Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

eroina

Domanda: Ibogaina

Contro la dipendenza da eroina, senza sintomi astinenziali, o comunque altamente ridotti. Funziona davvero?

Risposta:

i  pareri sono estremamente discordi. In ogni caso il superamento della sindrome astinenziale (ammesso che l'ibogaina serva a farla superare con più facilità di altri farmaci molto più sperimentati) poca cosa è rispetto al superamento della dipendenza in quanto la dipendenza psichica è il vero problema. E questa nessun metodo di disintossicazione è in grado di vincerla.

Domanda: Conoscete il Levometadone ? E qualche dubbio sui miei medici curanti !!!

Salve , Volevo chiedervi informazioni , ma purtoppo so´che non sara´facile , io vivo in germania e la situazione e´forse un po´diversa da quella italiana . Ho fatto uso di eroina per 3 anni , via naso . Purtoppo l ignioranza e la mala informazzione sono stati il mio nemico numero uno . Piu di un anno fa´ quando ho deciso di smettere mi sono fatto ricoverare per una disintossicazione a freddo in clinica , il problema e´stato che sono passato da 3 grammi di eroina giornalieri a zero e per 2 settimane in ospedale ho visto l inferno .Ovviamente non ha funzionato , sono uscito dall ospedale con una depressione pesante e sono ricaduto nell eroina . . Poi per 6 mesi ho preso metadone , lo prendevo al mercato nero 2 ml al giorno( non molto ) , ogni 12 ore e a secco , il tutto perche non avevo idea di come funzionasse , sono anche una persona che, oltre a fare sciocchezze , si tiene tutto per se , non ho mai detto a nessuno che usavo eroina , ed ho sempre voluto fare tutto da solo . Ho perso tante cose , la mia ragazza e molti amici , quindi ora sto´lottando anche con questo peso . Per fortuna ho deciso di farmi aiutare e vado al "sert" tedesco diciamo , qui funziona diversamente, ho il mio medico e vado nella sua clinica 3 volte a settimana a prendere il metadone , una volta a settimana mi controllano le urine . Sono da 7 mesi in sostituzione da loro . Da quando sono da loro la mia situazione e´molto migliorata , la regolarita´ed i controlli mi hanno aiutato ed in 7 mesi , partendo da 2 ml di metadone ( che penso rispetto a quello italiano sia concentrato ) adesso sono arrivato a 2,5 mg di Levometadone in pastiglie , che penso siano 0.1 ml di metadone . Il cambio e´stato per tutti nella clinica . Non so´se voi lo conoscete . Il fatto e´che non ho molte informazioni sul Levometadone e mi piacerebbe sapere che differenze ci sono con il metadone ed il subotex. Dato che si puo´scalare fino a dosi piu´piccole rispetto al metadone a me piacerebbe continuare ma la scorsa settimana il mio medico curante mi ha detto che dovrei passare al subotex per avere maggiore chiarezza in testa , ovviamente mi spaventa questa chiarezza , che io collego con depressione , ma quello che mi ha turbato e´ stato il fatto che ha mi ha detto che dovro´stare ancora 1 anno in trattamento . Benvenga , sappiamo ormai che per uscire da questo incubo ci vuole tempo e pazienza , ma il mio dubbio e´cresciuto quando 2 giorni dopo , volevo abbassare ulteriormente la dose ed ho parlato con un giovane medico sostituto che mi ha riso in faccia dicendomi che la dose che prendevo era omeopatica . Dato che forse davvero ancora non riesco a ragionale lucidamente , mi sono venuti dei dubbi su entrambi i medici , io sono un paziente privato , cioe il mio dottore guadagnia su di me molto di piu´rispetto ad altri pazzienti , e questo e´il primo dubbio , ripeto , non penso che sia come in italia , qui il dottore ha la sua clinica e´guadagnia su ogni paziente . Sul secondo dottore ho anche dei dubbi , soprattutto per la risata e le poche spiegazioni , mi ha liquidato con questa parola " Omeopatica " , che mi e´rimasta inpressa in mente . Ora dovro´parlare nuovamente con il mio medico e chiedere spiegazioni . Ma mi farebbe piacere sapere cosa ne pensate . Non so´neppure se alla fine una risposta cambierebbe la mia situazione , in fin dei conti se la dose e´ bassa " omeopatica " ben venga e se devo proseguire per un anno a prendere Subotex va´ bene comunque , anche se dovro spendere molti soldi , di tasca mia , dato che la mia assicurazione non mi paga il farmaco . Il tutto e´nato perche avevo chiesto al mio dottore se a fine marzo sarei potuto andare 3 settimane in vacanza in messico a trovare dei parenti , sono 2 anni che lavoro quasi tutti i giorni , sabato e domenica compresi . Anche se mentalmente mi sento bene , vorrei staccare un attimo . E vorrei continuare a scalare il Levometadone e non il Subotex . Nel vostro blog ho letto spesso che passare a Subotex e´meglio , dato che crea minore dipendenza . Ma anche rispetto al Levometadone ? Complimenti per il lavoro e l impegnio che mettete . E scusate se magari pongo temi che a voi in italia non servono , infatti forse il levometadone ancora non e´usato li . Grazie … Fr.

Risposta:

Il levometadone è un metabolita del metadone. Praticamente ti somministrano la parte già attiva, quella che funziona, risparmiandoti quella inattiva che qui in Italia i ns pazienti sono “costretti” ad assumere. Quindi mi pare molto meglio. Non conosco i dosaggi ma direi che il dosaggio che assumi è basso. Per il resto, visto che stai bene, ti consiglierei di proseguire ancora per un po' di tempo come consigliato dal medico che ti segue. Sul passaggio a buprenorfina invece sarei più perplessa: se stai bene ad un dosaggio così basso perchè cambiare?

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: quanto dannoso e iniettarsi il metadone rispetto all'eroina cioe,logico che entrambi creino danni ma quali danni può creare il metadone cloridrato per esser chiari quello senza zuccheri? grazie anticipatamente per il vostro utilissimo servizio

Risposta:

I rischi sono simili. Morte per overdose principalmente. E poi danni alle vene provocati orincipalmente dallo zucchero (che è presente anche nel metadone allo 0.5 per cento!). Danni polmonari.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: quante ore dall ultima dose..devi aspettare prima di prendere subxona?

Risposta:

 Le indicazioni sono almeno 4-5 ore di distanza ma io ti consiglierei di aspettare il più possibile. Meglio quando  compaiono i primi segni di astinenza.

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: dopo tre mesi di assunzione di eroina (via ago) c'è pericolo di esser gia dipendendi?

Cara lettrice, susa pe il ritardo con cui ti rispondo. Il tuo racconto fa pensare che tu una dipendenza dall'eroina ce l'abbia già. Purtroppo. Il problema infatti non è la dipendenza fisica (che in queste settimane sei riuscita a vincere) ma quella psichica, che poi è il vero problema ti tutte le dipendenze. Ed essa non ha a che fare solo con il periodo di uso endovenoso della sostanza ma anche con l'uso che ne hai fatto precedentemente fumandola. La paura che ho quindi è che dopo questo periodo di astinenza (che sembra legato all'assenza del tuo ragazzo), tu possa ricadere nell'uso. Penso che dovresti chiedere aiuto ai tuoi genitori e poi al sert per ridurre il pericolo di ricominciare. Non dimenticare poi che in questo momento sei ad alto rischio di overdose mortale.

Risposta:

Cara lettrice, susa pe il ritardo con cui ti rispondo. Il tuo racconto fa pensare che tu una dipendenza dall'eroina ce l'abbia già. Purtroppo. Il problema infatti non è la dipendenza fisica (che in queste settimane sei riuscita a vincere) ma quella psichica, che poi è il vero problema di tutte le dipendenze. Ed essa non ha a che fare solo con il periodo di uso endovenoso della sostanza ma anche con l'uso che ne hai fatto precedentemente fumandola. La paura che ho quindi è che dopo questo periodo di astinenza (che sembra legato all'assenza del tuo ragazzo), tu possa ricadere nell'uso. Penso che dovresti chiedere aiuto ai tuoi genitori e poi al sert per ridurre il pericolo di ricominciare. Non dimenticare poi che in questo momento sei ad alto rischio di overdose mortale.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: Buongiorno, avrei necessità di sapere se una dose di metadone 40 mg, dopo la sospensione di antaxone da circa una settimana (dopo un trattamento di circa 11 mesi), può provocare overdose e con quale probabilità. Grazie

Risposta:

E’ possible, e con una elevata probabilità

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: Ciao a tutti, sono ho consumato saltuariamente eroina (fumata e sniffata) per anni stando sempre attento a non farlo per più di due volte consecutive per non giungere alla dipendenza fisica. Quest'anno però una serie di vicissitudini personali mi ha

portato a usare eroina (circa mezzo grammo / un grammo quotidianamente dal 1 al 26 dicembre. adesso è il terzo giorno che sono pulito. è stata durissima e ancora sto male. ho fatto tutto senza alcun tipo di sostanza sostitutiva o analgesica (giusto qualche, ininfluente, aspirina). Purtroppo ancora oggi permane lo stato di freddo continuo e l'apatia. Spero che domani (4 giorno) starò meglio. Non auguro a nessuno quello che ho vissuto, spero che tutta questa sofferenza (i pianti, le notti insonni, i brividi continui) mi servano da lezione a non ricascarci mai più in questa fottuta merda. Ho cominciato anche a vedere una psicologa per cercare di risolvere i problemi che stanno alla base, ormai ho 30 anni e non posso più rimandare. Amici ex tossici mi dicono che sono un pazzo ad averlo fatto così, senza nessuna terapia e che questo aumenterà il rischio di ricaduta. Volevo in merito un parere degli esperti, ormai è il terzo giorno che sono pulito ma i tremori e la sensazione di malessere perdurano. è bene che mi rivolga a qualche sert o simili o mi conviene resistere al dolore spinto da questa forte determinazione che ho a non ricascarci mai più. Un saluto e grazie dell'aiuto che fornite.

Risposta:

Caro lettore, la motivazione che in questo momento hai a farcela certamente ti è di grande aiuto. E ti può esserlo per andare avanti in questa fase dolorosa della tua vita. La scelta di fare una psicoterapia mi sembra buona. Tu mi chiedi se è meglio rivolgerti ad un sert oppure no. Io penso che una risposta alla tua domanda la pul dare solo il tempo. Se riesci a superare questa crisi e non riusare più eroina, penso che puoi continuare la strada che hai intrapreso. Se invece dovessi ricaderci anche una sola volta, penso dhe sia prudente chiedere immediatamente aiuto. E' necessario anche che tu parli alla psicologa del tuo uso di eroina.

Domanda: Quarta volta che ripeto la domanda. Puo' l'astinenza da metadone causare febbre? Se non lo sapete potete anche scriverlo, nessuno vi insulta.

Risposta:

 (quarta risposta)

La riduzione della dose del metadono non provoca febbre. La sua causa va cercata meglio. Penso che sarebbe utile la consulenza di un medico internista o infettivologo. Tieni conto però che non sempre una causa viene trovata e alla fine il problema passa spontaneamente.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: buongiorno a tutti voi io devo andare in via definitiva in inghilterra a Bournemouth e prendo una terapia di metadone che al piu presto cambierò col subutex a chi mi devo rivolgere una volta li? grazie e aspetto una vostra risposta Oty

Risposta:

La cosa migliore è chiamare, il consolato italiano in Gran Bretagna prima di partire. Il medico del sert poi dovrà mettersi in contatto con il servizio presente nella zona dove andrai a vivere per concordare il proseguimento della terapia. Altre notizie puoi trovarle all'indirizzo:www.indro-online.de/travel.htm

Domanda: sono una ragazza di 23 anni e purtroppo è da quanche anno che uso eroina ma non tutti i giorni...prendo anhe il subotex e cerco di non usare sempre...ma ogni volta che uso continuo a vomitare vomitare e vomitare....persino l abile...perkè?

perchè?? continuo a vomitare... ormai non sono piu all inizio ma è come se il mio corpo la rifiutasse....

Risposta:

La spiegazione sta nel fatto che evidentemente il tuo centro cerebrale del vomito è molto sensibile all'effetto dell'eroina. PIù di quello di altri. Non c'è niente di cui meravigliarsi. Ogni persona ha le sue caratteristiche.

Condividi contenuti