Back to top

“Pasticche e alcol, cocktail mortale Esplosi i consumi di droga in città"

La Repubblica - l farmacologo Garattini: "È l’effetto della crisi, i ragazzi usano l’ecstasy perché costa meno. Ma è pericolosissima"

di LAURA ASNAGI

 

Professor Silvio Garattini, il caso del minorenne finito in coma al Nigurda e in attesa di trapianto di fegato, rilancia l'allarme droga a Milano. Lei che dirige l'Istituto Mario Negri ed è un grande farmacologo, ci può spiegare perché l'ecstasy e le anfetamine adesso vanno per la maggiore?
"È l'effetto della crisi, ci sono meno soldi in giro e così la gente, ma in particolare i giovani, usano droghe più economiche ma estremamente dannose. Dalla cocaina si passa all'ecstasy, che in gergo si chiama "Mdma". I ragazzi si "calano" queste sostanze senza rendersi conto dei rischi che corrono".

In base a quali studi ha notato la riduzione del consumo di cocaina?
"Tutto nasce dalle indagini che noi continuiamo a fare sulle acque fognarie di Milano. E da lì che abbiamo scoperto, nel 2009, che a Milano si consumavano 10mila dosi al giorno di cocaina, con impennate del 50 per cento nei fine settimana. E oggi, dalle analisi delle acque abbiamo visto che la coca è scesa del 20/30 per cento, a vantaggio delle anfetamine, sostanze che hanno lo stesso effetto eccitante ma sono più a buon mercato".

E, quindi, più alla portata dei giovani.
"Sì l'età media dei consumatori si è molto abbassata. Nei pronto soccorso di Milano arrivano anche ragazzini di 11 e 12 anni che hanno problemi seri causati dalle anfetamine".

Perché queste sostanze sono altamente pericolose?

"Per un insieme di fattori. Innanzitutto sono droghe messe in commercio con sostanze di taglio che possono essere tossiche per il fegato. Gli spacciatori non hanno problemi ad usare anche la stricnina, per guadagnare di più. E poi i ragazzi per sballare di più, mescolano pastiglie e alcol. E quindi si crea l'effetto "bomba"".

Vale a dire?
"È l'effetto che devasta il fisico. I giovani prendono queste pasticche quando si ritrovano ai loro raduni. Ballano per ore, le anfetamine fanno salire la temperatura corporea in modo impressionante, tanto che in alcuni casi si arriva al coma. E quando a tutto questo si aggiunge anche una sostanza da taglio che risulta tossica per il fegato, allora si arriva alla tragedia".

Commenti

hummm

in realtà questo tipo di reazione, sebbene i rischi del mix alcol-mdma siano noti, è curiosa e non propria della sostanza... siamo sicuri che non stia circolando una partita di ecstasy tagliata? Nessun giornale ha affrontato seriamente il problema?

Aggiungi un nuovo commento