Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 26404 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Type the characters you see in this picture. (verifica con audio)
Inserisci il testo che vedi nell'immagine qui sopra. Se non riesci a leggerli, invia il modulo e una nuova immagine sarà generata. È indifferente a maiuscole e minuscole.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

xchè date ancora metadone con tutti i fallimenti che porta? conosco tantissimi tossici e chi ce l'ha fatta non è stato certo x merito di quello schifo che spacciate legalmente

Risposta:

Dal punto di vista scientifico il metadone è una delle poche armi farmacologiche a disposizione per contrastare il problema della dipendenza da eroina… ovviamente con tutti i limiti e le conseguenze di un farmaco. Hai ragione: il farmaco non è sicuramente sufficiente e chi riesce a guarire significa che ha messo in campo anche altre risorse. Ma il metadone o la buprenorfina, per la maggior parte delle persone che ha una dipendenza da oppiacei, sono molto utili soprattutto all’inizio di un percorso di disintossicazione. Se hai avuto la possibilità di leggere alcune delle esperienze dei nostri lettori avrai potuto constatare che per alcuni questi farmaci hanno rappresentato l’ancora di salvezza, l’appiglio per cambiare stile di vita. Al tempo stesso e’ vero che alcuni sono riusciti a farne a meno. Insomma… questo per dire che non c’è niente di assoluto e che le esperienze sono diverse perché sono diverse le persone.

Commenti

Aggiungi un Commento

Mood del commento:felicedivertitotristearrabbiatofuriosoconfusoin arrivo/partenzaavvelenatofumatoreubriacoalchimistain tiroarrapatonessuno