Back to top

Novità alcol

Bella vita di merda

Salve a tutti, scommetto che avrete già letto una storia simile a questa, ma io vorrei chiedere consigli se li avete, se non li avete va bene lo stesso, scialli. Inizio col dire che a 16 anni ho iniziato a farmi di spinelli, e mi piaceva troppo, sono arrivato a fumarne 10 al giorno,tipo mi alzavo alle 2 di mattina per fumare . Lo facevo perché finalmente stavo in gruppo, avevo amici (si adesso voi penserete che fumavo per farmi vedere, anche questo è vero), ma sono stato bullizzato da sempre praticamente, mia madre mi pestava giorno e notte, e allora mi sono arreso alla droga.

Semplicemente io...

Tutto è cominciato 6 anni fa. 6 anni fa ho smesso di studiare. Ho smesso di studiare perchè per me è sempre stato troppo essere uguale agli altri.Ho una sorella che eccelle in tutto, a quei tempi parlavamo di studio. Così se lei prendeva a destra, io giravo a sinistra in modo da restare il più lontano possibile.Smettere di studiare, significava estraniarmi da tutto ciò che di buono avrei potuto iniziare a fare, a partire da lì.I miei genitori sono persone d'oro,non ci hanno mai fatto mancare niente, ma io li ho sempre costretti con i miei comportamenti a prediligere mia sorella.

Rinnovo patente ritirata per alcool dall estero

Salve a tutti, purtroppo qualche anno fa mi hanno ritirato la patente per guida in stato di ebbrezza (mea culpa).
Ho già dovuto rifare le analisi 2 volte perché mi trovavo all'estero e non sono riuscita a tornare in tempo dopo i primi sei mesi.
Tra qualche mese scadrà l'anno di validità della patente il che vuol dire (come molti voi sapranno) che dovrò tornare a fare le visite di controllo e la visita in commissione per riaverla, ma mi sarà molto difficile tornare in Italia così tante volte in quel periodo per cause lavorative qui in uk.

E' dura..

Lotto contro la dipendenza da alcool con il Serd di zona da circa 2 mesi e mezzo con varie ricadute, in cura con Antabuse, da un paio di settimane, ma adesso ho interrotto da 3 giorni pieni. Non so perchè, in previsione forse di bere di nuovo. E' una battaglia troppo più grossa di me..La vera domanda è: visto che assumo anche il litio, potrebbe creare problemi l'alcool con questo psicofarmaco? 

IL PROIBIZIONISMO NON E' PREVENZIONE

E' GIUSTO PERSEGUIRE CHI SBAGLIA.

NON SI BEVE QUANDO SI GUIDA E NON SI GUIDA QUANDO SI BEVE.

IO SAREI PER LA TOLLERANZA ZERO.

A ME PERO' E' ARRIVATA UNA DENUNCIA ANONIMA

FATTA DA UN CODARDO CHE A DIECI ANNI DI DISTANZA

ANCHE NON ESSENDO MAI STATO FERMATO IN STATO DI EBBREZZA

OGNI SEI MESI DEVO PAGARE 90€ AL SERT PER

CERTIFICARE CHE NON BEVO.

IL BELLO E' CHE SE DICHIARI CHE BEVI QUALCOSA

O TE LA RITIRANO O TE LA DANNO PER TRE MESI.

Esito cdt 1.4

Buona sera nell’agosto 2017 mi hanno ritirato la patente con tasso alcolemico zero 57 ho fatto gli esami dopo tre mesi e mi hanno ridato la patente per un anno, l’anno dopo ho rifatto gli esami (trattasi 22 novembre 2018)ed è uscito tutto pulito anche il capello, la commissione medica ha visto che dagli esami evinceva la transfertina a 1.4 (continuavano ad accusarmi di aver bevuto alcol) cosa impossibile perché non ho più toccato alcol, neanche le torte tipo sacher mangiavo ( visto che sono bagnate con alcol), in più non sono una che beve, se capita una volta a settimana, sempre se esco.

Tratto da http://medicocompetente.blogspot.it/

Con i vecchi accordi Stato Regioni relativi all’individuazione delle attività lavorative i cui lavoratori che obbligatoriamente dovevano sottoporsi agli accertamenti per dipendenza da alcolici e sostanze stupefacenti stanno per essere sostituiti da un unico accordo. Finalmente!

A lanciare l'allarme, una metanalisi pubblicata di recente sulla rivista Addiction. Ma lo Iarc ha già da tempo riconosciuto questa sostanza come fattore di rischio. Non esiste una soglia di sicurezza. Per fare prevenzione da oggi e fino al 26 settembre si tiene in tutto il mondo la campagna "Make Sense Campaign"

Dipendenze da alcool, cocaina e gioco d’azzardo.  

La tipologia dell’intervento Soranzo mostra la propria efficacia indipendentemente dalla sostanza usata, perché prende in considerazione la personalità dell’individuo, più che il sintomo.