Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

effetti delle sostanze

Domanda: il tempo di smaltimento della cocaina aumenta se si assumono antidolorifici. .grazie di tutto

Risposta:

no.

Domanda: scusate il disturbo. Vorrei sapere se si fa uso di cocaina e nella stessa settimana si prendono farmaci di tipo antidolorifici il tempo di smaltimento resta sempre da 2 a5 giorni. .. grazie e complimenti per il vostro sito

Risposta:

si.

Domanda: Quali sostanze prese in erboristeria possono attenuare l'astinenza dovuta all'uso di 100 gocce al giorno di Lormetazepam da 2'5 mg ?

Risposta:

 Direi nessun preparato di erboristeria. L'astinenza da benzodiazepine è una cosa importante e va trattata da un medico

Domanda: mi dicono che soffro di disturbo bipolare e prendo il depakin 150 la mattina e una la sera. se sospenderei di prenderlo cosa potrà succedere?

Risposta:

Non ti consiglio di sospendere il Depakin se non è d'accordo il tuo specialista: potresti avere una ricaduta del malessere

Laura Calviani medico sostanze.info
 

Domanda: Essendo un fumatore da 3/4 canne a settimana, vorrei sapere quanto tempo dovrà passare perchè risulti negativo agli esami tossicologici? Il kit in vendita nelle farmacie è affidabile o è preferibile l'esame delle urine?

Risposta:

Circa un mese. I test acquistati in farmacia sono affidabili

Domanda: salve, vorrei sapere quanto tempo impiegano le mucose nasal a "guarire" dalla cocaina, inquanto la mia è più una voglia che un vizio(2grammi mi durano un mese circa), quali sono i campanelli di allarme per accorgersi se la voglia

salve, vorrei sapere quanto tempo impiegano le mucose nasali a "guarire" dalla cocaina, inquanto la mia è più una voglia che un vizio(2grammi mi durano un mese circa) e non vorrei "stressare" troppo il naso ma dargli sempre tutto il tempo per guarire, vorrei anche sapere quali sono i campanelli di allarme per accorgermi se la voglia sta per trasformarsi in astinenza? Ci tengo a precisare che anche se in casa ho della cocaina sta benissimo chiusa in un cassetto dimenticandomene anche per qualche settimana e se invece in casa non ne ho possono passare addirittura dei mesi prima che ne compri dell'altra, non per una questione di soldi ma semplicemente non ne ho voglia.

Risposta:

Nessuno può dirti con precisone  come stanno le tue mucose: sarebbe necessaria un indagine specialistica del naso. Con un uso così sporadico non è nemmeno detto che ci siano delle vere e proprie lesioni. Il rischio che si trasformi in qualcosa di diverso è presente sempre. Nessuno, nemmeno te stesso, può prevedere le conseguenze dell'uso di sostanze in particolare della cocaina così potente e che ha come effetto a latere quello di non far percepire la propria pericolosità ma anzi dando la sensazione di potenza e di controllo

Laura Calviani medico sostanze.info

Domanda: Buonasera, circa 1 anno fa ho assunto MDMA pura in cristalli e non so quanta ne ho presa; gli effetti mi sono durati circa 6/7 ore.

L'esperienza è andata bene anche se 3 ore non le ricordo per nulla: il giorno dopo non ho accusato malori di alcun tipo. Volevo cortesemente sapere eventuali danni, in particolare al cuore. Sono forse un pò ipocondriaco ma non mi stavano neanche gli occhi fermi da quanto ero di fuori. Un eventuale infarto viene sotto effetto della droga oppure può ritorcersi nel tempo?Il mio cuore potrebbe essere "danneggiato" da questa e unica assunzione?Vorrei inoltre sapere brevemente la differenza e pericolosità di una pastiglia di ecstasy con cristalli di MDMA. Fumo sigarette da 5 anni. Sono alto 1.84 e peso 86 kg ho 20 anni. Scusate per la domanda e grazie mille.

Risposta:

Non hai niente per cui scusarti. Provo a risponderti. Non c'è nessun pericolo che l'mdma possa provocare danni cardiaci a distanza di tempo dalla sua assunzione. Di questo puoi essere del tutto tranquillo. Se qualcosa doveva succedere, succedeva durante l'effetto della sostanza (quindi nelle ore successive all'assunzione). L'amnesia di tre ore può essere dovuta all'effetto stesso della sostanza sul cervello oppure essere provocato da un temporaneo effetto sul sistema cardiovascolare (con un alterato apporto di ossigeno al cervello).  in ogni caso si tratta di effetti passeggeri che non ti hanno arrecato danni.
La tua seconda domanda. Ecstasy è sinonimo di MDMA.
Tra pasticche e cristalli la differenza sta solo nella preparazione. Quindi non ci sono particolari differenze nella pericolosità. Questo in teoria. In pratica le sostanze che si possono trovare in una pasticca o in un cristallo acquistati al mercato illegale sono tantissime. Non si può mai sapere quindi cosa realmente si assume e di conseguenza nemmeno la sua pericolosità.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: Esami psicofisici ritoro patente 2g marijuana

Salve a tutti, il ministero dei trasporti mi ha comunicato che dovrò sostenere esami psicofisici entro 90 giorni alla commissione medica locale perché 3 mesi fa sono stato trovato in possesso di 2g di marijuana, adesso mi hanno detto che forse dovrò fare il capello, è possibile ? O mi faranno l'esame del sangue ? Tra l'altro l'esame del capello costa 500€ ed è il primo foglio di possesso che mi viene fatto, grazie in anticipo

Risposta:

Non possiamo aiutarti perchè sono decisioni che prende la singola Commissione Medica, che se utilizza il capello come metodo di indagine, quello richiede....

Domanda: Analisi patente sangue urine capello

Salve, Quello che voglio sapere è lo scopo delle analisi specifiche per riprendere la patente. Io devo fare sangue urine e capello. Io sò che l'analisi del sangue serve per l'alcool, le urine per il THC e il capello per le droghe pesanti. Vorrei conferma o smentita. Non ho mai fatto uso di sostanze stupefacenti, tranne fumare canne tutte le sere. Ho smesso da una settimana e fra un paio di mesi ho le analisi. Sò che dalle urine non risulterà nulla ma voglio sapere se dal capello risulterà qualcosa.

Risposta:

Le analisi del capello possono essere utilizzate anche per la ricerca di eventuali picchi di abuso di alcolici (l'analisi si chiama ETG). Ed in alcuni casi vengono usate anche per la ricerca del THC

Domanda: Funghi allucinogeni e Favismo

Premetto che ho una carenza di glucosio 6-fosfato-deidrogenasi. So che ci sono diversi livelli di carenza, ma non so con precisione a quale di essi appartengo. Ho fatto il test da piccolo e ai miei genitori era stato detto che presentavo una forma non grave ma comunque a rischio. Nel caso in cui assumessi un fungo allucinogeno, una quantità base ( non so quali siano le dosi precise), una quantità di prova per la prima volta, potrebbe causare crisi emolitiche? In pratica, i funghi allucinogeni hanno una qualche connessione con il favismo?

Risposta:

Caro lettore, una risposta certa non te la posso dare. In teoria la risposta sarebbe no. L'emolisi nel favismo è provocata da assunzione di fave.  Ma non mi sento (per prudenza!) di escludere che possa avvenire con altre sostanze mai sperimentate da te.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Condividi contenuti