Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

eroina

Domanda: Metadone e seroquel?

Salve, Vorrei porvi una domanda. Cosa ne pensate dell'associazione di metadone e del farmaco seroquel? Attualmente sono in cura con entrambi i farmaci sopracitati.. Ho letto che è un "associazione" pericolosa per il cuore, è vero?? Il mio medico non mi ha detto nulla di ciò... Comunque sono un ragazzo molto giovane.. Grazie

Risposta:

 Non ci sono controindicazioni all'uso contemporaneo di questi due farmaci. Puoi stare tranquillo.

Domanda: SCALAGGIO METADONE-PSICOFARMACI-SOSTITUTIVO FINALE

Salve è da un po' di tempo che vi scrivo e purtroppo a volte sono rimasto deluso perché non ho ricevuto risposta ad alcune delle mie domande (e di questo ne sono sicuro) fatte qualche mese fa o un paio di settimane fa. Ma c'è un motivo in particolare se non rispondete a tutte le domande, oppure perché le trovate inopportune? Per favore rispondetemi a questa domanda perché ho bisogno di capire, ma la domanda principale è un'altra. Sto scalando con il metadone (e sono arrivato quasi alla fine) e sinceramente mi sono anche aiutato con qualche benzodiazepina come rivotril, tavor o lexotan ma solo a dosaggi bassi come per esempio un giorno assumevo 2mg di rivotril se mi sentivo più agitato oppure qualche altro giorno se non riuscivo a domire prendevo2,5mg di tavor e se a volte non bastava prendevo qualche milligrammo in più ma a distanza di ore e non più di 2 assunzioni in 24 ore. Io sono molto consapevole dei rischi delle benzodiazepine e per questo motivo le uso solo per bisogno necessario (poi io sono sempre stato un tipo molto ansioso già per conto mio) e comunque non le ho mai usate per più di tre mesi e ho fatto pause molto lunghe prima di riprendere le benzo addirittura sono stato 3 anni senza prendere neanche mezza pastiglia e questo perché non ne avevo bisogno ma ora le sto usando (cercando di farlo solo a bisogno e il meno possibile) perché anche se i recettori degli oppiacei sono diversi da quelli delle benzodiazepine, comunque mi aiutano lo stesso nello scalaggio del metadone e hanno aiutato anche molte persone durante le fasi cruciali delle astinenze (anche se non sempre vanno bene e addirittura molte persone sono passate da una dipendenza all'altra oppure sono state rovinate da questi farmaci) ma io sto parlando della mia situazione personale e dico che a me hanno anche aiutato a non pensare all'eroina perché senza le benzo avevo spesso le ricadute e anche se prendevo il metadone a dosaggi alti, pensavo quasi sempre all'eroina e da un giorno all'altro tornavo a fumarla e ci ricadevo spesso (e addio a tutti i progressi fatti). Inoltre ho la capacità di fermarmi con le benzodiazepine quando non ne ho più bisogno e ripeto che nella mia vita non le ho mai usate per più di 2-3 mesi al massimo e ho iniziato a prenderle veramente nel 2010, ma da allora le ho usate davvero molto poco e la pausa più grande senza toccarle è stata dall'estate del 2012 che le usavo poco e niente a ricominciare quest'anno. Quello che voglio dire è, visto che ho quasi finito lo scalaggio del metadone andrebbe bene usare un farmaco più leggero (ossicodone per esempio per qualche settimana) per non sentire i sintomi finali dell'interruzione del metadone, oppure come mi ha consigliato un medico del sert di prendere qualche benzodiazepina per un po' dopo aver smesso completamente con il metadone? Voglio anche dire che se voi mi consigliate di prendere l'ossicodone per esempio alla fine dello scalaggio, io lo faccio sempre presente ai medici del sert anche perché tempo fa gli ho accennato una simile intenzione ma li ancora non stavo scalando con il metadone (e ogni tanto fumavo ancora eroina). Sto cercando di impegnarmi sul serio stavolta perché per anni ho abusato di eroina (e tante altre droghe in passato e ho 25 anni ma è una vita che mi drogo) e vorrei togliermi almeno l'astinenza fisica e poi lavorare su quella mentale più avanti, e so che li sarà più dura perché non è la prima volta che smetto o che provo a smettere. Oltre al parere del sert vorrei sapere anche il vostro grazie per le risposte.

Risposta:

 Ti rispondo. Innanzi tutto devo sollevare il dubbio sull'opportunità di concludere la terapia con il metadone in un periodo in cui, come dici tu, la tua dipendenza psichica all'eroina è ancora intensa. Ma immagino che di questa scelta tu ne abbia parlato con il medico del sert e mi piacerebbe sapere cosa ne pensa lui. Togliere il metadone in questa fase provoca un aumento del craving e rischio di overdose.

Detto questo, per rispondere alla tua domanda, ti dico che non sono d'accordo sul passaggio ad un altro oppiaceo. La cosa migliore da fare è un abbassamento molto lento della dose del metadone, alternato da pause, fino a raggiungere un dosaggio molto basso prima di abbandonarlo. In questo modo i disturbi dell'astinenza sono molto ridotti ed accettabili.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info
PS 
"è da un po' di tempo che vi scrivo e purtroppo a volte sono rimasto deluso perché non ho ricevuto risposta ad alcune delle mie domande (e di questo ne sono sicuro) fatte qualche mese fa o un paio di settimane fa. Ma c'è un motivo in particolare se non rispondete a tutte le domande, oppure perché le trovate inopportune?"
alla risposta del dr. Scelfo ci preme aggiungere che il problema - come ti abbiamo altre volte scritto - non dipende da una nostra scelta o selezione su cosa e a chi rispondere. Rispondiamo sempre e a tutti. Il problema è che ti ostini a non mettere un indirizzo mail. Quindi non ricevi l'avviso con il link diretto alla nostra risposta, che viene inviato appena pubblichiamo la risposta.
Questo forse rende per te molto difficile ritrovare la tua domanda e la nostra risposta, dato che riceviamo (e pubblichiamo) almeno un centinaio di risposte al giorno...
La Redazione

Domanda: Domanda su astinenza subutex

Salve, so che ci sono già state persone che lo hanno chiesto ma siccome ho visto gente che descriveva sintomi differenti e di differente durata credo che ogni caso sia un po' differente dall'altro. Io ad esempio che non uso eroina regolarmente è più di due anni a parte 2 o 3 volte che ho usato, però da un anno sono pulito completamente. Ora ho deciso di togliermi anche sto maledetto subutex perché essere sempre vincolato da qualcosa mi scoccia. Ora ad esempio sono all'estero e ci rimarrò fino a metà dicembre oggi è il 3 giorno senza buprenofina e devo dire che non sta andando così male come molti dicevano, anche perché ho scalato fino ad arrivare a dividere in 4 una pastiglia da 2 mg. Però devo dire che non è che mi sento proprio un leone, la cosa che più mi disturba sono i frequenti sbadigli ma soprattutto la "letargia". Se qualche volta fatico a dormire prendo qualche goccia di xanax che un po' aiuta. Ma per questa benedetta voglia di far nulla c'è qualche cosa che si può fare?? se no quanto durerà più o meno? perché io in teoria dovrei cercarmi un lavoro qua ma in queste condizioni manco ho voglia di alzarmi per fumare una sigaretta a momenti.. ripeto non è tanto lo stare male che non mi fa alzare ma questa sensazione di fiacchezza generale... per il resto a parte qualche sbalzo di temperatura che riesco più o meno a controllare con docce, coperte ecc non è così terribile, dipenderà forse anche dal fatto che voglio una volta per tutte chiudere con questa storia non ne posso di più di essere vincolato da qualcosa e che devo organizzare le mie settimane in base a quando devo andare a prendere la terapia al sert.. grazie in anticipo per l'aiuto. Saluti

Risposta:

 Non so quanto possa durare anche perché sembra un quadro legato non solo ad un aspetto prettamente fisico ma anche psicologico. Come se “mancasse qualcosa” e il tuo livello energetico si fosse abbassato.

Prova a contrastare questa tendenza magari facendo del movimento o un attività sportiva, anche leggera e dedicati a cose piacevoli e rilassanti. Prova a riempire il vuoto che si è creato senza farmaco

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: e' vero che il sert puo' darti il suboxone (o meglio un medico o max due) per tanti anni sempre contro la tua piu' assoluta volonta' anche quando non usi niente da anni?

Risposta:

 Nessuna terapia può essere imposta a nessuno, secondo la legge italiana. 

Ad eccezione di rari casi in cui possa essere ritenuto utile il TSO (trattamento sanitario obbligatorio). Ma questo prevede una procedura particolare e non è certo il tuo caso.
La terapia della dipendenza da eroina è quindi libera scelta di chi la fa e non può essere imposta. Può essere ovviamente consigliata ed in certi casi, a causa di difficoltà a smettere l'uso di eroina, essa può essere utile per molti anni.
Questo in generale. Se vuoi specificarmi meglio la situazione a cui fai riferimento, posso provare a risponderti in maniera più precisa.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: comunita`:libera di scegliere dove andare

Per esigenze di studio ,mi sn trasferita in un altra regione ,li mi sniscritta al sert ,e anche dopo aver finito gli studi e sn tornata a casa,ho continuato a viaggiare per rimanere in quel sert .Ho deciso di entrare in una comunita`di quella stessa regione ,era tutto pronto ,avevo sostenuto colloqui e preparato le valigie ,mancava solo il benestare del mio sert di appartenenza.Ma stranamente. la direttrice. (fresca di nomina)me la nega ,asserendo che devo andare in una comunita`della mia regione .Ora ,senza numerare le molteplici motivazioni che mi hanno spinto a scegliere una comunita`fuori regione (privacy,evitare contatti una volta uscita di li con persone che hanno lo stesso vizio mio e sn contattabili facilmente dato che abitiamo praticamente vicine , e altro ancora...) ,penso di avere il sacrosanto diritto di scegliere dove andare a curarmi .I miei medici mi danno ragione ,e anche i medici sottoposti alla direttrice la pensano come me ,ma la "signora"si limita a ,temporeggiare, prima stava in malattia,poi si viene a sapere che sta quasi sempre alla sede centrale. Limitandosi a poche sporadiche visite al sert che dovrebbe dirigere.Io vorrei parlarle,ma come ho detto nn c`e`mai,e intanto il tempo passa .Ma nn dovrebbero. aiutarci anziche`ostacolarci ?allora devo pensare che ci sn degliinteressi..sotto ,.La domanda che mi preme e `:per legge ho diritto ad andare a curarmi dove voglio ?se e`si ,come devo comportarmi affinche`cio`avvenga?grazie anticipatamente per la risposta !

Risposta:

 Il diritto alla cura (ed alla scelta dei luoghi di cura) è assicurato per legge ad ogni cittadino italiano. Il che vale anche per i pazienti tossicodipendenti.

Esistono però delle norme nel campo della tossicodipendenza - che ogni Regione applica secondo proprie modalità - per cui la scelta di una comunità deve avvenire nel proprio luogo di residenza e non paga le rette previste per la permanenza in comunità se questa è fuori regione.

La cosa però non è strettamente legata alla residenza ma al luogo iniziale di cura (per capirsi il ser.t. dove ti stai curando).

Quindi l'atteggiamento di chi ti sta dicendo che non puoi andarci è teoricamente corretto, ma onestamente un pò eccessivo. Ovvero non sei residente in quella regione, ma ti ci stai curando da tempo. Quindi potresti tranquillamente anche proseguire le tue cure in una comunità di questa stessa regione.

 

Domanda: soffro di attacchi di panico,ormai da un anno se fumo uno spinello mi vengono attacchi fortissimi.Abuso di alcol e benzodiazepine e non fumo più erba x gli attacchi che mi provoca.La domanda è: posso tirare eroina o farsi di roba puo causare panico?

Rispondete solo alla domanda per favore. So già i rischi che porta l'eroina,morte,assuefazione,dipendenza ecc. Ma la mia domanda è solo questa,farsi di eroina può scatenate,nell'immediato,ovvero subito dopo fatti,un attacco di panico simile a quello che provocano gli spinelli? Grazie per le risposte.

Risposta:

 Gli oppiacei in genere non provocano attacchi di panico.

Domanda: metadone

Buongiorno volevo fare una domanda riguardo al metadone: ho usato metadone in endovenosa per 2 anni da un dosaggio di 12(60) a un dosaggio di 24 (120) quasi tutti i giorni. Sono riuscito a smettere di bucarmi dal gennaio 2012 quasi 4 anni e smesso di berlo dopo 6 anni di sert da 1 anno e mezzo sto facendo dello sport ho 26 anni ma ho smesso perché ero stato male probilmente dall abuso di farmaci e metà in vena mi era venuto tipo un attacco al sistema nervoso perdevo i sensi ogni 2 minuti ed è durato per circa 10 ore poi mi è passato e mi anno dimesso. temevo di morire volevo chiedere se il malessere era dovuto a quello e se ora a distanza di 4 anni posso avere ancora conseguenze ? Poi da quando ho tolto il metadone non riesco ancora a dormire e sento ancora i residui del metadone nel corpo (male gola catarro naso e tira nervi formicolii quando dormo e respiro male ) quanto tempo devo aspettare ancora prima che i sintomi spariscono e col tempo se non tocco più niente il fisico si riabilita? Mi consigliate di prendere qualcosa? Grazie per l'attenzione auguro una buona giornata

Risposta:

 Direi che è probabile che quei malesseri fossero legati all'abuso di sostanze. Fai una visita sportiva, magari, prima di riprendere. Se dopo questa però tutto fosse a posto, ti consiglio di riprendere a fare sport che velocizzerà anche la ripresa completa dalla disintossicazione.

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: metadone e anti dolorifici

salve vorrei sapere se ci sono delle cure o antidolorifici da prendere per 2-3 settimane non oppioidi da sostituire con 30mg di metadone che risultino efficaci che nn ti facciano sentire l'astinenza.. e come si possono avere tipo tramite ricetta semplice dal medico o somministrati da una clinica specialistica?

Risposta:

 E' molto difficile che degli analgesici non oppioidi siano in grado di consentire una disintossicazione da 30 mg di metadone indolore. Qualsiasi sia il farmaco scelto i benefici non possono che essere molto limitati in una situazione di questo genere.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: non usavo droghe da 2 anni poi ho avuto una ricaduta e ho fatto uso di eroina per un mese e mezzo tutti i giorni.Dopo un altro mese e mezzo mi sono rasato i capelli, posso risultare positivo ad un eventuale esame del capello? grazie

Risposta:

 non dovresti

Domanda: Tolleranza metadone?

Ciao, da circa 5 mesi assumo metadone, ma solo da un mese ho smetto completamente con l'eroina.. Adesso assumo 125 mg di metadone concentrato, inizialmente andava tutto bene ma da qualche giorno mi sembra faccia "meno effetto", non so se si tratta di un fattore psicologico ( oppure magari sono un po' influenzato ) ; comunque mi sveglio un sacco di volte la notte , ho dei dolori abbastanza sopportabili e sopratutto sono sudato... Il medico mi ha detto che deve stabilizzarsi bene dato che fino poco fa usavo ancora eroina, ma allora perché all'inizio andava bene e ora no? Sono sintomi di astinenza? Grazie!!

Risposta:

Penso ci sia una sommatoria di cause come per esempio una possibile influenza. Aspetta qualche giorno vedrai che tutto si ristabilizza

Laura Calviani medico sostanze.info

Condividi contenuti