Back to top

FUMO: Ministero della Salute, allo studio no vendita per under 18

 Aumento dell'età di divieto di vendita dei prodotti del tabacco dai minori di 16 ai minori di 18 anni e revisione del prezzo del tabacco trinciato, utilizzato per le cosiddette 'sigarette fai da te', particolarmente in uso tra i giovani (quest'ultima misura introdotta con la manovra dello scorso dicembre).

Sono alcune delle misure allo studio per la prevenzione del tabagismo, illustrate nel 'Rapporto anno 2011 - Attivita' per la prevenzione del tabagismo' del ministero della salute, a sette anni dall'entrata in vigore della legge 3/2003 per la 'tutela della salute dei non fumatori'. Gli impegni derivanti dalla ratifica della Convenzione Quadro per il Controllo del Tabacco (FCT), nel 2008, si legge nel Rapporto, ''richiedono un complesso lavoro di concertazione con altre Amministrazioni (Ministero dell'Economia - AAMS, Ministero dello sviluppo economico, Ministero delle politiche agricole ecc.)''. Sono allo studio, pertanto, numerosi interventi relativi ad esempio, si spiega nella relazione, ''all'aumento dell'età di divieto di vendita dei prodotti del tabacco dai minori di 16 ai minori di 18 anni, alla eliminazione dei pacchetti da 10 sigarette, all'introduzione delle avvertenze sanitarie, accompagnate dalle immagini, al divieto di utilizzo dei rivenditori automatici sprovvisti di un sistema identificativo dell'età dell'acquirente, alla revisione delle politiche fiscali e dei prezzi, in particolare per il tabacco trinciato per sigarette "RYO" - "fai da te", particolarmente attrattivo per i giovani, dato il minor costo, ed il cui consumo è in forte aumento''. (ANSA).

Aggiungi un nuovo commento