Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

eroina

Domanda: Prima di prendere il metadone, cosa fare ?

Buon giorno. Sono la mamma di una ragazza di 22 anni che aspira eroina da due anni e mezzo circa. L'abbiamo scoperto venerdi scorso e le ho subito chiesto di rivolgersi al sert, cosa che lei - anche con rabbia - ha accettato di fare. Lunedi andammo insieme ma lei non mi volle nemmeno alla reception. Disperata perchè non so cosa fare e come comportarmi ( ho il timore di fare o dire qualcosa che l'allontani ancora di più e io voglio mantenere quel minuscolo filo che ci può legare ), ho contattato un centro di auto-aiuto dove mi hanno consigliato di dare dei limiti. del tiopo: ok, ti aiutiamo ma smetti con le amicizie, i soldi te li gestiamo noi, devo essere coinvolta in ogni cosa per poterti seguire. o sta alle regole oppure può anche non tornare a casa. Oggi si è lasciata accompagnare al sert ( anche se non sono entrata l colloquio individuale ) e gliene ho parlato ( è quasi impossibile farlo diventa aggressiva e dice che lei ha bisogno di uscire, che in casa chiusa non può stare, insomma... non ci rgge.. ) Le ho proposto di vnire al mare sabato per stare lontana da Firenze, che lòa porto avanti e dietro per mantenere gli impegni col sert... ma si rifiuta... Le ho detto che se esce di casa faccia conto di non tornarci se non per stare alle regole e disintossicarsi davvero. Ma mi sorgono mille domande e dubbi che mi straziano: Ma come si fa tra la decisione di stare chiusa in casa e il primo dosaggio di metadone al sert ? Deve passare per forza dalla crisi di astinenza vero ? Io non posso essere sua complice e permetterle di fumare altra eroina nel frattempo, è proprio questo contro cui lotto per lei !!!! Piuttosto sopportare il suo odio, urla e dolore che aiutarla a farsi con l'eroina.. OPPURE devo laciarla fare finchè al sert non decidono la terapia da seguire ? Non so se sono stata chiara, dovete scusarmi. Sono veramente distrutta e non so che pesce pigliare. Se poteste darmi una mano a comprendere e a sapere come devo comportarmi vi sarei davvero riconoscente. Grazie infinite.

Risposta:

Devo dire che un metodo così lento per iniziare la terapia con metadone non e corretto ed e inaccettabile. 
Per risolvere la questione, se, cara mamma, non riesci a risolverla parlando tu stessa con il responsabile del sert, tieni conto che a Firenze, all'Ospedale di Careggi alla UO di Tossicologia viene svolto un sevizio di pronto soccorso. 
Se una persona si presenta in astinenza da eroina gli viene somministrato il metadone e rilasciato un certificato. Con questo certificato il sert non può che proseguire la terapia stabilita,  dal giorno seguente.
Questo per cominciare. Poi dovresti convincere tua figlia (con le buone) ad autorizzare gli operatori del sert a parlare con te del suo trattamento.
 È sufficiente che lei firmi il modulo di cui tutti i sert sono forniti.
Rispetto al consiglio di mandarla via di casa una risoluzione del genere dovrebbe essere evitata il più possibile e limitata, semmai, a situazioni estreme, e non è certo questo il caso. Sarà comunque un percorso lungo e ci vorrà tanta pazienza e tanto amore. 
I consigli da darti sarebbero tanti, ma sono talmente specifici da dover essere decisi man mano che i fatti andranno avanti. 
Quindi sostanze.info (e i suoi lettori!) restano a tua disposizione per tutto quello che vorrai chiederci.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: Mi faccio di eroina e cocaina da circa 3 anni e mezzo...andai via da casa per andare a vivere con il mio uomo; tra di noi è finita da 3 mesi circa e io, giustamente, sono tornata a casa mia. Un paio di volte tornai sconvolta a casa e ho fatto davvero

casino, così ho promesso ai miei che avrei fatto un percorso al sert e che nn sarei + tornata in quelle condizioni. E da allora ero arrivata a 5 milligrammi di metadone, insomma stavo veramente terminando e non sentivo più nessuno, mi sentivo realmente bene. Unica pecca mi sentivo nervosa, sudavo molto e stavo male per la relazione terminata con il mio ex. Così ho litigato per un po di giorni con mia mamma che ha iniziato a credere che mi drogavo ancora e insomma....m 'hanno cacciato fuori da casa. Io per una settimana ho dormito un po' da amici due sere in spiaggia e adesso sono da 2/3 settimane da mia nonna e i miei se non vado in comunità non mi vogliono più a casa. Ma dico io....io stavo così bene ma perchè m'hanno fatto questo??? io ho ripreso a farmi perchè sono libera una volta ogni settimana o 10 giorni, peggio ancora ogni sera mi sto ubriacando perchè mi sento così sola....e non so che fare! perchè con i miei nn ci voglio più avere a che fare mi hanno abbandonata in un momento bruttissimo per me....un lavoro nn lo trovo , non voglio vendermi per 50€ fetenti...e la mia domanda è cosa posso fare? non esistono posti per chi nn ha una casa?? per favore rispondetemi. iio non voglio andare in comunità io voglio uscirne da sola e so che se vivessi a casa mia....ma che dico io non ho più una casa :(

Risposta:

 Cara lettrice, mi dispiace per la difficile situazione in cui ti trovi.

Difficile darti un consiglio serio. Dovrei conoscere molto meglio la tua situazione. Quali sono i motivi della scelta dei tuoi genitori. Come sono ed erano i vostri rapporti. Quali sono le tue caratteristiche caratteriali e psichiche. Quali sono le tue capacità sociali e lavorative. Se sei disponibile ad una modifica della tua terapia farmacologica. Le tue effettive capacita ad uscirne da sola. I motivi per cui escludi categoricamente un programma di comunità.

Queste e tante altre cose ancora. Penso che solo gli operatori del tuo sert, attraverso dei colloqui approfonditi, possono analizzare con te la tua situazione e darti dei consigli appropriati.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: tramadolo non fa effetto?

salve da un pò prendevo tramadolo per "sballarmi",mi faceva stare bene. ora sono in cura con denibam wellbutrin al mattino e carbamazepina e fluvoxamina la sera. Ho provato oggi col tramadolo (ne ho presi più di 300mg) e non ho avuto il minimo effetto? ho letto che la carba può diminuire l'effetto del tramadolo...opinioni? grazie mille scusate per le multiple domande

Risposta:

 Caro lettore... un ipotesi è che, in parte, possa essere la terapia la “colpevole” che ha stabilizzato i tuoi recettori. Approfitterei di questa situazione per eliminare un rischio di abuso e un fattore di rischio grave per la salute

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: Per Favore aiutatemi a capire come posso fare.

Salve vi ringrazio per tutto e le v.s.risposte molto chiare. Io son Moreno quello che chiedeva per lunghezza capelli. Tutto ok fatto il prelievo. Ma aimè il 28\ 6 causa un mal di denti e il dentista ma solo prescritto antibiotico il 26\ 6 il 28 \ 6 domenica mi sono recato dalla guardia medica spiegando il forte dolore che con oky non passava mi ha fatto una ricetta non ripetibile di 1 scatola di tachidol. 500mg. tre volte al di e stomaco pieno.Io lo preso in una farmacia che e sempre aperta,con ricetta bianca. Che si son tenuti. So che e' colpa mia e dovevo dire che dovevo fare esame capello,ma tra il male e mio padre anziano 87 anni all'ospedale mi son scordato. Anche al s.e.r.t. ho detto e fatto vedere fogli dentista,e non man fatto fare urine. ( sempre a posto da 10 anni. Questo e' l'ultimo anno che vado al s.e.r.t. Poi gli altri esami capelli e peli pubici han dato esito negativo,( avevo caricato 2 e man fermato e chi la paga son io.... per far capire il perche' mi fanno e vogliono esami capello.) va be tanto so di essere a posto. Il problema e che nel prelievo o portato la scatola di tachidol e ma detto che serve la ricetta. Ma mi e' stata ritirata in farmacia,son andato a chiedere una copia ma han gia' spedito le ricette bianche, alla guardia medica ( tra l'altro molti sono in ferie man detto di andare all' asl e chiedere,o meglio dato che al s.e.r.t. mi conoscono, fare un foglio dove dimostrano che o preso il tachidol per mal di denti .Domanda dato che lo preso dal 29 \ 6 al 1 \ 7 poi di martedi sempre festa la guardia medica (un altro distretto ma dato il betacortene ) Io non posso rimanere senza patente per una medicina,e perche' non e' possibile rintracciare ricetta...?? A volte mi sembra di esere dentro una barzelletta,ma aime' e'tutto vero. Ma a tutto c'e soluzione. Cosa mi consigliate di fare, e volevo sapere i miei diritti. Dato che non uso sostanze ed anche le urine lo dicono chiaro. Aspetto una v.s. risposta e VI RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE. Moreno.

Risposta:

Se risultasse una positività per oppiacei all'esame del capello è possibile, con un esame di conferma, determinare il rapporto fra morfina e codeina e distinguere l'assunzione della prima dalla seconda.

Roberto Baronti medico responsabile laboratorio analisi ASL 10 Firenze

Domanda: metadone e zoloft

Gentili dottori io prendo metadone 11ml al giorno e zoloft 50mg ho notato che se un giorno non prendo lo zoloft il metadone non mi copre 24 ore .secondo voi sapendo che lo zoloft interagisce con il metadone può essere possibile che un giorno che non prendo lo zoloft ho bisogno di più metadone?

Risposta:

 La terapia con i due farmaci deve essere fatta nel modo più regolare possibile. Ti sconsiglio di sospendere o variare il dosaggio dell'uno e dell'altro farmaco mentre è in corso la terapia.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: Perchè una volta che diventi assuefatto da qualcosa (oppiacei,bdzp..) anche se le riprendi a distanza di anni lo sei ancora?So che il più alto tasso di od è proprio quando uno ricomincia,ma a me personalmente la stessa dose di anni addietro non fa

nulla di che.Vorrei capire il fenomeno a livello neurologico,oltre che ad altri eventuali aspetti che potrebbero influenzare la situazione.

Risposta:

Il fenomeno di cui tu parli è evidente clinicamente, ma i suoi meccanismi neurologici (come del resto tantissime altri fenomeni che riguardano il nostro cervello) non sono del tutto chiari.
Facciamo innanzi tutto un po' di chiarezza su quello che succede.
La tolleranza in senso stretto in realtà dopo un periodo si sospensione dell'assunzione si abbassa o scompare del tutto. In altre parole se uno era assuefatto ad una certa dose di eroina e poi sospende l'uso di oppiacei per un tempo congruo, la sua tolleranza scompare e, ad esempio, il rischio di overdose è pari a prima di iniziare.
Però, in caso di nuove assunzioni, la velocità con cui la tolleranza si riforma è estremamente più elevata. Bastano pochi giorni per raggiungere una tolleranza che prima era stata raggiunta in mesi.
Diverso è il discorso sulla dipendenza psichica: essa può rimanere presente in maniera costante anche per  molto tempo.
Quali sono le cause neurofisiologiche di questi due fenomeni non è chiaro.
E' come se le cellule nervose mantenessero una memoria di quello con cui erano venute a contatto e siano pronte a modificarsi con grande velocità.  E' qualcosa che potremmo assimilare ai meccanismi che stanno alla base dell'immunità e delle vaccinazioni.
Un esame come la PET mette in evidenza come una persona dipendente da qualcosa (o ex dipendente) ha una reazione cerebrale molto intensa (liberazione di mediatori chimici) se messa di fronte a degli stimoli che ricordano l'oggetto della dipendenza.
A differenza di quanto succede a chi dipendente non è.
 Cosa intendi per "od"?
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: Metadone

Rifaccio la domanda perche prima ho sbagliato email. Prendo 30 mg di metadone da pochi giorni e ho dei problemi quali stitichezza faccio fatica a fare pipìho continuamente il singhiozzo mi si sdoppia la vista se guardo la tv o il computer e faccio fatica a deglutire ho fame ma nn riesco a mangiare tanto sono eccessivamente stanco dormo di giorno e di notte sto sveglio e sudo. È normale? Passera questa fase continuando la terapia? Grazie ciao

Risposta:

 È possibile che la dose sia eccessiva rispetto al tuo livello di tolleranza agli oppiacei. Però questa risposta è valida soltanto se tu non assumi nessun'altra sostanza oppiacea. Chiarito questo, dovresti parlarne con il tuo medico sert. Infatti è possibile che la dose di metadone sia troppo elevata per il tuo livello di tolleranza agli oppiacei.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: ci sono degli effetti collaterali dopo aver concluso la terapia con il metadone?

Dopo un anno e mezzo di terapia, durante la quale non ho toccato quasi niente, scalando molto lentamente sono riuscita a togliermi il metadone. Tutto questo l'ho fatti da sola poiché nel mio sert mi hanno seguita pochissimo sr non per niente, la ti danno il metadone come se fosse acqua...ovviamente senza informarti sulla sostanza e dei suoi effetti sull'organismo. Da quando non lo prendo piu non riesco a dormire, sono agitata, é solo un fattore psicosomatico, ansia...o potrebbe essere per il metadone? Mi sorge spontaneo chiederlo poiché quando lo assumevo dormivo sempre anche nelle situazioni meno opportune..

Risposta:

 Purtroppo non hai scritto da quanto tempo hai concluso la terapia con metadone e nemmeno quando e se hai usato eroina negli ultimi tempi. Se sapessi queste cose potrei risponderti in maniera più precisa. 

In ogni caso, per un certo tempo dopo la fine del trattamento con metadone  possono persistere i disturbi che accusi tu. Poi tendono a scomparire. Però dovresti parlare con il medico del sert di questi tuoi disturbi per valutare insieme cosa fare. 
Potrebbe essere semplicemente opportuno attendere oppure potrebbe essere utile una terapia. 
Solo un approfondito colloquio tra te e il medico può aiutarti a fare la scelta migliore.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: Oppio ed infezioni

Buongiorno, vorrei chiedervi i rischi di infezioni (in particolare Epatite C ) che si corrono mangiando l' oppio. Più nello specifico, io non l'ho mai mangiato, ma sempre e solo fumato ( non su stagnola, per evitare i vapori metallici), vorrei sapere se mangiandolo potrei correre dei rischi riguardo infezioni da Epatite C o similari, come capita, ad esempio, sniffando l'eroina. Tenete conto che l'oppio lo acquisto da un amico che lo produce lui personalmente in Spagna, dunque ho la certezza che non sia tagliato con sostanze esterne. Vi ringrazio anticipatamente per la risposta.

Risposta:

 Il rischio di infezione da epatite C, assumendo per via orale, è piuttosto basso. Il rischio di infezioni virali non è correlato con i tagli con sostanze esterne

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: E' possibile che venga sospesa la terapia al sert per una ricaduta???

Sto con un ragazzo che da 1 anno e mezzo è iscritto al sert e segue la terapia col metadone. Da quando stiamo insieme ha giurato di non aver mai più fatto uso di eroina ma nelle ultime settimane ho notato dei comportamenti strani (tipo ritardi ingiustificati, soldi che sparivano ecc..) così ho controllato tra le sue cose e ho trovato stagnole e una bustina vuota. Lui ha ammesso subito di aver usato, ma per giustificare la sua ricaduta mi ha detto che al sert non gli davano più il metadone perchè gli avevano trovato le urine sporche, dopo che aveva assunto ossicodone e cocaina per una sola volta dopo mesi, e che per questo lo avevano "punito" tant'è che aveva dovuto assumere la roba per non star male..... A me sembra tutto un pò assurdo, soprattutto che gli abbiano sospeso il metadone all'improvviso, vorrei sapere se questo è possibile o se si tratta solo di una giustificazione per la ricaduta, considerando che prima di stare con me ne ha avute altre. Vorrei il vostro parere grazie!!

Risposta:

dato che è prassi comune e accettata da molto ser.t., la cosa più semplice è quella di chiedere a lui di poter parlare con gli operatori del servizio (su richiesta del paziente la cosa può essere concessa).

Se si rifuta, la risposta ai tuoi dubbi sui suoi consumi di sostanze, è abbastanza evidente...

Condividi contenuti