Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Astinenza da bdz o depressione

Ciao a tutti sono Andrea ed ho 37 anni. Soggetto ansioso, dopo una delusione sentimentale ho iniziato a soffrire di estrema ansia che con turni massacranti al lavoro si e' tramutata in tachicardie, apnee, vertigini e disfagia. Ho incominciato a fare utilizzo di bdz e ad oggi dopo un anno e mezzo assumo 2-3 mg di Tavor al di. Nn mi sento cmq affatto bene: forza diminuita, mi affatico subito, capogiri e senso di instabilita', tic con mioclonie, sonno nn ristoratore e ottundimento mattutino. Vorrei dei consigli... passare ad un SSRI o provare a scalare con un programma specifico le bdz? Dopo tutto questo tempo nn so se e' il mio disturbo d'ansia che di tanto in tanto emerge o e' la tolleranza agli ansiolitici a farmi star male... sono un po' demoralizzato. Chi ha esperienze simili in proposito? Grazie.

Punteggio: 3 (1 voto)

Commenti

tfortunti co siglio questo prendi 3 mg di tavor a media emivita circa 15 ore. E un farmaco pesante come benzodiazepina e induce tristezza stanchezza e sonnolenza diurna se nn amnesia nn ricordo ne ho presi cosi tanti si psicofarmaci che nn posso ricordarli tutti xD ti co siglio di o scalare se ritieni che la tua ansia sia sotto controllo o di fare un pjano di sostituzione con un ansiolitico di emivita maggire e con meno effetti negativi..uno di questi e il valium ma e molto blando e dovresti aumentare la dose almebo a 20 mg diarie o passare a 05 mg di rivotril che ti sconsiglieranno per il craving che comporta ma il craving e molto minore di moltissime altre bnz e la sua crisi astinenziale e quasi nulla se preso poco e regolarmente regolato da uno psichiatra competente.bupna fortuna

Ho preso il tavor a lungo, dopo un po' gli effetti benefici finiscono e cominciano i problemi col sonno, perché subentra la tolleranza e per dormire bisognerebbe aumentare sempre.
mi stufai di provare a diminuire gradualmente, visto che poi nei periodi di maggiore ansia uno tende a riaumentare la dose vanificando gli sforzi precedenti.
Chiesi al dott. che il farmaco mi fosse sostituito con qualcosa che non desse dipendenza.
Prescrittomi un antipsicotico atipico, devo dire che ha aiutato moltissimo. Poi, dopo del tempo, mesi, ho diminuito e interrotto anche quello.
L'ansia no, quella rimane....pazienza, me la tengo. Ma senza il tavor, il sonno migliora. E non poco

Seriamente per lansia un antispicotico?chi e questo folle che solo cosi si puo defibire. Primo gli antipsicotici hanno effetti devastanzi sui neurotrasmettitori e danno una dipendenza a livello neurologico molto forti che vengono prese sottogamba...edhanno anche effetti fisici. Fidati io ho tolto da poco labilify un antipsicotico di 3 generazione ed e un inferno...molto meglio le benzo fidatevi sono piu facili da togliere che un antidepressivo che un neurolettico perche pe agire necessitano di 6 o 7 mesi e la cura va protratta per altrettanti.occhio ai neurolettici!!!!!

Invece la terapia ha funzionato benissimo. Tant'è che ho smesso col tavor e, dopo, senza problemi ho diminuito anche con il farmaco sostitutivo, fino a interrompere del tutto.
Per la mia esperienza, le bz sono una terapia da fare al bisogno, in casi eccezionali. Altrimenti iniziano problemi seri. Più gravi dell'ansia.
Ripeto, senza bz la qualità del sonno migliora sensibilmente.
Al momento per dormire prendo un parafarmaco (passiflora melatonina teanina e altro). E pure quello aiuta.
Inutile dire che ogni caso è a sé, per cui l'unica cosa da fare è sentire il proprio medico e far valutare a lui