Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 28103 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Type the characters you see in this picture. (verifica con audio)
Inserisci il testo che vedi nell'immagine qui sopra. Se non riesci a leggerli, invia il modulo e una nuova immagine sarà generata. È indifferente a maiuscole e minuscole.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Sono positivo al test per la droga aziendale!

Prima di tutto complimenti per il servizio che date. Sono un impiegato tecnico e siccome ho fatto anche io il corso per carrellisti sono stato costretto a fare il test per il rilievo dell'uso di sostance stupefacenti. Dopo una settimana il datore di lavoro mi chiama e mi dice: Paolo, non puoi più guidare il muletto...però la macchina si.(e già qui si capisce che siamo in Italia...va beh..) perchè sono risultato positivo al test e che entro dieci o dodici giorni verrò contattato dal medico competente che mi farà fare un'altra visita presso il sert più vicino. (abito in prov. di Venezia). Le mia perplessità è questa: cosa deve verificare il secondo test? Se i valori di THC (nel mio caso) si sono abbassati oppure se sono ancora presenti? Perchè è chiaro che dal giorno della visita ho smesso di fumacchiare, ma se intendono verificare se ne ho ancora traccia nel sangue allora non ho speranza perchè sappiamo che può rimanere anche trenta giorni. Grazie in anticipo..

Risposta:

Riportiamo il link al sito che parla approfonditamente di questo problema, e di seguito l'estratto da qella intervista che appunto parla di primo e secondo livello.

Tieni presente che si riferisce allaRegione Toscana, dove viene richiesto il prelievo urinario. In molte altre regioni (non sappiamo anche se in Veneto è così) viene invece utilizzato il prelievo del capello.

Normal 0 14

http://www.sostanze.info/sites/default/files/documenti/Accertamenti_su_lavoratori_addetti_a_mansioni_rischiose_per_se_e_per_altri.pdf

Sono individuati DUE livelli

1° livello

il datore di lavoro di un’azienda appartenente ad una delle categorie di cui all’allegato 1 del Provvedimento del 30 Ottobre 2007 (vedi elenco pubblicato nelle pagine precedenti) passa al MEDICO COMPETENTE la lista dei soggetti della propria impresa che opera in condizioni lavorative tali da mettere a rischio se e/o terzi.

TUTTI i dipendenti individuati che svolgono quelle mansioni devono almeno una volta l’anno sottoporsi a questo iter diagnostico, più le eccezioni riguardanti coloro che devono sottoporsi ai controlli più volte all’interno dei dodici mesi.

Il MEDICO COMPETENTE ricevuta la lista di quei lavoratori, li convoca.

PRIMO LIVELLO:

* VISITA MEDICA * TEST DI SCREENING (esame tossicologico).

Se il M.C. già nella visita medica individua che siamo di fronte ad un lavoratore che ha segni evidenti di uso di sostanze, può mandarlo al SER.T. senza ricorrere ai test di screening.

Se la visita anamnestica non individua alcun segno palese, il M.C. invita il lavoratore a sottoporsi ai test di screening.

Che possono svolgersi

1. presso lo stesso M.C. qualora abbia le attrezzature per farlo

2. presso il SER.T. che utilizza il laboratorio di analisi cui il SER.T. normalmente si rivolge

3. presso un laboratori odi analisi specializzato In questa fase i TEST SCREENING sono ANALISI delle URINE e non altro tipo di prelievo (saliva, capello ecc.ecc.). I testi devono essere fatti alla presenza di personale sanitario della struttura che effettua le analisi.

Se il lavoratore risulta POSITIVO alle sostanze psicotrope che sono elencate nel dettaglio delle procedure, ovvero se il lavoratore risulta positivo al primo screening deve essere inviato per fare ulteriori analisi di conferma presso un laboratorio di analisi ACCREDITATO.

Il lavoratore può richiedere a proprie spese di fare delle CONTROANALISI.

Una volta evidenziata la positività alle sostanza, il M.C. a questo punto invia il lavoratore al SER.T per iniziare un percorso terapeutico.

2° LIVELLO

Accertamento uso di sostanze.

I SER.T. possono scegliere: a livello nazionale l’indicazione è il test del capello, in Regione Toscana il SER.T. può optare fra queste due ipotesi

1. 1 esame delle urine + 1 esame del capello

2. solo esami delle urine (3 campioni)

 

 

 

Commenti

thc

ciao sono entrato da circa un mese a lavorare in una carrozzeria e capita di portare le macchine al lavaggio automatico a 2 km da dove lavoro.Martedi viene il medico a fare la visita medica annuale, volevo sapere se c'è il rischio che mi facciano il test delle urine o quelli li fanno a sorpresa in un altro momento?se si come si svolge?nel senso se mi chiede un campione d urine mi controlla mentre piscio o no?risp grazie e complimenti per il sito.

I test per accertare lo stato di tossicodipendenza del lavoratore, vengono effettuati solo su chi ha mansioni a rischio verso gli altri.
Guidare un mezzo della ditta può rientrare in questo tipo di mansioni, ma solo se si assunti proprio per svolgere quel lavoro e con quella mansioni.
Se si tratta di una attività occasionale e le tue mansioni sono altre, non dovresti fare quegli esami.
Sulle modalità di accertamento, normalmente viene richiesto il prelievo urinario fatto alla presenza del personale sanitario.

thc

grazie ancora vi faro sapere...

thc

era la visita di controllo senza drug test, comunque io non guido la macchina della ditta ma le macchine dei clienti.Mi ha detto un'amica che è passata una legge per cui sarei soggetto anch'io ai test a sorpresa. vero o falso?

Non sappiamo quale sia la legge di cui parla la tua amica.
L'unica legge relativa a provvedimenti per lavoratori con mansioni a rischio è quella di cui si parla nell'intervista qui http://www.sostanze.info/articolo/intervista-procedure-adottare-negli-ac..., ed ormai operativa da tempo.

ciao sono di torino.mi hanno pinzato con l'esame al lavoro e ora devo andare al sert 2 volte a settimana.mi hanno trovato positivo al cannabis ma ora mi vogliono fare il capello da li verrebbe fuori che nel privato faccio uso di cocaina.ovvio nn mi va che si sappia nel privato fuori dal lavoro faccio quello che mi pare.cosa rischio se mi rifiuto di fare il capello ma dico la verità?ho una bambina e nei weekend che nn sono con lei mi diverto con gli amici e quindi capita almeno una volta al mese che uso la cocaina.guido il carrello al lavoro.per ora sono stato spostato ma se mi rifiuto di fare il capello che succede?

Si può essere d’accordo o meno sul considerare invasivi della privacy gli esami effettuati per accertare l’ uso di sostanze in lavoratori con mansioni a rischio.
E’ materiale per dibattiti.
Quello che invece concretamente prevede questa normativa è che l’essere trovati positivi alle sostanze ad un accertamento di secondo livello (quello che ti viene richiesto), prevede la sospensione dal lavoro, la messa in malattia e l’obbligo di recarsi presso un ser.t. dove fare un programma terapeutico, al termine del quale, se l’esito è positivo e certificato, si può essere reintegrati nel proprio posto di lavoro.
Il non accettare di effettuare il test di secondo livello può essere interpretato come ammissione di positività alle sostanze, con le conseguenze del caso.

Salve non faccio uso di sostanze stupefacenti ma molti dei miei amici utilizzano cannabis. Stando a contatto con loro quando fumano posso risultare positivo in un esame delle urine? Io ho un contratto da "APPRENDISTA ELETTRICISTA-AUTISTA" ma non ho patenti tranne che la B, devo eseguire test tossicologici?

Partiamo dalla seconda domanda.
Gli accertamenti sullo stato di tossicodipendenza possono essere richiesti solo a quei lavoratori che svolgono mansioni pericolose verso terzi, tra le quali rientra anche la guida di auto. Se la tua attività non rientra nell'elenco di attività previsto dall'accordo che applica questa norma, non devi fare le analisi.
Un eventuale risultato positivo da “fumo passivo” può essere contestato richiedendo sullo stesso campione precedentemente analizzato un esame di secondo livello (gascromatografia di massa)

'sera...faccio il carrellista in un magazzino e un paio di settimane fa ho firmato un altro contratto che mi allunga il periodo lavorativo di 6 mesi.....proprio mentr firmavo con il capo del personale di fronte lui schiarisce la voce e mi dice: ti ho inserito per le analisi delle urine e blablabla(in quel momento ero nel panico totale, ma ovviamente ho mantenuto la calma per non attirare l'attenzione)......fumo abitualmente da un annetto e come mi han detto che avevo le analisi ho smesso di fumare(già in precedenza pensavo di darci un taglio, ma cazzo la cannetta del dopo lavoro era praticamente sacra...)ho gli esami tra 11gg e se risulto positivo al test non oso immaginare in quali casini vado a finire per non parlare del lavoro che sicuramente perderò.....mi chiedevo se c'è un modo per sviare il risultato rendendolo negativo oppure se ci sono rimedi naturali per velocizzare lo smaltimento del THC nell'organismo...ringrazio in anticipo!!e spero che JAH mi salvi da questa faccenda......ah colgo l'occasione per dire che nel corso di quest'anno non ho mai assunto nient'altro al di fuori del thc...la ganja l'unica "droga" naturale che ti rimane per un mese....le altre schifezze 3 4 gg maximo....che cosa infame...

Non esiste alcun rimedio – naturale, farmacologico, chimico – in grado di accelerare il naturale smaltimento o la permanenza del THC nell'organismo.
Su questo sito, come in molte altre parti del web, troverai consigli, rimedi mirabolanti ecc. ma anche altrettanti lettori che sono comunque risultati positivi dopo averli utilizzati...

posso solo consigliarti di bere tantissima acqua ogni giorno e di provare la soluzzione shoum... niente di miracoloso ma stimola la bile e dovrebbe farti pisciare di piu cosi da ripulire il piu possibile i reni... buona fortuna!

ciao a tutti..tempo fa ho fatto il colloquio di assunzione alle ferrovie e dopo qualche tempo mi comunicano che avrei fatto l'esame medico. Forse ingenuamente forse stupidamente vado a cuor leggero e dopo i consueti esami del sangue track! esame tossicologico delle urine! essendomi stato comunicato 4 giorni prima sicuramente sarà positivo. E' passata una sett e mezza ma ancora nessuna notizia. La mia domanda è: possono loro iscrivermi al sert anche se era solo una visita di assunzione oppure no?

I test di controllo sullo stato di tossicodipendenza dei lavoratori possono essere effettuati anche in fase di assunzione, sempre che si tratti di attività lavorative che prevedono mansioni a rischio.
Nel tuo caso la positività pensiamo che comporti la non assunzione, e non l'invio al ser.t.
E' il lavoratore già dipendente che viene inviato presso un ser.t. per effettuare i test di secondo livello.

mi e capitato la stessa cosa non posso fare niente per recuperare il mio sbaglio credo che tutti hanno il diritto di una seconda opportunità

vorrei un informazione... faccio l'autista per una piccola azienda locale del veneto addetta al trasporto di pacchi (coriere) tra un mesetto circa dovrei avere la visita medica annuale e non so se rientro nella categoria di " addetti alla guida di macchine di movimentazione terra e merci".
l'anno scorso non mi hanno fatto fare le urine ma non so se durante l'anno sono cambiate le cose...
grazie mille in anticipo

vorrei un informazione... faccio l'autista per una piccola azienda locale del veneto addetta al trasporto di pacchi (coriere) con mezzo aziendale, tra un mesetto circa dovrei avere la visita medica annuale e non so se rientro nella categoria di " addetti alla guida di macchine di movimentazione terra e merci".
l'anno scorso non mi hanno fatto fare le urine ma non so se durante l'anno sono cambiate le cose...
grazie mille in anticipo

In teoria sì, rientri nelle categorie cosiddette con mansione a rischio. Ma la normativa non è cambiata nel corso dell’ultimo anno, quindi non sapremmo dirti perché non hai fatto il test lo scorso anno.

Salve a tutti, anchio ho il vizio alla sera di farmi qlc cannetta dopo lavoro. A parte tutte le polemiche sull'effettiva utilità di quesgi esami le mie domande sono:

- a parte il non fumare per una 20na di gg, due ore prima dell'esame ho bevuto due litri d'acqua e nei giorni prima ho preso vitamine B x il colore e mangiato carne rossa per la cheratina, è possibile che risulti megativo?

- in caso di positività, dato che è un esame preassunzione, non mi assumo e si ferma tutto li o mi fanno andare ai ser.t per il secondo livello?

- eventualmente rischierei qualcosa anche per la patente dell'auto?

- la ditta dove lavoro attualmemte verrebbe avvisata?

Grazie per le risposte e complimenti per il sito...

Grazie a te per i complimenti. Ma veniamo alle tue domande.
Vitamine e carne son rimedi perfettamente inutili per negativizzare le urine. Venti giorni possono essere sufficienti, ma è tutto legato alla quantità fumata, al periodo di esposizione alla sostanza ecc.
In caso di positività, non verrai assunto e la cosa si ferma lì.
La patente non c'entra assolutamente niente, è una legge (Codice della Strada) completamente diversa.
La ditta dove lavori oggi non viene avvertita.

Buongiorno e complimenti per il sito!
il mio ragazzo lavora in proprio con partita iva, è un serramentista, monta finestre e serramenti , quindi principalmente lavora all'interno dei cantieri. Quando prima lavora per una ditta faceva la visita medica (spirometria, udito e polveri) annuali. L'altro giorno l'ulss della zona è andata in cantiere per controllo e sembra chiedano la visita medica. Leggendo il decreto non mi sembra che il suo lavoro rientri nelle mansioni a rischio per gli altri quindi non dovrebbe essere sottoposto ad accertamenti tossicologici.
Solo che è andato allo spisal dell’ulss e gli hanno chiesto se ha già fatto le analisi del sangue.
Non capiamo se è obbligato o no a fare questi esami o se può richiedere solo la solita visita medica che ha sempre fatto.
Grazie!

Buon giorno e complimenti anche da me per questo servizio utilissimo che offrite.
Come scritto nell' oggetto sono assunto come marittimo in una azienda a conduzione familiare (mio padre è il responsabile) che si occupa di servizi nei porti. Io però lavoro in ufficio ma essendo assunto come marittimo mi sottopongo da anni ai normali test per la salute. L'anno scorso ho comunicato al medico che non c'era bisogno di sostenere i test antidroga in quanto non guido mezzi nè navali nè terrestri e non li ho effettuati senza nessuna conseguenza. Quest'anno sul foglio di richiamo alla visita medica il mio nome compare nella lista dei lavoratori di questa azienda che dovranno sottoporsi al test antidroga. Io sono un fumatore abituale di canabis e non avrei speranze...la mia domanda è questa: posso sottrarmi al test come l'anno scorso? Con mio padre ho già parlato ma lui non sa nulla...al sert non ci voglio proprio andare. abito e lavoro in Romagna.
Grazie in anticipo

Certo che puoi parlare con il medico competente come hai già fatto l'hanno scorso, e fargli presente che le tue attività non rientrano in quelle per cui sono previsti gli accertamenti.
Ma se il tuo nominativo è stato inserito nell'elenco di chi dovrà fare il test sull'uso delle sostanze, dovrai farlo.
Ogni rinvio difficilmente può essere giustificato, se non facendo pensare che si vuol evitare di risultare positivi.
Ultima cosa, non conosciamo le modalità di accertamento di questi test in Romagna, ma ci risulta che i prelievi di primo livello (test urinari) sono fatti da personale sanitario direttamente sul posto di lavoro.
E' solo in caso di positività e di richiesta di effettuare accertamenti di secondo livello che si viene inviati al Ser.T.

Buongiorno e complimenti x il sito.
Ho un problema, oggi mi hanno sottoposto al test delle urine al lavoro in quanto sn carrellista, iol problema è ke sabato sera ho fumato uno spinello...secondo voi mi beccano? e poi volevo kiedere, se mi richiamano x rifare il test e io mi rifiuto incorro a qualke provedimento penale?nel senso..se io mi rifiuto e mi licenzio, la mia fedina penale è macchiata?? vi ringrazio in anticipo...

E' probabile un esito positivo.
Se ti rifiuti la conseguenza è una ulteriore sospensione, con poi eventuale licenziamento se rifiuti gli accertamenti.
La cosa finisce lì, nel senso che non è un reato penale, e quindi non trascritto da nessuna parte.

ho scoperto oggi che tra una settimana ho l'esame dell'urine. ho fumato erba fino ieri sera quindi immagino/so già che risultero' positivo.
Volevo sapere: il secondo esame viene effettuato obbligatoriamente oppure a discrezione del datore di lavoro?
esiste qualcosa che possa in poco tempo togliere traccia di thc nelle urine?
grazie in anticipo

Se si risulta positivi al primo livello di controlli, il Medico competente deve a richiedere al lavoratore un accertamento di secondo livello.
Non esiste niente che possa accelerare il normale smaltimento del THC dall'organismo.

buongiorno e complimenti per il sito. io ho fatto il test antidroga aziendale un mese fa circa e sono risultato positivo al thc.il medico che ha eseguito il test ha detto che per adesso non lo sa nessuno a parte me e lui, ma che a distanza di un mese sarebbero arrivati i risultati al mio datore di lavoro e che mi avrebbero mandato al ser.t. facendomi eseguire sia analisi delle urine che del capello. Io ovviamaente da quando ho fatto il test non ho piu fatto uso di quelle sostanze.
Mi sono un po' informato sui vari siti e da quanto ho capito il risultato del test arriva dopo pochi giorni al datore di lavoro se risulta positivo, non dopo un mese,anche perchè non avrebbe molto senso visto che io in quel mese avrei potuto tranquillamente proseguire con l'uso delle sostanze e del muletto e arrecare danno a qualcuno.
Volevo sapere se magari avevo una qualche possibilità di averla scampata :D
p.s. sono residente in regione lombardia.
grazie mille in anticipo, un saluto

Il Medico Competente ha l’obbligo di legge di farti fare la seconda fase del controllo (al Ser.T.), quindi non credo possa fare finta di nulla.

non ho ancora saputo niente, sono in ansia, anche perchè da quello che ho capito anche se non ho più toccato niente mi tocca fare un controllo al messe per sei mesi lo stesso!! legge di m!!!

Stai tranquillo, se segui le indicazioni e tutti i test sono negativi, non rischi il posto di lavoro.

è passato più di un mese e mezzo e non ho saputo ancora niente (e oggi è stato il mio ultimo giorno di lavoro prima delle vacanze che mi durano tre settimane)

Io non capisco,ma la privacy in italia,che fine sta facendo???

Ci stiamo lasciando trascinare da queste ingiustissime persecuzioni.
Perchè non rendono obbligatorie questi controlli anche per i parlamentari,politici ecc ecc???

Se io non fumo sul lavoro,non credo cosa possa interessare,quello che faccio nella mia vita privata!!!!!!

salve a tutti e complimenti x il sito...
ho una domanda da fare, sn risultato positivo al drug test al lavoro e il medico competente mi ha detto ke dovrò presentarmi al sert,...dato ke mi scade il contratto(e mi è gia stato detto ke nn mi sarà rinnovato) posso anke non presentarmi al sert? e poi, il mio datore di lavoro, o il sert, fanno segnalazione a qualke autorità giudiziaria x qst cosa? al livello penale rimango pulito o viene trascritto qualcosa? Lo kiedo xkè in futuro mi piacerebbe fare vita militare e non vorrei ke qst cosa ostacolasse qst mio progetto!! vi ringrazio in anticipo!!!

Se sei risultato positivo verrai sospeso dalla mansione a rischio alla quale non potresti
riaccedere per almeno i successivi 6 mesi. Probabilmente se hai un contratto a breve termine cambia poco il fatto di presentarsi o meno al Sert (a meno che tu non ritenga di avere bisogno di assistenza o cure). La segnalazione è all’interno dell’azienda ma non viene assolutamente fatta segnalazione all’esterno. A livello penale non c’è nessuna conseguenza.

quindi se io un domani volessi fare concorso x una pubblica amministrazione nn corro nessun pericolo?

Non dovresti correre alcun pericolo.

Buongiorno a tutti!
Il mio ragazzo è autista ed è risultato positivo alla buprenorfina.
Tra una decina di giorni ci saranno gli accertamenti.
Gli fanno regolarmente questi esami e sono sempre stati tutti negativi.
Ora stiamo cercando di capire in che modo l'ha assunta, dato che non mi risulta faccia uso di metadone e di nessun tipo di droga.
Può essere l'anestesia del dentista?
Che conseguenze può avere con il lavoro?
Grazie a tutti!!

La buprenorfina è un potente analgesico e, con il nome commerciale di “Temgesic”, viene prescritto in caso di dolore acuto o cronico. Il farmaco denominato invece “Subutex”, che contiene buprenorfina in dosaggi molto superiori, viene utilizzato come terapia della tossicodipendenza da oppiacei.

ciao sono jeack, come si può eliminare o coprire la cocaina dalle urine?????esiste una soluzione a tutto questo????

salve a tutti,volevo spiegare la situazione in cui sono.
Praticamente verso metà giugno ho fatto le analisi tossicologiche nella mia azienda e sono risultato positivo (THC) al test immediato, lasciandomi le varie carte del caso. il medico mi ha detto che entro un mese sarebbe arrivata la notizia ufficiale al mio datore di lavoro, però mi ha detto di tenerlo solo per me per adesso perchè (anche se alquanto improbabile) era possibile che in laboratorio non sarei risultato positivo e mi ha detto che, una volta confermata la positività in laboratorio, sarei dovuto andare al ser.T e avrei dovuto ripetere le analisi sia delle urine, che del capello.Io sono stato in ansia un mese, ma i risultati non sono arrivati ne per metà luglio ne dopo.ad agosto sono andato in ferie per tre settimane e sono rientrato la settimana scorsa ma ancora nulla...voi cosa ne pensate?
grazie mille in anticipo delle risposte.

I casi sono 2: o il test di conferma è risultato negativo (e allora sei a posto) oppure è un rallentamento comune dovuto al periodo estivo.

ciao ho appena iniziato a lavorare in una nuova azieda di una settantina di operai...lavoro al tornio e mi hanno detto che una volta all'anno fanno gli eami per l'udito i polmoni e del sangue...ma quelli del sangue servono a sapere se sono positivo al thc??

Gli esami sull'uso di sostanze vengono fatti solo ai lavoratori con mansioni a rischio. Se il tuo lavoro al tornio ci rientra le devi fare. Basta chiederlo al tuo datore di lavoro.
E' difficile che vengano usate le analisi del sangue per vedere l'uso di sostanze, di solito lo si fa tramite il prelievo delle urine.
Il prelievo del sangue rientra nei comuni esami di controllo sullo stato di salute del lavoratore.

negativo al test di II livello, ma sospeso dalle mansioni a tempo indeterminato dalle mansini dal medico. Fatto ricorso con esito positivo la sospensione diventa temporanea, 6 mesi, ma a partire da quando dovrebbero decorrere, dalla data del primo controllo o dalla data del buon fine del ricorso? se così imsi di sospensione già scontati?
il medico è obbligato a sospenderti per sei mesi anche se al secondo controllo sei negativo?
regione di riferimento: Piemonte

La legge prevede che: se al test di primo livello risulti positivo devi essere inviato al test di secondo livello.
Nel frattempo hai la sospensione dalla mansione a rischio. Quindi accedi al test  di secondo livello, con la valutazione annessa.
Se il test di secondo livello risulta negativo, il medico aziendale avrà il compito di mantenere la sospensione dalla mansione a rischio per minimo 6 mesi con monitoraggio della situazione (campioni urinari o test del capello per esempio) e successivamente decidere per l’eventuale riammissione.
I 6 mesi decorrono secondo me dal risultato del test di secondo livello o forse, ma non ho abbastanza informazioni, dalla data del ricorso

Ciao...vorrei chiederti una cosa:a giorni (1 max 3) devo fare una visita medica. mi e stato comunicato 9 giorni fa che sarei stata assunta presso un supermercato come cassiera..il giorno dopo il datore di lavoro mi ha comunicato che avrei fatto le analisi del sangue e delle urine...ma e stato molto vago...quindi non so se specifiche o meno. ho fatto di tutto per rimandare e ora dovrebbe chiamarmi a giorni..non fumo da 8 giorni e non ho mai fumato eccessivamente...quasi mezza canna al giorno, a volte neanche quella...sto bevendo tanta acqua e mi hanno consigliato di bere anche il latte...pensi che per il ruolo di cassiera sono previste analisi specifiche o il drug test? secondo te conviene andare in farmacia comprare il test e vedere che succede? pensi risultera qlks? spero di ricevere il prima possibile una risposta...non possono perdere il mio primo lavoro!!!! :-( ti ringrazio in anticipo della disponibilita

Non crediamo che il lavoro di cassiera sia tra quelli considerati pericolosi verso terzi, o perlomeno non è riportato nell'elenco pubblicato dal Governo e che rientra nell'accordo stato/regione, alla base di questi provvedimenti.
Quindi non crediamo tu debba essere tenuta a farli.
Comunque comprare un test per il THC in farmacia è il rimedio più semplice per far scendere l'ansia.

grazie per la risposta e la disponibilità...kmq sono andata in farmacia ma non ce l hanno perche bisogna prenotarlo e poiche la visita e domani non faccio in tempo...in compenso ho parlato con un dottore della farmacia, ho esposto il problema e mi ha dtt di stare tranquilla perche secondo la legge (cosi come da te confermato) non possono fare qst tipo di controllo e mi ha anche detto che nel caso l avrebbero fatto mi avrebbero dovuto avvisare qualche giorno prima..

sono sempre la ragazza dell'ultimo post...vorrei una risp prima possibile...possibile???e urgente

salve leggendo tra i vari post...mi è venuto un dubbio....
Da quanto ho capito i test di primo livello sono fatti tramite cut off cioe con un normale screen droga test reperibile in qualsiasi farmacia, mentre i test di secondo livello vengono fatti con il metodo spettrofotometria...giusto??
La mia domanda è: é possibile che i test di primo livello vengano fatti direttamente con il metodo della spettrofotometria????
é piu preciso del cut off?
Se risulto negativo al cut off...risulterò negativo anche alla spettrofotometria???
Grazie ....è complimenti per il sito...

I test di primo livello sono immunologici, quelli di conferma cromatografici; entrambi hanno un cut-off, che è il limite per cui un risultato viene considerato positivo oppure no. Di solito nei test di primo livello il cut-off è più alto, mentre nell’esame di conferma è più basso. E’ possibile che il test tossicologico venga fatto subito con metodica cromatografica, anche se questa pratica non è molto diffusa a causa del costo.

Nel primo anno le visite sono state fatte tramite cartine tornasole, diciamo con il classico metodo reperibile in farmacia...mentre il secondo anno, hanno prelevato un piccolo campione di urina e inserito all'interno di una macchina , per farvi capire, all'incirca grande come una stampante di casa, e il risultato è uscito quasi immediato....quindi il metodo usato nel secondo anno nel mio caso e quello della cromatografica con un cut off minore???? nel caso di una risposta negativa come viene effettuato il test della cromatografica?
Grazie della risposta.

Sono entrambi metodi di screening, che devono essere confermati per avere validità.

Lavoro presso un'azienda sottoposta a legge Seveso, ossia a rischio incidente rilevante, come analista di laboratorio chimico, ma non svolgo alcuna mansione appartenente all'allegato I.
L'anno scorso non mi è stato chiesto di effettuare nessun controllo delle urine, ma quest'anno sento voci discordanti che siccome siamo un'azienda a rischio rilevante tutti devono fare il test.
Vorrei avere delucidazioni a riguardo
grazie

Se non appartieni alla categoria di lavoratori che eseguono mansioni a rischio (correttamente citi l'allegato del decreto legge) non devi essere sottoposto agli esami sull'uso di sostanze stupefacenti.

salve a tutti purtroppo ankio sono risultato positivo al tes sono un fumatore di cannabis o ashis mi hanno detto una settimana prima dell esame io era gia una settimana che nn ne facevo uso quindi le settimane son 2 ma nn sono bastate ho avuto il colloquio con il dottore fortunatamente sono riuscito ad evitare il serft riavendo l idoneita come magazziniere ma nn piu come mulettista in quel azienda pero il dottore se nn ho capito male dice ke lo potrei fare in un altra azienda cmq la mia azienda ha preso la palla al balzo e mi ha messo come cassa integrato visto ke noi ne facciamo gia uso da 1 anno diciamo ke a me va bene anke cosi e per loro meglio ancora perke nn mi posso rivalutare sul fatto della rotazione insomma storia complicata ma alla fine la fregaturae sempre dell operaio cui ne sono sempre stato un buon operaio e lavorando sodo purtroppo la storia dell esame del capello e sert mi ha messo paura nn so perke magari solo paranoie mie cmq e finita cosi per me a 40 suonati mi devo ricercare lavoro e come lo trovo grazie per avermi ascoltato e se avete consigli sono tut orecchie

salve, circa 10 gg fa ho fatto gli esami antidroga. Ieri mi hanno detto che devo recarmi al centro analisi, ma non mi hanno detto il motivo. Se sono risultato positivo sono tenuti ad avvisarmi prima di andare o possono non dirmi nulla?
grazie x la risposta...

rispondo a sono positivo al test aziendale se ti hanno richiamato senza dirti il motivo e perke ti hanno sgamato e quindi il dottore ti mandera al sert per l esame del capello per un periodo che va dai 6 mesi ad 1 anno questa dovrebbe essere la procedura per legge poi puo darsi che trovi un dottore che kiude un occhio e nn ti ci manda

quindi rischio la sospensione dal lavoro per 6 mesi-1 anno??

Concordiamo con quanto ti ha risposto un lettore: se ti hanno convocato vuol dire che devi fare ulteriori accertamenti

se dovessi risultare positivo, rischio la sospensione dal lavoro, per quanto tempo? purtroppo non c'è altra mansione da fare lì... potrebbero licenziarmi?

per legge nn potrebbero licenziarti ti dovrebbero cambiare mansione quanto riguarda il sert da come la so io va dai 6 mesi ad un anno in quel periodo se nn sbaglio chiamato periodo di recupero fanno accertamenti per vedere se ne fai ancora uso quanto uso ne faie ke sostanze hai usato poi so ke ci sono segnalazioni nn alle autorita forse al datore di lavoro e al medico competente lui stabilisce se puoi o meno lavorare in quel periodo dando consiglio al tuo datore di lavoro ti ricordo ke il periodo di sospensione n sei stipendiato purtroppo l erroree nostro ke ne facciamo uso loro seguono soltanto le procedure ke stabilisce la legge anke perke se tu fai del male a qualkuno o ammazzi qualcuno sul lavoro i responsabili sono anke il medico competente e il tuo datore di lavoro

Ti confermiamo quanto risposto dal lettore: l'iter procedurale di accertamento, cambio di mansione e sospensione dal lavoro è quello.

ecco alla fine cosa è successo: hanno fatto il test di primo livello ed è risultato positivo. Hanno rifatto il test di secondo livello sempre sullo stesso campione, che quindi ovviamente è risultato positivo pure questo. Non mi mandano al SERT perchè la ditta dovrebbe accollarsi tutte le spese e non vuole. Quindi mi hanno sospeso dalla mansione di mulettista in modo permanente (quindi se resto a lavorare qui, x sempre!): siccome non possono tenermi a mezza mansione, mi hanno detto di cercarmi in fretta un altro posto... nel frattempo non mi sospendono nè mi licenziano, anche perchè ho famiglia e sarei davvero in difficoltà estrema... Insomma, forse la procedura non è stata seguita alla lettera, ma mi dicono di avermi fatto un favore. Ho fatto la cazzata e adesso la pago... speriamo solo di riuscire a trovare un altro posto perchè a 40 anni con famiglia a carico è dura. Grazie delle info! ciao

ciao
smettere nò eh?
Sei tra i fortunati.

bè, mica tanto fortunato! non sono un drogato e per una fumatina che mi sono fatto una sola sera con gli amici, ho perso il lavoro!! chiamala fortuna!!

Salve, sono un portalettere, con ed uso esclusivo di patente B.
Per mulettisti e patenti C, l'azienda sta iniziando in questi giorni, con minimo preavviso, a fare test urina, sangue, elettrocardiogramma e non so se altro..
Sarò soggetto ad analisi, io che uso solo patente B per portare carta da un civico all'altro?
Ringrazio da adesso per le risposte :)

La guida di un mezzo può far rientrare il lavoratore nelle categorie con mansioni a rischio...
Quindi è possibile che la tua azienda possa in un secondo momento richiedere anche a te questi accertamenti.

si questo è vero, ma la legge dice dalla patente c in su... perciò non è illegale fare controlli anche su patenti B a tutto il personale indistintamente? c'è anche chi usa la bici.. anche loro possono essere sottoposti a test?
Capisco se si chiede un accertamento su un dipendente che chiaramente in svariati modi mostro la sua assunzione di stupefacenti..ma non credo corretto farlo a tutto il personale con patente B. mi sembra illegale. sbaglio?

Il problema non sta nel tipo di patente o dal manifestare o meno uso di sostanze.
Ma se nel mansionario c’è scritto che il lavoratore svolge mansioni che rientrano in quelle a rischio in base alla norma di legge che regola questi accertamenti sui lavoratori e che puoi leggere qui.
http://www.sostanze.info/articolo/accertamenti-lavoratori-addetti-mansio...
se non rientra in queste mansioni non deve fare gli accertamenti e la richiesta è illegale.

ciao, sono risultato positivo al test e il medico mi ha dichiarato permanentemente non idoneo alla mansione di mulettista (idoneo invece alla mansione di magazziniere). Non ha parlato di esami al Sert.
Ovviamente mi hanno detto di cercarmi un altro lavoro.
Il medico dice che posso andare a lavorare in un'altra azienda come mulettista, a patto che il medico del lavoro a cui si rivolgono non sia lui. Quindi, x assurdo, potrei trovare un altro posto di lavoro, licenziarmi da qui e farmi assumere al nuovo posto e poi mi ritrovo lo stesso medico e mi licenziano anche dal nuovo posto?

ciao, per inciso non sono della redazione. ma per quel che so, per legge, non possono licenziarti se sei a tempo indeterminato.. ameno che non hai un contratto a termine ed aspettino la natural scadenza.

lo so che non possono licenziarmi, ma mi hanno detto di cercarmi un altro posto perchè non possono tenermi a mezza mansione (dovrebbero assumere un altro solo come mulettista, ma non hanno i soldi): se non me ne vado, mi renderanno la vita impossibile. Insomma, mi hanno fatto capire che è meglio se me ne vado, ma se mi licenzio e poi mi trovo davanti lo stesso medico che conferma la non idoneità, anche nel nuovo posto non mi prendono più e ormai sarei dimesso da dove sono ora... Mi fa specie che il medico non ha nemmeno accennato al Sert e il datore di lavoro non ne sa nulla. Non posso pagarmi io tutti i controlli e andare al Sert x i fatti miei? mi sono letto tutta la legge, ma non è per niente chiara!

il datore di lavoro fa finta di non sapere. se ti va di farti il sert..auguri, se fai uso solo cannabinoidi, da esperienze di amici, ti troverai in situazioni che non vorresti mai vedere e sentire..roba da shock psicologici.
MA sappi che è il datore di lavoro che dave pagare il sert, per legge.
Ma aspetta che la redazione ti dia conferma..io sono un lavoratore come te che sta cercando di informarsi.

Salve, cerchiamo di entrare in questa discussione esprimendo il nostro punto di vista.
Concordiamo con il lettore che ti risponde che è illegale licenziare un dipendente perchè trovato positivo all'esame (tra l'altro non è chiaro dalle tue mail se si tratti di primo o di secondo livello di accertamento..se è il primo qualsiasi provvedimento di allontanamento dal lavoro è ancora più illegale dato che il lavoratore deve essere sottoposto ad un secondo accertamento).
Ma, come la tua storia esprime molto chiaramente, non si viene licenziati per uso di sostanze (la normativa lo vieta, e lo ripetiamo, esplicitamente) ma per altri motivi: “...mi renderanno la vita impossibile..”. Purtroppo per te.
Infine sul medico curante che ti augura di non incontrarlo (e su questo sospendiamo ogni giudizio, dato che la deontologia professionale non sembra essere molto apprezzata dalle sue parti...), anche in questo caso dobbiamo confermare che in un certo senso ha ragione.
Ovvero ipotizziamo che una volta licenziato da quel lavoro, ne trovi un' altro dove eserciti le stesse mansioni. Conseguentemente scatteranno nuovamente gli accertamenti sulle mansioni a rischio.
Ipotizziamo sempre che sia lo stesso medico curante a fare questi accertamenti, e le conseguenze potrebbero essere le stesse.
Ma c'è una cosa che non torna in questo ragionamento:
si da per scontato che il lavoratore sia costantemente sotto effetto di sostanze, e che non possa averne interrotto l'uso.
Perchè, se lo avesse interrotto gli esami dimostrerebbero che è pulito. E quindi non perseguibile.
Ultima considerazione relativa all'invio al Ser.T.
Non è previsto un auto invio al Ser.T., ma deve essere il medico a farlo. Dalla tua lettera non è chiaro perchè non siano stati effettuati controlli di secondo livello nei tuoi confronti, che di solito vengono fatti appunto presso un ser.t.

grazie per la risposta. Dunque: sono risultato positivo al test di I livello. Il test di II livello è stato fatto dallo stesso laboratorio (non al Sert) sempre sullo stesso campione, a mia insaputa: quando mi hanno contattato era solo per dirmi che ero risultato positivo a entrambi i test. Il medico mi ha quindi dichiarato permanentemente non idoneo alla mansione di mulettista. "Permanentemente", senza mandarmi al sert, quindi se capito di nuovo davanti a lui, la "permanenza" rimane: non mi dà possibilità di cambiare le cose nè di fare altri accertamenti. E' corretto?
In realtà io sono pulito: è capitato che mi sono fatto una fumatina, ma non capita poi così spesso! Il mio datore di lavoro non sa nulla riguardo al Sert: è vero che non può licenziarmi, ma è anche vero che non ha convenienza a tenermi a mezza mansione... lo capisco pure. Per essere a posto anche per il futuro dovrebbero cmq mandarmi al Sert, altrimenti mi pregiudico la possibilità di lavorare in quasi tutta la mia zona, perchè questo medico lavora in un grande centro e quindi tiene parecchie aziende.
Purtroppo nessuno ne sa molto di queste cose... Mi consigliate magari di andare dai sindacati e chiedere a loro? grazie per l'aiuto!!

Ti consigliamo assolutamente di rivolgerti ad un sindacato e, eventualmente, ad un avvocato esperto in cause di lavoro.
Per lo meno per sottoporgli un caso di licenziamento non certo per giusta causa....

grazie! vi farò sapere come va a finire....

ecco alla fine cosa è successo: ho fatto ricorso alla ASL contro il parere del medico, ma hanno dato ragione a lui. In pratica: se l'azienda non vuole farti fare ulteriori controlli o mandarti al sert, il medico non ti ci manda ed è sufficiente il solo esame delle urine per risultare inidoneo alla mansione.
Essendo inidoneo alla mansione di mulettista, anche se sono idoneo a quella di magazziniere, la ditta mi ha licenziato senza nemmeno il preavviso, dicendo che non può tenermi solo come magazziniere e non ha altro posto dove mettermi.
L'unica cosa che mi rimane da fare è fare causa all'azienda, ma non so quanto ne potrei ricavare, visto che l'azienda per legge può fare questo.
In definitiva, sono padre di famiglia con due figli da mantenere e la moglie cassa integrata, e ho perso il lavoro per una stupida canna ed un ancor più stupido pregiudizio!

La legge nazionale sugli accertamenti in materia di tossicodipendenza per le mansioni a rischio è stata rivista,  successivamente alla sua emanazione, a livello di ogni singola regione, che ne ha tratto delle procedure alle quali si attengono tutte le aziende sanitarie della regione stessa. Io conosco bene quelle della nostra regione Toscana ma, documentandomi, mi sembra di aver visto che le procedure operative sono simili anche in altre.
Dunque in sintesi:  la legge prevede che il lavoratore verificato positivo al test di primo livello deve essere sospeso temporaneamente dalla mansione per poi passare ai test di secondo livello che devono ovviamente avvenire in maniera diversa rispetto al primo livello dovendo essere degli approfondimenti. Inoltre i risultati, insieme ad una visita, devono essere valutati da personale esperto (tossicologi o sanitari dei Sert) che valuta se si sia in presenza o meno di tossicodipendenza. Se il risultato è che siamo in presenza di tossicodipendenza (diagnosi precisa che deve soddisfare alcuni parametri) allora il lavoratore viene inviato dal medico competente ad un centro di cura (per esempio il Sert) e la legge dice che il posto deve essere mantenuto per consentire al lavoratore di curarsi. Se, al contrario, viene stabilito che non c'è tossicodipendenza il lavoratore deve essere sottoposto a monitoraggio cautelativo per la ricerca di sostanze stupefacenti, con frequenza e modalità a discrezione del medico competente, per almeno 6 mesi prima di essere riammesso alla mansione a rischio.
Intanto sarebbe da verificare se queste sono le procedure in uso anche nella tua Regione e se sì, se sono state seguite in maniera corretta data l'importanza della questione.
Rivolgiti ad un sindacato per accertare tutto questo

ti rovinano la vita per una canna, loro che magari all'università chissa che facevano. io picchierei il medico...in maniera furba.

non posso andare a fare l esame di 2 livello per quanto sono stato avvisato oggi per domani e stò a letto con l'influenza verrò richiamato prossiumamente?

Pensiamo proprio di si, basta presentare il certificato del tuo medico che certifica lo stato influenzale.

salve devo fare il drug test domani ma il medico puo' accoggersi se il sangue e le urine sono della stessa persona?grazie rispodetemi al piu presto

Certamente dato che le urine, come richiesto per legge, le fai davanti a lui.

Salve devo fare un colloquio di lavoro per un posto come addetto al rifornimento di distributori automatici e per svolgereil lavoro dovrò spostarmi con un furgone o con un auto, vorrei sapere se la mansione può rientrare nelle categorie a rischio. graziehttp://www.sostanze.info/sites/default/files/smiley/sostanze_confused.gif

Se è previsto l'uso di un furgone è possibile che la ditta la consideri una mansione a rischio e ti venga quindi richiesto in seguito di fare i test.
Ma devi esserne informato al momento dell'assunzione, nel senso che nel contratto deve essere scritto o l'azienda ti deve informare se si tratta di attività lavorative che prevedono mansioni a rischio.

salve a tutti,premetto che non ho mai assunto sostanze stupefacenti,ma il medico mi ha prescritto il tavor 1 mg e dovrò fare, come al solito, il test antidroga di 1°grado in
azienda essendo un operatore di esercizio,posso assumerlo senza incorrere a problemi durante il controllo?

Per l’accertamento della TD nei lavoratori a rischio non sono previsti test per benzodiazepine, che è la classe di sostanze a cui appartiene il Tavor. Potresti comunque parlarne al  Medico Competente, per essere sicuro che la terapia (specie nei primi giorni) sia compatibile con lo svolgimento in sicurezza delle tue mansioni.

volevo sapere se l'azzienda puo richiedere il secondo livello dei test quello del capello saltando il primo o devono prima sottoporre tutti gli operai al primo e solo se risultino positivi passano al secondo?

o possono richiedere altri tipi di test piu approfonditi sempre saltando il primo?

xche x il primo livello urine e sangue nn dovrei aver nesun problema nn vorrei che l'azzienda pasasse a livelli superiori! e nn so se lo puo fare!
ciao e grazie

No, la procedura stabilita dall'accordo Stato/Regioni in maniera di accertamento sullo stato di tossicodipendenza di lavoratori con mansioni a rischio, richiede un primo livello di accertamento, e solo in caso di positività, un secondo livello di ricerca e approfondimento.
Dobbiamo però chiarirti che non in tutte le regioni la procedura ed i metodi utilizzati per le analisi sono uguali.
Ti facciamo un esempio:
in Toscana il primo livello viene effettuato tramite le analisi delle urine, il secondo con la metodica del capello.
In Lombardia invece già al primo livello viene richiesto l'esame del capello.

io sono appunto in lombardia! ma gli scorsi 3 esami sono stati urine e sangue al primo livello e secondo il capello! da quando sono cambiati? dal capello nn si scappa? o ce qualche metodo?

Grazie dell’ informazione relativa al cambiamento delle modalità di accertamento che sono evidentemente cambiate. Non esiste alcun metodo per alterare la presenza o l’eventuale positività delle sostanze presenti nel capello.

dal inizio di ottobre nn fumo piu.e dovrei averi gli esami del capello a gennaio.
e da pochi giorni che ho i capelli di un centimetro! per gennaio saranno ripulita dalle sostanze?

Tre mesi sembrano essere un po' pochi per avere un risultato negativo...

Ma se per seri e reali motivi di salute non ci si può recare al centro dove si effettua la visita medica per lavoro cioè dove si effettuano gli esami del sangue e delle urine, quali possono essere le conseguenze?

Con una certificazione medica suppongo possa essere rimandata

salve a tutti grazie per tutto cio' che fate.
Da alcuni giorni ho un quesito che mi afflige, sono un fumatore cronico di hashish non fumo dal 27 ottobre oggi ho fatto il test comprato in farmacia "Easycheck multidrug screen" 4 sostanze ed è risultato negativo la domanda è questa:
quanto è affidabile/attendibile questo test visto che il 16 novembre devo effettuare le visite?
nell' foglio illustrativo del prodotto ci sono queste specifiche

THC
kit dichiarato positivo kit dichiarato negativo
positivo 62 1
negatibvo 0 75
In confronto al kit dichiarato, l' accordo per i campioni positivi è stato del 100% e per i campioni negativi è stato del 98,7%. In confronto al kit dichiarato, l' accordo per i campioni totali è stato del 99,3%.

positivo GC/MS negativo GC/MS
positivo 60 2
negativo 3 73
In confronto alla GC/MS, l' accordo per i campioni positivi è stato del 95,2% e per i campioni negativi è stato del 97,3%. In confronto alla GC/MS, l' accordo per i campioni totali e stato del 96,4%.

Spero in una vostra risposta al piu' presto vi ringrazio nuovamente::::::

NB. PURTROPPO NEL POST IO HO MESSO IN ORDINE I VALORI RISPETTO AALLA POSITIVITA' E NEGATIVITA' MA QUANDO SALVO IL MESSAGGIO LI METTE COSI COME LI VEDETE SPERO PER VOI SIA CHIARO..

Le informazioni che hai postato servono per verificare l’affidabilità del test, ma non ci dicono nulla sul cut-off, che è la cosa più importante e che di solito è di 50 ng/ml.

Si come dicevi il cut-off è di 50 ng/ml.
ti posto il link dell' azienda dove ci sono tutte le specifiche "http://www.silmarc.it/easycheck.htm"
oggi sono andato in un laboratorio analisi per effettuaRE il test sull' urina per i cannabinoidi per avere un ulteriore conferma se anche questo risultasse negativo forse vuol dire che ho un buon metabolismo perchè ho letto credo tutti i post fatti da altri e nelle vostre risposte mensionavate le tempistiche per lo smaltimento delle sostanze quindi adesso so che per smaltire il thc che si annida nel grasso ci vogliono almeno 3-4 settimane premettendo che sono alto 1,67 per 73 Kg vado in bici sono nella bella stagione non pratico altri sport ma sono un tipo molto dinamico non sto mai fermo.
Qindi cosa ne pensate?
puo' essere un test affidabile? domani pomeriggio avro' il risultato del test fatto in laboratorio e vi faro' sapere.
ancora una volta vi ringrazio per il magnifico lavoro che fate per tutti noi....

Buona sera. sabato scorso degli amici si sono fatti una canna in macchina, io non ho fumato ma mi sono respirato il fumo passivo, Martedi sono venuti a farci le analisi annuali in quanto sono autista presso una ditta. Pensate che posso risultare positivo al test e se si si può vedere con certezza da una controanalisi che non ho fumato?
STO VIVENDO NEL PANICO IN QUANTO UNA SOSPENSIONE DI SEI MESI SIGNIFICHEREBBE PERDERE IL POSTO.....

Per risultare positivo al fumo passivo avresti dovuto farci un viaggio da Napoli a Milano, sempre con i finestrini chiusi e con loro che fumavano ininterrottamente...
E' assai improbabile un esito positivo.

Ciao volevo sapere se possibile in modo preciso x favore,quanti giorni devono passare per nn farmi trovare positivo dopo Aver fumato ashisc. Grazie

Non esiste nessuna possibilità di essere precisi dato che molte sono le variabili: quanto hai fumato, per quanto hai fumato, il principio attivo presente nella sostanza assunta, la velocità di metabolizzazione del tuo organismo. Per questo indichiamo sempre un intervallo min/max ch va dai dieci ai trenta giorni.

Abbiamo la netta sensazione che tu abbia sbagliato sito.....

salve complimenti per il sito vi ringrazio gia in anticipo siete fantastici
vorrei esporvi il mio caso particolare
io lavoro in una azienda parastatale che non è ne statale ne privata (come ad esempio la rai), svolgo la mansione di segretaria e da un po di tempo girano voci sul fatto che il nostro capo settore (che ci ha minacciato) vuole fare i test.
secondo voi è possibile? con costi a carico di chi dato che la legge non lo prevede? ho la possibilita di rifiutarmi e con quali conseguenze sapendo che sono assunta a t.d.?
grazie ancora

Se non svolgi mansioni a rischio (e quelle di una segretaria ci sembra assai improbabile che si possano considerare tali) non sei tenuta né obbligata a fare questi accertamenti.
E comunque la normativa che regola questi esami prevede che i test siano a carico del datore di lavoro. Solo eventuali controanalisi sono a carico del lavoratore.

ok grazie ancora

Salve e complimenti per il lavoro svolto,
Sono un'impiegato , svolgo mansioni d'ufficio, raramente mi reco in magazzino, ma senza mai adoperare nessun mezzo o carrello. Mi è stato comunicato che il 15 dicembre tutti i lavoratori della ditta saranno sottoposti a visita medica.
Nel caso mi sia richiesto di fare i test antidroga, non rientrando nelle categorie a rischio posso quindi rifiutarmi di fare il test senza nessuna conseguenza? E' un mio diritto e quindi non dovrei dare nessuna spiegazione a nessuno? Nel caso mi rifiutassi, basta comunicarlo al medico?
Grazie

Gli accertamenti sono solo per quei lavoratori che hanno nel proprio mansionario (e che quindi svolgono) attività considerate a rischio verso terzi.
Un impiegato non ci risulta che debba svolgere mansioni rischiose nè per sè nè verso gli altri.

grazie, infatti ci è stato comunicato che gli unici a doversi sottoporre ai test saranno gli autisti.

buongiorno! faccio parte delle categorie a rischio e faccio parte della categoria "una canna a casa propria dopo il lavoro non uccide nessuno".. cmq domani dovrò fare le analisi e questa mattina ho fatto il test SCREEN droga test (24€!) per togliermi da qualsiasi sorpresa per domani.. dopo 23 giorni di stop la tanto attesa linea è comparsa un pò affievolita in confronto alle altre ma c'è!!! secondo il foglio illustrativo sembra che sia sotto la soglia di cut off quindi dovrebbe essere tutto ok.. ma voi che ne pensate??

Pensiamo che se fosse stata netta, sarebbe stato meglio… I test rapidi comunque sono molto sensibili e se compare la banda in corrispondenza della sostanza cercata, molto probabilmente la concentrazione è sotto il cut-off dichiarato.

DOMANDA SONO GIA ISCRITTO AL SERT SONO POSITIVO E DEVO FARE LA VITA DEL LAVORO COSA PUO SUCCEDERE

Se risulti positivo anche al test del lavoro, verrai sospeso dalle mansioni attuali, spostato ad altre non a rischio, e verrai inviato al ser.t. per fare ulteriori accertamenti di secondo livello.

Salve,entro quanti giorni viene dato il resposnso di negatività o posività del test delle urine sul lavoro?

La norma 178/CSR dice che “La comunicazione dell'esito da parte del laboratorio al medico competente dovrà avvenire entro un periodo indicativamente non superiore ai 10 giorni”, quindi non è un tempo fissato rigidamente ma una indicazione. Quando c’è un risultato positivo da confermare, per esempio, il tempo si allunga molto, perché non tutti i laboratori sono in grado di eseguire gli esami di conferma. Questo comunque non è il solo motivo di ritardo, a volte si tratta semplicemente di cattiva organizzazione.

ciao.. vorrei chiedere un favore l ex ragazzo di mia figlia a fatto uso di canalis haschisch da quando aveva 16 anni fino all eta di 47 anni .. agosto del 2011 nn fuma piu.. adesso lui a fatto il test del urina e il sangue.. puo risultare nel sangue e l urina? mi potete aiutare grazie..

Dopo cinque mesi non ci saranno tracce né nelle urine né nel sangue

salve ho fatto uso di cocaina 4 righe 4 giorni prima delle analisi.possono bastare questi giorni per cancellare le tracce nelle urine,il test e quello con le 3 provette,se dovessi risultare positivo al sert mi faranno urine o capello,sono in lombardia.

La permanenza della sostanza varia dai tre ai cinque giorni, quindi è probabile un esito positivo al test.

Ciao oggi nella bacheca a lavoro c era una letera in cui avvisavano tutti che giovedi verrà effetuata la visita medica volevo sapere un paio di cose premettendo che io lavoro in una macchina che fa delle lavorazioni su lamiere di ferro e quindi non trasporto nulla!in più sono apprendista e non ho la patente ne del muletto e nemmeno ho l incarico di guidare il carroponte(non so se si scrive cosi in italiano..)
1-mi faranno anche il test(urina o sangue)?
2-ho fattouno e dico uno tiro di canna circa una sett fa dopo mesi che nn fumavo lo trovano?
3-l ultimo del anno ho fatto alcuni tiri di coca a trovano?
4-cosa rischio?

Se non svolgi una mansione pericolosa (come deve risultare nel tuo contratto) non devi fare gli accertamenti
Non è possibile che vengano trovate tracce di THC, se il quantitativo fumato è quello che ci scrivi.
La cocaina rimane nell'organismo dai tre ai cinque giorni.

sono un operaio su macchine utensili tra quqlche giorno sarò assunto in una nuova azienda la mia mansione non risulta tra quelle a rischio....azienda può comunque farmi fare il test tossicologico?

Se non fai attività che prevedono mansioni pericolose verso terzi, non ti possono chiedere di fare i test per l'uso di sostanze stupefacenti.

Salve e complimenti x il sito!Sabato 14 gennaio ho dato un paio di tiri o al massimo tre ad una canna..giovedì 26 gennaio faró l'esame delle urine ordinato dalla mia azienda di lavoro..passeranno 12 giorni quindi dall'uso all'esame urinario.Rischio qualcosa?Tengo a precisare che in 33anni al massimo avró fumato una canna in tutto e quindi con la media di un tiro ogni 5 anni..grazie anticipato x la risposta.

Non dovresti, ma se fai un test di quelli che vengono in farmacia per il THC la situazione sarà più chiara.

dovrò fare gli esami sulla mia salute visto ke devo essere assunto da un'azienda edile. IO sono un operaio generico manovale, a volte fumo in compagnia......e mi kiedo, se ne accorgeranno i dottori o nn andrò in contro ad esami specifici??? Regione Puglia, settore EDILIZIA.
Attendo vostra risposta, grazie Anticipatamente.
A. L.

Sono esami generici quindi non per la ricerca del RHC e quindi non risulterai positivo.

Innanzitutto grazie x la risposta, ma oggi sn andato e mi hanno prelevato addirittura le urine! help!!!

Comprendiamo la tua preoccupazione, ma se il tuo medico ti dice di fare degli esami tu gli chiedi a cosa servono, giusto? La stessa cosa vale sul posto di lavoro, se ti chiedono di fare gli esami è un tuo diritto sapere a cosa servono e perchè devi farli...

buongiorno io ho fatto la visita medica pre assuntiva,l ho fatta giovedi 19 gennaio,fino ad oggi nn mi hanno fatto sapere nulla,ma se sei positivo nell esame delle urine il medico competente dopo quanto avverte l azienda?

Positivo a cosa?. Non credo sia previsto un test tossicologico nella visita pre assunzione

domani devo fare la visita per assunzione ....devo essere avvisato se devo fare il test tossicologico?peremetto che la mia mansione è addetto alle macchine utensili e non risulta tra quelle a rischio.

I test sulle sostanze per legge devono essere fatti a sorpresa, ma con un preavviso massimo di 24 ore.

Salve, sono neolaureata in scienze infermieristiche, volevo sapere se gli esami che fanno al momento dell'assunzione comprendono anche quelli tossicologici(drugtest)
o sono solo generici

Non ci risulta che siano in corso questo tipo di accertamenti anche per il personale sanitario.
Sono stati allo studio, ma la cosa risulta essersi fermata lì.

Sono un benzinaio, la mia categoria e un lavoro a rischio?
Se nn lo e il datore di lavoro lo può richiedere lo stesso ? Grazie

Salve complimenti per il sito molto istruttivo! avevo una curiosità da chiedervi io ho fatto degli esami delle urine e del sangue preassunzione stamani mattina...la mia situazione è questa, io faccio uso di sostanze stupefacenti (cannabis) quasi quotidianamente ad un livello di 1-2 al giorno. l'azienda nella quale dovrei entrare è un'azienda (di 300 impiegati su per giù) biofarmaceutica specializzata nello sviluppo, produzione, commercializzazione e distribuzione di farmaci plasmaderivati.
il mio impiego, dovrebbe essere ( siccome non mi è ancora stato specificato) o in ufficio o come operaio (non credo mi facciano usare il muletto poichè non ho il patentino). Gli esami che ho svolto non erano tossicologici quindi non dovrebbero vedere nulla di strano giusto? c'è la possibilità che mi vengano svolti altri esami nell'azienda? dove ho svolto gli esami stamani mi è stato riferito dall'addetta ai prelievi, che lei almeno una volta l'anno, precisamente a novembre, viene in azienda ad effettuare dei prelievi, secondo voi sono quelli tossicologici?? che rischio posso avere se entro come impiegato in ufficio o come operaio?? grazie rispondete presto

Non possiamo sapere cosa vada a fare l’addetta una volta all’anno nella tua azienda. I prelievi per questo tipo di accertamenti vengono fatti dal Medico Competente e non da un addetto di laboratorio (che peraltro può affiancarlo nell’espletamento delle analisi). SE svolgerai mansioni a rischio dovrai almeno una volta l’anno fare questi esami.
Se non ti affideranno mansioni a rischio, no.

ok grazie mille, tuttavia c'è sempre il rischio che me le possano fare lo stesso anche se non svolgo mansioni a rischio?

La norma che applica questi accertamenti dice di no. Poi se dalle tue parti la applicano diversamente non possiamo saperlo...

Salve complimenti per il sito, volevo chiedere, sono austista in un'azienda con infermeria interna, ci è stato comunicato che potremmo essere sottoposti ad esami tossicologici, verrebbe uno studio privato, una clinica per i prelievi, chiedevo quindi, quando ti rechi a fare l'esame urine lo fai e aspetti il referto qui ci sono, ma l'azienda o l'infermeria ti possono chiedere il numero di patente della motorizzazione? secondo gli altri no perchè non sono organi competenti ma loro svolgono soltanto un esame su richiesta, è vero? lo chiedo perchè in passato ho avuto cattive esperienze comunicando miei dati personali specialmente su documenti identificativi, mi dicevano che gli unici che possono chiederti questi dati sono gli organi di polizia ecc... nemmeno l'azienda può in caso di patenti tua privata, non è una patente aziendale.
Grazie.

Facciamo l'ipotesi peggiore, e cioè che ti fanno il test tossicologico e risulti positivo: vieni sospeso dalla mansione di autista . Non c'è nessuna comunicazione ad altri organi e non ha niente a che vedere con la tua patente personale.
Laura Calviani, medico sostanze.info
Se vuoi approfondire questa discussione puoi anche prenotare una chat (gratuita e totalmente anonima) con l'operatore che ti ha risposto andando in CHAT CON GLI OPERATORI.

scusate volevo porre una domanda non un commento, ho sbagliato

Mai fatto uso di stupefacenti, neanche fumo, eppure ( l'incompetenza, il complotto, errore) , di un laboratorio al quale si è rivolto il mio datore di lavoro, e riuscito a farmi risultare positivo ( all'oppiace : EROINA O MORFINA ) io sono a dire poco SCANDALIZZATO!!!! ( a dimenicavo che non ho assunto nessun farmaco! ).
La mia domanda e : non può essere un complotto per avere un arma per un eventuale licenziamento?
N.B. il giorno dopo ho fatto il test a mie spese ( costo 60.00 euro ) in un centro riconosciuto dalla REGIONE e come si voleva dimostrare senza nessun dubbio il risultato e stato NEGATIVO!!
C'é qualche legale specifico in questi casi che mi può aiutare per togliermi questa brutta macchia!!!
Oppure qualche suggerimento da fare, vorrei querelarli !!

Forse la cosa è più semplice del previsto: basta richiedere (e pagarsi) un test di secondo livello (gascromatografia di massa) sul campione risultato positivo.
E' un tuo diritto.

Aggiungi un Commento

Mood del commento:felicedivertitotristearrabbiatofuriosoconfusoin arrivo/partenzaavvelenatofumatoreubriacoalchimistain tiroarrapatonessuno