Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

eroina

Domanda: ho perso il mio affido di metadone ( 1 boccia su 2 ),domani e domenica il sert è chiuso,quindi pensavo di andare dalla guardia medica e fammelo prescrivere..si può fare???è legale???si trova in commercio??

Risposta:

difficile che la guardia medica sia in grado di somministrarti il metadone. Molto probabilmente ti invieranno all'ospedale più vicino dove ci sarà senz'altro un ambulatorio per le dipendenze dove possono somministrarti anche il metadone

Domanda: Se io vado da l"altro Sert nell altra Provincia e non dico che gia facevo terapia di metadone,loro non possono controlare?Non voglio che loro sanno.

Risposta:

 di solito sono dati che vengono intrecciati digitalmente tra i vari sert

Domanda: salve, mi piacerebbe sapere se, nel caso si prenda una dose decisamente superiore al bisogno giornaliero di metadone quali siano i rischi a cui si incore. tipo se uno ne deve prendere 40 ml ne prende 400. grazie per l'eventuale risposta saluti franc.

salve, mi piacerebbe sapere se, nel caso si prenda una dose decisamente superiore al bisogno giornaliero di metadone quali siano i rischi a cui si incorre. (tipo se uno ne deve prendere 40 ml ne prende 400). grazie per l'eventuale risposta saluti franc.

Risposta:

 Si rischia la morte per overdose.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: salve vorrei sapere se ieri ho usato eroina e ora uso diuretici facendo l esame urine domani risultano positive all eroina?

Risposta:

 di solito i diuretici non servono a niente. In alcuni casi rendono le urine talmente diluite che è impossibile effettuare il test. 

Domanda: Ad ogni ricaduta da eroina i tempi per arrivare ad una 'dipendenza globale' si accorciano?Perchè?E l'oppio è più gestibile?So che non mi direte che è una valida alternativa,ma una fumata ogni tanto è meglio che una pera 'ogni tanto' (sih..),no?

Risposta:

 La mia risposta alla prima domanda è si. Ad ogni ricaduta i tempi si accorciano. E anche molto, può bastare un solo uso.

Alla tua seconda domanda rispondo pure si. In effetti la pericolosità di una fumata d'oppio è inferiore a quella di una iniezione endovenosa di eroina. In particolare per quanto riguarda il pericolo di morire per overdose che quello di danni dovuti ad infezioni.
Non è così per quanto riguarda la dipendenza. Nell'uno e nell'altro caso può essere molto intensa, senza particolari differenze.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: perchè si inizia con l'eroina pur sapendo a cosa si va in contro?

il mio miglior amico si fà di eroina,io gli voglio un bene dell'anima perchè ci conosciamo da quando eravamo ragazzini e insieme abbiamo condiviso gioe,dolori e stronzate,lui è diverso,è diverso dagli altri miei amici,è un ragazzo particolare,fuori dagli schemi, scrive libri,poesie e riflessioni,ha disturbi di personalità, è il ragazzo più sensibile,timido e leale che conosca ma allo stesso tempo è anche il più ribelle,non so che problema abbia e perchè ha cominciato,so solo che psicologicamente sta male (già da prima che si faceva) e che non è piú il ragazzo solare e ironuco di prima,sicuramente ha dei problemi,me lo ha accennato ma non ne parla,io vorrei salvarlo perchè gli voglio troppo bene,io sono ateo ma per le curcostanze in cui ci siamo conosciuti,l'affetto che é nato tra di noi,ho molti amici ma se nn avessi conosciuto lui ora non saprei davvero cos'è l'amicizia, a volte nella vita succedono degli eventi che sembrano studiati a tavolino da qualcuno,come se la vita fosse un copione già scritto da qualcuno,beh io spero che il mio miglior amico faccia per sempre parte del mio "copione"

Risposta:

 Ciao! Quello che scrivi sull’amicizia è davvero molto intenso e profondo e fa capire quanto tu tenga al tuo amico. Amicizia è stare accanto ad una persona cui vuoi bene, parlando, ascoltando e tacendo a seconda dei momenti e delle situazioni. E la cosa il più delle volte è reciproca. Quello che non possiamo fare  (nemmeno con I nostri migliori amici) è salvarli . E non è questione di fede ma una questione di scelte. Solo il tuo amico può scegliere se smettere di usare l’eroina o se continuare… ma tu in tutto questo la cosa più potente che puoi fare è essergli vicino, ascoltarlo se ha voglia di parlare, dirgli quello che pensi ma non per salvarlo… per fargli capire che tu ci sei, che a lui ci tieni e che lui è davvero importante per te.. questo potrebbe fargli vedere la vita anche da un’altra prospettiva. Ovviamente più nel concreto potresti convincerlo a parlarne con qualcuno oltre a te (famiglia? Professionisti del settore? ) per indirizzarlo da qualcuno che abbia le competenze per sostenerlo in questo momento difficile ed aiutarlo a trovare dentro di se le risorse necessarie ad affrontare tutto questo. Fammi sapere. 

Federica Gamberale psicologa sostanze.info

Domanda: una persona che usa eroina da 2 mesi ma che non è dipendente fisicamente ma solo psicologicamente puó rivolgersi al sert?

Risposta:

 certamente, anzi è assolutamente consigliabile per affrontare subito il problema

Domanda: buon giorno,se devo fare esami del sangue specifici x patente e tre settimane fa ho usato eroina risulra?

Risposta:

 se sono urine no, se è un esame del capello si

Domanda: salve vi prego aiutatemi!!

4 giorni fa mi sono fatta 2 fuori vena di eroina sul collo del piede,adesso e gonfiato in maniera sproporzionata mi fa malissimo(quasi da non poter camminare nonostante io lo faccio) ed e indurito,ieri ho iniziato terapia antibiotica,nimesulide e lo metto in ammollo con acqua calda. Mi sto preoccupando seriamente anche se sinceramente mi vergogno ad andare in ospedale. Cos altro posso fare? E rischio che la situazione sia davvero grave?grazie in anticipo per la vostra risposta.

Risposta:

 Cara lettrice, in effetti la situazione può essere rischiosa. È opportuno che ti faccia visitare da un medico. Infatti la terapia che stai facendo potrebbe non essere sufficiente. L'arto inferiore è una zona a rischio. In particolare una diffusione dell'infezione ai vasi può creare dei danni gravi (fino al decesso!). Mi rendo conto della tua difficoltà di recarti in ospedale, ma sarebbe proprio importante farlo. Tienimi informato.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: Posso con la siringa aspirare non volendo un capillare?

Salve, sono una tossicodipendente da molti anni, smetto e riprendo con intervalli anche annuali. Ho ripreso da circa tre anni e tiro eroina...ultimamente avevo deciso di smettere e sono stata quasi due settimane senza. Ho deciso di riprendere a causa di alcuni problemi che non riesco a sostenere e ho ripreso da una settimana iniettandomela endovena. Stanotte ho notato che la siringa si era otturata, levandola è iniziato a uscire sangue a fiumi e ho notato che all'interno della siringa c'era del sangue denso elastico e filamentoso, può essere parte di un capillare? Dopo qualche minuto l'emorragia si è frenata, premetto che è molto difficile trovarmi le vene anche per i prelievi e che anche gli infermieri spesso hanno difficoltà quindi non vorrei aver preso invece che una vena un capillare e averlo aspirato involontariamente. Può succedere? Se non un capillare cos'era quel grumo di sangue? Ho deciso di cercare di non farmi ogni giorno e diminuire notevolmente comunque. Aspetto una vostra risposta per capire cosa è successo sono molto spaventata, pregavo che l'emorragia finisse in quanto avevo paura di andare in ospedale perché la mia famiglia è conosciuta ed è ovviamente all'oscuro di ciò. Grazie per l'aiuto siete la mia unica fonte d'informazione per me ed i miei amici.

Risposta:

 Cara lettrice, non hai aspirato nessun capillare. Stai tranquilla. 

Hai semplicemente aspirato del sangue che si è in parte coagulato. 
Questo episodio non ha niente di particolare, invece, da quello che mi racconti, mi sembra di capire che il tuo rapporto con l'eroina è molto complicato ed hai sviluppato una dipendenza psichica piuttosto importante. D'altra parte mi dici anche che vuoi smettere. Forse per riuscirci, ed evirare di trovarti in una situazione ancora peggiore, dovresti chiedere aiuto a chi può dartelo.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info
Condividi contenuti