i muletti subirà l'accertamento per droga con esame delle urine. Chi invece guida la macchina aziendale potrà essere chiamato a fare accertamenti approfonditi se darà evidenti segni di uso di alcol. Ai corsi so che hanno partecipato tutti coloro che guidano abitualmente muletti e alcuni che guidano l'auto aziendale (potevano essere molti di più...). Una ragazza, nel particolare, che ha seguito il corso con me non rientrava nè nell'una nè nell'altra categoria. Vi chiedo:
1. Nella norma questi momenti informativi sono obbligatori?
2. Una volta fatti risultano essere in qualche modo vincolanti? Ovvero chi ha partecipato è inserito poi nella lista dei possibili accertati?
3. Per quanto mi riguarda ho conseguito 5 anni fa l'abilitazione per il muletto. Da tre ho cambiato mansione e risulto nella categoria videoterminalista, cosa mi si può prospettare?
4. Se vengo chiamato per fare il test delle urine e mi rifiuto perché non uso da anni il muletto a cosa posso andare incontro secondo voi?
5. I test hanno una cadenza prestabilita, tipo ogni 3 mesi? Quando arrivano in azienda coprono tutti o si fanno a scaglioni?
Grazie mille

I corsi organizzati dall'azienda sono facoltativi, proprio perchè "informativi"; naturalmente altra cosa è il potere che l'azienda ha di "ricattare" chi non vi partecipa se chiamato.
Gli accertamenti vengono fatti una volta l'anno, o più volte se il medico competente lo ritiene opportuno o ha sospetto di uso di sostanze. Vengono indagati tutti i lavoratori che per contratto sono stati assunti con determinate caratteristiche, anche se poi in pratica non guidano (se nel contratto di assunzione è richiesta la patente per guidare il muletto, anche se non guiderà mai, è indagabile). Chi rifiuta di effettuare il test di screening è comunque allontanato dalle proprie mansioni finchè non vi si sottoporrà. I lavoratori vengono indagati a gruppi per non influenzare negativamente sull'attività dell'azienda.

Grazie per la risposta.

Ho controllato: nel contratto mio non è specificato che il mio ruolo in azienda preveda la movimentazione di merce con mezzi elettrici. Nel Dvr del mio ruolo attuale è scritto che l'attrezzatura utilizzata è (oltre al videoterminale) l'autovettura aziendale, per questo sono sottoponibile a visita medica biennale e controllo ergoftalmologico (occhi) e per le sostanze psicotrope rientro nell'accertamento per alcol.
Rimane comunque il discorso che ho conseguito il patentino 5 anni fa.
Vi chiedo, se l'azienda ha già comunicato la lista dei dipendenti da sottoporre al test urine e mi ha inserito, può fare marcia indietro facendo una variazione o per legge una volta comunicata la lista non è più modificabile?

Grazie ancora

Non crediamo proprio che le liste siano sottoposte ad un vincolo di legge. Ovvero il nostro consiglio è quello di far presente alla tua azienda quanto da te e da noi evidenziato, e chiedere quindi un chiarimento in merito alla tua posizione all'interno di quella lista.

Buongiorno, 2 mesi e passa fa ho fatto l'esame x le droghe volute dalla mia azienda risultando positivo alla cannabis, lavoro in una fonderia e uso transpallet elettrico e carro ponte. Il medico che mi ha fatto il test mi ha detto che avrei dovuto rifare il test entro due mesi ed a sorpresa ma sto ancora aspettando... Potete chiarirmi le idee per favore? Vi ringrazio anticipatamente. Saluti

Aggiungi un Commento

Mood del commento:felicedivertitotristearrabbiatofuriosoconfusoin arrivo/partenzaavvelenatofumatoreubriacoalchimistain tiroarrapatonessuno