Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

cocaina

Domanda: quanto ci mette l'organismo a smaltire la cocaina? visto che ho saputo che anche se taglio i capelli ripetute volte ce sempre traccia! smettendo 8 mesi fa ero convinto di essere apposto con il capello (visto che ho i capelli 3cm)

Risposta:

Tagliare continuamente il capello non serve a niente.
Devi attendere che la sostanza venga interamente smaltita dal tuo organismo (almeno 15/20 giorni), rasare il capello e quello che ricrescerà non porterà tracce della sostanza.
Poi ci vogliono svariati mesi per riavere la lunghezza adeguata al prelievo...

Domanda: io non uso cocaina ma mi capita di maneggiarla come mai risulta nell'esame del capello

Risposta:

prova a smettere di maneggiarla....

Domanda: ciao mi son fatto una riga a pasqua e non ne facevo uso da 6mesi adesso devo far l'esame del capello la troveranno son lunghi 5cm grazie

Risposta:

 Se non li hai tagliati dopo l'uso, certamente sì.

Domanda: analisi urine x thc

salve a tutti,vorrei porvi 2 domande perche questo credo sia il miglior sito dove possa trovare risposta e calmarmi un pò :) dopo due anni che mi sono entrati in casa e mi anno trovato l'erba e il fumo mi è arrivato un foglio che dovro recarmi al sert a fare gli esami delle urine per il thc,da questa settimana o dal mese prossimo max sta a me decidere altrimenti se nn mi sottoporro a questi test mi ritireranno tutti i documenti,e sara veramente un guaio,anche xche ci lavoro con la patente e sarei finito senza.... preciso che fumo abbastanza tanto dalla 5 alle 6 canne al giorno,piu alle volte anche 3 bong al giorno per un totale di 8-9 impasti,circa 2g al giorno da almeno due anni però non fumo le sigarette...la mia domanda è questa fino a quanto tempo possono riscontrare traccie di thc nelle mie urine?preciso che da quando lo saputo (questo mercoledi)o smesso e o iniziato a fare sport,correre nuotare e bere molta ma molta acqua,cè rischio che si possa trovare qualcosa?e un ultima cosa il giorno prima che smettessi di fumare mi hanno offerto uno 0.5 di coca e io lo fatta però senza bere alcol,cè rischio che me la possano trovare nelle urine?quanto tempo mi puo rimanere?preciso che non sono un consumatore abituale,non la faccio mai l'ultima volta fu capodanno...è possibile che mi rimangano traccie di queste sostanze?piu o meno avro sui 15 -20 giorni prima di iniziare il progamma,ce la posso fare a farmi trovare pulito?se non tocco piu niente ma propio niente di niente?vi ringrazio molto, attendo una risposta buona serata e ancora grazie!!!

Risposta:

 Il THC è rintracciabile nelle urine, soprattutto in forti consumatori abituali, anche fino a 40 giorni dall'ultima assunzione.

La cocaina rimane presente dai due ai cinque giorni

Domanda: Sulla base di che analisi può venire contestato un affidamento?

Salve, con tutta me stessa sto cercando di trasmettere forza, positività e amore al mio ragazzo che, da quasi un anno, ha ripreso con l'eroina dopo un paio d'anni di astinenza totale. In precedenza, era riuscito ad uscirne, anche grazie al sert del nostro paese. Finalmente vedo la volontà in lui, la voglia di abbracciare nuovamente la libertà. Accompagnandolo al sert però, è stato palese sin da subito, un disinteressamento totale verso la persona, da parte in primis della dottoressa a cui è stato affidato. E' possibile, presentando una richiesta ben motivata e soprattutto NON per un superficiale capriccio, venire affidato ad un altro medico? L'addetta psicologa ha quasi respinto a priori questa opportunità, sottolineando che in tale struttura ciò non avviene praticamente mai. Questa risposta dovrebbe andare bene? Non credo. Altri amici che si sono presentati con lui, si ritrovano in questa situazione, ed altri invece hanno già avviato la cura da un bel pezzo. Sono costernata e se fossi un ragazzo bisognoso, innanzi a ciò, mi sentirei respinto e privato di diritti che potrebbero facilitare la scalata alla disintossicazione. Passano giorni su giorni senza alcuna soluzione! L'affido a me viene definito difficile a causa (detto da loro) dei miei - quasi - 20 anni e per il fatto di essere "solo" la fidanzata (specifico da 3 anni). Richiedono insistentemente la presenza della madre, visto che il padre purtroppo non c'è più, non capendo che probabilmente il ragazzo ha bisogno di provare a uscirne da solo, senza il coinvolgimento di un'altra persona...avanzare la proposta è giustissimo ma non trovare in me un'alternativa possibile, lo trovo alquanto ingiustificabile in questo caso, soprattutto senza nemmeno esaminare la situazione. Per principio non riesco ad accettarlo, considerate tutte le persone a cui con estrema facilità è stato dato l'affidamento, nella nostra stessa situazione. Dovrebbero indagare di più sullo stato della famiglia del soggetto, come in questo caso: la madre comunque riscontrerebbe impedimenti nel raggiungimento del sert, sia per i mezzi, che per i ristretti orari, che per la disponibilità lavorativa. Ci sono ragazzi che coinvolgendo i genitori, rischierebbero maltrattamenti e allontanamenti dalla famiglia, si tiene per esempio in considerazione questo? Lì no! Cambiare struttura non è possibile per le limitazioni del territorio ecc ecc. Se riuscite a darmi un suggerimento, ve ne sarei grata, non so assolutamente come spingermi oltre a questi blocchi, che molto spesso mi portano a perdere la pazienza verso chi opera senza far risaltare un'etica ed una morale corretta. Peccherò di presunzione ma tuttora da parte nostra le buone maniere e la corretta educazione, sono state rispettate. Si può veramente essere agevolati in quest'impresa senza smarrire sé stessi? - e magari senza perdere il lavoro a causa di ciò?-. Su che basi possiamo sperare che le nostre richieste di aiuto vengano, almeno comprese, se non accettate? Grazie!

Risposta:

Ciao, è un argomento molto importante quello che tu porti, e che riguarda tutta la sanità, non solo il SerT: come fare ad avere fiducia nel proprio dottore, ad accettare le prescrizioni, anche quando comportano un cambiamento dei nostri programmi, accettando il fatto che siano le migliori possibili visto che l’esperto è lui, il medico, e ne sa più di noi, i pazienti? Non sempre si riesce a creare questo rapporto di fiducia e la cura ovviamente ne risente. Riguardo ai tossicodipendenti poi alcuni ritengono di essere vittime di pregiudizi, o trattati come pazienti di serie B. Può essere, sicuramente può succedere, e non posso valutare se sia il vostro caso. In ogni caso quello che ti posso consigliare è di non mettersi in contrapposizione con il servizio, far presente le vostre esigenze ma accogliere anche le loro, e permettere così col tempo di creare un rapporto di conoscenza e di fiducia reciproca per costruire le migliori condizioni possibili perché il trattamento funzioni.

Irene Puppo, psicologa sostanze.info

Puoi continuare questa conversazione anche prenotando una chat (gratuita e totalmente anonima) con l'operatore che ti ha risposto andando in CHAT CON GLI OPERATORI.
 

Domanda: Alcol cocaina video poker.

Scusate la domanda generica, il mio ragazzo per due anni ha abusato di alcol, coca e spesso giocava alle macchinette. È andato al sert per sei mesi dopo i quali la dottoressa ha detto che era a posto. È quasi un anno che al sert non va più e che io sappia ha avuto solo una ricaduta. Sarò ingenua ma penso veramente che sia pulito anche perché gli controllo soldi e tasche e annuso il suo alito e non trovo nulla che non vada. Secondo voi il suo percorso lo ha guarito del tutto o devo stare sempre attenta e controllarlo? Grazie mille

Risposta:

Salve, forse sarebbe meglio porre questa domanda al SerT dove è stato curato e dove lo conoscono direttamente. In genere i percorsi sono più lunghi e, almeno in occasione della ricaduta, sarebbe stato opportuno ritornare nuovamente al SerT per una valutazione. Direi che nessuno parla di guarigione definitiva quando si tratta di dipendenze, le ricadute ci possono essere anche a distanza di tempo, quindi è bene tenere sempre alta l'attenzione.

Domanda: Salve, in questi giorni sto assumendo monuril per la cistite e flukimex per la candida. Vorrei sapere se l'assunzione di sostanze come MDMA, cocaina o lsd possono creare maggiormente problemi alla mia salute? grazie

Risposta:

Non ci sono particolari legami per quanto riguarda mdma e lsd (le cui pericolosità restano immutate). La cocaina ha un effetto vasocostrittore che rende più difficili i processi di guarigione di qualsiasi organo. Quindi potrebbe ritardare la guarigione della cistite e della candidosi.

Gioacchino Scelfo, medico sostanze.info

Domanda: dall urine e risultato un valore di 2196 di cocaina cosa significa

Risposta:

2197 di cosa? accanto al numero ci devono essere anche delle siglie (ml/dl o simili). Se non ce le scrivi non possiamo risponderti

Domanda: salve mi e stata richiesta una visita medica ex art.119 c.d.s. in esame di rivisone dell'esito (positivo cocaina)! ch

in sostanza feci un incidente stradale nel 2010 il 31 dicembre nel quale avevo il 100% di ragione. mi fecero le analisi delle urine il giorno dopo ma siccome entrai in pronto soccorso la notte in condizione molto brutte riferite a fratture bacino eccc. mi somministrarono diverse medicine dove una di queste aveva un forte tasso di benzodiazepina.....cmq nelle analisi risolto' questo ed aime' cocaina che pero' io avevo assunto giorni prima! di conseguenza mi venne contestato l'art 187 e sospenzione della patente per 2 anni pena doppia perche' la macchina era in leaseeng e percio' nn ero il proprietario dell'auto....facemmo ricorso e dopo 10 mesi riuscii ad avere la sospensione del provvedimento perche' appunto il mio avvocato fece presente il fatto di questa medicina (benz...) che altero' i valori con la testimonianza del dottore che mi somministro' il tutto e in piu' dichiarando ( il dott) che la coca lascia presenze anche diversi giorni dopo dall'assunzione cosi' nel ricorso l'avvocato contesto quindi anche il fatto che io nn ero in stato di alterazione pscofisica ecc come faceva presente il referto del pronto soccorso che all'ingresso esplicitava il fatto che ero lucido e coscente con pupilla normale ecc.. e quindi in grado di guidare e nn essere stato il causante dell'incidente. ok il giudici rimanda a diversi mesi dopo e la sentenza dice che nn accetta il ricorso ma che in sostanza sia giusta sia la mia ipotesi che l'art. contestatomi e quindi in sostanza dovra' decidere tutto il giudice penale! ora vorrei sapere visto che il provvedimento era stato sospeso cosa succedera'? si puo fare qualcosa per evitere di ridare la patente almeno fino a quando nn tocchera decidere al giudice di pace? mi e stata richiesta di fare una visita medica ex art.119 c.d.s. ed esame di rivisone all'esito (positivo) per richedere un duplicato della patente nn so quando pero'! che tipo di esame si riferisce?cosa vuol dire? ho fatto uso di coca 1 settimana fa' risulta?

Risposta:

Ci spiace, ma noi ci occupiamo solo di quanto prevedono gli articoli di legge su alcol e stupefacenti  relativi  al Codice della Strada. Ricorsi e ulteriori applicazioni di legge esulano dalle nostre competenze. Pensiamo sia utile rivolgerti nuovamente al tuo avvocato.

Domanda: analisi patente, 1 volta urine e capello

Salve,a giugno devo sottopormi alle analisi capello e urine..volevo sapere se mi trovano qualcosa dopo 8mesi che non faccio uso di cocaina (saltuariamente) mi troveranno qualcosa visto che mi cercano 3 cm nel capello?e adesso sono lunghi 3cm! Per quanto riguarda le urine le canne non le fumo da 30giorni e faccio parecchio sport,quindi dovrei risultare negativo?(visto che nel capello non cercano il thc secondo le carte).Se risulto negativo alle analisi (visto che mi hanno trovato per la prima volta 1.5 di hashish) ce possibilità di fare qualche ricorso ?Per non farle periodicamente, visto che sono stato trovato in possesso e non sotto effetto? Vi ringrazio ,e mi scuso per le molteplici domande..

Risposta:

 Se non li hai tagliati prima dello smaltimento della sostanza dall'organismo è probabile che nel capello ci sia ancora la presenza di sostanze. Solo il taglio, successivo allo smaltimento, permette al capello di ricrescere senza la presenza della sostanza.

Comunque la negatività eventuale al test non comporta la possibilità di fare un ricorso: una volta iniziati gli accertamenti vengono di solito ripetuti poi negli anni

Condividi contenuti