Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

effetti delle sostanze

Domanda: Volevo sapere per potere fare con tranquillità il test sul capello (etg) fare un test facendo tre volte(una al mese ) l esame cdt. Cosi se nei tre mesi del capello ho un risultato negativo di cdt sarò certo che sará negativo anche l esito dell esame

Risposta:

La correlazione è più al contrario: se non abusi di alcol per 3 mesi l'ETG nel capello sarà nella norma (di conseguenza anche la CDT)
 

Domanda: Salve fumo più o meno 1canna al giorno da 1 anno, ora non più da 3 gg e fra 15-20 giorni dovrei fare il test delle urine specifico per thc...risulterà secondo voi ?

Risposta:

probabilmente si, ma se compri un test per il THC in farmacia e lo usi un paio di giorni prima dell'esame, sarai più sicuro del risultato

Domanda: la creatina copre la cocaina nelle urine

Risposta:

cosa c'entra la creatinuria con la cocaina?

Domanda: come è possibile che dopo 32gg che non faccio uso risulto ancora positivo al thc?

Risposta:

 si può arrivare anche fino a 40/50 giorni dall'ultima assunzione

Domanda: esame tossicologico urine

Buongiorno volevo chiedervi se dopo circa 90 giorni dalla ultima assunzione sono rintracciabili tracce di thc e cocaina nelle urine per un consumo non abituale.grazie

Risposta:

 no.

Domanda: come relazionarsi con un tossicodipendente (e come riconoscerlo)?

salve, sono giunto su questo sito perché ho uno studente (insegno all'università) che ha e mi sta dando molti problemi: cresciuto in un contesto familiare/sociale difficile, con frequentazioni poco raccomandabili, con problemi psichiatrici (bipolare o bordeline), con comprovato uso assiduo di droghe leggere, credo però che faccia uso anche di droghe pesanti, anche se non ne ho le prove. Ha un comportamento aggressivo (non vi dico le email di insulti e prive di senso che ho ricevuto da lui, mentre nel faccia a faccia è molto rude ma non insulta), e alterna momenti di lucidità a momenti di devastazione (quando si è appena fatto?). Ha un fisico molto robusto, anche se invecchiato (ha 30 anni ma ne dimostra almeno 15 anni in più), sembra sopportare molto la droga, al punto che alcuni colleghi e studenti non credono alla mia ipotesi che faccia uso di eroina o cocaina o simili, ma io ne sono quasi certo (come si fa a capire con certezza se una persona è tossicodipendente?). Nei momenti di lucidità riesce anche a farsi passare come vittima di discriminazione (l'ho bocciato un po' di volte, ho rifiutato di seguire la sua tesi perché mi insultava continuamente). Non sono preparato per affrontare studenti con problemi di droga, l'ateneo se ne lava le mani (lo studente è stato sospeso un anno per le email di insulti, ma poi riammesso). Qualche consiglio? Grazie Giuseppe

Risposta:

Ciao Giuseppe, capisco la difficoltà a gestire questa situazione molto complessa, di fronte alla quale sia tu che l’università siete spiazzati. Questa persona evidentemente non sta seguendo un trattamento sanitario, l’unica cosa che potrebbe migliorare le sue condizioni. Nello specifico non sta a voi distinguere se il disturbo prevalente sia quello psichico o quello di dipendenza da sostanze. I disturbi psichiatrici spesso si accompagnano ad uso di sostanze, che vengono assunti come tentativo di “auto-cura”, con il risultato di peggiorare ancora di più le cose. Se sei preso di mira e sei preoccupato della sua aggressività, l’unica strada resta quella delle sanzioni disciplinari, oltre al consiglio di non dare corda alle sue provocazioni, tenere un “basso profilo” per non alimentare le fantasie persecutorie.

Domanda: Ciao volevo un consiglio! Ho la gamba rotta e prendo l'anticoagulante claxane e l' autidolorifico brufen! Mescolando uno di questi medicinali con THC o alcool potrebbero esserci effetti collaterali tipo svenimento?

Risposta:

 è molto probabile che l'assunzione di THC ritardi l'effetto dei farmaci che stai prendendo (e quindi la tua completa guarigione)

Domanda: Preoccupazioni

Ho conosciuto l'eroina 7 mesi fa, da allora fumo tutti i giorni e sono arrivato a fumare 1 grammo al giorno. Da quando ho cominciato ho fatto delle pause di massimo 3 giorni (causa mancanza di denaro), senza avvertire forti crisi, apparte lievi dolori alle ossa, l'umore sottoterra (anzi stavo proprio di merda!) e la sonnolenza continua. Comincio a rendermi conto che il problema è grave, soprattutto economicamente xke fumando si spendono molti più soldi e fortunatamente sono l'ultima persona al mondo che proverebbe a bucarsi (alt! Non disprezzo in nessun modo chi lo fa! Anzi, lo fanno tutte le persone che frequento e ho legato anche delle belle amicizie). Tornando al discorso vorrei provare a smettere, voi mi direte che la migliore cosa è una terapia al Sert bla bla bla e rispetto il vostro consiglio. Ma essendo un po contrario i farmaci sostitutivi, secondo voi ho possibilità di eliminare la ruota a secco, seppur con impegno, visti i dosaggi e i tempi di uso della sostanza? Pensate che sarebbe doloroso, o potrei farcela senza nulla? Credo di essere arrivato in unpunto dove devo decidere cosa fare, se continuare, e questo comporterebbe piu soldi, visto che la sostanza non mi fa piu come prima, o smettere del tutto. È possibile secondo voi riuscire a passare da un uso giornaliero ad un uso saltuario, magari 1 volta ogni 2 settimane? (Credo sia molto difficile personalmente). Ringrazio lo staff di sostanze.info e chiunque voglia rispondermi. Grazie.

Risposta:

 Caro lettore: in teoria tutto è possibile sia che tu ce la faccia da solo sia che tu possa arrivare ad una frequenza settimanale. Nella pratica, o almeno considerando l’ esperienza clinica maturata in tanti anni di lavoro nel settore credo sia molto difficile sia l’uno che l’altro. Soprattutto, se chiedi un parere, mi sembra che tu sia lontano dalla determinazione necessaria per cessare. Infatti sembra che gli svantaggi che percepisci siano ancora solo quelli a livello economico, che non sono cosa da poco sicuramente, ma che spesso non sono sufficienti a maturare la determinazione necessaria per smettere da solo. Se leggi un po’ di post in alcuni percepisci chiara la disperazione di chi è arrivato al classico fondo o vi è molto vicino. E’ vero che è molto meglio fermarsi prima ma con l’eroina o le sostanze in genere non è facile. 7 mesi sono un tempo ancora breve forse per percepire i guai grossi che stanno dietro, ma leggere le esperienze altrui ti potrebbe essere utile. 

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: Non reggo più l'alcol, sarà ora di smettere?

Ciao a tutti, non sono proprio un'alcolista perché bevo solo qualche sera con gli amici, ma il mio problema è che quando inizio non riesco a darmi una regolata, ormai sono 3/4 volte che quando bevo non mi ricordo gran parte della serata, sia che io mi sia divertita o no, quindi inizio a pensare che non sia la sbronza di una volta andata male ma che ormai io mio organismo non è più capace di bere. Ad esempio il primo maggio è stato un delirio benché io mi ricordi e amici hanno confermato che non ho bevuto tanto. Cercando qua e la nel web leggo di una tolleranza inversa dell'alcol. È possibile capiti anche a me? Ma il quesito ultimo è: devo smettere e non toccare più un goccio d'alcol secondo voi?! o la sto facendo troppo grossa perché la sbronza è recente e ancora sento la vergogna dell'hangover?

Risposta:

 Se lo chiedi a un medico che come me si occupa di alcol sfondi una porta aperta: ma forse è proprio per questo che scrivi. Bene. Ovviamente per me questo è un evidente segnale di allarme dell’organismo. Il fatto che non ricordi niente significa che c’è stata un intossicazione acuta e che i neuroni del tuo cervello hanno sofferto e alcuni sono morti ( le amnesie sono dovute a questo) Ovviamente nessun danno permanente perché i neuroni sono tanti e qualcuno ha già preso il posto di quelli morti ma.. è proprio questo che si deve cercare per divertirsi?

Se hai cominciato a perdere il controllo significa che nel tuo cervello è l’alcol, quando arriva, a farla da padrone: devi quindi tornare ad essere padrona tu. Se questo significa per un po’ non farlo entrare…  penso valga la pena fare questo tipo di scelta.
Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: Salve, premetto che non fumo praticamente mai, una volta al mese da meta anno e solo se capita, giusto qualche volta puo essere capitato 2 o 3 volte a settimana. Un problema che mi ritrovo spesso, al 90% dei casi che ho fumato anche solo dopo 2/3 tir

2 o 3 tiri inizio dopo qualche minuto a sentirmi la bocca chiusa e come se avessi la tachicardia, piano piano sembra a che me ne andava via il respiro, non riuscivo praticamente a respirare e insieme alla mancanza di respiro sonnolenza giramente di testa e gambe specialmente addormentate e ripeto fatica a respirare, è possibile avere un allergia alle canne (erba non fumo) e che magari i sintomi che provo sono sintomi di allergia e non piu di tanto o magari mischiati ai sintomi di una canna? Perche essendo stato davvero male avrei voluto saperne di piu prima di rischiarmela brutta e se sono minorenne è possibilefare il test dell allergia alle canne senza il consenso adulto e se si come si chiama il test? Grazie mille

Risposta:

 non esiste un test per l'allergia alla cannabis, come non esiste una allergia alla cannabis, ma, come nel tuo caso esiste una intolleranza alla sostanza, che ha i sintomi che stai provando e che molto probabilemente aumenteranno se non ne interrompi l'uso

Condividi contenuti