Back to top

Archivio delle Domande agli Operatori: psichedelici / effetti delle sostanze

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Mischiare alcool e funghi allucinogeni è molto pericoloso?

consigli medici
effetti delle sostanze
informazioni e curiosità sulle sostanze
Risposta 

estremamente pericoloso

Domanda: Salve, volevo sapere se può esserci un legame tra l'utilizzo di psichedelici e un'enfatizzazione del cosiddetto "Blue field entoptic phenomenon"

effetti delle sostanze
Risposta 

Il fenomeno detto "di Scheerer" (dal nome dell'oculista Richard Scheerer che lo ha scoperto), o anche "fenomeno entoptico da campo azzurro", è presente normalmente nella visione quando ci si espone alla luce solare. Non ci risultano studi in merito relativi ad una comparazione fra l'assunzione di sostanze psichedeliche e l'acuirsi di questo fenomeno, anche se non sono da escludere danni possibili, dato che entrambi pososno agire a livello neuronale sulla retina.

Domanda: quindi in linea di massima gli acidi non vengono trovati in qualsiasi analisi a parte il capello?di che gruppo fanno parte?

effetti delle sostanze
problemi legali
Risposta 

Queste sostanze possono essere ricercate o meno. La ricerca si fa sulla psilocibina e sull’lsd.

Domanda: Salve, non fumo da 41 giorni (fumavo 1 canna a sera) , ho fatto 2 tiri contati circa 15 giorni prima delle presunte analisi “antidroga” Cosa dovrebbe risultare?

effetti delle sostanze
Risposta 

niente

Domanda: Salve, è possibile che LSD e Augmentin (o altri antibiotici) facciano interazione? Grazie per la disponibilità,buon proseguimento.

consigli medici
effetti delle sostanze
informazioni e curiosità sulle sostanze
Risposta 

non esistono studi in merito alle reazioni crociate fra farmaci e acido lisergico (il che non vuol dire che non ci siano effetti collaterali)

Domanda: salve,vi scrivo per porvi questo quesito.Premetto che sono una persona molto ansiosa e a volte ipocondriaca,non fumo ne faccio uso di alcuna sostanza stupefacente,bevevo solo qualche coctail in occiasione di feste o sporadiche serate in discoteca.

consigli medici
effetti delle sostanze

per l'appunto circa 3 anni fà nel corso di una serata in discoteca in cui avevo alzato troppo il gomito (3 coctail e una birra) di cui uno non mio ma offerto da un'amico,al termine della serata mi sono sentito stanco e assonnato e per mia stupidità sono tornato a casa con la mia auto anche se a fatica riuscivo a tenere gli occhi aperti volevo sapere da voi se qualora ci fosse stato aggiunto qualcosa al cocktail e visto che ne avevo preso un sorso da un'altro,quindi l'assunzione di una o più sostanze stupefacenti(uguali o diverse fra loro) di dosaggio variabile (quindi anche un dosaggio forte,massiccio) poichè sconosciuto,c'è la possibilità che un singolo episodio di sostanze stupefacenti assunte assieme ad alcolici per l'appunto possa recare un danno permanente al mio cervello,e nello specifico bruciare irreparabilmente i neuroni?

mi scuso per avermi dilungato cosi tanto ma vorrei tanto un parere da voi che siete più ferrati in questo campo,vi ringrazio in anticipo per il vostro aiuto,grazie.

Risposta 

tutto è possibile, anche se l'episodio sporadico e con una sola singola assunzione difficilmente può avere esiti quali quelli che descrivi (lesioni neuronali permanenti o simili)

Domanda: Possono la mia pesantezza del capo e totale stanchezza mentale cronica e sensazione di testa spenta e sfinita essere state causate da un sovraddosaggio di Thc assunto un anno fa?

consigli medici
effetti delle sostanze

Ho 21anni e mi chiamo Sofia. Un anno fa ho fumato cannabis da un e joint con 80%thc ( folle lo so, ma allora manco sapevo cosa fosse il Thc) ho fatto 6 tiri e per due ore sono stata male , ma già il giorno dopo stavo benissimo! Nessun sintomo. Nelle settimane successive però avvertivo circa 1 volta al giorno il bisogno di sdraiarmi a testa in giù perché la testa era PESANTE. Nei mesi successivi è andato peggiorando e ora mi trovo perennemente con il capo inclinato per stare meglio. Inoltre sono sfinita 24h/24 , non riesco a fare nessuna attività mentale per la sensazione di cervello spento che ho . Visite neurologiche negative e nessuno capisce cosa fare. I neurologi escludono possa essere stato quello, ma io non ho ricordi di avere avuto episodi di testa pesante anche prima. Sono DISPERATA! Avete mai sentito un caso simile? Inoltre ho perso totalmente appetito da mesi e non vorrei mangiare mai!!! Possono i danni da Thc peggiorare con il passare dei mesi? C' è un modo per far fronte a tutto ciò? 
grazie in anticipo 

Sofia

Risposta 

Ciao Sofia devo dirti che di strascichi legati alla cannabis ne ho sentiti vari ma il tuo caso mi pare davvero che vada oltre il comprensibile, non credo che il tuo stato di malessere sia legato alla cannabis consumata un anno fa ma piuttosto ad un tuo stato attuale di crisi che andrebbe approfondito a livello psicologico, dato che mi dici che a livello neurologico hai già fatto quanto necessario per capire. Credo che tu possa toglierti di mente che questo tuo stato attuale sia connesso a quel consumo di THC che ha avuto strascichi. È passato troppo tempo non c’entra niente. Mi pare una situazione che descrive uno stato depressivo ma ti sarebbe di aiuto un contatto con uno psicologo sul tuo territorio. 

Stefano Bertoletti, sostanze.info

Domanda: Ho strane sensazioni in testa. Sento dei lievi dolori. Sembra come se mi tirassero da dentro le orecchie. Poi da giorni mi fa sempre un po male la testa nelle parti laterali e un po vicino le meningi. Ma lievemente. Inoltre non è un tic, ma strizzo

consigli medici
effetti delle sostanze

Spesso gli occhi e li muovo in modo particolare.

Se non ci penso non lo faccio però.

3 settimane fa ho assunto nell'arco di due giorni, circa un grammo di mdma.

Potrebbe essere questo il motivo.

Non la prendo spesso, l'ultima volta è successo un anno fa.

Negli ultimi 5 anni ho provato molte droghe( lsd, ketamina ecc) pero sempre in modo sporadico. 

4 o 5 volte l'anno.

Potrei aver creato danni al cervello irreparabili?

Come posso appurare la cosa? Una tac? Grazie mille per la risposta. Sono in ansia

Risposta 

di solito "ci si riprende". Dovesse continuare meglio parlarne con un medico, anche se non ci sono particolari indagini o accertamenti che possano comprovare l'esistenza di danni creati dalla sostanza

Domanda: Tartufi allucinogeni. Flashback?

consigli medici
effetti delle sostanze
informazioni e curiosità sulle sostanze

un mese fa sono andato ad Amsterdam e ho  i wtartufi allucinogeni. Le mie esperienze con tale sostanza sono state tre: la prima e l’ultima mi hanno creato un po’ di problemi, forse anche a causa del miscuglio con marijuana. I sintomi sono stati: paura di morire m, di impazzire, sudorazione, credere di non essere nella realtà. Tornato dal viaggio tutto apposto, ho fumato marijuana tutti i giorni come mio solito. Lunedì ho avuto gli stessi sintomi dell’ esperienza coi tartufi, anche se devo dire che già sabato sera e domenica non mi sentivo benissimo. Ho smesso di fumare marijuana da lunedì. Ora, a distanza di una settimana mi sento un po’ meglio, per o meno quando non ci penso. Non posso dire di stare benissimo anche perché al tutto si sono aggiunti anche problemi gastrointestinali e naturalmente l’ansia.

Le mie domande sono: consistono in questo i flashback, sto diventando pazzo, posso stare tranquillo o devo preoccuparmi ulteriormente?? 

Risposta 

l'assunzione di sostanze psicotrope non può mai essere fatta "a cuor leggero". La sintomatologia che riferisci è tipicamente legata all'assunzione di sostanze psichedeliche. Se intanto interrompi in maniera continuativa l'assunzione di THC, forse i sintomi dovrebbero rallentare fino a scomparire del tutto.

Domanda: Buonasera, vorrei sapere se e quali psicofarmaci possono interagire negativamente con l’uso di LSD. Grazie.

consigli medici
effetti delle sostanze
Risposta 

non siamo a conoscenza di ricerche che abbiano studiato effetti ed interazioni possibi8li fra la sostanza e l'assunzione di psicofarmaci. Il che non esclude affatto che non ve ne siano (dati soprattutto i prevedibili effetti collaterali dovuti all' utilizzo contemporaneo di psicofarmaci e sostanze psicotrope)

Domanda: Oltre a "rimanerci sotto" quali altri dani celebrali puo causare l LSD?

effetti delle sostanze
Risposta 

 

L’lsd (dietilamide dell’acido lisergico) è una sostanza allucinogena. E' possibile che un uso più o meno prolungato di lsd possa provocare danni al cervello, come la permanenza definitiva dei cosiddetti “badtrip", definiti anche flashback. In altre parole può succedere che - in alcune persone - degli effetti allucinatori (spesso visivi, ma anche di altro genere) possano ricomparire per molto tempo dopo la sospensione dell'uso di lsd. Si tratta spesso di effetti molto spiacevoli. Inoltre si può verificare una cosiddetta "slatentizzazione" di una malattia psichiatrica. Facciamo un esempio. Abbiamo una persona affetta da un disturbo mentale che si mantiene in equilibrio e che di fatto non gli crea problemi particolari. Con l'utilizzo anche occasionale di una sostanza allucinogena, come è l'lsd, può accadere che questa persona  sviluppi una vera e propria psicosi che può essere molto grave e permanere anche dopo la sospensione dell'uso di lsd. Si tratta spesso di situazioni assai gravi che modificano molto la qualità di vita. Non è possibile prevedere se questo succederà o no e, di conseguenza, chiunque inizi ad usare un allucinogeno può andare incontro ad episodi di questo genere con disturbi che si possono ripresentare a distanza di mesi dall'ultima assunzione Quello che riportiamo in risposta alla tua domanda scatenerà, come già è successo in passato ogni volta che pubblichiamo risposte o considerazioni in merito a questa sostanza, un vibrante coro di proteste da parte di molti dei nostri lettori, sostenitori della teoria che l’uso di LSD non abbia alcuna controindicazione. Opinione rispettabilissima, ma non condivisa dagli operatori di questo sito. E immaginiamo che questo si ripeterà anche in questo frangente.  

 

Domanda: Psicosi da lsd?!

effetti delle sostanze

Salve a tutti ho 23 anni e a dicembre sono iniziati i miei primi guai, assunsi un quarto di trip di lsd ed ebbi un bad trip una volta tornato a casa, paura di impazzire, di rimanere così per sempre ecc avevo allucinazioni a occhi chiusi tant è che non riuscivo a dormire che mi girava la testa finche poi ho rimesso la cena per farlo scendere e riaddormemtarmi sereno. Ho sempre fatto un forte consumo di cannabis giornaliero, compresa quella sera e i giorni a venire... il giorno dopo fumo na canna verso sera e avverto caldo tanto da togliermi la maglia e iniziare a sudare dalle ascelle, una bella botta ho preso inizialmente ma che poi m è scesa e la sera son tornato a fumare tranquillo... nei giorni dopo fumavo 4, 5 canne al giorno, spesso da solo e verso la sera quand ero a casa e fumavo, sentivo delle gocce di sudore scendermi letteralmente dall ascella al gomito... non sapevo di cosa si trattasse solo ora l ho collegato all ansia dato che era pure inverno e caldo non faceva... in effetti è stato un periodo della mia vita in cui avevo molte ragioni per essere stressato e ansioso...beh cmq tutto aposto, non ponendomi il problema, sono andato avanti a far la mia vita, finche 3 settimane dopo quel bad trip, ebbi un attacco di panico o crisi d ansia, una sera, dopo aver fumato tt il giorno, non riuscivo a concludere i respiri, affanno sudore, e faticavo a respirare, non avevo paura o terrore, rientrato a casa mi sono un poco calmato ma con fatica, mi è durato molto. Tanto da avermi lasciato la paura che mi potesse ri capitare nei giorni dopo, infatti faticavo a respirare tt il giorno, sudavo dalle mani ecc facevo fatica a uscire di casa, anzi per un mese quasi non sono uscito se non in poche occasioni, avevo ansia persino se qualcuno che conoscevo veniva a trovarmi, mi sentivo fuori dalla realtà e sempre col fiato che tendeva a mancarmi... ovvio non ho più fumato se non 1 o 2 volte ma con pochi tiri mi partiva un ansia atomica... oggi dopo quasi 4 mesi dalla crisi, ho ancora ansia in molte cose, anche se riesco ad uscire, andare esempio in un centro commerciale o fuori con amici e amiche ma ho sempre ansia e agorafobia, che mi fa senrire fuori dalla realtà e cmq non come prima sia in casa che fuori ma più fuori... e non so se è l ansia che mi fa sentire estraniato o se affettivamente lo sono e questo mi da ansia!! ho paura che lsd abbia compromesso qualcosa in me e spero di non esserci rimasto e che questa sia solo ansia...spero non esserci rimasto sotto, se in serata bevo una birra mi sembra di berne 5 e comincio a sentirmi strano... come se quel trip mi ritornasse, o forse è solo l ansia cje mi altera così... non capisco... non sono più io e questo mi sta portanto a una grande depressione dato che avevo una vita perfetta o cmq con tutto cio che volevo..
ho iniziato un percorso di psicoterapia e vedremo... voi sapete dirmi qualcsa a riguardo sull lsd? Se può aver causato danni irreversibili e irrimediabili? Che ho letto anche di questo in giro... che una volta che la prendi nn torni indietro... uno psichiatra m ha detto che non ho assolutamente alcun tipo di psicosi, solo un ansia da attacchi di panico... ma sbagliando nn gli ho parlato dell lsd... magari c tornerò... voi sapete aiutarmi? In caso fosse causa dell lsd che posso fare? Si risolverà? In che modo? Grazie scs le domande ma non riesco piu a stare in questa situazione, rivoglio la mia vita!

Risposta 

 

Ciao credo che quello che ti ha detto lo psichiatra riassuma l'essenziale della situazione che racconti. Non dovresti preoccuparti tanto del potere distruttivo di quell’assunzione di LSD che sicuramente ti ha attivato il meccanismo dell’ansia, che poi magari, anche rialimentato da altri consumi successivi, di fatto si alimenta e si riproduce da solo. Sei tu in realtà che riporti tutto a quell’episodio ma non è successo niente di grave a livello organico, il punto è che quell’esperienza ti ha attivato un meccanismo di percezioni e di paure tra loro collegate che poi sono andate avanti e si sono un po’ radicate nei tuoi meccanismi psichologici. Fai bene quindi a fare un lavoro con la psicoterapia, senza nascondere il fatto dei tuoi consumi, ma in fondo quel lavoro andrà a rimettere a posto i meccanismi generatori di ansia che si sono attivati a seguito di quelle esperienze. Non pensare quieindi alle cause organiche e ai danni irreparabili che non ci sono, abbi fiducia nella psicoterapia e vai aventi con quella con tranquillità.

Stefano Bertoletti, redazione sostanze.info