Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

effetti delle sostanze

Domanda: sono una ragazza di 25 anni e da circa dieci anni fumo costantemente circa 5 o 6 canne al giorno tutti i giorni. dovrei fare degli esami importanti verso agosto,

perciò vorrei sapere se il thc può scomparire del tutto dal mio sangue e dalle mie urine. e se si, vorrei sapere quanto tempo occorre. E, considerando la mia visita di agosto quando dovrei iniziare a smettere di fumare? Attendo una vostra risposta il prima possibile, ed intanto vi ringrazio!

Risposta:

 Almeno un paio di mesi prima

Domanda: buongiorno, devo effettuare analisi per rinnovo patente per abuso alcool, premetto che bevo un litro e mezzo al giorno di vino, quando tempo devo non bere per avere i valori normali della transferrina desialata? Grazie.

Risposta:

 Dipende da quanti il tuo bere ha alterato i valori ricercati. Forse potrebbe bastare un mese e mezzo.

Domanda: Sono un fumatore abituale della cannabis, da moltissimi anni, quanto rimane nel sangue e nelle urine? Grazie

Risposta:

 30/40 giorni

Domanda: Esame tossicologico del sangue

Con l'esame tossicologico del sangue, si riesce a determinare il giorno esatto dell'ultima assunzione della cannabis? Grazie

Risposta:

 No ma ci si va abbastanza vicino, molto di più che con le urine, tanto che è l'unico accertamento - in caso di incidente e conseguente sospensione della patente per art.187 - che abbia valore legale (come ci sembra di averti già risposto svariate volte....)

Domanda: ciao a tutti volevo chiedere se tu vai dal tabbacaio prendi un pacchetto e dopo te ne fumi cosa succede mentre fumi e ti becca la polizia ?

Risposta:

 di solito chiedono di offrirgliene una o di spengerla (se hanno smesso)

Domanda: Buongiorno. A me hanno ritirato la patente per 3 mesi in seguito a un tasso alcolemico di 0,66. Dovrei far la visita alla CML entro 60 giorni, ma se sforo? Me la ritirano ancora finché non la faccio giusto?!

Risposta:

 giusto, ma possono ritirarla per un bel periodo....

Domanda: thc urine probabilmente positivo

salve a tutti della redazione, è un lavoro importante quello che fate e vi stimo moltissimo per tutte le risposte che date, anche alle domande più stupide e ripetitive. a parte gli elogi vi sottopongo la mia domanda: ho 39 anni, sono di bologna e sono un fumatore assiduo di cannabis; anni fa ho violato più volte il 75 per possesso di piccole quantità di hashish ma la motorizzazione, i cui dubbi sul mio stato psicofisico sono a questo punto fondati, mi contesta in questo periodo, dopo il colloquio con l'assistente sociale e tutto l'iter preliminare, un 187 (o almeno mi fa seguire tale procedura anche se non lo menziona nella richiesta), come se mi avessero beccato al volante. vado quindi a fare il primo esame delle urine dopo 32 gg di astinenza sicuro della mia negatività allo stesso ma dopo averlo eseguito compro per scrupolo due screening in farmacia; il primo mi segnala negativo con la comparsa di una debolissima (si vede appena) banda nell'area test (circa due ore dopo e dopo mezzo litro di acqua bevuto a digiuno) mentre il secondo, fatto su un campione differente (a distanza di altre 6/7 ore e dopo un pasto), mi segnala positivo (forse per la presenza di metaboliti meno "annacquati" non saprei). ne devo eseguire 3 come da prassi e mi chiedo se il primo non passa e gli altri due si (per i tempi di smaltimento maggiori) come si comporterà la commissione medica locale secondo voi? se mi danno il 187 non ho denaro per pagare avvocati, sanzioni varie e ovviamente anche se decido di smettere del tutto immagino che la patente non me la diano più fintanto che non ultimo tutta la procedura. vorrei espatriare quanto prima da questo "bel paese" per la visione azzerata del futuro che offre ai giovani, il nepotismo e la mancanza di meritocrazia soprattutto nel lavoro, ma questa è un'altra storia. penso che non mi concederanno nemmeno questa possibilità visto che probabilmente penderà questo procedimento penale nei miei confronti. sono sfiduciato, rammaricato e impaurito. ho timore di prendere l'esito la prossima settimana del primo test e di come mi giudicheranno, non solo le autorità ma anche quei poveri diavoli dei miei genitori, che manco sanno come va il mondo visto che a loro la pensione arriva e io mai la vedrò. mi sento sciocco per lo sfogo, so che non siete psicologi e forse poco vi interessa di queste mie perplessità ma il problema è meramente pratico e si potrebbe ripercuotere su scelte future e qualità di vita. non dovevo fumare direte voi e la legge non ammette ignoranza, ma la vita non è felice per tutti e alcune sostanze credo abbiano un potere adattogeno, che la addolciscano quel tanto da sopportarla meglio. non voglio giustificarmi, probabilmente è sempre stata una mia debolezza ma anche se è giusto che ne paghi le conseguenze così sarebbe troppo. perdonatemi se vi faccio perder tempo, ma non so con chi parlarne, sembra che qualsiasi cosa faccia mi incasini ancor più la vita, il lavoro, la situazione emotiva ed economica. per non parlare del test del capello, dovrei lavorare mesi per raccimolare i soldi e comunque risulterei positivo e allora addio! termino qua per non deprimervi e spero che possiate darmi una speranza, ne ho davvero bisogno.

Risposta:

 In caso di positività ad uno dei tre test di solito viene prolungata la durata della sospensione e richiesto un nuovo periodo di esami

Domanda: Mio padre si alcolizza, non vuole iniziare alcun percorso/terapia, come posso agire per aiutarlo a uscirne?

Risposta:

 Purtroppo è la persona interessata che deve decidere di curarsi. Finchè non arriva a questa autodeterminazione  il familiare è impotente. Penso sia importante che tu rimanga vicino con l’atteggiamento, come consigliato dagli Alcolisti Anonimi di “amorevole distacco”. Se tu gli hai già parlato offrendoti di aiutarlo ad intraprendere e ad accompagnarlo verso un percorso di cura hai già fatto molto: cerca di condurre la tua vita in maniera serena per quanto possibile, facendoti sentire vicino ma rimanendo fermo nel proposito di volere che lui si curi

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: Piu volte ho letto da voi stessi che il thc si attacca al grasso... E adesso leggo che un intensa attività fisica e bere acqua non è utile nello smaltimento del principio attivo!! Non vi sembra contraddittorio???

Risposta:

 Non è contraddittorio per il semplice motivo che l'"attaccamento" (come lo definisci tu) a parte la pessima rima, non ha niente a che vedere con lo smaltimento.

Sono due cose completamente diverse. Altrimenti basterebbe dimagrire per risultare negativi al THC.

Domanda: Con l'analisi del capello si può determinare l'ultimo giorno esatto di assunzione della cannabis?

Risposta:

 No

Condividi contenuti