Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 26786 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Type the characters you see in this picture. (verifica con audio)
Inserisci il testo che vedi nell'immagine qui sopra. Se non riesci a leggerli, invia il modulo e una nuova immagine sarà generata. È indifferente a maiuscole e minuscole.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

TEST ANTIDROGA POLIZIA - E' possibile, nel contesto in cui si venga fermati alla guida di un veicolo e invitati a fare il test per le droghe urine o sangue, rifiutarsi e proporre motivandolo l'utilizzo dello stick per la saliva, in quanto questo

ultimo rileva le tracce di droga effettivamente nelle ultime 12/24 ore (che già è un lasso di tempo esagerato) e non rileva invece la canna che mi sono fumato ad Amsterdam magari 20 giorni prima. Cioè non c'è un modo sicuro per far sì che utilizzino un metodo APPROPRIATO (o quasi) per l'evenienza, ossia beccare CHI IN QUEL MOMENTO è sotto effetto di droga? Io non ci credo che siamo veramente così senza diritti!

Risposta:

A parte che puoi proporre qualsiasi cosa, ma trattandosi di accertamenti di tipo legale (molti lo ignorano ma l'art.186 e 187 del CdS lo sono), non può il guidatore proporre alcunchè.

Ma il punto non è questo, nel senso che i test della saliva sono dei pre-test, ovvero non hanno alcun valore legale, ma servono solo per vedere se una persona ha recentemente usato sostanze. Dopo una positività al test salivare, si viene quindi invitati a effettuare altri esami di approfondimento in ospedale.

Questa prassi è seguita dalla maggior parte delle forze dell'ordine che operano su strada.

Per altre invece vale solo l'invito a seguirli in Pronto Soccorso ed a fare gli accertamenti richiesti.

Il test ematico infine, è l'unico che abbia valore legale, (non le urine). Per questo viene richiesto di farlo in ospedale per validare o meno se si è sotto effetto di sostanze.

Commenti

Sì ma siccome è palesemtente una procedura errata, perchè il sangue rimane "sporco" di thc per alcuni giorni quindi non determina se ho fumato prima di guidare.
Dai possibile che nessun avvocato appellandosi per bene a questa assurda modalità di test, non sia riuscito ad ottenere la restitu

Aggiungi un Commento

Mood del commento:felicedivertitotristearrabbiatofuriosoconfusoin arrivo/partenzaavvelenatofumatoreubriacoalchimistain tiroarrapatonessuno