Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

anfetamine

Domanda: VADO A SERT?!

HO LA DIPENDENZA DALLA METANFETAMINA CIOE LO SPEED,NON RIESCO A DECIDERMI DI ANDARE AL SERT,MA OGGI POMERIGGIO NE HO L'OCCASIONE DI ANDARCI!!!VADO??VOGLIO SMETTERE. MA SENZA QUALCHE FARMACO TRANQUILLANTE NON CI RIUSCIRO MAI HO GIA PROVATO,MI TRATTENGO CON FUMO MA NON VOGLIO PIU NEANCHE FUMARE LE CANNE...VORREI QUALCHE ANSIOLITICO O ANTIDEPRESSANTE VISTO CHE STO ANDANDO FORI DI TESTA ORMAI DA 2 ANNI QUASI E HO INIZIATO A DROGARMI DA 3 MESI E TUTTO E PEGGIORATO.!!

Risposta:

 Smettere da soli e senza un aiuto farmacologico può essere difficile o addirittura impossibile. È opportuno, come hai già pensato, chiedere aiuto al sert. È importante che tu spieghi bene al medico del sert le tue difficoltà a smettere di usare metamfetamine, ma anche le difficoltà che ti hanno portato ad usarle. In questo modo potrete concordare la terapia più corretta per te e per la situazione che stai affrontando.

Domanda: Circa 4 mesi fa, ho fatto un tiro di speed. e sono 6 mesi che non fumo, anche sette mesi. E ora devo fare l'esame del capello per cannabis. la domanda, mi trovano tracce di speed? ne ho tirato pochissima!

Risposta:

 assai improbabile che lo trovino

Domanda: ricerca mirata sostanze stupefacenti e farmaci

Salve mi è arrivata la fattura del capello in cui c'è scritto "ricerca mirata sostanze stupefacenti e farmaci" (hanno cercato solo 3 sostanze) mi hanno cercato anche l'etg senza scriverlo?

Risposta:

tutto può essere....l'unica cosa certa è che l'esame del capello per l'alcol ha un nome specifico (etilglucoronide o ETG) e ci dovrebbe essere scritto...se non c'è scritto non dovrebbe averlo fatto.

Domanda: SERT.....SPEED

al sert possono aiutarmi a smettere con lo speed?! perche nervosismo e depressione mi ci fanno ricadere prima o poi non riesco farne a meno quando i pensieri brutti riempono la mia testa...chi mi capisce voglio che mi raccontate le vostre esperienze ecc.....

Risposta:

 certo che possono aiutarti, al ser.t. non trattano solo chi usa eroina ma anche chi usa sostanze come la speed

Domanda: voglio smettere!!

Sono una ragazza di 23 anni e son 2 mesi che continuo a fare l'uso di speed se non ogni giorno allora un giorno si e uno no , ultima volta ne ho fatto uso 3 giorni fa sabato...ho una dipendenza psicologica e quando cerco di smettere mi sento depressa e nervosa me la prendo con tutti e tutto....mi sembra che nessuno mi capisce vorrei solo trovare un modo per superare questa depressione in qualche modo senza toccare piu quella roba anche perche mi fa venire la nausea ormai non mi va di farne uso pero la mia testa i miei pensieri vanno a finire sempre la..ho sempre paura sto in paranoia in continuo... il cervello e in astinenza non so come spiegarlo ,chi ha avuto esperienza mi capira e spero che potra darmi degli consigli utili..perche la mia vita sta andando di traverso...grazie

Risposta:

 Ciao! Le sensazioni che dici di provare quando cerchi di smettere di usare speed possono  essere legate a quella che definisci la tua dipendenza dallo speed ma sono sicuramente sintomi che provano la maggior parte delle persone che la consumano nei giorni dopo averne fatto uso. Lo speed infatti è una sostanza eccitante, ma quando l’effetto scende quello che viene definite “down” è caratterizzato da stanchezza, apatia, nervosismo, depressione, aggressività. Quindi di fatto, se ci pensi bene, tutto quello che provi nei giorni dopo può essere dipendenza ma è sicuramente anche un effetto dello smaltimento da parte del tuo corpo dello speed. Se così fosse ovviamente più tu lo prendi per non sentire quegli effetti più gli effetti si ripresenteranno. Il consiglio che ti posso dare è di pensare a questo quando ti viene voglia di riprenderla e capire che se la assumi il sollievo è temporaneo ma poi le giornate fatte di tutto questo aumenteranno. 

Federica Gamberale psicologa sostanze.info

Domanda: salve. ieri ho preso dell'mdma e della speed e ora perdo un po' di sangue dal naso. è normale?

Risposta:

 no, non lo è. Se continua fatti vedere da un medico anche in Pronto Soccorso

Domanda: Tachicardia in seguito all' assunzione di speed

Salve a tutti, sono un ragazzo di 20 anni e sabato sera ho tirato dello speed insieme ad amici dopo circa un mese che non prendevo nulla. Il giorno dopo sono stato colpito da un dolore allo sterno che mi è durato quasi una notte.. Oggi sto bene ma noto un po il battito accelerato e non capisco se siano le mie ansie per l' accaduto o sia lui che è accelerato... In ogni caso sono passate piu di 24 ore dall inizio del dolore.. Qualcuno saprebbe gentilmente dirmi se vado incontro a qualche problema che potrebbe manifestarsi anche dopo tutto questo tempo?? E se è possibile che abbia il battito un po accelerato anche dopo due giorni?? Non mi era mai successo in due anni di uso molto saltuario e tenendo conto che non ho esagerato per niente mi sa che è arrivata l' ora di darci un taglio!!! Grazie in anticipo a chi riesce a darmi qualche informazione in più :)

Risposta:

Probabilmente si tratta di un effetto dell'ansia che determina un accelerazione del battito. Non credo si tratti di un problema organico ma sicuramente ha un effetto anche a distanza di tempo sul tuo sistema nervoso.

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: ho usato anfetamina insieme farmaci per raffreddore come deltarinolo e reactine.all'esame delle urine si distinguono

Risposta:

 Se viene fatto un esame di conferma si distinguono certamente.

Domanda: Ho paura di essermi danneggiato il cervello con cannabis , alcool , cocaina e mdma

Salve, ho 18 anni e frequento il quinto anno di liceo scientifico. Premettendo che fumo marijuana da 4 anni, è da due anni fumo tutti i giorni una media di 0.5/ 1 grammo. L estate scorsa ho bevuto tutti i giorni, e nei weekend invernali pure, sempre accompagnato da cannabis, per un totale di circa 500 ml a giorno di alcool 40% di gradazione alcolica. Nello scorso mese di ottobre ho fatto uso tutti i weekend di cocaina, mai provata prima di questo mese, e la sera di halloween e la sera del sabato seguente ho assunto ecstasy, 0,5 grammi a sera. Dopo quell esperienza ho avuto un periodo di una settimana di pura depressione, con paranoie e senso di stordimento ed un lieve senso di distacco dalla realtà . A ciò, sono seguite due settimane, fino ad oggi, in cui mi mi sale l ansia sin dal risveglio. L ansia di essermi giocato il cervello, di aver perso la memoria a lungo termine, quella che racchiude i momenti della mia infanzia. Mi sento come se ogni giorno dovessi ri iniziare da capo con me e la mia vita , non so se sono auto convinzioni , se mi sto semplicemente creando paranoie, ma il primo impatto che ho con la memoria è la sensazione di nebbia nella testa. Non so se non ricordo davvero , o se mi condiziono da solo, proprio perché l ansia mi sale tantissimo nel momento in cui penso al ricordare. Se sto tranquillo e mi metto a scrivere vedo che i ricordi escono, ma non riesco comunque a distinguere , ad esempio, i vari giorni di scuola di terzo liceo ( forse perché le giornate di routine si accomunano in un ricordo totale ? Ed è quindi improbabile distinguere se il giorno in cui ho preso 8 era lo stesso in cui mi sono sentito male, ad esempio). Non ricordo a cosa pensavo prima di quell halloween, quindi, prima che questi pensieri mi occupassero totalmente la testa. Non penso ad altro, ho il timore di dimenticare o di aver già dimenticato, e l ansia sale. Durante questo periodo , in seguito a quell evento, mi sono informato su internet di vari disturbi mentali, quali psicosi , derealizzazione, depersonalizzazione etc. , pensando di aver subito un danno permanente. Più li leggevo, più mi saliva il timore di esserne stato colpito, e con il timore l ansia. Leggendo i sintomi mi auto convincevo che fosse la mia situazione. Ho iniziato così ad avere paura di perdere i ricordi e l affetto legati alla mia famiglia ed infanzia. Ho fatto due colloqui con una psicologa che mi ha tranquillizzato per quanto riguarda derealizzazione e depersonalizzazione , ma continuo comunque a temere per la mia memoria. Questa preoccupazione mi provoca disagio , ho il bisogno di passare più tempo a casa e con mia madre ( cosa che non capitava mai, ho sempre avuto un buon controllo di me stesso anche sotto effetto di sostanze), e non ho mai visto il rischio di perdere la personalità e l affetto ed i ricordi . Ero spensierato, fino a prima di quell evento con l ecstasy ( la cocaina non mi ha dato problemi di questo tipo, quali paranoie) . Ora mi sveglio ogni mattino con la consapevolezza che potrei aver perso la memoria, e quindi una parte fondamentale di me, appena apro gli occhi il mio primo pensiero è " sto bene oggi? Passate le paranoie? Ricordo le cose?" E subito mi sale l ansia . Vorrei dunque chiedere, possibile che sia andato incontro ad un problema irreversibile? Possibile che l ansia mi faccia stare distratto e quindi non riesco ad abituarmi a certi cambiamenti ( come cambio di stagione e cambiamenti dell arredo di casa) ? Possibile che questa ossessione per la memoria mi faccia pensare male, ovvero mi faccia illudere che non ho ricordi legati ad alcune cose importanti ( come casa, famiglia etc.)? Io da queste preoccupazioni ne esco come diviso fra ciò che ero prima e ciò che sto vivendo ora, come se ora stessi vivendo la parte brutta della vita , scollegata da ciò che ero. Come se ora ogni mattina dovessi automaticamente pensare di stare male... Sono tante le mie preoccupazioni e a scriverle è difficile, ma spero di essere chiaro . La mattina , stordito dal sonno e dai sogni ( che dopo l assunzione di ecstasy ricordo sempre, ed ho un sonno più intenso, forse per la nuova stagione ed il letto caldo? Bo..) sento sempre il bisogno di riaffermare a me stesso chi sono, per paura di dimenticare chi ero. Ho intenzione di smettere ( come già fatto) per sempre con ecstasy è roba simile. Ma alla luce di questo mio lungo racconto ( mi rivolgo ai professionisti che gentilmente sono arrivati a leggere fino a questo punto ) , può essere che in me si stia generando solo un ossessione dovuta dall ansia, che alla sera si affievolisce ? Posso aver provocato un danno irreversibile al mio cervello dopo l uso di tutte queste sostanze, cannabis in primis? Sono ancora in tempo secondo voi per poter tornare come prima, nel caso in cui le mie preoccupazioni riguardo la salute mentale siano fondate ? O può essere che tutto ciò sia creato semplicemente dal mio subconscio che automaticamente mi fa svegliare abbattuto ogni mattina, in preda all ansia? Grazie tante tante tante a chi risponderà . Sono davvero preoccupato. Spero sia solo un brutto gioco dell ansia, sono pronto a smettere , ma vorrei essere rassicurato nel caso in cui la situazione possa sembrarvi reversibile.

Risposta:

 Caro giovane lettore, proviamo a fare un po' di ordine. Innanzi tutto hai un'ansia veramente intensa e questo (ovviamente) ti fa fare tantissimi pensieri negativi e ti fa pensare che le ipotesi più negative siano quelle vere. Ma questo non ha niente a che fare con la realtà delle cose. La paura di perdere il tuo passato, per fortuna, è del tutto infondata. Infatti la tossicità delle sostanze che hai assunto non si manifesta sulla memoria a lungo termine, semmai su quella a breve termine. Il problema principale in realtà in questo momento sono le tue paure. Da quello che racconti non sembra in realtà che tu abbia subito danni irreversibili alla memoria.

Naturalmente però non puoi andare avanti in questo modo. Da solo è difficile che tu riesca a tranquillizzarti. Devi chiedere aiuto a tua madre ed eventualmente consultare un medico psichiatra. Potrebbe forse essere necessaria una terapia farmacologica, ma non è detto. A poco a poco le cose miglioreranno. Altra cosa fondamentale è che tu smetta definitivamente di assumere quelle sostanze, nessuna esclusa. Se non lo facessi, dei danni da reversibili potrebbero trasformarsi in irreversibili. Tienimi informato.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: Buonasera! Io una settimana e mezza fa ho assunto anfetamina e domani dovrei andare a donare il sangue..volevo sapere se l'anfetamina che ho assunto è ancora rintracciabile nel mio sangue. Grazie

Risposta:

 no perchè non fanno esami tossicologici ai donatori, ma se non vuoi donare sangue non pulito è meglio se aspetti ancora qualche settimana perchè la sostanza sia completamente smaltita dal tuo organismo

Condividi contenuti