Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

effetti delle sostanze

Domanda: Buongiorno. Ho dovuto fare delle analisi CDT per un corcorso e volevo chiedervi .....io sn stato16 giorni senza toccare alcool prima del prelievo e appunto 16 gg prima ho avuto 2 feste in una settimana e mi sn lasciato andare nel bere un po' di più m

Buongiorno. Ho dovuto fare delle analisi CDT per un corcorso e volevo chiedervi .....io sn stato16 giorni senza toccare alcool prima del prelievo e appunto 16 gg prima ho avuto 2 feste in una settimana e mi sn lasciato andare nel bere un po' di più molta birra e qualche grappa...premesso che non sono un bevitore abituale bevo solo una birra il sabato ...vorrei chiedere se il valore CDT rientrerebbe comunque nella norma o rischio che sia troppo alto?? Inoltre sono uno sportivo corro molto anche il giorno dopo le bevute faccio molta corsa....Grazie attendo qualche esperto in materia. Aggiorna 1: Medici o qualcuno che sa rispondermi....???????

Risposta:

 ciao, questa è la quarta volta che ti rispondiamo e speriamo che tu la legga....

Due settimane potrebbero non essere sufficienti per normalizzare i valodi del CDT. In alcuni casi possono essere necessarie anche tre settimane.

Domanda: salve..24/48 h fa iniettandomi eroina purtroppo sono andato clamorosamente fuori vena.

premettendo che andrò in ospedale se la situazione peggiorerà perché non ho nessuna intenzione di rischiare una setticemia o un'incisione che, oltre a lasciare cicatrici enormi, vengono praticate da tirocinanti inesperti o da medici assolutamente ipocriti, che trattano il paziente come un escremento in quanto tossicodipendente che, quasi divertendosi a causare più dolore possibile al paziente, giocano a fare i "ripulitori della società" credendo che l'esperienza dolorosa allontani dalla tossicodipendenza (parlo per esperienza purtroppo). Tornando al fatto pratico: il fuori vena è localizzato tra la parte bassa del bicipite e l'inizio dell'avambraccio, non è ancora matura l'infezione perché è rossastra (salvo il livido dell'iniezione) e non c'è alcuna fuoriuscita di PUS o pustola, l'unica cosa che mi preoccupa è una leggera alterazione febbrile (ieri sera 37.5 stamane 37.1) per questo volevo chiedervi oltre a un ciclo di antibiotici a largo spettro tipo "Agumentin 1000" o un generico a base di Amoxocillina, vorrei prendere anche un anti-infiammatorio ma non saprei assolutamente quale prendere...potreste gentilmente consigliarmene uno? Inoltre per "curare" il livido dell'iniezione sto usando "HIRUIDOID 40000 GEL" un unguento per trombo flebiti..ma non so quanto sia utile, so invece tramite legende metropolitane che esiste un altro unguento di colore rossastro che viene utilizzato come anti infiammatorio da applicare sulla zona infetta; è vero? è una legenda? Nel caso fosse vero potreste indicarmi il nome dell'unguento? Grazie mille anticipatamente per la risposta e per essere qui a rispondere a noi poveri deficienti che nel 2014 ancora ci iniettiamo l'eroina cercando di arginare i danni collaterali di questo disastro sociale. Enrico

Risposta:

Caro Enrico, penso che sia meglio che ti faccia visitare da un medico. Magari da uno di cui ti fidi. Non mi pronuncio sulla terapia che hai scelto, perchè non riterrei corretto farlo via internet. Gli "unguenti"in questi casi non sevono a niente. Un antiifiammatorio può servire a ridurre il dolore (se c'è) e non influisce sul decorso dell'infezione.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

 

Domanda: Salve l'altra sera sono stato fermato e mi hanno trovato in tasca un sacchettino con un pò di polvere bianca e mi hanno fatto un verbale in violazione al art.75 però loro nel verbale hanno scritto: Il predetto controllo ha consentito di rinvenire una

Risposta:

Cos'hanno rinvenuto? e soprattutto cosa ti hanno scritto dopo?

Domanda: secondo voi sarò positivo?

ho fumato poco meno di un grammo d'erba 22 giorni fa, poi 2-3 giorni dopo ho fatto 3-4 tiri e poi altri 3-4 tiri dopo altri 2 giorni. Sono 22 giorni dalla grossa fumata e 16 da quando non faccio neanche un tiro. Ho un metabolismo veloce. oggi ho consegnato la seconda pisciata della giornata a mio padre che le porta a farle analizzare. Secondo voi sarò positivo?

Risposta:

è possibile

Domanda: ANALISI DEL SANGUE CDT (TRANSFERRINA DESIALATA )

Buongiorno. Ho dovuto fare delle analisi CDT per un corcorso e volevo chiedervi .....io sn stato16 giorni senza toccare alcool prima del prelievo e appunto 16 gg prima ho avuto 2 feste in una settimana e mi sn lasciato andare nel bere un po' di più (molta birra e qualche grappa)...premesso che non sono un bevitore abituale bevo solo una birra il sabato ...vorrei chiedere se il valore CDT rientrerebbe comunque nella norma o rischio che sia troppo alto?? Inoltre sono uno sportivo corro molto anche il giorno dopo le bevute faccio molta corsa....Grazie attendo qualche esperto in materia.toccare alcool prima del prelievo e appunto 16 gg prima ho avuto 2 feste in una settimana e mi sn lasciato andare nel bere un po' di più molta birra e qualche grappa...premesso che non sono un bevitore abituale bevo solo una birra il sabato ...vorrei chiedere se il valore CDT rientrerebbe comunque nella norma o rischio che sia troppo alto?? Inoltre sono uno sportivo corro molto anche il giorno dopo le bevute faccio molta corsa....Grazie attendo qualche esperto in materia... Medici o qualcuno che sa rispondermi....???????

Risposta:

Due settimane potrebbero non essere sufficienti per normalizzare i valodi del CDT. In alcuni casi possono essere necessarie anche tre settimane.

Domanda: Salve. Sabato prenderò l'md, non molta e quest'anno fino ad ora l'ho preso solamente un'altra volta, poca anche quella. Venerdì prossimo mi operano al ginocchio con anestesia locale alla gamba. Passano 5/6 giorni quindi. Posso è esse un problema?

Risposta:

L'effetto diretto della sostanza dopo 5-6 giorni è finito. Ti consiglio però di riferirlo al medico anestesista durante la visita preoperatoria.

Domanda: bevo 6-7 lattine di birra tutti i giorni, ormai é diventato un anti stress ma dopo l ennesima sbornia da stare male ho deciso di nonbere piû! devo stroncare di colpo o un pò alla volta

Risposta:

Come ti senti di fare. Puoi però anche tentare di diminuire ma deve essere una diminuzione veloce e senza tornare indietro

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: E' possibile che una persona senta meno di altre l'effetto di droghe come l'md, la cocaina o la ketamina sniffandole?

Ad esempio, bevendo uno 0.4/0.5 di md mi sale, ma sniffandolo non lo sento allo stesso modo, sembra molto più "debole".. oppure mi è capitato di sniffare ketamina con amici e dopo, mentre loro erano completamente sballati, io sentivo solo le mani molto grandi mentre chiudevo un drum che mi sembra piccolo piccolo.. è possibile quindi che una persona possa sentire un effetto più debole sniffando? intendo, sia rispetto ad altre persone, sia rispetto ad altre modalità di assunzione

Risposta:

Non si capisce bene nella tua domanda se hai avuto effetti diversi in confronto ad altre persone a parità di sostanza e di dosaggio. Se così fosse la spiegazione potrebbe essere nella tua mucosa nasale che magari era infiammata e meno ricettiva, assorbiva meno. Questo può succedere e di fatto la mucosa nasale ha i suoi limiti. Se fai una comparazione tra sniffare e ingerire la sostanza con liquidi direi che nel secondo modo c’è meno dispersione e quindi più effetto  per cui non è strano quello che ti è successo.
Stefano Bertoletti sostanze.info

Domanda: Benzodiazepine, minias,lexotan. consenso informato.

Salve a tutti, Cercherò di essere breve: sono stato vittima di mobbing sul lavoro. Subivo ingiustizie di tutti i generi. Alla fine un procedimento disciplinare con la richiesta danni da parte del mio superiore completamente falso e vinto con testimoni che hanno testimoniato a mio favore. Raccolto tutto sono andato da un avvocato per incominciare la causa ma riferendomi che il reato di "mobbing" in italia non esiste. Se avessi vinto avrei avuto un risarcimento ridicolo, da qui la decisione di chiudere tutto e tirare a "campà" come si dice in gergo. All' inizio di questa storia sono andato in cura da un neurologo che come si sa all' inizio pensava che io avessi le manie di persecuzione. Mi prescrisse Haldol,Levopraid e 30 gocce di MINIAS prima di andare a letto. Lasciato perdere i primi due, tenni il MINIAS che almeno mi faceva dormire perchè dal nervoso non riuscivo a dormire data l'ingiustizia. Trascorso del tempo da qesta spiacevole situazione mi ritrovai dipendente della sostanza. Nel mezzo del periodo arrivai a 80 gocce di MINIAS e rivolto al neurologo gli chiesi disperato se poteva toglierla dicendomi di no che dovevo continuare la cura. Arrivai a 160 gocce. Ora dopo 9 mesi sono riuscito a eliminare il minias. Sono stato fortunato che durante tale periodo è filato "grosso modo" tutto liscio altrimenti sarei stato fregato, dopo il danno la beffa. Parlando con amici che prendono anche loro benzodiazepine per x motivi, mi dicevano che bastava il certificato medico e sarei stato salvo..... niente di più falso. Come mai il medico o specialista quando propone una cura a base di benzodiazepine non rilascia il consenso informato?

Risposta:

ciao,

abbiamo letto la tua lunga testimoninanza, ma non ci è chiaro il motivo per cui ci scrivi.

Cosa intendi per consenso informato?

Domanda: Ho fumato due settimane fa 7-8 tiri di cannabis e tra qualche giorno ho gli esami delle urine (credo specifiche) e del sangue! Non avendo quasi mai fumato prima ( forse un tiro o due ogni 2-3 mesi) potrebbe risultare qualcosa?

Pratico molto sport; due allenamenti la settimana e ogni giorno vado a correre e sto bevendo molta acqua..e sono magro! Ripeto ho fumato pochissimo prima forse in totale 6 più quelli di due settimane fa..grazie in anticipo!

Risposta:

non dovrebbe risultare niente

Condividi contenuti