Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 24576 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Type the characters you see in this picture. (verifica con audio)
Inserisci il testo che vedi nell'immagine qui sopra. Se non riesci a leggerli, invia il modulo e una nuova immagine sarà generata. È indifferente a maiuscole e minuscole.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Sono positivo al test per la droga aziendale!

Prima di tutto complimenti per il servizio che date. Sono un impiegato tecnico e siccome ho fatto anche io il corso per carrellisti sono stato costretto a fare il test per il rilievo dell'uso di sostance stupefacenti. Dopo una settimana il datore di lavoro mi chiama e mi dice: Paolo, non puoi più guidare il muletto...però la macchina si.(e già qui si capisce che siamo in Italia...va beh..) perchè sono risultato positivo al test e che entro dieci o dodici giorni verrò contattato dal medico competente che mi farà fare un'altra visita presso il sert più vicino. (abito in prov. di Venezia). Le mia perplessità è questa: cosa deve verificare il secondo test? Se i valori di THC (nel mio caso) si sono abbassati oppure se sono ancora presenti? Perchè è chiaro che dal giorno della visita ho smesso di fumacchiare, ma se intendono verificare se ne ho ancora traccia nel sangue allora non ho speranza perchè sappiamo che può rimanere anche trenta giorni. Grazie in anticipo..

Risposta:

Riportiamo il link al sito che parla approfonditamente di questo problema, e di seguito l'estratto da qella intervista che appunto parla di primo e secondo livello.

Tieni presente che si riferisce allaRegione Toscana, dove viene richiesto il prelievo urinario. In molte altre regioni (non sappiamo anche se in Veneto è così) viene invece utilizzato il prelievo del capello.

Normal 0 14

http://www.sostanze.info/sites/default/files/documenti/Accertamenti_su_lavoratori_addetti_a_mansioni_rischiose_per_se_e_per_altri.pdf

Sono individuati DUE livelli

1° livello

il datore di lavoro di un’azienda appartenente ad una delle categorie di cui all’allegato 1 del Provvedimento del 30 Ottobre 2007 (vedi elenco pubblicato nelle pagine precedenti) passa al MEDICO COMPETENTE la lista dei soggetti della propria impresa che opera in condizioni lavorative tali da mettere a rischio se e/o terzi.

TUTTI i dipendenti individuati che svolgono quelle mansioni devono almeno una volta l’anno sottoporsi a questo iter diagnostico, più le eccezioni riguardanti coloro che devono sottoporsi ai controlli più volte all’interno dei dodici mesi.

Il MEDICO COMPETENTE ricevuta la lista di quei lavoratori, li convoca.

PRIMO LIVELLO:

* VISITA MEDICA * TEST DI SCREENING (esame tossicologico).

Se il M.C. già nella visita medica individua che siamo di fronte ad un lavoratore che ha segni evidenti di uso di sostanze, può mandarlo al SER.T. senza ricorrere ai test di screening.

Se la visita anamnestica non individua alcun segno palese, il M.C. invita il lavoratore a sottoporsi ai test di screening.

Che possono svolgersi

1. presso lo stesso M.C. qualora abbia le attrezzature per farlo

2. presso il SER.T. che utilizza il laboratorio di analisi cui il SER.T. normalmente si rivolge

3. presso un laboratori odi analisi specializzato In questa fase i TEST SCREENING sono ANALISI delle URINE e non altro tipo di prelievo (saliva, capello ecc.ecc.). I testi devono essere fatti alla presenza di personale sanitario della struttura che effettua le analisi.

Se il lavoratore risulta POSITIVO alle sostanze psicotrope che sono elencate nel dettaglio delle procedure, ovvero se il lavoratore risulta positivo al primo screening deve essere inviato per fare ulteriori analisi di conferma presso un laboratorio di analisi ACCREDITATO.

Il lavoratore può richiedere a proprie spese di fare delle CONTROANALISI.

Una volta evidenziata la positività alle sostanza, il M.C. a questo punto invia il lavoratore al SER.T per iniziare un percorso terapeutico.

2° LIVELLO

Accertamento uso di sostanze.

I SER.T. possono scegliere: a livello nazionale l’indicazione è il test del capello, in Regione Toscana il SER.T. può optare fra queste due ipotesi

1. 1 esame delle urine + 1 esame del capello

2. solo esami delle urine (3 campioni)

 

 

 

Commenti

Innanzitutto se si tratta di test a sorpresa prima o poi sarai chiamato a farli. Quindi devi solo aspettare la convocazione.
Si tratta dei cosiddetti esami o test di secondo livello per vedere se stai ancora assumendo sostanze. In caso di positività anche a questo ulteriore accertamento sarai sospeso dalle attività lavorative per il periodo necessario a fare un percorso di cura presso un ser.t.

SONO STATO CHIAMATO DALLA MIA AZIENDA A FARE I DRUG TEST...E COME SAPEVO SONO RISULTATO NEGATIVO...ORA TRA QUANTO TEMPO POTRANNO RICHIAMARMI?

Dipende dalle mansioni e dal tipo di lavoro svolto.
In alcuni casi anche più volte in un anno.

sono un locomotorista.....a me hanno detto che se negativo tra un esame e l'altro passa un anno solare

Non sappiamo se alle tue mansioni si apllicano controlli ripetuti nel corso di un anno, o solo un controllo annuale.
La cosa non dipende solo dalle mansioni, ma anche dal tipo di lavorazione che viene effettuata dall'azienda da cui si dipendende.
E' il datore di lavoro che decide, in base alla pericolosità delle lavorazioni o delle mansioni, se e quando ripetere i controlli.
Comunque la norma è un controllo l'anno. Ma è meglio informarsi magari presso il proprio sindacato.

Buongiorno
Io sono stato sottoposto al test di primo livello dal medico competente della mia azienda anche se la mia manzione non risulta nell elenco delle mansioni a rischio.
Infatti io devo effettuare gia una volta all anno una visita medica che mi abilita alla mansione dove è gia previsto il drug test.secondo voi e legale questa procedura?attendo risposta
Altra domanda il medico competente puo di sua volonta sottoporre il lavoratore all esame dell capello anche se il test di primo livello urinario è negativo?attendo risposta
Grazie e saluti.

La risposta è si.
Il medico competente, per legge, può sottoporre chiunque a drug test quando gli sia segnalato o quando abbia qualunque sospetto, anche più volte l'anno: anzi, deve farlo, pena grosse sanzioni a suo carico. Adotterà il metodo analitico che più riterrà idoneo allo scopo. ed è insindacabile (si può solo contestare eventuale risultato, a proprie spese).

Buon giorno io sono stato chiamato per il drug test , il giorno prima ho subito un incidente stradale con tanto di ospedale, quindi per chiare e certificate ragioni non sono potuto andare alla visita.Una settimana dopo sono andato alla visita ed il medico competente mi ha sospeso per 20 giorni nei quali ho effettuato 3 test negativi, dopo mi ha sospeso per altri 20 giorni e ha richiesto altre visite al SERT.
Ok che il medico puo fare quello che vuole , pero mi sembra un atteggiamento eccessivo e lesivo nei confronti del lavoratore, e mi sembra anche che questa non sia la procedura prevista dal DLg 81/08.
Penso che un giudice dovra giudicare l'operato del dottore.
Saluti
Attendo commento.

Concordiamo con te, se le cose stanno come ci riporti, che l'atteggiamento nei tuoi confronti appare un po' persecutorio, ma le procedure stabilite non tanto dal Dlg che citi, ma i suoi decreti applicativi che ne riportano le modalità con cui deve essere applicato, danno ampio margine decisionale al medico competente.
Puoi provare a ricorrere legalmente affidandoti ad un avvocato ed aspettando come si esprime il giudice in merito.
Facci sapere.

salve..........sn una ragazza laureata in scienze dell'infanzia e tra un anno diventerò pedagogista.vorrei sapere,se viene fatto il test tossicologico alle educatrici!!!!!

Non ci risulta che il lavoro educativo rientri nelle mansioni e nelle attività cui richiedere gli accertamenti sulle sostanze.
E' anche vero però che si suppone che questi lavoratori non facciano uso di sostanze......

salve,
lavoro come geometra in un cantiere, assunto a inizio mese e lunedì mi devo recare presso una struttura ospedaliera dove mi verrà effettuata una "visita"; il mio ruolo concerne mansioni d'ufficio e non mi è stato affidato alcun mezzo aziendale, tantomeno ruoli di controllo sicurezza.
per contro sò x certo che nella stessa struttura (ospedale pubblico) gli operai sono stati sottoposti al test delle urine, tenendo però conto che sono tutti adibiti alla movimentazione di macchinari e comunque alla vita attiva di cantiere.
preciso che nessuno mi ha precisato in cosa consista la visita e essendo nuovo mi son ben guardato dal chiedere ragguagli su un eventuale test delle urine.
il mio ultimo utilizzo di droghe è stato 12 giorni fà, ho fatto qualche tiro di canna dopo una lunga pausa di una 20 di giorni.
date queste premesse volevo sapere:
- mi potrebbero fare il test delle droghe tramite urine?
- quanto permane nelle urine l'utilizzo dell'mdma?
-esiste un rimedio x accellerare la metabolizzazione del fisico delle sostanze?
- è vero che le amfetamine e metamfetamine possono risultare anche con un uso eccessivo di medicinali comuni quali ad es il vicks?
- nel caso dovessi risultare positivo nel caso delle meta e amfetamine potrei giustificarmi in ricorso con un utilizzo eccessivo di farmaco o la legge non prevede scuse?
-è mai possibile che non mi avvisino, nell'eventualità, di dover fare esami tossicologici?
- una visita di medicina del lavoro ordinaria d'assunzione per impiegati prevede questo tipo d'esame?
-può l'azienda decidere arbitrariamente a chi fare suddetti esami?

scusate la quantità di domande ma sono in paranoia

1. Non sappiamo se le tue attività rientrino in quelle relative agli accertamenti sui lavoratori con mansioni a rischio. Ci sembra però poco probabile, dato che non devi movimentare mezzi o altri strumenti il cui uso possa essere rischioso per sé o verso altri.
E' anche vero che la tua mansione è tale da dover verificare i livelli di sicurezza ed efficacia del materiale e delle lavorazioni seguite, tale da richiedere una lucidità che non è certo garantita dall'uso di sostanze. E quindi potrebbero anche esserti richieste.
2. L'mdma permane nelle urine alcuni giorni
3. Non esiste alcun rimedio farmacologico o naturale in grado di accelerare lo smaltimento delle sostanze dal proprio organismo.
4. Non ci risulta che esista un effetto incrociato fra i medicinali che ci riferisci ed il test sulle sostanze psicotrope.
5. In caso di positività l'unica modalità è quella di richiedere un ulteriore accertamento (test di secondo livello o gascromatografia di massa) finalizzato alla verifica di non assunzione di alcuna sostanza. Sempre però che non si sia realmente assunto alcunchè.
6. Il test deve essere fatto a sorpresa, lo prevede la legge.
7. A quanto ci risulta i test sulle sostanze non possono essere richiesti al lavoratore in caso di assunzione, ma solo dopo che si è effettivamente entrati nel posto di lavoro.
8. L'azienda può decidere a chi e con che modalità far effettuare i test in oggetto.

ringrazio anticipatamente.. la mia domanda è questa: lavoro presso una azienda familiare di commercio materiale ferrosi,il mio titolare è obbligato a farmi fare i test tossicologici? grazie ancora

sono risultato positivo all uso di cannabis al test tossicologico aziendale per l uso di carrelli elevatori in provincia di varese. cosa mi accade adesso?faranno subito la comunicazione in azienda,o aspetteranno di fare la seconda prova di test ?preciso che il medico mi ha detto che ci sara un secondo test a sorpresa. grazie

buonasera a tutti....che storia oggi.faccio il carrellista di una azienda,vabbe mi faccio le cannette,ma oggi per combinazione incontro un amico di vecchia data,e ci e scappato un tirettino piccolino di coca,premetto che non ne ho mai assunta,pero stasera mi chiama la segretaria dicendomi che domani ci sono da fare le analesi del sangue ,quindi di non mangiare niente,,,ora mi beccano????

ciao se sono sono analisi del sangue non ti beccano ma se ti fanno il drug test delle urine ti beccano sicuro non solo per la coca ma sopratutto per le canne visto che restano tracce nelle urine per circo 30 giorni ,la coca resta invece dai 2 ai 5 giorni nelle urine.facci sapere ciao

eee mi sa di si datti malato cazz

non possono usare le analisi del sangue per rilevare le sostanze stupefacenti, e se lo fanno non possono usare i risultati perche' legalmente non gli e' permesso, ricordo comunque che puoi sempre rifiutarti di sottoporti a prelievi apportando la motivazione religiosa, fermo restando che la legge dice che tu non devi essere sotto effetto nel momento in cui usi i mezzi e non nei giorni precedenti, quindi anche gli esami delle urine sono contestabili (come risulta da senteze della cassazione) gli esami delle urine per la rilevazione di sostanze psicotrope sono esami qualitativi e non quantitativi, (attestano cioe' che tu ne hai fatto uso in un periodo precedente, ma non posso confermare che tu ne sia stato sotto effetto nel momento dell'analisi) quindi contestabili, se fate causa la vincete come e' gia' successo ad un m io amico

Chi è che non può usare gli esami del sangue? Perché non possono utilizzare i risultati?
L’unico esame con valore legale per l’accertamento relativo alla guida sotto effetto di sostanze è quello appunto del sangue. Tutti gli altri no.

ti ringrazio tanto ,poi vi faccio sapere...sperem bene

ciao a tutti ho letto i post mi sembra che sia tornata la ghestapo..piu potere a poliziotti e medici...il mio caso? fumo tutte le sere d 6 o 7 anni tra 30 giorni avro analisi x ritiro patente x alcool..ho smesso da 17 giorni ( ma all ottavo giorno mezza cannetta leggerina l ho fumata e anche il decimo giorno sempre mezza ) poi altri 7 gorni senza niente...ora se resto altri 30 gg senza credo risultero negativo cosa ne pensate ? so di gente che fuma ogni giorno che la mattina la prima pipi la fa nel water e la seconda anche poi si beve 3 litri d acqua e va a fare l analisi e risulta negativa ..cosa ne pensate..? ciao a tutti

Ciao allora un fumatore che fuma tutti i giorni da 6 7 anni ha bisogno da i 30 ai 45 giorni per risultare negativo, quanto a bere 3 litri di acqua e poi fare l esame non lo consiglio in quanto il campione viene anche controllato se troppo diluito e ti chiederanno un altro campione.Se risulti positivo ti chiederanno l'esame del capello (almeno 5 centimetri)o dei peli del pube e ascellari e li riescono a risalire fino a 4 5 mesi,quindi ti consiglio di smettere di fumare per almeno 30 giorni e di controllarti con i drug test che trovi in farmacia prima di fare l'esame.
Si hai detto bene la ghestapo purtroppo per colpa dei soliti stupidi che non sanno controllarsi ci rimettono tutti anche chi come te si fuma una cannetta la sera.ormai questo e diventato un affare per tutti i soldi che ci girano basti pensare a costi di analisi, compensi ai medici, la multa che devi pagare allo stato ecc.qundi sarà sempre peggio.
in bocca al lupo facci sapere.

vi tengo aggiornati sui tempi perche vedo che molti chiedono poi spariscono e non dicono come gli e andata che sarebbe la cosa piu importante x fare tabelle e aiutare gli altri

sono obbligati ad avvissarti e chi lo fa ,come?dopo quanti giorni dall'avviso viene effettuato il controllo? lo richiede solo il datore di lavoro? per un trasportatore?

Sono obbligati ad avvisarti ma solo 24 ore prima, la visita viene svolta dal medico competente dell azienda : visita medica piu drug test su campione di urina e alcol test.
Per un trasportatore è prevista questa visita medica.

Non possiamo che confermare quanto dettagliatamente ed esattamente riportato dal lettore in risposta a "DOMANDA COME SI SVOLGE"

Sono un operaio in somministrazione settore industria addetto stampaggio, mi è stato comunicato che dovrò fare le analisi del sangue e delle urine. Il mio contratto decorre da marzo, dovrò fare le analisi tra qualche gg, posso stare tranquillo che data la mansione non a rischio, mi facciano fare il drug test?
Se invece me lo fanno fare dato che ho fatto uso di crack lunedì quando potrò presentarmi ed essere tranquillo?
Sabato va bene?

Grazie

Se non eserciti mansioni a rischio per te e verso gli altri, dovrebbe trattarsi dei comuni test sullo stato di salute del lavoratore.
Comunque è un tuo diritto chiedere ,a chi te li ha richiesti, di che esami si tratta.
La cocaina permane nelle urine dai tre ai cinque giorni.

buongiorno
sono stato sottoposto alla visita di 1° livello da parte del MC visita medica più anamnesi e test di screening con risultato negativo.Il MC mi dato inidoneo alla mansione e mandato al Sert.Sulla cartella clinica non cè niente che giustifica l inidoneita e la visita al Sert.Il MC se voleva mandarmi al Sert non doveva effetuare lo screening di1°livello?cosa dite?

Se le cose sono veramente come riporti, ci sembra assai strano anche a noi.
Per cui ti consigliamo di richiedere espressamente i motivi del ricorso al secondo livello, dato che il primo ha dato esiti negativi.
Si tratta di una procedura di legge e non di un'applicazione sanitaria estemporanea.

La sorveglianza sanitaria per le sostanze comprende la visita medica e gli esami; si può essere inviati al sert anche solo per risultanze positive in anamnesi.

Grazie della precisazione, ma il lettore cui abbiamo risposto faceva riferimento specificatamente a controlli per mansioni a rischio e non a provvedimenti generali di sorveglianza sanitaria.
Per i quali (mansioni a rischio) è previsto un test di primo livello, a seguito del quale, in caso di positività, si viene inviati ad effettuare test di secondo livello.

fatti dare delle spiegazioni ben dettagliate sai che rottura di poalle effettuare un esame di secondo livello io l'ho sto finendo ancora due giorni ,pensa posseggo una patente da una vita come carrellista ma non lo guido più da una vita visto che mi hanno cambiato di mansione la rottura e che la patente non me la vogliono far perdere,la cosa buona e che non fumo più

salve
mi hanno comunicato ke domani dovrò sottopormi ad esame del sangue x il controllo antidroga...ho fumato circa 4 canne durante il week and ....sarò sgamato?e se si rischio di essere licenziato ?
grazie

Pensiamo che il test quasi sicuramente sarà positivo.
Se si tratta del test di primo livello, le conseguenze sono la sospensione dalle mansioni a rischio che stai svolgendo, lo spostamento ad altre mansioni e la richiesta di fare test di secondo livello.
Se risulti positivi anche a quelli, vieni sospeso dal lavoro e inviato ad un ser.t. per un periodo di cura.

SONO UN CHIMICO CON CONTRATTO DI APPRENDISTATO VOLEVO SAPERE SE NELLE VISITE è COMPRESA PURE LA TOSSICOLOGICA PERCHè LAVORANDO IN UNA DITTA PRIVATA SAPEVO CHE LA RICHIESTA DI TALI ANALISI DOVEVA ESSERE FATTA DALL'AZIENDA STESSA! GRAZIE 1000

ciao la richiesta di esami tossicologici sul dipendente è obbligatoria per legge solo per alcune mansioni ma non è chiesta dal datore di lavoro.
ciao

Non è proprio così.
Ok per i lavoratori, devono farlo solo quelli con mansioni rischiose per gli altri.
Ma è proprio il datore di lavoro che ha l'obbligo per legge di richiederle almeno una volta l'anno e deve essere sempre lui a fornire al medico competente (cioè il medico che farà le analisi) la lista dei lavoratori con quelle mansioni e che devono quindi fare l'accertamento sulle sostanze stupefacenti.

La richiesta di approfondimenti tossicologici deve essere richiesta dal medico e competente e dall'azienda.
Ovviamente questi test possono essere richiesti solo a quei lavoratori che svolgono mansioni a rischio verso se e verso terzi.

ciao a tutti e grazie sono risultato positivo al test di primo livello il m.c. mi a sospeso dalle manziono a rishio di cui carro ponte e muletto di cui non portavo quasi mai ..secondo lui non posso fare la 4 squadra mi a messo di giornata dalle 8 alle 17 ,mi a detto che in produzione non mi puo lasciare perche sono risultato positivo e cosi che funziona sta cazzo di analisi................

grazie a tutti in anticipo

Dopo che sei stato spostato ad altre mansioni, ti verrà richiesto di fare i test di secondo livello. Se anche alla fine di questi test risulterai positivo alle sostanze, verrai sospeso dal lavoro e ti verrà richiesto di curarti presso un ser.t.

Ciao, nei prossimi giorni verrò assunto da una azienda per lavorare su una linea di confezionamento avendo però anche mansioni da elettricista.
Non riesco a capire se rientro nelle mansioni a rischio con conseguente controllo tossicologico, il muletto non lo userò, userò macchinari fissi e avrò accesso ai quadri elettrici.
Che ne pensate?

Le mansioni a rischio non sono definite solo verso terzi ma anche verso se stessi.
Quindi se guidare un muletto sotto effetto di sostanze può essere pericoloso anche verso i propri colleghi, utilizzare macchinari fissi può rientrare comunque all'interno di lavorazioni a rischio.
Il nostro consiglio è quello di informarti presso il sindacato della tua azienda, che deve sapere in quali mansioni rientrano le tue attività.

ma allora l'elenco riportato nell'allegato 1 può essere interpretato in modo arbitrario, ovvero chiunque può essere soggetto a controlli! magari in una fabbrica piuttosto che in un'altra solo perchè ha un trascorso diverso.....

.....e se mi consentite volevo aggiungere un'altra cosa: chiedere informazioni su questo argomento dai sindacalisti della propria azienda equivale informare persone, spesso colleghi, che si sta facendo uso di sostanze stupefacenti con conseguenze che non sto nemmeno a spiegare......

Vogliamo precisare che l'allegato 1 non è interpretabile a seconda delle circostanze o degli ambienti di lavoro.
Si tratta di un elenco generale la cui applicazione (e conseguente dettaglio delle singole mansioni) rientra negli accordi che poi vengono attuati e definiti stabiliti nelle singole regioni.

fatto primo test urine....risultato positivo...da quello che ho capito ora faranno la sospensione dal lavoro di autista e quindi ulteriori accertamenti con conseguente sert....ma per quanto riguarda la patente...cosa succede?

Nessun problema, in quanto si tratta di due percorsi completamente diversi.
Quindi manterrai la patente.

Salve e complimenti per i servizio offerti...
Volevo chiedere se c'è un periodo di tempo preciso entro il quale il datore di lavoro deve comunicarti l'esito dellle analisi di primo livello. Preciso che ho effettuato il test di screening il 17/09 ed ancora non ho saputo niente, nel caso fossi risultato positivo me lo avrebbero già comunicato per sollevarmi dalla guida del muletto oppure non ci sono dei tempi prestabiliti?
Grazie mille per la risposta...

Non ci risulta che esistano tempi stabiliti entro i quali il datore di lavoro è obbligato a comunicare i risultati.
Ma, essendo tu “oggetto” della verifica, è un tuo diritto richiedere tempi di attesa e risultati del test.

dopo un colloquio mi hanno chiamato a fare una visita medica presso un'azienza che si occupa di manutenzione in raffinerie di benzina. l'assunzione avverrà in base alla mia salute: ho fatto esame delle urine, del sangue, spilometria, elettrocardiogramma. é POSSIBILE CHE MI ABBIANO FATTO IL DRUG TEST SENZA DIRMI NULLA???
è importantissimo per favore ispondetemi...

Se gli esami cui sei stato sottoposto sono quelli che ci elenchi, puoi tranquillizzarti perchè non hanno niente a che vedere con quelli sulle sostanze stupefacenti.
Ed escludiamo pure che vengano fatti controlli o esami "di nascosto" e senza avvertire l'utente. E' illegale.
La legge sui controlli verso i lavoratori con mansioni a rischio prevede di fare controlli senza preavviso, non di nascosto.

salve, ho letto la vostra rubrica e la trovo molto interessante,ivolevo chiedervi una cosa. visto che dovro' affrontare un test per la positivita' alle droghe la raccolta delle urine in tre campioni,faccio presente che io non faccio uso di droghe,non fumo e non bevo,l'unica cosa che prendo sono farmaci di uso per la pressione visto che sono iperteso,e ogni tanto prendo qualche pastiglia di tranquilante per soffro di ansia per cui volevo sapere se ero a posto con la legge,tutto quello che prendo sono prescritti dal medico. grazie.

Non assumi nessuna sostanza illegale. Puoi stare tranquillo.

Salve, ho un amico al quale hanno comunicato che a giorni gli faranno gli esami di sangue + urine per il discorso patente muletto, la mia domanda e': poste che lui fuma qualche cannetta, e se un ipotetica terza persona facesse le urine per lui, verrebbe comunque rilevato tramite esami del sangue? Oppure quelli sono incentrati su altre cose? Questo mio amico sta in emilia romagna, grazie in anticipo!

Il test viene fatto in genere chiedendo alla persona di urinare in presenza di un infermiere. La sostituzione del campione potrebbe quindi essere scoperta.

Salve ,sono un lavoratore con contratto a termine tramite un agenzia per il lavoro , ho dovuto sottopormi al test antidroga per i carrellisti e sicuramente risulterò positivo al THC ,in caso dessi le dimissioni prima dell esito del test tossicologico posso incorrere in qulche ulteriore sanzione. Grazie e complimenti

Le sanzioni relative all'accertamento di uso di sostanze stupefacenti per lavoratori con mansioni a rischio non si estendono anche ad altri ambiti come la sospensione della patente di guida.
Sono due situazioni completamente diverse.

ciao ragazzi, complimenti per il servizio...un domanda ma nel drug test puo' uscire l'assunzione di nandrolone...non uso altro.

Il nandrolone è una sostanza dopante che in genere viene ricercata negli esami andidoping. Non dovrebbe essere ricercata in un test antidroga.

Salve, ho un dubbio: in settimanda dovrò sottopormi al test e mi chiedevo se, nel caso dovessero trovarmi positivo, posso cambiare lavoro nel periodo di eventuale sospensione o risulto vincolato all'azienda che mi sta facendo fare il test? Se potessi farlo, risulterei pulito nelle ricerche sul mio conto che potrebbe fare la nuova azienda o resta traccia in qualche archivio statale o medico?

Puoi senz'altro cambiare lavoro, ma dato che ci sembra di capire che le tue attività sono relative a mansioni a rischio, anche nel nuovo lavoro saresti sottoposto agli accertamenti del caso previsti dalla legge.
Quindi saresti punto e a capo.

sicuramente saremo milioni le persone che abitualmente facciamo uso di cannabis, e nello stesso tempo svolgiamo lavori di responsabilità.è veramente assurdo vivere nella paranoia del droga test per una cazzo di canna.che pericolosità può avere una sana fumata di erba, dopo una dura e faticosa giornata di lavoro? sicuramente va punito chi ne fa uso durante le ore di lavoro e non chi lo fa a casa propria.questa è una legge creata da politici cocainomani, e in parlamento lo sono tutti, per pararsi il loro culo. sinceramente non se ne può più di questa casta politica di tossici che continuano a tenerci stretti per le palle. volevo chiedere se esistono dei test che rilevano non tanto la positività, ma bensi il periodo di assunzione del thc. scusate per il linguaggio scurrile, e grazie in anticipo.

Hai ragione è uno scandalo,ma quale sicurezza,il vero test sarebbe venire in azienda, fare test psicoreattivi,vedere se uno è realmente lucido....e invece qui ti rovinano per una cannetta fumata la sera nella quale il thc ti può rimanere per anche un mese!!

non è una legge è un accordo stato regione e una barcaccia che fa guadagnare un mucchio di soldi alle asl che sanno perfettamente chi fa uso di sostanze ma ti vogliono rovinare con le nostre stesse mani metodi da gestapo come facevano con gli ebrei gli spaccavano tutto e gli chiedevano anche i danni ... ma chi comanda il paese chi usa armi e mezzi perche non deve essere sottoposto ???? e i medici ??? chi mi prescrive qualsiasi farmaco puo essere meno pericoloso di un carrello elevatore ??????

Quoto in toto il messaggio precedente, questa legge sulle droghe è assolutamente ingiusta, sembra chiedere troppo una normativa comunitaria seria da recepire anche in italia dove sia possibile combattere in maniera efficace spaccio, criminalità e droghe pesanti, depenalizzando il consumo e la coltivazione di due piante di marijuana, per farsi due canne a casa mia dopo cena senza mettere in pericolo nessuno????? vaticano e proibizionisti di merda!

Buongiorno a tutti,
per prima cosa complimenti e grazie per il servizio che svolgete, le politiche italiane e le leggi in materia di droghe dovrebbero farle scrivere a voi anzichè a parlamentari incompetenti (e spesso loro stessi utilizzatori).
Sono un fumatore abituale di cannabinoidi da 7 anni (un paio di canne, solo alla sera dopo lavoro!!!), tralascio le esatte dinamiche della mia situazione, vi basti sapere che, fortunatamente, sono riuscito a sapere con un mese di anticipo che ci sarebbero stati i controlli aziendali e da 23 gg ho smesso completamente di fumare, al 21° giorno ho fatto un test casalingo, risultato: la linea di controllo era ben marcata quella di test vera e propria appena appena percettibile, come devo interpretare questo risultato? possibile che il test sia inattendibile?
Grazie mille per la risposta e complimenti ancora!

I test sono attendibili, basta farli seguendo attentamente le istruzioni. 
Il valore probabilmente è ancora borderline.
Ancora qualche giorno e dovrebbe essere completamente negativo

Grazie mille per la risposta!!! Ho seguito alla lettera le istruzioni, comunque per scrupolo ne ho comprato un'altro, speriamo bene....
Grazie ancora di tutto

Buongiorno e complimenti per il sito. Qualche giorno fa un'azienda per i servizi alla persona ha convocato tutti gli Educatori (solo gli educatori e non le altre figure professionali) per un prelievo del sangue con solo 40-45 minuti di preavviso telefonico. E' corretta questa procedura?

Pensiamo proprio di sì, dato che il Provvedimento 99/CU 30.10.2007, che regola i controlli verso i lavoratori addetti a mansioni pericolose riporta esplicitamente che i test devono essere fatti a sorpresa e senza quindi preavvisare il lavoratore

salve volevo sapere come fanno a vedere che i miei capelli sono decolorati e poi colorati dello stesso colore mio naturale.a vista non si nota nulla .io certo non dico che ho effetuato decolorazioni e colorazioni.
grazie

Qualora ci fosse il sospetto che il capello è decolorato esistono delle metodiche che possono confermarlo. Ma non vale la pena sottoporre i capelli a questi trattamenti dal momento che è molto probabile le sostanze si continuino a vedere.

Volevo chiedere voi esperti, se l'utilizzo di benzodiazepine o di farmaci contro lo stress ( tipo zarelis) fanno parte delle sostanze ricercate in quesi test tossicologici e se quindi si risulterebbe positivi agli stessi. Grazie mille!!!

Non sappiamo a che tipo di test fai riferimento.
Se ti riferisci a quelli per la patente di guida possiamo rispondere che queste sostanze non dovrebbero essere ricercate. Certamente non la venlafaxina. Essendo invece le benzodiazepine sostanze soggette ad abuso le commissioni mediche potrebbero decidere di ricercarle.

Dunque innanzitutto complimenti al sito...e consiglio a tutti di non fumare più anche se solo probabilmente sarete sottoposti a questi controlli, secondo me giusti...anche se non condivido il metodo di controllo... ho studiato molto bene la legge sulla sicurezza sul lavoro (sono un RLS)...ebbene credo la legge sarebbe da modificare, l'uso di droghe non ha mai fatto bene, e tra l'altro è anche proibito... ma l'occasionalità non può essere punita così... faccio un esempio: Ammettiamo che un ragazzo non fumatore assieme a degli amici fa un viaggetto ad Amsterdam (luogo in cui tra l'altro è legale..), in quella settimana poco poco si fuma 2 cannette, e al rientro dalla sua gita viene per sua sfortuna sottoposto ad un esame delle urine sul luogo di lavoro, ebbene risulterebbe di sicuro positivo...con tutte le conseguenze immaginabili...
Io credo che con questo metodo di rilevazione viene incentivato l'uso di altre droghe al posto della cannabis che come ormai è noto ha bisogno di tempi molto più lunghi per essere metabolizzata e non comparire più nelle urine...(nel sangue bastano 2 giorni) quindi in definitiva dico che sarebbe meglio (e giusto) imporre per "legge" un accertamento (in questo caso senza nessun preavviso) tramite tampone (altro metodo non invasivo), così si è certi che l'individuo sta "effettivamente lavorando" sotto effetto di droghe...e non che ha fatto 3 o 4 tiri un paio di giorni prima...
Ma vabbè, ragazzi cosa vi posso aggiungere? Bevetevi un buon bicchiere di vino che è molto meglio delle droghe...e poi W l'Italia e i suoi colti parlamentari...gli invierei qualcuno di Striscia la Notizia per vedere fino a che punto conoscono le leggi che loro stessi inseriscono nella Costituzione...

ma stai zitto che fai parte di questo sistema di merda che ha creato questo e vai a vedere quanti morti di cerosi epatica ci sono in italia con il tuo bicchiere di vino anzi ti farei fare le transaminasi per vedere la tua precentuale di alcol nel sangue e se ti va male ti mandano da uno psicologo che vuole sapere tutto su tua madre . scommetto che fumi e sappi pezzo di str che le aziende vogliono anche sapere fumi tabacco perche sei a rischio di malattie molto piu gravi di quelle inerenti alle droghe dato che alcune droghe vengono anche impiegate per curare . io ho un solo desiderio che tutti i soldi che spendono pre queste cose vadano a finire tutte in medicine a chi ne trae vantaggio quindi prima di dire quel che è giusto informati perche son tutti finocchi con il culo degli altri . leggero la tua risposta se la metterai

Ciao ragazzi complimentoni x il sito!ho anch io una domandina,ho il test tra 10 giorni,negli ultimi 35 giorni ho fumato qualche tiro di erba forte (due o 3 volte) l ultima volta 10 giorni fa,so che e impossibile da dire con certezza ma voi sareste tranquilli?prima fumavo tutti i giorni,grazie mille!!!

Il periodo di esposizione alla sostanza (quanto hai fumato in precedenza) e la presenza di principio attivo nel THC, fanno ipotizzare che 10 giorni siano un po' pochi per poter essere tranquilli.

grazie x la risp e scusate x l insistenza forse ho spiegato male,in 45 giorni ho fumato 2 volte,l ultima volta di queste 2 è a 20 giorni dal test.....

L'intervallo dall'ultima assunzione al giorno del test è tale da poter ipotizzare una negatività, ma, ti confermiamo che non esiste una certezza assoluta che possa confermarti questa negatività

grazie per la risposta ho acquistato 2 drug test in farmacia e sono risultato negativo!speriamo siano attendibili.grazie e complimenti ancora!!!

grazie per la risposta ho acquistato 2 drug test in farmacia e sono risultato negativo!speriamo siano attendibili.grazie e complimenti ancora!!!

che bel bisness i test che compri in farmacia......chissà lo stato quanto ci guadagna per questi bei test ,per non parlare di quelli aziendali,ma è giusto cosi ,loro hanno a cuore la nostra salute!!Pensa che bello se lo facessero indistintamente a TUTTE le mansioni, ne vedremo delle belle...

completamente d accordo 2 test 24euro almeno erano giusti ma....purtroppo,STATO DI MERDA = LEGGI DI MERDA..

LAVORO PRESSO UN'AZIENDA COME ADDETTO VENDITE,MI COMUNICANO CHE DEVO FARE IL TEST TOSSICOLOGICO PERCHE' ALCUNE VOLTE MI SPOSTO IN MACCHINA(LA MIA!!)per lavoro..ma si puo' richiedere?
io prendo da 2 anni suboxone 2mg, la dott.sa del sert mi dice che dal primo esame delle urine che fanno non c'è la ricerca della buprenorfina, mi posso fidare?
parlando con i miei colleghi (magazzinieri) mi dicono che a loro hanno fatto test urine e prelievo del sangue, il prelievo è generico o sempre in relazione a sostanze tossiche? se non sono tenuto a farli posso non presentarmi?
attendo risposte

Anche a noi risulta che nel primo livello non viene ricercato, ma non saremmo così categorici nell'estenderlo a tutti i controlli.
Se le tue mansioni rientrano nelle attività lavorative a rischio, l'accertamento è obbligatorio per legge almeno una volta l'anno.
Non presentarsi equivale ad ammettere una positività ai consumi di sostanze.

anche io pensavo cosi poi come prima voce c'era propio beprunurfina e allora (be lasciamo stare) la buprenorfina e sabilita nella tabella delle sost psicotrope quindi fai quello che vuoi ma non ti fidare ma entri in un vortice senza uscita . quello che mi fa piu sorridere che i medici del sert sono osservatori pagati per osservare tutto questo dato che il potere l hanno le commissioni mediche e i medici del lavoro . la tua dottoressa lo sa gia che cosa fai ma lo fanno decidere a chi non ne ha le basi per conoscere il campo delle droghe . l italia e cosi quelli che sanno fanno quelli che non sanno comandano

Salve e complimeti per il sito.......
sono stato assunto da poco nell'area di ingegneria nucleare.
Non mi hanno ancora fatto le visite mediche.
Mi chiedevo se è previsto l'esame tossicologico e se si sulle urine o sulle analisi del sangue?
Sul link delle mansioni che hanno obbligatorio questo test c'è un riferimento agli addetti alle mansioni del nucleare ma non è ben specificato(libera interpretazione???????)

Grazie

Difficile domanda a cui è difficile dare una risposta.
Quel che possiamo dirti è che per mansioni pericolose normalmente si intendono attività lavorative che hanno a che fare con movimentazione a terra ed aeree, responsabilità operative e decisionali relative a lavorazioni complesse quali appunto possono essere quelle che hanno a che fare con il nucleare, trasporto di materiali e persone ecc.
Relativamente al vero e proprio controllo, i test difficilmente sono effettuati con il prelievo ematico (sangue), questo perchè si tratta di un esame invasivo, come pure per il prelievo del capello, data la delicatezza (e costosità) del prelievo e della successiva lavorazione. A meno che non ci si rivolga per effettuare il test a laboratori attrezzati e convenzionati.
Di solito il test prevalente è quello urinario, che il medico competente può effettuare in loco.

Buon giorno
Sono un impiegato tecnico e siccome ho fatto anche io il corso per carrellisti sono stato costretto a fare il test per il rilievo dell'uso di sostance stupefacenti.Volevo sapere se al titolare viene specificato la sostanza per la quale si risulta positivi.

Grazie

La risposta è categoricamente "no".
Formalmente il datore di lavoro non è (e non deve essere) informato sulla natura della positività.

Buon giorno
sono ancora l impigato positivo alla coca.il medico competente ha riferito al mio titolare la sostanza per la quale sono positivo!!!!!!!!!!Volevo sapere come mi devo comportare.

Salve, premetto che non assumo droghe e non fumo. Sono operaio e mulettista e sono comunque preoccupato per l'eventuale test delle droghe perchè soffro del disturbo di parauresi (non riesco a urinare fuori da casa). Cosa posso fare se lo richiedono? Sono seguito anche da uno psicologo.

Purtroppo per te il tuo disturbo è diagnosticato appunto come tale e non è quindi riconosciuto come malattia e se ti viene richiesto l'accertamento devi farlo.
Possiamo suggerirti di richiedere il test del capello al posto del test urinario.
Questo risolverebbe i tuoi problemi (sia lavorativi che psicologici).

Buon giorno
sono ancora l impigato positivo alla coca.il medico competente ha riferito al mio titolare la sostanza per la quale sono positivo!!!!!!!!!!Volevo sapere come mi devo comportare.

Devi solo aspettare che ti chiamino per effettuare il secondo livello di accertamenti che verrà fatto inviandoti presso un ser.t, (servizio per le tossicodipendenze), lì ti diranno cosa devi fare (analisi, colloqui ecc.)
Nel frattempo sul posto di lavoro sarai spostato dalle mansioni pericolose che stai svolgendo e ti verrà affidato un lavoro con mansioni diverse.

OK,il fatto è che il mio titolare ha saputo dal medico che ero positivo alla cocaina,mi chiedo se posso contestare questo al medico?

Il datore di lavoro può essere informato sull'esito del test (positivo o negativo) ma NON può essere informato dal medico competente (incaricato di effettuare il test) su che tipo di sostanza è stata trovata.

ciao a tutti e complimenti del sito. la mi situazione è che oggi ho ricevuto una chiamta x un colloquio di lavoro e mi hanno detto che passato il colloquio c saranno delle visite mediche. volevo sapere se le visite mediche potranno essere specifiche o generali?
xxx

Dipende dalla tua attività lavorativa.
Se le tue mansioni rientrano in quelle cosiddette “a rischio” verso terzi ti verrà richiesto anche di fare i test per l'uso di sostanze stupefacenti.
Se invece non lo sono si tratta di analisi di routine.
Se vai sul nostro sito
http://www.sostanze.info/documenti
puoi scaricare il file PDF "Accertamenti su lavoratori addetti a mansioni rischiose per se e per altri" dove puoi trovare l'elenco dei lavori con mansioni a rischio.

complimenti per il sito! vorrei porvi un mio quesito! oggi il mio datore di lavoro mi ha comunicato che dovrò sottopormi hai test anti droga, data da definire, precisando però che mi sarà fatto l'esame del capello e non delle urine..
sono un fumatore abituale sempre e comunque la sera dopo il lavoro..quindi sicuramente positivo al capello dato che ho i capelli molto lunghi (e non li taglio di certo).abito in lombardia e mi chiedo se per legge si debba fare questo esame preciso al posto delle urine!
in secondo luogo sono un po preso male per la eventuale convocazione al sert,
è possibile che quest ultimo mi sospenda la patente in qualche modo?
perchè se cosi fosse mi dimetto!
mi potete dare delle delucidazioni?
comunque bello lo stato "di polizia" in cui viviamo..

Proprio la Regione Lombardia, diversamente da altre regioni come la Toscana, richiede alle ASL, che si occupano degli accertamenti di cui parli, di procedere con il test del capello, anziché con quello urinario (che invece viene richiesto in Toscana). Quindi quello che ti è stato richiesto rientra perfettamente nell'applicazione regionale.
La sospensione della patente non ha niente a che vedere con questi accertamenti. Sono una legge ed una procedura completamente diverse.
Per farsela sospendere bisogna infrangere il Codice della Strada.
Non è necessario essere sprovvisto del patentino per evitare gli accertamenti, ma basta che le mansioni lavorative per cui sei assunto rientrino in quelle definite pericolose verso gli altri.

ergo sono fregato?
cosi facendo risalgono a molto ma molto prima di quando iniziassi a lavorare per la suddetta ditta..che senso ha questo?cosa interessa sepere a loro se mi sono fatto una canna due tre qattro o cinque mesi prima?o c'è un limite per questi controlli?
mi pare che qui si violi nettamente la privacy del singolo lavoratore..è ingiusto io porto i dread fino a metà schiena..7 anni della mia vita sono sulla mia testa..qundi fate voi i conti..
comunque conduco una macchina a controllo numerico per il 90 per cento automatica..
sono piu convinto che lo facciano per segarmi le gambe..
e se mi rifutassi chiedendo di fare le urine? è possibile?
un ultima cosa se risulto positivo passo al sert obbligatoriamente o posso rifiutarmi?
cioè è una questione puramente legata al ambito lavorativo?se vengo licenziato posso evitare di andarci giusto?
non mi ritengo tossico i tossici sono altri è giusto un servizio per il recupero ma di chi ne ha veramente bisogno!
grazie comunque per l'aiuto!
(mi sa che ho postato 2 volte ancora):-)

Puoi provare...ma se l'indicazione è quella del prelievo del capello ci sembra assai improbabile che accettino di effettuare il test urinario.

salve volevo chiedere , se al sert mi devono fare l esame del capello , se io me li taglio a zero mica mi beccano giusto ??? grazie in anticipo x la risposta !!

Se ti presenti con i capelli rasati a zero, ti verrà richiesto di procedere con il prelievo dei peli pubici o di quelli ascellari.
Raderti anche quelli rende la cosa anormale agli occhi di chi ti deve fare questi accertamenti e rende evidente che stai cercando di “camuffare” qualcosa...

buona sera,volevo chiedere,a lavoro hanno fatto i test anti droga solo a chi ha patente superiore alla b,a chi guida il muletto e chi guida escavatori.secondo lei,lo faranno anche a chi guida la macchina come me e non ha la patente c d e???

L'accertamento non è relativo al tipo di patente di cui si è in possesso, ma è legato al fatto che il tuo lavoro preveda o meno mansioni a rischio.
E da quello che scrivi ci sembra di capire di no.
Quindi non devi fare i test di accertamento sulle sostanze.

Salve, faccio i complimenti per il sito.
anchio facevo uso di canne da circa 10 anni ma da circa 20 gironi ho smesso
domani avrò l'esame delle urine per lavoro la mia domanda e'
possono farmi questo tipo di esame se lavoro con il computer essendo grafico pubblicitario??

I test si fanno fare solo a chi fa lavori a rischio verso terzi.
Quindi la grafica pubblicitaria (per quanto brutta – e non crediamo sia il tuo caso...) non rientra in questo tipo di accertamenti.

ciao complimenti per il sito.......
il giorno tre marzo sarò sottoposto al prelievo di sangue e urine perchè sono lavoratore a rischio! diciamo che sono un fumatore cronico di canne da circa 8 anni e di coca da circa 5..........ma in vista degli esami mi sono fumato l' ultima canna il primo di febbraio e l' ultima pippata l' altro ieri.........così posso andar tranquillo o rischio lostesso?

Se i test sono quelli sulle urine probabilmente si, il test sarà negativo.

Salve, volevo chidere, ma al test di antidroga, a parte urine,sangue, capello, vengono fatte anche altre visite, tipo udito ecc...?
Grazie

A quanto ci risulta gli accertamenti sono sull'uso di sostanze e relativi test.

guido un furgone con patente B. non uso mai altri mezzi e trasporto scatole e pezzi di plastica,quindi non considerabili merci pericolose. Il mio titolare fa fare tra 3 settimane la visita a me e altri colleghi,che pero' hanno la pat.C,devo andare o posso dirgli che a me non lo deve fare?? grazie

Se le tue mansioni, che è la cosa che conta, non rientrano in quelle pericolose verso gli altri, non devi fare gli accertamenti. Altrimenti si.

Complimenti per il sito e le risposte che vengono date. Abito in Piemonte e presto verrò sottoposto, da un medico del lavoro, a drug test urine 1° livello, assumo, per dormire, da molto tempo lorazepam 2 mg e alcune volte (2 a sett.) il bromazepam gocce, da 20 a 25 gg a volta, vorrei sapere se questi farmaci daranno esito positivo all'esame in questione. La mia intenzione e l'ho resa nota al mio medico di base è quella di eliminare l'assunzione di entrambi i farmaci, cosa devo fare nei confronti del medico competente, dichiarare ciò? E ancora per quanto tempo le sostanze sopra citate sono rintracciabili nell'urina e/o nel sangue?
Grazie....

Il test tossicologico di 1° livello in base alla legge delle mansioni a rischio non prevede il dosaggio delle benzodiazepine che sono farmaci e non sostanze stupefacenti Puoi dichiararlo.. ancora non c’è incompatibilità. Sono necessari alcuni giorni per eliminare completamente queste sostanze dalle urine qualora venissero richieste.

Buonasera.

Presto dovrò sottopormi ad una visita presso un'istitituto pubblico di medicina del lavoro per essere assunto in una importante azienda parastatale.
Dovrò occuparmi del settore dello stampaggio, quindi stare a contatto con macchine da stampa tipografiche, e relativa pulizia delle stesse.

Ora, ho letto che nn è previsto un test antidroga alla visita di assunzione, è così??? L'istitituto non può comunque richiederlo???

In tal caso verrebbe prelevato soltanto l'urina??? O anche il sangue????

è previsto un test antidroga prima dell'assunzione in aziende come la zecca o la banca d'italia????

grazie x le vostre risposte... prevenire è meglio che curare, e visto che sono in tempo... bhè potrei anche pensare di smettere per un paio di mesi anche se sono ormai anni che fumo abitualmente!!!! però se mi assicurate che la mia non è una mansione a rischio e che nn si fanno test al momento dell'assunzione.. bhè-- la faccio grassa!!!!

Indipendentemente dall'ente che ti assumerà, i test vengono fatti per la mansione che andrai a svolgere.
Se hai letto che non è previsto un test per l'assunzione, non crediamo che successivamente ti venga richiesto.

..

Quello che mi domando è se un operaio che adopera macchine da stampa può considerarsi una manzione a rischio per sè stessi!!!!
Sapreste illuminarmi in merito? Comunque sia sul bando di assunzione deve esserci scritto che sarà fatto anche un test antidroga???

Inoltre, mi pare di aver capito che al momento dell'assunzione non sia legale fare un test antidroga, è così????

grazie mille

Purtroppo hanno cambiato la legge ed a oggi è possibile fare la visita più drug test in sede di assunzione!!!!

Confermiamo quello che ti ha già risposto il lettore. I test di accertamento sull'uso di sostanze stupefacenti sono previsti anche per l'assunzione, ma solo per quei lavoratori che svolgono mansioni a rischio.

ciao

complimenti per il sito, salve ho fumato per 15 anni 4-5 canne al giorno tutti i giorni adesso e 16 giorni che non faccio nemmeno un tiro, volevo sapere dopo quanto tempo saro' disintossicato e negativo a tutti i tipi di test, e aggiungo la scelta l'ho presa non perche' dovevo affettuare dei test, ma perche' non ne potevo piu' di essere schiavo delle canne e poi sincero mi sento molto meglio fisicamente ( molto piu' energetico) ciao saluti

Almeno 40 giorni

ciao a tutti,volevo sapere se in caso io mi rifiutassi di effettuare il test drug e dichiarassi eventualnente,al sert,di non avere l'intenzione di smettere con le mie canne.Ci sono rischi per lamia PATENTE,quali ad esempio la sospensione?

Non hai specificato i controlli a cosa sono relativi.
Accertamenti per stato di tossicodipendenza in lavoratori con mansioni a rischio?
In questo caso la sospensione della patente non c'entra niente, dato che è relativo ad altra infrazione (art.187. Codice della Strada).
Le due cose - accertamento lavoratori con mansioni a rischio e sospensione patente per guida sotto effetto di stupefacenti - non hanno niente in comune.

ciao sono ancora io,quest'anno sarò sicuramente richiamato per gliaccertamenti per stato di tossicodipendenza in lavoratori con mansioni a rischio.
ritengo questa legge sia stata fatta molto male,ecco quindi la mia decisione di non stare al loro gioco.edi cambiare mansione di lavoro dove ancora non sono arrivati
con il bastone e l'olio di ricino.DOMANDA se al momento di fare pipi io mi rifiutassi
a quali temibili punizioni verrei sottoposto?
CIAO E GRAZIE.

Pece, olio bollente e unghie strappate....
Seriamente.
Se al primo livello di controlli sei trovato positivo, vieni inviato a fare accertamenti di secondo livello. Nel frattempo vieni anche spostato a mansioni lavorative non rischiose.
Se al secondo livello di accertamenti sei sempre positivo, c'è la sospensione dal lavoro, la messa in malattia e l'invio ad un ser.t. per curarsi.

Porca miseria
qualche tiro di canna ogni tanto non ha ucciso mai nessuno ne causato disastri... qui si sta veramente rasentando la follia.
Se paragonato all'alcool il tutto sembra assurdo... uno potrebbe avere il vizio di ubriacarsi tutte le sere fuori dal lavoro ma non perderebbe il posto nonostante vada a lavorare tutti i giorni rincoglionito. Chi invece il fine settimana si gode uno spinello in compagnia degli amici (e dopo 5-6 è perfettamente lucido e senza danni permanenti) è martorizzato e demonizzato. Questa è davvero la repubblica delle Banane... mi fa schifo.
Quando potrò me ne andrò in uno stato meno fascista.

Quello che sarebbe corretto e giusto sarebbe cercare il THC nel sangue e non i suoi metaboliti. Se si viene trovati sopra una certa soglia durante il lavoro dovrebbero scattare le dovute sanzioni. Ma perchè è tutto così complicato? il THC-COOH, il metacolita di scarto dovuto alla trasformazione del THC è sostanza psicotropicamente inerte.

Siamo tutti una massa di coglioni perchè abbocchiamo a tutte le cavolate che ci vengono ficcate nelle orecchie, e i benpensanti farebbero bene a capire che di canne non si muore ne tanto meno si diventa rincoglioniti. E parlo per esperienza più che diretta.

Certo, il troppo è troppo ma lo stato stesso mette a disposizione molte cose di cui si può abusare e diventare letteralmente rincoglioniti, prima fra tutte la televisione.

E basta che già mi girano di brutto...

ciao, lavoro presso una società di trasporto persone, oggi abbiamo fatto dei drug test a sorpresa, se dovessi risultare positivo sarei mandato al sert, ma un eventuale segnalazione al sert potrebbe compromettermi un concorso nelle forze armate? grazie e complimenti per le informazioni che date attraverso questo sito

Purtroppo non conosciamo le regole concorsuali per le forze armate.
Immaginiamo di no, perchè tra i requisiti generali ciò che è importante è la negatività penale.
Il nostro consiglio è di prendere visione di ciò che richiede, fra i requisiti di accesso,
il modello di partecipazione a tali concorsi.

Salve Vi scrivo per ricevere una Vostra gentile risposta a 3 quesiti:

1) Se nel contratto di lavoro c'è tra i benefit l'auto aziendale è obbligatorio sottoporre il dipendente al drug test?

2) Nel caso in cui non sia obbligatorio, il datore di lavoro può comunque obbligare il dipendente a farlo nonostante non ci sia alcun segno di uso di sostanze ma solo per desiderio e/o scrupolo?

3) I drug test acquistati in farmacia danno risultati equipollenti a quelli che esegue il medico competente o vi sono soglie diverse? (In poche parole vorrei sapere se chi risulta negativo al drug test fatto a casa tramite i dispositivi acquistati in farmacia ha la garanzia di risultare negativo ai test fatti dal medico competente o ci sono ugualmente margini di rischio.)

Grazie già da ora per la disponibilità.

1 non siamo in grado di risponderti;
2 se il lavoratore non rientra nelle mansioni a rischio, non può essere sottoposto all'accertamento solo per i sospestti del datore di lavoro, è illegale;
3 I drug test rapidi sono quasi tutti equivalenti; c’è però la possibilità che alcuni test, soprattutto quelli acquistati su internet che sono rivolti a paesi diversi, con diverse leggi, abbiano cut-off diversi.

Grazie mille.

Sfogliando il decreto, col beneficio del dubbio di essermi sbagliato, ho visto che nell'autotrasporto vi è sorveglianza tossicologica solo per chi ha patenti C,D ed E (comunque superiori alla B).

Per la sorveglianza alcolica direi anche per la patente B.

Si conferma quanto ivi riportato???

Grazie ancora.

Abbiamo girato la tua domanda relativa ai benefit aziendali ad un collega che si occupa espressamente dei problemi legati al lavoro e ti giriamo la sua risposta.

“Se è benefit, significa una concessione che la ditta fa al dipendente il quale ne trae vantaggio e/o comodità nello svolgimento del proprio lavoro; ma solo personalmente, cioè non utilizza il bene con uso in comune ad altri, perchè aziendale, bensì lo utilizza individualmente perchè a lui assegnato o concesso.
Si evince che risponderà dell'uso del bene, a livello civile e penale, così come ne risponderebbe se fosse proprio, ma non è soggetto a controlli sul lavoro in quanto usufruitore di un bene a lui assegnato.
Utilizzare un benefit non implica svolgere mansione lavorativo a rischio, anche se gli regalassero un carrarmato....”

Buongiorno
se un lavoratore non rientra nelle mansioni a rischio e viene comunque sottoposto a questi controlli tossicologici come si deve comportare? a chi denunciare questo illecito?
grazie saluti

Come abbiamo già scritto più volte, la procedura, se non si svolgono mansioni a rischio, è illegale.
Basta rivolgersi al locale sindacato di categoria e farsi consigliare un avvocato esperto in cause del lavoro.

Grazie ma chi decide quali sono le mansioni a rischio?bisogna solo guardare l allegato 1 del Dlgs 81/08 con l'elenco delle mansioni o le aziende posso uscire da quell elenco motivando che per loro quella è una mansione a rischio?

Esatto sono quelle riportate nell'allegato al Dlgs che citi.
Non ci risulta siano previste eccezioni o deroghe a questo elenco per singole aziende.

Ma cè un organo di controllo per fare ricorso??per vedere se l'operato dell'azienda tramite il medico competente sia stato legittimo no?
é assurdo che in italia fanno le leggi e poi non ci sia nessuno a cui rivolgersi per controllare se queste siano state applicate corretamente.
So basito

sono passati 8 giorni dall'esame dell'urina... non mi hanno ancora comunicato nulla... visto che lavoro in una ditta di trasporto persone, quindi faccio parte di una delle categorie a rischio, credevo che i risultati e quindi la sospensione dal lavoro avvenissero in modo celere.... cosa devo pensare?

No, possiamo tranquillizzarti dicendoti che i tempi di comunicazione dei risultati possono essere anche piuttosto lunghi.

Tempi lunghi.......questo dimostra che è tutta una pagliacciata all'italiana, se uno viene trovato positivo va fermato subito altrimenti che senso ha, nel frattempo potrebbe "se veramente a rischio" causare una strage o NO??????

Ciao lavoro presso un azienda e sono nella lista dei lavoratori a rischio sono 2 anni che faccio i test sulle urine ma sono stufo di questa tortura se mi rifiuto dichiarando di rinunciare alla mansione a rischio cosa mi succede? possono arrivare a licenziarmi visto che non sono particolarmente simpatico al direttore del personale? o sono obbligati a spostarmi ad altre mansioni visto che in azienda ci sono anche altri ruoli? o possono fare finta che non riescono a ricollocarmi e usare questa SCUSA per licenziarmi? ultima domanda :) se mi rifiuto mi mandano comunque al sert?

Il nostro consiglio è quello di aver pazienza e continuare ad effettuare i controlli, anche perchè il rifiuto può essere utilizzato come un'ammissione di positività e possibile causa di licenziamento.

Aggiungi un Commento

Mood del commento:felicedivertitotristearrabbiatofuriosoconfusoin arrivo/partenzaavvelenatofumatoreubriacoalchimistain tiroarrapatonessuno